Indice Mostra di più

Situata sulla costa settentrionale della Sicilia, nella cosiddetta Conca d'Oro, Palermo è una destinazione perfetta per una fuga di un weekend, in qualsiasi stagione dell'anno. Le cose da vedere sono tantissime, quindi in 2-3 giorni qualche rinuncia è inevitabile, ma con i giusti trucchi e scarpe comode, si possono vedere i must del centro storico. Senza ovviamente dimenticare lo street food palermitano, e magari un tuffo a Mondello in estate!
Ecco tutti i nostri consigli per organizzare il perfetto itinerario di Palermo in 3 giorni.

Giorno 1

  • Distanza percorsa 4,3 km
  • Luoghi visitati Mercato Ballarò, Palazzo dei Normanni, Cattedrale di Palermo, Piazza Pretoria, Quattro Canti, Piazza Bellini, Chiesa di Santa Maria dell'Ammiraglio , Chiesa del Gesù, Teatro Massimo (tour guidato qui), Vucciria
  • Dove mangiare Pranzo presso Caffè del Kassaro (Ottieni indicazioni), Cena presso Rocky Basile (Ottieni indicazioni)

Prima volta a Palermo? Lasciati guidare: per un primo approccio ti consigliamo un tour guidato a piedi tra storia e cibo di strada con una guida locale, oppure goditi un giro panoramico sull'autobus turistico.

1 - Mercato Storico del Ballarò

mercato ballaro palermo Foto di Benjamín Núñez González. Iniziate questo viaggio a Palermo dal Mercato Ballarò, il più antico della città! Si tratta di un ottimo punto di partenza, sia perché al mattino è più vivace, sia per la sua posizione, da dove poi potrete raggiungere facilmente a piedi tutte le attrazioni della giornata (Ottieni indicazioni).

Preparatevi ad essere avvolti da un turbinio di sapori, colori e profumi e a immergervi in uno spaccato della vita quotidiana palermitana. Qui potrete passeggiare tra negozi e bancarelle che vendono davvero di tutto, come frutta e verdura, carne e pesce fresco, ma anche il tipico street food palermitano, come panelle e arancine.

Tempo di visita: 30 min

Inizia la giornata con un cannolo siciliano: uno dei dolci siciliani più famosi, ormai conosciuto e apprezzato a livello mondiale. Passeggia tra le bancarelle alla ricerca di una pasticceria o di un banchetto e inizia la giornata con il piede giusto.

2 - Palazzo dei Normanni e Cappella Palatina

palazzo normanni vista palermo 1 Foto di Archeologo. Per raggiungere questa tappa: 15 min a piedi (Ottieni indicazioni).

Godetevi una passeggiata a piedi tra le vie del centro storico e, in appena 15 min, potrete arrivare a uno dei must see per eccellenza di Palermo: il meraviglioso Palazzo dei Normanni, conosciuto anche per la Cappella Palatina. La visita richiede circa 1 h 30 min.

Questa meravigliosa reggia, conosciuta anche come Palazzo Reale, in passato fu la residenza della famiglia reale, ma anche dei Vicerè Spagnoli. Oggi invece un'area del palazzo funge da sede dell'Assemblea Regionale della Sicilia. Visitate i suoi interni e lascatevi stupire dalla belleza degli affreschi e dei mosaici e, soprattutto, fermatevi ad ammirare la sala più famosa di tutto il palazzo, la Cappella Palatina, completamente decorata da mosaici bizantini.

Tempo di visita: 1,5 ore
Vedi anche: Palazzo dei Normanni e Cappella Palatina: orari, prezzi e consigli

Fermati alla Pasticceria Cappello: dietro al Palazzo dei Normanni si trova questa pasticceria, una delle più famose di Parlermo. Qui potrai assaggiare tra i migliori cannoli e cassate di tutta la città, oltre a poter scegliere tra un'ampia varietà di dolci. Ottieni indicazioni

3 - Cattedrale di Palermo

palermo sicilia monumento palermo 5 Per raggiungere questa tappa: 5 min a piedi (Ottieni indicazioni).

Infine, concludete la mattinata raggiungendo una delle attrazioni più suggestive e famose: la meravigliosa Cattedrale di Palermo (lun-sab 9:00-17:30, dom 9:00-13:00; ingresso gratuito). Affacciata su Via Vittorio Emanuele, la via più antica della città, si raggiunge tranquillamente a piedi in 5 min dal Palazzo dei Normanni.

