cactus in siciliaLungo la costa del Canale di Sicilia (nel versante sud-ovest dell'isola), dalla cima di una rupe bianca detta rupe di Cammordino la cittadina di Sciacca si affaccia maestosa sul mare... e a guardarla da lontano sembra quasi un piccolo gioiellino incastonato nella roccia.
Sciacca, famosa ai turisti principalmente per le terme romane, i festeggiamenti goliardici del Carnevale e la ceramica, vero fiore all'occhiello della produzione artigianale locale, è un luogo ricco di punti di interesse a partire dai numerosi edifici religiosi disseminati nel tessuto cittadino. Oltre a questi, la città è caratterizzata da un impianto urbanistico medievale di tutto rispetto, di cui oggi restano a testimonianza corti e porte dell'antica cinta muraria situate nel bel mezzo del centro storico.
La bellezza di Sciacca, tuttavia, non si limita "solo" a questo: ecco cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera.

Cosa vedere a Sciacca

cosa vedere a sciacca

1 - Castello Luna

Partiamo proprio dai resti lasciati dai trascorsi medievali di Sciacca. Il Castello Luna (o Castello Nuovo) è un complesso poligonale eretto nel 1380 dall'allora vicario di Sicilia, Guglielmo Peralta: il vicario diede in sposa la figlia Margherita al nobile Arturo di Luna, ecco perché il Castello ha preso questo nome così particolare. Costruita nella parte alta della cittadina, la fortezza domina tutto il panorama dalla sua posizione privilegiata, sebbene parte della cinta muraria e delle torrette di vedetta non si siano conservate perfettamente fino ai giorni nostri. Il complesso infatti è costituito oggi da quattro parti principali: quello che rimane delle mura di difesa, la torre grande (di cui rimane la base), la torre cilindrica a due piani e il Palazzo del Conte (dalle cui finestre si può ammirare una vista incantevole sulla città sottostante).

  • Come arrivare: arrivare al Castello Luna è molto semplice, infatti è possibile lasciare la macchina in Piazza Gerardo Noceto, per poi proseguire a piedi in via Amato e in Via Castello. In meno di 2 minuti, arriverete a destinazione - Ottieni indicazioni
  • Orari: aperto tutti i giorni, dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00
  • Costo biglietto: l'ingresso alla struttura costa €3,00 a persona

2 - Castello Incantato

castello incantato sciaccaFoto di magalibobois. Un altro castello molto interessante da visitare a Sciacca è sicuramente il Castello Incantato, situato a pochissimi chilometri dal centro. La particolarità del posto è proprio l'atmosfera misteriosa che lo caratterizza e che lo rende un luogo unico nel suo genere, apprezzato sia dai grandi che dai piccini. Al suo interno, infatti, lo scultore Filippo Bentivegna (da molti conosciuto anche come Filippo Testi) vi ha realizzato diversi dipinti bizzarri in cui vengono raffigurati grattacieli e pesci in uno strano connubio compositivo, mentre nel giardino tra ulivi e mandorli vi sono nascoste più di 3.000 sculture di teste scolpite dallo stesso Bentivegna in tronchi d'albero e rocce. Inoltre, nella parte alta del podere, cunicoli di diversa larghezza e profondità vanno a creare una sorta di labirinto che rende il luogo ancora più suggestivo e particolare.

  • Come arrivare: il Castello Incantato si trova in via Bentivegna, nelle campagne circostanti la cittadina. Per arrivarci, è necessario prendere l'auto - Ottieni indicazioni
  • Orari: in estate, dalle 9.00 alle 21.00; in inverno, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00
  • Costo biglietto: €3,00 a persona. Il ridotto €1,50 a persona (valido per minori, studenti)

