Un po' Asia e un po' Europa, un luogo dove Oriente e Occidente si fondono in maniera armoniosa... Stiamo parlando di Istanbul, l'antica Costantinopoli, una città che da secoli esercita un forte richiamo e un grande fascino. Se siete alla ricerca di una vacanza dove mistero e bellezza camminano di pari passo, dove la voglia di visitare monumenti e chiese è direttamente proporzionale alla immancabile tentazione di fare shopping in negozietti tipici e mercatini, allora Istanbul è la città che fa al caso vostro. La metropoli turca preserva tutto il suo fascino orientale, tra architetture da sogno e strade che profumano di spezie, grazie ai bazar presenti in ogni angolo della città.

Ecco una guida su cosa vedere a Instabul, le migliori attrazioni e cose da fare!
mappa principali attrazioni istanbul

Cerchi un hotel a Istanbul? Abbiamo selezionato per te le migliori offerte su Booking.com.

1 - Moschea Blu

moschea blu istanbul albamoschea blu istanbul tramontomoschea blu istanbul entratala moschea blu istanbul personeI Turchi la chiamano Sultan Ahmet Camii, per noi europei questo suggestivo e mistico luogo di preghiera è noto come Moschea Blu.

L'esterno dell'edificio colpisce per l'armonia e l'eleganza delle sue forme. Sei imponenti minareti ne sottolineano la bellezza; geniale il gioco delle cupole: una cupola centrale affiancata da quattro semicupole attorno alle quali altre semicupole più piccole spingono lo sguardo del visitatore verso il cielo.

Ma la meraviglia ancor più bella deve ancora arrivare perché si trova all'interno dell'edificio sacro. L'interno della struttura religiosa è infatti rivestito da oltre 20 mila piastrelle in ceramica colorate, le cui tonalità predominanti sono il turchese ed il blu (da qui il nome). Questa scelta stilistica, associata al gioco di luci creato dalle numerose finestrelle presenti sulle cupole, ha reso questo importantissimo luogo di preghiera in un ambiente accogliente ed affascinante.

Si accede scalzi e con spalle e ginocchia rigorosamente coperte; le donne hanno anche l'obbligo di coprire il capo. Lo spettacolo vale davvero il prezzo di questo piccolo "sacrificio".
VEDI ANCHE: Visita alla Moschea Blu: come arrivare, prezzi e consigli

Sveglia presto: è uno dei luoghi più visitati e più fotografati di tutta la città! Se volete scattare una foto senza persone, sveglia all'alba per arrivare sul posto prima di tutti, ne varrà sicuramente la pena.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: 5 minuti a piedi dal museo di Santa Sofia imboccando Sultan Ahmet Parki, altrimenti con il tram 11 d aZeytinburnu Station, direzione Kabatas, dopo 15 fermate scendere a Sultanahmet - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 8:30-11:30, 13:00-14:30 e 15:30-16:45, ven dalle 13:30
  • Costo biglietto: gratis

2 - Museo Archeologico

museo archeologico istanbulFoto di Ficatus. Il Museo Archeologico di Istanbul è uno dei più importanti del suo genere. Venne fondato dal pittore e archeologo Osman Hamdi nel 1891.

Ospita alcuni oggetti di fama mondiale e la collezione è divisa fondamentalmente in tre parti. La collezione di maggior importanza è senz'altro quella dei sarcofagi, tra cui il sarcofago di Alessandro (IV secolo a.C.). Segue la Collezione di Arte Orientale dove sono esposti sepolcri ottomani e reperti delle culture egiziana, sumera e accadica. In questo caso, gli oggetti più preziosi della collezione sono le parti della Porta Babilonese di Ishtar. Ed infine la Collezione di ceramiche e gioielli, collocata nel chiosco piastrellato.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: 2 minuti a piedi da Palazzo Topkapi, passando per Soğuk Çeşme Sk. - Ottieni indicazioni
  • Orari: mar-dom 9:00-17:00, lun chiuso
  • Costo biglietto: 30,00TL (€3,20). I bambini fino a 12 anni hanno accesso gratuito

3 - Ippodromo

istanbul ippodromo obelisco e minaretiFoto di G.dallorto. istanbul ippodromo base obelisco teodosioFoto di G.dallorto. L'Ippodromo era il luogo di sport e di aggregazione dell'antica Bisanzio, nome con cui veniva chiamata Istanbul nel periodo imperiale ottomano. Oggi, dell'antico Ippodromo costruito da Settimio Severo, e successivamente ampliato da Costantino, resta, purtroppo, realmente poco.

