It Notizie Catania

Cosa vedere a Catania: guida con consigli pratici sulla città

Aggiornato a Gennaio 2021 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 131 viaggiatori.

It Notizie CataniaCatania è una delle perle della Sicilia. La città, che sorge a metà strada tra il vulcano Etna ed il mare, gode di un fascino particolare. L'architettura unica ricca di palazzi storici costruiti in pietra lavica e l'atmosfera che caratterizza le viuzze del centro storico, rendono Catania un gioiello tutto da scoprire. Oggi vogliamo parlarvi delle cose da vedere assolutamente in questa mitica città. Ecco la nostra guida ricca di consigli!

Cerchi un hotel a Catania? Abbiamo selezionato per te le migliori offerte su Booking.com

1 - Centro Storico

it notizie catania 2Ampio, ricco di monumenti in pietra lavica proveniente dal vulcano Etna, è un luogo indimenticabile per un viaggio alla scoperta della città etnea.

A farla da padrone sono soprattutto le numerosissime chiese, ma il centro storico offre anche importanti musei inoltre è ricco di colorati mercati, come la Pescheria o la famosa "Fera 'o Luni" (il Mercato del Lunedì di Piazza Carlo Alberto). E per iniziare il vostro soggiorno catanese come si deve, vi consigliamo di immergervi subito nella tradizione culinaria della città, magari con un tour del cibo di strada, unendo così la visita del centro storico ad una gustosa degustazione dello street food tipico!

Il centro è comodamente visitabile a piedi, ed è raggiungibile con i bus 432, 449, 536 e 902, che fermano nei pressi e lungo le vie limitrofe. La stazione centrale dista circa 1,5 km (15 min a piedi) - Ottieni indicazioni

Visita il fiume Amenano: secoli fa scorreva lungo il centro storico di Catania, ma venne sommerso dal sisma del 1669. Oggi riaffiora in alcuni punti, come grotta lavica che ospita A Putia Dell'Ostello, magico locale in cui mangiare, sorseggiare e ascoltare musica live.

2 - Piazza Duomo

catania piazza duomoFoto di Eleassar. Piazza Duomo è uno dei luoghi più famosi di Catania. Qui sorge la famosa statua dell'elefantino (in catanese U liotru), il simbolo indiscusso della città. La fontana che vedrete in Piazza Duomo prende il nome dal mago e negromante Eliodoro, che secondo la leggenda si trovava proprio a cavallo dell'elefante mentre si dirigeva a Costantinopoli.

L'attuale forma della Piazza risale al 1736, ma è stata più volte modificata nel corso del tempo. Lo stesso Elefante, ad esempio, fu restaurato nel 1693. Sulla piazza si affacciano il Palazzo degli Elefanti, che oggi ospita il Municipio, il Palazzo dei Chierici e la Cattedrale, uno spettacolo assolutamente da non perdere.

Si trova nel cuore del centro storico, a 6 min a piedi dal Castello Ursino e a 9 min dall'Anfiteatro Romano. Nelle vicinanze fermano i bus 556, 830 e 927. La Stazione Centrale dista 1,4 km (17 min a piedi) - Ottieni indicazioni

Visita le Terme Achilliane: proprio sotto questa piazza ci sono le splendide Terme Achilliane, un antico complesso termale romano. Oggi fanno parte di un'area archeologica aperta al pubblico. Orari: lun-ven 9:00-14:00, mar e gio anche 15:00-18:00, sab 9:00-13:00. Intero €5,00, ridotto €3,00

3 - Cattedrale di Sant'Agata

catania cattedrale di sant agata 01Foto di Luca Aless. La bellissima Chiesa di Sant'Agata è il Duomo di Catania; fu ricostruito più volte durante i secoli in cui la città è stata vittima di terremoti ed eruzioni, ed è stato edificato su quello che rimaneva di antiche terme romane. Si parla di un periodo antecedente al 1070, di cui però oggi resta solo l'abside. Il resto della chiesa infatti è stato tutto ricostruito. La sua facciata, opera di Vaccarini, è stata realizzata in marmo di Carrara mentre le colonne provengono dall'antico teatro romano di Catania.

