Sicilia Agrigento Valle Dei Templi 1Agrigento è una piccola perla del sud della Sicilia, culla della Magna Grecia per il suo vasto patrimonio storico e archeologico dell'antica Akragas. È la meta ideale per gli amanti della storia e della cultura, un viaggio nel passato tra le chiese antiche del centro storico e i templi dorici della Valle dei Templi per una vacanza tranquilla in cui non mancano mare cristallino e ottima cucina locale.

Cosa vedere ad Agrigento

microguida agrigento info pratiche consigli

1 - Valle dei Templi

tramonto sulla valle dei templi agrigentoFoto di Michal Osmenda. La Valle dei Templi detiene il record di area archeologica più grande al mondo. Inserita nel 1998 nei siti patrimoni dell'umanità dall'Unesco, è costituita dalle rovine di Akragas, antica città della Magna Grecia che costituì il nucleo originario di Agrigento. All'interno della valle sono conservati ben dodici tempi in stile dorico; il tempio della Concordia è quello meglio conservato di tutto il sito, grazie anche al suo riutilizzo come tempio cristiano. Di notevole importanza seguono il tempio di Ercole, il primo ad essere costruito ad Akragas, il Tempio di Zeus, che all'epoca della sua edificazione era il più grande di tutto l'occidente, e il tempio di Giunone, bruciato durante un'invasione cartaginese.

Vi consigliamo di visitare la Valle dei Templi in orario di apertura o nelle ultime ore prima della chiusura per evitare le ore più calde e affollate.
VEDI ANCHE: Valle dei Templi: come arrivare, prezzi e consigli

Indossate scarpe comode per affrontare il terreno sconnesso dell'area, portate con voi dell'acqua e un cappello per difendervi dal sole data la lunga durata della visita (almeno due ore). Vi consigliamo inoltre di provare il tour guidato in E-scooter nella Valle dei Templi.
Se visitate Agrigento nei mesi di luglio e agosto, vi consigliamo la visita serale verso l'ora del tramonto, uno spettacolo davvero suggestivo! Tutte le info sul sito ufficiale.

  • Come arrivare: da piazza Rosselli autobus linee 1, 2 e 3. In auto è disponibile un parcheggio al costo fisso di €3,00 per tutta la giornata - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 8:30-19:00
  • Costo biglietto: intero €10,00, ridotto €5,00 (under 25), gratis under 18

2 - Giardino della Kolymbetra

agrigento giardino della kolymbetraFoto di fab.. Nel cuore della Valle dei Templi, in una piccola valle, sorge il Giardino della Kolymbethra, un'area archeologica dove storia e natura si fondono. Prende il nome dalla kolymbethra, una piscina creata convogliando l'acqua che trasudava dalla pietra porosa. Lo spazio nacque come luogo di vacanza per i tiranni di Akgragas e punto di incontro dei cittadini. Oggi è curato dal FAI dopo aver versato per anni in situazione di degrado, ed ospita un giardino mediterraneo con alberi di agrumi, pistacchi e mandorle. Si consiglia di visitarlo in tarda mattinata, dopo la visita ai vicini Templi, per riposarsi all'ombra dei suoi arbusti e visitare il Tempio di Efesto e gli antichi ipogei.

Si consiglia l'uso di scarpe comode. Le persone con mobilità ridotta possono effettuare una visita parziale dell'area, ma è necessaria una prenotazione anticipata. Se vi trovate qui in primavera, si tratta del momento perfetto per la visita, in quanto potrete assistera anche allo spettacolo dei mandorli in fiore.

