Sicilia Noto Chiesa Barocca Barocco Il Val di Noto è un'area interprovinciale, nella Sicilia sud orientale, che coinvolge le province di Catania, Siracusa, Ragusa, Enna e Caltanissetta. Presenta itinerari e attrazioni davvero adatti a tutti, da chi è in cerca del mare e del relax a chi vuole immergersi tra storia e musei. Una terra dal passato antico che merita davvero di essere scoperta!
Ecco tutti i nostri consigli su cosa vedere nel Val di Noto!

Le località e i borghi più belli

1 - Caltagirone

caltagirone centro Foto di Carlo Pelagalli. Caltagirone è un meraviglioso borgo situato su tre diverse colline, che regala una splendida vista su tutta la vallata. Insieme ad altre 7 città del Val di Noto, fa parte del circuito delle città barocche dichiarate Patrimonio dell'Umanità UNESCO.

Negli ultimi decenni si è fatta strada nel mondo del turismo ed è diventata famosa soprattutto per le sue meravigliose ceramiche. Nel borgo potrete infatti visitare il Museo della Ceramica, che ospita circa 2.500 reperti di ceramiche realizzati in Sicilia a partire dal IV millennio a.C. Pezzo forte del borgo è la Scalinata di Santa Maria del Monte, centoquarantadue gradini decorati con mattonelle di ceramica.
Imperdibili, a luglio, i festeggiamenti per la festa patronale di San Giacomo e il mese di dicembre per i meravigliosi presepi.
VEDI ANCHE: Caltagirone: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

2 - Modica

modica sicilia chiesa italia 1 Modica, che rientra sempre nelle Città Barocche del Val di Noto, è una cittadina dalla storia antichissima. Qui potrete conoscere storia, folklore e tradizioni e alternare le visite con la scoperta delle sue prelibatezze gastronomiche, come il famoso cioccolato di Modica, che nel 2018 ha ottenuto dall'Unione Europea il riconoscimento di Indicazione Geografica Protetta (IGP).

La città è conosciuta anche come la città dalle 100 chiese per l'alta presenza di edifici religiosi. Alcuni di questi, come il meraviglioso Duomo di San Pietro e la Chiesa di San Giorgio sono anche Patrimonio dell'Umanità UNESCO. Per vivere al meglio la città, vi consigliamo di passeggiare tra i suoi vicoli e gli edifici barocchi, che rendono il suo centro storico un vero e proprio museo a cielo aperto! Imperdibile una tappa al Castello di Modica e al Museo del Cioccolato, per conoscere questa tradizione secolare!
VEDI ANCHE: Modica: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

3 - Catania

it notizie catania 3 Catania è sicuramente tra le città più importanti della regione, ottimo punto di partenza per la scoperta del Val di Noto. Qui infatti si trova l'Aeroporto Internazionale di Catania-Fontanarossa, ben collegato a tutte le città italiane. La soluzione migliore è noleggiare un auto qui e procedere alla scoperta della zona.

Catania sorge a metà strada tra il mare e l'Etna e da ogni angolo della città sarà possibile ammirare sullo sfondo la vetta del famoso vulcano. La soluzione migliore è sicuramente dedicare alla città almeno mezza giornata esplorando il suo centro storico. Per ottimizzare i tempi, consigliamo un tour guidato a piedi (2 h) per poi procedere verso le altre località del Val di Noto. Sicuramente imperdibile una tappa alla Cattedrale di Sant'Agata, dedicata alla Patrona della città, e alla Pescheria, uno dei mercati simbolo di Catania. Ma soprattutto, non si può lasciare la città senza prima aver fatto almeno un'escursione mattutina o al tramonto sull'Etna!
VEDI ANCHE: Cosa vedere a Catania

4 - Noto

sicilia noto chiesa barocca barocco Noto, considerata la capitale del barocco siciliano, dà il nome a tutta la zona e si trova a circa un'ora di auto da Catania. Dichiarata Patrimonio dell'Umanità UNESCO, è un vero e proprio scrigno di tesori, un museo a cielo aperto.

Una visita al centro storico non può che iniziare dalla Cattedrale Minore di San Nicolò, uno dei simboli del barocco della Val di Noto. Perdetevi poi tra le sue vie e vicoli caratteristici, ammirando i grandi palazzi, come il meraviglioso Palazzo Nicolaci dei Principi di Villadorata, con alcune sale interne aperte al pubblico, e le facciate delle Chiese. Se avete abbastanza tempo a disposizione, vi consigliamo di visitare anche Noto Antica, ovvero la parte rimasta distrutta dal terribile terremoto del 1963. Oggi qui è possibile vedere i resti di alcune strutture un tempo presenti.
VEDI ANCHE: Noto: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

5 - Siracusa

italia sicilia siracusa 2 Siracusa è situata sulla costa, offre storia, cultura, tradizioni, un mare bellissimo e tanto divertimento. La sua parte più antica è Ortigia, che si sviluppa su una piccola isola proprio di fronte, collegate tra loro dal Ponte Umberto I e il Ponte Santa Lucia.

