Indice Mostra di più

Bologna è una città giovane e piena di vita: lungo le strade e nelle ampie piazze si possono notare tantissimi studenti. Chiamata "la dotta, la rossa e la grassa", questi tre soprannomi racchiudono proprio l'essenza della città: la dotta per essere la sede della prestigiosa Alma Mater Studiorum, ovvero dell'Università di Bologna, considerata fra le migliori del bel paese e tra le più antiche del mondo; la rossa per il colore dei tetti delle le case; e la grassa per la golosa e autentica cucina, conosciuta in tutto il mondo!

Scopriamo quindi insieme cosa vedere a Bologna, le migliori attrazioni e cose da fare!

mappa principali attrazioni bologna 1

Cerchi un hotel a Bologna? Abbiamo selezionato per te le migliori offerte su Booking.com.

1 - Piazza Maggiore

panorama piazza maggiore square bologna italy piazza maggiore La famosa "Piazza Grande" cantata da Lucio Dalla, cuore pulsante di Bologna e centro nevralgico dove da sempre convivono potere civile e religioso. Piazza Maggiore è la principale piazza di Bologna, circondata dai più importanti edifici della città medievale come ad esempio Palazzo del Podestà e la grande Basilica di San Petronio, e adiacente all'altrettanto nota Piazza del Nettuno; a proposito, da Palazzo d'Accursio si può godere di una vista unica sulla Piazza, si può accedere gratis e al suo interno si trovano stanze con affreschi stupendi, mentre nel Palazzo Re Enzo, alla sinistra del Nettuno, nella colonna con i fiori ce ne sono solo due uguali vicini: trovarli si dice porti gran fortuna!
Sempre vicino al Nettuno, consigliamo di fare una breve sosta alla Biblioteca Salaborsa.

Da Piazza Maggiore è possibile raggiungere in pochi minuti praticamente ogni attrazione principale attraversando le strade più importanti: Via dell'Indipendenza, Via Galleria, con i suoi numerosi palazzi nobiliari, Via dell'Archiginnasio. Ottieni indicazioni.

Devi laurearti? Allora occhio alla leggenda! Secondo la leggenda non bisogna mai attraversare la Piazza passando per il centro, ma sempre costeggiandola, altrimenti si può dire "addio" alla tanto aspirata laurea!

2 - Fontana del Nettuno

bologna landmarks fountain neptune is monumental civic fou Una fontana monumentale situata nell'omonima piazza, adiacente a Piazza Maggiore, che gli abitanti della città chiamano "il Gigante" per via delle sue dimensioni (Ottieni indicazioni). Creata da Giambologna nel XVI secolo, è una delle più belle fontane del suo periodo e nasconde uno dei famosi 7 segreti della città: infatti, posizionandosi in un punto preciso segnalato per terra, un effetto ottico mostra la statua come se avesse una erezione in corso.

Proprio da qui, dalla Fontana del Nettuno, partono i tour a piedi del centro città, con guida in italiano, che in 2 ore passa per le vie del centro di Bologna e visita le principali attrazioni della città.

lampione dei neonati Tradizioni universitarie e "nuove nascite": sulla fontana e la piazza ci sono diverse storie, e aneddoti. Secondo una tradizione universitaria girare due volte in senso antiorario attorno alla fontana è di buon auspicio per chi è in precinto di un esame. Secondo la leggenda, lo stesso Giambologna ruotò attorno al piedistallo per trovare l'ispirazione e la fortuna per la realizzazione della statua! Un altro aneddoto riguarda un particolare lampione, noto come il Lampione dei Neonati, che si accende solo quando si registra una nuova nascita - Ottieni indicazioni

3 - Le due torri

two famous falling towers asinelli garisenda morning bologna emilia romagna italy Sono il simbolo più noto e rappresentativo della città: Torre degli Asinelli e Torre della Garisenda;
la prima con i suoi 97m è la torre medievale originale più alta d'Italia; la seconda è nota per la sua pendenza, dovuta al cedimento del terreno e delle sue fondamenta!

