Lago Di Resia Alto Adige Italia

Posti da Visitare in Italia | 20 luoghi sconosciuti da vedere assolutamente

Aggiornato a Giugno 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 165 viaggiatori.
Posti da visitare in Italia: luoghi sconosciuti da visitare in giornata o in un weekend. Paesini, borghi, posti strani e affascinati da vedere al nord, sud e centro.

Lago Di Resia Alto Adige ItaliaL'Italia è ricca di arte e di cultura, ovunque vi giriate trovate una storia da scoprire. E questo non accade solo nelle grandi città come Firenze, Torino, Roma o Napoli, questo succede anche nei piccoli borghi, paesini nascosti e poco conosciuti, dove solo i più curiosi e appassionati si addentrano alla scoperta di queste località meravigliose. Da nord a sud, nel nostro bel Paese ce ne sono tantissime e sono una più bella dell'altra.

Ecco 20 luoghi sconosciuti da vedere assolutamente in Italia: dalle riserve naturali alle oasi, da grotte tutte da esplorare a posti anche un po' macabri e misteriosi.

Nord Italia

Cosa vedere Dove si trova
Riserva naturale marina di Miramare Trieste, Friuli-Venezia Giulia
Grotta Torri di Slivia Duino-Aurisina, Friuli-Venezia Giulia
Lago di Resia Curon Venosta, Trentino-Alto Adige
Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri Capo di Ponte, Lombardia
Oasi Valmanera Villa Paolina Asti, Piemonte

1 - Riserva Naturale Marina di Miramare, Friuli-Venezia Giulia

castello di miramare castello 1La Riserva Naturale Marina di Miramare si trova nel Golfo di Trieste, dove sorge anche il Castello di Miramare, oggi adibito a museo. Le gestione di questa area marina protetta è affidata all'Associazione WWF Italia ed è stato il primo parco marino istituito in Italia, per la sua importanza è anche classificata come Area Specialmente Protetta di Interesse Mediterraneo.

La zona si estende per 30 ettari lungo 1,8 km di costa, con una profondità massima di 18 metri. All'interno del parco di Miramare si trova il centro visite, e in una piccola zona della riserva sono possibili anche visite guidate in apnea o con autorespiratore.

  • Periodo migliore: primavera ed estate
  • Dove dormire: a Trieste (10 km) - Hotel e b&b a partire da €50,00 a camera - guarda le offerte
  • Come arrivare: in auto da Trieste in 15 min circa, o con la linea G51 del servizio pubblico di autobus locali dall'autostazione di Trieste (€1,60) - Ottieni indicazioni
  • Info utili e costi: castello 9:00-19:00, €10,00; parco da novembre a gennaio 8:00-16:00, febbraio e ottobre 8:00-17:00, marzo 8:00-18:00, da aprile a settembre 8:00-19:00, ingresso gratuito

2 - Grotta Torri di Slivia, Friuli-Venezia Giulia

grotta delle torri di sliviaFoto di Letorridislivia. La Grotta Torri di Silvia si trova nel comune di Duino-Aurisina, nella provincia di Trieste. Il suo nome è dato dalla presenza delle numerose torri stalagmitiche che la caratterizzano. Esistente dal 1885, è diventata ufficialmente aperta ai turisti nel 1967 quando vennero creati il sentiero interno e la scalinata in ferro, e nel 1968 vennero effettuati i primi ingressi ai visitatori.

Il tour guidato inizia con un breve percorso a bordo di un agribus, un trattore con rimorchio che vi porterà all'ingresso della grotta in pochi minuti dalla biglietteria, poi la visita completa all'interno avrà la durata di circa 75 min. Il percorso dentro prevede la discesa di 200 gradini e la risalita, inoltre dentro c'è una temperatura abbastanza bassa e l'umidità rende scivolosi alcuni tratti, proprio per questo è obbligatorio indossare scarpe con suola in gomma.

  • Periodo migliore: la primavera è l'ideale, in generale in giornate nè troppo calde nè troppo fredde data la temperatura bassa all'interno della grotta
  • Dove dormire: a Trieste (15 km) - Hotel e b&b a partire da €20,00 a camera - guarda le offerte
  • Come arrivare: in auto da Trieste in 25 min - Ottieni indicazioni
  • Info utili e costi: costo biglietto €12,00 intero, €8,00 ridotto; orari partenza visite: 10:30, 14:00, 15:30. A marzo, aprile, maggio, prima metà di giugno, ottobre e novembre solo sabato, domenica e festivi; a luglio, agosto e prima metà di settembre tutti i giorni. Altri mesi solo su prenotazione con min 10 persone

3 - Lago di Resia, Trentino-Alto Adige

lago di resiaIl Lago di Resia è un lago alpino artificiale situato nel comune di Curon Venosta, e con i suoi 120 milioni di metri cubi è il lago più grande della provincia di Bolzano.

