Venezia Canale Grande Gondoliere

15 Posti da visitare in Veneto

Venezia Canale Grande GondoliereIl Veneto è una regione da molti sottovalutata, ma che in realtà offre ricchezze inestimabili. Sì, perché il Veneto non è solo Verona o Venezia, ma vanta bellezze localizzate in pianura, sulle colline, al mare e in montagna, dalle antiche ville ai teatri, dai monumenti ai luoghi d'arte, dalle città d'epoca ai posti marittimi, e anche località montane rinomate per la loro suggestività. Tutti posti con differenti caratteristiche ma che, almeno una volta nella vita, meritano di essere visti.
Vediamo dunque insieme una selezione di 15 meraviglie del Veneto.

1 - Venezia e Isole della Laguna

venezia 10 Per la sua bellezza urbanistica e il suo affascinante patrimonio artistico, Venezia è fra le città italiane più amate, non a caso patrimonio dell'umanità UNESCO insieme alla sua Laguna.

Fra le attrattive che rendono unica la città abbiamo Piazza San Marco, in cui si affacciono la Basilica,il Campanile e il Palazzo Ducale dalla presenza maestosa. Fra i musei più interessanti citiamo il Peggy Guggenheim, custodisce opere di Picasso, Kandinsky, Magritte, De Chirico e Dalì. Mentre dei sei quartieri in cui è divisa la città, molto caratteristico è quello di Casaregio in cui si trova il Ghetto ebraico.

Ma ciò che rende unica Venezia sono due icone come il Canal Grande e il Ponte di Rialto, da visitare tramite un romantico giro in gondola. Delle isole maggiori della Laguna da vedere assolutamente ci sono Murano, Burano e Torcello, da scoprire tramite comodi tour in barca. Nella prima potrete conoscere i segreti della lavorazione del noto "Vetro di Murano", la seconda è famosa per l'arte dei merletti artigianali e per le sue casette colorate, Torcello è invece la più antica e misteriosa delle isole abitate.
VEDI ANCHE: Cosa vedere a Venezia

2 - Verona

verona 4Verona deve parte della sua fama alla storia d'amore fra Romeo e Giulietta, raccontata da Shakespeare e ambientata proprio nella Verona medievale. Il famoso balcone di Giulietta è infatti l'attrattiva più amata dai turisti; ma sicuramente non l'unica.

Chi ha il piacere di visitare la città, può scoprire un patrimonio di altissimo valore storico grazie ad alcune testimonianze straordinarie del periodo romano. Fra queste non possiamo non citare l'Arena, un tempo teatro di combattimenti, corride ed esecuzioni, oggi importante sede concertuale. Vi consigliamo di visitare questo posto unico acquistando in anticipo il biglietto prioritario per risparmiere tempo all'ingresso.

Altre bellezze simboliche sono l'antico Ponte Pietra, la Chiesa di San Zeno Maggiore, Piazza dei Signori e Piazza delle Erbe. Proprio in quest'ultima si erge la Torre dei Lamberti risalente ad 800 anni fa, dalla cui cima potrete ammirare una vista mozzafiato (biglietto d'ingresso online da €5,00 a persona).
VEDI ANCHE: Cosa vedere a Verona

3 - Padova

padova 1A Padova ebbe origine una imponente corrente culturale che tramuterà nel Rinascimento padovano e che influenzerà la compagine artistica dell'intera Italia settentrionale del Quattrocento. Dal 1222 inoltre è sede di una prestigiosa università che si colloca tra le più antiche del mondo. Ad impreziosire la sua nomea è anche un detto popolare che la paragona a Venezia e recita "Venezia la bella, e Padova sua sorella".

Tra le cose da vedere ci sono la Cappella degli Scrovegni di Giotto, che è il più importante ciclo pittorico del mondo, la Basilica di Sant'Antonio e Piazza delle Erbe dove affaccia il più imponente palazzo della città, il Palazzo della Ragione, il suo interno è completamente affrescato con bellissimi motivi zodiacali e religiosi. Da non perdere anche Prato della Valle, una piazza che per estensione è seconda alla Piazza Rossa di Mosca. E' formata da un'isola centrale completamente verde intorno alla quale c'è un canale caratterizzato da statue di personaggi del passato. Ai Musei Civici infine è possibile ammirare il Crocifisso di Giotto e opere di pittori veneti quali Boccaccino e Tintoretto.
VEDI ANCHE: Cosa vedere a Padova

4 - Vicenza

vicenzaE' soprannominata "la città di Palladio", dal nome dell'architetto che qui progettò la maggior parte delle sue opere, inoltre rappresenta un importante centro produttivo dal punto di vista metalmeccanico, tessile ed orafo. Proprio quest'ultimo rende Vicenza la capitale italiana della lavorazione dell'oro.

