noto strada verso la cattedrale

Noto: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

Cosa vedere a Noto e dintorni: itinerari di un week-end e di un giorno. Scopri 10 cose da visitare, i migliori ristoranti e cosa fare la sera. Info e consigli utili su Noto

noto strada verso la cattedraleNoto è di certo una delle tappe obbligate di un viaggio in Sicilia orientale. Definita "giardino di pietra" da Cesare Brandi, e considerata come la "capitale del Barocco siciliana", il grande patrimonio artistico e storico in essa costodita è stato inserito nella lista del Patrimonio dell'UNESCO.
Ricostruita dopo il devastante terremoto del 1693, la parte nuova sorge a valle del preesistente centro abitato, detto Noto antica, e fu fondata nel 1703. La ricostruzione interessò artisti ed architetti di grande rilievo, che scelsero appunto lo stile barocco.
VEDI ANCHE: i borghi più belli della Sicilia i posti più belli da visitare in Sicilia

10 cose da vedere a Noto in un Weekend

1 - Cattedrale Minore di San Nicolò

cattedrale di notoUno dei simboli del barocco della Val di Noto, venne ricostruita nel XVIII secolo dopo il terremoto del 1963. A contatto con i raggi del sole, la sua facciata si illumina mettendo in risalto il materiale roccioso utilizzato per la costruzione risaltando lo stile barocco. La facciata presenta due torri campanarie, una delle quali ospita una campana, mentre nell'altra un orologio. Sono presenti colonne disposte ai lati degli ingressi laterali e, in misura doppia, nei pressi dell'ingresso principale in cui è presente un importante portale.
La parte superiore della facciata ospita una finestra centrale delimitata da due coppie di colonne corinzie, mentre le torri campanarie si caratterizzano per il colore rosso porpora che spezza rispetto al restante color oro della cattedrale. Lo spettacolo scenografico dalla chiesa viene, poi, amplificato dalla imponente scalinata del settecento che si suddivide in tre rampe e che collega la chiesa con il Palazzo Ducezio sede dell'attuale municipio della città.

L'interno è a croce latina a tre navate, con alcune parti affrescate scampate al crollo del terremoto, in particolar modo, l'Immacolata con Santi e Martiri, l'Adorazione dei pastori e la Madonna delle Grazie e Miracolo di San Francesco di Paola. Degne di nota anche la fonte battesimale e le statue in legno del 1700.

  • Come arrivare: in Piazza del Municipio, pieno centro, dista 1,5 km dalla stazione ferroviaria e a soli 750 m dal Terminal Bus - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 20:00
  • Costo biglietto: Gratis

2 - L'eremo di S. Corrado Fuori le Mura

facciata dell'eremo di san corrado fuori le mura a noto Fonte: wikipedia - Autore: - Licenza: CC BY-SA 2.5 San Corrado Confalonieri da Piacenza è il Patrono della Città di Noto, e il suo culto è molto sentito dalla comunità anche ai giorni nostri. L'eremo a lui dedicato si erge fuori città, ed è sorto lì dove il patrono della città visse in eremitaggio dal 1322 al 1351. Questo comprende delle grotte dove il Santo e i suoi confratelli si riunivano in preghiera e/o trovavano riparo. Un suggestivo e affascinante santuario datato 1800 ne custodisce oggi le impronte, diventate oggetto di culto dei molti visitatori.

  • Come arrivare: l'eremo è posto a circa 7 km fuori dalle mura, ed è possibile raggiungerlo o mediante una scala che scende dall'abitato di Noto o in auto: in questo caso ci vogliono circa 11 minuti - Ottieni indicazioni
  • Orari: dalle 7:00 al tramonto
  • Costo biglietto: Gratis
  • Info e consigli: all'interno è richiesto il più assoluto silenzio

3 - Palazzo Nicolaci dei Principi di Villadorata

dettaglio balconi di palazzo nicolaci a noto Fonte: wikipedia - Autore: sailko - Licenza: CC BY-SA 3.0 In stile barocco e con circa 90 stanze, risale ai primi decenni del 1700, anche se i lavori, si protrassero fino a 1765. L'edificio è nato come residenza nobiliare urbana della famiglia Nicolaci la quale ha mantenuto la proprietà di un'ala, cedendone l'altra al Comune di Noto. Il palazzo è decorato da diverse balconate magnificamente e rinchiuse dalle inferriate ricurve. Tra le figure delle decorazioni ci sono sirene, sfingi, ippogrifi, cavalli alati ed altro, che danno all'edificio una particolare armonia esotica. Un'ala del palazzo accoglie la Biblioteca Comunale, fondata dal Municipio nel 1817. Oggi sono visitabili solo nove saloni del piano nobile, finemente arredati con mobili dell'Ottocento provenienti dalle principali città d'Europa. Ogni salone è arredato in modo da suggerire le attività che hanno animato questi spazi fino agli ultimi anni del del Novecento.