Anche se parzialmente devastato da rivolte e saccheggi, questa attrazione conserva ancora alcuni tra i monumenti più importanti della capitale turca: il leggendario Obelisco di Teodosio (dedicato all'imperatore Teodosio I); la Colonna Serpentina proveniente dal Tempio di Apollo a Delfi, in Grecia; la Colonna di Costantino, di provenienza ignota.

Si trova accanto alla Moschea Blu, a 5 minuti a piedi dal museo di Santa Sofia imboccando Sultan Ahmet Parki, altrimenti con il tram 11 d aZeytinburnu Station, direzione Kabatas, dopo 15 fermate scendere a Sultanahmet - Ottieni indicazioni

4 - Aya Sofya

hagia sophia museumaya sofia istanbulTra i più importanti simboli di Istanbul, la Basilica Santa Sofia è famosa non solo per la sua complessa vicenda storica, ma anche per essere una delle più grandi opere architettoniche al mondo, per dimensione e bellezza.

Costruita tra il 532 e il 537 per volere di Giustiniano, per la sua costruzione furono impiegati marmi policromi, materiali e pietre preziosi, persino colonne provenienti dai templi di Diana a Efeso e di Atene in Egitto. Mehemet il Conquistatore la volle trasformare in una moschea; ecco perché la presenza di minareti, minbar e grandi dischi circolari alle pareti con impressi in turco i nomi sacri musulmani. Nel 1935 Ataturk, padre della nuova Repubblica turca, la trasformò in un museo. Da poco, invece, la splendida Basilica è stata nuovamente riconvertita in moschea.

La caratteristica principale è l'immensa cupola centrale (831 m di diametro), apparentemente priva di sostegni, che conferisce allo spazio interno dell'edificio una grande leggerezza in contrasto con l'esterno piuttosto tozzo e pesante. All'interno si possono ammirare pregevoli mosaici risalenti al periodo bizantino.
VEDI ANCHE: Visita alla Basilica Santa Sofia: Come arrivare, prezzi e consigli

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: 20 minuti a piedi dalla Stazione Centrale percorrendo Alemdar Cd. In alternativa prendere il tram 1 oppure l'autobus 81, BN1, BN2, YT-1 - Ottieni indicazioni
  • Orari: da metà aprile a fine ottobre tutti i giorni 9:00-19.00, restanti mesi mar-dom 9:00-17:00, lun chiuso
  • Costo biglietto: 100,00 TL (€13,50), i bambini di età inferiore a 8 anni entrano gratis

5 - Palazzo Topkapi

istanbul turchia bosforo oriente 2 1topkapi palace esternoPer secoli fu la residenza dei sultani ottomani. Il Palazzo Topkapi venne concluso nel 1478, 25 anni dopo la presa di Costantinopoli da parte delle armate del sultano ottomano Mehmet II. La sua ubicazione non serviva solo a ribadire la supremazia dell'impero, ma anche a controllare il traffico marittimo in transito tra Mar Nero e Mar Mediterraneo.

Si presenta come una cittadella, costituita da un insieme eterogeneo di chioschi, harem, corridoi, belvedere, ampi cortili abbelliti da giardini rigogliosi e fontane dove abitarono 26 dei 36 sultani dell'Impero Ottomano. Nel 1924 Topkapi venne trasformato in Museo e oggi è visitabile al pubblico.

Le "chicche" della residenza (per le quali si deve fare biglietto e fila a parte!) sono l'harem e il Tesoro Imperiale dove sono conservati abiti, armi e preziosi del sultanato tra cui il Pugnale del Topkapi e il Diamante Kasicki da 86 carati.
VEDI ANCHE: Visita al Palazzo Topkapi: orari, prezzi e consigli

harem palazzo topkapiEvita la calca: il sito è vasto e l'affluenza di turisti enorme. Meglio andare presto la mattina e cercare di visitare l'harem e la sala del tesoro subito, oppure nell'orario della pausa pranzo. La soluzione migliore, vista anche la sua estensione, è il tour guidato con biglietto d'ingresso incluso, per godersi meglio il palazzo e non perdere le parti più importanti

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: partendo da Sultanahmet, in circa 10-15 minuti, procedendo verso il Corno d'Oro, passando davanti la Basilica di Santa Sofia. In tram (T1), direzione Kabataş, fermata Gülhane - Ottieni indicazioni
  • Orari: da metà aprile a fine ottobre 9:00-19:00, restanti mesi fino 17:00. Chiuso tutti i martedì
  • Costo biglietto: Palazzo 100,00 LT (€13,00) / Harem 70,00 LT (€9,00)

6 - Museo di storia islamica della scienza e della tecnologia

istanbul museum of the history of science and technology in islamFoto di Dosseman. Museo molto interessante che racconta la storia di successi della scienza e della tecnologia del mondo Islamico, dai tempi antichi fino al giorno d'oggi.

