Italia Trevisio Fontana Statua

15 cose da vedere a Treviso: le migliori attrazioni e cose da fare

Italia Trevisio Fontana StatuaTreviso sorge nella bassa pianura veneta, in una zona ricca di risorse idriche, che giocano un ruolo fondamentale nel fascino della città. La coesistenza armoniosa tra la natura, le costruzioni umane e le numerose testimonianze storiche, rappresenta infatti il punto forte di un luogo capace d'incantare il visitatore. Ma le sue bellezze non si limitano solo alla città, ci sono infatti anche piccole perle da esplorare nei dintorni!

Scopriamo quindi insieme cosa vedere a Treviso, le migliori attrazioni e cose da fare!

Cerchi un hotel a Treviso? Abbiamo selezionato per te le migliori offerte su Booking.com.

1 - Piazza dei Signori

piazza dei signori treviso 1Piazza dei Signori è la piazza più importante di Treviso, centro culturale, storico e sociale di tutta la città. Questa, deve il suo nome alla presenza dei palazzi dell'antica Signoria trevigiana, ovvero: Palazzo del Podestà, a nord, con la Torre Civica, antica sede della Signoria, risalente al XIII secolo; Palazzo del Pretorio ad ovest; la prima sede della Biblioteca a sud, e Palazzo dei Trecento ad est, l'edificio che domina sull'intera piazza.

Qui inoltre ci sono numerosi bar e caffetterie in cui rilassarsi e concedersi una pausa tra una visita e l'altra. Si tratta anche di un ottimo luogo in cui assaggiare qualche cicchetto, ovvero piccole specialità locali che accompagnano il momento dell'aperitivo. Infine, dalla piazza inizia via Calmaggiore, la principale del centro storico, che arriva fino al Duomo.

Facilmente raggiungibile a piedi da ogni punto del centro storico e dalla stazione ferroviaria di Treviso (850 m, 10 min). Fermata di riferimento Piazza Dei Signori (linea 1 e 7) - Ottieni indicazioni

Goditi una pausa in uno dei bar storici: sotto i portici si trova il Bar Beltrame, punto di ritrovo di molti locali, ottimo per godersi un aperitivo con un bicchiere di vino o uno spritz aperol.

2 - Palazzo dei Trecento

treviso palazzo trecentoFoto di Geobia. Attorno al palazzo gravitava la vita polito-amministrativa di Treviso. Terminato nel 1268, nel corso del tempo rivestì diversi ruoli: sede del Tribunale dei Consoli, luogo delle assemblee pubbliche, luogo dove veniva amministrata la giustizia da parte del Podestà e sede del Consiglio. Il Palazzo divenne poi anche la sede della suprema assise civica, formata da trecento membri da cui deriva il nome "Palazzo dei Trecento". Nel 1944 il Palazzo fu vittima di un bombardamento che causò danni talmente gravi, che inizialmente si prese in considerazione l'ipotesi della demolizione.

Si decise però per il restauro, di cui è testimonianza una fila di mattoni più arretrati rispetto al piano dei muri perimetrali, che permette di distinguere le porzioni di pareti originali da quelle ricostruite. Oggi è sede del consiglio comunale, nonché sede di mostre ed esposizioni. SI trova proprio in Piazza dei Signori, e vi consigliamo di consultare le mostre in programma sul sito ufficiale, magari c'è qualcosa che potrebbe interessarvi.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Piazza dei Signori. Facilmente raggiungibile a piedi da ogni punto del centro storico e dalla stazione ferroviaria di Treviso (850 m, 10 min). Fermata di riferimento Piazza Dei Signori (linea 1 e 7) - Ottieni indicazioni
  • Orari: in occasione delle mostre, solo sab-dom 14:30-18:00. Consultare sito ufficiale
  • Costo biglietto: intero €5,00, ridotto €3,00

3 - Palazzo del Podestà e Torre Civica

treviso palazzo podestaFoto di Geobia. Un altro meraviglioso palazzo che fa da cornice a Piazza dei Signori è il Palazzo del Podestà, con l'imponente Torre Civica. Il Palazzo del Podestà fu costruito nel XIII secolo ma, nel corso degli anni, è stato distrutto, ricostruito e rinnovato più volte. Il nome deriva dalla sua funzione: una volta era la sede del Podestà di Treviso, che qui si trasferiva con tutta la sua famiglia. Oggi non è visitabile all'interno, in quanto ospita la Prefettura di Treviso.