La storia di Torre degli Asinelli è inoltre legata ad una leggenda, secondo la quale un giovane, che di lavoro trasportava sabbia e ghiaia con i suoi asinelli, la costruì per conquistare la mano di una ragazza di cui si era innamorato. Il padre di lei gli disse che avrebbe potuto sposarla solo quando avrebbe portato in dote la torre più alta di Bologna. Allora il giovane la costruì in solo 9 anni e potè sposare la giovane.

Queste sono le due torri più famose della città, ma in realtà ce ne sono molte altre. Edificate intorno al XII secolo, in principio erano oltre 100 e la loro altezza era una sorta di status symbol per le famiglie nobili del tempo. Oggi ne rimangono una ventina.

Fino a poco tempo fa era possibile raggiungere la cima della Torre degli Asinelli salendo 498 gradini, ma le visite sono interrotte a causa dei lavori di restauro per la messa in sicurezza della Vicina Torre della Garisenda.

Il segreto del "Vaso rotto": In cima alla torre degli Asinelli si trovava un vaso rotto che secondo una credenza popolare rappresentava la capacità della città di risolvere conflitti. Questo è uno dei 7 segreti di Bologna.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare a 450 metri (5 min) dalla Basilica di San Petronio tramite Via Rizzoli. Raggiungibile in bus, linee 11, 25, 27, 30 - Ottieni indicazioni
  • Orari chiuse per ristrutturazione
  • Costo biglietto chiuse per ristrutturazione

4 - Chiesa di S. Maria della Vita e Compianto del Cristo Morto

santa maria della vita church bologna dsc 1020 Piccola e non molto conosciuta, la Chiesa di Santa Maria della Vita sorge nell'area del Quadrilatero, nel centro storico di Bologna. Merita assolutamente una visita, in quanto al suo interno ospita un'opera considerata fra i più grandi capolavori della scultura italiana: il "Compianto del Cristo Morto", di Niccolò dell'Arca: gruppo scultoreo realizzato nel '400 e che trasmette in maniera magistrale il dolore e lo strazio nei volti dei soggetti scolpiti, a tal punto da essere definito da Gabriele D'Annunzio un "Urlo di Pietra". Di per sé, la chiesa duecentesca è considerata il più importante esempio di barocco bolognese.

Se siete particolarmente interessati all'arte sacra e a scoprire questa chiesa in particolare, dovete sapere che oltre al Compianto del Cristo Morto, potrete visitare anche l'Oratorio, al cui interno si trova il gruppo scultoreo del Transito della Vergine di Alfonso Lombardi. Molto interessante anche la visita al Museo della Sanità e dell'Assistenza, al cui interno potrete scoprire storia della sanità di Bologna, ammirando antichi strumenti sanitari e diversi materiali scientifici, oltre a dipinti e arredi.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare a 2 minuti a piedi (140 m) da Piazza Maggiore tramite via Clavature. A piedi dalla stazione centrale, percorrere via dell'indipendenza fino a Piazza Maggiore, poi svoltare a sinistra in Via Clavature. In bus, linee 11, 25, 27 e linea A - Ottieni indicazioni
  • Orari mar-dom 10:00-18:30
  • Costo biglietto intero €5,00, ridotto €3,00

5 - Museo Civico Archeologico

the archaeological civic museum of bologna joy of museums 2 Foto di Joyofmuseums. ll Museo archeologico di Bologna è uno dei più importanti d'Italia nel suo genere ed offre reliquie di civiltà preistoriche, reperti etruschi provenienti dal territorio circostante, tesori celti, greci, egiziani e romani: non un miscuglio di antichità polverose, ma un moderno museo di manufatti esposti brillantemente.
Il fiore all'occhiello è la sua sezione etrusca, che racconta la civiltà dell'Etruria padana, la cui capitale fu proprio Bologna (all'epoca chiamata Felsina).

Anche chi solitamente non ama visitare i musei apprezzerà senza dubbio la collezione del Museo Civico Archeologico.

