Quanto tempo prima prenotare un hotel? Ecco 10 consigli per risparmiare!

Quanto tempo prima conviene prenotare un hotel per risparmiare? Meglio in anticipo o last minute? Scopri trucchi e consigli per scovare il momento migliore in cui prenotare un soggiorno in albergo.

Il soggiorno in hotel rappresenta, insieme al volo, una delle spese che incidono maggiormente sul budget di una vacanza, sia essa breve o lunga. I costi poi sono sempre più alti se si decide di pernottare soprattutto in alta stagione, durante le festività o nei weekend.
VEDI ANCHE: OVERBOOKING, COME OTTENERE IL RIMBORSO
A dispetto di quanto accadeva nel passato, oggi gli hotel hanno per lo più abbandonato i listini prezzi fissi e hanno adottato politiche simili a quelle delle compagnie aeree. Per questo i prezzi delle camere sono dinamici e cambiano anche più volte nella giornata in base all'occupazione delle stanze. Per certi versi è una novità positiva che permette di usufruire di sconti e promozioni, ma a volte si rivela un'arma a doppio taglio. Capita infatti a volte di prenotare una camera in un hotel e poi il giorno dopo constatare con disappunto che nella stessa struttura esistono tariffe più basse o che un'ottima offerta su internet non è poi in realtà più valida al momento della nostra prenotazione. Quindi quando conviene prenotare in un hotel?

Meglio prenotare con largo anticipo o last minute?

Facciamo subito una doverosa premessa: non esiste una vera e propria regola. A volte, diciamoci la verità, è solo una questione di fortuna, altre di strategia. A seconda del tipo di hotel (annuale, di lusso, economico, in città, al mare, ecc.) esistono momenti "buoni" e altri meno per prenotare una stanza. Esaminiamoli insieme.

Early booking

early bookingAll'inizio dell'anno o prima della stagione ogni hotel decide un proprio listino prezzi e generalmente stabilisce anche una percentuale di sconto per chi prenota in anticipo (early booking), ossia entro una data fissa o entro un certo periodo di tempo dal check-in (per esempio 30 giorni prima). In alcuni casi prenotare secondo questa modalità si rivela una scelta vincente, ma in molti altri per nulla e si rischia di pagare di più rispetto a un last minute. Questo accade semplicemente perché, in base all'andamento delle prenotazioni, l'hotel può decidere in itinere di abbassare ulteriormente le proprie tariffe e di proporre nuove offerte. Non disperate però: esistono delle regole "di base". Viaggiare in bassa stagione, soggiornare in un periodo infrasettimanale, pernottare per 3 o più giorni sono tutti ottimi sistemi per risparmiare, anche prenotando in anticipo.
VEDI ANCHE: 5 CONSIGLI PER RISPARMIARE IN VACANZA

Last minute

last minuteLe offerte last minute possono essere una buona soluzione. Come accade per le compagnie aeree, ciò che rimane invenduto rappresenta una perdita di guadagno, per cui la politica usata è "meglio vendere a basso prezzo che non vendere affatto". Capita, quindi, che se un hotel si ritrova con una serie di stanze vuote, inserisca su internet tariffe molto scontate rispetto al prezzo di listino per riuscire ad occupare le ultime camere. Questa strategia per gli hotel, all'apparenza redditizia, è in realtà molto stressante. Infatti se questa eccezione diventa la regola, i clienti ne verranno a conoscenza. Da quel momento in poi essi cominceranno ad attendere sempre l'ultimo giorno per effettuare la propria prenotazione, generando così parecchi problemi organizzativi alla struttura.
VEDI ANCHE: 10 CONSIGLI PER EVITARE LE TRUFFE NEI VIAGGI ONLINE
Inoltre se il cliente si abitua a pagare un prezzo irrisorio, non sborserà mai di più per la medesima tipologia di stanza. Per non parlare poi dei clienti fedeli che di certo non prenderebbero bene il fatto di dover sempre pagare di più rispetto ai last minute. Per questo solo alcuni hotel si prestano a fare questo gioco oppure lo attuano solo in certe occasioni. Per cui state molto attenti, anche perché alcune volte il tutto si rivela una gigantesca bolla di sapone. Molte strutture giocano la carta del "abbiamo solo una camera disponibile" per spingere il cliente a confermare la propria prenotazione, ma in realtà possiedono ben più di una camera vuota e sfruttano il bisogno del cliente di trovare al più presto un alloggio. Inoltre prenotando all'ultimo si rischia anche di non trovare più disponibilità, specialmente durante le festività o se ci sono particolari eventi in programma. Detto tutto questo, fate bene i vostri calcoli e non fatevi fregare da offerte "specchietto per le allodole".