Dall'acqua del lago emerge la cima del vecchio campanile di Curon, rendendo l'atmosfera ancora più bella e unica.

Inoltre da dicembre a marzo sul lago ghiacciato viene praticato lo sci ed il pattinaggio, e grazie ai venti forti e frequenti anche lo snowkiting e la slitta a vela.

4 - Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri, Lombardia

parco delle incisioni rupestriIl Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri è il primo parco archeologico italiano, fu istituito nel 1955 con lo scopo di tutelare e valorizzare uno dei più importanti complessi di incisioni preistoriche e protostoriche della Valle Camonica.

Al suo interno accoglie 104 rocce in arenaria levigata dai ghiacciai e non solo, ci sono castagni, abeti, betulle e carpini da ammirare. Su queste ampie superfici rocciose di colore grigio-violaceo gli antichi abitanti della Valle incidevano immagini tratte dalla loro vita quotidiana e dal loro mondo spirituale.

5 - Oasi Valmanera Villa Paolina, Piemonte

L'Oasi è situata a nord della città di Asti, all'ingresso della grande area boschiva dei Boschi di Valmanera e ha un estensione di circa 10 ettari composti da prati e boschi; è inoltre percorsa da sentieri lungo i quali si trovano dei pannelli illustrativi delle particolarità naturali e paesaggistiche. Ci si imbatte poi nelle numerose specie di insetti osservabili presso il cosiddetto "prato delle farfalle", ma anche uccelli e rettili e numerose specie botaniche.

Al centro dell'Oasi è posta l'antica Villa Paolina, con la casa per ferie e le altre strutture. Grazie all'apiario didattico che si trova in questa Villa si produce miele di vari tipi, ma anche cera, propoli e tutti i prodotti derivati dal lavoro delle api.

Centro Italia

Cosa vedere Dove si trova
Parco dei Mostri Bomarzo, Lazio
Castello di Sammezzano Reggello, Toscana
La Scarzuola Montegabbione, Umbria
Lago di Scanno Villalago, Abruzzo
Grotte di Frasassi Genga, Marche

1 - Parco dei Mostri, Lazio

parco dei mostriIl Parco dei Mostri, conosciuto anche come Sacro Bosco, si trova a Bomarzo, in provincia di Viterbo. Si tratta di un parco naturale caratterizzato da numerose sculture che ritraggono animali mitologici, divinità e appunto mostri. Si estende su una superficie di circa 3 ettari, in una foresta di conifere e latifoglie.

Tra le tante sculture che si possono vedere all'interno ci sono le Sfingi, il cui aspetto ricalca tanto i modelli classici quanto quelli egizi, il Proteo, il primo vero mostro che si incontra entrando, poi si trova anche un Mausoleo. E ancora ci si imbatte nella Fontana di Pegaso e in Ercole e Caco, la più grande statua presente nel Parco raffigurante la lotta di due giganti. Ma queste sono solo alcune delle sculture che potrete vedere, il parco è immenso e con innumerevoli statue.

  • Periodo migliore: primavera ed estate
  • Dove dormire: a Bomarzo o a Viterbo (22 km) - Hotel e b&b a partire da €59,00 a camera - guarda le offerte
  • Come arrivare: da Viterbo in auto in 20 min o dal centro di Bomarzo in auto in pochi minuti percorrendo la SP20 - Ottieni indicazioni
  • Info utili e costi: aperto da aprile ad agosto 8:30-19:00, da settembre a marzo dalle 8:30 al tramonto; biglietto d'ingresso €11,00 intero, €8,00 ridotto

2 - Castello di Sammezzano, Toscana

sammezzano sala dei gigliFoto di sailko. Il Castello di Sammezzano si trova nel comune di Reggello, in provincia di Firenze, è il più importante esempio di architettura orientalista in Italia. La tenuta di cui fa parte il castello appartenne nei secoli a diverse importanti famiglie, dagli Altoviti, per poi passare a Giovanni Jacopo de' Medici che a sua volta la vendette a Sebastiano Ximenes. Nel dopoguerra è stato adibito a hotel di lusso e set di numerose produzioni cinematografiche. Negli ultimi anni è stato messo varie volte all'asta e oggi è in attesa d'uso.