Al suo interno il visitatore rimane incantato dallo stile barocco, inoltre ci sono anche la cappella dedicata a Sant'Agata, amatissima dai catanesi, dove ancora oggi sono conservate le sue reliquie, troverete anche la tomba di Vincenzo Bellini, il famoso compositore catanese, che compose, tra tutti i suoi successi, anche la famosa "Norma".

Partecipa alla Festa di Sant'Agata: ogni anno, dal 3 al 5 febbraio, all'interno del Duomo e tra le vie del centro, si celebrano le festività di Sant'Agata, la Patrona di Catania. E' uno dei periodi più suggestivi per una visita.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in piazza Duomo, facilmente raggiungibile a piedi da ogni punto del centro storico. I bus 556, 830 e 927 fermano nei pressi della chiesa. La Stazione Centrale dista 1,4 km (17 min a piedi) - Ottieni indicazioni
  • Orari: lun-sab 7:00-12:00 e 16:00-19:00, dom e festivi 7:30-12:00 e 16:30-19:00. Visite turistiche limitate durante la celebrazione della Santa Messa e delle ricorrenze religiose
  • Costo biglietto: gratis

4 - Via Etnea

catania via etneaFoto di Luca Aless. Via Etnea è il cuore pulsante di Catania, la via dello shopping. Lunga ben 3 km, parte proprio da Piazza Duomo, passando per Piazza Università (il cui palazzo dal '700 ospita il Rettorato e una favolosa biblioteca) e arriva fino all'ex Tondo Gioeni. E' strutturata in modo tale da avere sempre un'ottima visuale sull'Etna.

Enormemente amata dai catanesi, che la popolano in qualsiasi momento del giorno e della sera, è ricca di palazzi barocchi edificati dopo il sisma del 1693.

Si trova nel centro storico e collega Piazza Duomo all'ex Tondo Gioeni. I bus 449, 536, 722 e 744 fermano nei pressi della via. La Stazione Centrale dista 2,1 km (28 min a piedi) - Ottieni indicazioni

Visitala a Natale: nel mese di Dicembre, lungo le traversine perpendicolari (Via Minoriti e Via Montesano) vengono allestiti degli splendidi mercatini di Natale; invece in Piazza Università viene posto un grandissimo albero attorno al quale gli artigiani della zona espongono le proprie creazioni!

5 - Teatro Massimo Vincenzo Bellini

catania bw 2012 10 06 11 11 06Foto di Berthold Werner. Si tratta di un edificio maestoso, che oggi comprende un'orchestra di 105 elementi ed un coro di 84. Oggi purtroppo si può vedere solo una minima parte della totalità dell'edificio, che comprende una sala con quattro ordini di palchi ed un loggione riccamente decorati.

Il soffitto è affrescato con immagini che celebrano le opere più famose del maestro Bellini come la Norma, la Sonnambula, I Puritani e il Mirata. Il sipario invece ritrale la "Vittoria dei catanesi sui libici". I tour del Teatro prevedono un percorso guidato all'interno della Platea, degli ordini di palco, del Palco Reale e del Foyer.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in via Giuseppe Perrotta 12, nel centro storico. Facilmente raggiungibile a piedi da Piazza Duomo in 6 min. I bus 429 e 449 fermano nei pressi del Teatro. La Stazione Centrale dista 1 km (14 min a piedi) - Ottieni indicazioni
  • Orari: visite guidate mar-sab alle 9:00, 10:00, 11:00 e 12:00. Per il calendario degli spettacoli consultare il sito ufficiale
  • Costo biglietto: visita guidata intero €6,00, ridotto €4,00. Per il biglietto dei singoli spettacoli consultare il sito ufficiale

6 - Via Crociferi

catane via crociferiFoto di Urban~commonswiki. Via dei Crociferi venne costruita successivamente al terremoto del 1693 ed è considerata dai catanesi "il salotto barocco" di Catania, una strada molto particolare, quasi leggendaria!

