Napoli è una delle città più belle e intense d'Italia, per i suoi tesori culturali, i suoi presepi, le sue piazze e, ovviamente, per la pizza e specialità, entrate a pieno titolo nell'elenco dei Patrimoni dell'Umanità targati UNESCO. Anche i secoli di tradizioni e folklore hanno contribuito al fascino della città partenopea.

Siete pronti a conoscere meglio questa stupenda città? Ecco allora quali sono le cose da vedere assolutamente a Napoli, le migliori attrazioni e cose da fare!mappa principali attrazioni monumenti napoli

Cerchi un hotel a Napoli? Abbiamo selezionato per te le migliori offerte su Booking.com.

1 - Museo Cappella San Severo e Cristo Velato

cappella sansevero napoliFoto di David Sivyer. cappella sansevero napoli 1Foto di David Sivyer. Il mistero aleggia, imperscrutabile, all'interno del mistico Museo Cappella Sansevero di Napoli, una delle attrazioni maggiormente presa di mira dai turisti in città. Un mix ben riuscito di credenze religiose ed esoterismo circonda i sontuosi interni dell'edificio.

Ma la Cappella è famosa soprattutto per ospitare il Cristo Velato, opera scultorea di impareggiabile bellezza realizzata da Giuseppe Sanmartino. Molti pensano che il velo che ricopre il Cristo sia un tessuto vero, reso roccia da un liquido creato proprio dal Principe Sansevero, famoso alchimista. Visitando il museo, però, scoprirete che c'è ancora tanto altro da vedere, studiare, comprendere; altro da cui rimanere, profondamente, affascinati.
VEDI ANCHE: Visita al Museo Cappella Sansevero: orari, prezzi e consigli

Occhio alle code: la coda per entrare può essere molto lunga, essendo una delle attrazioni più ricercate di Napoli. Organizzatevi quindi per tempo, vi consigliamo di raggiungere l'ingresso all'orario di apertura, oppure di optare per un tour del centro con ingresso per il Cristo Velato.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in via dei Tribunali, nel cuore del centro storico. Si raggiunge a piedi dal Complesso Monumentale di Santa Chiara (450 m, 5 min). Fermata metro riferimento Dante (linea L1) - Ottieni indicazioni
  • Orari: mer-lun 09:00-19:00, chiuso mar
  • Costo biglietto: intero €8,00, ridotto €5,00

2 - Museo Archeologico Nazionale

museo archeologico nazionale di napoli 42Foto di Simon Burchell. Per l'importanza delle opere custodite al suo interno, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli è considerato uno dei più importanti al mondo.

È suddiviso in tre sezioni, quella della collezione Fernese, quella dedicata ai ritrovamenti nel Parco Archeologico di Pompei e le Sezione Egizia. Custodisce anche importanti reperti greci, romani ed etruschi, con più di 3.000 reperti che vanno dalla storia antica all'età moderna. Di particolare interesse, perché insolita ritrovarlo all'interno di un museo così pregiato, è il Gabinetto Segreto, ala del Museo dedicato alle opere erotiche, tanto care anche agli artisti che fecero grande la città di Pompei. Tra le curiosità, quello che oggi è il Museo, fu prima scuola di equitazione e poi sede dell'Università di Napoli.
VEDI ANCHE: Cosa vedere al Museo Archeologico Nazionale di Napoli: orari, prezzi e consigli

Visita il Museo con una guida: vista la vastità e l'importanza delle opere all'interno, il consiglio è quello di visitarlo con una guida. Se preferite muovervi da soli, utilizzate quantomeno l'audioguida. Se avete poco tempo, dotatevi di mappa e organizzate il vostro giro in anticipo, per essere sicuri di non perdervi le opere più importanti.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: nel centro storico. Dalla stazione di piazza Garibaldi, con la metropolitana fino alla fermata Piazza Cavour, a 800 mt (11 minuti a piedi) dalla Cappella Sansevero - Ottieni indicazioni
  • Orari: mer-lun 9:00-19:30, mar chiuso
  • Costo biglietto: intero €15,00, studenti €5,00, ridotto €2,00

3 - Napoli Sotterranea

napoli sotterranea proscenioFoto di Armando Mancini. Non è decisamente un'attrazione per tutti la Napoli Sotterranea, tour nelle "viscere" della città, strutturato attraverso cunicoli, gallerie, cisterne, dove la scarsa illuminazione ed il mistero la fanno da padrone. Per i più curiosi e temerari, tuttavia, potrà rivelarsi un'esperienza decisamente fuori dall'ordinario.