  • Come arrivare: da piazza Rosselli autobus linee 1, 2 e 3. In auto è disponibile un parcheggio al costo fisso di €3,00 per tutta la giornata - Ottieni indicazioni
  • Orari: chiuso a gennaio. Nei mesi estivi che consigliamo (luglio e agosto) è aperto dalle 9:30 alle 19:30. Per il dettaglio degli orari è possibile consultare il sito del FAI
  • Costo biglietto: intero €6,00, per gli ipogei €10,00, cumulativo €15,00. Riduzioni e gratuità nel sito ufficiale

3 - Museo Archeologico

interni del museo regionale di agrigentoFoto di poudou99. Il museo archeologico di Agrigento è stato fondato negli anni '60 dove sorgeva l'antica agorà di Akragas, ed il seguito ha usato come sede villa del Ciantro Panittieri. È uno dei musei più visitati della Sicilia ed espone oltre 5.600 reperti collegati alla Valle dei Templi e non solo, coprendo un arco temporale che va dalla preistoria fino all'epoca greco-romana. Il museo è suddiviso in due sezioni: la prima è dedicata alla Agrigento antica, mentre la seconda ai territori della provincia agrigentina e di Caltanissetta, in particolare all'epoca precedente all'insediamento greco.

Si consiglia di visitare il museo contestualmente alla Valle dei Templi, per avere un quadro completo del periodo storico ellenico e della provenienza dei reperti.

È consigliabile comprare il biglietto combinato per l'accesso alla Valle e al museo, per un costo totale di €13,50 intero (con un risparmio di €4,50) e di €7,00 ridotto.

  • Come arrivare: da piazza Rosselli autobus linee 1, 2 e 3. In auto è disponibile un parcheggio al costo fisso di €3,00 per tutta la giornata - Ottieni indicazioni
  • Orari: lun-sab 9:00-19:30, domenica e i festivi 9:00-13:30
  • Costo biglietto: intero €8,00, ridotto €4,00 per i giovani tra i 18 e i 25 anni

4 - Spiaggia di San Leone

spiaggia di san leoneIl lido di San leone dista pochi km dal centro di Agrigento, ed è la spiaggia di riferimento per gli agrigentini. La spiaggia si adatta alle esigenze di tutti i tipi di viaggiatori: è attrezzata con campi da tennis e pallavolo per i più sportivi, parchi giochi per i bambini e numerosi bar e locali per i giovani in cerca di cocktail e musica a tutte le ore.
La spiaggia dorata e l'acqua cristallina vi faranno venire voglia di dedicare almeno un giorno intero al lido di San Leone, che siate tipi da surf oppure da lettino sul bagnasciuga.

5 - Monastero del Santo Spirito

agrigento chiesa di santo spiritoFoto di Mboesch. Il monastero del Santo Spirito si trova nel pieno centro storico di Agrigento. Costruito durante il medioevo, nel XIII secolo, il monastero è stato la dimora delle suore benedettine fino a metà dell'Ottocento, quando il monastero fu trasformato in orfanotrofio. In seguito il monastero ebbe anche altre funzioni, dapprima come mensa per i pover ed in seguito come deposito d'armi nel corso della seconda guerra mondiale. Dal dopoguerra ad oggi il monastero è diventato un museo civico, sotto la guida delle stesse suore benedettine. Non mancate di assaggiare i dolci di mandorle di produzione propria, fatti direttamente dalle suore: sono un ottimo souvenir!

Vi suggeriamo di visitare il monastero nel tardo pomeriggio per evitare la folla e soprattutto per approfittare dei dolci fatti a mano dalle suore per lo spuntino pomeridiano

  • Come arrivare: a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: lun-ven 9:00-13:00 e 15:00-18:00. Sabato 9:00-13:00
  • Costo biglietto: ingresso gratuito, ma le suore chiedono di norma una piccola offerta per la visita del monastero o dell'esposizione museale

6 - Casa-museo di Luigi Pirandello

Agrigento è stata la patria di Luigi Pirandello, uno dei più grandi drammaturghi e poeti italiani, vincitore del premio Nobel per la letteratura nel 1934. A pochi chilometri dal centro della città è possibile visitare la sua casa natale, oggi riconvertita in museo. La struttura risale alla fine del Settecento, e subì gravi danni durante il secondo conflitto mondiale a causa dell'esplosione di un vicino deposito di munizioni. Il piano terra della casa-museo ospita periodicamente mostre temporanee dedicate a Pirandello, mentre al piano superiore sono esposte prime edizioni delle sue opere, fotografie, manoscritti e oggetti personali dell'autore.

