maremma in toscana

Grosseto: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

Aggiornato a Luglio 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 34 viaggiatori.

maremma in toscanaTra le città situate nel sud della Toscana, Grosseto si distingue per essere una delle più antiche ma anche una delle più belle: il centro storico infatti è interamente racchiuso all'interno di una cinta muraria risalente addirittura al XII secolo e arrivata pressoché intatta fino ai giorni nostri (pochissime altre città italiane possiedono questa caratteristica: tra le più famose Bergamo, Lucca, Ferrara). Oltre alle mura e alle fortificazioni sparpagliate lungo il perimetro cittadino, tuttavia, Grosseto è ricchissima anche di altri monumenti e luoghi di interesse, tra cui chiese, palazzi medievali e ville con splendidi giardini che la rendono una meta ideale da scoprire in occasione di un weekend-fuori-porta. Ecco cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera a Grosseto.

10 cose da vedere a Grosseto in un Weekend

1 - Cattedrale di San Lorenzo

duomo di grossetoFoto di Geobia. Anche conosciuta come Duomo di Grosseto, la Cattedrale di San Lorenzo è il principale luogo di culto della città, situata proprio in piazza Dante (la piazza cittadina più importante). Edificata nel luogo in cui un tempo sorgeva la Pieve di Santa Maria, la chiesa venne costruita verso gli inizi del 1300 per poi subire rivisitazioni e modifiche rinascimentali e barocche nel corso del tempo (le ultime modifiche si attestano alla metà del 1800). La facciata esterna è caratterizzata da una bicromia bianco-rossa e da forme goticheggianti, tra cui un ampio rosone nella parte alta centrale. All'interno invece la Cattedrale presenta una pianta a croce latina, con tre navate suddivise tra loro da pilastri e volte a crociera. Molto bello l'organo a canne Mascioni e il fonte battesimale, situato nella navata a sinistra

  • Come arrivare: partendo dal Comune, ci si può arrivare a piedi in meno di un minuto. Dalla stazione dei treni invece ci si impiegano 15 minuti passando per via Mameli, via Matteotti e infine Corso Carducci - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

2 - Chiesa di San Pietro

campanile di san pietro grossetoFoto di Vinattieri Matteo. Se la Cattedrale è la chiesa più importante della città, la Chiesa di San Pietro è invece il luogo di culto più antico di tutta Grosseto. Posizionata lungo Corso Carducci, dove un tempo correva l'antica Via Aurelia, questa chiesa parebbe risalire addirittura all'VIII secolo, pur avendo subito modifiche e interventi strutturali fino al 1600 circa. La parte esterna, spoglia e dalle linee architettoniche molto semplici, è caratterizzata da pochi elementi tra cui quattro bassorilievi databili tra il periodo bizantino e l'epoca del tardo-Medioevo (uno dei quali rappresenta un motivo vegetale a palmette). Gli interni invece sono abbastanza spogli, poiché gli elementi originari romanici sono andati perduti durante i vari lavori di ristrutturazione. Tuttavia, l'ambiente a una sola navata trasmette comunque una sensazione di imponenza e austerità.

  • Come arrivare: dal comune dista appena 2 minuti a piedi. Dalla stazione invece dista poco più di 10 minuti seguendo via Mameli e poi via Matteotti - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

3 - Mura di Grosseto

Una delle attrazioni più famose della città di Grosseto è senza dubbio la bella cinta muraria che racchiude il centro storico. Si tratta niente meno che di uno dei migliori esempi di cinta muraria perfettamente conservata ancora presenti in Italia (la parte più primitiva fu realizzata nel XII secolo). Le mura di Grosseto presentano una forma esagonale molto caratteristica, voluta dalla famiglia De' Medici, i quali, sottratto il controllo della città ai senesi, commissionarono all'ingegnere Baldassari Lanci la progettazione delle nuove mura, che verranno in seguito ampliate di nuovo con l'avvento dei Lorena al potere.