3 - Duomo

duomo di sciaccaFoto di Mboesch. Tra le attrazioni da visitare assolutamente a Sciacca, è impossibile non nominare il Duomo (o Chiesa Madre), facilmente identificabile in Piazza Don Minzoni. Consacrato a Santa Maria Maddalena, il Duomo presenta una struttura tipicamente a croce latina, con tre absidi risalenti all'epoca normanna. Se già dall'esterno si può intuirne la maestosità, ben rappresentata dalla facciata in stile barocco abbellita con decori e statue in marmo, sono gli interni a stupire maggiormente i visitatori, a partire dall'affresco sul soffitto della navata centrale raffigurante l'Apocalisse (realizzato dal pittore Tommaso Rossi). Nelle navate laterali, invece, si alternano scene ed episodi salienti che hanno contraddistinto la vita di Maria Maddalena.

  • Come arrivare: si trova nel centro storico, in Piazza Don Minzoni, facilmente raggiungibile a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: aperta tutti i giorni dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00 (19.30 dal lunedì al venerdì)
  • Costo biglietto: Gratis

4 - Palazzo Steripinto

sciacca palazzo steripintoFoto di Mboesch. Tra le opere di architettura civile di Sciacca, il Palazzo Steripinto è una delle più note: questa dimora aristocratica, realizzata agli inizi del 1500 da Antonio Noceto (nipote del celebre botanico Gerardo Noceto) in stile catalano-gotico, è forse una delle più incredibili testimonianze dell'arte costruttiva del luogo. La sua peculiarità infatti sta nella fitta serie di bugne di pietra che rivestono la facciata dell'edificio a punta di diamante, con ornamenti di smerli e bifore, e che creano un effetto decorativo piuttosto singolare. La facciata risulta quindi nel complesso un tripudio di colori e di sfarzosità, cosa che la rende una delle attrazioni più visitate della cittadina.

  • Come arrivare: si trova in Corso Vittorio Emanuele ed è quindi perfettamente raggiungibile a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: purtroppo, non è possibile visitare il Palazzo al suo interno. Tuttavia, già solo per la particolarità architettonica degli esterni, vale la pena inserirlo in un vostro possibile itinerario a Sciacca.
  • Costo biglietto: Gratis

5 - Chiesa di Santa Margherita

Fondata da Eleonora d'Aragona nel 1342, la Chiesa di Santa Margherita presenta un ingresso principale di tipo catalano, mentre il portone in marmo situato sulla destra dell'edificio è stato realizzato nel 1468 da Pietro de Bonitate. L'interno a navata unica, invece, presenta elementi tipici dello stile barocco, tra cui affreschi e stucchi policromati. L'elemento più stupefacente dell'intero edificio, tuttavia, è il soffitto a cassettoni abbellito con decorazioni in oro zecchino, al cui centro una tela (appartenente a un pittore ignoto) raffigura l'immagine di Maria Immacolata. Attualmente chiusa al culto, la Chiesa di Santa Margherita è comunque aperta al pubblico in occasione di mostre, convegni e concerti.

  • Come arrivare: si trova in Via Incisa, a soli 5 minuti a piedi dal Comune - Ottieni indicazioni
  • Orari: variano a seconda dell'evento/manifestazione che ha luogo all'interno della Chiesa
  • Costo biglietto: stesso discorso vale anche per il costo dei biglietti d'ingresso

6 - Museo Scaglione

Poco distante dal Duomo di Sciacca, sorge la casa-museo dedicata all'appassionato d'arte e gran collezionista Francesco Scaglione e inaugurata nel novembre del 1988. La casa, suddivisa in diverse sale decorate con motivi a greca alle pareti, racchiude al suo interno un patrimonio storico-culturale davvero notevole: oltre a mobili e ceramiche antiche, qui si possono ammirare da vicino monete risalenti al periodo romano, dipinti di pittori italiani e stranieri del Settecento ma anche dell'Ottocento, fotografie storiche, cartoline, armi e perfino un ventaglio in seta appartenuto a una gran dama del XVIII secolo.

  • Come arrivare: dal Duomo, vi basterà fare quattro passi per arrivare al Museo - Ottieni indicazioni
  • Orari: il Museo è aperto dal mercoledì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00. Nel weekend invece dalle 16:00 alle 20:00.