Si consiglia di programmare il museo in tarda mattinata o nel pomeriggio, dato che la visita alla tomba dell'autore può essere effettuata fino ad un'ora prima del tramonto

  • Come arrivare: si trova in una contrada di campagna fuori dal centro della città. Il mezzo migliore per raggiungerla è l'automobile, percorrendo la strada statale 115 in direzione di Villaseta - Ottieni indicazioni
  • Orari: lun-sab 9:00-19:30, domenica e festivi chiusura anticipata alle 13:00
  • Costo biglietto: intero €4,00; ridotto €2,00

7 - Cattedrale di San Gerlando

agrigento cattedraleFoto di Mboesch. La cattedrale di San Gerlando è dedicata al patrono di Agrigento ed è la chiesa più grande della città. Come spesso accade, l'edificio fu costruito sui resti di precedenti luoghi di culto: in questo caso del tempio di Atena Lindia e Zeus Atabyrios, di epoca greca. Successivamente vi sono tracce di catacombe di epoca romana tra il II e il III secolo, fino alla costruzione della chiesa in epoca bizantina con la caratteristica pianta a forma di croce latina. Visitate la chiesa in un orario libero da funzioni per evitare di disturbare i fedeli, e fate caso ad un particolare fenomeno acustico: parlando a bassa voce all'ingresso della cattedrale, infatti, la voce viene trasmessa fino all'abside.

Si consiglia di visitare la cattedrale prima di pranzo, la chiesa si trova infatti in cima ad una salita ripida. Trattandosi di un luogo di culto, si raccomanda di silenziare i cellulari e indossare un abbigliamento consono.

  • Come arrivare: a piedi - Ottieni indicazioni. La fermata dell'autobus più vicina è in piazza Plebis Rea (linea 1), a cinque minuti di distanza
  • Orari: mar-dom 10:00-13:30 e 15:30-19:00
  • Costo biglietto: cattedrale gratis, torre €3,00

8 - Porta di Ponte

porta di ponte agrigento Porta di Ponte è stata la porta più importante per l'accesso alla città medievale, costituita da un ponte levatoio e sormontata da un arco gotico riportante lo stemma aragonese del re Federico III. La porta venne distrutta nel 1868 e ricostruita in stile neoclassico, senza l'arco, come si presenta ancora adesso. La porta costituisce l'accesso di quella che oggi è via Atenea, la strada principale del centro storico di Agrigento.
Il progetto della porta attuale fu realizzato da Raffaello Politi. Della porta originale restano due testimonianze in forma di disegno degli anni venti dell'Ottocento.

9 - Scala dei Turchi

paesaggio natura scogliera bianca 5A circa 13 km da Agrigento, a Realmonte, la Scala dei Turchi è uno dei luoghi più fotografati di tutta la Sicilia, grazie alla sua incredibile conformazione dalle linee morbide ed al suo colore bianco candido.
Si tratta di una enorme falesia in marna bianca che digrada come una grande scala verso il mare blu, splendendo sotto i sole grazie al suo colore bianco. E' composta da roccia sedimentaria argillosa e calcarea, e tra i gradoni di questa scala ci si accomoda per prendere il sole e scattare incredibili foto.
Il suo nome deriva delle scorribande dei pirati saraceni (apostrofati come "Turchi"), che approdati in questi lidi approfittavano della conformazione a scala per salire fino al centro e saccheggiare.
E' consigliabile sostare nei parcheggi a pagamento (Parking Scala dei Turchi, Ottieni indicazioni - da €5,00 al giorno) e scendere da uno dei lidi presenti per poi raggiungere la Scala.
VEDI ANCHE: Scala dei Turchi: info, immagini e come arrivare

Assicuratevi di avere con voi scarpette di gomma per non scivolare sulla roccia! Inoltre, la spiaggia vera e propria è un piccola lingua di sabbia stretta tra la falesia e il mare, non attrezzata, pertanto non è il massimo per le famiglie con bambini. Se preferite le spiagge sabbiose, raggiungete Capo Rosso, nei pressi della Scala dei Turchi, nel comune di Realmonte, ideale per una nuotata in tranquillità e per gli amanti della fotografia.