  • Come arrivare: sorge nel lato opposto alla Cattedrale, su Piazza del Municipio - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni dalle 10:00 alle 20:00 e dalle 21:15 alle 23:00
  • Costo biglietto: €4,00 intero, €2,00 ridotto per i gruppi di almeno 25 persone, gratis per gli studenti e i loro accompagnatori

4 - Quartiere Agliastrello

Noto è famosa per essere la città del Barocco, che ha attratto numerosi nobili. Ma, al pari di qualsiasi altra città sulla Terra anche Noto era ed è abitata da gente comune, "normale". Le maestranze popolari vivevano tutte nel quartiere di Agliastrello, dov'è possibile notare proprio un cambiamento di architettura ed atmosfera: le case sono tutte piccole, vicine tra loro, e caratterizzate dalla presenza di molti cortili. Di certo il quartiere non riveste la stessa importanza storica della "Noto artistica e chic", ma è comunque l'altra faccia di una medaglia che vale la pena vedere.

  • Come arrivare: a piedi, dirigendosi verso Palazzo Castelluccio. Il quartiere dista circa 7 minuti dal centro città - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

5 - Il Museo Civico di Noto

Il museo è situato all'interno del Parco di Villa Landolina, ed è ricco di testimonianze di carattere storico e d'interesse archeologico. La sede museale è moderna, inaugurata nel 1988, e si compone di due livelli, dove si articolano le esposizioni divise in quattro settori. Le più affascinanti sono di certo quella archeologica, che raggruppa reperti ritrovati negli scavi dell'antico sito di Noto e dell'antica cittadella greca di Eloro e la Galleria d'arte contemporanea.

  • Come arrivare: a 170 m dalla Piazza del Municipio, in Corso Vittorio Emanuele - Ottieni indicazioni
  • Orari: da martedì a sabato 9:00-18:00; domenica e festivi 9:00-13:00;
  • Costo biglietto: €8,00; Riduzione €4,00 - residenti nella provincia: €1,00

6 - Palazzo Ducezio

noto palazzo ducezio facciata Fonte: wikipedia - Autore: sailko - Licenza: CC BY-SA 3.0 Palazzo Ducezio è situato nei pressi della Cattedrale di Noto, con cui forma il cuore della città. Sede del Municipio, il palazzo è stato realizzato tra ‘700 e ‘800 ed è stato dedicato al famoso condottiero Ducezio, che si oppose alla dominazione greca. All'interno la sala di rappresentanza rappresenta la maggiore attrazione. Il fascino del tetto affrescato, in cui è rappresentato l'eroe all'atto di indicare il luogo su cui sarebbe dovuta sorgere la sua patria e l'ottima acustica, che tradiscono il suo ruolo di antico teatro, sono avvalorati dal sapiente impiego di grandi specchi. Questi, grazie ad un gioco di illusioni fanno si che il salone sembri avere infinite gallerie.

  • Come arrivare: a piedi in poco più di dieci minuti - Ottieni indicazioni
  • Orari: dalle 10:00 alle 13:30 - 15:00 alle 18:00
  • Costo biglietto: €2,00

7 - Chiesa di San Carlo

Caratterizzata da una facciata barocca, seguendo in pieno lo stile della città, la chiesa di San Carlo vanta, al suo interno, tre navate con un altare in marmo al centro. La torre campanaria è visitabile, ammesso che non si abbiano problemi a salire la scala elicoidale, che porta alla prima terrazza. Attraverso un ulteriore scalinata si arriva poi all'ultimo terrazzo dov'è situato il campanile della chiesa e le sue tre campane, che risuonano a intervalli regolati. Da qui si gode di una stupenda vista sulla Cattedrale, che diventa incantevole al tramonto.

  • Come arrivare: decisamente a piedi, vista la sua vicinanza alla Cattedrale, Palazzo Ducezio ed altre attrazioni. Si raggiunge facilmente in circa 10 minuti, da qualsiasi punto del centro storico - Ottieni indicazioni
  • Orari: dalle 8:00 fino al tramonto
  • Costo biglietto: l'ingresso alla chiesa è gratis, la salita al campanile costa €2,00

8 - Porta Reale

porta reale noto Fonte: wikimedia commons - Autore: Ulissesat - Licenza: CC BY-SA 4.0 Porta Reale è il simbolo dell'ingresso nella città di Noto, situata su Corso Vittorio Emanuele. Costruita nel 1838 alla notizia dell'arrivo del re Ferdinando II di Borbone, il famoso re delle due Sicilie. Il progettista dell'opera fu il napoletano Angelini, autore anche della statua del re che tutt'ora conserva lo stesso aspetto di quel tempo, anche se ora è nota come il monumento ai caduti

