saline di marsala 2

Escursioni da Palermo: le migliori gite di un giorno nei dintorni di Palermo

Cosa vedere nei dintorni di Palermo. Ecco le più belle gite organizzate, le escursioni e i tour da fare in un giorno o poche ore partendo da Palermo.

palermo 5Il capoluogo siciliano è una tappa imperdibile durante qualsiasi viaggio in Sicilia: non si può dire di aver fatto un giro completo se non si è passati da Palermo! Inoltre la città è un'ottimo compromesso tra natura e cultura, e una buona base dalla quale partire per la scoperta dei suoi dintorni.
Nelle immediate vicinanze si trovano luoghi ricchi di testimonianze di città antiche e altri luoghi naturali di incantevole bellezza come riserve e saline, oltre che ovviamente a spiagge mozzafiato che, si sa, in Sicilia abbondano!
Ecco quali sono le migliori gite di un giorno nei dintorni di Palermo!
VEDI ANCHE: 10 Cose da vedere assolutamente a Palermo Quando andare a Palermo: clima, periodo migliore e consigli mese per mese

1 - Riserva dello Zingaro

cala uzzo riserva zingaroFamosissima area naturale protetta a 73,9 chilometri da Palermo che si estende tra Scopello e San Vito lo Capo offrendo paesaggi variegati e incantevoli spiagge. Una volta giunti in città non sarà difficile trovare un tour organizzato che vi porti alla scoperta della natura incontaminata di questo bellissimo posto fatto di di sentieri, scogliere, grotte, spiagge, calette e mare cristallino dove l'attività più amata è lo snorkeling tra le acque chiare e fondali variopinti.
Arrivando da Palermo l'entrata alla riserva è quella da Scopello, un piccolo paese nel quale i tour prevedono una sosta a fine giornata per una merenda con il tipico pane cunzato. All'interno della riserva i percorsi per attraversarla sono tre, il sentiero costiero, il sentiero di mezza costa e il sentiero alto, ognuno di diversa durata e livello di difficoltà. Godetevi delle lunghe passeggiate alternandole a delle rilassanti soste tra le bellissime spiagge sabbiose di Cala Marinella, Cala dell'Uzzo, Cala Berretta e Cala Capreria, tanto per citarne solo alcune!
VEDI ANCHE: Riserva dello Zingaro: Spiagge e Calette Riserva dello Zingaro, come visitarla: mappa e itinerari

  • Distanza: 73,9 km
  • Come arrivare: l'ideale sarebbe spostarsi in macchina altrimenti da Palermo si dovrebbero effettuare diversi cambi tra treni e bus per poi completare il viaggio in taxi, impiegando oltre 3 ore. In auto invece la si raggiunge in un'ora e mezza tramite l'Autostrada A29 fino a Castellammare del Golfo seguendo poi le indicazioni per Scopello - Ottieni indicazioni
  • Orari: aperta tutti i giorni dalle 7:00 alle 19:30, i tour organizzati durano circa 10 ore con partenza al mattino presto e rientro nel tardo pomeriggio
  • Costo biglietto: l'ingresso alla riserva costa €5,00 intero e €3,00 ridotto, mentre i prezzi dei tour organizzati partono da €100,00 ed includono trasferimento, ingresso, guida turistica e il pranzo
  • Card, ticket e tour consigliati: Da Palermo: mare e natura alla Riserva Zingaro

2 - Monreale e Mondello

mondello 2Una giornata tra Monreale e Mondello è il connubio perfetto tra architettura e relax, ecco perché spesso le due destinazioni vengono incluse nello stesso giro turistico, sia dai tour organizzati che in autonomia.
Monreale dista da Palermo appena 20 minuti, sede arcivescovile ricca di siti religiosi. La struttura che attrae maggiormente è il bellissimo Duomo, conosciuto anche come Cattedrale di Santa Maria Nuova, costruito nel 1174 e rivisitato più volte nel corso delle epoche, tanto che oggi presenta elementi architettonici di diversi stili quali barocco, rinascimentale, aragonese, normanno e bizantino. Di quest'ultimo sono presenti tantissimi mosaici che ne decorano l'interno e hanno contribuito all'inserimento nell'itinerario arabo-normanno di Palermo, Cefalù e Monreale istituito dall'Unesco.