E' circondato da un grande meraviglioso parco, uno dei più belli della Toscana, qui si trova il più numeroso gruppo di sequoie giganti in Italia con più di 50 esemplari, tutti oltre i 35 metri di altezza. Fra queste la cosiddetta "sequoia gemella" alta più di 50 metri e con una circonferenza di 8 metri, fa parte della cerchia dei 150 alberi di "eccezionale valore ambientale o monumentale".

3 - La Scarzuola, Umbria

la scarzuola anfiteatro principaleFoto di Sailko. La Scarzuola è una località rurale situata nel comune di Montegabbione, esattamante nella frazione di Montegiove. In questa località si trova un antico convento dove, secondo la tradizione, avrebbe dimorato San Francesco d'Assisi. Qui si trova anche una villa concepita e costruita nel XX secolo dall'architetto milanese Tomaso Buzzi come personale interpretazione della città ideale.

Durante la visita guidata all'interno de La Scarzuola, avrete la possibilità di ascoltare parole che spaziano dall'architettura, all'esoterismo, alle teorie complottiste. Spiazzante ed interessante allo stesso tempo.

4 - Lago di Scanno, Abruzzo

lago di scanno 1Foto di maury3001. Il Lago di Scanno è un lago montano appartenente per circa 3/4 della sua superficie al territorio del comune di Villalago e per 1/4 a quello di Scanno. Si è originato da un'antica frana caduta dal soprastante Monte Genzana ed è il lago naturale più grande della regione dell'Abruzzo. E' situato nella provincia de L'Aquila ad un'altitudine di quasi 1.000 metri s.l.m., ha coste molto ridotte che per alcuni piccoli tratti sono state adattate per la formazione di spiagge artificiali di sassi.

Da alcune angolazioni, come dal belvedere di Frattura Nuova, si presenta a forma di cuore. Lungo la sponda sudoccidentale si trova la Chiesa della Madonna del Lago.

5 - Grotte di Frasassi, Marche

grotte di frasassiLe Grotte di Frasassi sono delle grotte carsiche sotterranee che si trovano nel comune di Genga, in provincia di Ancona. La scoperta di queste grotte risale al 1971 e si deve al Gruppo Speleologico Marchigiano CAI.

All'interno si possono ammirare vere e proprie sculture naturali createsi nel corso di milioni di anni a causa di stratificazioni calcaree. L'intero complesso è formato da un'enorme serie di ambienti sotterranei, il primo ad esempio ha un'estensione di 180x120 metri ed un'altezza di 200 metri, è talmente ampio (oltre 2 milioni di metri cubi di volume) che al suo interno potrebbe essere contenuto senza problemi il Duomo di Milano.

  • Periodo migliore: in estate
  • Dove dormire: a Fabriano (15 km), Gubbio (53 km) o Macerata (54 km) - Hotel e b&b a partire da €48,00 a camera - guarda le offerte
  • Come arrivare: da Genga in 10 min di auto - Ottieni indicazioni
  • Info utili e costi: visite guidate da marzo a ottobre ogni ora dalle 10:00 alle 17:00; in agosto ogni 10 min; da novembre a febbraio 11:30, 15:30, di domenica ogni ora dalle 10:00 alle 17:00; biglietto €18,00 intero, €15,00 ridotto

Sud Italia

Cosa vedere Dove si trova
Oasi Herakleia Policoro, Basilicata
Castello Ducale di Corigliano Calabro Corigliano-Rossano, Calabria
Castello Normanno-Svevo Cosenza, Calabria
Oasi Lago Salso Manfredonia, Puglia
Lago Fusaro Bacoli, Campania

1 - Oasi Herakleia, Basilicata

policoro oasi wwfFoto di Ragioidmen. L'Oasi Herakleia di Policoro è qualificato Centro di Educazione Ambientale Regionale, per la sua posizione geografica fa parte dell'ultimo bosco di pianura dell'Italia meridionale. Con i suoi 21 ettari comprende il Museo Naturalistico Provinciale e un Centro Recupero Animali Selvatici e Tartarughe Marine.