Ma a proposito dell'architetto Andrea Palladio, è inevitabile vedere nella città veneta le sue opere. Si parte da Piazza dei Signori con la Basilica Palladiana e il Palazzo del Capitanio, per poi proseguire con il Teatro Olimpico, che fu ultimato dal suo allievo Vincenzo Scamozzi. Raggiungendo poi Corso Palladio ne vedrete tanti altri, è infatti costeggiata da portici, botteghe, musei e altri edifici fatti dall'architetto. Sede della Pinacoteca civica è Palazzo Chiericati. Immancabile è una tappa a Villa La Rotonda, villa suburbana utilizzata come tranquillo rifugio di meditazione e studio. Tutta la costruzione rimanda al Pantheon di Roma, che per la prima volta nella storia venne preso come riferimento per la realizzazione di un edificio civile.
VEDI ANCHE: Vicenza: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

5 - Treviso e Asolo

trevisoAltra città da non perdere è Treviso, non troppo presa d'assalto dai turisti, qui infatti il visitatore viene particolarmente colpito dall'aria pacifica e dall'armonia della natura.

La città è legata a una lunga tradizione religiosa che l'ha interessata per lunghi secoli, e per questo conserva molte architetture religiose, tra queste c'è la Cattedrale di San Pietro, principale luogo di culto di Treviso, e la Chiesa di San Francesco, dove si possono vedere le tombe di un figlio di Alighieri e della figlia del Petrarca. Calmaggiore è la via principale, che porta da Piazza dei Signori a Piazza Duomo collegando così il cuore politico di Treviso con quello religioso.

Vi consigliamo inoltre di fare tappa anche ad Asolo, un comune in provincia di Treviso riconosciuto come uno dei Borghi più belli d'Italia, dove potrete provare i loro prodotti tipici, dagli oli ai salumi, dai liquori alle castagne. Asolo è situato tra la pianura veneta ed i Colli Asolani, e questa sua posizione permette di ammirare dei paesaggi naturali davvero unici, oltre agli scorci nel cuore del borgo.
VEDI ANCHE: Cosa vedere a Treviso

6 - Abano Terme, Arquà Petrarca e Monselice

In provincia di Padova si trovano tre comuni molto interessanti. Uno è Abano Terme, situato lungo i margini dei Colli Euganei e ne è il principale centro termale. I benefici che si ricavano dalle sue acque e l'organizzatissima struttura alberghiera rendono questa località addirittura una delle località fango-terapeutiche più importanti del mondo. Il centro storico di Abano è sviluppato attorno al Duomo di San Lorenzo, nella stessa zona ci sono gli edifici che ospitano gli uffici comunali e la biblioteca cittadina.

Poi c'è Arquà Petrarca, borgo medievale in cui il tempo sembra essersi fermato. Il nome è dovuto proprio alla scelta del poeta di passare qui i suoi ultimi anni. Il modo ideale per visitarlo è passeggiando per le sue tipiche vie, fermandosi di tanto in tanto ad ammirare i panorami dalle terrazze. Da vedere c'è la Chiesa di Santa Maria Assunta, dove si sono tenuti i funerali del Petrarca, di fronte si trova l'arca in marmo rosso di Verona contenente le sue spoglie.

Sempre molto caratteristico è Monselice il cui simbolo è il Castello, che in realtà è un complesso di edifici più una rocca. Da non perdere anche il Boschetto dei Frati e il Santuario delle 7 chiesette.

7 - Lago di Garda

lago di garda 5Sul Lago di Garda sono tante le località da vedere e le attività da svolgere. Visitate in primis Peschiera del Garda, considerato il cuore visto che da qui si possono raggiungere tutti gli altri comuni del Lago. Passeggiate per il suo centro storico e non perdete la Fortezza, gioiello d'architettura risalente al Cinquecento.