Scopri la sezione egiziana: con oltre 3.500 oggetti, è una delle più significative d'Italia e d'Europa! Imperdibile anche se viaggiate con bambini.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare vicinissimo alla Basilica di San Petronio (90 m), si raggiunge a piedi in 1 minuto. Dalla stazione centrale, percorrere per circa 1,7 km via dell'indipendenza oppure prendere il bus, linee 11, 25, 27 e linea A - Ottieni indicazioni
  • Orari Lun, Mer, Gio e Ven 9:00-19:00; Sab e Dom 10:00-20:00; Mar chiuso
  • Costo biglietto intero €6,00 / ridotto €3,00 (over 65, under 25, gruppi di almeno 10) / €2,00 dai 18 ai 25 anni. Gratis la prima domenica del mese, gratis per i minori di 18 anni, gli studenti, gli universitari e il personale formativo

6 - Basilica di San Petronio

img20230701154005 dsc 1010 E' la chiesa più importante e imponente di Bologna, nonché una delle più grandi al mondo, non a caso per far spazio a questo tempio vennero demolite torri, abitazioni private e ben 8 chiese. I lavori di costruzione iniziarono nel 1390 e andarono avanti per secoli senza essere mai completati del tutto, come si può notare dalla sua facciata incompiuta ancora oggi che però le conferisce un aspetto unico e caratteristico.

Questa Basilica rappresenta l'ultima grande opera gotica realizzata in Italia, a croce latina a tre navate con cappelle. Di particolare rilievo la Cappella Bolognini affrescata con le Storie dei Re Magi, il Giudizio Universale il Paradiso e in basso l'Inferno con una gigantesca figura di Lucifero e la rappresentazione di Maometto all'Inferno.
Fino al 1929, anno dei Patti lateranensi, la Basilica di San Petronio è appartenuta al Comune della città e veniva utilizzata come luogo di cerimonie, tribunale, ritrovo pubblico e altre celebrazioni ufficiali.

Sali sulla terrazza: approfitta della terrazza della Basilica per ammirare una meravigliosa vista sulle torri e sui tetti di Bologna!

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare vicinissima a Piazza Maggiore (40 m, 1 min). Dalla stazione centrale, percorrere per circa 1,6 km via dell'indipendenza. In bus, linee 11, 25, 27 e linea A. Fermate Piazza Maggiore e Rizzoli - Ottieni indicazioni
  • Orari Basilica 9:30-13:00 e 14:30-17:30; Terrazza 10:00 -13:00 e 14:30-17:30; Cappelle dei Magi, di S.Sebastiano, di S.Vincenzo 9:30-12:30 e 14:30-17:15
  • Costo biglietto Basilica gratis; Terrazza intero €5,00, ridotto €3,00; Cappelle intero €5,00, ridotto €3,00

7 - Archiginnasio

archiginnasio bologna02 Foto di Conte di Cavour. Il più bel palazzo di Bologna, considerato addirittura uno dei più belli d'Italia. Costituito da un lungo portico con 30 arcate decorate da centinaia di stemmi e due logge ai piani superiori, l'Archiginnasio fu costruito a metà 500 per volere dal Cardinale Carlo Borromeo il quale voleva dare all'Università di Bologna, la più antica del mondo, un'unica e bellissima sede.

Luogo di insegnamento fino al 1838, poi divenne biblioteca, cui ancora oggi si può accedere per motivi di studio. Durante la visita non perdere le due aule magne che un tempo ospitavano Artisti e Legisti (Stabat Mater), decorate in maniera sublime, e il Teatro Anatomico, ricostruito dopo i fatali bombardamenti del 1944.

Trova la scritta sul portone: durante i bombardamenti alleati su Bologna, nel 1944 il palazzo fu gravemente danneggiato. I fascisti, per fare propaganda, scrissero all'ingresso del portone "Opera dei liberatori", per far passare il messaggio che quella distruzione era colpa di chi voleva liberare Bologna dai nazi-fascisti. Tale scritta è tutt'oggi visibile.
Puoi scoprire questa ed altre storie con il tour guidato in italiano che include anche una degustazione all'Osteria Ranocchi.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare 600 metri (7 min a piedi) dalla Torre degli Asinelli. Dalla stazione percorrere via dell'Indipendenza per quasi 2 km. In bus, linee 11, 25 , 30 e linea A - Ottieni indicazioni
  • Orari lun-sab 10:00-18:00, dom chiuso.
  • Costo biglietto €3,00, gratis per studenti, giornalisti, guide turistiche e giovani sotto i 18 anni. Prenotazione obbligatoria il sabato e nelle giornate festive.

