Piazza Grande Municipio Bologna

Cosa vedere a Bologna e dintorni in 7 giorni

Aggiornato a Giugno 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 187 viaggiatori.
Cosa vedere a Bologna e dintorni in 7 giorni. Itinerario dei posti da non perdere assolutamente. Consigli utili e costi per visitare Bologna e dintorni in una settimana

Piazza Grande Municipio BolognaBologna, detta la Rossa, la Grassa e la Dotta, è il capoluogo dell'Emilia Romagna. La città è infatti nota in tutto il mondo per i colori delle abitazioni storiche, che vanno dal rossiccio, all'arancio e all'ocra, per la sua cucina ricca e saporita e per l'Università, l'Alma Mater Studiorum, la più antica del mondo occidentale. Bologna è piena di vita, tra le strade piene di studenti, musei e centri culturali, ed è la meta ideale per chi vuole godere di un luogo vivace e giovane, ma allo stesso tempo antico e capace di preservare la sua storia.

Pronti a scoprirla insieme a noi? Ecco cosa vedere a Bologna e dintorni in 7 giorni!

Giorno 1

Mostra Mappapiazza grande municipio bologna 1Il cuore di Bologna batte sicuramente in Piazza Maggiore, cominciate quindi a passeggiare in questa bella piazza rettangolare, in cui si affacciano il Palazzo Comunale (Palazzo d'Accursio), Palazzo Re Enzo, il Palazzo dei Banchi e la Basilica di San Petronio, che potete visitare grauitamente. Nonostante sia rimasta incompiuta, la basilica è una delle più grandi d'Europa. E' aperta tutti i giorni dalle 8:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00.

Adesso inoltratevi tra le piccole vie piene di locali e negozi e raggiungete i tavoli di Zerocinquantino, dove potete gustare i famosi taglieri con prodotti locali (spendendo circa €12,00).
Dirigetevi verso la trafficata Via Rizzoli e arrivate fin sotto alla famosa Torre degli Asinelli, alta 97,23 metri e situata accanto a quella più bassa, quella della Garisenda. Potete salire tutti i 498 gradini della Torre degli Asinelli e vedere il magnifico panorama della città, pagando un biglietto di €5,00. L'accesso è ovviamente controllato per evitare che all'interno ci siano troppe persone: si accede ogni 45 minuti, e la Torre è aperta dalle 8:30 alle 18:30.
Proseguite verso Via Zamboni, la strada degli universitari e fermatevi a fare un giro nell' ex ghetto ebraico, che conserva ancora la sua struttura originaria, con vicoli stretti e piccoli cortili. Visitate quindi il Museo Ebraico, all'interno di un palazzo del '500 (€7,00, aperto dalle 10:00 alle 18:00). Adesso raggiungete la chiassosa Piazza Verdi, la piazza degli studenti, e approffitate della visita al Teatro Comunale, un parimonio architettonico di grande prestigio (costo visita guidata €8,00).

Per cena sedetevi ai tavoli di To Steki, dove assaporare un'ottima cucina greca, spendendo circa €18,00.

In sintesi:

Giorno 2

Mostra Mappapalazzo pepoli campogrande saloneFoto di Opi1010. A Bologna, non molto conosciuta dai turisti, c'è la Chiesa di Santa Maria della Vita. Si tratta di una piccola chiesa in stile barocco, risalente al XIII secolo, situata nei pressi di Piazza Maggiore. Al suo interno è custodita l'opera sculterea di Niccolò dell'Arca, il "Compianto del Cristo morto", la cui bellezza lascia stupefatti. E' aperta nei giorni feriali dalle 7:30 alle 19:30, nei festivi dalle 16:30 alle 19:00, chiusa ad agosto.
A pochi minuti a piedi potete dedicarvi alla visita di Palazzo Pepoli, dove ha sede il Museo della Storia di Bologna (costo biglietto €5,00, aperto da martedì a domenica dalle 10:00 alle 19:00).