  • Come arrivare: le mura circondano il centro storico e per questo sono facilmente visibili appena giunti in città - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

4 - Chiesa e Piazza di San Francesco

707grossetosfrancescoFoto di Geobia. Un altro edificio religioso tra i più conosciuti di Grosseto è la Chiesa di San Francesco, consacrata nel 1289 quando i francescani presero possesso dell'edificio, riedificato al posto di un'antica chiesa dedicata a San Fortunato. All'esterno la chiesa presenta un piccolo rosone e una lunetta al di sopra del portone nella quale è rappresentato un affresco dei Santi Francesco d'Assisi e Lorenzo realizzato da Carducci. All'interno, invece, caratterizzato per la presenza di un'unica navata, è collocato un bel Crocifisso ligneo che viene attribuito alla mano esperta di Duccio di Boninsegna. Se avete tempo, visitate anche il vicino convento con il bel chiostro, oltre alla Piazza omonima, sulla quale si affaccia il vecchio ospedale cittadino.

  • Come arrivare: dal Comune infatti vi separano poco meno di 3 minuti a piedi, dalla Stazione invece si arriva in poco più di 10 minuti seguendo le indicazioni per il centro - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

5 - Cassero del Sale

Oltre che per le mura e i tanti luoghi di culto, Grosseto è conosciuta anche per i palazzi storici che pullulano per il tessuto urbano. Uno di questi è il Cassero del Sale (o Cassero Senese): costruito nel XIII secolo vicino alla Porta Vecchia, questo palazzo svolgeva la funzione di punto di raccolta e di distribuzione del sale che veniva estratto dalla vicina costa. L'estrazione del sale infatti era favorita dal clima mite e scarsamente piovoso tipico di queste località. Oggi, l'edificio si presenta come un fabbricato a forma rettangolare, suddiviso in due piani e ulteriori sottosezioni.

  • Come arrivare: partendo dalla Stazione è necessario seguire via Matteotti per circa 15 minuti; dal comune cittadino invece ci si mettono solo 2 minuti, passeggiando lungo via Ricasoli - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile. Purtroppo, gran parte dell'edificio ormai è diventato abitazione privata, per questo motivo, non è possibile visitarlo all'interno ma è necessario osservarlo dal fuori, in particolare dalla piccola ma pittoresca piazza del Sale.

6 - Teatro degli Industri

teatro degli industri grossetoFoto di Vinattieri Matteo. Il Teatro degli Industri è il teatro storico della città di Grosseto: risalente al 1819 (quando la sala ospitava poco più di 500 persone), fu ricostruito a più riprese a causa di continui passaggi di proprietà, oltre che di una grave alluvione, avvenuta nella metà del 1900. Oggi il teatro è disposto su due livelli e la facciata principale, rivestita di intonaco bianco, è caratterizzata da tre portoni d'ingresso dotati di archi a tutto sesto e lesene. Tornato finalmente alla gloria originaria, il Teatro degli Industri ha ripreso in anni recenti la sua funzione di punto d'incontro culturale per la città, con un'attenzione particolare dedicata alla prosa teatrale.

  • Come arrivare: a pochi passi dal Comune, dista appena 2 minuti a piedi seguendo via Manin e poi svoltando in via Mazzini. Dalla Stazione invece vi consigliamo di puntare in direzione del centro lungo via Matteotti per poi imboccare via Mazzini (circa 14 minuti a piedi) - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile. E' possibile visitare il teatro dall'esterno, ma anche all'interno limitandosi tuttavia alla zona d'ingresso.

7 - Piazza Dante e Monumento a Canapone

moumento a leopoldo di lorena grosseto italyFoto di trolvag. Piazza Dante è il cuore vero e proprio della città di Grosseto, nonché la piazza principale su cui si affacciano molti edifici illustri (tra cui la stessa Cattedrale cittadina, ma anche il Palazzo comunale e il Palazzo Aldobrandeschi). Conosciuta dagli abitanti del luogo anche come Piazza delle Catene, la piazza ha una curiosa forma trapezoidale realizzata a cavallo tra il XIII e il XIV secolo. Se il lato meridionale/occidentale è caratterizzato per la presenza di un bel loggiato che funge ormai da passaggio pedonale, il centro della piazza invece accoglie il famoso Monumento a Canapone: tale monumento (allegoria della Maremma colpita dalla malaria), dedicato al Granduca Leopoldo II di Lorena e realizzato in marmo bianco, sorge esattamente nel punto in cui in passato si trovava un vecchio pozzo che forniva l'acqua alle abitazioni del centro storico.

