Cosa Visitare a Budapest in 3 giorni

Cosa vedere a Budapest in 3 giorni? Quali sono i luoghi più in della vita notturna? Ecco dei consigli utili per visitare la capitale dell'Ungheria, i monumenti, la moneta, il quartiere ebraico i posti da visitare della città delle 100 terme!

Sulle rive del fiume Danubio sorge Budapest, la capitale dell'Ungheria. Con le sue attrattive principali come la musica classica e un'accesa vita notturna, rappresenta una città completa, adatta al divertimento di tutti, e probabilmente anche per questo è chiamata "perla sul Danubio".
La sua architettura la rende un gioiello per la mescolanza di stili quali Barocco, Neoclassico e Liberty, che soddisfano i gusti di tutti coloro che hanno la possibilità di visitare questa fantastica città.
VEDI ANCHE: 10 cose da vedere a Budapest

La storia e le origini del nome

La città nasce ufficialmente nel 1873 con l'unione delle città di Buda e Óbuda, sulla sponda occidentale del Danubio, con Pest, situata sulle rive orientali del fiume. Quindi in realtà la città è divisa in tre parti: Óbuda, il quartiere più antico, Buda, famosa per la collina e il castello, sulla riva occidentale, e Pest, vivace, ricca di negozi con distretti governativi e commerciali sulle rive orientali del Danubio.

Cosa vedere in 3 giorni

  • Castelllo di Buda: l'aspetto medievale della città si rivela nel quartiere del castello, con strade strette e tortuose che richiamano fortemente l'atmosfera medievale e che portano appunto al castello di Buda. Il complesso, terminato nel 1265, dimora di diversi re ungheresi, ha assunto diversi nomi nel tempo; è situato sulla punta meridionale della collina del castello, circondato dall'antica città medievale con case, edifici e chiese tipiche di quest'epoca storica. Dal 1987 fa parte del Patrimonio culturale dell'Unesco.
  • Sinagoga Grande e Tempio degli Eroi: attraversando il fiume, giungendo quindi a Pest, è possibile ammirare la quinta Sinagoga più grande del mondo, nel quartiere ebraico, principale luogo di culto della comunità ebraica a Budapest. La sinagoga fu costruita tra il 1854 e il 1859 con uno stile architettonico eclettico, con elementi moreschi ma anche con particolari che richiamano l'architettura neobizantina e neoromanica soprattutto all'esterno, dove l'attenzione è richiamata dalle due torri gemelle separate dal muro merlato. Nel 1931, venne poi costruita una sinagoga più piccola alla sinistra di quella già esistente, chiamata Tempio degli Eroi e dedicata agli ebrei caduti durante la prima guerra mondiale. Questa volta lo stile è più sobrio, sono assenti dettagli troppo vistosi, l'esterno dell'edificio presenta semplicemente una cupola semisferica sormontata da una stella di David. Annesso alle due sinagoghe vi è poi un museo, inaugurato nel 1860, dedicato alla comunità ebraica di Budapest.
  • Museo delle Belle Arti: molto affascinante, all'interno è possibile ammirare opere di grandi pittori quali Van Gogh, Renoir, Raffaello, Leonardo, Cézanne, Goya e Vélazquez.
  • Museo Nazionale: altro museo che richiama molti turisti in città, raccoglie reperti archeologici, storici e naturali dell'intera Ungheria.
  • Bastione dei Pescatori: si trova a Buda, nel colle del Castello, risale a poco più di un secolo fa, ed è caratterizzato da uno stile neogotico e neoromanico, ma soprattutto da 7 torri, ciascuna delle quali rappresenta una delle 7 tribù magiare che nell'896 si insediarono nel bacino dei Carpazi. Il nome deriva invece dalla corporazione incaricata di difendere queste mura nel medioevo.
  • Bagni Széchenyi: sono delle terme nel parco di Városliget, con edifici del XIX secolo e altri più recenti. Si tratta dei più grande complesso termale d'Europa.
  • Basilica di Santo Stefano: qui siamo a Pest, e la basilica si presenta in stile neoclassico e risale alla fine dell''800. L'interno è ricco di marmi, decorazioni, mosaici e opere di artisti ungheresi.
  • Parlamento di Budapest: simbolo della città nonché fra le mete turistiche più visitate, di trova nela sponda di Pest ed ha una inconfondibile matrice neogotica. Rappresenta l'indipendenza dell'Ungheria dall'impero Austro-Ungarico. Qui si riunisce l'Assemblea Nazionale di Ungheria e hanno sede il Capo del Governo e il Presidente della Repubblica.
  • Teatro dell'Opera: splendido esempio di architettura neorinascimentale, realizzato sul finire del XIX secolo. La facciata è incorniciata dalle statue di Ferenc Erkel, colui che compose l'inno nazionale, e da Frank Liszt.
  • Mercato centrale: il più grande e antico della città, si trova a Pest, si sviluppa su tre piani con tantissime bancarelle che vendono carne, spezie, dolciumi, ma anche con ristoranti e negozi di souvenir. Al piano sottoterra c'è un mercato del pesce.
  • Castello Vajdahunyad: si trova nel parco di Budapest, anche questo costruito a cavallo fra i secoli XIX e XX. E' quasi una copia del castello della Transilvania, ospita all'interno un museo agricolo.

La vita notturna

Non è un caso se Budapest ha guadagnato la settima posizione tra le città più romantiche d'Europa: le sue caratteristiche, la sua storia, la sua particolare posizione (sorge su circa 100 sorgenti termali), la rendono una delle mete più gettonate del vecchio continente. Secondo alcune statistiche, è fra le prime 10 capitali europee che gli utenti fra i 25 e i 40 anni cercano con offerte di voli low cost in siti di comparazione di voli come volo24.it, per trascorrere anche un weekend lungo, anche se il tempo medio di permanenza dei turisti a Budapest è di 5 giorni.
Per chi ama la vita mondana, fare shopping e sedersi in graziosi ristoranti per assaggiare le prelibatezze culinarie ungheresi, inevitabile è una passeggiata nell'Andrássi Avenue, un'iconica via di Budapest, sede di meravigliosi palazzi neo-rinascimentali che accolgono negozi di lusso e sfarzosi cafè. Un fantastico viale che grazie ai suoi edifici storici fa parte dal 2002 del Patrimonio Mondiale dell'Umanità.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su