In un'area espositiva di circa 3.500 mq, sono esposte le invenzioni, le scoperte e le opere degli scienziati islamici tra il IX e il XVI secolo, che hanno dato un contributo molto importante allo sviluppo della scienza moderna di oggi, per un totale di 585 strumenti e dispositivi.

Il museo è sviluppato su due piani: al piano superiore c'è una sala cinema dove possono essere visualizzate varie immagini sul museo, astronomia, tecnologia dell'orologio, dipartimento marittimo, tecnologia bellica e medicina; sotto si trova una sezione dove sono esposte mappe e vari disegni cartografici relativi a Miniere, Fisica, Matematica-Geometria, Urbanistica e Architettura, Ottica, Chimica e infine Geografia.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: nel quartiere storico di Sultanahmet. L'ingresso si trova sul lato del parco Gülhane Parkı. Delle zone di Sultanahmet/Fatih è raggiungibile a piedi. Dal quartiere di Beyoglu, il tram T1 (fermata Gülhane); metropolitana linea M2; autobus 80Т, 70KY, 74A - Ottieni indicazioni
  • Orari: da aprile a ottobre 9:00-19:00, da novembre a marzo 9:00-17:00, mar chiuso
  • Costo biglietto: 18,00 TL (€1,90). Gratis per i bambini fino a 8 anni

7 - Cisterna Basilica

yerebatan cisterna istanbul turchiaSpettacolare struttura sotterranea concepita come deposito d'acqua. Fatta costruire nel 532 d.C dall'imperatore Giustiniano per l'approvvigionamento idrico della città, il vasto serbatoio della Basilica Cisterna occupa quella che in principio era una basilica pagana situata al di sotto di una delle grandi piazze cittadine. Aperta al pubblico nel 1987, sono state collocate delle passerelle per consentirne la visita.

Per accedervi basta scendere una piccola scala e vi ritroverete in un tempio sommerso. Una sala di 140 metri di lunghezza per 70 di larghezza, coperta da un soffitto a volte sorretto da 336 colonne di età classica suddivise in 12 file di 28 elementi distanti 4 metri l'uno dall'altro. L'atmosfera è molto suggestiva anche grazie alla presenza dell'acqua che crea incantevoli riflessi e giochi di luce, e alla musica di sottofondo.
Da notare le due monumentali teste di Medusa, una orizzontale e l'altra capovolta, nell'angolo nord-occidentale su cui poggiano i piedistalli di due colonne.
VEDI ANCHE: Visita alla Basilica Cisterna: orari, prezzi e consigli

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: dalla stazione Marmaray Sirkec, imboccare Alemdar Cd e percorrerla per circa 15 min fino a destinazione. In alternativa, tram T1 fino a Sultanahmet - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 9:00-19:00. Chiuso fino 13:00 nel primo giorno delle festività religiose
  • Costo biglietto: 30,00 LT (€3,20)

8 - Museo d'Arte Turca e Islamica

museo d arte turca istanbulFoto di Mister No. Uno dei musei più importanti di Istanbul. Contiene oltre 40.000 oggetti e una interessante sezione etnologica.

All'interno si può ammirare un tripudio di tappeti, ceramiche, sculture, sarcofagi... E persino varie versioni del Corano e leggii dove appoggiarli.
Altrettanto interessante, la piccola sezione etnologica dove è possibile vedere le ricreazioni della vita quotidiana in diversi punti geografici e temporali della Turchia.