Il "sottosuolo" napoletano, infatti, ci regala la bellezza di orti sotterranei, del Museo della Guerra e del Teatro Romano di Nerone. E' sita nel sottosuolo anche la Galleria Borbonica, la cui costruzione fu fortemente voluta da Ferdinando II di Borbone nel 1853, all'interno della quale risiede una vera e propria, involontaria, collezione di veicoli d'epoca.

Attenzione per chi soffre di claustrofobia: benché sia una delle attrazioni imperdibili della città, è scosigliata la visita se soffrite di claustrofobia, poiché i sotterranei possono essere stretti e bassi. Valutate quindi attentamente se partecipare o no, in quanto la visita dura ben 2 ore.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: ingresso ufficiale della Napoli Sotterranea in Piazza San Gaetano, vicino al Duomo di Napoli (240 m, 3 min). Fermata metro riferimento Dante (linea L1) - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 10:00-18:00. Da prenotare sul sito ufficiale
  • Costo biglietto: unico €10,00

4 - Bosco e Museo di Capodimonte

reggia di capodimonte 1Foto di Mentnafunangann. napoli museo di capodimonte salone da ballo 1Foto di Armando Mancini. Lo straordinario Museo Nazionale di Capodimonte, visitatissimo a Napoli, nasce grazie alla decisione sorprendente di Carlo di Borbone di riconvertire il suo casino di caccia, sito nel bosco di Capo di Monte appunto, in una reggia-museo. Era il 1738.

Il museo, strutturato in 3 piani, ospita al suo interno importantissime opere appartenenti alla Collezione Farnese donata a Borbone da sua madre, ampliata successivamente con pezzi più recenti. Da Raffaello a Botticelli, sino ai più recenti dipinti di Goya, Burri e ai lavori pop art di Warhol, numerosi capolavori sono ospitati all'interno delle stanze del Museo di Capodimonte. Da riservare anche un'oretta almeno per godere della bellezza e della pace del bosco circostante. E' il luogo ideale in cui passeggiare se avete voglia di relax, per fare sport oppure godere del panorama dall'alto di Napoli, prima di entrare.
VEDI ANCHE: Cosa vedere al Museo di Capodimonte: orari, prezzi e consigli

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: a nord del centro storico. Metro L2 fino a Piazza Cavour, poi bus linea 168 o 178 fino fermata Capodimonte (15 min) - Ottieni indicazioni
  • Orari: Museo gio-mar 8:30-19:30, mer chiuso / Bosco di Capomonte ottobre, febbraio e marzo 7:00-18:00, da novembre a gennaio 7:00-17:00, da aprile a settembre 7:00-19:30
  • Costo biglietto: intero €10,00, ridotto €2,00

5 - Duomo e Tesoro di San Gennaro

napoli duomo san gennaroFoto di ErwinMeier. La città di Napoli è devota a San Gennaro, Santo Patrono e protagonista della mistica "liquefazione del sangue di San Gennaro" il 19 settembre.

La Cappella ed il Tesoro, appartenuti al Santo dalla "faccia gialla" (la statua più famosa di San Gennaro è realizzata, infatti, in argento dorato), sono custoditi con cura nel celeberrimo Duomo di Napoli, conosciuto anche come Cattedrale di Santa Maria Assunta. All'interno di questo elegante edificio religioso trovano spazio anche i dipinti di Luca Giordano raffiguranti gli Apostoli e affreschi del Domenichino. E' il Tesoro di San Gennaro, tuttavia, l'attrazione numero uno del Duomo: una raccolta di reliquie, oggetti, pezzi in argento.