Fate tappa a Bardolino per vedere alcuni dei tramonti più belli, in particolare dal Lungolago e in inverno. A Lazise invece c'è un Lungolago che ricorda un po' Piazza San Marco di Venezia.

Non è da meno Torri del Benaco, che collega la sponda veronese con quella bresciana grazie al traghetto che giornalmente effettua la tratta. Il Castello Scaligero è assolutamente da vedere, ospita il museo etnografico sulla cultura materiale dell'alto Garda e una serra di agrumi.

Malcesine è molto frequentata durante tutto l'anno, si possono praticare la vela, il windsurf e grazie ad una funivia si può giungere a 1780 m dove funzionano attrezzati campi da sci.
VEDI ANCHE: Cosa vedere sul Lago di Garda: località, attrazioni e borghi più belli

8 - Gardaland

Quando fu aperto nel 1975 si presentava come una struttura di modeste dimensioni, oggi Gardaland è la principale attrattiva per famiglie di tutta la regione, uno dei parchi divertimenti più importanti d'Europa.

A Gardaland sono presenti numerose aree tematiche e 37 attrazioni, per tutti i gusti. Per i più piccoli c'è l'Ortobruco Tour, la Monorotaia e Baby Pilota. Per una bella scarica di adrenalina invece ci sono le montagne russe di Fuga da Atlantide, le Jungle Rapids a bordo di grandi gommoni e il percorso acquatico del Colorado Boat tra montagne rocciose e cascate ripide. Per i più temerari sono assolutamente da fare le Blue Tornado, le montagne russe che richiamano il volo di un aereo militare. Ma non solo giostre, visitate il Sea Life Aquarium, sarà come immergersi in un affascinante universo marino attraversando un tunnel trasparente con un vetro a separarvi dagli squali.

Trattandosi del parco divertimenti più visitato d'Italia, è probabile che incontrerete lunghe file all'ingresso, pertanto non dimenticate di acquistare in anticipo il biglietto salta fila.
VEDI ANCHE: Visita al Parco divertimenti Gardaland: info, prezzi e consigli utili

9 - Spiagge di Jesolo, Caorle, Bibione, Cavallino Treporti

bibione 1Anche il mare in Veneto merita una speciale menzione. Jesolo è la punta di diamante del turismo balneare ed è anche famosa per essere una località pet-friendly dove non mancano le spiagge per cani attrezzate con guinzagli, ciotole e doccette.

C'è anche Caorle, incastonata tra le foci dei fiumi Livenza e Lemene. Questa cittadina offre oltre 250 strutture alberghiere, numerose case-vacanza, villaggi turistici e campeggi. Si possono inoltre effettuare escursioni in barca dalla Laguna di Caorle in mezzo alla natura incontaminata.

Non può mancare Bibione, qui la spiaggia è la prima in Italia dove è vietato fumare. Un altro comune che si basa soprattutto sul turismo estivo è Cavallino Treporti, dalla lunghissima spiaggia di sabbia fine. Qui sono presenti circa 30 villaggi-campeggi di ogni dimensione e pochi alberghi. Quando le giornate non sono adatte alla balneazione i turisti ne approfittano per raggiungere Venezia e la Laguna grazie alle motonavi che partono dal terminal di Punta Sabbioni.

10 - Ville Venete nella Riviera del Brenta

villa pisaniLa Riviera del Brenta vanta un elevato valore storico-paesaggistico per la presenza di numerose ville. Andrea Palladio, Vincenzo Scamozzi, Giuseppe Jappelli e Giambattista Tiepolo sono solo alcuni degli illustri nomi che hanno contribuito a rendere incredibilmente interessante questo luogo.

Tra le principali visitabili c'è Villa Pisani a Stra, detta anche "La Nazionale". Ospita un museo che conserva arredi del Settecento e Ottocento, il suo giardino è stato premiato come "parco più bello d'Italia" nel 2008.
Villa Widmann è invece a Mira e viene utilizzata per eventi culturali e mondani. Comprende un vasto parco con la serra arricchito da statue, numerose specie arboree, volatili ed un laghetto.
Opera di Palladio è Villa Foscari, detta "La Malcontenta".
Altre ville venete importanti sono: Villa Mocenigo, Villa Foscarini Rossi e Villa Sagredo.

