Turismo enogastronomico in Toscana: dal Chianti alla Garfagnana

Vuoi trascorrere vacanze enogastronomiche in Toscana? Ecco un itinerario tra le colline del Chianti, un tour tra i borghi più belli della regione, tra vini e olii e castelli alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche italiane

Turismo enogastronomico in toscanaQuando si parla di Toscana vengono subito in mente le sue città d'arte, ma anche i paesaggi di campagna, le sue colline dolci e verdeggianti, le pievi ed i piccoli borghi.
Le viti e gli ulivi, da cui si producono i vini e gli oli, prodotti tipici di questa regione, ne plasmano le colline e ne disegnano quei paesaggi di campagna che affascinano tutti gli anni tantissimi visitatori italiani e stranieri. Non è infatti azzardato dire che la Toscana sia una regione disegnata anche dalla propria tradizione gastronomica tanto nella morfologia quanto nella cultura.
I prodotti tipici di questa regione si intrecciano con la sua storia e con i paesaggi costituendo così un unicum senza soluzione di continuità.
Non a caso da qualche anno il turismo enogastronomico si sta imponendo come una vera e propria risorsa per questa regione: sono sempre di più i turisti che accorrono in Toscana non solo per visitare le città d'arte, ma per assaporarne i sapori e gli odori, per rilassarsi tra le colline del Chianti o quelle della Garfagnana, in una vacanza all'insegna della natura e del buon cibo.
La fama dei vini, degli oli e dei prodotti tipici toscani, che hanno reso celebre questa regione in tutto il mondo costituisce un cardine per l'economia in termini di export, ma anche un aspetto in grado di esercitare un forte fascino tra gli stranieri, che sempre più numerosi scelgono di acquistarvi una casa o passare le vacanze nella terra di Dante.

Tour enogastronomico nel Chiantishire tra borghi, castelli e vino

Tour del chiantiIl Chianti è al centro di questa tendenza, tanto da essere stato ribattezzato Chiantishire. Qui sono numerosi i borghi che oltre a presentarsi come dei veri e propri gioiellini medievali, sono fortemente legati alle produzioni dei prodotti locali.
Ne è un esempio San Gimignano, nel cuore della Val d'Elsa, un borgo talmente bello da essere al settimo posto tra le città più belle d'Italia, lasciandosi alle spalle capolavori come Palermo, Verona e Ferrara, e da essere dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco.

VEDI ANCHE: LE CITTA' PIU' BELLE D'ITALIA

A Gaiole in Chianti invece, uno splendido borgo che lega la sua storia prettamente mercantile alla sua posizione di crocevia tra Chianti e Valdarno, è possibile visitare il Castello di Brolio, legato fin dal XII secolo alla famiglia Ricasoli, dove è nata la ricetta del Chianti Classico. All'interno del castello si trova il piccolo museo della famiglia Ricasoli, ed all'esterno si può godere degli splendidi giardini, e dei rigogliosi vigneti, visitabili su prenotazione. Alla fine della visita sarà poi offerta ai visitatori una degustazione di vini toscani di produzione del castello, come il celebre Chianti Classico.

I Borghi della Garfagnana

Borghi garfagnanaIn Garfagnana si trova invece Coreglia Antelminelli, considerato come uno dei borghi più belli d'Italia. La sua posizione, nella Valle del Serchio, tra l'abbraccio delle Alpi Apuane da una parte e dell'Appennino dall'altra, offre molte suggestioni dal punto di vista naturalistico, mentre il borgo conserva deliziose particolarità anche dal punto di vista urbanistico.
Il paese infatti sorge su una rupe dalla colorazione rosastra tra borghi e vigneti a cui fanno da sfondo le cime degli appennini.
Qui è possibile degustare i prodotti tipici del territorio e fare una piccola escursione a San Gennaro, un paese a 50 km da Corceglia, eccellenza mondiale per la produzione di olio toscano.
Ad appena un'ora da Firenze si trova invece Castelfalfi, frazione del comune di Montaione, un borgo in Toscana che dopo esser rimasto disabitato è stato al centro di un importante progetto di riqualificazione. Nel borgo medievale è presente una villa medicea, in posizione dominante sull'intera vallata. Qui inoltre è stato girato il film Pinoccho da Roberto Benigni.

VEDI ANCHE: LE VILLE MEDICEE PATRIMONIO UNESCO DA VISITARE

La tenuta di Castelfalfi è inoltre produttrice di molti prodotti enogastronomici locali come i vini Toscani DOC e DOCG e di Olio Extravergine Toscano. All'interno di una cornice da cartolina, dove si dispiegano verdeggianti le colline chiantigiane, ai visitatori è offerta la possibilità di vedere in prima persona la filiera di produzione dei prodotti tipici locali.

Vacanze enogastronomiche: una risorsa per la conoscenza dei territori

Vacanze enogastronomiche in toscanaQuello del turismo enogastronomico non rappresenta solo una moda o una tendenza, ma una vera e propria risorsa di valorizzazione del territorio: attraverso il turismo enogastronomico infatti viene promulgata la conoscenza dei territori e delle specificità regionali ed una preservazione delle tecniche tradizionali, ma anche il rispetto per la natura e per la biodiversità.
Questo tipo di turismo permette inoltre di sostenere le piccole realtà locali che costituiscono l'eccellenza enogastronomica italiana attraverso prodotti di incommensurabile qualità realizzati con tecniche tramandate nei decenni.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti