Sun Voyager

Cosa vedere a Reykjavik in 3 giorni

Cosa vedere a Reykjavik in 3 giorni. Itinerario dei posti da non perdere assolutamente. Consigli utili per visitare Reykjavik in un weekend!

Sun VoyagerCapitale più settentrionale al mondo nonché capitale dell'Islanda, è la città più abitata della nazione, cuore politico ed economico dell'isola. Giovane e in piena espansione è diventata una delle mete turistiche preferite degli ultimi anni grazie ai suoi fantastici paesaggi fiabeschi, ai suoi colori, alle sue riserve naturali, alla ricchezza d'arte e alle istituzioni culturali che la caratterizzano.
Ecco un itinerario per visitare Reykjavik in 3 giorni!
VEDI ANCHE: 10 cose da vedere assolutamente a Reykiavik cosa vedere a Reykjavik in un giorno

Prima di partire: consigli utili

  • Quando visitare Reykjavik: il clima è abbastanza freddo (-10 in inverno, max 20 in estate), le precipitazioni sono piuttosto comuni così come il vento. Per vedere le aurore boreali i mesi migliori sono Settembre ed Aprile. Per il resto, la città offre eventi tutto l'anno: il Reykjavik Arts Festival nel mese di Giugno, Il Reykjavík International Film Festival, tra fine settembre e inizio Ottobre, l'Iceland Airwaves Music Festival a Ottobre - maggiori info sul clima a Reykjavik.
  • Come arrivare: l'aeroporto più vicino a Reykjavik è l'Aeroporto Internazionale di Keflavík (Voli da €200,00 - guarda le offerte). Il collegamento con il centro città, che si trova a circa 50km, è il Flybus, (45 minuti, prezzo circa 5.499 ISK - €40,00 andata e ritorno); è possibile acquistare il biglietto online o direttamente in aeroporto.
  • Dove dormire: Reykjavik è molto compatta. Se si desidera essere nel cuore della città consigliamo il quartiere di Midborg, se si vuole cercare un soggiorno leggermente più economico suggeriamo il quartiere di Hildar leggermente lontano dal centro oppure i quartieri Vesturbær e Laugardalur anche se in questo caso il centro dista all'incirca 20-30 minuti a piedi - Hotel e b&b a partire da €90,00 a camera - guarda le offerte.
  • Come muoversi: è facilmente visitabile a piedi. In alternativa, i mezzi consigliati sono gli strætó, bus dal caratteristico colore giallo composti da 23 linee. Non offrono corse notturne, il prezzo del biglietto per ogni singola corsa è di 364,18 ISK (circa €3,62) - maggiori info su come muoversi a Reykjavik
  • City card: consigliamo l'acquisto della City Card di Reykjavík (da €31,00)che vi permetterà di girare gratuitamente sugli autobus e di visitare la maggior parte delle attrazioni anch'esse gratuitamente o con diversi sconti. Ovviamente, per visitare le bellissime riserve naturali che offre questa nazione bisognerà spostarsi da Reykjavik, e la soluzione più comoda è senza dubbio il noleggiare un'auto.

Giorno 1

Mostra Mappa

1 - Mattina: Colazione, Chiesa di Hallgrímskirkja e statua di Leifur Eiríksson

Chiesa di HallgrímskirkjaPassiamo il nostro primo giorno alla scoperta del centro di Reykjavik. Dopo esserci goduti una colazione al Reykjavik Roasters, classico caffè hipster con arredi vintage per un costo di circa 500 ISK (circa €4,00), a pochi metri troveremo quello che potremmo chiamare il simbolo della città: la Chiesa di Hallgrímskirkja. Alta quasi 75 metri, è la quinta struttura architettonica più alta d'Islanda e per questo facilmente visibile da ogni angolo della città. Costruita nel 1945 dopo la fine della seconda guerra mondiale, ci vollero 38 anni per ultimarla. Al suo interno è conservato un'imponente organo a 5.275 canne facilmente visibile in quanto l'interno della chiesa è essenzialmente semplice, quasi spoglio. Il punto di più forte interesse è sicuramente la cima della torre, raggiungibile grazie ad un ascensore presente all'interno della chiesa, dalla quale sarà possibile godere di un fantastico panorama di tutta la città e dei suoi dintorni. Il costo del biglietto è di circa 900 ISK (circa €8,00) per gli adulti e di 100 ISK (circa €1,00) per bambini dai 7 ai 14 anni.
Proprio di fronte alla chiesa è visibile la statua di Leif Erikson, il primo esploratore a sbarcare in Nord America ben 500 anni prima di Colombo.

2 - Pomeriggio: Pranzo e The Culture House - Museum

A pochi minuti a piedi dalla chiesa troviamo il Café Loki, dove suggeriamo di fermarvi per un pranzo tipico islandese, specialmente a base di pesce, per un costo di circa 1800 ISK (circa €13,00). A cinque minuti a piedi arriveremo quindi alla The Culture House - Museum che fa parte del National Museum of Iceland dal 2013. Ex casa della cultura, offre mostre che trattano della storia islandese; ma essendo anche un centro culturale, al suo interno è possibile visitare una bellissima biblioteca dove non sarà raro vengano messi in mostra dei manoscritti antichi. Essendo come spiegato un'istituzione facente parte del National Museum, acquistando il biglietto d'ingresso, esso sarà valido per entrambe le attrazioni. Il museo è aperto dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 17:00, il costo è di 2.000 ISK (circa €15,00) per gli adulti, di 1.000 ISK (circa €7,50) per gli Over 67 mentre è gratuito per i minori di 18 anni.

3 - Sera: Sun Voyager, cena e Harpa Concert Hall

Sun VoyagerCon la luce del sole che a questo punto starà scemando ci dirigiamo verso la Sun Voyager, enorme scultura in acciaio inossidabile di Jón Gunnar Árnason raffigurante una barca su base in granito. Con quest'opera l'artista intendeva raffigurare una nave dei sogni per trasmettere un sogno di speranza, progresso e libertà. Questo è il momento migliore per ammirarla, perché se si è fortunati la si potrà ammirare con un fantastico tramonto sull'Oceano Atlantico.
A meno di 10 minuti a piedi non rimane che visitare l'Harpa Concert Hall. Uno dei principali punti di riferimento di Reykjavik, centro della cultura e dei congressi, è una struttura interamente costruita in vetro che prende ispirazione dai bellissimi paesaggi basaltici islandesi. La sera è sicuramente il momento più suggestivo per visitarla, in quanto grazie alla facciata di vetri colorati si creano dei fantastici giochi di luce che poi riflettono sull'oceano. Al suo interno è possibile anche cenare in un esclusivo ristorante, il Kolabrautin, che combina cucina Islandese e mediterranea per un costo a partire da 9800 ISK (circa €71,00).
Il ristorante chiude alle 22:00, mentre la struttura rimane aperta al pubblico fino alle 24:00; il costo del biglietto per visitarla è di 1.500 ISK (circa €12,00).
VEDI ANCHE: visita alla Harpa Concert Hall - come arrivare, prezzi e tour guidati

In sintesi:

  • Luoghi visitati: Chiesa di Hallgrímskirkja (€8,00 con ascensore), statua di Leifur Eiríksson (gratis), The Culture House - Museum (€15,00), Sun Voyager e Harpa Concert Hall (€12,00 con guida)
  • Card, ticket e tour consigliati: Reykjavik City Tour a piedi
  • Dove mangiare: Colazione presso Reykjavik Roasters (Ottieni indicazioni), Pranzo presso il Café Loki (Ottieni indicazioni), Cena presso il Kolabrautin (Ottieni indicazioni)

Giorno 2

Mostra Mappa

1 - Mattina: Colazione e National Museum of Iceland

Il nostro secondo giorno comincia al National Museum of Iceland. Il Museo Nazionale è stato istituito il 24 febbraio 1863 e durante il tempo ha spesso cambiato nome fino a diventare un'unica istituzione dal 2013 quando ha acquisito anche il The Culture House - Museum. Le mostre ospitate sono varie, ma una è sempre presente dove vengono esposti vari reperti ritrovati in diverse zone dell'isola, e dove viene raccontata la sua storia dai vichinghi ad oggi. Al piano terra del museo è presente una caffetteria, il Café Kaffitár, dove sarà possibile fare colazione prima di procedere alla visita per un costo di circa 450 ISK (circa €3,50).
Come detto nell'itinerario del pomeriggio della giornata di ieri, il biglietto acquistato per il The Culture House - Museum ha validità anche al National Museum e viceversa; gli orari di apertura e i costi sono pertanto i medesimi.

2 - Pomeriggio: Pranzo e Cattedrale di Cristo Re

Finita la nostra visita al museo, spostandoci a piedi per nemmeno cinque minuti possiamo goderci, per un costo a partire da 4000 ISK (circa €30,00), un pranzo completo al Mìmir Restaurant, ristorante conosciuto per l'uso esclusivo di ingredienti naturali islandesi.
Concluso il nostro pranzo ci rechiamo alla Cattedrale di Cristo Re. La cattedrale dista poco meno di un quarto d'ora a piedi, nel caso non si voglia camminare consigliamo l'utilizzo del'autobus 11, molto comodo in quanto il punto di partenza è esattamente di fronte al ristorante, la fermata Hotel Saga, e in circa 10 minuti ci porterà a 5 minuti dalla nostra destinazione. La Cattedrale di Cristo Re, ovvero chiesa di Landakotstún, è il principale luogo di culto cattolico non solo di Reykjavík ma di tutta l'Islanda. Completata nel 1929, anno della sua consacrazione, dall'architetto islandese Guðjón Samuelsson, lo stesso che ha realizzato anche l'Hallgrímskirkja, è realizzata in un completo stile neogotico; prende il suo nome dal nome di una delle tre campane presenti nella cella campanaria.

3 - Sera: lago Tjörnin, Municipio e Cena

lago TjörninPartendo dalla Cattedrale ci dirigiamo verso la città vecchia. Come prima ci sono due opzioni: la destinazione è a circa 10 minuti sia a piedi che con i mezzi; nel caso si voglia optare per il trasporto pubblico l'autobus che prenderemo sarà il 13, alla fermata Hofsvallagata/Hávallagata proprio in fronte alla Cattedrale, fino alla fermata Ráðhúsið. Ci troveremo così in uno dei quartieri più antichi e centrali di Reykjavik, e passeggiando tra edifici e giardini caratteristici ci troveremo ad ammirare il lago Tjörnin, perfetto luogo per un momento di relax godendo della bellezza della natura.
Nel parco circostante troviamo il Municipio, sede del sindaco e dei funzionari cittadini ha al sua interno una bellissima mappa 3D dell'Islanda. É accessibile gratuitamente dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 19:00 e dalle 12:00 alle 18:00 il sabato e la domenica.
Conclusa questa passeggiata pomeridiana è giunto il momento di cenare; suggeriamo lo Skúli Craft Bar, proprio a due passi dal Municipio, locale confortevole dove potrete trovare le birre più premiate dell'isola a partire da circa 1000 ISK (circa €7,50)

In sintesi:

