Visita al Maschio Angioino a Napoli: Come arrivare, prezzi e consigli

Cerchi consigli per visitare il Maschio Angioino di Napoli? Ecco info su come arrivare, prezzi, orari e una guida per un tour completo in poco tempo

maschio angioino napoliCastel Nuovo, conosciuto con il nome di Maschio Angioino, è un castello medievale e rinascimentale voluto da Carlo I d'Angiò nel 1266, dopo essere salito al trono di Sicilia e reso Napoli capitale. E' uno dei simboli di Napoli, con la sua imponenza, le sue cinque enormi torri cilindriche e la sua posizione strategica.
Ospita diversi eventi culturali, è la sede del Museo Civico e offre, inoltre, un bel itinerario fra le sue sale, le prigioni, le cappelle e tanto altro.
Ecco tutte le informazioni che vi servono per organizzare al meglio una visita al Maschio Angioino a Napoli.
VEDI ANCHE: 10 cose da vedere assolutamente a Napoli cosa vedere a Napoli in un giorno le migliori pizzerie di Napoli i migliori ristoranti economici di Napoli

Dove si trova e come arrivare

  • A piedi: si trova nella zona del porto, in Piazza Municipio e si arriva tranquillamente a piedi essendo in centro - Ottieni indicazioni
  • In bus: linea R2 fermata Piazza Municipio
  • In tram: linea 1 fermata Piazza Municipio
  • In metro: linea 1 fermata Municipio
  • In funicolare: Funicolare Centrale, fermata Augusteo

Orari e prezzi

  • Orari: dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 19:00, la biglietteria chiude un'ora prima. La domenica la chiusura è anticipata alle 14:00, inoltre talvolta è possibile visitare gratis il cortile, la Cappella Palatina, la Sala dei Baroni, la Sala dell'Armeria e la Sala della Loggia.
  • Miglior orario per evitare code: all'apertura
  • Costo biglietto: €6,00 intero
  • Riduzioni: €3,00 ridotto
  • Gratuità: under 18, e altre categorie autorizzate. Per maggiori info visualizzare il file pdf sulle modalità d'ingresso gratuito

Cosa vedere e come visitare Maschio Angioino

napoli campania 1La visita al Maschio Angioino a Napoli prevede un itinerario che contempla i luoghi in cui il Castello si articola, ovvero:

  • Museo Civico, con al primo piano la Collezione Jerace (Sala Carlo V); al secondo piano la Pinacoteca con opere che vanno dal XVIII al XX secolo e al terzo piano la Sala Novecento, con sculture e dipinti provenienti da donazioni e collezioni del Comune di Napoli.
  • Cappella Palatina, affrescata da Giotto e i suoi allievi con le storie del Vecchio e del Nuovo Testamento e altri meravigliosi dipinti.
  • Cappelle del Purgatorio e di San Francesco da Paola, in cui potete ammirare decorazioni barocche e affreschi.
  • Sala dei Baroni, è la sala più importante, affrescata da Giotto e illuminata dalla suggestiva luce proveniente dal balcone detto "Trionfale".
  • Prigioni, si trovano nei sotterranei e sono costituite dalla fossa del coccodrillo, in cui si portavano i condannati che avevano ricevuto pene molto severe, e la prigione dei Baroni, in cui ci sono quattro bare senza iscrizione.
  • Torre del Beverello, si visita su prenotazione in loco / Ogni ora dalle 9:30 alle 16:30 con massimo 20 persone per volta.
  • Sala dell'Armeria, qui ci sono testimonianze archeologiche di età romana.
  • Cortile Monumentale, sul quale si aprono diversi portali.
  • Sala della Loggia, elegante sala nella quale si tengono eventi e riti.

Consigli utili per visitare l'attrazione

  1. Alzatevi presto: l'ideale sarebbe raggiungere l'ingresso entro le ore 9:00;
  2. Acquistate la city card: se siete interessati a visitare altri musei o attrazioni della città, potete acquistare la city card Napoli 3 giorni (Campania Artecard) e beneficiare di sconti e agevolazioni, viaggiare sui trasporti pubblici aderenti al Consorzio UnicoCampania;
  3. Tempo minimo: considerate un minimo di 90 minuti per la visita. L'ideale sarebbe poter dedicare 2 ore di tempo;
  4. Prendete parte a un tour: ci sono tre percorsi disponibili a cui potete partecipare con una guida esperta, ovvero il tour mistico, quello religioso e il "pratico", in cui si viene imbragati per scendere nei sotterranei. Quest'ultimo è molto divertente per i bambini!

Cenni storici, curiosità e info pratiche: cosa sapere in breve

castel nuovo maschio angioino napoliLa costruzione del Maschio Angioino iniziò sotto il regno di Carlo I d'Angiò e divenne nel tempo un centro di cultura dove soggiornarono personaggi celebri fra cui Giotto, Petrarca e Boccaccio. Agli Angioini successero gli Aragonesi, che trasformarono il medievale castello in una moderna ed elegante fortezza.

Una curiosità: il nome Maschio Angioino, dato a Castel Nuovo, deriva dal fatto che nel Medioevo il Maschio era la torre principale di un castello, quella più protetta. Quindi "Maschio" indica il ruolo di fortezza che ha svolto Castel Nuovo a Napoli.

Il Castello attualmente è sede del Museo Civico e di diversi eventi culturali, però come anticipato offre anche un bel percorso che si snoda tra la Sala dell'Armeria, la Cappella Palatina, la Sala Carlo V e della Loggia, le prigioni, la Sala dei Baroni e la Torre.
Si consiglia di utilizzare l'audioguida o prendere parte ad un tour con i ragazzi esperti a disposizione, per meglio cogliere ogni aspetto del palazzo (il costo è a parte, circa €10,00) e di prenotare anticipatamente per salire sulla Torre.

Non hai ancora prenotato volo e hotel? Consulta le nostre offerte!

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo Ŕ benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Guida di Napoli

Torna su