Sopra il palazzo si trova la Torre Civica, considerata uno dei simboli di Treviso! E' alta circa 48 metri ed è l'edificio più alto della città. Anche la torre purtroppo non è visitabile all'interno, ma ci sono diversi progetti in campo per poterla aprire al pubblico e ai visitatori, che potranno così godere di una meravigliosa vista dall'alto della città!

Si trovano in Piazza dei Signori 22. Facilmente raggiungibili a piedi da ogni punto del centro storico e dalla stazione ferroviaria di Treviso (850 m, 10 min). Fermata di riferimento Piazza Dei Signori (linea 1 e 7) - Ottieni indicazioni

Ascolta i rintocchi della torre: per ricordare il bombardamento aereo del 1944, ogni anno il 7 aprile alle 13:00 in punto la campana suona in memoria del terribile evento.

4 - Mura e Porte di Treviso

portasantomaso3Foto di Appo92. Il centro storico di Treviso è chiuso all'interno di mura cinquecentesche, sulla quale si aprono tre porte. Porta Altinia è la prima. Collocata all'estremità meridionale della città, la sua realizzazione risale al 1514. Utilizzata per diversi anni come baluardo militare, presenta una parte superiore stile torrione mentre, sui fronti laterali, è possibile vedere i fori delle cannoniere.

Porta San Tomaso si colloca nella zona nordorientale del centro, ed è la più grande e maestosa. Eretta nel 1518, è interamente rivestita da elementi decorativiche riprendono lo schema degli archi trionfali classici. Sovrastata da una cupola fatta di legno e piombo, al centro del fronte esterno presenta una statua del leone di San Marco.

Porta Santi Quaranta è situata ad ovest della città ed è stata realizzata nel 1516. La parte centrale è ricoperta da una volta intonaca da una serie di piccoli archi mentre, la facciata esterna, è volutamente sobria e pacata in quanto, fu pensata come simbolo di un governo forte e sicuro.

Le tre porte e le mura sono facilmente raggiungibili da ogni punto del centro storico. Dalla stazione ferroviaria si accede al centro tramite Porta Altinia (400 m, 5 min) - Ottieni indicazioni

5 - Via Calmaggiore

italia trevisio fontana statua 2Via Calmaggiore è la strada principale del centro storico di Treviso. Nel Medioevo il suo compito era quello di collegare simbolicamente i due centri del potere: la Cattedrale, sede del potere spirituale, e Palazzo dei Trecento, centro di quello temporale. Lungo la via è possibile vedere numerosi palazzi affrescati, sia nelle facciate che all'interno dei portici che, susseguendosi per tutta la lunghezza della strada, ne rappresentano una delle maggiori peculiarità.

All'inizio del Calmaggiore, all'interno del palazzo Pretorio, si trovava fin dal 1559 la famosa Fontana delle Tette che, in occasione di particolare festeggiamenti, spillava vino bianco e rosso. Oggi la fontana originale è stata rimossa e collocata sotto la loggia di palazzo dei Trecento mentre, una copia funzionante, è stata posta nel cortile di una piccola galleria che collega via Calmaggiore con la piazzetta della Torre e alla calle del Podestà.

Via Calmaggiore collega il Palazzo dei Trecento con il Duomo di Treviso (distanti tra loro 400 m, 5 min). Si raggiunge facilmente da qualsiasi punto del centro storico e dalla stazione ferroviaria (1 km, 12 min) - Ottieni indicazioni

Divertiti fra shopping e locali: se volete fare un viaggio in un Paese lontano, vi consigliamo il locale Bob - Australian Vibes, specializzato in brunch. Se siete con i bambini o siete amanti del gelato, troverete un sacco di gelaterie. In una laterale, inoltre, si trova la famosa Fontana dei Tre Visi, impossibile non scattare una foto.