L'itinerario non può che iniziare dal meraviglioso Duomo di Siracusa, con la sua imponente facciata in barocco e rococò, la chiesa più importante e monumentale della città! Da qui potrete seguire un vero e proprio itinerario nella storia: imperdibile una tappa al Tempio di Apollo, ovvero il tempio dorico più antico della Sicilia, al Castello di Maniace e alla Fontana di Diana. Fuori Ortigia, di grande spessore è il Parco Archeologico delle Neapolis, con il famoso Orecchio di Dionisio. Infine, imperdibile una passeggiata sul suo meraviglioso lungomare, con una splendida vista sulla città e sul mare!
VEDI ANCHE: Siracusa e Ortigia: cosa vedere, spiagge e itinerari consigliati

6 - Scicli

scicli sicilia Foto di Veronidae. Scicli, anch'essa una delle otto città barocche della Val Noto dichiarate Patrimonio dell'Umanità UNESCO, si trova in una location davvero unica: tra le colline della provincia di Ragusa, immersa nel verde e a pochi km dal mare.

Un itinerario non può che iniziare da Via Francesco, il cuore del centro storico, nonché la via più suggestiva e "il salotto degli sciclitani". Qui si affacciano meravigliosi palazzi e monumenti barocchi. In città si trovano anche numerose chiese, che al loro interno conservano prestigiosi affreschi. Passeggiate poi tra le viette di "cava di San Bartolomeo", uno dei più antichi quartieri della città. Infine, imperdibile una tappa al Palazzo Beneventano, considerato dallo storico d'arte Sir Anthony Blunt il più bel palazzo barocco di tutta la Sicilia! Purtroppo non è visitabile all'interno, ma potrete ammirare la sua bella facciata.
VEDI ANCHE: Scicli: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

7 - Militello di Val di Catania

militello abbazia centro Foto di Donmalgioglio. Militello di Val di Catania è un piccolo e meraviglioso borgo nell'entroterra, a metà strada tra la costa e Caltagirone. Anche questa località fa parte delle 8 città barocche del Val Noto e il suo centro storico è un vero e proprio museo a cielo aperto.

Militello di Val Catania vide il suo massimo sviluppo quando Giovanna d'Austria la rese un centro di cultura e arte, alla fine del '500. Oggi a lei è dedicato anche il nome di una delle vie più importanti. La città è ricca di meravigliosi monumenti ed edifici, come la bella Fontana della Ninfa Zizza, l'imponente Santuario di Santa Maria della Stella e il Monastero Benedettino, oggi sede del Comune. Subito fuori la località, inoltre, potrete visitare la Necropoli di Santa Barbara.

8 - Ragusa

veduta ragusa ibla Foto di Antonio.scribano. Ragusa è sicuramente uno dei gioielli barocchi più belli del Val di Noto! Il suo centro storico, chiamato Ibla, è un vero e proprio museo a cielo aperto, e si sviluppa in una location davvero incredibile: su una collina completamente circondata dai boschi.

Ragusa Ibla è famosa per le sue numerose chiese, le infinite scalinate e i magnifici palazzi. In questa città si contano ben 30 parrocchie! Nel centro meritano sicuramente una visita il grande Duomo di San Giorgio, l'imponente Cattedrale di San Giovanni Battista, la meravigliosa Chiesa di Santa Maria delle Scale e la Chiesa di Santa Maria dell'Itria. Infine, raggiungendo il Giardino Ibleo, potrete ammirare una splendida vista su tutti i dintorni!
VEDI ANCHE: Cosa vedere a Ragusa e dintorni

9 - Palazzolo Acreide

piazza del popolo palazzolo acreide Foto di Elyparker. Palazzolo Acreide è l'ultima delle 8 città barocche del Val di Noto. E' di origine greca, situata nel meraviglioso contesto dei Monti Iblei, non troppo distante dalla Necropoli rupestre di Pantalica, uno dei must see del Val di Noto.

La storia del suo nome è molto particolare e interessante: Acreide deriva da Akrai, nome greco che venne dato alla città quando venne fondata dai Greci, con i Romani divenne poi Acre. Con i Normanni il nome venne cambiato in Palatiolum, poi Palazzolo che rimase fino al 1862, quanto poi venne aggiunto vicino il nome Acreide. Nel suo centro storico sono conservati importanti monumenti e meravigliosi palazzi: imperdibile una visita alla Basilica di San Paolo e alla Basilica San Sebastiano, le chiese più importanti della località. E per fare un salto indietro nel tempo, vi consigliamo di visitare i resti dell'antico Teatro di Akrai, di origine greca.

