Passaporto Immagine InizialeUltimo aggiornamento: 24/06/2021

Non capita tutti i giorni di compiere viaggi in giro per il mondo, per cui spesso ci si accorge che il proprio passaporto è scaduto solo al momento in cui si ha la necessità di utilizzarlo. Si finisce per andare in questura a chiedere informazioni, pagare bollettini ed acquistare marche da bollo, fare file interminabili per poi accorgersi di aver lasciato a casa i documenti necessari... Uno scenario da incubo? Niente panico! Travel365 vi fornisce tutte le indicazioni che vi servono!


Si ringrazia l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) della Farnesina per la grande disponibilità dimostrata nel rispondere a particolari casistiche avanzate dalla community

Quando serve il rinnovo o un nuovo rilascio?

quando rinnovare il passaporto

  • Passaporto scaduto da 10 anni: i passaporti italiani rilasciati dal 2013 in poi hanno una validità di 10 anni, allo scadere dei quali il documento non viene più rinnovato ma è necessario chiedere un nuovo rilascio
  • Passaporto smarrito/rubato/con pagine terminate: in questi casi bisogna avviare la pratica per un nuovo rilascio.
  • Passaporto con scadenza entro 6 mesi: è valido per il riconoscimento ma potrebbe non essere accettato per l'espatrio (verificare condizioni di ingresso al paese sul sito www.viaggiaresicuri.it); in ogni caso è meglio chiedere un nuovo rilascio.
  • Passaporto scaduto da 5 anni: i passaporti emessi prima del 2013 avevano una validità di 5 anni, pertanto chi dispone ancora di un documento a scadenza quinquennale può chiedere il rinnovo ed estendere la validità di altri 5 anni.

NB: Tutti i passaporti ordinari moderni vengono detti elettronici, perché presentano in copertina un microprocessore contenente i dati del titolare.

Documenti per passaporto italiano

documenti necessari per rinnovo passaporto

  1. Domanda di rinnovo, con un modello da compilare scaricabile qui
  2. 2 fotografie recenti, nitide e di alta qualità. La larghezza deve essere pari a 35-40 mm, devono essere inquadrate in primo piano spalle e viso, quest'ultimo deve occupare il 70% della foto;
  3. Copia del versamento sul c/c postale n. 67422808 intestato al Ministero dell'Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro, di importo pari ad €42,50 con la seguente causale: importo per il rilascio del passaporto elettronico di 32 pagine;
  4. 1 contrassegno telematico da €73,50 acquistabile presso i tabaccai autorizzati dallo Stato;
  5. Carta di identità o documento di riconoscimento valido.
  6. Vecchio passaporto scaduto, che va consegnato anche in caso le 32 pagine che lo compongono siano esaurite. In caso di smarrimento del vecchio documento, va allegata la denuncia di smarrimento.

Solo nel caso in cui il richiedente sia genitore di uno o più minori, ai suddetti documenti bisogna integrare:

  • Firma di assenso al rilascio del passaporto da parte dell'altro genitore, vedi il modulo per l'atto di assenso fra genitori.
  • Autorizzazione da parte del giudice tutelare (solo nel caso in cui il richiedente sia genitore di figli riconosciuti solo da uno dei due genitori, oppure nel caso sia un genitore separato/divorziato).

Costo del rinnovo

Descrizione Costo
contrassegno telematico (marca da bollo) €73,50
bollettino postale €42,50
TOTALE €116,00

NB: Non si paga nient'altro fino alla scadenza (dal 2014 non è più necessario sostituire la marca da bollo annualmente al costo di €40,00).

Come e dove ottenere il nuovo passaporto

procedura per rilascio passaportoE' possibile avviare la pratica presso la questura, gli uffici postali o comunali. In ogni caso sarete costretti a presentarvi in questura o in commissariato per la rilevazione delle impronte, pertanto è preferibile optare per la questura fin da subito. Ecco la procedura da seguire:

  1. Fissare appuntamento in questura: tramite il sito passaportonline.poliziadistato.it programmare la data per consegna dei documenti e rilevazione delle impronte. Attenzione: generalmente si accetta una sola richiesta per ogni appuntamento!
  2. Recarvi in questura: è necessario andare fisicamente in questura il giorno dell'appuntamento per presentare la documentazione richiesta e rilasciare le impronte digitali.
  3. Attendere i tempi di rilascio: possono volerci da 1/2 giorni fino a un mese (in genere ne bastano 10).
  4. Ritirare il documento: il nuovo passaporto va ritirato in questura o in alternativa è possibile riceverlo tramite posta (al costo di €8,20).

