In quali Paesi è usato il Bidet?

Perché all'estero non c'è il bidet? Esiste solo in Italia? E soprattutto come diavolo si fa a vivere senza? Ecco tutto quello che c'è da sapere! Scopri quali paesi del mondo hanno ed usano il bidet...

BidetA tutti sarà capitato, almeno una volta nella vita, di fare un viaggio all'estero e soggiornare in un hotel. Esplorando la propria camera, ecco la sorpresa: nel bagno manca qualcosa che, per noi italiani, è essenziale: il bidet.
Questo sanitario che per noi è così comune, per altre popolazioni è quasi un mistero, tanto che in rete sono presenti numerosi video tutorial per illustrarne il corretto utilizzo!

VEDI ANCHE: I BAGNI PIU STRANI DEL MONDO

Il bidet vede le proprie origini in Francia tra la fine del XVII e l'inizio del XVIII secolo, ad opera di uno sconosciuto inventore. Il nome è lo stesso usato dai francesi per il pony e deriva dal verbo bider, che significa "trottare", richiamando la posizione assunta durante il suo utilizzo.

Perché all'estero non c'è il bidet?

Bidet d'EpocaNonostante sia un'invenzione francese, il bidet ad oggi non è utilizzato proprio in Francia, così come in nessun altro Paese del Nord-Europa.
Gli Stati Uniti ed il Canada scoprirono il bidet durante l'intervento in Europa delle truppe per la Seconda Guerra Mondiale, frequentando i bordelli europei. A livello culturale, dunque, gode di una pessima reputazione in quanto legato alle prostitute o comunque a qualcosa di sconveniente. Ad oggi quindi americani e canadesi ignorano cosa sia un bidet e sicuramente non sanno come utilizzarlo.
Ma qual è la ragione principale dell'assenza del bidet nei bagni del resto del mondo? Semplicemente per l'abitudine diffusa di farsi direttamente una bella doccia!

Quali paesi hanno ed usano il bidet?

Bidet in bagnoL'Italia è l'unica nazione al mondo dove l'installazione di almeno un bidet nei bagni di casa è obbligatoria.
La diffusione del sanitario nel nostro Paese, prima nel Regno delle Due Sicilie e in seguito nel resto della penisola, ha origine grazie alla Regina di Napoli Maria Carolina d'Asburgo-Lorena che volle un bidet nel suo bagno personale presso la Reggia di Caserta, ignorando il pregiudizio francese che lo etichettava come "strumento di lavoro da meretrici".
Ad oggi è inoltre diffuso in Spagna, Portogallo e in America Latina, con un picco di presenze del 99% in Argentina.
In Giappone, dove l'igiene personale è quasi sacra e rituale, il bidet è presente anche nei bagni pubblici, sotto forma di ultra tecnologiche toilette che uniscono le funzionalità di un bidet a quelle tradizionali di un normale wc.

Come fare senza?

SalvietteDiciamo la verità: noi italiani abbiamo un po' la "fissa" del bidet, quando per gli altri Paesi del mondo, abituati a non averlo, non rappresenta in nessun modo un "problema".
Come già detto, specialmente gli americani, sopperiscono a questa assenza eseguendo direttamente una doccia oppure un rilassante bagno.
Per una pulizia veloce oppure nei bagni pubblici spesso sono presenti salviettine umidificate, in attesa del ritorno a casa che permetta una igiene più completa.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Commenti sull'articolo
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti