Trasporto in aereo

Come trasportare un gatto in un viaggio lungo

Quando viaggi non vuoi mai separarti dal tuo gatto? Ecco come traportarlo durante un viaggio lungo in treno, in aereo o in macchina anche senza trasportino e in tutta sicurezza

Trasporto in aereoAnimali molto legati al proprio ambiente, vivono in modo particolarmente stressante cambiamenti e spostamenti. Possono esserci molti motivi per cui possiamo essere costretti a far uscire il nostro amico di casa.
Vediamo come poterci muovere con un gatto cercando di viaggiare il più possibile sereni, sia noi che il nostro quattro zampe.
VEDI ANCHE: LE MIGLIORI SPIAGGE PET-FRIENDLY IN ITALIA

Trasporto in treno

Trasporto in trenoI gatti possono viaggiare solo nell'apposito trasportino, con misure non superiori a 70x30x50 cm.
In Italia, sui treni e nei livelli Executive, Business, Premium e Standard viaggiano gratis. E' ammesso, però, un solo trasportino per viaggiatore. E' assolutamente vietato occupare posti destinati ad altri con il proprio animale. Se voi e il vostro gatto disturbate in maniera molesta gli altri passeggeri, il personale può farvi spostare o addirittura obbligarvi a scendere dal treno!
Nelle carrozza ristorante non è consentito l'accesso a nessun animale (fatta ovvia eccezione per i cani guida per non vedenti). L'animale non deve mai rimanere incustodito e il proprietario ne è responsabile.

Trasporto in aereo

Trasporto in aereoOltre al biglietto, dovrete acquistare un trasportino adeguato e avere un certificato di buona salute del vostro gatto.
Chiedete sempre informazioni precise alla compagnia aerea scelta, ma indicativamente:

  • In cabina: va tenuto nel trasportino sotto il sedile fronte a voi. Costo 75/95 euro circa a tratta. L'animale deve riuscire a stare in piedi e girare su se stesso e non deve emanare cattivo odore. Il fondo del trasportino deve essere impermeabile. Non puo' uscire a meno che tutti i passeggeri e il pilota dell'aereo siano d'accordo. Il trasportino omologato ed accettato generalmente non può superare 46x25x31 cm. Il peso consentito non deve superare i 6/10 Kg totali, trasportino compreso. Dentro un contenitore possono viaggiare da 3 a 5 animali della stessa razza, sempre però restando nel peso massimo richiesto.
  • In stiva: viaggio in un'area con temperatura controllata all'interno dell'aereo. Costo: intorno ai 110/150 euro a tratta.
  • Alcune compagnie aeree, per determinate destinazioni, richiedono certificato di buona salute e lista dei vaccini fatti, rilasciati da un veterinario accreditato. Devono essere datati 10/20 giorni prima della partenza.

Inutile sottolineare che in aeroporto, così come in aereo, i proprietari sono tenuti al rispetto delle regole in vigore nei luoghi pubblici.
Non lasciate a casa contenitori/ciotole per cibo e acqua.
Vi sono particolari simboli da apporre sul vostro trasportino che evidenziano il trasporto di animali vivi, di che tipo e quale sia il loro nome.
Non sono accettati: animali in calore, in gravidanza e cuccioli inferiori a 3 mesi.

VEDI ANCHE: ANIMALI IN VIAGGIO, LE REGOLE PER IL TRASPORTO IN AEREO

Il passaporto europeo viene rilasciato dal proprio veterinario e da diritto al vostro animale di viaggiare in tutti i Paesi Europei. Serve per dichiarare che è in regola con le vaccinazioni, specialmente l'antirabbica. Inoltre identifica il vostro amico attraverso un tatuaggio o un microchip sottocutaneo, i suoi dati anagrafici e la sua fotografia.
Alcune Nazioni richiedono una quarantena per eventuale rabbia. Informatevi presso la compagnia aerea.
Gli Stati che richiedono maggiori controlli sono: Regno Unito, Irlanda, Malta, Svezia.