Per pranzo fermatevi da Casa Minghetti, dove potrete gustare qualcosa di tipico nell'omonima Piazza, in un contesto molto elegante (costo circa €25,00).
Adesso entrate nella Biblioteca comunale dell'Archiginnasio, di cui è possibile visitare il Teatro Anatomico e la Sala dello Stabat Mater, pagando un biglietto di €3,00 (orari d'apertura 10:00/19:00).
Passeggiate verso Galleria Caovur, il luogo dello shopping di lusso. Alla fine della Galleria sarete in Piazza Cavour, al cui centro sorge un piccolo giardino pubblico, riposatevi pure su una panchina, mangiando un gelato o gustando un buon caffè.
Proseguite il vostro giro recandovi ora in Piazza San Domenico, dove sorgono due archi monumentali in stile gotico. Qui potete visitare l'ominima basilica, uno dei luogi di culto più importanti di Bologna. Nell'Arca di San Domenico, realizzato da Nicola Pisano, sono conservati i resti del santo.

Per cena accomodatevi nell'osteria SottoSopra, dove magiare un bel piatto di tagliatelle al ragù, spendendo circa €20,00 a persona.

In sintesi:

  • Distanza percorsa: 1,3 km / 16 min
  • Luoghi visitati: Chiesa di Santa Maria della Vita (gratuito), Biblioteca comunale dell'Archiginnasio (€3,00), Palazzo Pepoli (€5,00), Piazza Minghetti (gratuito), Galleria Cavour (gratuito), Piazza Cavour (gratuito), Piazza San Domenico (gratuito), Basilica di San Domenico (gratuito)
  • Spesa giornaliera: €53,00
  • Card, ticket e tour consigliati: tour a piedi del centro
  • Dove mangiare: Pranzo presso Casa Minghetti (Ottieni indicazioni), Cena presso SottoSopra Osteria (Ottieni indicazioni)

Giorno 3

Mostra Mappalaghetto dei giardini margherita 1Foto di Andrea Marseglia. Nell'antica Via Fondazza si trova la Casa dell'artista Giorgio Morandi che potete visitare, tra oggetti originali, installazioni audio-video e documenti preziosi. E' aperta da martedì a domenica dalle 10:00 alle 18:30, il giovedì fino alle 22:00, l'ingresso costa €5,00. Adesso andate a scoprire uno dei tanti bellissimi scorci di Bologna: Piazza Santo Stefano, uno slargo di forma triangolare pavimentato da ciottoli. Qui sorge la Basilica di Santo Stefano, nota come il complesso delle "Sette Chiese", al suo interno infatti vi sono diversi piccoli luoghi di culto che potete visitare lasciando un'offerta libera. E' aperta dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 19:00.

Pranzate nell'elegante Via Santo Stefano, seduti ai tavoli del ristorante Cesarina, spendendo €22,00.
Poi camminate verso una collina artificiale, dove sorge l'antica chiesa di San Giovanni in Monte. L'esterno della chiesa è in stile romanico, mente gli interni sono gotici e potete visitare gratuitamente anche il piccolo museo in cui sono custoditi importanti arredi e suppellettili sacre, reliquiari, manufatti in vetro e ceramica, alcuni dipinti e sculture (dal '300 al '400).
Adesso percorrete la bellissima Via Castiglione, rigoroasamente sotto i portici e arrivate fino alla Porta. Qui noterete uno degli ingressi ai Giardini Margherita, il principale parco pubblico di Bologna. Godetevi il tramonto sdraiati sull'erba o bevendo un drink.

Concludete la giornata nell'ospitale Chalet dei giardini, immersi nel verde (spendendo circa €15,00).