  • Come arrivare: partendo dal Comune, ci si può arrivare a piedi in meno di un minuto. Dalla stazione dei treni invece ci si impiegano 15 minuti passando per via Mameli, via Matteotti e infine Corso Carducci - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

8 - Palazzo Aldobrandeschi

palazzo aldobrandeschi grossetoFoto di Matteo Vinattieri. Sempre in Piazza Dante, si trova anche il Palazzo Aldobrandeschi o Palazzo della Provincia. Si tratta di un edificio realizzato dall'architetto Porciatti agli inizi del 1900, in seguito alla demolizione di un palazzo preesistente. Dall'esterno, già si intravede l'ispirazione allo stile tipico del medioevo senese (come l'utilizzo del travertino e dei mattoni) con l'aggiunta di elementi più neogotici (evidente soprattutto nella scelta degli elementi decorativi). Anche l'interno rispecchia lo stesso stile: l'unica eccezione è lo scalone in pietra serena (una sorta di pietra arenaria grigio scuro) che è il risultato di un restauro novecentesco.

  • Come arrivare: basta seguire le indicazioni per il centro. Dal Comune si raggiunge in un minuto, dalla Stazione in 15 minuti a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: solo in occasioni particolari è possibile visitare il palazzo e le sue sale. Limitatevi ad osservarlo dalla piazza, dalla quale comunque potrete scorgere gli elementi architettonici più caratteristici.

9 - Parco Archeologico di Roselle

Se avete voglia di scoprire un aspetto un po' diverso della città di Grosseto e dintorni, poco lontano dal centro cittadino si trova il Parco Archeologico di Roselle: l'area comprende i resti di quella che fu l'antica città etrusca di Roselle, conquistata dai romani e successivamente abbandonata fino al 1700 a causa della malaria che colpì duramente molte zone della Maremma. Oggi il Parco Archeologico racchiude alcune testimonianze davvero interessanti e significative delle epoche passate, tra cui le Mura ciclopiche (un perimetro di cinta muraria lungo 3km), l'Anfiteatro romano (risalente al I secolo d.C.) e la Domus dei Mosaici di età tardo-repubblicana, oltre ai resti di diversi complessi termali riservati alle classi più abbienti.

  • Come arrivare: vi consigliamo di spostarvi con la vostra auto, il parco si trova infatti a circa 10 km a nord di Grosseto, tra la valle dell'Ombrone e la Maremma grossetana, sulla riva del Lago Prile. Percorrendo la via Senese ci arriverete comunque in pochissimo tempo, circa 17 minuti - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni, dalle 10:15 alle 18:00
  • Costo biglietto: l'ingresso costa €5,00 a persona
  • Card, ticket e tour consigliati: Da Grosseto: Gusto del tour del vino della Maremma

10 - Le Formiche di Grosseto

formiche grosseto 1Foto di Simone Fiderigo Franci. Infine, se siete alla ricerca di una destinazione perfetta per una gita fuori porta, vi consigliamo di prendere in considerazione le Formiche di Grosseto: questi tre piccoli isolotti, a circa 15 miglia nautiche dalla costa, sono infatti la meta prediletta dagli amanti delle immersioni subacquee, ma anche dagli appassionati di bird watching, poiché vi nidificano molte specie di uccelli acquatici. Se non desiderate altro che rifugiarvi nella tranquillità e nella bellezza della natura, queste isole potrebbero essere un'ottima soluzione non troppo lontano da Grosseto. Consigliatissima la visita al Faro delle Formiche, situato sull'isola più grande.

  • Come arrivare: non esiste una vera e propria linea di traghetti o battelli. Vi consigliamo di chiedere informazioni presso i diversi diving center sparsi tra Marina di Grosseto, Porto Santo Stefano e Talomone che garantiscono il trasporto privato - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: dipende dal diving center in questione.

Cosa vedere a Grosseto in un giorno: itinerario consigliato

citt etrusca restiGrosseto è una meta ideale per trascorrere un weekend fuori porta in Toscana, circondati dai profumi e dai colori della Maremma e dal fascino dei palazzi storici. Ecco perché qui di seguito vi proponiamo un itinerario da realizzare a Grosseto in un solo giorno, in modo che possiate esplorare al meglio la città per poi dedicare del tempo anche alla visita delle località limitrofe.

Mattina: Il nostro itinerario parte da fuori le mura della città e in particolar modo dai dintorni della Stazione dei treni di Grosseto. Lungo la strada che conduce al centro storico infatti si incontra la Pasticceria Siracusa, un ottimo bar/pasticceria in cui potersi fermare a fare colazione. Dopodiché si procede alla volta del centro storico e, passando da Porta Nuova, si raggiungono finalmente le famosissime Mura di Grosseto. Procedendo sulla sinistra si raggiunge in poco tempo la Chiesa di San Francesco e la bella Piazza omonima, mentre tornando sui propri passi e svoltando a destra si arriva in pochi minuti alla Chiesa di San Pietro, dislocata in Corso Carducci. Dopo una breve visita ai due edifici religiosi, vi suggeriamo di costeggiare le mura cittadine fino a raggiungere il Teatro degli Industri, centro culturale cittadino, per poi puntare in direzione della Piazza Dante, in cui si trova la bella Cattedrale di San Lorenzo, il Monumento a Canapone e il Palazzo Aldobrandeschi.

Pomeriggio: Poiché è ora di pranzo, vi suggeriamo caldamente di fermarvi all'eccezionale Osteria enoteca Dante, situata proprio nella piazza principale. Dopo mangiato, avete la possibilità di prendere la macchina e spostarvi al di fuori della città, puntando o verso il mare (in questo caso, raggiungete Marina di Grosseto, da dove potete organizzare un'escursione presso le Formiche) oppure verso il Parco Archeologico di Roselle, ripercorrendo la storia passata della zona.

Sera: Al vostro ritorno in città, non dimenticate di fare un salto veloce al Cassero del Sale e alla vicina piazzetta, in cui un tempo si gestiva la distribuzione di sale di tutta la Maremma. Lì vicino si trova inoltre un ristorantino coi fiocchi: stiamo parlando della Locanda Porta Vecchia, specializzato in piatti di pesce e specialità tradizionali... Non potete perdervelo!

Itinerario di un giorno in sintesi

Mostra Mappa

  • Colazione presso Pasticceria Siracusa - Ottieni indicazioni
  • Mura di Grosseto - orari: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  • Chiesa e Piazza di San Francesco - orari: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  • Chiesa di San Pietro - orari: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  • Teatro degli Industri (visitabile all'esterno)
  • Piazza Dante, Monumento a Canapone, Cattedrale di San Lorenzo, Palazzo Aldobrandeschi - orari: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  • Pranzo presso Osteria enoteca Dante - Ottieni indicazioni
  • Parco Archeologico di Roselle - orari: tutti i giorni, dalle 10.15 alle 18.00 - costo biglietto: intero €5,00
  • oppure gita alle Formiche di Grosseto - orari: sempre accessibile - costo biglietto: può variare in base al diving center
  • Cassero del Sale e Piazza del Sale (visitabile all'esterno)
  • Cena presso Locanda Porta Vecchia - Ottieni indicazioni

Dove mangiare a Grosseto: i migliori ristoranti

  • Blackwood: pub adatto a un pasto veloce ma gustoso, con carta dei vini molto ricercata e ambiente intimo
    Prezzo medio a persona: €10,00/15,00
    Indirizzo e contatti: via Cesare Battisti, 42/A (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 328 577 1165
  • Locanda De' Medici: ristorante con ampia scelta di specialità toscane e di vini locali
    Prezzo medio a persona: €25,00
    Indirizzo e contatti: piazza del Popolo, 5 (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 0564 410744
  • Il Chicco Magico: ristorante agrituristico poco fuori città, specializzato in cucina toscana
    Prezzo medio a persona: €30,00
    Indirizzo e contatti: strada provinciale dello Sbirro, 90 (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 0564 402542
  • Osteria enoteca Dante: osteria tradizionale in pieno centro cittadino
    Prezzo medio a persona: €20,00
    Indirizzo e contatti: piazza Dante (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 327 866 3122
  • Locanda Porta Vecchia: ristorante vicino al centro specializzato in cucina di pesce e della tradizione toscana
    Prezzo medio a persona: €35,00
    Indirizzo e contatti: piazza dei Maniscalchi, 5 (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 0564 21383