Caro anche a Boccaccio: il grande scrittore Giovanni Boccaccio ha ambientato una delle novelle del Decameron proprio all'interno del Duomo di Napoli. Si tratta di quella di Andruccio da Perugia.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in pieno centro storico, vicino alla Cappella Sansevero (700 m, 6 min) e all'ingresso del tour per Napoli Sotterranea (240 m, 3 min) da raggiungere a piedi. Fermata metro di riferimento Napoli Piazza Cavour (linea L2) - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 8:30-12:30 e 14:30-19:00
  • Costo biglietto: intero €8,00, ridotto €5,00

6 - San Gregorio Armeno

la via dei pastori particolare di un banco napoliFoto di Raffaella from Napoli. spaccanapoli via san gregorio armenoÈ il quartiere dei presepi, il luogo dove è Natale tutto l'anno: San Gregorio Armeno, nel cuore del centro storico di Napoli, è difatti la strada dove si raccolgono le botteghe presepiali di tutta la città. Qui è possibile ammirare i maestri all'opera, nell'intento di creare tutti gli elementi che arricchiscono il tradizionale presepe: pastori in terracotta abbigliati con abiti molto preziosi, casette in sughero e tanto altro.

Inoltre, esposti sulle bancarelle, ogni anno è possibile anche incontrare i personaggi famosi che più hanno suscitato scalpore durante gli ultimi dodici mesi e che, pertanto, guadagnano un posto d'onore tra la mercanzia dei bottegai. Molto importante è anche la chiesa di San Gregorio Armeno, che si innalza sui resti del tempio di Cerere Attica e che al suo interno è impreziosita da un racconto in 52 episodi di Luca Giordano (tutti i giorni 9:00-12:00, ingresso gratuito).

La strada di San Gregorio Armeno si trova in pieno centro storico, a 400 m (4 min a piedi) da Museo del Tesoro di San Gennaro. Fermata metro di riferimento Dante (linea L1) - Ottieni indicazioni.

Occhio alla folla: essendo la strada dei presepi, è letteralmente presa d'assalto nel periodo natalizio. Per non essere sommerso dalla folla, ti sconsigliamo di visitarla tra novembre e dicembre, e in generale di percorrerla la mattina presto, appena aprono le botteghe.

7 - Complesso Monumentale di Santa Chiara

monastero di santachiara napoliFoto di IlSistemone. maioliche monastero santa chiara napoliL'importante edificio religioso è la colonna portante di un più ampio complesso monumentale dedicato alla Santa e si trova nel cuore del centro storico, incastonato nei suoi stretti vicoletti.

La basilica gotica è composta da ben 4 chiostri monumentali, circondata da ben 66 pilastri con altrettanti archi ed impreziosita da stupende maioliche color giallo, che riprendono alcune scene bucoliche e di antiche tradizioni, emblema della solarità dei napoletani e indubbiamente famose in tutto il mondo per la loro fantasia.

Scopri Giotto nella Basilica: la Basilica di Santa Chiara è un frammento che testimonia il passaggio del celebre pittore Giotto a Napoli. Sotto diversi strati di stucco, infatti, è possibile riconoscere alcuni dei suoi affreschi, ma solo in compagnia di una guida autorizzata.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in pieno centro storico, vicino alla Cappella Sansevero (450 m, 5 min) e a via San Gregorio Armeno (600 m, 7 min), da raggiungere a piedi. Fermata metro riferimento Dante (linea L1) - Ottieni indicazioni
  • Orari: lun-sab 9:30-17:30, dom 10:00-14:00
  • Costo biglietto: intero €6,00, ridotto €4,50

8 - Spaccanapoli

spaccanapoli napoli centro storico 2Se volete che il vostro soggiorno a Napoli non somigli ad un romanzo rosa, ma avete invece voglia di conoscere appieno la metropoli campana, non potrete allora esimervi dal visitare il quartiere Spaccanapoli, anima della città e rappresentazione della vita reale dei napoletani.