Visita anche il cortile: dopo la visita al museo, assicuratevi di raggiugnere il cortile, dove si trova una terrazza con vista fantastica sulla Moschea Blu! Angolatura perfetta per una bella foto ricordo.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in posizione strategica, vicino sia all'Ippodromo che alla Moschea Blu (130 m, 2 min) - Ottieni indicazioni
  • Orari: da novembre a marzo mar-dom 9:00-17:00, da aprile a ottobre mar-dom 9:00-19:00
  • Costo biglietto: 20,00TL (€2,20). I bambini fino a 12 anni hanno accesso gratuito

9 - Gran Bazaar

istanbul bazaar follaistanbul bazaar lampadarigran bazaar istanbul delicaciesmercato gran bazar colori istanbulUno dei posti più caratteristici di Istanbul, nonché il posto migliore dove fare shopping. Il Grand Bazaar, con una superficie di 31.000 mq, 18 porte, 60 strade e oltre 4.000 esercizi commerciali e laboratori artigiani, oltre a banche, ristoranti, moschee, hammam, il Kapalı Çarşı, è il mercato coperto più grande al mondo e anche uno dei più antichi. Un intricato dedalo di stradine e passaggi sovrastati da volte affrescate. Un gran trambusto e una gran confusione, questi gli elementi che meglio lo caratterizzano. Voci, colori, profumi, rumori... e merce di ogni tipo.

Parte della vita sociale ed economica di Istanbul da secoli, il Gran Bazaar è una sorta di antico centro commerciale che offre oggetti di tutti i tipi: libri antichi, tappeti, gioielli, vestiti tradizionali, stoffe, spezie, vasellame, prodotti in cuoio, manufatti in rame e ottone... Negozi e bancarelle sono organizzati per tipologia merceologica, troverete quindi la via degli orafi, la via dei ciabattini, e così via.
VEDI ANCHE: Visita al Grand Bazaar: orari, prezzi e consigli

Parola d'ordine "contrattare": non avere remore, qui è normale contrattare per ogni cosa, anche perché tendono ad alzare il prezzo con i turisti. Occhio a non perdersi: il Bazar è immenso, rimanete sulle vie principali, evitate vicoletti troppo stretti e poco frequentati da altri turisti, o quantomeno individuate dei punti di riferimento.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: 950 metri dalla Moschea Blu, 15 minuti scarsi tramite via Peykhane Cd e Yeniceriler Cd. In alternativa, alla fermata Sultanahmet, prendere il bus T1 in direzione Bagcilar e scendere a Cemberlitas - Ottieni indicazioni
  • Orari: 8:30-19:00. Chiuso la domenica e tutti i giorni di festività religiose
  • Costo biglietto: gratis

10 - Bazar delle Spezie

tee bazar spezia spezie secchispezie grand bazaar istanbulPiù piccolo ma molto più caratteristico del Gran Bazaar, il nuovo Bazar delle Spezie (Mısır çarşısı, che significa "mercato egiziano") venne costruito nel 1943 nel luogo in cui si trovava l'antico mercato delle spezie e dei profumi, nei pressi del porto di Eminönü.

Si trova in una posizione privilegiata, proprio di fronte al Ponte di Galata e dietro la maestosa Yeni Camii. Si visita in maniera piuttosto rapida, ma è comunque decisamente affascinante ed inebriante farsi ammaliare dai colori e i profumi che invadono i vicoli.

Vai dietro il Bazar: appena dietro il Bazar delle Spezie c'è la zona di Tahtakale, una sorta di continuazione del mercato all'aperto dove vengono vendute merci e prodotti di uso quotidiano. Non turistico, ma utile per avere uno "spaccato quotidiano"

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: a pochi passi da Sultanahmet; da Beyoglu tram T1 fino alla fermata di Eminonu - Ottieni indicazioni
  • Orari: lun-sab 8:00-19:00, dom 9:00-18:00
  • Costo biglietto: gratis

11 - Torre di Galata

torre di galata turchia architetturatorre di galata 1Al centro dell'antico quartiere europeo di Beyoglu, svetta la Torre di Galata (Galata Kulesi), uno dei simboli di istanbul, l'eredità più grande lasciata dai mercanti genovesi stabilitisi a nord del Corno d'Oro dal 1273. Dopo la conquista da parte degli ottomani, diventò prima una prigione e poi un punto di osservazione per avvistare gli incendi.

Misura 66 metri d'altezza e dalla sua cima (comodamente raggiungibile in ascensore) è possibile ammirare uno dei panorami più belli di Istanbul.

torre di galata seraVai all'ora della preghiera al tramonto: Il top è salire sulal terrazza panoramica all'ora del tramonto, in concomitanza con la chiamata alla preghiera. Il canto del muezzin, l'atmosfera crepuscolare e la vista dall'alto creano un effetto memorabile. All'interno, proprio sotto la terrazza panoramica, c'è anche un ristorante.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: 50 minuti con il traghetto dal porto di Kadıköy İskelesi. Metropolitana M2 fermata alla stazione Şişhane, tram storico T2 fino al capolinea, tram T1 fino alla fermata di Karakoy e poi proseguire a piedi o in funicolare F2 - Ottieni indicazioni
  • Orari: 9:00-20:00. Ristorante aperto fino 22:00
  • Costo biglietto: 25,00 LT (€2,70). I bambini fino a 6 anni entrano gratis