In sintesi:

  • Distanza percorsa: 2,6 km / 33 min
  • Luoghi visitati: Casa Morandi (€5,00), Piazza Santo Stefano (gratuito), Basilica di Santo Stefano (offerta libera), Chiesa di San Giovanni in Monte e Museo (gratuito), Via Castiglione (gratuito), Giardini Margherita (gratuito)
  • Spesa giornaliera: €42,00
  • Card, ticket e tour consigliati: tour privato a Santo Stefano e degustazione di cibi
  • Dove mangiare: Pranzo presso Ristorante Cesarina (Ottieni indicazioni), Cena presso Chalet dei Giardini Margherita (Ottieni indicazioni)

Giorno 4

Mostra Mappafontana del nettuno bolognaFoto di Robertoderosa87. Cominciate la giornata visitando l'elegante Palazzo Fava, in stile rinascimentale che ospita importanti mostre tutto l'anno (€10,00, aperto dalle 10:00 alle 19:00, chiuso il lunedì) e dal quale si può ammirare un bellissimo panorama della città. Proseguite in Via Indipendenza ed entrate nella Cattedrale di San Pietro, in stile barocco. Si può salire anche sul campanile, in cui si trova la grande campana pesante 33 quintali (€5,00). Tornati sulla via principale sarete vicino alla maestosa Fontana del Nettuno, circondata dallo storico Palazzo Re Enzo, in cui vengono organizzati diversi eventi, e dalla Biblioteca Salaborsa, aperta dalle 9:00 alle 19:00. Entrando nella grande biblioteca avrete la possibilità di visitare gli scavi archelogici sottostanti, attraverso un'offerta libera.

Percorrete ora via Ugo Bassi e se avete fame fermatevi nell'accogliente Mercato delle Erbe (costo pranzo circa €12,00 a persona).
Continuate a camminare verso Piazza Malpighi e qui entrate nella Basilica di San Francesco, risalente al XIII secolo, aperta dalle 6:45 alle 12:00 e dalle 15:30 e dalle 19:00. Nel cortile antistante la chiesa, molto spesso vengono allestiti mercatini di oggetti usati e vintage.
Nella vicina Sant'Isaia, invece, potete gratuitamente visitare il Museo della Resistenza, in cui vengono ripercorsi alcuni eventi chiave della storia di Bologna e dell'Italia. Aperto i pomeriggio dalle 15:30 ale 18:30, il sabato dalle 10:00 alle 13:00.

Verso il tramonto passeggiate lungo Via del Pratello, la via piena di gente e locali dove fermarsi a fare aperitivo con tigelle, crescentine e salumi. Sedetevi quindi da Capra & Cavoli, spendendo circa €18,00.
Per concludere la giornata rilassatevi nel Parco del Cavaticcio, aperto dalle 06:00 a 00:00, il quale ospita spesso eventi musicali e festival del cinema.

In sintesi:

  • Distanza percorsa: 2,9 km / 35 min
  • Luoghi visitati: Palazzo Fava (€10,00), Campanile della Cattedrale di San Pietro (€5,00), Biblioteca Salaborsa e Scavi Archeologici (offerta libera), Basilica di San Francesco (gratuito), Museo della Resistenza (gratuito), Via del Pratello (gratuito), Parco del Cavaticcio (gratuito)
  • Spesa giornaliera: €50,00
  • Card, ticket e tour consigliati: tour guidato gastronomico tradizionale
  • Dove mangiare: Pranzo presso Mercato delle Erbe (Ottieni indicazioni), Cena presso Capra & Cavoli (Ottieni indicazioni)

Giorno 5

Mostra Mappasantuario madonna di san lucaNella storica Via d'Azeglio che si dirama da Piazza Maggiore, al civico n.15 c'è la casa del musicista bolognese Lucio Dalla, scomparso nel 2012. Oggi la sua abitazione è diventata un Museo ed è visitabile mediante l'acquisto di un biglietto di €13,50 e solamente su prenotazione insieme ad una guida.
Davanti al Museo c'è la Chiesa di San Giovanni Battista dei Celestini, costruita in stile rinascimentale. All'interno l'atmosfera emana una cupa e soffusa bellezza.

