Cosa vedere al Castello di Wawel di Cracovia: consigli, prezzi e come arrivare

Castello di Wawel, Cracovia, guida alle opere da visitare assolutamente. Consigli, mappa, prezzi, info su cosa vedere e come arrivare, cenni storici e curiositÓ.

Castello di WawelSi erge sulla collina di Wawel, a 228 metri sul livello del mare, dominando la città di Cracovia e il fiume Vistola. Il castello di Wawel è uno dei complessi architettonici più suggestivi al mondo, fulcro della cultura polacca ed emblema dell'intero Paese. Una prima costruzione venne eretta già tra il X e il XI secolo, per poi svilupparsi nei secoli successivi a partire dal XVI secolo. Rinato come polo culturale dopo la Seconda Guerra Mondiale, è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.
VEDI ANCHE: 10 cose da vedere assolutamente a Cracovia Cosa vedere a Cracovia in un giorno

Cosa vedere e come visitare il Castello di Wawel

Castello di Wavel visto dall'altoIl castello è un complesso di edifici composto da diverse parti: il Palazzo Reale, la Cattedrale di Wawel, il Museo della Cattedrale Giovanni Paolo II, la Torre di Sandomierska e la leggendaria Grotta del Drago. Il Palazzo Reale ospita una mostra permanente, suddivisa in più itinerari che si possono visitare separatamente: il tour delle Sale dello Stato, quello degli Appartamenti Reali, il dell'Armeria e della Stanze del Tesoro, il tour del Museo d'Arte Orientale, e il tour "The Lost Wawel​". Di seguito scopriamo nel dettaglio le esposizioni/attrattive più interessanti del complesso.

1 - Le Sale dello Stato (Palazzo Reale)

Questo itinerario comprende le stanze in stile rinascimentale e barocco dell'ex residenza reale. Tra queste, ci sono la Sala dei Deputati (conosciuta anche come Envoys' Hall) con il suo soffitto a cassettoni decorato con sculture in legno a foggia di teste umane e la Sala dei Senatori, dove il senato si incontrava con il re e dove si tenevano grandi balli. Tra gli oggetti esposti ci sono la famosa collezione di arazzi di Re Sigismondo II Augusto, i ritratti reali, i dipinti di antichi maestri italiani e olandesi e mobili rinascimentali di fattura italiana.

2 - Appartamenti privati reali (Palazzo Reale)

Queste stanze erano un tempo riservate all'uso personale dei monarchi e delle loro famiglie, cortigiani e ospiti. Molte sono decorate con mobilio rinascimentale di pregio e alle pareti ci sono importanti dipinti italiani provenienti dalla collezione Lanckoroński. Tre di queste stanze conservano l'originale soffitto in legno di larice, e anche due fregi originali. In due di queste stanze si possono ammirare la famosa collezione di porcellane di Meissein e tavoli d'argento.

3 - La stanza del Tesoro e l'Armeria (Palazzo Reale)

Questo itinerario si snoda tra le stanze gotiche e rinascimentali che un tempo ospitavano le insegne per l'incoronazione polacca e i gioielli del governo polacco-lituano. Oggi vi sono conservati oggetti d'inestimabili valore provenienti dal Tesoro della Corona, come la spada Szczerbiec usata durante le incoronazioni, cimeli di monarchi polacchi e splendidi oggetti in oro e argento creati da orafi dell'Europa occidentale. Nell'Armeria sono esposte armi, armature, selle da parata e orpelli da cavallo dal Medioevo al XVIII secolo.

4 - Museo d'arte orientale (Palazzo Reale)

Sei gallerie custodiscono tappeti, stendardi e arazzi, armi persiane e turche, ceramiche giapponesi e cinesi. La mostra è incentrata su un gruppo di trofei presi in battaglia e altri oggetti associati a Re Giovanni III Sobieski e al Rilievo di Vienna nel 1683.

5 - The Lost Wawel​ (Palazzo Reale)

L'esposizione si snoda attraverso i resti della Rotonda dei Santi Felice e Adautto, conosciuta anche come Rotonda della Beata Vergine Maria, le cucine reali del XVI secolo, le stalle reali del XVII secolo e la rimessa per carrozze del XVIII secolo. Qui sono esposti numerosi oggetti rinvenuti negli scavi archeologici. Oltre a pannelli che illustrano gli sviluppi architettonici del complesso, ci sono anche un modello del Castello nel XVIII secolo e una ricostruzione virtuale di edifici risalenti al periodo romanico. Nel Lapidarium sono conservate diverse sculture in pietra del Rinascimento e altre opere in pietra.