Il modo perfetto per ammirare queste spettacolari ville è tramite una crociera fluviale giornaliera in partenza da Venezia o da Padova, che vi consente di navigare fra piccoli villaggi e ponti girevoli, facendo sosta nelle principali ville.

11 - Chioggia e Delta del Po

chioggia 1Chioggia è un caratteristico comune che sorge all'estremità meridionale della Laguna veneta, su di un gruppo di isolette divise da canali e collegate fra loro da ponti. Per le sue caratteristiche urbanistiche molto simili è denominata "la piccola Venezia".

Da vedere c'è la Cattedrale di Santa Maria Assunta, la Porta Garibaldi che segna l'accesso al centro della città rinascimentale, la Torre dell'Orologio dalla quale è possibile ammirare in maniera assoluta l'orologio al quinto pianto e al settimo una fantastica vista della città, poi il Ponte Vigo e il tradizionale mercato del pesce che si tiene tutti i giorni con circa 30 pescivendoli.

Ma il Veneto ha ancora tanto da offrire, in questa regione sfocia il fiume Po, e la zona del Delta del Po è la porzione di territorio più giovane d'Italia. Sorge inoltre il Parco regionale veneto del Delta del Po, dove si trova la più vasta estensione di zone umide protette d'Italia e ne fanno parte alcuni comuni della provincia di Rovigo. Qui natura e cultura si intrecciano offrendo al visitatore un paesaggio inedito e sorprendente.
VEDI ANCHE: Chioggia: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

12 - Bassano del Grappa e Marostica

bassano del grappa 1Situati in provincia di Vicenza, Bassano del Grappa e Marostica meritano di essere visti per il loro legame con le tradizioni e la storia. Marostica è nota a tutti per la partita a scacchi che viene svolta nella piazza cittadina con personaggi viventi. Proprio per questo è anche chiamata "la città degli scacchi".

In questa stupenda cittadina avrete l'occasione di vedere bellezze architettoniche, storiche e paesaggistiche. Il Castello Superiore e il Castello Inferiore sono il simbolo della città, uniti da mura percorribili.

E' Altrettanto meritavole il borgo di Bassano, da visitare in una giornata o un weekend. Non perdetevi il ponte vecchio, il Museo Hemingway e della Grande Guerra, il Museo degli Alpini. Nel centro storico fermatevi al Castello degli Ezzelini, al Duomo e non potrete non notare la maestosa Torre civica.
VEDI ANCHE: Bassano del Grappa: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

13 - Dolomiti Bellunesi: località sciistiche e laghi

dolomiti bellunesiDelle Dolomiti Bellunesi ne rimarrete incantati, soprattutto se siete amanti delle imponenti montagne.

Partendo da Cortina d'Ampezzo, perfetta sia in estate che in inverno. Molti la visitano per trascorrere la propria settimana bianca, ma solo chi si addentra nel borgo ha l'occasione di viverne la parte storica. Visitate la Basilica dei Santi Filippo e Giacomo, Corso Italia, la via glamour per eccellenza, il Museo Paleontologico Rinaldo Zardini e il Museo Etnografico Regole d'Ampezzo.

Tra le cime più famose ci sono anche le Tre Cime di Lavaredo, considerate fra le meraviglie naturali maggiormente note nel mondo dell'alpinismo tanto che la cima più alta è meta delle imprese degli alpinisti più importanti.

Incastonati tra i monti ci sono anche laghi incantevoli, come il Lago di Alleghe, sulle quali acque si specchia il Monte Civetta, il Lago di Misurina, dove le particolari caratteristiche climatiche rendono l'aria adatta a chi soffre di patologie respiratorie, e il Lago di Sorapiss situato a sud-est di Cortina che si congela densamente in inverno rimanendo ghiacciato fino all'inizio dell'estate.

14 - Parco Sigurtà e Borghetto sul Mincio

parco sigurtValeggio sul Mincio è un'altra bella perla del Veneto, in questa località si trova il Parco giardino Sigurtà, un parco naturalistico di 60 ettari che ha vinto il premio di parco più bello d'Italia nel 2013 e di secondo parco più bello d'Europa nel 2015. Nei mesi di marzo e aprile si possono ammirare un milione di tulipani, rappresentano la fioritura più importante in Italia e la più ricca del Sud Europa. E' famoso anche "il viale delle rose" che ne conta 30.000 da maggio a settembre, e ci sono ancora un labirinto, diciotto specchi d'acqua con piante acquatiche, immensi prati verdi e un Castello in cui sono conservate le memorie storiche, letterarie e scientifiche della famiglia Sigurtà.