10 - Eraclea Minoa e Torre Salsa

riserva wwf torre salsa siciliaFoto di Tiberio Frascari. L'odierna cittadina di Cattolica Eraclea ospita i resti di Eraclea Minoa, città della Magna Grecia fondata dai Selinuntini nel VI secolo a.C. Dista circa 44 km da Agrigento.
Poco distante, la Riserva Naturale di Torre Salsa è un'area naturale protetta attualmente gestita dal WWF. Il litorale si estende per circa 6 km ed ospita diverse specie di uccelli, ideale per gli amanti del birdwatching. Alle spalle del litorale una pineta consente di trovare ristoro dal sole e accomodarsi per pic nic.

Itinerario di un giorno ad Agrigento

Si parte con una passeggiata di buon mattino nel centro storico, per visitare il Monastero del Santo Spirito e la Cattedrale di San Gerlando. Scatta una foto sulla Scalinata degli Artisti: si tratta della scalinata più colorata di Agrigento, in cui gli scalini sono stati dipinti e decorati con scritte e disegni. Questa piccola opera d'arte è stata anche inserita tra le scale più colorate al mondo! Da non perdere!
Dopo un'oretta, raggiungente la Scala dei Turchi, per concedervi una mattinata di mare e foto super instagrammabili.

Dopo una pausa pranzo al sacco, prendetevela comoda e raggiungete la Casa Natale di Pirandello. Non più tardi delle 16:30 raggiungete la Valle dei Templi. Per ottimizzare i tempi, vi consigliamo di provare il tour guidato in E-scooter. Se riuscite a fare presto, potete soffermarvi anche al Giardino della Kolymbetra alla fine del percorso interno alla Valle, che chiude mezz'ora dopo, alle 19:30 (il biglietto d'ingresso va pagato a parte, €6,00).

Infine, concludete la giornata a San Leone, sulla costa, vero e proprio punto della movida di Agringento, con ristoranti, locali e discoteche.

Itinerario di un giorno in sintesi

cosa vedere agrigento un giorno itinerario

  1. Centro storico
  2. Scala dei Turchi
  3. Casa Natale di Pirandello - orari: 9:00-19:30, domenica chiusura alle 13:00 - costo biglietto: intero €4,00; ridotto €2,00
  4. Valle dei Templi - orari: 8:30-19:00 - costo biglietto: intero €10,00, ridotto a €5,00
  5. Giardino della Kolymbetra - orari: 8:30-19:30 - costo biglietto: da €6,00
  6. San Leone

Dove mangiare ad Agrigento

  • Siculò: ideale per lo street food siculo e per piatti tipici della tradizione. Ci si può sedere ai tavoli oppure ordinare il cibo e mangiarlo per strada
    Prezzo medio a persona: €8,00
    Indirizzo e contatti: via Pirandello 21 (Ottieni indicazioni) / tel: 0922 1881799
  • La Posata di Federico II: ambiente intimo, cucina tipica siciliana con impiattamenti eleganti e originali. Da provare i gamberi rossi con lardo di colonnata
    Prezzo medio a persona: €35,00
    Indirizzo e contatti: piazza Cavour ,19 (Ottieni indicazioni) /tel: 0922 28289
  • La Terrazza degli Dei: incredibile location con vista sul Tempio della Concordia illuminato. Elegante, esclusivo, sicuramente non economico ma ideale per concedersi una cena da re.
    Prezzo medio a persona: €60,00
    Indirizzo e contatti: Via Passeggiata Archeologica 33 (Ottieni indicazioni) / tel 0922 596288
  • Akropolis: Specialità siciliane originali in una location elegante con arredi di design e vista sulla Valle dei Templi.
    Prezzo medio a persona: €35,00
    Indirizzo e contatti: Via Francesco Petrarca, 30/35 (Ottieni indicazioni) / tel 0922 402861
  • Il Re di Girgenti: piatti della tradizione in chiave gourmet in una location con una vista magica sui templi
    Prezzo medio a persona: €45,00
    Indirizzo e contatti: Via Panoramica Valle dei Templi, 51 (Ottieni indicazioni) / tel 0922 401388

