cefal sicilia

Paesi e borghi più belli in Sicilia

I Borghi più belli in Sicilia. Elenco dei paesi e dei borghi più interessanti da visitare in Sicilia. Scopri paesini bellissimi per un week-end in Estate, Autunno, Primavera e Inverno.

cefal siciliaLabirinti di strade in cui il tempo sembra essersi fermato, panni stesi ad asciugare, tavolini e sedie fuori dalle case... queste sono solo alcune delle immagini che offrono i borghi della Sicilia, insieme a castelli medievali, monumenti, un mare splendido e tanto altro!
I Paesi e Borghi più belli della Sicilia da vedere sono tanti, uno più interessante dell'altro. Per questo, ecco di seguito una lista: non perdeteli, poiché sono tutti annoverati tra i più belli d'Italia.

NB: La seguente lista è frutto di un sondaggio che ha coinvolto attivamente i membri della Community. Oltre 10.000 utenti sono stati chiamati ad esprimere le proprie preferenze, scegliende 10 borghi fra gli oltre 30 selezionati dalla nostra redazione.
VEDI ANCHE: i borghi più belli d'Italia i posti più belli da visitare in Sicilia

1 - Castelmola, Provincia di Messina

castelmola siciliaArroccato su un vetta a strapiombo sul mare, Castelmola è una terrazza naturale con vista sul maestoso Etna, la costa ionica, il Capo di Sant'Alessio, il golfo di Giardini-Naxos, lo stretto di Messina e la costa calabra. In un intreccio di viuzze che rivela l'impronta medioevale, da vedere i resti del castello, ovvero le mura normanne, la Chiesa Madre che è un mix di stili che va dal romanico al gotico. Le cisterne per l'acqua del 367 a.C. e l'antica porta Saraceni, situata su via dei Saraceni, un lungo percorso pedonale. Da non perdere il famoso Bar Turrisi... il perché lo scoprirete una volta lì!
Si possono fare qui attività quali trekking, passeggiate lungo le numerose mulattiere presenti sul territorio, escursioni a cavallo e parapendio dal Monte Venere.

Cosa vedere nei dintorni: Taormina, Randazzo e Nicolosi

2 - Castiglione di Sicilia, Provincia di Catania

castiglione di siciliaCaratteristico borgo del Parco dell'Etna e del Parco Fluviale dell'Alcantara, Castiglione di Sicilia è posto su una collina con le case disposte lungo il pendio. Potete cominciare la visita da piazza Lauria, per poi dirigervi verso piazza Sant'Antonio, in cui si trova la chiesa dedicata al santo con una bella facciata barocca. Da vedere la Chiesa di San Pietro con accanto quella settecentesca di San Benedetto, i ruderi di una fortificazione bizantina, o Castidduzzu, la basilica della Madonna della Catena. Situato su una rupe d'arenaria, si trova il Castello di Ruggero di Lauria e uscendo dal borgo, potete ammirare un torrione cilindrico noto come Cannizzu, simbolo della città di Castiglione.
Da Castiglione potete praticare trekking fluviale ed organizzare escursioni alle gole dell'Alcantara e sull'Etna.

Cosa vedere nei dintorni: Parco regionale fluviale dell'Alcantara, Etna, Giardini-Naxos

3 - Erice, Provincia di Trapani

erice sicilia"La vetta annunciatrice della Sicilia bella", così definiva D'Annunzio il monte Erice, su cui sorge l'omonimo borgo. Iniziate la visita da Porta Trapani, oltre la quale si apre il corso Vittorio Emanuele che porta alla piazza centrale. Osservate le facciate barocche dei palazzi e la Chiesa di San Martino, quella di Sant'Albertino degli Abbati e di San Giuliano, fino ad arrivare alla Chiesa di San Cataldo, che custodisce opere dello scultore siciliano Antonello Gagini. Percorrete le suggestive stradine intorno al monastero di San Carlo, come via La Russa o via San Carlo, e godetevi lo strepitoso panorama dal Castello di Venere, o da quel che resta di esso.

A Erice non potete saltare l'appuntamento con i dolci di mandorla, vero simbolo del paese, da assaggiare soprattutto presso la storica bottega della Signora Grammatico: fatevi raccontare la sua storia e quella dei suoi dolci, rimarrete incantati non solo dal gusto...

Cosa vedere nei dintorni: Trapani, Marsala, Museo delle Saline

4 - Cefalù, Provincia di Palermo

cefal siciliaCefalù è un borgo situato sulla costa siciliana, protetto da una rocca e noto per la sua imponente cattedrale normanna del XII secolo. Simile a una fortezza, ha dei mosaici bizantini meravigliosi e alte torri gemelle. Oltre alla cattedrale, non si può lasciare Cefalù senza aver visto il lavatoio medioevale, cui si accede attraverso una scalinata di pietra lavica e il Museo Mandralisca, che ospita un ritratto di Antonello da Messina.