Il quartiere prende il suo caratteristico nome dalla strada che, dai Quartieri Spagnoli a Forcella, taglia letteralmente a metà l'area per 2 km circa. A Spaccanapoli convivono palazzi piuttosto vecchi, monumenti di altissimo rilievo storico, tutti i profumi e la vivacità dei partenopei. Immergetevi totalmente in uno "spaccato" di vita napoletano.

Tra l'horror e il gioco: lungo questa strada, oltre ai monumenti più importanti del centro storico, si trova l'Ospedale delle Bambole, un museo dove sono esposte diverse parti anatomiche delle bambole, che aspettano di essere aggiustate e di ritornare dalle loro proprietarie.

9 - Stazione della metropolitana Toledo

scale mobili della stazione toledo naplesFoto di Andrea favia. A Napoli le fermate della metropolitana possono diventare delle vere e proprie gallerie artistiche visitabili da tutti: basta semplicemente salire a bordo della metro!

La stazione metropolitana di Toledo è considerata da stampa internazionale e turisti la stazione più bella d'Europa, ove campeggia la suggestiva installazione Relative Light, realizzata da Robert Wilson. Si tratta di un'opera il cui fascino ruota su un principio semplice, ma tutt'altro che scontato: giochi di luce sui toni dell'azzurro e del blu per sentirsi, anche sottoterra, parte del cielo. Un modo insolito di trasformare lo spostamento per un viaggio, il viaggio stesso!

La stazione di Toledo è la metro di riferimento per visitare i Quartieri Spagnoli, lungo la linea 1 della metropolitana con capolinea Piazza Garibaldi - Ottieni indicazioni

10 - Castel Nuovo (Maschio Angioino)

maschio angioinoE' uno dei simboli incontrastati della città, noto al mondo con il nome di Maschio Angioino. È la cartolina d'ingresso quando si arriva a Napoli via mare, dato che questo imponente castello si affaccia proprio sul porto.

Cinque imponenti torri compongono questa fortezza, tanto suggestiva all'esterno, quanto interessante al suo interno. La Sala dei Baroni ospita le riunioni del Consiglio Comunale napoletano, mentre vicino all'attrazione potrete visitare la maestosa Galleria Umberto I, galleria commerciale ottocentesca costruita in stile liberty, il Teatro San Carlo e Piazza del Plebiscito.
VEDI ANCHE: Visita al Maschio Angioino: orari, prezzi e consigli

Perché Maschio Angioino? Deve il suo nome di Maschio Angioino alla presenza delle torri molto alte (chiamate appunto maschio, torrione) e alla forte influenza della casata dei D'Angiò nella cultura partenopea.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: affacciato sul mare, facilmente raggiungibile a piedi dal porto (550 m, 7 min) e dal Teatro San Carlo (200 m, 3 min). Stazione metro di riferimento Municipio (linea L1) - Ottieni indicazioni
  • Orari: lun-sab 9:00-19:00, dom orari variabili e ingressi scontati o gratuiti
  • Costo biglietto: intero €6,00, gratuito per i minori di 18 anni

11 - Teatro San Carlo

teatro san carlo napoliFoto di Viva-Verdi. Il Teatro San Carlo è probabilmente il più antico teatro d'opera d'Europa e del mondo ad essere tutt'oggi attivo. Già semplicemente in Italia, precede di diversi anni quelli ugualmente famosi come il Teatro alla Scala di Milano o La Fenice di Venezia.

Fu realizzato nel 1737 per volere di Carlo di Borbone, ma ebbe una storia travagliata che però ha contribuito al suo massimo splendore: nel 1816, infatti, un incendio devastò la sua sala principale, che fu ricostruita in solo nove mesi, mentre durante la Seconda Guerra Mondiale fu distrutto dai bombardamenti. Anche in questo caso la ricostruzione fu immediata e il San Carlo fu il primo teatro a ripartire nel Dopoguerra.