Al termine della visita di Monreale è il momento di scoprire Mondello, il rinomato quartiere marittimo a 12 chilometri da Palermo dove si trova un enorme ex stabilimento balneare in stile Art Nouveau. E per terminare al meglio, godetevi la lunga spiaggia sabbiosa fornita di ogni servizio rilassandovi o partecipando a giri in barca e praticando sport acquatici e snorkeling.
VEDI ANCHE: Spiaggia di Mondello a Palermo: info, immagini e come arrivare

3 - Segesta ed Erice

erice 6Segesta ed Erice sono due piccole perle siciliane incluse in un tour panoramico e culturale sulle orme degli Elimi, la più antica popolazione sicula, entrambe situate a poco più di un'ora da Palermo.

Segesta è un'antica città ricca di siti archeologici, mentre Erice è un piccolo paese di origine medievale edificato sulla cima del monte omonimo. Solitamente la prima parte della giornata è dedicata all'Area Archeologica di Segesta il cui itinerario vi farà scoprire le rovine di un tempio, un teatro, un santuario, un'agorà e un'area medievale, il tutto racchiuso da possenti mura di cinta lasciate in eredità da greci e romani come testimonianza del loro passaggio.
Subito dopo ci si sposta ad Erice ammirando le bellezze paesaggistiche che si presentano durante il percorso verso il monte con straordinarie visuali sulla costa e sulle montagne di San Giuliano. Da non perdere ad Erice le Mura Ciclopiche, il Castello di Venere, il Castello Pepoli e il Castello, le Torri e il Giardino del Balio, oltre ovviamente alle caratteristiche stradine del centro storico, antiche e ricche di cultura popolare con negozi di artigianato locale e prelibatezze gastronomiche siciliane.

4 - Cefalù

cefal 2Da sempre una rinomata località balneare, Cefalù è un'escursione giornaliera imperdibile per chiunque si trovi nel capoluogo, dal quale dista solo un'ora. Sebbene sia famosa per le sue spiagge, la cittadina offre anche storia e architettura, ben visibile ad esempio nella Cattedrale Normanna. Si tratta del principale luogo di culto ma anche della maggiore attrazione. L'edificio risale al XII secolo e dal 2015 fa parte dell'itinerario arabo-normanno di Palermo, Cefalù e Monreale dell'Unesco. La struttura vista dall'esterno ricorda molto una fortezza, complici anche le sue due alte torri che sovrastano il paesaggio, ma all'interno si apre un susseguirsi di straordinari mosaici bizantini che le donano stile ed eleganza.
Altra interessante attrazione di Cefalù è il Museo Mandralisca a tema archeologico con mostre permanenti e temporanee e una pinacoteca. Ma sappiamo bene che se si parla di Cefalù state già pensando alle spiagge! Un chilometro e mezzo di costa vi attende a pochi passi dal centro storico per farvi rilassare e divertire sulle sue bellissime spiagge attrezzate, ideale sia per i bambini che per gli sportivi.
VEDI ANCHE: Cefalù: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

  • Distanza: 70,1 km
  • Come arrivare: col treno regionale da Palermo fino alla stazione centrale di Cefalù oppure col bus dell'azienda SAIS - Ottieni indicazioni
  • Orari: la Cattedrale di Cefalù è aperta tutti i giorni dalle 8:30 alle 18:30
  • Costo biglietto: il treno e il bus costano €5,00 a tratta, l'ingresso alla Cattedrale costa €3,00, i tour partono da €60,00 - prenota online
  • Card, ticket e tour consigliati: Monreale e Cefalù: tour di mezza giornata da Palermo