6 - Duomo di Treviso

facciata del duomoFoto di Didier Descouens. Il Duomo di Treviso è stata costruito su un tempio paleocristiano, di cui sopravvive oggi solo la Cripta. In stile romanico, l'edificio presenta una scalinata sulla facciata adornata da sei colonne ioniche. Al suo interno sono custodite diverse opere famose tra cui l'altare maggiore dedicato dello scultore Tullio Lombardo, e l'Annunciazione di Tiziano. A lato del Duomo si erge il Battistero di San Giovanni, piccola chiesa che fino al sec.XIX era l'unica fonte battesimale della città.

Dietro al Duomo si trova invece il Museo Diocesano d'Arte Sacra, ospitato all'interno del palazzo chiamato Canoniche Vecchie e risalente al XII secolo, che in passato fu anche la sede dei canonici della Cattedrale di San Pietro apostolo. All'interno potrete ammirare opere di diversi artisti, principalmente veneti. Qui sono anche conservati due frammenti di affreschi provenienti dal Palazzo Vescovile poco distante.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Piazza Duomo 1. Facilmente raggiungibile a piedi da ogni punto del centro storico e dalla stazione ferroviaria di Treviso (1,1 km, 13 min). Fermata di riferimento Piazza Dei Signori (linea 1 e 7) - Ottieni indicazioni
  • Orari: Duomo lun-ven 9:00-12:00 e 15:00-18:00, sab 9:00-12:00. Vietate le visite turistiche durante le celebrazioni e la Santa Messa / Museo mar-ven 9:00-13:00, sab 16:00-19:00, lun e dom chiuso
  • Costo biglietto: Duomo e museo gratis

7 - Canale dei Buranelli

canale buranelli a trevisoFoto di Roberto Ribotta. Il Canale dei Buranelli è sicuramente uno dei luoghi più romantici di Treviso e uno dei suoi scorci più belli! Si trova in pieno centro storico, a due passi da Piazza dei Signori. Si tratta di un ramo del fiume che attraversa tutta la città, creando diversi canali e giochi d'acqua meravigliosi in ogni angolo. Gli altri due canali sono il Cagnan Grande, il più grande, e il Cagnan della Roggia, chiamato Siletto.

Nel periodo natalizio lungo il canale vengono installate delle luci che riflettendosi sul canale regalano uno spettacolo emozionante. Passeggiando sulla riva del canale tra i portici oppure attraversando i diversi ponticelli, potrete cogliere scorci davvero unici.

Il Canale dei Buranelli si trova in Via Campana 4. Facilmente raggiungibile a piedi da ogni punto del centro storico e dalla stazione ferroviaria di Treviso (1,1 km, 13 min). Fermata di riferimento Piazza Dei Signori (linea 1 e 7) - Ottieni indicazioni

Vivi la Festa dei Buranelli: nella seconda metà di giugno, si tiene la famosa e sentita Festa dei Buranelli. Nel sottoportico del Buranelli si tengono concerti, spettacoli di marionette e degustazioni di specialità locali.

8 - Musei Civici di Treviso - Sede di Santa Caterina

musei civici santa caterina sedeFoto di Appo92. In pieno centro storico si trova il complesso di Santa Caterina, che oggi rappresenta la sede principale dei Musei Civici di Treviso, che oltre a questo polo comprendono anche il complesso di Ca' Da Noal-Casa Robegan-Casa Karwath e il Museo Luigi Bailo, che al suo interno ospita la galleria del Novecento. Entrambi si trovano sempre nel centro storico di Treviso.