6 - La Torre Sandomierska

La Torre SandomierskaSi tratta di una delle due torri dell'artiglieria del Castello di Wawel, costruita intorno al 1460. La torre serviva principalmente da difesa della residenza reale e, in tempo di pace, come prigione per le persone di alto rango. Dalla cima della torre si ha una vista spettacolare su tutta la città.

7 - La Grotta del Drago

Il Drago di WawelAvvolta nella leggenda del drago di Wawel, la grotta è visitabile solo per 81 dei 270 metri che ne costituiscono la lunghezza, grazie a una scala a chiocciola stretta e ripida composta da 135 gradini. La leggenda narra che un tempo il villaggio di Krak fosse terrorizzato da un mostruoso drago a cui gli abitanti dovevano offrire in sacrificio il loro bestiame. Un giorno (e qui le diverse versioni della leggenda divergono) un umile calzolaio pose di fronte alla grotta un montone ripieno di zolfo. Il drago lo mangiò e poi per la sete bevve talmente tanta acqua da scoppiare.

8 - La Cattedrale di Wawel

Uno scorcio della Cattedrale di WawelUno degli edifici sacri più importanti del Paese, la cattedrale è stata ricostruita nel XIV secolo. Tra i numerosi punti di interesse: la Cappella di Sigismondo, decorata con stucchi e dipinti rinascimentali; il Mausoleo di San Stanislao, patrono della Polonia; la Cripta, dove sono ancora visibili le tombe reali; la famosa Campana di Sigismondo, risalente al 1520.

9 - Il Museo della Cattedrale "Giovanni Paolo II"

Nel museo, inaugurato nel 1978 da Karol Wojtyla quando era ancora cardinale, si possono ammirare diversi oggetti religiosi e reliquie reali provenienti dal tesoro della Cattedrale di Wawel e dalla Biblioteca Capitolina. Inoltre, dal 2008, l'esposizione si è arricchita di alcuni ricordi di Giovanni Paolo II.

Dove si trova e come arrivare

Mostra Mappa

  • A piedi: Il castello è facilmente raggiungibile a piedi dal centro storico (circa 10 minuti) - Ottieni indicazioni
  • In tram: Linee 9, 10, 13, 19, 22, 24. Fermata Wawel.

Orari e prezzi

Gli orari di apertura variano molto a seconda della stagione e se si vuole visitare la mostra permanente o le attrazioni stagionali (Torre e Grotta). Inoltre viene emesso solo un numero limitato di biglietti al giorno per cui è meglio prenotarlo in anticipo.

  • Orari: Dalle 9:00 alle 18:00 (marzo e ottobre); dalle 9:00 alle 19:00 (aprile e settembre); dalle 9:00 alle 20:00 (da maggio ad agosto); dalle 9:00 alle 17:00 (da novembre a febbraio)
  • Costo biglietto: non c'è un unico biglietto ma ogni itinerario ha un costo a sé, che varia dai 27 PLN (circa €6,29) degli Appartamenti Reali ai 5 PLN (circa €1,16) della Grotta del Drago
  • Riduzioni: studenti, insegnanti, over 65
  • Gratuità: ci sono diverse possibilità per entrare gratuitamente e dipendono dal periodo in cui si visita il castello. Da aprile a ottobre si entra gratis il Lunedì, nella fascia oraria dalle 9:30 alle 13:00. Da novembre a marzo, si entra gratis la Domenica nella fascia oraria dalle 10:00 alle 16:00.

Tour, visite guidate e biglietti online

Consigli utili per visitare l'attrazione

  1. Alzati presto: l'ideale sarebbe raggiungere l'ingresso entro mezzora prima dell'apertura
  2. Acquisto del biglietto: si consiglia di prenotare la visita inviando un'email almeno 14 giorni prima. In alternativa si può acquisare l'accesso prioritario. Maggiori info: Castello di Wawel: accesso prioritario e tour guidato
  3. Pagamenti solo in valuta locale o carta di credito: il castello non accetta pagamenti in euro o altre valute. Il pagamento deve essere effettuato in zloty polacco, oppure con carta di credito.
  4. Tempo di visita: Il tour completo può durare fino a 6 ore. Tuttavia si può decidere di vedere solo una o più sezioni del castello. In questo caso, il tempo di visita minimo è di 2 o 3 ore.

Non hai ancora prenotato volo e hotel? Consulta le nostre offerte!


Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su