Dichiarata Patrimonio dell'Umanità UNESCO, in relazione all'Itinerario Arabo-Normanno di Palermo, la Cattedrale è facilmente riconoscibile per le 4 torri e la sua imponente architettura. Al suo interno si trovano le tombe imperiali e reali e la Stanza del Tesoro, al cui interno è custodita anche la tiara d'oro di Costanza d'Aragona.

Tempo di visita: 1,5 ore

Sali sui tetti della Cattedrale: le visite sui tetti partono ogni 30 min (lun-sab 9:30-13:30, costo unico €5,00) e vengono sospese in caso di brutto tempo (piuttosto raro da queste parti). Dalla cima potrai ammirare una splendida vista di Palermo, non perdere questa occasione.

4 - Complesso di Piazza Pretoria, Quattro Canti e Piazza Bellini

quattro canti palermo Per raggiungere questa tappa: 10 min a piedi (Ottieni indicazioni).

Nel primo pomeriggio percorrete Via Vittorio Emanuele e, in poco più di 10 min a piedi dalla Cattedrale, potrete arrivare in uno dei luoghi più famosi della città, il crocevia di Piazza Vigliena, conosciuto principalmente come "Quattro Canti".

Fermatevi ad ammirare la bellezza di questo luogo, uno dei più fotografati di Palermo, per poi raggiungere anche le piazze adiacenti. Raggiungete prima Piazza Pretoria, dove potrete ammirare la meravigliosa Fontana Pretoria, e la contigua Piazza Bellini, dove si trovano due meravigliose Chiese, la Chiesa di San Cataldo e la Chiesa di Santa Maria dell'Ammiraglio.

Tempo di visita: 30 min

Ammira le statue dei Quattro Canti: negli angoli della piazza potrai ammirare 3 ordini di statue barocche che, nell'ordine, rappresentano le 4 stagioni dell'anno, i vicerè spagnoli (più Carlo V) e le 4 Sante Patrone della città prima dell'avvento di Santa Rosalia. Non dimenticare di scattare una foto!

5 - Chiesa della Martorana

palermo chiesa martorana mosaici 1 Per raggiungere questa tappa: 5 min a piedi (Ottieni indicazioni).

Prendetevi del tempo per ammirare due delle Chiese più belle di Palermo, partendo da quelle presenti in Piazza Bellini, ovvero la Chiesa di Santa Maria dell'Ammiraglio, conosciuta anche come "La Martorana".

Questa Chiesa dall'esterno risulta molto semplice e lineare, ma la vera magia è all'interno, dove è completamente ricoperta di mosaici bizantini, Una piccola curiosità: il suo nome deriva infatti dalla frutta martorana, ovvero un dolce tipico della pasticceria palermitana preparato con pasta di mandorle.

Tempo di visita: 30 min

Assaggia la frutta martorana a I segreti del Chiostro: ovvero la piccola pasticceria della chiesa di Santa Caterina. Si trova dentro il chiostro della chiesa. L'ingresso alla Chiesa costa €3,00, ma l'ingresso alla pasticceria è gratuito accedendo da Piazza Bellini. Inoltre, i dolci sono preparati seguendo ancora le ricette delle monache di clausura che vivevano nel monastero. Assolutamente da provare!

6 - Chiesa del Gesù o Casa Professa

casa professa palermo Foto di Effems. Per raggiungere questa tappa: 5 min a piedi (Ottieni indicazioni).

A circa 5 min dalla Chiesa della Martorana, potrete visitare la Chiesa del Gesù, conosciuta anche come Casa Professa. Situata nell'omonima Piazza Casa Professa, venne dichiarata Monumento Nazionale nel 1892 e si tratta della Chiesa barocca più importante della città.

Anche in questo caso l'esterno è molto semplice, mentre l'interno è una vera bellezza, tra affreschi, marmi e decorazioni, un impressionante tripudio barocco. Al suo interno hanno lavorato i massimi esponenti dell'arte e della scultura del Seicento, come Serpotta, Marabitti, Vitagliano, Pietro Novelli, Paolo Amato e Camilliani.

Tempo di visita: 30 min

7 - Teatro Massimo

teatro massimo palermo 1 Per raggiungere questa tappa: 10 min a piedi (Ottieni indicazioni).

Infine, concludete questa prima giornata di visite raggiungendo un'opera conosciuta a livello internazionale: il grande e maestoso Teatro Massimo (prenota il tour guidato del teatro). Per raggiungerlo tornate in piazza Quattro Canti e poi proseguite a piedi per 10 min lungo Via Maqueda.