Tornando alla sede di Santa Caterina, il complesso, oltre al museo, comprende anche la Chiesa di Santa Caterina dei Servi di Maria e il convento, sottoposti recentemente a lavori di restauro per riportarli alla loro gloria. All'interno del museo potrete ammirare diversi affreschi realizzati tra il Trecento e il Quattrocento, oltre ad una meravigliosa sezione archeologica all'interno del vecchio convento.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Piazzetta Botter Mario 1. Facilmente raggiungibile a piedi da ogni punto del centro storico e dalla stazione ferroviaria (1,2 km, 14 min). Fermata bus di riferimento Piazza Matteotti (linea 1) - Ottieni indicazioni
  • Orari: Museo Civico sede Santa Caterina mar-dom 10:00-18:00 / Museo Luigi Balio mar-dom 10:00-18:00 / Casa Robegan aperta solo per mostre temporanee, consultare sito ufficiale
  • Costo biglietto: per una sola sede intero €6,00, ridotto €4,00 / biglietto combinato per entrambi le sedi intero €10,00, ridotto €6,00

9 - Loggia dei Cavalieri

la loggia dei cavalieri trevisoFoto di Didier Descouens. La Loggia dei Cavalieri è uno degli edifici più rappresentativi della città di Treviso. Situata in corrispondenza della zona in cui, molto probabilmente, sorgeva il foro della Tarvisium romana, la Loggia è il simbolo del potere dei nobili durante il periodo del Libero Comune. Costruita negli anni 1266-67, aveva la funzione di luogo di incontri, istituzionali e non, tra nobili.

Successivamente la Loggia cadde in disuso e, chiudendone le arcate, si iniziò ad utilizzarla come magazzino: nell'Ottocento se ne propose l'abbattimento. La questione venne affrontata ancora una volta in seguito al bombardamento di Treviso, che danneggio gravemente la Loggia ma, fortunatamente, ancora una volta si votò contro l'abbattimento. Oggi è una bellissima area circondata da locali e tavolini, dove fermarsi a bere qualcosa e ammirare splendidi scorci sulla città!

Si trova in Via Martiri della Libertà 48. Facilmente raggiungibile a piedi da ogni punto del centro storico e dalla stazione ferroviaria di Treviso (850 m, 10 min). Fermata di riferimento Piazza Dei Signori (linea 1 e 7) - Ottieni indicazioni

Informati sugli eventi: la Loggia dei Cavalieri è ormai una location di eventi e spettacoli. Soprattutto sotto Natale, viene allestito un salotto, dove si svolgono diversi incontri. Se non ci sono particolari manifestazioni, si tratta comunque di uno degli angoli più belli della città.

10 - Isola della Pescheria

treviso mulino pescheriaFoto di Geobia. Abbiamo ripetuto più volte come la bellezza e la vita vera e propria di Treviso sia legata anche all'acqua, grazie ai canali che attraversano tutto il centro storico. E proprio nel centro si trova l'Isola delle Pescheria, un'isola di carattere fluviale lungo il canale Cagnan. L'isolotto è collegato alle vie da due ponticelli che potrete attraversare tranquillamente a piedi.

Sull'Isola della Pescheria ogni mattina si tiene il famoso e antico mercato del pesce, ed è sicuramente una delle zone più belle e caratteristiche di Treviso. Qui potrete assaggiare alcune specialità trevigiane, oltre ad acquistare un pesce sempre freschissimo! Inoltre, a Natale diventa ancora più affascinante grazie alle luminarie che vengono appese a filo sull'acqua e intorno ai palazzi, rendendo l'atmosfera ancora più magica.

Scatta un foto al mulino: sul lato sud orientale, si trova il Mulino Pescheria, uno dei mulini più antichi di tutta Treviso, che servivano per ripulire l'acqua della piazza.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Vicolo Spineda 12. Facilmente raggiungibile a piedi da ogni punto del centro storico e dalla stazione ferroviaria di Treviso (1 km, 13 min). Fermata di riferimento Piazza San Leonardo (linea 1, 3, 7 e 10) - Ottieni indicazioni
  • Orari: area sempre accessibile / Mercato del pesce tutte le mattine
  • Costo biglietto: gratis

11 - Chiesa di San Niccolò

chiesa di san nicolo trevisoFoto di Triplec85. Oltre al Duomo, vi consigliamo di dare un'occhiata anche alla Chiesa di San Niccolò, che in realtà è la chiesa più grande di Treviso. La sua costruzione risale al XII secolo per mano dei frati domenicani e, al giorno d'oggi, è sicuramente uno dei migliori esempi di stile gotico in Italia, quindi davvero imperdibile. Potrete raggiungerla con una piacevole camminata tra le vie del centro storico.

