paesaggio natura scogliera biancaLa Scala dei Turchi, sita a Realmonte in Provincia di Agrigento, poco lontana dalla Valle dei Templi, è una delle mete predilette delle estati meridionali, grazie alla sua conformazione dalle linee morbide, tondeggianti ed irregolari e al colore della sua "fredda" falesia in marna bianca.
E' composta da roccia sedimentaria argillosa e calcarea, che conferisce alla falesia il caratteristico colore bianco e la bassa temperatura al tatto. La scogliera si raggiunge tramite un percorso di enormi gradoni, in cima ai quali i turisti sono soliti "accamparsi" per prendere il sole o ammirare lo stupendo panorama che affaccia sull'altrettanto affascinante costa di Agrigento.

Chiusura per messa in sicurezza: A causa di una frana avvenuta a Gennaio 2020, l'accesso è attualmente chiuso, pertanto ad oggi non è possibile visitare la Scala dei Turchi. Molti turisti indisciplinati non curanti dei pericoli e delle salatissime sanzioni, sono soliti scavalcare le recinzioni o raggiungere la falesia via mare, ma vi invitiamo caldamente a non trasgredire alle regole, per il bene di voi stessi e della natura che ci circonda.

Dove si trova e come arrivare

  • Dal centro di Realmonte: tramite Via Pier Santi Mattarella e Strada Provinciale 68/SP68. Distanza di 4,6 km, 8 minuti in auto e 55 a piedi - Ottieni indicazioni
  • Da Agrigento: dista 16,2 km da Agrigento e si raggiunge in poco più di 20 minuti in automobile, imboccando la SS115/SS640 da Via Francesco Crispi - Ottieni indicazioni

Purtroppo non sono disponibili mezzi pubblici, bisogna utilizzare un mezzo proprio o prendere un taxi.

Come scendere alla scala dei Turchi

Giunti nei pressi dell'imponente falesia potrete parcheggiare lungo i margini della strada (nelle sezioni provviste di segnali di sosta consentita), oppure spingervi poco oltre per trovare aree di sosta e comodi parcheggi a pagamento (Parking Scala dei Turchi, Ottieni indicazioni - da €5,00 al giorno). Una volta parcheggiata l'auto potrete raggiungere uno dei punti di accesso.

  1. Lido Scala dei Turchi (a circa 500 metri dalla falesia): è il più vicino, offre una gradinata che scende fino alla spiaggia. Purtroppo l'accesso non è comodissimo per via dei tanti gradini da fare - Ottieni indicazioni
  2. Lounge Beach Scala dei Turchi (a circa 800 metri dalla falesia): ci sono meno gradini da fare e sono più bassi, ma una volta scesi alla spiaggia bisogna camminare di più per raggiungere la falesia - Ottieni indicazioni
  3. Majata Beach (a circa 1 km dalla falesia): non vi sono gradini ma si cammina direttamente sulla spiaggia - Ottieni indicazioni

L'accesso è libero e gratuito in tutti e tre i punti.

Chiusura per messa in sicurezza: A causa di una frana avvenuta a Gennaio 2020, l'accesso è attualmente chiuso, pertanto ad oggi non è possibile accedere alla falesia. Molti turisti indisciplinati non curanti dei pericoli e delle salatissime sanzioni, sono soliti ignorare i cartelli, scavalcare le recinzioni o raggiungere la Scala dei Turchi via mare, ma vi invitiamo caldamente a non trasgredire alle regole, per il bene di voi stessi e della natura che ci circonda.

Spiaggia libera, Lidi e Stabilimenti Balneari

paesaggio natura scogliera bianca 1La spiaggia di sabbia bianca, fanghi naturali ed acqua fredda è libera e gratuita.

E' possibile, tuttavia, appoggiarsi agli stabilimenti balneari poco lontani dalla falesia, nei pressi di Realmonte, che mettono a disposizione sdraio e ombrelloni.

Immagini e video della Scala dei Turchi

Immagini e video della Scala dei Turchi
Immagini e video della Scala dei Turchi
Immagini e video della Scala dei Turchi
Immagini e video della Scala dei Turchi
Immagini e video della Scala dei Turchi
1/5

Dove dormire nei dintorni: hotel, camping e b&b

E' possibile soggiornare a due passi dalla suggestiva Scala dei Turchi, usufruendo di un pacchetto "all inclusive" adatto a famiglie, coppie, gruppi organizzati. Ecco le strutture suggerite: Hotel e b&b da €55,00 a camera - guarda le offerte

Cosa fare e vedere nei dintorni

templi valle tempio archeologia

Curiosità: Storia e origini del nome

La Scala dei Turchi deve il suo nome alle incursioni dei pirati saraceni, apostrofati anche come "turchi" (un epiteto per nulla legato all'odierna Turchia, ma piuttosto alle origini arabe dei pirati), che erano soliti approdare in questa zona ritenuta porto sicuro e saccheggiare i centri ad essa limitrofi.

Consigli utili

  • Bambini e anziani: è abbastanza difficoltosa da raggiungere, pertanto si sconsiglia la visita a bambini molto piccoli, anziani e soggetti cardiopatici. Salire e scendere dalla scogliera può essere pericoloso per la forte scivolosità di alcuni punti.
  • Cosa portare: oltre al costume da bagno, sono raccomandate le scarpe da mare antiscivolo (in special modo per chi intende arrivare da Lido Rossello). Data l'impossibilità di piantare ombrelloni, non dimenticare crema solare e cappellino.
  • Divieti e multe: nonostante la messa in sicurezza, la spiaggia antecedente alla falesia continua ad essere soggetta a crolli, pertanto può capitare che venga chiusa in alcune giornate. Sono previste multe pari a €50,00 per chiunque provi a scavalcare la barriera. Infine, anche chi danneggia le sedimentazioni di marna rischia di essere sanzionato (€150,00 per chi prova a piantare ombrelloni nella roccia, fino a €500,00 per chi stacca pezzi di roccia per portarli via come souvenir).
  • Accesso per animali: non ci sono divieti per cani, pertanto la spiaggia è accessibile anche agli amici a 4 zampe.
  • Tempo di visita: si consiglia di dedicare un paio di ore; non è il tipo di spiaggia in cui trascorrere un'intera giornata di mare. Se volete trascorrere tutto il giorno, meglio stanziare presso i lidi (Majata/Rossello).