Cosa è meglio non fare

Cosa è meglio non fare quando si prenota un hotelRicordatevi: è sempre sconsigliato cercare un alloggio una volta già giunti a destinazione. Prima di tutto eviterete di perdere tempo prezioso girando in una località sconosciuta e nella quale probabilmente faticherete ad orientarvi. Sottrarrete così solo del tempo alla vostra vacanza o soggiorno, invece di dedicarlo al visitare un'attrazione, al gustarvi una pausa caffè o semplicemente rilassandovi dopo il viaggio.

10 Consigli per risparmiare

  1. Utilizzate un motore di ricerca che vi permetta di comparare i prezzi presentati sui vari portali di prenotazione. In questo modo visualizzerete l'offerta migliore per voi.
  2. Una volta trovata l'offerta che v'interessa, prima di prenotare è sempre meglio contattare l'hotel (via telefono o e-mail). Quest'azione vi sarà utile non solo per reperire molte più informazioni, ma anche perché probabilmente riuscirete ad ottenere un ulteriore risparmio. Infatti, spesso per pubblicare le proprie tariffe sugli appositi portali, gli hotel devono pagare una commissione in caso di prenotazione. Capita perciò, a volte, che per invogliare i clienti a prenotare immediatamente, le strutture detraggono questa commissione dal prezzo. Fanno così credere al cliente di aver applicato un piccolo sconto e tutti ne risultano più felici: cliente soddisfatto e camera occupata (e pagata).
  3. Una volta contattato l'hotel e nel caso non si verificasse quanto esposto al punto 2, potrete sempre chiedere uno sconto. Ovviamente siate gentili e ricordatevi che non sempre il personale della reception è autorizzato a modificare le tariffe, perciò richiedete di parlare direttamente con il direttore o un suo diretto sottoposto.

  4. Molti portali di accommodation, tra cui il colosso Booking.com, offrono sistemi di accumulo punti, che consentono ai clienti di accedere a sconti speciali.
  5. Una buona alternativa per risparmiare è quella di acquistare i pacchetti che includono volo + hotel. Generalmente offrono prezzi migliori rispetto alle singole tariffe.
  6. Quando state per prenotare fate molta attenzione al tipo di camera. Spesso le offerte riportate possono risultare diverse nei vari siti di prenotazione hotel pur essendo la medesima stanza. Può capitare, per esempio, che una camera indicata come "suite" sia classificata come camera "deluxe" su un altro sito. Controllate bene direttamente sulla pagina dell'hotel per essere sicuri di ottenere il tipo di camera prescelta. Tenete gli occhi bene aperti anche su ciò che è compreso nel prezzo: colazione e Wi-Fi possono fare la differenza.
  7. State attenti a particolari eventi in programma nella località scelta. Magari voi non ne siete a conoscenza e potreste quindi ritrovarvi a dover pagare tariffe più alte proprio per questo. Una rapida ricerca su Google potrebbe farvi risparmiare un bel po' in modo semplice e veloce.
  8. Al contrario di quanto spesso si pensi, non esiste affatto un sistema internazionale per ciò che riguarda l'assegnazione delle stelle agli hotel. Non potrete mai avere la certezza che un hotel a 5 stelle in Nepal abbia gli stessi servizi di uno con le medesime stelle in Norvegia. La cosa migliore da fare, quindi, è quella di affidarvi al giudizio di altri ospiti che hanno soggiornato prima di voi. Qualche minuto di ricerca in più può risparmiarvi una serie di rimpianti.
  9. La domenica è il giorno con meno clienti, quindi cercate offerte che la includano.
  10. Alcune catene alberghiere offrono notti a prezzi scontati o gratuite sulla base di appositi programmi interni creati per i propri clienti.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su