Anche questa Chiesa, come diversi altri edifici e palazzi storici, ha subito un grande lavoro di restauro a causa dei bombardamenti del 1944, e ad oggi è più bella che mai. Al suo interno sono custoditi meravigliosi affreschi di Tomaso da Modena e dei suoi allievi. Inoltre, vicino alla Chiesa si trovano anche il Seminario Vescovile della Diocesi di Treviso e l'Istituto Diocesano di Musica Sacra.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Via San Nicolò 50. Facilmente raggiungibile a piedi da ogni punto del centro storico e dalla stazione ferroviaria di Treviso (750 m, 10 min). Fermata di riferimento V.le Battisti-Porta Calvi (linea 4, 9, 11, 21, 55 e 61) - Ottieni indicazioni
  • Orari: lun-ven 8:30-12:00, sab-dom 8:30-12:00 e 15:30-19:00. Vietate le visite turistiche durante le celebrazioni e la Santa Messa
  • Costo biglietto: gratis

12 - Parco Naturale Regionale del Fiume Sile

parco naturale regione sileFoto di Paolo Tonon. Dopo aver visto queste meravigliose attrazioni della città, ci sono anche dei luoghi da non perdersi nelle immediate vicinanze di Treviso. Iniziamo dal Parco Naturale Regionale del Fiume Sile, che si estende lungo il corso del Sile su una superficie di 4.152 ettari, divisa all'interno di 11 territori comunali facenti parte delle province di Padova, Treviso e Venezia.

L'area protetta dispone di una serie d'ingressi, tra cui, quello situato nell'area delle "risorgive", a Casacorba di Vedelago (Treviso), da dove parte un percorso attrezzato con sentieri pedonali e ciclabili. All'interno del parco sono conservate una grande varietà di piante, alcune ricostruzioni storiche locali e l'antico mulino, oggi museo etnografico. Visitare il parco è una buona opportunità per rilassarsi nella natura, mentre s'impara qualcosa sulle origini e la storia della città.

Il parco è raggiungibile in diversi modi in base all'ingresso scelto. Per scoprire le risorgive, consigliato raggiungere Casacorba in auto tramite SP5 (20 km, 26 min) - Ottieni indicazioni

Visitalo in autunno: uno dei momenti più belli per visitare questa zona è sicuramente l'autunno, quando la natura si tinge di rosso, creando meravigliosi giochi di colore e riflessi, grazie alla presenza del fiume. Se volete scattare qualche bella foto, il momento migliore è al tramonto o la mattina presto.

13 - Cimitero dei Burci

cimitero dei burciFoto di PROGETTOBURCI. Sono diverse le leggende che aleggiano intorno al fiume Sile, tradizionalmente considerato un luogo magico, popolato da sirene e creature fantastiche, che proteggono l'acqua, le piante e gli animali.

Fra i tanti luoghi misteriosi, ce n'è uno in particolare, conosciuto come il Cimitero dei Burci: si tratta di un sito archeologico al cui interno giacciono circa una ventina di imbarcazioni, alcune non visibili ad occhio nudo, affondate tra il 1974 ed il 1975 ad opera dei loro stessi barcari, come segno di protesta nei confronti del "nuovo" trasporto su gomma. Il nome del parco deriva dal termine Burco, ovvero la tipica imbarcazione dal fondo piatto, quindi adatto alla navigazione fluviale, e molto resistente, utilizzata proprio nei canali veneti.