Giorno 3

Mostra Mappa

1 - Mattina: Parco nazionale di Thingvellir

Parco nazionale di ThingvellirChiunque si rechi in Islanda, per qualsivoglia motivo, non può andarsene senza aver visitato il Circolo d'Oro, percorso di circa 300 chilometri che include tre tappe in quelle che sono le riserve naturali di più interesse dell'isola. Il percorso è molto facile, ma uscendo dalla città va da sé che per affrontarlo le uniche soluzioni siano noleggiare un'auto o affidarsi ad uno degli innumerevoli tour guidati da Reykjavik (da €99,00 a persona). Per quanto concerne il noleggio dell'auto sono molti gli autonoleggi ai quali potersi rivolgere, ma essendo i prezzi non molto economici consigliamo di noleggiare l'auto avvalendosi delle offerte delle grandi compagnie internazionali; i prezzi variano in base alla stagione, si parte comunque da circa €60,00 al giorno. Seguendo le chiare indicazioni stradali partendo da Reykjavik, in poco più di 40 minuti giungeremo al Parco Nazionale di Thingvellir, uno dei due siti patrimonio dell' Unesco islandesi, dove nel 930 venne fondato l'Alþingi, il più antico parlamento del mondo. Qui maggiori info su cosa vedere e come arrivare al Parco di Thingvellir.
L'attrazione per eccellenza di questo parco è sicuramente la Silfa Fissure (snorkeling con guida da €125,00 - acquista online), una spaccatura tra le faglie continentali, lunga circa 5 km, dove è possibile ammirare anche la cascata Öxaráfoss.

2 - Pomeriggio: Pranzo e Gullfoss Waterfall

Gullfoss WaterfallLa seconda tappa del circolo, a poco più di un'ora di strada dove arriveremo nel primo pomeriggio, è la Cascata Gullfoss. Soprannominata "la regina delle cascate islandesi" è sicuramente la più famosa ed imponente dell'isola; una delle caratteristiche principali è sicuramente quella di poterla vedere dall'alto invece che dal basso. Se si è fortunati, oltre che a godere dell'inebriante nebbiolina che si crea dagli schizzi d'acqua sarà anche possibile ammirare dei bellissimi arcobaleni. Nelle prossimità della cascata è presente il Gullfosskaffi Ehf: un ristorante abbastanza economico, circa 450 ISK (circa €3,50) in cui potersi fermare per una breve pausa pranzo.

3 - Sera: Haukadalur e Cena

Haukadalur Terza ed ultima tappa del circolo è l'area geotermale di Haukadalur, dove sono presenti due famosissimi geyser: Geysir e Strokkur. Il primo è il più grande geyser d'Islanda nonché il più famoso al mondo; ha circa 8.000 anni e i suoi getti erano tra i più alti mai visti, ma purtroppo è ormai dormiente da diversi anni; il secondo è più piccolo ma molto attivo, erutta infatti ogni 10 minuti circa con getti alti più di 20 metri.
A questo punto si sarà fatto tardo pomeriggio quasi sera, nell'area di Haukadalur è presente il Geysir Center dove è possibile fermarsi per una velocissima cena tipica a base di zuppa, dal costo di 1550 ISK (circa €11,50), al Supa Geysir prima del ritorno in città.

In sintesi:

Quanto costa un weekend a Reykjavik

Nonostante negli ultimi anni il turismo in Islanda si sia molto incrementato, non è sicuramente una delle mete più economiche in cui recarsi, è pertanto necessario organizzarsi per tempo e scegliere il periodo più adatto alle proprie esigenze.

  • Costi per mangiare: circa €110,00 al giorno seguendo il nostro itinerario.
  • Costi per musei e attrazioni: circa €35,00 seguendo il nostro itinerario, escluse le escursioni guidate al Circolo d'Oro.
  • Trasporti: suggeriamo di muoversi a piedi. Considerando il costo di una singola corsa (circa €3,62), consigliamo l'acquisto della City Card di Reykjavík (circa €30,00) o il pass per 24 ore da circa €6,00.
  • Hotel, alloggi e b&b: Hotel e b&b a partire da €90,00 a camera - guarda le offerte
  • Costo complessivo di un weekend a Reykjavik: da €850,00 per 3 giorni comprensivi di hotel, trasporti e attrazioni

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su