7 - Porte cittadine

porta palermoFoto di trolvag. Come già anticipato, alcune tra le testimonianze più evidenti del passato medievale vissuto da Sciacca sono le innumerevoli porte inserite lungo le mura difensive, utilizzate un tempo per poter accedere/uscire dalla città. Tra queste, vi segnaliamo Porta Palermo, costruita durante il regno di Carlo II di Borbone, con ancora il simbolo della casata regnante: l'aquila con le ali spiegate, Porta Salvatore con più ornamenti, tra cui lo stemma della città e quello della casata austriaca allora al potere e Porta S. Calogero.

  • Come arrivare: le porte cittadine sono dislocate in più punti lungo tutta la linea che un tempo costituiva le mura difensive. Porta Palermo, situata in Piazza Marconi - Ottieni indicazioni; Porta Salvatore, situata in Via Orti S. Salvatore - Ottieni indicazioni; Porta S. Calogero, situata Piazzetta S. Gennaro - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

8 - Eremo di San Calogero

sciacca chiesa di san callogeroFoto di Mboesch. Sul Monte San Calogero, a circa 7km dal centro di Sciacca, sorge l'Eremo di San Calogero, costruito al posto di una vecchia chiesetta in cui si diceva che il Santo guarisse gli ammalati e ospitasse i pellegrini di passaggio. La costruzione del sito religioso iniziò all'inizio del 1530, ad opera del vescovo Mariano Manno con il concorso delle contribuzioni dei fedeli. La facciata della chiesa ha un colore bianco con quattro pilastri di pietra lavica a reggere il cornicione sovrastante; l'interno invece è composto da un'unica navata con otto altari laterali e un altare maggiore, sul quale è esposta una statua di San Calogero racchiusa in una custodia in legno risalente al periodo settecentesco.

  • Come arrivare: per arrivare all'Eremo è strettamente necessario utilizzare la propria auto, data la sua posizione e la distanza dal centro storico di Sciacca, ci si impiegano poco meno di 12 minuti ad arrivarci) - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile. Gli orari delle messe sono, giorni feriali 16:30; festivi, 11:00 - 16:30 - 18:00
  • Costo biglietto: Gratis

9 - Spiaggia di Capo San Marco

mare di capo san marcoNon solo attrazioni culturali, ma a Sciacca anche le bellezze naturali non mancano di certo e una di queste è sicuramente la spiaggia situata nei pressi di Capo San Marco. Dotata sia di una zona attrezzata che di una parte dedicata alla spiaggia libera, si tratta di un angolino in cui rifugiarsi per rilassarsi tra sole, mare limpido e fondale basso (adatto soprattutto a chi viaggia con bambini). Se durante il vostro weekend a Sciacca vi viene voglia di approfittare di una bella giornata per una piccola fuga al mare, questo è il posto ideale considerata anche la sua vicinanza alla cittadina.

  • Come arrivare: da Sciacca, si può raggiungere la spiaggia in auto in pochi minuti. In questo caso, sono disponibili sia parcheggi gratuiti che (in caso di esaurimento) parcheggi a pagamento, ad un costo pari a €3,00 per tutta la giornata - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

10 - Grotte del Caricatore

Riaperte non molti anni fa grazie all'intervento di una piccola associazione locale, con lo scopo di mostrare ai turisti come veniva conservato un tempo il grano prima di essere spedito via mare, le Grotte del Caricatore sono una chicca di Sciacca che non tutti conoscono e che vale sicuramente la pena prendere in considerazione durante un tour alla scoperta della città. Il museo è ancora in fase di sviluppo, ma nonostante questo è comunque possibile visitare buona parte dei cunicoli e delle gallerie presenti, in alcuni casi anche accompagnati da una guida turistica. Se siete dei tipi particolarmente avventurosi oppure se volete scoprire un aspetto più insolito di Sciacca, questo sito potrebbe costituire senz'altro un'ottima opzione.