5 - Area Archeologica di Solunto

area archeologica soluntoFonte: wikipedia - Autore: Allie_Caulfield - Licenza: CC BY 2.0 Gli appassionati di storia antica non possono perdersi una gita all'Area Archeologica di Solunto, situata a soli 30 minuti da Palermo, ricca di resti e reperti storici che fanno scoprire le origini di questa città quasi dimenticata. L'area infatti non è molto conosciuta eppure si tratta di un sito davvero interessante dal punto di vista storico in quanto la città ha origini antichissime e una lunga storia, si parte infatti dalla sua costruzione nel VII secolo a.C. per opera dei Fenici fino all'essere abitata da greci e romani fino al III secolo d.C. All'interno del parco ci si sente praticamente catapultati indietro nel tempo camminando lungo stradine disabitate e deserte osservandone i resti di teatri, templi, luoghi di preghiere e luoghi di svago come una palestra e le terme, il tutto abbellito da colonne, mosaici sui pavimenti e affreschi sulle pareti.
Da visitare anche l'Antiquarium, sempre all'interno dell'area archeologica, dove sono conservati vari reperti trovati durante gli scavi effettuati su tutto il territorio del sito. Infine, per terminare al meglio la visita, godetevi l'ampia visuale sulla costa sicula.

  • Distanza: 18,1 km
  • Come arrivare: in treno da Palermo fino alla stazione di Santa Flavia, poi bisogna proseguire a piedi per 15 minuti o in taxi - Ottieni indicazioni
  • Orari: è aperta tutti i giorni da martedì a domenica dalle 9:00 alle 18:30
  • Costo biglietto: l'ingresso al sito costa €4,00 intero e €2,00 ridotto, il treno costa €2,00 a tratta

6 - Marsala, Isola di Mozia e le Saline

saline di marsala 2Un altro interessante tour che saprà impegnarvi l'intera giornata e quello di Marsala e dei suoi siti storici e naturali, oltre che ovviamente gastronomici vista la fama dei suoi vini.
Marsala si trova a 106 chilometri da Palermo e l'ideale sarebbe raggiungerla in auto per essere più liberi di muoversi. Innanzitutto una visita a Marsala non può che iniziare con il suo centro storico dove si trovano il Museo Archeologico, Porta Garibaldi, l'Ipogeo di Crispia Salvia, il Museo Fiammingo, la Chiesa del Purgatorio e straordinari eleganti palazzi.
Ma il vero punto di interesse di Marsala è la sua laguna, riserva naturale regionale nella quale si trovano le Saline e le Isole dello Stagnone, tra le quali appunto vi è Mozia. Le saline sono uno spettacolo naturale formato da acque ad alta concentrazione salina dove non manca certo il Museo del Sale per scoprirne di più! Mozia è invece un'isola fondata dai Fenici e inserita nell'Unesco per via del suo territorio interamente considerato un parco archeologico. Per concludere la visita di Marsala, tante sono le cantine da poter visitare dove godersi un'ottima degustazione di vino, come le cantine Florio, Martinez e Pellegrino.
VEDI ANCHE: Marsala: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

7 - La Valle dei Templi e Agrigento

valle dei templiUn'altra giornata dedicata agli amanti della storia e della scoperta è quella nella Valle dei Templi, l'area archeologica di Agrigento che corrisponde all'antica città greca di Akragas, situata a 124 chilometri da Palermo.
Questo sito è diventato ormai il simbolo della città e la sua principale attrazione turistica, nonché dichiarato parco regionale e dal 1997 anche Patrimonio dell'Umanità. Si caratterizza per il numero dei templi che comprende ma soprattutto per l'eccellente stato di conservazione che questi hanno mantenuto nel corso dei secoli, praticamente un paradiso per gli appassionati di storia antica. Al suo interno, in un'area di 1.300 ettari che ne fa il sito archeologico più grande del mondo, si trovano una serie di templi dorici come il Tempio di Zeus, di Eracle, di Atena e di Iside! Inoltre, terminata la visita della Valle dei Templi, completate la giornata nel centro storico di Agrigento tra le sue vie altrettanto antiche e contornate di edifici di pietra, ma non perdetevi soprattutto la visuale panoramica che la città offre dall'alto sull'intera valle, un paesaggio come pochi: la costa ed il mare, il verde tutto intorno e i templi che spuntano nel panorama!
VEDI ANCHE: Visita alla Valle dei Templi di Agrigento: Come arrivare, prezzi e consigli Cosa vedere a Agrigento e dintorni

