Visita alla Basilica Santa Sofia di Istanbul: Come arrivare, prezzi e consigli

Cerchi consigli per visitare la Moschea Santa Sofia di Istanbul? Ecco info su come arrivare, prezzi, orari e una guida per un tour completo in poco tempo

basilica santa sofia istanbulLa Basilica di Santa Sofia è uno dei luoghi più spettacolari della Terra. Famosa in tutto il mondo per i suoi splendidi mosaici bizantini, questa imponente ex-chiesa situata nel cuore di Istanbul è una di quelle tappe a cui almeno una volta nella vita si deve arrivare. Nata come luogo di culto cristiano, poi divenuto moschea, oggi la Basilica di Santa Sofia è un museo che richiama turisti da ogni parte del mondo, che accorrono per vedere le sue meraviglie. Per visitarla non servono chissà quali motivazioni, dovrebbero bastarvi solo le immagini dei suoi ricchi interni, ma è comunque bene approfondire qualcosa prima di visitarla. State già facendo la valigia, vero? Bene, allora ecco quello che dovete sapere su come raggiungerla.

VEDI ANCHE: 10 cose da vedere a Istanbul

Come arrivare

La Basilica si Santa Sofia si trova in una posizione molto comoda per essere raggiunta sia con i mezzi pubblici che a piedi. Attenzione al fatto che tutti i mezzi di trasporto non fermano davanti all'edificio, ma a qualche centinaio di metri, quindi dovrete fare un po' di strada a piedi.

VEDI ANCHE: come muoversi a Istanbul

  • A piedi: dalla Stazione Centrale percorrere Alemdar Cd per circa 20 min - Ottieni indicazioni
  • In bus: 81, BN1, BN2, YT-1
  • In metro: tram T1

Costi e orari

La Basilica di Santa Sofia è aperta per 6 giorni alla settimana con orario continuato dalla mattina fino al tardo pomeriggio-sera. A seconda del periodo del vostro viaggio fate attenzione all'orario di chiusura: in inverno infatti la Basilica chiude un paio d'ore prima rispetto all'estate.

  • Orari: inverno mar-dom 9:30 - 17:00. Estate mar-dom 9:30 - 19:00
  • Biglietto intero: Great Palace Mosaic Museum 15 TRY (€3,00). Kariye Museum 30 TRY (€6,00), Tethiye Museum 5 TRY (€1,00) - Acquista online
  • Riduzioni: ingresso gratuito per i minori di 6 anni
  • Varie ed eventuali: la sezione che comprende il Kariye Museum è chiusa fino al 31/12/2018

Tour, visite guidate e biglietti online

Visitare la Aya Sofia: Consigli utili

santa sofia info visitarePer visitare la Basilica di Santa Sofia non servono particolari accortezze. Oggi infatti il museo non è più considerato luogo di culto, quindi non correrete il rischio di infrangere qualche regola sull'abbigliamento.

  1. Alzatevi presto: il momento migliore per visitarla è la mattina presto. Cercate di arrivare prima delle 11:00 per evitare la folla
  2. Acquistate la city card: se avete il Tourist Pass Istanbul non vi servirà fare il biglietto. La visita alla Basilica di Santa Sofia infatti è compresa nel circuito
  3. Biglietto prioritario: acquistate il biglietto con ingresso prioritario per evitare le interminabili code
  4. Occhio alle restrizioni: valgono tutte le regole che si dovrebbero rispettare in un normale museo, quindi attenzione alle fotografie e a non introdurre cibo
  5. Tempo minimo: in generale più tempo ci impiegate è meglio è. Cercate di dedicarle almeno due ore

Cenni storici, curiosità e info pratiche: cosa sapere sulla Santa Sofia in breve

istanbul come arrivareLa storia della Basilica di Santa Sofia è piuttosto complessa. Nata per volere dell'imperatore Giustiniano nel 537 d.C., la Basilica prende il nome da "Sophia", cioè dalla sapienza (di Dio). Questo luogo ha visto al suo interno una miriade di religioni e culti diversi: dal 537 al 1437 fu una cattedrale ortodossa, dal 1204 al 1261 divenne una cattedrale cattolica, mentre dal 1435 al 1931 fu una moschea ottomana. Sconsacrata nel 1935, divenne poi il museo che oggi conosciamo.

La chiesa è di circa 1.000 anni più antica di San Pietro, luogo di culto cristiano per eccellenza. Anche la sua cupola, che è parte del Patrimonio dell'Umanità, ha un primato ad oggi indiscusso: è alta ben 56 metri e misura 30 metri di diametro. Tuttavia c'è da dire che quella che vediamo oggi non è la cupola originale dell'inaugurazione: nel 559 d.C. infatti un forte terremoto fece crollare la cupola originaria, che venne poi ricostruita.
Quello che spicca sono sicuramente le numerose decorazioni, che all'inizio consistevano in disegni su lastre di marmo. Nel IX secolo però vennero aggiunte nuove immagini, tra le quali quella di Cristo, visibile nella cupola centrale, i santi prientali, i profeti ed i padri della Chiesa.

VEDI ANCHE: cosa vedere a Istanbul in un giorno

Non hai ancora prenotato volo e hotel? Consulta le nostre offerte!


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su