Cosa fare la sera: le zone della movida e i migliori locali di Grosseto

Grosseto è una città ricca di proposte sia durante il giorno che quando cala il sole: la città è infatti conosciuta per la vastissima scelta di attività serali che spaziano dalle enoteche più tradizionali, ai club e alle discoteche in cui scatenarsi per tutta la notte. Le principali aree della movida sono concentrate per lo più nella zona del centro storico e, in particolare, in prossimità di piazza Martiri d'Istria ma anche lungo via Aurelia potrete imbattervi facilmente in pub e locali (alcuni di essi con musica dal vivo) in cui bere qualcosa in compagnia. Se avete a disposizione un vostro mezzo di trasporto, invece, potete scegliere di uscire dalle mura cittadine per dirigervi nelle località balneari presenti nei dintorni (per esempio, a Follonica) in cui si trovano discoteche affacciate sulla spiaggia. Noi vi abbiamo selezionato tre proposte per trascorrere una serata indimenticabile a Grosseto.

I migliori pub, locali e discoteche

  • Enoteca Fufluns: enoteca nel cuore cittadino, con ampia scelta di vini e cucina di alto livello (il giovedì sera ci sono spettacoli di musica live)
    Indirizzo: via Garibaldi, 38/A (Ottieni indicazioni) / Pagina facebook
  • Discoteca Four Roses: discoteca cult del luogo, adatta a chi ama scatenarsi e ballare fino a notte fonda
    Indirizzo: via Giannutri, 3 (Ottieni indicazioni)
  • Blacksun: discopub con spettacoli di musica live e ampia selezione di birre artigianali
    Indirizzo: via Della Dogana, Punta Ala (Ottieni indicazioni) / Pagina facebook

Organizza il tuo soggiorno a Grosseto: info e consigli utili

  • Come arrivare: In auto può essere raggiunta facilmente, partendo dalle principali città italiane. Firenze (149 km), Livorno (135 km), Siena (75 km), Assisi (195 km), Roma (189 km), Perugia (174 km), L'Aquila (268 km), San Marino (267 km), Ancona (300 km), Bologna (240 km). In treno, la stazione di Grosseto si trova sulle linee ferroviarie Pisa-Piombino e Siena-Grosseto, inoltre è ben collegata giornalmente con le stazioni delle principali città italiane. In aereo, la città è servita da un proprio aeroporto, adibito sia al trasporto merci che al traffico dei passeggeri, sebbene i collegamenti non siano così frequenti. Per questo motivo, vi consigliamo di atterrare all'aeroporto di Roma Fiumicino (distante 172 km) oppure a quello di Pisa (distante 155 km). In entrambi i casi, sarà poi necessario raggiungere la stazione ferroviaria delle due città (tramite servizio navetta appena fuori dai terminal), da cui prendere un treno in direzione Grosseto.
  • Come muoversi: per visitarla al meglio, vi consigliamo di dimenticare l'auto e di girare a piedi per il centro storico, gustandovi la bellezza degli edifici e l'atmosfera che sembra rimasta intatta al periodo medievale.
  • Dove parcheggiare: poiché il centro storico di Grosseto è praticamente tutto compreso nell'area ZTL, la migliore opzione è quella di lasciare l'auto nel parcheggio dell'hotel o della struttura in cui soggiornate, per poi esplorare a piedi la città. Nel caso in cui questo non vi sia possibile, sarà necessario lasciare l'auto in uno dei parcheggi situati intorno alle mura di Grosseto, come quello piccolo di via Manetti o quello più grande del Mercato (Ottieni indicazioni), entrambi con una tariffa orari di €0,60 l'ora. In alternativa, è presente anche il Parcheggio coperto di Amiata (Ottieni indicazioni) in via Caduti di Nassirya. In questo caso, la tariffa ammonta a €0,70 l'ora.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €40,00 a camera - guarda le offerte
  • Cosa vedere nei dintorni: Follonica (47 km), Terme di Saturnia (55 km), Montalcino (56 km), Isola d'Elba (134 km con traghetti giornalieri in partenza da Piombino a partire da €30,00 a persona), Isola del Giglio (74 km con traghetti giornalieri in partenza da Porto Santo Stefano a partire da €25,00 a persona), Orbetello (44 km), Siena (75 km), Tarquinia (91 km), Chianciano Terme (95 km), Montepulciano (93 km), Viterbo (123 km), Lago di Bolsena (116 km), Arezzo (139 km)

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su