12 - Palazzo Dolmabahçe

dolma bache palazzopalazzo dolmabahceUno degli edifici che ricorda, per stile e caratteristiche, più l'Europa che il Medio Oriente. Palazzo Dolmabahçe (Dolmabahçe Sarayı) è un immenso palazzo ubicato sulla riva europea del Bosforo, nel quartiere di Beşiktaş, costruito intorno a metà '800 per volere del sultano Abdülmecid I, il quale riteneva ormai troppo antiquata la sede imperiale di Topkapi.

Il palazzo ricorda le grandi regge europee per sfarzo e dimensioni: 285 stanze, 44 sale di ricevimento e ben 68 bagni! Lo stile è eclettico e contiene elementi barocchi, neoclassici e rococò. All'interno vi è un tripudio di decorazioni in oro e in cristalli di Boemia, marmi, alabastri, mobili in mogano e tutto ciò che il lusso dell'epoca potesse prevedere. Si estende sul Bosforo per quasi 1 km ed è visitabile solo in parte.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: Tram T1 fermata Kabatas e poi procedere per circa 1 km tramite Meclis-i Mebusan Cd. e Dolmabahçe Cd. - Ottieni indicazioni
  • Orari: 9:00-16:00. Chiuso tutti i lunedì e giovedì, il 1° Gennaio ed il primo giorno delle festività religiose
  • Costo biglietto: 60,00 TL (€6,50), Harem 20,00 TL (€2,20)

13 - Moschea di Ortaköy

ortakoy mosque istanbulmoschea di ortaka y istanbul turchiaNon è famosa nè magnificente come Aya Sofya o la Moschea Blu, ma questa piccola moschea è davvero suggestiva e pittoresca per la sua posizione con vista spettacolare sul Bosforo.

Affacciata direttamente sull'acqua, praticamente all'ombra del ponte sullo stretto, la moschea di Ortaköy è semplice, ed è straodinariamente bella ed emozionante proprio per la sua semplicità. All'interno potrete ammirare muri color perla, ampissime vetrate e numerosi lampadari di cristallo.

Sempre aperta, chiusa solo durante le preghiere. Da Sultanahmet prendere il tram per Kabatas e poi l'autobus numero 25 in direzione di Beşiktaş (tratta Kabatas-Sariyer) - Ottieni indicazioni

Vai di domenica: sul lato della moschea non affacciato sul Bosforo c'è una piazzetta dove, la domenica, si tiene un bel mercatino dell'artigianato.

14 - Istiklal Caddesi e Piazza Taksim

istanbul tram taksim 1istanbul taksimLa zona più moderna e più di lusso di Istanbul. Istiklal Caddesi, che significa Viale dell'Indipendenza (e fino al 1923 era chiamata in francese Grande Rue de Péra) è la strada più famosa della città, frequentata da circa un milione di persone ogni giorno e lunga un chilometro e mezzo. Si tratta di una via pedonale affollata a tutte le ore del giorno e della notte, piena di negozi dei più grandi brand internazionali, ristoranti, librerie, gallerie d'arte, cinema, pub e night club. Storicamente è collegata alla presenza europea in città; per questo motivo troverete numerose chiese, ex-ambasciate, consolati, ma anche negozi di shopping "internazionale" e, se siete stanchi dei sapori mediorientali, ristoranti e locali occidentali.

Istiklal Caddesi sfocia infine in Piazza Taksim, il cuore moderno della città, importante distretto commerciale con numerosi ristoranti, negozi e hotel.

Da Sultanahmet, prendere il Tram T1 e scendere alla fermata Findikli; quindi proseguire 800 metri a piedi tramite Mebusan Ykş. e Kazancı Ykş. - Ottieni indicazioni

15 - Istanbul modern

istanbul museo arte moderna turchiaNonostante sia una meta profondamente legata alla storia, dal 2004, anche Istanbul ha un museo consacrato all'arte contemporanea. L'Istanbul Modern, sviluppato su un'area di ben 8.000 mq, è il più importante indirizzo artistico contemporaneo della città. Ed è improntato principalmente sulle opere di artisti turchi.