Inoltre, Cefalù è celebre per le sue spiagge con sabbia finissima e mare trasparente. I lidi più interessanti sono quello cittadino di Cefalù e a pochi chilometri di distanza, tra gli altri, Mazzaforno, Salinelle, Kalura e Capo Playa. Quindi potrete godervi tutti i divertimenti legati al mare e, inoltre, fare escursioni sulle Madonie, trekking montano e praticare sport invernali.

Cosa vedere nei dintorni: Santuario di Gibilmanna, Parco delle Madonie

5 - Salemi, Provincia di Trapani

salemi_panoramaSituato nel cuore della Valle del Belice, Salemi è una città arabo-medievale annoverata tra i Paesi e Borghi più belli della Sicilia e dell'Italia.
Da non perdere il Castello Normanno Svevo del 1077, il Palazzo dei Musei, ex collegio dei gesuiti, che comprende varie sezioni (archeologico, risorgimentale, d'arte sacra e il Museo della Mafia), il quartiere arabo "Rabato" e quello ebraico della Giudecca. Ancora, le aree archeologiche di Mokarta, Monte Polizo e San Miceli, le diverse chiese del centro storico e l'Antica Fornace Sant'Angelo.

Cosa vedere nei dintorni: Marsala, Trapani, Gibellina

  • Periodo ideale per una visita: in primavera ed estate troverete la maggior parte degli eventi, fra cui l'interessante festa delle Cene di San Giuseppe il 19 marzo
  • Specialità del borgo: Pane di San Giuseppe, Busiate
  • Dove mangiare: La Giummara - Ottieni indicazioni / Ristorante Ardigna - Ottieni indicazioni
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €60,00 a camera - guarda le offerte

6 - Sperlinga, Provincia di Enna

Sperlinga è un grazioso borgo nell'entroterra siciliano situato tra i Monti Nebrodi e le Madonie. Il nome deriva dal greco Spelonca (grotta), proprio perché la popolazione del luogo costruiva le proprie dimore direttamente dalla pietra nuda.
La sua attrazione più importante è il Castello Rupestre, al quale si giunge con una stretta scala scavata nella roccia composta da 80 scalini. Sul lato del castello sorge il Borgo Rupestre, una zona caratterizzata da numerose abitazioni rupestri risalenti alla preistoria. Ai piedi del castello si trova la Chiesa della Mercede, poi da vedere anche la Chiesa Madre e quella di Sant'Anna, nonché tutti i luoghi intorno a Sperlinga ricchi di spelonche.

Potete dedicarvi qui ad escursioni nel bosco comunale di Sperlinga, nella riserva orientata Sambughetti, lungo il fiume e presso i vari siti rupestri delle vicinanze.

Cosa vedere nei dintorni: Enna, Parco delle Madone, Siti rupestri

  • Periodo ideale per una visita: in estate ed inverno. In estate si tiene il Corteo Storico delle Dame dei Castelli di Sicilia, diverse feste religiose fra cui quelle del patrono San Giovanni, la Sagra del Tortono. A Natale, si organizza il presepe vivente
  • Specialità del borgo: Frascatula di Sperlinga (polenta di broccoli, farina e pancetta), cubbaita (torrone arabo con sesamo, miele e mandorle), pasta ricasciata (timballo di maccheroni al ragù)
  • Dove mangiare: La Nuova Perciata - Ottieni indicazioni
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €45,00 a camera - guarda le offerte

7 - Sutera, Provincia di Caltanissetta

vicoli borghi siciliaRannicchiato ai piedi del Monte San Paolino, si trova il borgo di impianto medioevale di Sutera. Un dedalo di viuzze e ripide strade acciottolate, case ammassate l'una sull'altra che si distribuiscono tra chiese e fascinosi ruderi.

Non perdete la Chiesa di Sant'Agata nella omonima piazza, i ruderi del quattrocentesco palazzo Salamone, i quartieri di Rabato, Rabatello e Giardinello, il Santuario di San Paolino in cui sono custodite le reliquie di San Paolino e Sant'Onofrio.