10 - Marzamemi

marzamemi italia negozio 1 Marzamemi è un piccolo borgo del Val Noto, situato sul mare, in provincia di Siracusa. E' uno dei tanti borghi caratteristici della zona, ma sicuramente merita una menzione per la sua bellezza.

E' infatti un tripudio di colori e viuzze caratteristiche: qui potrete passeggiare tra le casette dei pescatori, tra i piccoli moli, le porte colorate e ristoranti e locali con grandi spazi all'esterno. Impossibile non fermarsi ad assaporare gli ottimi piatti a base di pesce, pescato fresco ogni giorno. La sua attrazione principale è sicuramente la Tonnara, vero e proprio pezzo di storia della località, oggi utilizzata per ricevimenti, cerimonie, convention e matrimoni. Merita comunque una visita dall'esterno, anche per la location in cui si trova.
VEDI ANCHE: Marzamemi: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

Cosa vedere: posti nascosti e attrazioni

Riserva di Cavagrande del Cassibile
I Luoghi di Montalbano
Villa Romana del Tellaro
Villa Romana del Casale
Calamosche e Riserva di Vendicari
Necropoli di Pantalica
Portopalo di Capo Passero
Resti di Eloro
Eremo di Santa Maria della Provvidenza
Riserva Marina del Plemmirio
Fontane Bianche
Vulcano Etna
Riviera dei Ciclopi
1/13

  1. Riserva di Cavagrande del Cassibile: area naturale protetta di circa 2.760 ettari tra i comuni di Avola, Noto e Siracusa. Qui per 10 km scorre il fiume Cassabile, creando un canyon profondo 250 m, il più grande canyon naturale d'Europa
  2. I Luoghi di Montalbano: luoghi in cui è ambientata la storia del Commissario Montalbano, figura creata dallo scrittore agrigentino Andrea Camilleri e impersonato in tv dall'attore Luca Zingaretti. Ambientato tra Modica, Noto, Scicli e Ragusa.
  3. Villa Romana del Tellaro: a circa 9 km da Noto, si tratta dei resti archeologici di una villa del tardo impero romano, al cui interno sono ancora conservati meravigliosi mosaici.
  4. Villa Romana del Casale: a Piazza Armerina, villa ben conservata costruita nel IV secolo d.C. da una nobile famiglia senatoria romana. Meravigliosi i mosaici al suo interno.
  5. Calamosche e Riserva di Vendicari: Calamosche è una meravigliosa spiaggia ideale per rilassarsi e fare snorkeling situata in una baia rocciosa nella Riserva naturale orientata Oasi Faunistica di Vendicari.
  6. Necropoli di Pantalica: a 6 km dal centro di Sortino, è un antico sito archeologico di circa 80 ettari caratterizzato dalla presenza di tombe scavate nella roccia, risalente all'Età del Bronzo.
  7. Portopalo di Capo Passero: l'estremo lembo sud della Sicilia, dell'Italia e dell'Europa. Piccolo borgo di pescatori, qui viene prodotto il pomodorino ciliegino di Pachino. Imperdibile una visita al Forte di Capopassero
  8. Resti di Eloro: a 9 km da Noto, qui si trovano i resti dell'antico insediamento greco voluto dai siracusani. Ancora oggi è possibile ammirare l'antica Colonna Pizzuta. Poco distante dal sito si trova una splendida spiaggia
  9. Eremo di Santa Maria della Provvidenza: a 11 km da Noto, eremo costruito nel 1723 e gestito dalle Suore Carmelitane fino al 1800. Purtroppo oggi risulta abbandonato, ma si può ancora scorgere la sua antica bellezza
  10. Riserva Marina del Plemmirio: si tratta di un'area marina protetta di circa 14 km al largo di Siracusa. Ricca di grotte, calette e meravigliose spiagge dove fare il bagno
  11. Fontane Bianche: meravigliosa spiaggia che dista circa 12 km da Siracusa. Caratterizzata da sabbia bianca finissima e mare cristallino
  12. Vulcano Etna: se vi fermate a Catania, sicuramente non potete perdere un'escursione sull'Etna, il più alto vulcano attivo della placca euroasiatica
  13. Riviera dei Ciclopi: si tratta di un un tratto di costa di 12 km tra Acireale e Aci Trezza, a nord di Catania. Imperdibili i faraglioni dei Ciclopi e l'isola Lachea