8 - Bagheria

villa palagonia bagheria 2Fonte: wikipedia - Autore: Jpbazard - Licenza: CC BY-SA 3.0 Bagheria si trova ad appena mezz'ora da Palermo, facilmente raggiungibile e visitabile in autonomia! E' la cittadina in cui nel 2009 venne ambientato il film Baaria che ha raccontato importanti momenti storici in campo politico, economico e sociale della Sicilia degli anni 50.
Oltre a questo, Bagheria è nota per essere la città natale di diversi talenti quali il regista Giuseppe Tornatore, il poeta Ignazio Buttitta, il fotografo Ferdinando Scianna e il pittore e politico Renato Gattuso.

Una giornata a Bagheria saprà affascinarvi di sicuro! Tra le vie del suo centro storico si respira arte e storia, tra splendide Chiese come la Chiesa Madrice e la Chiesa del Sepolcro, interessanti musei come quello dedicato al pittore Gattuso, il Museo dell'Acciuga e il Museo del Giocattolo e delle Cere, ville barocche del XVIII secolo. Su tutte spicca Villa Palagonia, nota come la "Villa dei Mostri", una residenza settecentesca caratterizzata da eccentriche e grottesche statue di mostri.
E per concludere in bellezza, un po' di relax sulle dorate spiagge Aciddara e Kafara oppure una passeggiata sul promontorio di Capo Zafferano che offre una magnifica visuale sulla costa e su Bagheria.
VEDI ANCHE: Bagheria: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

  • Distanza: 15,7 km
  • Come arrivare: Bagheria è ben collegata a Palermo da diversi treni giornalieri che la raggiungono in modo diretto e in poco tempo - Ottieni indicazioni
  • Costo biglietto: il treno costa €1,70 a tratta. L'ingresso a Villa Palagonia è consentito dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 19:00 con visite guidate su prenotazione al numero 091-932088 o per email a villapalagonia@villapalagonia.it

9 - Corleone e Bosco della Ficuzza

casina reale bosco ficuzzaFonte: wikipedia - Autore: tato grasso - Licenza: CC BY-SA 3.0 Corleone è un rinomato paese siciliano a un'ora di strada da Palermo che purtroppo deve la sua fama alle spiacevoli vicende legate alla mafia. Nel paese sono infatti presenti due centri che trattano questo tema i quali meritano certamente una visita: il Centro Internazionale di Documentazione sulla Mafia e del Movimento Antimafia e l'Associazione Laboratorio della Legalità. Corleone è comunque un paese che saprà affascinarvi anche nell'aspetto con i suoi edifici settecenteschi e ottocenteschi in stile barocco e le sue antiche chiese. A pochi passi dal centro storico inoltre si trova una meraviglia della natura come poche: le Cascate delle Due Rocche!
La vera attrazione di Corleone però è un'altra, il Bosco delle Ficuzze, una riserva naturale protetta che ospita una grandissima foresta mediterranea sempreverde. All'interno si trovano specie vegetali e animali come querce, castagni, aceri, ginestre e biancospini, volpi, lepri, testuggini, donnole e ricci. La riserva è anche ricca di corsi d'acqua e laghetti naturali che la rendono ancora più bella.

  • Distanza: 50,5 km
  • Come arrivare: a Corleone non è presente la stazione ferroviaria ed è raggiungibile da Palermo solo tramite i bus AST, anche se la soluzione migliore rimane l'auto per potersi spostare in autonomia - Ottieni indicazioni
  • Orari: il Bosco della Ficuzza è aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00
  • Costo biglietto: l'ingresso al Bosco della Ficuzza è gratuito, il bus per Corleone costa €4,00 a tratta
  • Card, ticket e tour consigliati: Corleone: tour privato di 1 giorno da Palermo

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo è benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo
Forse ti può interessare anche...

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Torna su