Il Teatro Massimo è il teatro lirico più grande d'Italia, ma anche uno dei più grandi e importanti in Europa: terzo per grandezza, davanti a lui troviamo solo l'Opéra di Parigi e la Staatsoper di Vienna. Oggi gli interni possono essere visitati tramite tour guidato, un'esperienza davvero unica. Potrete ammirare la meravigliosa Sala Grande, il salotto vicino al Palco Reale, la Sala Pompeiana, la Sala degli Stemmi e tantissimi altri luoghi.

Tempo di visita: 1 ora

Trascorri la serata alla Vucciria: uno dei punti calda della movida di Palermo. Cena con un panino ca meusa da Rocky alla Vucciria e trascorri la serata in uno dei tanti locali nei dintorni come il Mak Mixology, la Ferramenta o Al Covo Storico. In alternativa, prendi parte ad un tour notturno del cibo di strada, con punto d'incontro proprio davanti al Teatro Massimo.

Giorno 2

  • Distanza percorsa 3,9 km
  • Luoghi visitati Teatro Politeama, Museo Archeologico Regionale Antonio Salinas, Piazza Marina e Giardino Garibaldi, Palazzo Steri, La Kalsa
  • Dove mangiare Pranzo presso Chiluzzu (Ottieni indicazioni), Cena presso Osteria Ballarò (Ottieni indicazioni)

1 - Teatro Politeama

palermo politeama teatro politeama Abbiamo concluso la prima giornata con la visita di un teatro, iniziate questa seconda giornata allo stesso modo, visitando il meraviglioso Teatro Politeama, vero e proprio simbolo della città (Ottieni indicazioni). Si trova inoltre in una delle piazze più belle di Palermo.

Inaugurato nel lontano 1974, oggi il Politeama è la sede dell'Orchestra Sinfonica Siciliana. Nei suoi primi tre anni di vita si trattava di un teatro all'aperto, proprio come l'Arena di Verona, ma poi venne aggiunta la copertura di metallo rendendolo un teatro chiuso. Approfittate dell'occasione per visitare i suoi interni con una visita guidata, che vi porterà alla scoperta delle sale più belle.

Tempo di visita: 1 ora

Inizia la giornata con un'iris alla Pasticceria Cappello: a pochi passi dal teatro si trova questa pasticceria, della stessa proprietà della pasticceria del giorno precedente dietro al Palazzo dei Normanni, che serve delle iris davvero deliziose, un dolce di origine palermitana.

2 - Museo Archeologico Regionale Antonio Salinas

museo archeologico salinas palermo Foto di ICarollo77. Per raggiungere questa tappa: 15 min a piedi (Ottieni indicazioni).

Conclusa la visita al teatro percorrete Via Ruggero Settimo, una delle vie più importanti, definita anche il Salotto di Palermo, e in una quindicina minuti raggiungerete la seconda e ultima tappa della mattinata, ovvero il Museo Archeologico Regionale Antonio Salinas.

Il Museo Salinas è uno dei musei più importanti della Sicilia ed è ospitato all'interno del vecchio Collegio dei Padri della Congregazione di San Filippo Neri. Qui, grazie a collezioni e reperti che vanno dalla Preistoria al Medioevo, potrete scoprire tutta la storia della Regione e dei diversi popoli che hanno dominato l'isola siciliana, lasciando un'impronta indelebile.

Tempo di visita: 2 ore

In alternativa scopri lo street food palermitano: se non sei particolarmente interessato alla visita del museo puoi partecipare ad un tour a piedi del cibo di strada e della storia per assaggiare le squisite specialità palermitane. Il punto d'incontro è proprio davanti al Museo Archeologico Regionale, partenza ore 10:30, durata 3 h.

3 - Piazza Marina e Giardino Garibaldi

ficus piazza marina palermo Foto di Carlocolumba. Per raggiungere questa tappa: 15 min a piedi (Ottieni indicazioni).

Conclusa la visita al Museo Archeologico, godetevi una passeggiata e raggiungete Piazza Marina prendendo la via che passa per La Cala, ovvero l'affascinante porticciolo di Palermo. Quando attraverserete Via Mura della Lupa alzate lo sguardo verso gli edifici: potrete ammirare il gigantesco murales dedicato a Falcone e Borsellino.

Ed ecco che arriverete a Piazza Marina, una delle piazze più belle di Palermo. Questa piazza è conosciuta soprattutto per ospitare il meraviglioso Giardino Garibaldi. La sua particolarità? Qui potrete ammirare diversi esemplari di Ficus Magnolioides, ovvero dei grandi e imponenti alberi che con le loro fronde ombreggiano tutta la piazza. Se visitate Palermo di domenica, inoltre, non dimenticatevi di fare un salto qui per scoprire il mercatino dell'antiquariato e perdervi tra le sue numerose bancarelle.

Tempo di visita: 1,5 ore

Fermati a pranzo da Chiluzzu: in Piazza Kalsa e a poca distanza da Piazza Marina, questa piccola friggitoria è una vera e propria istituzione. Assaggia uno dei suoi deliziosi panini. Le sue specialità? Panelle e crocchè!

4 - Palazzo Steri

palazzo chiaramonte steri palermo Foto di Benjamín Núñez González. Per raggiungere questa tappa: 5 min a piedi (Ottieni indicazioni).

Dopo pranzo prendete del tempo per visitare il Palazzo Chiaramonte Steri, uno dei palazzi più belli di Palermo e sede del rettorato dell'Università. Al suo interno potrete visitare diversi ambienti davvero unici.

Il palazzo ospita infatti il Museo dell'Inquisizione Spagnola, dove potrete visitare le vecchie carceri in cui venivano rinchiusi i detenuti. Potrete, inoltre, entrare in una sala trecentesca con uno spettacolare soffitto ligneo, unico al mondo nel suo genere, affrescato con storie dell'Antico e Nuovo Testamento, e ammirare la tela originale della Vuccira di Renato Guttuso, il suo dipinto più celebre. Assolutamente da non perdere!

Tempo di visita: 1,5 ore

5 - La Kalsa

kalsa palermo Foto di trolvag. Per raggiungere questa tappa: 5 min a piedi (Ottieni indicazioni).

Il resto del pomeriggio continuate l'esplorazione della Kalsa, uno dei quartieri più caratteristici di Palermo. Godetevi una passeggiata tra le sue vie e cogliete l'occasione per visitare la Chiesa dello Spasimo, o meglio parte della Chiesa. I lavori, iniziati nel lontano 1506, non si conclusero mai e nel corso dei secoli ricoprì diversi compiti, come luogo di rappresentazioni teatrali, lazzaretto durante la peste, magazzino per cereali e grano, anche ospedale civico. Attualmente è in ristrutturazione ma presto sarà riaperta al pubblico per le visite.

Tempo di visita: 1 ora

Trascorri la serata tra Kalsa e la Cala: in base all'orario goditi una meravigliosa passeggiata sul lungomare al tramonto, dove si trova il Foro Italico. Trascorri poi la serata tra La Kalsa e la Cala. Se vuoi trascorrere una serata diversa dalle altre raggiungi il Tatum Art Jazz Club, per una splendida vista sul mare il Nautoscopio - NAUTO; per un cocktail in compagnia il Zammù Drink&More. E se la fame si fa sentire tra un drink e l'altro, ordina un panino da Franco U Vastiddaru, aperto fino a tardi e vero e proprio punto di riferimento nel quartiere.

Giorno 3

1 - Escursione a Monreale

cattedrale monreal sicilia portico 1 Ultima giornata a Palermo, dedicatela alla scoperta dei dintorni. La mattina vi consigliamo di raggiungere Monreale, dichiarata anche Patrimonio UNESCO. Da Palermo potrete raggiungerla in auto, percorrendo la SS186 e la SP69 fino a Monreale, o con il bus linea 389P, da Palermo Indipendenza-Palazzo Reale a Fontana Del Drago (30 min, €2,00 - Ottieni indicazioni). Il capolinea si trova a circa 600 m dalla piazza centrale.

Monreale è un borgo perfetto da esplorare a piedi. Partite da Piazza Vittorio Emanuele, il cuore del centro storico, e visitate la Cattedrale, il simbolo della località. Raggiungete poi il Belvedere di Monreale per ammirare la Conca d'Oro, ovvero la pianura dove è inserita Palermo e tutta la sua città metropolitana.

Tempo di visita: 5 ore
Vedi anche: Monreale: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

Assaggia i Monacali: chiamati anche Paste Monacali, ovvero i dolcetti tipici di Monreale. Si tratta di una ricetta creata dalle monache benedettine del Monastero di San Castrenze e che, ancora oggi, viene tramandata di generazione in generazione.

2 - Mondello

mondello spiaggia palermo sicilia Per raggiungere questa tappa: 30 min in auto (Ottieni indicazioni).