8 - Basilica di San Domenico

piazza san domenico bologna Foto di Vanni Lazzari. Si tratta di uno dei luoghi di culto più importanti della città e conserva l'Arca di San Domenico, monumento sepolcrale impreziosito da sculture di Michelangelo, Nicola Pisano e Alfonso Lombardi, al cui interno sono contenuti i resti di San Domenico di Guzman, fondatore dell'ordine dei frati Frati Domenicani. La sua costruzione risale al duecento, presenta una facciata romanica, un rosone centrale e tre navate con diverse cappelle laterali; e oltra all'Arca di San Domenico, al suo interno si trovano altre opere di pregio realizzate da maestri come Filippino Lippi, Francesco di Simone Ferrucci, Ludovico Carracci.

Assicuratevi di non perdervi uno dei must della basilica, ovvero l'organo che usò Mozart durante il suo periodo di studi proprio a Bologna. Amanti della musica e non, impossibile non approfittare della visita gratuita a questa meravigliosa basilica!

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare 600 metri dalla Basilica di Santo Stefano, 7 min tramite via Farini. A piedi dalla stazione centrale, percorrere via dell'indipendenza fino a via Rizzoli, poi svoltare a sinistra e subito a destra verso piazza Maggiore. Continuare su via dell'Archiginnasio, poi da piazzale Cavour continuare su via Garofalo fino alla meta. In bus, linee 11, 25, 27 e linea C - Ottieni indicazioni
  • Orari lun-ven 9:00-12:00 e 15:30-18:00, sab 9:00-12:00 e 15:30-17:00, dom 15:30-17:00. Durante le Sante Messe le visite turistiche potrebbero essere limitate o sospese
  • Costo biglietto Basilica gratis, offerta di €0,50 per visitare coro e chiostro

9 - Basilica di Santo Stefano

santo stefano basilica bologna old medieval city italy Non una sola chiesa, bensì un insieme di edifici sacri che formano il più noto complesso delle Sette Chiese,
ovvero 7 costruzioni molto antiche che, pur appartenendo ad epoche diverse, presentano una certa omogeneità stilistica, costituendo il monumento romanico più interessante e meglio conservato di Bologna.
La triangolare Piazza Santo Stefano ospita nell'ordine: la Chiesa del Crocifisso, la Basilica del Sepolcro, la Chiesa di San Vitale e Sant'Agricola, il Cortile di Pilato, la Chiesa del Martyrium, il Chiostro Medievale e il Museo di Santo Stefano.

All'esterno della basilica si trovavano, inoltre, due sarcofagi medievali, che un tempo hanno custodito le spoglie dei primi vescovi della Chiesa di Bologna. Oggi i sarcofagi sono custoditi nel giardino della Chiesa del Crocifisso, di origine longobarda.

Da non perdere nemmeno la Basilica del Sepolcro, costruita per ordine del Vescovo Petronio seguendo il progetto del S. Sepolcro di Gerusalemme. Se siete particolarmente interessati alla storia di questo complesso, vi consigliamo anche la visita al Museo, nato dai vari restauri del complesso e che al suo interno custodisce reliquie, opere e affreschi.

Fermati a Piazza Santo Stefano: si tratta di una delle piazze più vive della città, ricca di locali ed eventi durante la bella stagione. Ideale per immergersi tra i bolognesi!

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare a piedi dalla stazione centrale, percorrere via dell'indipendenza fino a via Rizzoli, poi svoltare a sinistra fino a piazzale della Mercanzia e poi a destra su via Santo Stegano. In bus, linee 11, 25, 27, e linea C - Ottieni indicazioni
  • Orari 9:30-12:30 e 14:30-19:00. Durante le messe gli orari possono subire limitazioni
  • Costo biglietto offerta libera

10 - I Canali

trffvrus9o8 Probabilmente in pochi lo sanno, ma Bologna è sempre stata una città d'acqua e, come Venezia, è percorsa da diversi canali utilizzati nel periodo in cui la città era un importantissimo polo di produzione della seta, e vi era quindi la necessità di trasportare l'acqua nel centro per l'attività produttiva, oltre che per svolgere le classiche attività quotidiane.
Oggi si possono ammirare il canale Navile, il canale Reno, il canale Savena, il canale Cavaticcio e il canale delle Moline, quest'ultimo attraverso uno dergli scorci più suggestivi della città, ovvero attraverso la finestrella che si trova a Via Piella.