Dichiarata Patrimonio dell'UNESCO, è nota per raccogliere ben 4 chiese magnifiche in appena 200 m: la Chiesa di San Benedetto con la sua caratteristica scalinata dell'Angelo, la Chiesa di San Francesco Borgia, il Collegio dei Gesuiti, infine la Chiesa di San Giuliano.

La via si trova nel centro storico, facilmente raggiungibile a piedi a Piazza Duomo in 7 min. I bus 429, 504M, 642 e 902 fermano nei pressi della via. La Stazione Centrale dista 1,5 km (20 min a piedi) - Ottieni indicazioni

Sfida la leggenda: si narra che il fantasma di un cavallo senza testa infesti Via dei Crociferi di notte. Nel 1700 un giovane tentò di attraversare il luogo maledetto per una scommessa. Giunto sotto l'arco delle benedettine conficcò un chiodo per dimostrare l'impresa, ma non si accorse di aver attaccato anche un lembo del proprio mantello al muro. Quando provò ad allontanarsi morì di crepacuore, pensando di essere trattenuto dal terribile fantasma.

7 - Monastero dei Benedettini

monastero dei benedettini catania chiostro dei marmi con cupola della chiesaFoto di Petergenner. Il Monastero dei Benedettini di Catania, o Monastero di San Nicolò l'Arena, è uno dei complessi monastici più grandi d'Europa. Antico di ben 500 anni, oggi ospita il Dipartimento di Scienze Umane dell'Università di Catania e tutte le attività ad esso connesse.

Il Monastero però in passato, oltre a luogo di rifugio per i monaci benedettini, è stato anche la sede di una caserma e di una scuola. Questo sito, che è entrato a far parte del Patrimonio dell'Umanità UNESCO, conserva al suo interno diverse meraviglie, come il giardino pensile ed addirittura una domus romana. Anche i sotterranei sono visitabili, ma solo in occasione di alcune specifiche ricorrenze o progetti.

Cerca la Galleria segreta: attorno al Monastero esistono diverse leggende; la più nota narra della presenza di una galleria sotterranea che unirebbe il convento con quello di San Benedetto sito in Via Crociferi.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Piazza Dante Alighieri 32, facilmente raggiungibile a piedi a Piazza Duomo in 11 min. I bus 431N, 503, 726, 830, 902 e 932 fermano nei pressi di Piazza Dante Alighieri. La Stazione Centrale dista 1,8 km (30 min) - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 9:00-17:00. Organizzati anche visite particolari e workshop, consultare il programma sul sito ufficiale
  • Costo biglietto: visita guidata intero €8,00, ridotto €5,00

8 - La Pescheria

food industry street market market 1È uno dei mercati tradizionali di Catania, forse il più suggestivo tra tutti. La Pescheria si trova praticamente a due passi da Piazza Duomo ed è il mercato del pesce della città. Biglietti d'ingresso non ce ne sono, come orari fissi: il mercato c'è fin quando c'è gente e c'è pesce fresco da vendere.

Si tratta del mercato più tipico, caotico, colorato e autentico di Catania, una vera e propria esperienza da vivere a 360°. Se non avete mai visto un mercato siciliano vi consigliamo davvero di farci un salto. I colori, le "urla" dei pescatori che cercano di accaparrarsi i clienti, ed anche gli "odori", entreranno a far parte di un'esperienza indimenticabile.

I catanesi più anziani raccontano di come la magia del mercato abbia incantato anche personaggi illustri del passato, come ad esempio Giovanni Verga, Micio Tempio e Nino Martoglio, i quali erano soliti frequentare le bancarelle lasciandosi ammaliare dalla cantilena dei pescatori.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: intorno a Via Cardinale Dusmet, facilmente raggiungibile a piedi da Piazza Duomo in un minuto. I bus 556, 830 e 927 fermano nei pressi del mercato. La Stazione Centrale dista 1,5 km (18 min) - Ottieni indicazioni
  • Orari: apertura al mattino presto, chiude prima delle 14:00
  • Costo biglietto: gratis

9 - Palazzo Biscari

palazzo biscari 2017 04 26oFoto di Rabe!. Palazzo Biscari è sicuramente uno dei palazzi che meglio descrivono Catania. Lussuoso ed elegante, è l'emblema della ricchezza e sontuosità che ha visto Catania nei secoli passati.

I suoi interni vi faranno sognare: imperdibili i suoi affreschi che adornano i soffitti, i decori onnipresenti sulle pareti e la sala da ballo che vi riporterà indietro nel tempo. Le sue stanze ospitarono personaggi illustri, tra i quali Goethe, inoltre fecero da set cinematografico per il film "I Vicerè", tratto dall'omonimo romanzo di Federico De Roberto.
Al giorno d'oggi buona parte del palazzo è aperto a visite turistiche, ad eccezione di alcuni locali che ospitano uffici comunali.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Via Museo Biscari 10, facilmente raggiungibile a piedi da Piazza Duomo in 5 min. I bus 429, 522 e 556 fermano nei pressi del palazzo. La Stazione Centrale dista 1,1 km (14 min) - Ottieni indicazioni
  • Orari: generalmente 7:00-13:00 e 15:00-19:00. Visite guidate da prenotare sul sito ufficiale
  • Costo biglietto: visite guidate da prenotare sul sito ufficiale

10 - Castello Ursino

catania castel ursinoFoto di Maurizio Moro5153. Costruito da re Federico II di Svevia nel XIII secolo, il Castello Ursino è uno degli edifici più importanti della città, nonché uno dei simboli di Catania. Di origine normanna, durante i vespri siciliani fu sede del Parlamento e poi divenne la residenza della stirpe di sovrani aragonesi.

Oggi è la sede del Museo Civico di Catania, e raccoglie nei suoi 3 piani reperti di inestimabile valore, tra i quali sembra ci sia anche un chiodo usato durante la Crocifissione di Gesù. Inoltre nella piazza in cui sorge il castello avvengono diverse manifestazioni culturali nel corso dell'anno.

Anche Castello Ursino è un luogo avvolto dal mistero; fu testimone di apparizioni e manifestazioni di spiriti e fantasmi; anime di coloro che lo frequentarono da vivi e non riuscirono più a staccarsene!

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Piazza Federico di Svevia, nel centro storico, facilmente raggiungibile a piedi da Piazza Duomo in 7 min. I bus 2-5, 431R, 504 e 556 fermano nei pressi del castello. La Stazione Centrale dista 1,8 km (23 min) - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 9:00-19:00
  • Costo biglietto: intero €6,00, ridotto €3,00

11 - Villa Bellini

villa bellini catania msu2017 9656Foto di User:Matthias Süßen. Proprio a metà della Via Etnea c'è la splendida Villa Bellini: è il luogo dove i catanesi praticano sport e si dedicano al relax. Questo vero e proprio polmone verde vanta circa 71.000 mq di estensione, tra lussureggianti giardini, alberi di ogni specie, percorsi per gli sportivi, campetti, fontane maestose, siepi ed anche giochi per bambini.

Passeggiando per il Giardino Bellini, chiamato in dialetto locale catanese "a villa", sul lato ovest c'è il Viale degli Uomini Illustri, dove è possibile conoscere tantissimi personaggi illustri imbattendovi nei loro busti: ci sono per esempio Giovanni Verga, Mario Rapisardi, Nino Martoglio, Luigi Capuana, Stesicoro, Federico De Roberto e poi ovviamente anche quello di Vincenzo Bellini!

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Viale Regina Margherita, facilmente raggiungibile da Piazza Duomo in 17 min percorrendo via Etnea. I bus 2, 5, 429, 433, 442, 448 e 534 fermano nei pressi della villa. La Stazione Centrale dista 1,6 km (20 min) - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorin, estivo 6:00-23:00, primaverile e autunnale 6:00-22:00, invernale 06:00-21:00
  • Costo biglietto: gratis

12 - Anfiteatro romano

catania anfiteatro romano2423Fonte: wikimedia commons. L'Anfiteatro romano di Catania era uno dei più grandiosi dell'antichità, secondo solamente al Colosseo di Roma. Costruito praticamente solo con la pietra lavica dell'Etna ricoperta da marmi, era in grado di contenere circa 15.000 spettatori, ma tutto ciò che ne rimane oggi è una piccola sezione in piazza Stesicoro.