  • Come arrivare: a piedi, con una piacevole passeggiata su Corso Vittorio Emanuele, la via principale - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

9 - La città di Noto Antica

noto antica porta di ingresso Fonte: wikipedia - Autore: Mboesch - Licenza: CC BY-SA 3.0 Noto antica è l'antico abitato di Noto, andato distrutto a seguito del terremoto del 1693, che ha portato i suoi abitanti a spostarsi a circa 12 km più a valle. In questo luogo, da visitare in rispettoso silenzio, sono custoditi i resti di alcune grandi strutture, tra cui il castello, mentre è possibile ammirare altre costruzioni, come la chiesa di Santa Maria della Provvidenza, ancora intatte. Un progetto, che vede collaborare tra loro le Università di Catania, Palermo e una startup, stanno cercando di ridare valore alla zona, partendo dall'esperienza dei visitatori.

  • Come arrivare: nessun mezzo pubblico raggiunge Noto Antica. C'è necessariamente bisogno di dotarsi di un automezzo, al fine di percorrere i 14 km della SP287 nord (circa 20 minuti) che separano i due centri - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

10 - La Riserva Naturale di Vendicari

spiaggia di calamosche 2 Fonte: wikimedia - Autore: Enzo Rippa - Licenza: CC BY-SA 4.0 La Riserva Naturale Oasi Faunistica di Vendicari è un tratto di costa incontaminato, situato a brevissima distanza da Noto città. Trovare gli ingressi della Riserva non è difficile, vista la presenza di cartelli e segnalazioni, e una volta lasciata l'auto ci si deve muovere tra i sentieri, incontrando spiagge meravigliore e diversi stagni, casa di molte specie protette. Inoltre, all'interno della riserva è possibile visitare i ruderi diTorre Sveva, le antiche rovine della città greca di Eloro e l'Antica Tonnara, un vero e proprio pezzo di storia che, fino al 1945, ha visto in attività i pescatori di tonno rosso. I visitatori possono scegliere tra diversi itinerari. Da non perdere, all'interno della Riserva, la Spiaggia di Calamosche.

Cosa vedere a Noto in un giorno: itinerario consigliato

infiorata notoMattina: colazione al Caffè Sicilia e si inizia da Palazzo Nicolaci, antica residenza dei Principi di Noto dalla facciata a dir poco suggestiva. Percorrendo via Nicolaci ci si trova al cospetto dell'elegante chiesa di San Carlo e del suo bellissimo campanile, sulla quale è possibile salire, e da cui è possibie vedere la Cattedrale di Noto, prossima tappa della visita. Simbolo della città è considerata dagli studiosi la costruzione emblema del barocco in Italia, che merita di essere visitata con la giusta calma.

Pomeriggio: una volta usciti, il vicino ristorante Anche gli Angeli potrebbe essere una buona idea per il pranzo, vista anche la sua vicinanza alla nuova tappa del tour: Palazzo Ducezio, la sede del Municipio. Da non perdere è quella che viene chiamata "la sala degli specchi" che, grazie ad un sapiente gioco d'illusioni, sembra infinita e grandissima.
Terminata la visita, muovendosi sempre lungo Corso Vittorio Emanuele s'incrocia ben presto il Museo Civico, dove sono custoditi una grande varietà di reperti archeologici, provenienti anche dalla vicina cittadina greca di Eloro. Guardando sempre verso destra, in direzione della Villa Comunale, sarà possibile intravedere da lontano la Porta Reale, costruita in occasione della visita in città di Federico II.

Sera: proprio nei pressi del monumento c'è un classico bistrot siciliano, chiamato "Porta Reale Bistrot Siciliano", dove sarà possibile assaggiare tutte le specialità gastronomiche siciliane, dolci inclusi.

Itinerario di un giorno in sintesi

Mostra Mappa

  1. Colazione: Caffè Sicilia, Corso Vittorio Emanuele - Ottieni indicazioni
  2. Palazzo Nicolaci: tutti i giorni dalle 10:00 alle 20:00 e dalle 21:15 alle 23:00 - costo biglietto: intero €4,00 ridotto €2,00, gratis per studenti
  3. Chiesa di San Carlo: tutti i giorni dalle 8:00 fino al tramonto - costo biglietto: l'ingresso alla chiesa è gratuito, il biglietto per salire sul campanile costa €2,00
  4. Cattedrale di San Nicolò: tutti i giorni dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 20:00 - costo biglietto: gratuito
  5. Pranzo: Anche gli Angeli, via Arnaldo da Brescia - Ottieni indicazioni
  6. Palazzo Ducezio: tutti i giorni dalle 10:00 alle 13:30 - 15:00 alle 18:00 / costo biglietto: intero €2,00
  7. Museo Civico: da martedi a sabato 9:00-18:00, domenica e festivi 9:00 -13:00 / costo biglietto: intero €8,00 ridotto €4,00
  8. Porta Reale: sempre accesibile - costo biglietto: gratis
  9. Cena: Porta Reale Bistrot Siciliano, Largo Porta Nazionale, 9 - Ottieni indicazioni