  • Come arrivare: si trovano a soli 2 minuti a piedi dal Porto San Paolo, in Piazza Dogana - Ottieni indicazioni
  • Orari: dal lunedì al sabato, dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 18:30 alle 20:30
  • Costo biglietto: €2,00 a persona

Itinerario di un giorno a Sciacca

tramonto sul mare di SciaccaSciacca è una meta ideale da visitare anche solo in una giornata, grazie alle sue dimensioni ridotte e alla possibilità di condensare le attrattive principali del centro storico escludendo quelle più lontane.

L'itinerario che vi proponiamo è interamente percorribile a piedi e parte proprio dal centro storico, ovvero dalla zona che sorge nei dintorni di Piazza Vittorio Emanuele. Si parte dal Duomo, conosciuto anche come Chiesa Madre oppure Basilica di Maria Santissima del Soccorso. Non è grandissimo ma nasconde al suo interno tanti tesori, considerate di dedicarle un'oretta.
Usciti dal Duomo, fate visita al Museo Scaglione e alla sua raccolta di tesori del passato, proprio di fronte il Duomo. Poi percorrete tutto corso Vittorio Emanuele fino al Palazzo Steripinto (poco distante), giusto il tempo di rimanere affascinati di fronte alla facciata più famosa di tutta Sciacca.

Terminata la visita, raggiungete Porta Palermo, una delle meglio conservate tra le porte antiche medievali. E' tempo di pranzo, l'Hostaria del Vicolo si trova proprio sotto Porta Palermo, in vicolo Sammaritano 10 (Ottieni indicazioni), e potrete assaggiare pietanze a base di pesce e di cucina mediterranea. Da qui non vi sarà difficile raggiungere la Chiesa di Santa Margherita, approfittando magari di una mostra/evento particolare che vi si tiene all'interno durante il vostro soggiorno. Usciti dalla Chiesa tornate indietro in direzione del centro verso piazza Scandaliato per gustare un ottimo aperitivo, in uno dei locali presenti, accompagnato da uno stupendo tramonto sul mare che solo la Sicilia sa offrire.

Dal momento che ormai si è fatta ora di cena, vi consigliamo di fermarvi a mangiare in uno dei buonissimi ristoranti affacciati sul lungomare, come ad esempio La Lampara, situato in Lungomare Cristoforo Colombo 13 (Ottieni indicazioni), ideale soprattutto per una cena romantica con vista.

Itinerario di un giorno in sintesi

cosa vedere a sciacca in un giorno itinerario

  1. Duomo - orari: dal lun alla dom dalle 8:00 alle 12:00, dalle 16:00 alle 19:00 - costo biglietto: gratis
  2. Museo Scaglione - orari: dal mer al ven dalle 9:00 alle 13:00, dalle 15:00 alle 19:00 sab-dom dalle 16.00 alle 20.00
  3. Palazzo Steripinto - orari: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  4. Porta Palermo - orari: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  5. Pranzo presso l'Hostaria del Vicolo
  6. Chiesa di Santa Margherita - orari: sempre accessibile - costo biglietto: dipende dalla mostra del momento
  7. Piazza A.Scandaliato - gustare un ottimo aperitivo e soffermarsi sul suggestivo panorama che la piazza può offrire - orari: sempre accessibile
  8. Cena presso il ristorante La Lampara