Cosa vedere in un weekend: itinerario consigliato

modica val di noto vista Si parte da Catania. Vi consigliamo un tour guidato a piedi per ottimizzare i tempi e non perdere i must della città. Se intendete soffermarvi di più qui, rinunciando a qualche altra tappa, non perdete anche un tour sull'Etna con trekking fino ai crateri sommitali.
E' tempo di raggiungere Noto (90 km, 1 h). Passeggiate per il centro storico. Godetevi qualche ora nella Riserva di Vendicari e nel tardo pomeriggio raggiungete Marzamemi, per un aperitivo al tramonto e una cena a base di pesce. Dopo cena rientro a Noto (23 km, 25 min), per trascorrere la notte.

Il giorno 2 si parte per Modica (35 km, 40 min), famosa per il suo cioccolato (museo €3,00) e le chiese. Pomeriggio a Scicli (10 km, 15 min), tra centro storico e paesaggio dalle terrazze naturali. La sera rientro a Modica.

Ultimo giorno si raggiunge Ragusa (16 km, 25 min). Visitate il Duomo di San Giorgio (gratis) e il suo centro, per poi ammirare il panorama dal Giardino Ibleo (gratis). Dopo pranzo raggiungete Caltagirone (60 km, 50 min), famosa per le sue meravigliose ceramiche. Inoltre si trova in un'ottima posizione: potrete raggiungere facilmente Catania (70 km, 1 h) se dovete rientrare in aereo oppure proseguire il vostro itinerario in Sicilia.

Quanto costa un weekend nel Val di Noto

siracusa mare cielo plemmirio faro Il costo della vita è nella media siciliana. Si presta sia a viaggi low cost che a viaggi con budget più elevati. La soluzione migliore è sicuramente quella di noleggiare un'auto, meglio direttamente all'Aeroporto di Catania (in media da €30,00/giorno). Questo vi permetterà di muovervi in autonomia tutto il weekend.

Se non intendete visitare numerosi musei, i costi per le attrazioni saranno contenuti: le meravigliose Chiese hanno quasi tutte l'ingresso gratuito e la vera bellezza delle località sta nei loro centri storici, dei veri e propri musei a cielo aperto. Sicuramente, vi consigliamo di non perdervi dei musei caratteristici, come quello delle ceramiche a Caltagirone. Ma anche in questo caso i costi d'ingresso sono contenuti.

Infine, per pranzi e cene avrete un'ampia scelta: questa parte della Sicilia offre una gastronomia meravigliosa! Potrete spaziare dall'economico ma delizioso street food alle cene di pesce in riva al mare!

  1. Costi per mangiare: circa €40,00 al giorno a persona (compresi colazione, pranzo, cena)
  2. Costi per musei e attrazioni: circa €10,00 a persona seguendo l'itinerario da noi suggerito
  3. Trasporti: circa €50,00 a persona (indica costi per mezzi pubblici, eventuali taxi e transfer da e per aeroporto) complessivi per il weekend
  4. Hotel, alloggi e b&b: da €50,00 a camera - guarda i migliori alloggi su Booking
  5. Svago: da €30,00 a persona al giorno (compresi spuntini, caffè, aperitivi, drink, ...)
  6. Costo complessivo di un weekend: da €260,00 a persona (voli e/o trasferimenti esclusi)

Cosa fare nel Val di Noto: attività, escursioni e tour

Dove si trova

val di noto sicilia Il Val di Noto si trova nel territorio dell'omonima città, Noto. Comprende quindi la zona della Sicilia sud orientale, delimitata dai fiumi Salso, Dittaino e Simeto. E' compresa tra le province di Caltanissetta, Enna, Catania, Ragusa e Siracusa.

Prima di partire: consigli utili

  • Come arrivare: facilmente raggiungibile dall'Aeroporto Internazionale di Catania-Fontanarossa. Qui consigliamo il noleggio auto. In alternativa, Noto è raggiungibile con treno regionale con cambio a Siracusa (in media 3 h)
  • Dove dormire: i migliori paesi in cui fare base sono Noto, Modica, Ragusa e Caltagirone. Hanno una posizione centrale e molto comoda, un'ampia offerta di alloggi e sono ben collegate tra di loro
  • Come muoversi: la soluzione migliore è il noleggio auto, che permette di muoversi liberamente e senza orari tra i borghi, le spiagge e le attrazioni naturali. I singoli borghi e città sono poi visitabili a piedi
  • Quando andare: consigliate le mezze stagione per le visite culturali e dei borghi. Integrando anche la spiaggia, consigliati i mesi di giugno, luglio e settembre. Agosto è davvero molto caldo e molto affollato