Il canale delle Moline, per per secoli utilizzato per alimentare i mulini ad acqua con cui si lavorava il grano, si può ammirare anche da altre "vedute" , ad esempio dai ponti delle vie Oberdan e Malcontenti. Si tratta di luoghi non molto conosciuti, ma che vi permetteranno di scattare foto diverse dai monumenti principali, immortalando così per sempre Bologna in un modo inusuale.

Il Canale delle Moline si trova a 750 metri da Piazza Maggiore, si raggiunge in 8 min a piedi tramite Via dell'Indipendenza - Ottieni indicazioni

img20230702111550 Raggiungi la Piccola Venezia: la finestrella di Via Piella rappresenta uno dei 7 segreti. Per la sua bellezza e particolarità viene chiamata la Piccola Venezia. Potrai vederla raggiungendo il numero civico 16 di Via Piella, accanto all'osteria Biassanot. Si tratta di un luogo facile da trovare solo se si sa la sua posizione esatta. Ottieni indicazioni

11 - Mercato della Piazzola

parco della montagnola bologna Foto di Ugeorge. La Piazzola è il più antico e famoso mercato all'aperto della città, organizzato ogni venerdì e sabato dall'alba al tramonto, nell'enorme Piazza Mercato nel centro di Bologna, adiacente al Giardino della Montagnola. La Piazzola iniziò nel 1251 come mercato di bestiame ed oggi vanta oltre 400 venditori ambulanti e artigiani che vendono proprio di tutto: oggetti d'artigianato, abbigliamento nuovo e usato, calzature, articoli per la casa, cosmetici e altro ancora.

Dopo aver fatto un giro, e magari anche qualche acquisto, al mercato, vi consigliamo di fare una passeggiata anche nel Parco della Montagnola, un bellissimo parco risalente al XIX secolo, con al centro un'elegante scalinata e dei resti di un castello del XIV secolo. Da qui potrete godere anche di una bella vista e particolari scorci sulla città!

Scatta una foto sulla Scalinata del Pincio: una delle scalinate più belle della città, assolutamente imperdibile. Si trova nel lato settentrionale del parco.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare a 700 m da Piazza Maggiore, si raggiunge in 8 min a piedi tramite Via dell'Indipendenza. A piedi dalla stazione centrale, percorrere via dell'indipendenza fino a via Irnerio, poi svoltare a sinistra e subito a destra in Piazza dell'8 Agosto. In bus, linee 11, 27, 36, 37, linea A e C - Ottieni indicazioni
  • Orari Mercato tutti i venerdì e sabato dell'anno, dall'alba al tramonto, esclusi 1 gennaio, Pasqua, 25 e 26 Dicembre / Parco della Montagnola sempre accessibile
  • Costo biglietto gratis

12 - Museo di Arte Moderna (MAMbo)

bologna mambo Foto di Velthur. Inaugurato nel 2007, il Museo d'Arte Moderna di Bologna sorge sull'ex forno del pane e racconta l'arte italiana dal secondo dopoguerra fino ai nostri giorni, non solo attraverso la sua Collezione Permanente, ma anche con mostre temporanee.

Tra i numerosi capolavori esposti ricordiamo "Homage to the Hollywood Squares (featuring Bridget Riley)" di Francesco Vezzoli, grande arazzo quadrato dove l'artista utilizza il medium tessile per rielaborare con ironia i riferimenti alle composizioni optical di Bridget Riley e alle tessiture di Anni Albers. Dal 2012, inoltre, il MAMbo ospita temporaneamente le collezioni del Museo Morandi.