Le peculiarità di quest'area sono l'elevato numero di specie presenti, la centralità per le migrazioni e le attività di conservazione delle tartarughe marine. Tutti i visitatori potranno partecipare a tante esperienze a stretto contatto con la natura. Al suo interno è possibile effettuare visite guidate nei due centri recupero ed escursioni nella Riserva Regionale Bosco Pantano.

  • Periodo migliore: da aprile a ottobre
  • Dove dormire: a Policoro - Hotel e b&b a partire da €54,00 a camera - guarda le offerte
  • Come arrivare: in auto da Policoro in 10 min - Ottieni indicazioni
  • Info utili e costi: visite guidate dal 16 settembre al 15 giugno solo domenica min 6 persone 9:30, 11:00, 16:00, 17:00. Dal 16 giugno al 15 settembre dom-ven min 6 persone 9:30, 10:15, 11:00, 17:30, 18:30; costo biglietto €5,00

2 - Castello Ducale di Corigliano Calabro, Calabria

il castello ducale di corigliano calabroFoto di Il Conte Suino Atomico. Il Castello Ducale in questione è una fortezza risalente all'XI secolo situata nel comune di Corigliano-Rossano in provincia di Cosenza. E' uno fra i castelli più belli e meglio conservati del sud Italia, pensate che dalla torre si vede talmente lontano che qualcuno afferma si può raggiungere anche la città di Taranto.

All'interno è come fare un vero e proprio tuffo nel passato fra tutte le stanze da visitare, tra queste la prigione del monaco, le cucine ottocentesche e il Salone degli Specchi.

  • Periodo migliore: primavera
  • Dove dormire: a Corigliano Calabro - Hotel e b&b a partire da €29,00 a camera - guarda le offerte
  • Come arrivare: dal centro di Corigliano Calabro, esattamente da Piazza Vittorio Veneto, si può raggiungere a piedi in meno di 10 min - Ottieni indicazioni
  • Info utili e costi: aperto mar-dom, periodo invernale 9:30-13:00 e 15:00-18:30, periodo estivo 10:00-13:00 e 16:30-20:30; biglietto d'ingresso €5,00 intero, €3,00 ridotto

3 - Castello Normanno-Svevo, Calabria

castello svevo cosenzaFoto di Salvatore Migliari. Il Castello Normanno-Svevo di Cosenza è eretto su uno dei punti più alti della città, a 383 mslm, sul colle Pancrazio. L'edificazione risale all'XI secolo, vera e propria roccaforte militare, nel tempo fu utilizzata anche come carcere. Un forte terremoto nel 1184 distrusse la rocca rendendola inagibile, e solo con l'arrivo di Federico II di Svevia ritornò al suo splendore, assumendo un'importante funzione difensiva. Furono proprio gli Svevi a farle assumere l'impostazione tipica dei castelli federiciani con l'impianto rettangolare, le torri angolari, e sale voltate.

La struttura ha subito sempre più danni a seguito di numerosi terremoti che hanno avuto epicentro a Cosenza. Oggi, i continui lavori di restauro hanno permesso di riportare in funzione il Castello e di restituire un importante simbolo alla città.

  • Periodo migliore: preferibili le mezze stagione, calde ma non troppo
  • Dove dormire: a Cosenza - Hotel e b&b a partire da €25,00 a camera - guarda le offerte
  • Come arrivare: dal Piazza XI Settembre, in centro a Cosenza, è possibile raggiungerlo anche a piedi in 30 min, altrimenti in auto in 15 min - Ottieni indicazioni
  • Info utili e costi: aperto mar-dom, da settembre a giugno 9:30-18:00, da luglio ad agosto 9.30-13:00 e 16:00-20:00; biglietto d'ingresso €4,00 intero, €2,00 ridotto

4 - Oasi Lago Salso - Puglia

oasi lago salsoL'Oasi Lago Salso è un'area naturale protetta situata a Manfredonia in provincia di Foggia, costituita da 540 ettari di zona umida costituita da canneti e specchi d'acqua. Quest'area accoglie durante tutte le stagioni un grande numero di uccelli, e all'interno è possibile effettuare escursioni e visite guidate, anche a bordo delle barche elettriche.

E' presente inoltre un percorso di bird watching dotato di torrette d'osservazione, in primavera è spettacolare l'arrivo dei falchi cuculo e dei grillai che investono tutta la zona, sono anche visibili da marzo ad agosto le cicogne bianche. Ma oltre agli uccelli c'è una grande concentrazione di anfibi, come la rana verde, la piccola raganella, dotata di ventose sulle dita delle zampe che le permettono di arrampicarsi su alberi e foglie.