Il Cimitero dei Burci è raggiungibile tramite la GreenWay, la strada verde all'interno dell'area protetta del Parco Naturale Regionale del Fiume Sile. Si trova nella località di Casier, raggiungibile tra Treviso in auto tramite (10 km, 17 min) o con bus diretto linea 4 (da Piazza Pio X a Casier Centro 34 min, poi 15 min a piedi fino al Cimitero) - Ottieni indicazioni

Goditi un aperitivo al tramonto: poco distante dal Cimitero dei Burci si trova la località di Silea, molto amata dai giovani che si incontrano per fare degli aperitivi spartani sulla sponda del fiume, sedendosi direttamente sul muretto e ammirando il tramonto. Spesso poi potrete trovare musica dal vivo e assaggiare specialità locali.

14 - Villa Tiepolo Passi

villa tiepolo passiFoto di Gaiapassi. E dopo due bellezze naturali, è il tempo di scoprire le bellezze architettoniche dei dintorni di Treviso. Villa Tiepolo Passi è situata a Carbonera, alle porte della città trevigiana. Esempio di Villa Veneta post-palladiana, è stata la casa di numerose famiglie nobili, fino ad arrivare ai Conti Passi de Preposulo, insediatevi nel '800 e attuali abitanti.

All'interno della Villa è possibile ammirare una serie di affreschi del secolo XVII di Pietro Antonio Cerva Bolognese, mentre l'esterno è presidiato dai busti dei filosofi Democrito ed Eraclito, posizionati in modo da guardare il sole nascere e tramontare nel giorno del solstizio d'inverno, a simbolo dell'importante ruolo agricolo della Villa. All'esterno, l'elegante giardino all'italiana, con peschiera e statue del Torretto, rappresenta uno dei rari esempi rimasti ai tempi della Serenissima.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Viale Brigata Marche 24, a Carbonera. Si raggiunge tra Treviso in auto tramite Viale Brigata Marche (4,6 km, 10 min) o con bus diretto liena 10 (da Ponte San Marino a Cassamarca 18 min, poi 10 min a piedi fino alla villa) - Ottieni indicazioni
  • Orari: visite guidate da marzo a novembre tutte le domeniche ore 11:00. Visite infrasettimanali da concordare, min 4 partecipanti, consultare sito ufficiale
  • Costo biglietto: intero €12,00, ridotto €10,00, gruppi min 15 persone €10,00 a persona

15 - Parco degli Alberi Parlanti

Il Parco degli Alberi Parlanti si trova poco fuori dal centro di Treviso e mira a guidare i bambini alla scoperta di temi come il cinema, i cartoni animati, le invenzioni, la scienza e la natura. Si tratta di una perfetta gita di un pomeriggio da fare se si viaggia in famiglia!

Questo si articola in diversi spazi, situati all'interno del parco pubblico di Villa Margherita: la cedraia, sede del percorso multimediale Precinema e cartoon, del percorso scientifico e alla scoperta dei 4 elementi; e i percorsi all'aperto riguardante i draghi, i dinosauri, gli animali estinti e le Macchine di Leonardo Da Vinci. L'ultima area è costituita da un grande parcheggio, che dista due minuti a piedi dalla cedraia.

Organizza la visita: ideale per una mezza giornata da passare in famiglia. Oltre ai percorsi pensati per i bambini, ci sono grandi aree verdi in cui giocare e correre, mentre i più grandi potranno ammirare la bella Villa Manfrin.

  • Come arrivare: in Viale G. G. Felissent, fuori dal centro di Treviso. Si raggiunge in auto tramite SS13 (4 km, 8 min) o con bus diretto linea 1 (dalla stazione ferroviaria a Villa Margherita, 12 min) - Ottieni indicazioni
  • Orari: soggetti a stagionalità e giornate, generalmente 9:30-12:30 e 14:30-18:00. Consultare il sito ufficiale
  • Costo biglietto: 1 percorso bambino €7,00, adulto accompagnatore €5,00 / 2 percorsi bambino €12,00, adulto accompagnatore €10,00 / 3 percorsi bambino €17,00, adulto accompagnatore €15,00

Altre attrattive da visitare

italia treviso colline veneto vino 1Oltre a queste attrazioni, che sono quelle da non perdere assolutamente in un weekend a Treviso, ci sono tante altre cose da fare e da vedere! In base al vostro tempo a disposizione e ai vostri interessi, ecco cosa potrete anche aggiungere al vostro itinerario.