Vanta il primato di essere stato il primo ad istituire una scuola di danza e, nel tempo, ha visto esibirsi artisti importantissimi come Bellini, Paganini oppure Nureyev, proprio per la danza classica.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: nel centro, raggiungibile a piedi da 160 metri (2 minuti) da PIazza del Plebiscito (160 m, 2 min) e dal Maschio Angioino (220 m, 3 min). Stazione metro di riferimento Municipio (linea L1) - Ottieni indicazioni
  • Orari: visite guidate con diversi percorsi, tutti i giorni 10:30-12:30 e 14:30-16:30. Consultare il sito ufficiale
  • Costo biglietto: in base al percorso, da €7,00 a €15,00. Consultare il sito ufficiale

12 - Piazza del Plebiscito

piazza plebiscito napolipiazza plebisicito napoliE' il simbolo della città partenopea, sede di concerti importantissimi e luogo di ritrovo per i napoletani. Vera e propria tappa obbligata per i turisti che pianificano il soggiorno nel capoluogo campano, anche perché si trova proprio al centro di numerose altre attrazioni e di quartieri meritevoli di visita.

All'interno dei 25 mila metri quadrati che ne delimitano l'area sono "incastonati" come dei diamanti alcuni fra gli edifici più importanti di Napoli: il colonnato classico della chiesa di San Francesco di Paola ed il Palazzo Reale, visitabile in tutto il suo splendore.

Raggiungibile a piedi dal Porto di Napoli (500 m, 6 min) oppure con il tram 1 da Piazza Garibaldi. Nelle vicinanze la Galleria Umberto I (200 m, 2 min) e il Castel Nuovo (350, 5 min) - Ottieni indicazioni.

palazzo reale stanza interna napoliVisita anche il Palazzo Reale: sapevate che fino al 1994, questa immensa piazza ricca di palazzi importanti, era utilizzata come parcheggio urbano? Per fortuna ora è pedonale e si tratta di uno dei luoghi più fotografati di Napoli. Se avete abbastanza tempo a disposizione, vi consigliamo di visitare anche il Palazzo Reale, proprio di fronte alla piazza.

13 - Fontana del Gigante

fontana del giganteFoto di Leandro Neumann Ciuffo. Situtata sul lungo mare di Napoli, la Fontana del Gigante è sicuramente una delle fontane più belle d'Italia. Costituita da tre archi a tutto sesto, questa fontana celebrativa è stata ordinata da Antonino Alvarez di Toledo e fu progettata e costruita da Pietro Bernini e Michelangelo Naccherino.

Sopra gli archi si trovano gli stemmi che simboleggiano la città, con il re e il vicere del tempo. Ci sono diversi collegamenti all'acqua al suo interno: nell'arco centrale si trova una fontanella sorretta da due animali marini, mentre nei due archi laterali sono rappresentate due divinità fluviali.

Nel cuore del centro storico, sul lungomare. Si raggiunge facilmente a piedi dal Castello dell'Ovo (350 m, 4 min) e da Piazza del Plebiscito (700 m, 9 min). Fermata metro di riferimento Municipio (linea L1) - Ottieni indicazioni

14 - Castel dell'Ovo

napoli castel dell ovo 2castel dell ovo da mergellinacastel dell ovo napoli lampioni 1Foto di Jaume Meneses. Il Castel dell'Ovo è il castello di Napoli che sorge in mezzo al mare, sull'isolotto di Megaride e visibile da tutto il lungomare di via Caracciolo.

È un luogo suggestivo e mistico poiché, proprio intorno alla sua realizzazione, ruota una leggenda legata a un uovo che Virgilio avrebbe nascosto all'interno di una gabbia nelle segrete del castello. Tali sotterranei sono poi stati dichiarati inaccessibili proprio per tutelare l'uovo, la cui distruzione o perdita comporterebbe gravi sciagure per la città di Napoli e per il suo popolo.