5 - Lago Fusaro, Campania

lago fusaro e barcaFoto di Filomena46. Questo lago si è formato dalla chiusura del tratto di mare fra Torregaveta e Cuma. E' situato nel comune di Bacoli, in provincia di Napoli. Nell'antichità era identificato con la Acherusia palus, la palude infernale formata dal fiume Acheronte. Prima dell'arrivo dei greci le popolazioni locali coltivavano nel lago mitili ed ostriche. Oggi ci sono allevamenti di cozze che a volte vengono interrotti per inquinamento.

In questa zona fu fatto costruire inoltre un casino di caccia e pesca per ordine del re di Napoli Ferdinando IV di Borbone, oggi è raggiungibile attraversando un ponte di legno.

Isole

Cosa vedere Dove si trova
Presepe Vivente Grotta Mangiapane Custonaci, Sicilia
Spiaggia delle Rocce Rosse Tortolì, Sardegna
Catacombe dei Cappuccini Palermo, Sicilia
Il Castello Incantato Sciacca, Sicilia
Valle della Luna Santa Teresa Gallura, Sardegna

1 - Presepe Vivente Grotta Mangiapane, Sicilia

monte cofano grotta scuratiFoto di tato grasso. La Grotta Mangiapane fa parte delle Grotte di Scurati, un antico insediamento preistorico e sito speleologico che sorge nel comune di Custonaci, in provincia di Trapani. Al suo interno accoglie un piccolo borgo di case abitato fino alla metà del Novecento. La Grotta Mangiapane è la più grande delle nove grotte che formano il complesso, alta circa 70 metri e profonda 50, è chiamata anche Grotta degli Uffizi. Era abitata fino agli anni Cinquanta e apparteneva alla famiglia Mangiapane.

Qui, dal 1983, si svolge nel periodo di Natale il presepe vivente. Chiamato "Presepe vivente di Custonaci - La Natività e i Mestieri Tradizionali", coinvolge tutti gli abitanti del paese e in occasione di questo evento rivivono le tradizioni contadine e artigianali del territorio.

  • Periodo migliore: nel periodo natalizio
  • Dove dormire: a Trapani (18 km) - Hotel e b&b a partire da €49,00 a camera - guarda le offerte
  • Come arrivare: dal centro storico di Custonaci c'è a disposizione una navetta che vi porterà a destinazione - Ottieni indicazioni
  • Info utili e costi: Custonaci sempre visitabile; presepe vivente nei giorni 25, 26, 27, 28, 29 dicembre e 4, 5, 6 gennaio, 16:00-20:00; biglietto: €10,00 intero, €5,00 ridotto, compreso di servizio navetta a/r

2 - Spiaggia delle Rocce Rosse, Sardegna

spiaggia delle rocce rosseLa spiaggia delle Rocce Rosse è un sito ubicato nel centro abitato della frazione di Arbatax, nel comune di Tortolì, all'ingresso del porto ed ai piedi della collina di Bellavista.

Questa spiaggia è caratterizzata in parte da ciottoli di granito e di porfido rosso e per il resto da scogliere, sabbia dorata e una fitta vegetazione che borda la caletta. L'acqua del mare ha il fondo di scogli bianchi e un colore cangiante sul verde smeraldo. Tutte questi dettagli rendono la località molto suggestiva e da togliere il fiato.

3 - Catacombe dei Cappuccini, Sicilia

catacombe dei cappuccini palermo 1Foto di Gmihail. E' una meta davvero interessante e impressionante allo stesso tempo, le Catacombe dei Cappuccini di Palermo si trovano nel sotterraneo del convento annesso alla chiesa di Santa Maria della Pace. Visitatele solo se vi ritenete davvero coraggiosi e con il sangue freddo, i tunnel sono pieni di scheletri e mummie vestite di tutto punto e divise per sesso e categoria sociale, se ne contano 8.000. I commercianti e i borghesi nei loro vestiti "della domenica", gli ufficiali dell'esercito in uniforme di gala, le donne decedute prima di sposarsi vestite con il loro abito da sposa, gruppi familiari disposti in piedi su alte mensole delimitate da ringhiere simili a balconate.