Dove mangiare a Noto: i migliori ristoranti

  1. Porta Reale Bistrot Siciliano: piccolo e caratteristico locale, è adatto sia per un pranzo che per una cena a base di prodotti tipici
    Prezzo medio a persona: €5,00 - €15,00
    Indirizzo e contatti: Largo Porta Nazionale, 9 (Ottieni indicazioni) / tel: 0931 576031
  2. Anche gli Angeli: locale dalla location caratteristica, specializzato in cucina italiana, mediterranea e dalla buona selezione di vini
    Prezzo medio a persona: €8,00 - €60,00
    Indirizzo e contatti: via Arnaldo da Brescia,2 (Ottieni indicazioni) / tel: 0931 576023
  3. Trattoria Fontana d'Ercole: cucina di pesce a km 0, cucina italiana
    Prezzo medio a persona: €20,00 - €25,00
    Indirizzo e contatti: vicolo Salonia, 30 (Ottieni indicazioni) / tel: 0931837772

Cosa fare la sera: le zone della movida e i migliori locali di Noto

Il centro di Noto è sempre molto movimentato e, qualche volta, si può fare addirittura fatica a camminare. Ma ci troviamo comunque in una città dal grande patrimonio storico, che si cerca di tutelare in tutti i modi. Quindi, al di là di ristoranti e bar, qualcuno aperto fino a tarda sera, per discoteche, pub e locali affini bisognerà spostarsi o verso la costa o nei pressi di Avola.

I migliori pub, locali e discoteche

  • Karma cafè: lounge bar aperto fino a tardi
    Indirizzo: Via Salvatore La Rosa, 9/11 - Ottieni indicazioni / Pagina facebook
  • Morrison's Irish Pub: classico irish pub dotato di forno per le pizze, con una buona selezione di birre
    Indirizzo: c.da Nicolella- Baglio Avola 96012 Avola - Ottieni indicazioni / Pagina facebook
  • Violet Club: discoteca cult del luogo per chi ama ballare fino a notte fonda
    Indirizzo: Strada Provinciale Noto-Calabernardo / Pagina facebook

Organizza il tuo soggiorno a Noto: info e consigli utili

  • Come arrivare: in aereo, l'aereoporto più vicino è quello di Catania Fontanarossa (95 km - voli da €34,00). Dall'aeroporto partono degli autobus (ogni ora) che coprono i 90 km di distanza da Noto.
    In autobus, la fermata per le linee che collegano Noto alle città vicine è situata fuori dalla Porta Reale.
    In auto, percorrendo le autostrade A18 e A19 - Ottieni indicazioni
  • Come muoversi: la città va visitata a piedi. Per visitare i dintorni, è necessario avere un'auto
  • Dove parcheggiare: fuori città, verso Porta Reale, c'è sempre una buona possibilità di trovare parcheggio gratuito. Noto è una città a misura d'uomo, e il centro si raggiunge senza il minimo sforzo
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €33,00 a camera - guarda le offerte
  • Cosa vedere nei dintorni: Villa del Tellaro, resti di una villa romana del IV secolo, accessibile dal lunedi alla domenica dalle 8:30 alle 19:45, ingresso gratuito (Ottieni indicazioni). Castelluccio di Noto, sito archeologico di età preistorica, con resti dell'abitato antico, tombe appartenenti a varie epoche e un castello medievale (Ottieni indicazioni). Da visitare i borghi di Avola (9 km - Ottieni indicazioni), Marzamemi (23 km - Ottieni indicazioni), Pachino (22 km - Ottieni indicazioni). Poco distanti anche importanti centri come Siracusa (36 km - Ottieni indicazioni), Modica (37 km - Ottieni indicazioni), Ragusa (52 km - Ottieni indicazioni) e Scicli (44 km - Ottieni indicazioni), e in generale tutti i paesi del Val di Noto e i luoghi dell'Itinerario di Montalbano. Splendida e unica anche la riserva di Cavagrande del Cassibile (20 km - Ottieni indicazioni) con i laghetti di Avola Antica.

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo Ŕ benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo
Forse ti pu˛ interessare anche...

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Torna su