Continuate la vostra passeggiate in Via de' Carbonesi e sedetevi a mangiare qualcosa nella Taverna dei Peccati, spendendo circa €30,00.
Qui siete vicino ad uno dei quartieri più residenziali e raffinati di Bologna, il quartiere Saragozza. Potete approffitare di una visita al Palazzo Albergati, un edificio di grande prestigio che ospita diverse mostre culturali (costo biglietto circa €15,00).
Arrivati alla Porta preparatevi ad un'escursione molto particolare. Percorrendo infatti la strada in salita, Via di San Luca, dopo un percorso di 4 km, sarete arrivati davanti all'affascinante Santurario della Madonna di San Luca. Il santuario è immerso nel verde e ha una particolare forma ellittica.

Ammirate il panorama della città e riposatevi pure mangiando tortellini e cotoletta alla Petroiana ai tavoli di Vito a San Luca (costo cena circa €32,00).

In sintesi:

Giorno 6

Mostra Mapparocchetta mattei bolognaFoto di Sailko. Nella zona universitaria, si trovano diversi musei interessanti da visitare, è il caso di Palazzo Poggi, dedicato alle scienze, dall'anatomia alla fisica (costo €5,00, orari 10:00/16:00, chiuso il lunedì). Nelle vicinanze c'è anche la Pinacoteca Nazionale, che custodisce opere del periodo che va dal XIII al XIX secolo, di artisti quali Raffaello, Carracci, Reni, Perugino, Parmigianino, Vasari. Il costo della visita è di €6,00 ed è aperto da martedì a domenica dalle 8:30 alle 19:30.
Molto interessante è anche la visita all'Orto Botanico ed Erbario, che si trova là vicino. L'ingresso è gratuito, ma se volete approffittare della visita guidata dovete pagare un contributo di €5,00.

Pranzate da Baracca Burattini, dove spenderete circa €14,00 e poi raggiungete la Stazione Centrale a pochi minuti di distanza. Qui salite a bordo del bus 89 Poretta Terme (costo biglietto €2,90) e dopo un'oretta scendete alla fermata Riola. Sarete su un'altura dell'Appenino Settentrionale e potrete visitare un luogo davvero magico: Rocchetta Mattei. Si tratta di un edificio che mescola vari stili, il risultato è un castello dalle forme eclettiche immerso nella natura (costo visita €10,00, aperta solo sabato e domenica, dalle 9:30 alle 17:30).

Prima di rientrare in città, fermatevi a cenare nel ristorante Da Rotilio, ai piedi del castello, dove gustare piatti della tradizione emiliana (costo cena circa €30,00).

In sintesi:

  • Distanza percorsa: 69,9 km / 1 h 38 min in auto
  • Luoghi visitati: Museo di Palazzo Poggi (€5,00), Pinacoteca Nazionale (€6,00), Orto Botanico ed Erbaio (€5,00), Riola (bus costo biglietto €2,90), Rocchetta Mattei (€10,00)
  • Spesa giornaliera: €80,00
  • Dove mangiare: Pranzo presso Baracca e Burattini (Ottieni indicazioni), Cena presso Ristorante Da Rotilio (Ottieni indicazioni)

Giorno 7

Mostra Mapparimini porto 1Dedicate quest'ultima giornata ad una gita fuori porta e cogliete l'occasione di fare tappa lungo la famosa Riviera Romagnola. Prendete quindi un treno dalla Stazione Centrale, il più veloce vi costerà circa €13,00 e dopo 1 h e 30 min sarete arrivati a Rimini.
Prima di raggiungere il mare fate un giro nel centro di questa graziosa e storica città, recatevi quindi al Tempio Malatestiano, ovvero il Duomo di Rimini, in cui troverete il crocifisso di Giotto del 1312 (aperto dalle 08:30 alle 18:30).

Proseguite la vostra passeggiata verso il centro, e fermatevi a mangiare presso La Cantinetta, spendendo €25,00. Siete a due passi da Piazza Cavour, la piazza principale della città, ideale per fermarsi a prendere un caffè. Adesso dirigetevi verso il Domus del chirurgo, un complesso di edifici di origine romana, tra cui spicca la villa in cui visse un medico greco nel II secolo a.C, e nella quale sono conservati centinaia di strumenti chirugici, nonché spettacolari mosaici. La visita costa €7,00, il museo è aperto dalle 10:00 alle 19:00.