È un castello molto antico, per cui ha osservato da vicino diverse vicissitudini di Napoli e le sue dominazioni: dal I secolo a.C al Medioevo, dagli Aragonesi ai Borbone, il Castel dell'Ovo ha sempre protetto la città e oggi vive una nuova vita grazie ai lavori di ristrutturazione intrapresi nel 1975.

Passa dal Borgo Marinari: dopo la visita, vi consigliamo di passeggiare nel Borgo Marinari, proprio ai piedi del Castello. Si tratta di uno dei luoghi più belli di Napoli ed è perfetto per gustarvi i piatti tipici a base di pesce! Tra i migliori locali ci sono il Ristorante Zi Teresa, il Transatlantico e la Bersagliera. Qui una volta si fermavano a mangiare personaggi come Totò e Sofia Loren.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: sul lungomare Caracciolo, a 1 km (11 min a piedi) da Piazza del Plebiscito e 1,5 km (18 min) dal Maschio Angioino; il lungomare è zona pedonale - Ottieni indicazioni
  • Orari: lun-sab 9:00-18:30, dom e festivi 9:00-13:00
  • Costo biglietto: gratis

15 - Galleria Borbonica

galleria borbonica cisterna napoliFoto di Associazione Culturale Borbonica Sotterranea. napoli galleria borbonica rifugio di guerraFoto di Associazione Culturale Borbonica Sotterranea. La Galleria Borbonica di Napoli è un altro dei percorsi restituito di recente alla Napoli Sotterranea, ma che merita una descrizione a sé, per l'enorme importanza storica e per la suggestività che la circonda. Questo tunnel, inizialmente inteso come percorso militare, fu iniziato nel 1853 per volere di Re Ferdinando II; tuttavia, a causa della cacciata dei Borbone, non fu mai portato a termine.

Con il passare del tempo, svolse poi diverse funzioni come, ad esempio, quella di ricovero bellico durante i bombardamenti aerei della Seconda Guerra Mondiale: a testimonianza di questo ruolo, i servizi igienici e numerose iscrizioni, come "Noi vivi" oppure "23 aprile 46", che si possono ancora ammirare passeggiando nelle viscere della città. C'è da dire che, prima di essere portata a nuovo splendore, la Galleria Borbonica ha anche involontariamente ospitato detriti, rifiuti e un cimitero delle auto.
VEDI ANCHE: Visita alla Galleria Borbonica: orari, prezzi e consigli

In zattera fra le cisterne: nel sottosuolo potrete salire a bordo di una zattera e visitare le cisterne della Galleria Borbonica.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: nel centro storico. Si può accedere da Vico del Grottone 4, a 250 m da Piazza del Plebiscito (4 min a piedi) - Ottieni indicazioni / oppure dal Parcheggio Morelli, a 800 m dalla Villa Comunale (10 min a piedi) - Ottieni indicazioni
  • Orari: ven, sab, dom e festivi ingresso 10:00, 12:00, 15:30 o 17:30. Per ulteriori info e date speciali consultare il sito ufficiale
  • Costo biglietto: intero €10,00, ridotto €5,00

16 - Via Chiaia e Palazzo Mannajuolo

palazzo mannaiuolo internoFoto di Pinotto992. Insieme a via dei Mille, via Chiaia è la strada di Napoli dedicata allo shopping di lusso: si trova nell'omonimo quartiere della città e parte idealmente da Piazza Trieste e Trento, per terminare a Piazza dei Martiri, a due passi dal mare. Che fosse una strada importante, dedicata allo svago e a tempo libero, lo si evince da due locali storici che hanno fatto, appunto, la storia di Napoli, soprattutto in termini culinari: il caffè Gambribus, che dà proprio l'avvio alla strada, e la famosa pizzeria Brandi, dove nel 1889 nacque la pizza Margherita, simbolo della città.