Affacciata sul Bosforo, la galleria nasce dalle rovine di un vecchio deposito, considerato come uno dei ritrovi artistici e culturali più alla moda. La collezione ospitata è sviluppata su due piani, ognuno dei quali è dedicato alle esposizioni temporanee e a quelle permanenti. Sono inoltre presenti una biblioteca, una sala per la fotografia ed un'altra per i video.

Ristorante panoramico: al piano superiore si trova un ristorante con terrazza, particolarmente apprezzato d'estate e ben integrato all'interno degli spazi espositivi, dove potrete pranzare con una bella vista sulla città.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: a pochi minuti a piedi da istiklal Caddesi. Raggiungibile da altre zone sulla linea M2 della metropolitana fino alla stazione di Şişhane, il tram T1 fino alla stazione di Karaköy e lì prendere la funicolare F2, o salire per la strada a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: mar-sab 10:00-18:00, gio fino 20:00, lun chiuso
  • Costo biglietto: 68,00 TL (€7,40), studenti e over65 51,00 TL (€5,55)

16 - Chiesa di San Salvatore in Chora

istanbul saint sauveur in choraFoto di Daniel Villafruela. Uno dei migliori esempi dell'arte bizantina del mondo. Costruita tra il 1316 e il 1321, la Chiesa di San Salvatore in Chora vanta affreschi e mosaici bizantini in ottime condizioni.

Proprio come accadde ad Aya Sofia, anche San Salvatore in Chora fu trasformata in moschea dopo la conquista ottomana. Durante tale dominaizone, gli affreschi e i mosaici furono ricoperti di gesso, materiale che ha favorito l'ottimo stato di conservazione di cui, fortunatamante, possiamo ancor oggi godere!

Il termine "chora" significa "fuori dalla città", perché la chiesa venne costruita fuori dalle antiche mura di Bisanzio.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: da Sultanahmet prendere la linea del Tram T1, scemdere a Topkapi e cambiare sulla ine aT4 fino alla fermata Edirnekapi. Cammianre quindi per quasi 800 metri per raggiungere la meta - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 9:00-17:00, in estate fino 19:00
  • Costo biglietto: 54,00 TL (€5,90). Gratis per i bambini fino a 9 anni

17 - Quartiere Fatih

fatih istanbul turchiaquartiere fatih istanbulUno dei quartieri più "conservatori" di Istanbul. Si tratta infatti della zona più osservante dal punta di vista religioso (le donne indossano il burqa), con al centro il monumentale complesso della Moschea di Fatih.

Passeggiare per le sue strade, e soprattutto nella zona del mercato, è un'esperienza che non può lasciare indifferenti. Qui oggi ci vivono molti immigrati provenienti dalle zone dell'estremo est anatolico, che con sè hanno portato anche le loro strepitose tradizioni culinarie regionali: Ecco perché Fatih è considerato anche come il centro gastronomico della città. E' qui infatti che bisogna venire per provare i sapori più autentici della cucina turca. Da notare le case in legno di periodo ottomano antiche di 200 anni. Uno scorcio della città davvero molto pittoresco.

Da Sultanameth, prendere il Tram T1 e scendere alla fermata Capa-Sehremini; altrimenti, per arrivare più vicini alla destinazione, scendere a Yusufpasa e cambiare con l'autobus da Aksaray fino a Emniyet-Fatih - Ottieni indicazioni

Occhio alle regole di comportamento: essendo un quartiere molto conservatore, si consiglia di osservare ancor più che in altre zone un atteggiamento pacato e rispettoso, avere un abbgliamento decoroso ed evitare effusioni.

18 - Moschea di Solimano Il Magnifico

s c3 bcleymaniye cami i minaretiLa Moschea di Solimano (Süleymaniye Camii) è la prima moschea imperiale di Istanbul. Costruita intorno al 1550, è l'opera più importante del grandissimo architetto Mimar Sinan, figura fondamentale dell'arte ottomana, paragonabile ai nostri Michelangelo e Leonardo. La Moschea di Solimano si trova su uno dei colli della città ed è raggiungibile soltanto a piedi al termine di un tratto in salita.

La posizione a dominare il Corno d'Oro la rende iconica; dal cortile posteriore si può ammirare uno splendido panorama verso Eminönü e Galata. Con il Bosforo sullo sfondo, questo maestoso edificio è un richiamo costante allo splendore e alla grandezza dell'Impero Ottomano. Inoltre, si nota da più punti della città grazie all'inconfondibile profilo costituito dall'imponente cupola e i 4 minareti. A lato dell'edificio religioso ci sono: la mensa per i poveri, la scuola coranica (madrasa), l'ospedale e un hammam tutt'ora funzionante.