NB: Nel caso in cui non dovessero esserci date disponibili sull'agenda online, si consiglia di recarsi fisicamente in questura, soprattutto se ci sono i presupposti per l'applicazione della procedura d'urgenza.

Se avete più di una richiesta da presentare (es. tutta la famiglia necessita del passaporto), di norma dovrete prenotare più appuntamenti tramite l'agenda online. Tuttavia, è possibile che un operatore particolarmente cortese decida di accettare più richieste con un solo appuntamento.

Quanto tempo ci vuole per fare il passaporto?

I tempi di rilascio possono variare davvero molto. Il problema principale è riuscire a prenotare l'appuntamento presso la questura tramite il servizio online. Nei comuni più grandi possono volerci fino a 4/6 mesi per riuscire a fissare una data nell'agenda online, in quanto risulta essere sempre piena. Dopo che ci si reca all'appuntamento per rilasciare le impronte digitali e presentare la domanda, possono volerci da 1/2 giorni fino a un mese, per l'effettiva consegna del documento.

Se per ragioni varie non potete ritirare voi stessi il nuovo passaporto, è possibile nominare un delegato al ritiro a condizione che sia maggiorenne e che le sue le generalità vengano indicate espressamente nella parte "annotazioni".

Procedura d'urgenza per il rilascio del passaporto

In alcuni casi di "comprovata emergenza" è possibile richiedere la procedura d'urgenza per il rilascio del passaporto, grazie alla quale potrete accorciare i tempi di attesa.

Sono considerati casi di comprovata urgenza:

  • Documentati viaggi improvvisi per motivi di lavoro;
  • Documentato motivo sanitario;
  • Documentato motivo di viaggio turistico (a tal fine si considera valido l'emissione regolare titolo di viaggio - biglietto);
  • Ulteriori documentati motivi che verranno valutati dall'Ufficio.

Non sono considerati casi di comprovata urgenza:

  • Il solo possesso di un biglietto aereo;
  • Lettere di parenti, conoscenti, ecc;
  • Dimostrazione di impegni lavorativi urgenti comprovati da messaggi ricevuti via email;
  • Autocertificazioni del richiedente su situazioni di urgenza/emergenza non comprovate da adeguata documentazione in supporto;
  • Le gite scolastiche.

In ogni caso, la caratteristica di "urgenza" verrà sempre valutata dal responsabile dell'ufficio, che deciderà se accettare la procedura e, in tal caso, definirà le tempistiche. In taluni casi, per ricevere utenti senza prenotazione che vogliono richiedere la procedura d'urgenza, potrebbero essere applicati dei diritti d'urgenza di circa €50,00.

Se avete altri dubbi o alcune informazioni vi sembrano poco chiare, vi consigliamo di guardare questa videoguida realizzata dalla Polizia di Stato:

Passaporto per Minorenni

Dal 2012, i minorenni che vogliono viaggiare all'estero devono avere il nuovo passaporto elettronico bambini. L'iscrizione nel passaporto dei genitori non è più considerata valida. Il Passaporto per minori ha una validità inferiore:

  • Da 0 a 3 anni: il documento avrà una validità di 3 anni
  • Da 3 a 18 anni: il documento avrà una validità di 5 anni

Per il rilascio di un passaporto per minori è necessaria la presenza di entrambi i genitori. Se uno dei due genitori non può essere fisicamente presente, il richiedente è obbligato a presentare una fotocopia di un documento di riconoscimento del genitore assente e una dichiarazione di assenso all'espatrio firmata. Scarica il modulo o scopri maggiori informazioni sul passaporto per minorenni

Altre info utili sul Passaporto Italiano