Ma via Chiaia non è soltanto negozi. Lungo il percorso, difatti, si trovano numerosi edifici prestigiosi che hanno fatto parte attiva della storia del capoluogo partenopeo, come il Palazzo Cellammare, la chiesa di Sant'Orsola o il Teatro Sannazzaro.

Tra un negozio e l'altro, non dimenticatevi di passare in in via Filangeri, nel cuore del quartiere Chiaia, dove si trova il Palazzo Mannajuolo, un palazzo dall'architettura ibrida, che mescola caratteristiche tradizionali ad alcune più moderne e futuristiche.

Non perdere la scalinata di Palazzo Mannajuolo: è uno degli scorci "segreti" più fotografati di Napoli. Mettetevi esattamente sotto le scale, al centro, alzate lo sguardo verso l'altro e scattate la foto alla rampa di scale che crea un gioco di linee perfetto.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: Via Chiaia è completamente pedonale, a 300 m (4 min a piedi) da Piazza del Plebiscito e a 600 m (8 min) dal Maschio Angioino, di fronte al porto. Fermata metro di riferimento Municipio (linea L1) - Ottieni indicazioni
  • Orari: Palazzo Mannajuolo lun-sab 8:00-18:00, dom chiuso
  • Costo biglietto: gratis

Altre attrattive da visitare

certosa di san martino napoliNapoli è una città ricca di attrazioni, quelle descritte in precedenza sono però le più gettonate dai visitatori e, sicuramente, le più emblematiche. Per chi avesse più giorni a disposizione, può inserire nel suo itinerario la Certosa di San Martino (€6,00) che offre un magnifico panorama sulla città, nonché il Castel Sant'Elmo (€5,00), entrambi nel quartiere Vomero.

Per chi ama invece lo shopping, sempre al Vomero, non potrà perdere l'elegante Via Scarlatti, oppure via Toledo, in pieno centro. Vicino a via Toledo si trovano anche i famosi Quartieri Spagnoli, una zona molto antica di Napoli, quella più vera e autentica. Impossibile perdersi una passeggiate in questa zona, ma è sconsigliata la visita la sera o quando fa buio! E l'eleganza la si trova anche tra le strade dei quartieri Mergellina e Posillipo, i più lussuosi della città, che non solo offrono eleganti palazzi e ville, ma anche un'imperdibile vista sul Golfo di Napoli. Naturalmente, però, la miglior cartolina che si possa avere di Napoli è il lungomare Caracciolo, che costeggia il Castel dell'Ovo.

Infine, per gli appassionati di aree verdi e del relax, vi è la possibilità di visitare sempre gratuitamente l'Orto Botanico oppure il Parco Virgiliano. Sul lungomare si trova il parco Villa Comunale di Napoli, al cui interno si trovano l'Acquario e una piccola spiaggia cittadina, la Mappatella Beach.

Infine, appassionati o no, altro simbolo di Napoli è lo stadio, di recente intitolato a Diego Armando Maradona. Una foto con il San Paolo sullo sfondo è assolutamente un must!

12 cose da fare a Napoli

Caffè al Gambrinus
Corso di Pizza Napoletana
Pizza piegata a portafoglio
Certosa di San Martino e panorama
Street food napoletano
Trekking urbano
Scoprire il Rione Sanità
Escursione in Costiera Amalfitana
Escursione alle Rovine di Pompei e sul Vesuvio
Tour delle isole del Golfo
Escursione alla Reggia di Caserta
1/12