Organizza la visita: attenzione agli orari, in quanto durante la settimana il museo è aperto solo il pomeriggio. Vista l'ampia collezione, ti consigliamo di dedicargli almeno 2 h.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare dalla stazione centrale, 20 minuti a piedi tramite vi Gramsci. In bus, linee 33, 35, 39, 87,88, 97, 98, 21, 25, 30, 36 - Ottieni indicazioni
  • Orari mar e mer 14:00-19:00; gio 14:00-20:00; sab e dom 10:00-19:00; lun chiuso
  • Costo biglietto intero €6,00, ridotto over 65 €4,00, ridotto ragazzi 18-25 anni €2,00

13 - Portici di San Luca e Santuario Madonna di San Luca

santuario madonna di san luca 4 santuario madonna di san luca 1 portici di san luca Bologna è percorsa da ben 40 km di porticati, che rappresentano l'essenza stessa della città e forniscono riparo dal sole in estate e dalla pioggia in inverno. Il più famoso della città è sicuramente il Portico di San Luca, che con i suoi 4 km di lunghezza collega il centro di Bologna al Santuario Madonna di San Luca sul Colle della Guardia; quest'ultimo merita sicuramente una visita (si può ammirare il panorama dalla cupola e accedere alla cripta).

I Portici di San Luca sono collegati ad un altro dei 7 segreti di Bologna: il portico è infatti coperto e costituto da 666 arcate, simbolo del demonio. Tale riferimento non è una semplice casualità. Metaforicamente, gli stessi portici hanno la forma di un serpente, schiacciato dal piede della Madonna, rappresentato dalla chiesa. Di conseguenza, la salita rappresenta un percorso di liberazione e purificazione dal peccato. Ogni anno, nella settimana dell'Ascensione, dalla chiesa parte la processione che porta la Madonna con Bambino alla cattedrale. Legata al culto dell'immagine della Beata Vergine di S. Luca, l'attuale chiesa fu realizzata tra il 1723 e il 1757. Con particolare pianta ellittica, la chiesa ospita opere di Guido Reni e Guercino.

Raggiungi il Santuario con il trenino: il Santuario può essere raggiunto anche con il trenino San Luca Express, una linea ferroviaria turistica che collega il centro di Bologna alla Basilica. Un'attività molto divertente, da fare anche con i più piccoli, e che comprende una degustazione finale! Info e costi qui

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare dalla stazione centrale, in bus, linee 671, 20, 27, 21 - Ottieni indicazioni
  • Orari Chiesa 07:00-19:00; Piazzale 06:30-19:30; Cripta e Cupola lun-sab 10:00-13:30 e 14:30-18:00, Dom 12:00-18:00
  • Costo biglietto Basilica gratis; Cripta €3,00; Cupola €5,00

14 - Giardini Margherita

bo giardini margherita 10 2012 4 Foto di EvelinaRibarova. Inaugurato nel 1879 con il nome di Passeggio Regina Margherita, con i un'estensione di 26 ettari i Giardini Margherita sono il parco cittadino più grande frequentato di Bologna.

Ispirato ai parchi romantici inglesi, conserva ancora oggi buona parte dell'assetto originario, e al suo interno si trovano vari elementi rilevanti come un laghetto artificiale, uno chalet in legno adibito a punto di ristoro, numerosi viali dove passeggiare o fare jogging, una discoteca estiva e diverse aree gioco per i bambini con tanto di giostrina.

Piccola curiosità: durante gli scavi per la sua realizzazione, in quest'area venne alla luce un sepolcreto di epoca etrusca. Il parco si trova a pochi passi dal centro storico, fra le Vie Murri e Castiglione. Dalla stazione bus n. 32. I giardini sono aperti 24h e gli ingressi si trovano su viale Gozzadini, piazza di Porta Santo Stefano, piazza di Porta Castiglione, via Cavallina, via Santa Chiara, via dei Sabbioni - Ottieni indicazioni

Visitali in estate: questi giardini danno il meglio in estate, quando sono molto frequentati e ospitano una discoteca estiva!

15 - Pinacoteca Nazionale

pinacoteca nazionale bologna Foto di Marco Assini. Ospita una delle più importanti raccolte museali italiane, con capolavori di maestri come Raffaello, Carracci, Reni, Perugino, Parmigianino, Tintoretto, Vasari, Guercino e molti altri. Fin dalla sua fondazione la Pinacoteca ha una missione unica: conservare opere di artisti che hanno vissuto e lavorato a Bologna e in Emilia-Romagna a cavallo fra il XIII ed il XIX secolo.