Dove mangiare a Sciacca

  1. Cantine De Gregorio: ristorante di pesce e cucina mediterranea
    Prezzo medio a persona: €40,00/50,00
    Indirizzo e contatti: Contrada Ragana Snc (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 0925991299
  2. Ristorante Hostaria del Vicolo: ristorante di pesce e cucina mediterranea
    Prezzo medio a persona: €40,00
    Indirizzo e contatti: vicolo Sammaritano, 10 (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 092523071
  3. Pizzeria Conte Luna: pizzeria specializzata anche in impasti senza glutine, oltre che piatti vegani/vegetariani
    Prezzo medio a persona: €18,00
    Indirizzo e contatti: Piazza Gerardo Noceto, 11 (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 3208884389
  4. Le Stranizze: ristorante con specialità di pesce e carne, prodotti freschi e a km 0. Qualità e prezzi onesti.
    Prezzo medio a persona: €30,00
    Indirizzo e contatti: Via Giuseppe Garibaldi (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 0925 81735
  5. La locande del Re: pizzeria e trattoria con rivisitazione di piatti tradizionali e prodotti freschi.
    Prezzo medio a persona: €20,00
    Indirizzo e contatti: Via Lioni, 12 (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 324 687 7922

Cosa fare la sera: zone della movida e migliori locali

pub serata amiciSciacca, non è una città particolarmente grande, quindi le proposte per la sera possono essere un po' più limitate rispetto a quelle di altre località vicine e nemmeno esiste una zona unica e specifica per la movida, sebbene sul lungomare d'estate sia possibile imbattersi facilmente in bar e localini con una vista impareggiabile sul mare. In generale, comunque, a Sciacca ci sono pub e bar di ogni genere se si sa dove cercare: ecco perché ve ne consigliamo tre, adatti sia per il periodo invernale che per trascorrerci una serata estiva in compagnia.

  • Paliko Sciacca: locale perfetto per bere una birra in compagnia, dividendo un panino o una pizza tra amici
    ndirizzo: via Madonnuzza, 2 - Ottieni indicazioni
  • Pub Vittorio Emanuele: pub dagli arredi stile inglese, con una vasta scelta di cocktail e liquori
    Indirizzo: corso Vittorio Emanuele, 230 - Ottieni indicazioni
  • Mastro Malto: birreria con ottima selezione di birre e taglieri
    Indirizzo: via Gaie di Garaffe, 24 - Ottieni indicazioni
  • La Skalunata: pub caratteristico con ottima mixology e musica live
    Indirizzo: Piazza Giacomo Matteotti - Ottieni indicazioni
  • Eos Wine Bar: locale in pieno centro con vasta scelta di cocktail e bevande, spesso con eventi di live music
    Indirizzo: via Licata - Ottieni indicazioni

Organizza il tuo soggiorno a Sciacca: info e consigli utili

come arrivare e cosa vedere nei dintorni di sciacca

  • Come arrivare: in auto. Da Palermo tramite autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo, uscita Castelvetrano, poi SS 115 direzione Agrigento fino allo svincolo per Sciacca (circa 1 ora e 50 minuti) oppure tramite SS 624 Palermo-Sciacca (97 km, 90 min circa). Da Agrigento SS115 per 60 km circa (70 min circa)
  • Come muoversi: a piedi. Muoversi in auto è sconsigliato in quanto l'impianto urbano è difficoltoso, fatto di stradine molto strette e ripide salite e discese. Utilizzate l'auto solo per spostarvi nei dintorni o al massimo per le attrazioni nella parte alta se non amate camminare
  • Dove parcheggiare: consigliamo fuori dal centro, per poter proseguire a piedi la vostra visita. La maggior parte dei parcheggi poco distanti dal centro, tuttavia, sono a pagamento, per questo vi consigliamo i parcheggi scoperti di Via dell'Arca (situato in periferia) e quello di Piazza Mariano Rossi oppure quello in Via Orti Mori, non troppo lontano dalla zona portuale. Nella parte alta della città, invece, c'è il parcheggio di Piazza Gerardo Noceto
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €30,00 a camera - guarda le offerte
  • Cosa vedere nei dintorni: Tra le più gettonate e quelle che meritano senz'altro una visita, vi consigliamo Agrigento, la Scala dei Turchi, la Riserva Naturale di Torre Salsa, Capo Bianco, Castelvetrano e Selinunte, il Lago Arancio e Caltalbellotta, Marsala (ovviamente la lista potrebbe essere ancora più lunga, ma abbiamo cercato di contenerci)