Nel centro storico si trovano altri piccoli ma interessantissimi musei, come la Casa dei Carraresi, che al suo intero ospita diverse mostre (costi variabili), o la galleria d'arte Galleria Carlo Alberto (gratis). Potrete inoltre ammirare dall'esterno meravigliosi edifici come Casa Spineda, che oggi ospita Fondazione Cassamarca, o il Palazzo Scotti.

Ma Treviso si trova anche in una zona strategica per esplorare i dintorni! Da qui potrete infatti raggiungere il Castello di Roncade, nell'omonima località, visitabile all'interno e che organizza numerose visite guidate e degustazioni di vini (da €15,00). Inoltre, potrete scoprire Valdobbiadene, famosa in tutta italia per il buonissimo prosecco e la sua tradizione legata ai vini! Se avete tempo a disposizione, consigliata anche una visita di mezza giornata nella vicina Conegliano!

5 cose da fare a Treviso

Assistere ad una partita di Rugby
Cicchetto da Acquasalsa
Brunch da Malvasia
Aperitivo al tramonto a Silea
Treviso a Natale
1/5

  1. Rugby al Monigo: a Treviso si trova lo Stadio Comunale Monigo, dove gioca la Benetton Treviso, il club professionistico italiano di Rugby. Le partite sono sempre molto affollate e molto sentite
  2. Cicchetto da Acquasalsa: impossibile andare a Treviso senza aver fatto un aperitivo accompagnato da cicchetti. E uno dei migliori luoghi è sicuramente Acquasalsa, nell'isola della Pescheria, con tantissima scelta di cicchetti
  3. Brunch da Malvasia: entrando da Malvasia, in pieno centro a Treviso, vi sembrerà di essere entrati in un luogo magico, uscito dalle fiabe. Tronchi come sedie, una bellissima terrazza sul canale e squisiti brunch, con opzioni dolci e salati
  4. Aperitivo al tramonto a Silea: poco fuori da Treviso, raggiungete il locale Osteria Da Nea per un aperitivo direttamente sul fiume. Potrete prendere un calice e un cicchetto, sedervi all'esterno e ammirare il tramonto. Un luogo molto amato dai giovani
  5. Treviso a Natale: vi consigliamo, soprattutto se vivete nel Nord Italia, di vivere la magia del Natale a Treviso, quando i canali vengono addobbatati con bellissime luminarie, nella piazza centrale viene installata una giostra per bambini e tutta la città risplende ancora di più

Organizza il tuo soggiorno a Treviso: voli e hotel

river sile in trevisoTreviso è ottima da raggiungere con il treno se arrivate dal Nord Italia, ma è anche servita dall'Aeroporto di Treviso (confronta i voli).

Una volta atterrati, la cosa migliore è soggiornare nel centro storico (confronta gli alloggi su booking), dove potrete muovervi tranquillamente a piedi. Se dovete raggiungere località vicine, potrete optare per bus e treni. Se cercate la movida, la troverete nel centro storico. Si inizia a ora di aperitivo con i famosi cicchetti e si prosegue per tutta la sera, grazie a cocktail bar e locali.

Se invece viaggiate con bambini, potreste valutare di soggiornare fuori dal centro storico in un luogo circondato dal verde, magari anche nei pressi del Parco degli Alberi Parlanti, che i vostri bambini adoreranno. Ma con loro potrete anche scoprire il centro storico, sicuro e a portata d'uomo! Infine, se viaggiate low cost, Treviso è al pari delle altre città italiane, ma sicuramente tante sono le attività da fare gratuitamente, come una passeggiata nel centro storico, scoprire i buranelli e il mercato del pesce, godersi il tramonto a Silea o scoprire le colline di Valdobbiadene.

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)

Aggiornato a Marzo 2021 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 193 viaggiatori.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Treviso

Inserisci una domanda
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su