Visita anche il mausoleo: in una visita alla Moschea, da vedere anche il mausoleo del sultano Solimano e la tomba dell'architetto Mimar Siman, che volle esser sepolto nella moschea da egli stesso progettata.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: 2 km (25 min circa) dalla Moschea Blu tramite Fuat Paşa Cd. Dalla zona del Topkapi, alla fermata Gülhane istasyonu, prendere il tram T1 e dopo 3 fermate scendere a Beyazıt - Ottieni indicazioni
  • Orari: 9:00-17:30. Ingresso vietato solo durante le ore di preghiera
  • Costo biglietto: gratis

19 - Quartiere Fener

istanbul turchia fenerLo storico quartiere greco, caratterizzato da strade strette e labirintiche, e tutte in sali-scendi. Fra case ottomane colorate e dalle forme più bizzarre, si trova il Rum Lisesi, il Liceo Greco Ortodosso, magnifico e caratteristico edificio in mattoni rossi che sovrasta la collina di Fener.

Inerpicandosi per una scalinata si raggiunge la sommità della collina, dove un tempo passavano le mura dell'antica Costantinopoli: è proprio qui, oggi, la Chiesa di Santa Maria dei Mongoli, conosciuta anche come la Chiesa Rossa, edificio molto importante per la storia della città.

Il quartiere si trova sull'altra sponda del Bosforo, esattamente di fronte all'Istanbul Modern. Con i mezzi, da Sultanahmet si prende il tram 1 e poi il traghetto. Molto più rapido e semplice avvalersi di un taxi che conduce direttamente a destinazione in circa 5 minuti - Ottieni indicazioni

Altre attrattive da visitare

istanbul nave turchia 1 1Sicuramente più volte vi ritroverete a passeggiare sul Ponte di Galata (Galata Köprüsü) che collega il quartiere di Galata con quello di Eminönü, all'imbocco del Corno d'Oro. Permette il transito automobilistico sui lati e quello tramviario al centro, con un passaggio pedonale su due livelli, ed i pittoreschi ristoranti sui due lati. Nei pressi di Fatih, invece, vi imbatterete nell'acquedotto di Valente, di cui oggi sopravvivono 921 metri (circa 50 metri in meno rispetto all'originale).

Tra le numerose chiese, va citata la deliziosa Piccola Santa Sofia (Küçük Ayasofya Camii): molto diversa da Aya Sofya per dimensioni e caratteristiche, questa piccola moschea conserva un fascino particolare, silenziosa, intima e visitata da pochissimi turisti (gratis). Nello stesso quartiere meritano una visita la Moschea di Sokollu Mehmet Paşa, considerata la moschea più bella della città che rivela al suo interno un ricco decoro di maioliche turchesi di Iznik, e la Cisterna di Teodosio, nel seminterrato del municipio di Eminönü, con 4 file di 8 colonne.

Oltre ai musei più ampiamente descritti, a Istanbul trovate anche il Museo di Atatürk, la casa in cui visse Atatürk (primo presidente, fondatore ed eroe nazionale turco) agli inizi del XX secolo (20,00TL/€2,20), il Museo dei Tappeti (20,00TL/€2,20) e il Museo Navale, che vanta una collezione di caicchi originali, antiche ed eleganti imbarcazioni "di rappresentanza" con cui i sultani attraversavano il Bosforo (30,00 TL/€3,20).

A poche miglia a sud-est della città, si trovano le Isole dei Principi, suggestivo arcipelago del Mar di Marmara, da molti anni eletto dalla borghesia di Istanbul a buen retiro estivo e che potrete visitare con un tour tutto compreso dalla città. Qui vivono le minoranze etniche, specie ebrei e armeni. Delle 9 isole di cui è composto l'arcipelago, 5 sono visitabili: Büyükada, la più grande e visitata dell'arcipelago; Kınalıada, la più vicina ad Istanbuli; Burgazada, dove ci sono le ville più belle; infine Heybeliada e Sedef.

Da ammirare la Torre di Leandro (Kız Kulesi che significa "Torre della ragazza"), si tratta di una torre che si trova su un minuscolo isolotto all'imbocco del Bosforo, di fronte alla costa di Üsküdar. Molte leggende aleggiano attorno la sua origine. Dal 2000 ospita un ristorante.