  1. Caffè al Gambrinus: è il bar più conosciuto di Napoli, famoso per il suo caffè. Si trovo a pochissimi metri da Piazza del Plebiscito e dalla principale via dello shopping
  2. Corso di Pizza Napoletana: cimentati nella preparazione dell'autentica pizza napoletana in una famosa pizzeria della città con un pizzaiolo doc! Fai tesoro dei consigli su impasto, condimento e cottura. Info e prezzi qui
  3. Pizza piegata a portafoglio: è una caratteristica di Napoli, soprattutto delle pizzerie del centro storico e della zona chiamata Portalba, ossia mangiare la pizza margherita piegata in quattro parti, senza sedersi al tavolo
  4. Certosa di San Martino e panorama: sia di giorno, che soprattutto di notte, San Martino è la località più indicata e romantica di Napoli, in cui ammirare la Certosa e il panorama di tutta la città fino al Vesuvio
  5. Le sfogliatelle: che sia riccia o frolla, le sfogliate, o sfogliatelle, sono un dolce tipico campano e da nessun'altra parte si possono gustare così. Sono molto famose quelle dei bar a Piazza Garibaldi
  6. Street food napoletano: non solo pizza e sfogliatelle, il cibo a Napoli è una vera e propria cultura! Allora scoprite tutte le prelibatezze con una guida locale, che saprà condurvi in questo viaggio culinario! Info e prezzi qui
  7. Trekking urbano: a Napoli è possibile fare "trekking" nella città. Allora armatevi di scarpe comode e acqua e percorrete le rampe del Petraio, che collegano il Vomero con il quartiere Chiaia. Ci sono più di 135 scalinate, ma regala scorci incredibili sulla città
  8. Scoprire il Rione Sanità: passeggiate per il quartiere ammirando le opere di street art sulle facciate dei palazzi, create per un progetto di riqualificazione di alcune zone di Napoli. Fermatevi al Mercatino Dei Vergini, con prodotti locali! Infine, scattate una foto al Palazzo Sanfelice, il palazzo più instagrammabile e fotografato del quartiere
  9. Escursione in Costiera Amalfitana: se avete abbastanza giorni a disposizione, vi consigliamo di dedicare una giornata lungo la meravigliosa Costiera Amalfitana! Tour tutto incluso da Napoli da €75,00
  10. Escursione alle Rovine di Pompei e sul Vesuvio: Visita il Vesuvio e le rovine di Pompei, immergetevi nella storia e nella natura e scoprite uno dei vulcani più famosi al mondo! tour di 1 giorno da Napoli da €90,00
  11. Tour delle isole del Golfo: approfitta di una bella giornata di sole e parti alla scoperta di Capri e Procida, che distano meno di un'ora dal porto della città. Tour di 1 giorno da Napoli da €115,00
  12. Escursione alla Reggia di Caserta: si, il bello di Napoli è anche avere dei dintorni così ricchi! Altro must è la Reggia di Caserta, una delle attrazioni più famose della Campania. Consigliato un tour di un giorno da Napoli, info e prezzi qui

Organizza il tuo soggiorno a Napoli: voli e hotel

napoli portoNapoli può essere visitata in ogni periodo dell'anno, grazie anche al clima mediterraneo che rende mite anche l'inverno. Ben collegata grazie a un grande porto e l'aeroporto internazionale di Capodichino (confronta i voli - da €20,00).
A un primo approccio può risultare caotica, il nostro consiglio è quello di visitarla prima con un tour guidato, per prendere dimestichezza con la città e individuare i punti di riferimento. In alternativa, c'è il sempreverde autobus turistico hop-on hop-off.

Se avete un budget low cost, anche in centro storico nei pressi di Piazza Garibaldi si trovano alloggi economici (confronta gli alloggi su booking - da €30,00) e approfittare dello street food locale, gustoso e molto economico, come ad esempio la famosa pizza a portafoglio o il cuoppo. Se invece avete maggiori disponibilità, i quartieri del Vomero o di Mergellina sono i più eleganti e, tra l'altro, sono anche i quartieri più adatti se viaggi con i bambini, poiché meno caotici.

Il mezzo migliore per spostarsi è la metro o il tram ma, all'interno del centro storico, si può girare tranquillamente a piedi. Ricorda che Napoli è una città vivace anche di notte e, se volete vivere la sua movida, puoi frequentare i "baretti" di San Pasquale o gli chalet di Mergellina.

Se viaggiate con bambini, potete visitare i grandi parchi, passeggiare sul lungomare e portarli ad assaggiare le prelibatezze locali, ameranno sicuramente i dolci!