Tra le salme presenti è particolarmente nota quella di Rosalia Lombardo, la mummia bambina che appare così tanto intatta al punto da destare l'impressione che stia dormendo. Il processo di mummificazione usato è ritenuto uno dei migliori, se non il migliore.

  • Periodo migliore: le catacombe sono visitabili durante tutto l'anno anche nei giorni festivi
  • Dove dormire: a Palermo - Hotel e b&b a partire da €41,00 a camera - guarda le offerte
  • Come arrivare: a piedi da Piazza Pretoria nel centro di Palermo in 30 min, altrimenti con la linea 124 dei bus del trasporto pubblico locale da Piazza Indipendenza (10 min, €1,40) - Ottieni indicazioni
  • Info utili e costi: tutti i giorni 9:00-13:00 e 15:00-18:00, biglietto d'ingresso: €3,00

4 - Il Castello Incantato, Sicilia

sciacca castello incantatoFoto di magalibobois. Il Castello Incantato di Sciacca sorge nella parte occidentale della Sicilia ai piedi del monte Kronio, in provincia di Agrigento. E' un museo-giardino in cui si possono vedere migliaia di sculture realizzate da Filippo Bentivegna, che sorgono in un ambiente circondato da ulivi e da mandorli.

Sono le teste scavate e scalpellate nella roccia le attrattive principali di questo luogo ricco di mistero. L'artista, che è stato soprannominato Filippu di li testi e Filippo il pazzo, acquistò un appezzamento di terra di ritorno da un viaggio in America, che gli servì proprio per accumulare tutte le sculture disegnate nelle pietre, se ne contano circa 3000.

  • Periodo migliore: è visitabile durante tutto l'anno, consigliati primavera e autunno
  • Dove dormire: a Sciacca - Hotel e b&b a partire da €43,00 a camera - guarda le offerte
  • Come arrivare: dal centro di Sciacca in auto in 10 min - Ottieni indicazioni
  • Info utili e costi: tutti i giorni, da novembre a marzo 9:00-13:00 e 15:00-18:00, da aprile a giugno e ottobre 9:00-13:00 e 15:00-20:00, da luglio a settembre 9:00-20:00; biglietto d'ingresso: €5,00

5 - Valle della Luna, Sardegna

valle della luna sardegnaFoto di trolvag. Valle della Luna è il nome che è stato attribuito alla valle di Cala Grande, lunga circa 500 metri e situata nel comune di Santa Teresa Gallura, in provincia di Sassari, da non confondere con l'altra valle della luna presente nel territorio di Aggius. Questa di Santa Teresa Gallura è caratterizzata dalla presenza di rocce granitiche dalle forme insolite che formano una valle rettilinea fino al mare.

E' un luogo magico, incontaminato e poco conosciuto, negli anni Sessanta era considerato il paradiso hippie della Sardegna. Per raggiungere la valle dovrete percorrere a piedi un tratto di strada tra alberi, case disabitate e un po' di fastidiosi insetti, quindi fatevi coraggio e partite.

  • Periodo migliore: in primavera o in estate per godersi al meglio la natura incontaminata del posto
  • Dove dormire: a Santa Teresa Gallura - Hotel e b&b a partire da €33,00 a camera - guarda le offerte
  • Come arrivare: l'unico modo è una lunga scarpinata attraverso la penisola di Capo Testa, in macchina fino alla Spiaggia Rena di Ponente per poi proseguire a piedi per circa 30 min - Ottieni indicazioni
  • Info utili e costi: la valle è sempre accessibile e gratuita

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail
Commenti sull'articolo
  • Varimas
    Varimas 02 Maggio 2016 17:20

    Bellissime località, complimenti per l'articolo

    Rispondi
  • Ilenia Miranda
    Ilenia Miranda 16 Febbraio 2017 17:27

    Dovreste aggiungere il Tempio dell'Umanità, non ci sono dubbi , è il posto più strano ed unico in italia tra quelli "sconosciuti".
    Pensate che si tratta di un tempio sotterraneo gigantesco e meraviglioso scavato ai piedi delle alpi piemontesi. E' stato costruito in totale segretezza fra il 1978 ed il 1992 dalla setta religiosa dei Damanhur. Andate a cercare le foto perché è una cosa indescrivibile, con enormi vetrate e sculture ed è stato costruito seguendo dei disegni realizzati dal capo della setta che non ha alcune competenze in campo di architettura o ingegneria, semplicemente dice di aver sognato da bambino la struttura..

    Rispondi
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Guida di Italia

Torna su