10 cose da fare a Istanbul

Piatti tipici locali
Bus turistico
Spettacolo di dervisci rotanti
Relax in un hammam
Foto alla Rainbow Stairs
Vista dal Seven Hills Hotel
Foto al Karakoy
Visita gli stadi di calcio
1/10

  1. Crociera sul Bosforo: per ammirare Istanbul da un'altra prospettiva, vi consigliamo una crociera sul Bosforo, soprattutto al tramonto! In alternativa, potete optare per una cosa più romantica, come una crociera al tramonto su yacht di lusso
  2. Piatti tipici locali: un'esperienza assolutamente da provare quella di una cena tradizionale in casa con famiglia del posto, dove potrete avvicinarvi alla cultura locale e assaggiare i veri piatti della tradizione. Qui maggiori info
  3. Bus turistico: se avete poco tempo per visitare la città o volete godervi un giro panoramico, vi consigliamo di viaggiare sull'autobus turistico, con fermate vicino alle principali attrazioni
  4. Spettacolo di dervisci rotanti: lo spettacolo dei dervisci rotanti è davvero ammaliante! I dervisci danzano eseguendo movimenti ipnotici che nascondono una simbologia e una spiritualità ricercata e profonda. Info e prezzi qui
  5. Relax in un hammam: dopo tanto camminare e visitare, niente di meglio di un bel trattamento in un tipico hammam. Ce ne sono diversi, alcuni bellissimi per i turisti, ma per un'esperienza davvero autentica vi consigliamo di provarne uno pubblico (da €30,00 in base ai trattamenti scelti). Il più famoso è il Cemberlitas Hamami, nel quartiere Fatih
  6. Foto alla Rainbow Stairs: alla ricerca di foto instagrammabili? Le Rainbow Stairs sono delle scalinate tutte colorate, ricordando appunto un arcobaleno. Si trovano a circa un km dalla Torre di Galata
  7. Vista dal Seven Hills Hotel: questo hotel ha una delle terrazze panoramiche più belle sulla città. Per salire non serve essere ospiti, ma potrete pranzare o cenare nel ristorante dell'hotel per poi approfittare della vista sulle principali attrazioni di Istanbul
  8. Caffè da Hafiz Mustafa: si tratta di uno dei locali più amati dagli abitanti del posto! Elegante e ricercato, qui potrete bere un buon caffè accompagnato da ottimi dolci della tradizione turca, tra cui una delle migliori Balaklava di Istanbul
  9. Foto al Karakoy: un altro dei luoghi più instagrammabili di Istanbul, conosciuto anche come "Umbrella Street". L'intera via è infatti ricoperta da ombrelli colorati, dove potrete anche fermarvi a bere un caffè. Si trova tra il Bazaar delle spezie e la Moschea di Solimano
  10. Visita gli stadi di calcio: se sei un appassionato, qui puoi vedere gli stadi delle 3 squadre più importanti della città: il Fenerbahçe, il Beşiktaş e il Galatasaray

Organizza il tuo soggiorno a Istanbul: voli e hotel

moschea cami preghiera istanbulPer Istanbul ci sono voli diretti di circa 2,5 ore (confronta i voli da €62,00). La città gode di un buon clima tutto l'anno, ma se non sopportate il caldo estremo, evitate il periodo estivo, preferite invece autunno e primavera.

La scelta più comoda per visitare il centro è alloggiare nel quartiere Sultanahmet, a pochi passi dai più importanti monumenti (confronta gli alloggi su Bookig.com da €15,00), se invece volete alloggiare in hotel moderni e lussuosi e con servizi di ogni tipo e livello, optate allora per Taksim, la zona dove divertirsi la sera e fare le ore piccole. Il modo migliore per vivere e respirare appieno l'atmosfera della vita quotidiana di Istanbul è sicuramente quello di spostarsi a piedi. Per muovervi tra i vari quartieri della città, meglio usare i mezzi, spesso molto affollati, quindi preparatevi a stare un po' stretti. Tra tutti, meglio metro, tram e traghetti, sconsigliato invece l'autobus, per questioni di traffico e tragitto.

Se viaggiate con bambini, ci sono diverse attività a loro dedicate, oltre al fatto che nella maggior parte delle attrazioni entrano gratuitamente o hanno ingressi agevolati. Preventivate comunque una tappa all'Istanbul Sea Life Aquarium e al Miniaturk.

Se invece viaggiate low costo, Istanbul è una città alla portata di tutti! I Bazar, alcune moschee, i quartieri, il ponte di Galata e le loro magiche atmosfere sono tutte bellezze di cui potete usufruire gratuitamente. Inoltre, potrete mangiare in locali tipici o assaggiare lo street food a ottimi prezzi!