Ognuna delle opere custodite nella galleria presenta una storia a sé: alcune sono state ritrovate in vecchie cantine o recuperate dalle rovine di chiese e palazzi diroccati, altre furono addirittura "saccheggiate" durante le campagne napoleoniche in Italia, e solo successivamente riportate a "casa".

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare a piedi dalla stazione centrale, percorrere via indipendenza fino a via Irnerio, qui svoltare a sinistra fino a via Bertoloni e subito a destra in via Belle Arti. In bus, linee 32, 36, 101, 206, 211, 237, 273, 918 e linea C - Ottieni indicazioni
  • Orari mar e mer 9:00-14:00; gio-dom e festivi 10:00-19:00; lunedì chiuso
  • Costo biglietto intero €6,00, ridotto giovani 18-25 anni €2,00. I costi possono subire variazioni in caso di mostre speciali.

16 - Fico Eataly World

bologna fico eataly world 38 Foto di Gianni Careddu. Poco fuori dal centro storico, si trova FICO Eataly World, un vero e proprio parco tematico dedicato alla gastronomia bolognese e Italiana in genere!

All'interno del grande complesso potrete assaggiare piatti tipici provenienti da tutta Italia divisi per zone di provenienza e regioni, inoltre potrete conoscere diverse Fabbriche Contadine per scoprire come vengono prodotti i cibi che mangiamo ogni giorno: dai salumi al formaggio, dalla pasta ai sughi.

Considerando le dimensioni notevoli, potrete tranquillamente passare qui un'intera giornata, anche se viaggiate con bambini!
A più piccoli infatti sono dedicate diverse attività, inoltre potranno divertirsi al Luna Farm, un vero e proprio parco giochi con giostre e tantissime attività. E attenzione, che potrete anche incontrare le mascotte del parco!

Ottimizza tempi e visita: si tratta di un vero e proprio parco divertimenti! Ti consigliamo di dedicargli un'intera giornata. Ideale da visitare se si viaggia in famiglia. Per ottimizzare tempi e visita acquista online il biglietto con tour e degustazioni, un ticket che include un tour guidato con 4 degustazioni e l'accesso al parco divertimenti per la famiglia Luna Farm.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare a nord est del centro storico. Si raggiunge con il bus diretto 213 dalla stazione ferroviaria di Bologna fino alla fermata "Facoltà di Agraria" (14 min), a 850 m da Fico. In auto, dispone di numerosi parcheggio - Ottieni indicazioni
  • Orari gio-dom tendenzialmente 11:00-18:00; l'orario di chiusura varia ogni giorno dalle 18:00 alle 24:00 a seconda degli eventi in programma, maggiori info qui.
  • Costo biglietto ingresso €10,00 per adulti e bambini più alti di 90 cm; ingresso + 5 degustazioni €29,00; ingresso + menu €30,00

Altre attrattive da visitare

Non tutti lo sanno, ma a Bologna c'è un ghetto ebraico, caratterizzato da un dedalo di viuzze medievali, ponti e piccole finestre. Si trova tra Via Zamboni, Via Oberdan e Via Marsala (che ne costituivano i tre ingressi) ed è uno dei quartieri più interessanti. Ovviamente non può mancare il Museo Ebraico (€7,00).

A Bologna poi sono sepolti grandi uomini della storia, come lo statista Marco Minghetti, Giorgio Morandi, Giosue Carducci, Lucio Dalla... Tutti riposano nel Cimitero della Certosa, fondato nel 1801 riutilizzando le strutture di un convento certosino. E a proposito di Lucio Dalla, nel centro si trova la casa dell'artista, dove oggi ha sede la Fondazione Lucio Dalla (consultare il sito ufficiale). Per le Chiese, da visitare Basilica di San Francesco, la Basilica di San Giacomo Maggiore, la Basilica di Santa Maria dei Servi e quella di Santa Maria della Carità.

Ed infine, Bologna ha qualcosa da mostrare anche sotto terra, partecipando ad un tour della Bologna sotterranea organizzato dall'Associazione Amici delle vie d'acqua (€10,00, visite guidate in orari stabiliti, consultare il sito ufficiale).