Se visiti Palermo tra la tarda primavera e l'estate, allora dedica il pomeriggio al relax e al divertimento in spiaggia, raggiungendo la famosa Mondello. Da Monreale, se vi muovete in auto dovrete prendere la E90 (23 km, 30 min), in alternativa dovrete rientrare a Palermo e procedere da lì con i bus urbani.

Mondello, nonostante molti pensino il contrario, non è una località, ma è un quartiere di Palermo. E' conosciuto per la sua meravigliosa spiaggia e il suo mare cristallino e, durante la bella stagione, diventa anche uno dei punti della movida. Godetevi un pomeriggio di relax in spiaggia.

Tempo di visita: 5 ore

Decidi cosa fare per la sera: puoi rimanere a Mondello, fermandoti a cena in uno dei numerosi ristoranti di pesce e godendoti i locali sul lungomare, oppure rientrare a Palermo e trascorrere un'ultima serata nel centro storico, tra i quartieri della Kalsa, Vucciria, Chiavettieri e Piazza Magione.

Quanto costa un weekend a Palermo

palermo sicilia italia orizzonte 1 1 Palermo è una destinazione economica e anche facilmente raggiungibile. Il suo aeroporto Falcone e Borsellino è collegato da numerosi voli low cost ed è semplicissimo trovare offerte (confronta i voli).

Avendo solo un weekend a disposizione, vi consigliamo di rimanere nel centro storico (che poi è gigantesco...), qui potrete trovare sistemazioni per tutte le esigenze: ad esempio per la movida il quartiere Kalsa, Capo-Teatro Massimo e Albergheria, per le famiglie Castellammare e Monte di Pietà, per risparmiare ulteriormente Kalsa e Albergheria (mappa dei quartieri qui). Ma le opzioni sono davvero tante. Soggiornando in prossimità del centro potrete muovervi a piedi e esplorare vie, palazzi e mercati, accompagnati da profumi e colori. Infine, anche per mangiare spenderete davvero poco: Palermo è la capitale dello street food! Fermatevi a pranzo nei numerosi mercati e assaggiate tutte le specialità.

Vediamo nel dettaglio i costi di un weekend a Palermo:

  • Costi per mangiare circa €35,00 al giorno a persona (compresi colazione, pranzo, cena)
  • Costi per musei e attrazioni prezzo medio €20,00 al giorno a persona seguendo l'itinerario da noi suggerito
  • Trasporti prezzo medio €10,00 al giorno a persona
  • Hotel, alloggi e b&b da €45,00 a camera - guarda le offerte
  • Svago da €20,00 al giorno a persona (compresi spuntini, caffè, aperitivi, drink, ...)
  • Costo complessivo di un weekend a Palermo da €300,00 a persona (voli e/o trasferimenti esclusi)

Prima di partire: consigli utili

  • Perfetta in ogni periodo dell'anno ma la scelta ricade in base alle tue esigenze. Se vuoi principalmente visitare la città e le sue attrattive scegli autunno o primavera, se vuoi goderti anche il mare allora opta per giugno e settembre. Meglio evitare agosto, quando il caldo può essere davvero difficile da gestire e la città si riempie di turisti - scopri di più qui;
  • Dove dormire le opzioni sono diverse e adatte a tutte le tasche. Alcune opzioni per la movida sono il quartiere Kalsa, Capo-Teatro Massimo e Albergheria, per le famiglie Castellammare e Monte di Pietà, per risparmiare ulteriormente Kalsa e Albergheria - mappa dettagliata dei quartieri qui;
  • Muoviti a piedi il modo migliore per scoprire Palermo, passeggiando tra i suoi quartieri storici, i mercati pieni di vita e le vie incorniciate da splendidi palazzi - scopri di più qui;
  • Organizza bene l'itinerario Palermo ha tantissime cose da vedere, una più bella dell'altra! Per evitare di perdere tempo prezioso, organizza in anticipo un itinerario studiato e, dove possibile, acquista i ticket online o salta fila;
  • Per raggiungere Monreale e Mondello puoi fare anche affidamento sui bus, che però non sempre sono puntuali. In alternativa puoi prenotare un taxi. Ti sconsigliamo di noleggiare l'auto;
  • Ti trovi nella capitale dello street food tra panelle, arancine, rosticceria e sfincione, solo per citarne alcuni, potrai assaggiare qualcosa di diverso ogni giorno. Scopri i mercati di Palermo e fermati qui a pranzo per goderti lo street food palermitano - scopri di più qui.