VEDI ANCHE: 10 Cose da mangiare a Agrigento e dove

Cosa fare la sera: zone della movida e migliori locali

La vita notturna agrigentina si concentra per lo più sulla costa, nella località di San Leone. Qui il lungomare è costellato di numerosi bar che offrono aperitivi, cocktail e musica dal vivo fino a tarda notte, mentre nel centro della città l'atmosfera è più tranquilla, e le serate sono animate da pub ed enoteche.

  1. Noctis Disco Club: la discoteca più frequentata della provincia, a Villaggio Mosè. Il luogo ideale per una notte di festa. Si trova a 15 minuti in auto dal centro di Agrigento (8km).
    Indirizzo: via Parco degli Angeli (Ottieni indicazioni) - Tel 0922606277
  2. Cantiere 12.25: il locale per antonomasia dove si ritrovano i giovani della città in centro, dove bere vino e birra a costi ridotti. Si può raggiungere tranquillamente a piedi.
    Indirizzo: via Neve 10 (Ottieni indicazioni) - Tel 3349353697
  3. 'Nzolia: enoteca raffinata per apericene di qualità con ottimo vino, salumi e formaggi. Facilmente raggiungibile a piedi da via Atenea, da cui dista 450 metri.
    Indirizzo: piazzetta San Calogero (Ottieni indicazioni) - Tel 0922054447
  4. Aquaselz café: lounge bar elegante e moderno a San Leone, dove bere ottimi cocktail e ballare fino a tarda notte, adatto soprattutto ai più giovani. Si raggiunge comodamente in auto dal centro di Agrigento in 15 minuti.
    Indirizzo: Lungomare Falcone e Borsellino (Ottieni indicazioni) - tel 0922081225
  5. Boca Club: un club di recente apertura ma che è entrato di diritto nelle tendenze della vita notturna di zona per le sue feste a tema e la cura dei dettagli. Si trova nella località di San Leone, ed è raggiungibile in auto in un quarto d'ora.
    Indirizzo: Piazzale Luigi Giglia (Ottieni indicazioni) - Tel0922414646

Organizza il tuo soggiorno ad Agrigento: info e consigli utili

cosa vedere dintorni agrigentoSebbene sia una meta turistica molto frequentata in estate, la provincia di Agrigento mantiene dei prezzi concorrenziali rispetto ad altre destinazioni della Sicilia Occidentale, con camere da €45,00 a notte e cene con grigliate di pesce da €15,00 a persona. I biglietti per accedere alle aree di interesse hanno un costo medio di €12,00, ma è possibile risparmiare usufruendo dei ticket combinati per la maggior parte delle attrazioni in zona.

  • Come arrivare: Agrigento è equidistante dai 3 aeroporti principali. Dista infatti 2 ore dal Falcone Borsellino di Palermo, da quello di Trapani e dal Fontanarossa di Catania. E' raggiungibile in bus o con auto a noleggio (consigliata)
  • Come muoversi: la città si gira comodamente a piedi ma è consigliata un'auto per muoversi nei dintorni e raggiungere la Valle dei Templi
  • Dove parcheggiare: le principali attrazioni, sia la Valle dei Templi che ad esempio la Scala dei Turchi, hanno dei parcheggi a pagamento. Sconsigliamo di sostare in aree non contrassegnate per il parcheggio.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €45,00 a camera - confronta le offerte su Booking
  • Cosa vedere nei dintorni: Scala dei Turchi (13 km), Eraclea Minoa (35 km), Torre Salsa (20 km), Sciacca (65 km)