9 cose da fare a Bologna

Raggiungere il portico con la scritta "Canabis Protectio"
Trovare le Tre Frecce nel portico di Strada Maggiore 26
Scoprire la gastronomia bolognese
Pranzo all'Osteria del Sole
Gelato alla Cremeria Funivia
Aperitivo sulla Torre Prendiparte
Giro in Ferrari a Maranello
1/9

  1. Provare l'effetto "Telefono senza fili" al Voltone del Podestà un altro dei 7 segreti di Bologna. sotto al Palazzo del Podestà si trova una grande cupola, cosiddetta Voltone del Podestà. Qui è possibile assistere ad un effetto acustico singolare: posizionandosi ai due angoli opposti, in diagonale del voltone, le voci risulteranno infatti chiare e nitide anche se bisbigliate.
  2. Raggiungere il portico con la scritta "Canabis Protectio" nell'angolo tra Via Indipendenza e Via Rizzoli si trova questo portico con una curiosa frase, che dice "Il pane è vita, la cannabis è protezione, il vino è gioia". Anche questo è uno dei 7 segreti di Bologna.
  3. Trovare le Tre Frecce nel portico di Strada Maggiore 26 secondo la leggenda una fanciulla distrasse con le sue grazie alcuni banditi intenti a commettere un assassinio. Le frecce scagliate, invece di colpire l'obiettivo, finirono sul portico. Anche questo è uno dei 7 segreti.
  4. Scoprire la gastronomia bolognese la cucina di Bologna è conosciuta in tutto il mondo! Lasagne, ragù, tortellini, tagliatelle, mortadella, non potete assolutamente perdervi nessun piatto. Il luogo migliore per assaggiarlo sono i ristoranti tipici del centro, e il modo migliore è il tour guidato a piedi tra le specialità locali.
  5. Pranzo all'Osteria del Sole a Bologna si trova l'Osteria più antica d'Italia! Le prime testimonianze risalgono infatti al lontano 1465. Che sia per pranzo, cena o per un semplice bicchiere di vino, questa è una tappa obbligatoria.
  6. Gelato alla Cremeria Funivia il gelato della Cremeria Funivia è ormai un'istituzione, vera e propria testimonianza del gelato bolognese. Riconoscerete facilmente il locale dalla lunga fila presente sempre fuori, ma state sicuri che ne vale la pena.
  7. Aperitivo sulla Torre Prendiparte questa è una delle 24 torri rimaste a Bologna. Ora al suo interno c'è un meraviglioso B&B (ideale se volete vivere un'esperienza diversa), ma spesso sulla terrazza vengono organizzati meravigliosi aperitivi con vista sulla città.
  8. Serata in Via del Pratello qui si concentra la movida. Via del Pratello è ideale da frequentare da ltardo pomeriggio, quando i locali si animano per l'aperitivo. Troverete infatti pub, wine bar e anche locali finger food, ottimi per un apericena.
  9. Giro in Ferrari a Maranello a 45 km da Bologna si trova Maranello, sede dello stabilimento Ferrari. Qui potrete provare l'esperienza di fare un tour di un'intera giornata in Ferrari, di certo gli appassionati non possono perdersela.

Organizza il tuo soggiorno a Bologna: consigli, voli e hotel

bologna roofs overview bologna 2 2 Bologna si trova in una posizione perfetta per essere raggiunta facilmente da ogni parte d'Italia. Ha un suo aeroporto per chi giunge da sud e isole (confronta i voli), ma è collegata perfettamente con treni e autostrade da centro e nord.

Città universitaria e a misura d'uomo, si visita piacevolmente a piedi. Per le zone limitrofe, a seconda delle esigenze meglio optare per un'auto a noleggio, ma i mezzi funzionano alla grande.
La città non è particolarmente cara, anche per gli alloggi, quindi meglio restare nelle zone del centro (confronta gli alloggi su booking).
Essendo una città universitaria, a Bologna non mancano divertimenti. Dal quartiere studentesco al cuore di piazza Maggiore, c'è un'ampia scelta tra pub, club e discoteche. Un'altra area da non perdere è quella di Via del Pratello!

Se viaggiate in famiglia, i bambini si divertiranno un sacco a salire fin sulla cima della Torre degli Asinelli, ma anche nell'area giochi dei Giardini Margherita. In questo caso, imperdibile anche una visita al FICO Eataly World poco fuori dalla città, dove passare un'intera giornata!