Borghetto sul Mincio è invece una frazione del comune di Valeggio, inclusa fra i Borghi più belli d'Italia, che vi farà fare un tuffo direttamente nel Medioevo. Tra mulini ad acqua, alcuni ancora funzionanti, e mura antiche ha infatti saputo conservare l'aspetto di una volta, fra gli edifici più antichi c'è la Chiesa di San Marco Evangelista. Esplorate le vie del paese, conducono agli scorci più spettacolari, in primavera inoltre si può ammirare il fiume incorniciato da giardini fioriti.

15 - Strada del Prosecco tra Conegliano e Valdobbiadene

prosecco 1Ultima chicca del Veneto, ma non per questo meno importante, è la cosiddetta Strada del Prosecco, che si snoda nell'alta Marca trevigiana con il percorso principale che va da Conegliano a Valdobbiadene, considerate le due capitali del Prosecco Docg.

L'itinerario parte proprio dalla città di Conegliano, dove si può visitare l'Istituto Cerletti, la più antica scuola enologica d'Italia fondata nel 1876. Da qui, la Strada del Vino porta al primo borgo, Collabrigo, dai suggestivi panorami sui colli di vigneti, per poi proseguire verso San Pietro di Feletto, all'antico Molinetto della Croda incastrato nella roccia, e Solighetto, sede del Consorzio Tutela del Vino Prosecco Conegliano Valdobbiadene Docg. Continuando verso nord c'è l'area di Cartizze dove si ricava l'omonimo pregiato spumante, e oltrepassando Santo Stefano si giunge a Valdobbiadene.

Durante il tragitto lungo la Strada del Prosecco, a parte ammirare i paesaggi e scoprire i borghi, approfittatene per fermarvi nelle varie trattorie e osterie locali per provare i prodotti tipici e ovviamente il vino del posto.

Organizza il tuo viaggio: come arrivare e dove dormire

Raggiungere il Veneto è possibile sia in treno che in aereo, il sistema aeroportuale è costituito dagli scali maggiori Marco Polo di Venezia, Valerio Catullo di Verona e San Giuseppe di Treviso (Voli da €61,00 - guarda le offerte).

Il Veneto si presta a varie tipologie di viaggio, se volete immergervi alla scoperta dell'arte e dell'architettura nelle principali città, allora alloggiate in località che permettono di spostarvi con bus e treni comodamente, come Verona o Padova (guarda le offerte).
Se invece il vostro viaggio è all'insegna del relax vi consigliamo di soggiornare sul Lago di Garda (guarda le offerte), o se volete concedervi una vacanza estiva veneta potete scegliere località come Jesolo (guarda le offerte).

Per la classica visita a Venezia le zone migliori sono la centrale San Marco o San Paolo, uno dei quartieri più turistici (guarda le offerte). Mentre per una vacanza invernale perfetta non potete che soggiornare a Cortina per godervi la neve e le bellissime Dolomiti (guarda le offerte).

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)

Aggiornato a Ottobre 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 133 viaggiatori.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Veneto

Inserisci una domanda
Commenti sull'articolo
  • Rosaria Risalvato
    Rosaria Risalvato 09 Maggio 2016 15:23

    Venezia è una città sicuramente stupenda. Ma troppo spesso ci si dimentica delle altre meraviglie nascoste nella sua Laguna! Le piccole isole di Burano, Murano e Torcello meritano per forza una menzione quando si parla dei posti da visitare in veneto. Una più bella dell'altra, ognuna con un fascino particolare.

    Rispondi
  • Marco
    Marco 07 Giugno 2019 00:12

    Mancano all'appello Treviso e Padova, città forse trascurate, ma affascinanti e con tanta arte

    Rispondi
  • Sara Benedetti
    Sara Benedetti 13 Giugno 2019 00:55

    Ma scusate. Cortina? Cosa c'è da vedere a Cortina? Non c'è niente! Padova ha la piazza più grande d'Europa e non l'avete nemmeno inserita.

    Rispondi
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su