Alcune tradizioni, anche se non verificate, confermano che probabilmente al suo interno si svolgessero anche le naumachie, ovvero delle vere e proprie battaglie navali con tanto di combattenti e navi, ovviamente riempiendolo di acqua utilizzando quella dell'antico acquedotto. Inoltre, un'antica leggenda narra che nel 252 d.C. un'eruzione dell'Etna colpì la città senza fortunatamente distruggere l'Anfiteatro.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Piazza Stesicoro, nel centro storico, raggiungibile a piedi da Villa Bernini in 6 min. I bus 2, 5, 429, 433, 442, 448, 534 fermano nei pressi dell'anfiteatro. La Stazione Centrale dista 1,5 km (18 min) - Ottieni indicazioni
  • Orari: mar-dom 9:00-13:00 e 14:30-18:00, lun chiuso
  • Costo biglietto: gratis

13 - Orto Botanico

orto botanico di catania 102459Foto di Esculapio. L'Orto Botanico di Catania nacque su progetto del monaco benedettino Francesco Tornabene Roccaforte nel 1858 ed ospita ancora oggi migliaia di specie vegetali. Si estende per 16.000 mq ed è suddiviso in due sezioni: Orto Siculo e Orto Generale.

Offre un incredibile patrimonio naturale, ma è soprattutto la particolarità dei suoi spettacolari scorci a renderlo unico. Inoltre, al suo interno sorge un fantastico edificio neoclassico.

Questo luogo è talmente importante per Catania che è diventato sede di eventi, corsi e perfino location di matrimoni!

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in via Via Etnea 397, raggiungibile a piedi da Villa Bernini in 8 min. I bus 429, 442 e 448 si fermano nei pressi dell'Orto. La Stazione Centrale dista 2,3 km (30 min) - Ottieni indicazioni
  • Orari: lun-ven 9:30-18:30, sab 9:30-12:30, dom chiuso
  • Costo biglietto: gratis

14 - Basilica della Collegiata

collegiata facciata cataniaFoto di Leandro Neumann Ciuffo. Proprio subito dopo Piazza Università, lungo Via Etnea, c'è questa splendida chiesa, chiamata anche "Regia Cappella" dai catanesi; è un'opera da non perdere perché una delle più antiche e tra le più significative del periodo tardo-barocco catanese. Angelo Italia ne fu il progettista e se ne occupò agli inizi del XVIII secolo, fu completata postuma da Stefano Ittar nel 1758.

Al suo interno ci sono affreschi opera di Giuseppe Sciuto, ma colpisce la sua facciata più di tutto, estremamente affascinante per la sua forma, tanto bella che moltissimi sposi scelgono di sposarsi qui proprio per questa sua particolare peculiarità!

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in via Etnea 23, nel centro storico, facilmente raggiungibile da Piazza Duomo in 3 min. I bus 2, 5, 530, 534, 902 e 927 fermano nei pressi della Chiesa. La Stazione Centrale dista 1,3 km (15 min) - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 9:00-12:00 e 17:00-19:00
  • Costo biglietto: gratis

15 - Teatro Romano e Odeon

catania teatro romano teatro romano 1Quasi nascosti tra gli edifici moderni ci sono il Teatro Romano e l'Odeon: si tratta di due testimonianze storiche costruite nel II sec. d.C. che avevano scopo ludico, difatti nel primo potevano entrare ben 7.000 spettatori. Purtroppo ad oggi non è rimasto molto in quanto le eruzioni laviche e i terremoti hanno sepolto alcune parti di esso, tuttavia si possono ammirare l'orchestra, la cavea e alcune parti della scena.