Trasporto in nave

Trasporto in naveIl trasportino è obbligatorio, ma regole e costi cambiano molto a seconda della compagnia. Informatevi bene prima di prenotare.

Trasporto in macchina

Trasporto in macchinaInnanzitutto ricordatevi che il vostro micio deve essere tenuto in un trasportino. E' molto importante per l'incolumità di tutti i passeggeri, gatto compreso. Inoltre le forze dell'ordine sanzionano il mancato rispetto della regola con una multa che può arrivare fino a 311 euro, con anche la perdita di 1 punto dalla patente.
I gatti molto spesso soffrono il mal d'auto, in particolar modo nelle stagioni calde.

VEDI ANCHE: CINETOSI O MAL DI VIAGGIO, ECCO I RIMEDI

Non tenetelo sotto al sole e, nel caso di viaggi lunghi, chiedete aiuto al veterinario. Se è possibile, partite alla mattina presto o alla sera tardi. Non date mai da mangiare al micio subito prima della partenza.

Consigli

  • I gatti non sono peluche. Cercate di essere pazienti: voi sapete dove state andando, come e perché. Loro no.
  • Come molte persone soffrono il mal di mare/d'auto/sui mezzi pubblici, così può accadere anche agli animali. Siate comprensivi.
  • Abbiate sempre a portata di mano: acqua, cibo, giochini e medicine specifiche.
  • Cercate di abituare i vostri animali a viaggiare già da quando sono cuccioli.
  • Fate delle prove. Se scoprite che il vostro micio mal sopporta gli spostamenti e/o sta proprio male chiedete consiglio al veterinario. In caso di necessità potrà prescrivervi specifici farmaci. Una buona idea è fargli fare brevi tragitti in auto per diverse settimane prima della partenza.
  • "Rescue Remedy" (Fiori di Bach) può aiutarlo a gestire paura e stress. Basta qualche goccia nella sua acqua o una direttamente in bocca prima di partire se è visibilmente agitato. Questo trattamento è preferibile ai sedativi: non lo intontiscono, rendendolo però calmo e fiducioso. Per maggiori informazioni consultate il veterinario.
  • Utile spruzzare l'interno del trasportino e della macchina con Feliway, 20 minuti prima della partenza. Imitando i feromoni rilasciati dai gatti a proprio agio, tranquillizzerà il micio. Testate, però, prima questo prodotto. Una piccola minoranza lo interpreta come marcamento di un altro gatto e, di conseguenza, il vostro potrebbe avere una reazione negativa/aggressiva.
  • È probabile che non voglia/non abbia bisogno di usare la lettiera fino a quando non vi fermerete per un po'. Rendete comunque impermeabile e pulibile il fondo del trasportino, non si sa mai…
  • Permettete al gatto di sgranchirsi. Una pettorina e un guinzaglietto saranno utilissimi.
  • Non alzate troppo aria condizionata e volume della radio: potrebbero spaventarlo. La musica più è dolce e più ha un effetto calmante sugli animali.
  • Le compagnie aeree non accettano animali sedati perché è difficile capire se stanno male. Deve essere sì calmo, ma cosciente!
  • Non dimenticare il tiragraffi! I gatti hanno bisogno di graffiare, per motivi d'istinto e movimento. Per questo possono usare ciò che ritengono opportuno in un ambiente nuovo.
  • Attenzione alla dispnea! E' una difficoltà respiratoria causata da numerose patologie, ma può essere frequente anche in caso di forte stress, come per esempio durante viaggi o spostamenti, e/o caldo eccessivo. Se dovesse accadere, lasciatelo il più possibile tranquillo e chiamate il veterinario: saprà come agire e tranquillizzare voi e il micio.

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo è benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo
Forse ti può interessare anche...

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Torna su