E' arrivato il momento di godervi il tramonto sul lungomare che potete raggiungegere in una ventina di minuti e poi cenate nel ristorante Alla Buona, approffrittando dei piatti a base di pesce (costo cena €35,00). Prima di rientrare a Bologna concetedevi un bel giro sulla Ruota Panoramica in spiaggia, da dove avrete un bellissimo panorama della riviera (€6,00, orari dalle 10:00 a mezzanotte).
VEDI ANCHE: 10 Cose da vedere assolutamente a Rimini Cosa vedere a Rimini in un giorno

In sintesi:

  • Distanza percorsa: 122 km / 1 h 24 min in auto compreso tragitto da/per Bologna
  • Luoghi visitati: Rimini (treno costo biglietto €13,00), Tempio Malatestiano (gratis), Piazza Cavour (gratis), Domus del chirurgho (€7,00), Lungomare di Rimini (gratis), Ruota Panoramica (€6,00)
  • Spesa giornaliera: €74,00
  • Card, ticket e tour consigliati: Rimini: tour a piedi privato con guida locale
  • Dove mangiare: Pranzo presso La Cantinetta (Ottieni indicazioni), Cena presso Alla Buona (Ottieni indicazioni)

Quanto costa una settimana a Bologna

Tipologia viaggio Dormire Mangiare Trasporti Attrazioni Costo totale settimana Costo medio al giorno
Low cost €315,00 €210,00 €20,00 €125,00 €670,00 €96,00
Medio €450,00 €350,00 €40,00 €125,00 €965,00 €138,00
Lusso €700,00 €500,00 €100,00 €155,00 €1.365,00 €199,00

NB: I prezzi espressi nella tabella soprastante sono da intendersi "a persona".

Bologna è una città molto attraente, non solo da un punto di vista strettamente estetico, ma anche per ciò che riguarda i movimenti culturali che la animano. Ciò è ampiamente dimostrato dall'alto numero di musei e di mostre sparsi per la città, e il cui ingresso spesso è gratuito.

Soggiornando in zone periferiche come Bologna Fiere è possibile trovare alloggi a prezzi notevolmente bassi, ma se si preferisce stare in centro è comunque probabile trovare un B&B o un ostello dai costi non eccessivamente elevati. L'areoporto Marconi, poco lontano dal centro città, è ben servito da voli internazionali e che si appoggiano a compagnie aree anche low cost. Infine, a Bologna, si può mangiare bene e tanto senza spendere mai una cifra esorbitante.

Prima di partire: consigli utili

  • Quando visitare Bologna: tutto l'anno. I mesi con le temperature più favorevoli vanno da maggio ad ottobre, mentre l'inverno può essere particolarmente rigido ma del tutto insopportabile. I mesi più caldi sono luglio ed agosto
  • Come arrivare: l'areoporto è ben collegato con il resto del mondo. Per raggiugnere il centro occorre servirsi dell'Areobus, una navetta che impiega 20 minuti per arrivare alla stazione centrale. Il costo del biglietto è di €6,00
  • Dove dormire: nel centro storico ci sono le maggiori attrazioni, ma i prezzi risultano più elevati rispetto ad altre zone, come quella universitaria, molto vivace e poco adatta alle famiglie. Un'alternativa per chi vuole risparmiare ed arrivare in centro con i mezzi pubblici è la zona di Bologna Fiere
  • Come muoversi: a piedi, anche perché solo così si può godere delle passeggiate sotto i lunghi portici. Per gli altri spostamenti si può usufruire del servizio autobus Tper, il singolo biglietto costa €1,30
  • Card e pass consigliati: Bologna WelcomeCard è la carta turistica che permette di avere sconti sull'ingresso a diverse attrazioni. In base al numero dei vantaggi inclusi il costo varia da €25,00 a €40,00.
Scopri la Guida Smart di Bologna

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo Ŕ benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Guida di Bologna

Torna su