Per quanto riguarda l'Odeon, ha sicuramente una capienza minore e si trova a pochi passi dal Teatro: in passato ospitava spettacoli e concerti di vario genere, oggi ne possiamo osservare diciotto muri che formano dei vari strettissimi; la cosa più bella è che ancora oggi vi si può entrare in qualità di spettatori quando al su interno vengono organizzati spettacoli estivi!

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Via Vittorio Emanuele II, nel centro storico, facilmente raggiungibili a piedi a Piazza Duomo in 8 min. I bus 2, 5, 530, 534, 902 e 927 fermano nelle vicinanze. La Stazione Centrale dista 1,6 km (25 min) - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 9:00-19:00
  • Costo biglietto: intero €6,00, ridotto €3,00

16 - Casa di Giovanni Verga

epigrafe giovanni vergaFoto di Chiararosa78. Giovanni Verga è conosciuto per la sua estrema bravura di scrittore e noto per essere il padre de "I Malavoglia", l'emblematica famiglia catanese raccontata con dovizia di particolari dallo scrittore nella sua opera.

Data l'importanza internazionale del Verga, la Regione Siciliana ha pensato di custodire la casa in cui visse a Catania e trasformarla in un museo di modo che tutti potessero vederla. Si trova all'interno del palazzo ottocentesco di Via Sant'Anna e al suo interno è suddiviso in Fondazione Verga (al primo piano) e la casa vera e propria (al secondo piano); al suo interno si possono ammirare circa 2.600 volumi, numerosi ritratti e i numerosi omaggi che lo scrittore ha ricevuto in occasione del suo ottantesimo compleanno.

  • Come arrivare: in Via Sant'Anna 8, nel centro storico, facilmente raggiungibili a piedi a Piazza Duomo in 8 min. I bus 2, 5, 530, 534, 902 e 927 fermano nelle vicinanze. La Stazione Centrale dista 1,7 km (22 min) - Ottieni indicazioni
  • Orari: lun-sab 9:00-13:00 e 14:30-18:00, dom chiuso
  • Costo biglietto: intero €4,00, ridotto €2,00

Altre attrattive da visitare

vulcano montagna lava etna sicilia 1Oltre alle bellezze già citate, non potete perdervi Piazza Università, Piazza Carlo Alberto Savoia, il quartiere di San Berillo (regno della street art), luoghi perfetti in cui passeggiare.

Altre attrattive interessanti sono la Chiesa della Badia di Sant'Agata, opera di Giovanni Battista Vaccarini (gratis), il Museo Storico dello Sbarco in Sicilia 1943 (€4,00), che racconta della storia del popolo siciliano nell'anno dello sbarco dell'esercito anglo-americano, e la Chiesa di San Nicolò l'Arena in Piazza Dante Alighieri (gratis).

Se amete l'arte, potete soffermarvi al Museo Arte Contemporanea Sicilia (MACS, €5,00) o alla Galleria d'Arte Moderna (GAM, ingresso in base alle mostre in corso), ospitata nell'ex monastero di Santa Chiara.

Infine dovete assolutamente visitare i suoi splendidi dintorni! Imperdibile quindi un'escursione sull'Etna e mezza giornata nelle località sul mare di Aci Trezza e Aci Castello. Spingendovi poco più lontano potrete visitare anche le meravigliose e famose località di Taormina con Isola Bella e di Siracusa!