Cosa vedere nei dintorni: Valle dei fiume Platani, Mussomeli, Agrigento

  • Periodo ideale per una visita: tutto l'anno. In particolare, durante Pasqua si festeggia San Paolino, ad agosto Sant'Onofrio e ci sono eventi di teatro, sport e cultura nelle piazze; nel periodo natalizio si tiene un suggestivo presepe vivente
  • Specialità del borgo: fave a maccu, Pitirri (minestra di verdure selvatiche)
  • Dove mangiare: Ristorante Civiletto - Ottieni indicazioni / La Pineta - Ottieni indicazioni
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €50,00 a camera - guarda le offerte

8 - Petralia Soprana, Provincia di Palermo

Petralia Soprana è un piccolo gioiello incastonato sulle Madonie e nel 2018 è stato proclamato "Borgo dei Borghi", oltre ad essere fra quelli più belli d'Italia. Passeggiate nel grazioso centro storico, visitate i ruderi dell'enorme Castello, la Chiesa Madre, di antica fondazione, situata in piazza Duomo. Inoltre, la Chiesa di San Giovanni Evangelista che conserva al suo interno numerose opere d'arte, la Chiesa del Salvatore che durante la dominazione saracena fu trasformata in moschea e vari palazzi nobiliari presenti nel cuore dell'abitato.

I divertimenti a cui potete dedicarvi sono tanti, fra cui escursioni nel Parco delle Madonie e percorsi acrobatici tra gli alberi presso il Parco Avventura Madonie a Petralia Sottana.

Cosa vedere nei dintorni: Parco delle Madonie, Gangi

  • Periodo ideale per una visita: in estate, ci sono tanti eventi e sagre (come quella delle Lenticchie e del Grano), il Matrimonio Baronale la notte di Ferragosto, rievocazione storica con sfilata in abiti del Settecento e itinerario gastronomico, concerti all'aperto
  • Specialità del borgo: formaggi (pecorino, cacio cavallo e ricotta), sfuogghiu (sfoglio - torta di formaggio con cioccolato e cannella), virdura maritata (minestra con verdure selvatiche come cicoria e borraggine)
  • Dove mangiare: Trattoria da Salvatore - Ottieni indicazioni / Lu Carmè - Ottieni indicazioni
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €55,00 a camera - guarda le offerte

9 - Monterosso Almo, Provincia di Ragusa

Monterosso Almo è un piccolo comune incastonato sui monti Iblei. Non perdete nel borgo la Chiesa di San Giovanni Battista che custodisce una statua dell'artista ragusano Cultraro, Piazza San Giovanni su cui si affacciano meravigliosi palazzi ed edifici, la Chiesa Madre di Santa Maria Assunta in Piazza Sant'Antonio, la Chiesa di Sant'Antonio Abate e Palazzo Zacco, dimora nobiliare barocca.

Le attività che potete fare sono passeggiate ai siti archeologici, escursioni e trekking nella Valle dei Mulini e sul Monte Casasia.

Cosa vedere nei dintorni: Grotte dei Santi, ipogeo di Calaforno, Monte Casasia, Valle dei Mulini

  • Periodo ideale per una visita: estate ed inverno, in cui ci sono diverse sagre, come quella del Pane, dello Scaccione, mentre durante il Natale si organizza il presepe vivente
  • Specialità del borgo: Maretti (dolci di mandorla), Totò (dolci di mandorla e cioccolato), u scacciuni (pane tipico)
  • Dove mangiare: da Parrino - Ottieni indicazioni / Al Borgo - Ottieni indicazioni
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €65,00 a camera - guarda le offerte

10 - Gangi, Provincia di Palermo

Antiche chiese, case di pietra addossate, vecchi campanili, palazzi signorili e un gomitolo di viuzze: così appare Gangi. Dalla Chiesa Madre di San Nicolò a Palazzo Sgadari, dalla Chiesa di San Paolo alla Torre dei Ventimiglia fino ad arrivare alla Torre Saracena... questo borgo ha davvero tanto da offrire ed è una tappa da non perdere!
Da qui si possono fare diverse escursioni, trekking e passeggiate a cavallo nel Parco delle Madonie.

Cosa vedere nei dintorni: Parco Naturale Regionale delle Madonie, Petralia, in località Piano Pomo si trova il Sentiero degli Agrifogli

  • Periodo ideale per una visita: tutto l'anno. In particolare, durante le festività pasquali si tengono manifestazioni religiose spettacolari, ad agosto c'è la Festa dei Burgisi e la Sagra della Spiga. Nel corso delle festività natalizie, ci sono mercatini e il presepe vivente
  • Specialità del borgo: Pecorino e Cacio Cavallo, la Taralla e la Turrunedda di Gangi (dolci tipici)
  • Dove mangiare: Trattoria Sant'Anna - Ottieni indicazioni
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €50,00 a camera - guarda le offerte

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su