11 cose da fare a Catania

  1. Fare un'escursione sull'Etna: tappa irrinunciabile, uno dei simboli assoluti della città nel mondo. Ogni giorno partono numerosi tour, di mezza giornata o giornalieri, che prevedono escursioni a piedi o in jeep. Info e costi qui
  2. Fotografare Catania dall'alto: dalla Badia di Sant'Agata o dal terrazzo del Museo Diocesano potrete catturare l'immagine perfetta con sullo sfondo il vulcano Etna
  3. Ammirare il tramonto da San Giovanni Li Cuti: recatevi qui per godere di un paesaggio spettacolare, la spiaggia nera in basso, il piccolo borgo marinaro, un faro all'orizzonte e il sole che tracolla sul mare
  4. Rinfrescarsi con seltz limone e sale: Si tratta della bibita per eccellenza di Catania, da gustare durante le calde giornate estive servita in tantissimi chioschi sparsi per tutta la città.
  5. Scoprire la Catania sotterranea: la grotta lavica del fiume Amenano e le Terme Achilliane sono solo due delle meraviglie sotterranee della città. E' possibile scoprire bellezze grazie a percorsi e tour. Per info visitare il sito ufficiale
  6. Fare un giro sulla Ferrovia Circumetnea: si tratta della ferrovia che collega Catania con tutti i paesini alle pendici dell'Etna. Dal finestrino del treno avrete modo di ammirare paesaggi spettacolari. Tutte le info e gli orari sul sito ufficiale
  7. Assaggiare gli arancini più buoni di Catania: potete trovarli presso Savia o Spinella (di fronte Villa Bellini), o presso l'Etoile d'or presso gli Arrivi dell'Aeroporto di Catania "Fontanarossa"
  8. Relax sul litorale meridionale: partendo da Catania e spostandosi verso sud si sviluppa il meraviglioso litorale Plaia, con 18 km di meravigliose spiagge, ideali per trascorrere un pomeriggio o una giornata durante le calde giornate estive
  9. Scattare una foto a San Berillo: vi consigliamo di recarvi di giorno nel quartiere di San Berillo per scattare tantissime foto alle diverse opere di street art su tutte le pareti. Un luogo assolutamente suggestivo e che scatenerà la vostra creatività
  10. Fotografare i Silos del Porto: nella zona del porto si trovano otto giganteschi silos, che sono stati completamente dipinti in occasione di un progetto di street art che ha richiamato artisti da tutto il mondo. Davvero imperdibili
  11. Assaggiare la Carne di Cavallo: da provare grigliata agli angoli delle strade, oppure in pietanze più elaborate nelle migliori trattorie come Da Achille, Na Zà Rosa, Dal Tenerissimo, Il borgo di Federico, Camelot, Il Tubo.

Organizza il tuo soggiorno a Catania: voli e hotel

acque mare viaggiare costa cielo 1Catania è la perla nera dello Jonio, nome che gli è valso per il colore scuro che ne contraddistingue le sue costruzioni. Raggiungerla è davvero facile anche grazie al suo Aeroporto Internazione Fontanarossa (confronta i voli).

Le zone migliori in cui pernottare sono quelle del centro storico, adiacenti a Via Etnea o Via Crociferi, in alternativa anche Corso Italia e Corso Umberto sono strategiche e ben collegate con il centro (confronta gli alloggi su booking). L'opzione migliore è infatti quella di spostarsi a piedi, in quanto i mezzi pubblici a Catania non sempre sono puntuali, soprattutto a causa del traffico cittadino nelle ore di punta. Tra i luoghi della movida c'è la particolare Piazza Teatro: ci sono numerosi pub e locali di ogni genere e si tratta di una zona sicura e controllata a tutte le ore del giorno.

Se viaggiate in famiglia, imperdibili Villa Bellini, il lungomare di Ognina o l'escursione sull'Etna! Infine, se viaggiate low cost, vi consigliamo di evitare i mesi di luglio e agosto, i più costosi e anche caldi. Preferite giugno e settembre, ancora ottimi anche per la vita da spiaggia. Inoltre, molte attrazioni sono ad ingresso gratuito e i costi non sono ai eccessivi.

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Catania

Inserisci una domanda
Commenti sull'articolo
  • Diana Pulvirenti
    Diana Pulvirenti 05 Maggio 2019 22:10

    Sono stata in vacanza a maggio ho preferito alloggiare a mascalucia in provincia al bed and breakfast etna massalargia ,ottima posizione per spostamenti per Taormina etna e siracusa,.Ci hanno consigliato di andare a mangiare la sera da mario a catania in via crociferi ottima trattoria immersa nel barocco,ci hanno fornito i voucher sconto per una bellissima escursione sull'etna e ci hanno consigliato di visitare la pescheria e la fiera.Grazie

    Rispondi
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su