Cosa vedere a Berlino in un giorno

Cosa vedere a Berlino in un giorno? Quali sono i posti da non perdere? Ecco consigli utili e un itinerario per visitare la città in 24 ore!

veduta di berlinoE' una metropoli "giovane", ricca di storia e fascino. E' la capitale di uno degli Stati europei più importanti dell'intera UE. E' il secondo comune più popoloso del Vecchio Continente, dietro solo all'amica - nemica Londra.

VEDI ANCHE: LE MIGLIORI CITTA' IN EUROPA PER VITA NOTTURNA

E' una città piena di contraddizioni, Berlino. Divisa da un muro, carnefice di un'intera popolazione, quella ebraica, nel corso della Seconda Guerra Mondiale, oggi è una meta ambita, soprattutto dai turisti più giovani, perché in continuo fermento: arte, cinema, cultura si incontrano in un ideale crocevia nella città tedesca, che può essere vissuta quasi a pieno in sole 24 ore.

Prima di partire: consigli utili

Berlino è una città che offre un servizio di trasporto pubblico efficente ed ineccepibile, ma che al contempo può essere attraversata anche a piedi, a patto di essere vestiti in maniera comoda - sembra un consiglio scontato, ma non lo è affatto - e di essere provvisti di una cartina della città, nonché di un biglietto giornaliero valido per tutti i mezzi di trasporto e per le zone A, B e C che, al prezzo irrisorio di € 6,00, ci offre la possibilità di muoverci con disinvoltura dal centro alle zone più periferiche.

  • Abbigliamento e calzature comode;
  • Cartina della città (possiamo avvalerci anche dell'ausilio di Google Maps, installato su qualsivoglia smartphone);
  • Welcome Card per mezzi pubblici, ingressi e sconti o biglietto giornaliero per mezzi pubblici;
  • Se decidete di prolungare la vostra permanenza e godervi la Berlino by night, potete consultare le nostre offerte di soggiorno a Berlino.

Itinerario di un giorno a Berlino: Mattina

1 - Colazione e Alexanderplatz

isola dei musei a berlinoCominciamo con una colazione sostanziosa ed economica allo Zeit fur Brot, localino con laboratorio a vista dove possiamo scegliere fra dolce o salato con appena € 5,00. Il piatto forte? Le girelle alla cannella! Dopo esserci rifocillati per bene, dirigiamoci alla fermata della metro Rosa-Luxemburg-Platz verso Alexanderplatz. Eccoci finalmente nella piazza dedicata allo zar Alessandro I, luogo in continuo fermento, centro per eccellenza di movimento di persone e mezzi, nella quale possiamo ammirare la celeberrima "Fontana dell'amicizia tra i popoli" e la suggestiva Fernsehturm, la torre televisiva, che restituisce un'allure di modernità ad una piazza che conserva ancora una chiara impronta "socialista". La torre può essere visitata al suo interno arrivando sino alla cima pagando un ticket d'ingresso di € 11,00.

2 - Isola dei Musei e Duomo

Ad appena 10 minuti a piedi, in direzione Rathausstraße, raggiungiamo la suggestiva Museumsinsel, nota come "l'Isola dei Musei". Dichiarato nel 1999 Patrimonio dell'Umanità, questo particolare perimetro culturale berlinese ospita la bellezza di 5 importantissimi musei: il Pergamonmuseum, l'Altes Museum, l'Alte Nationalgalerie, il Neues Museum ed il Bode Museum. All'interno dell'isola, inoltre, è presente il famoso Duomo di Berlino, cattedrale protestante costruita in stile Neobarocco. Una visita accurata alla Museumsinsel potrebbe risultare particolarmente impegnativa per una sola giornata, ma ne vale davvero la pena, e se il desiderio di entrare in questo particolare "universo" è alto, sappiate che sarà necessario "sacrificare" qualche altra location da sogno della capitale.

In sintesi:

Itinerario di un giorno a Berlino: Pomeriggio

1 - Pranzo, Porta di Brandeburgo e Reichstag

un viaggio nella berlino piu cupa con il memoriale dell olocaustoRespiriamo un pizzico di "italianità" a Potsdamer Platz , raggiungibile dall'Isola dei Musei con bus che parte dalla fermata di Fischerinsel. Il quartiere - disegnato dal noto architetto Renzo Piano - ospita uffici, negozi e il centro commerciale Arkaden, oltre al Museo del Cinema tedesco, un cinema multisala ed il Casinò di Berlino. E' proprio qui che potremo sostare per pranzo. Il ristorante consigliato è FACIL, dove si può uscire con la pancia piena e soddisfatta con opzioni di menù che partono da € 17,00 sino a € 51,00 (in base al numero di portate che scegliamo di degustare).
Una volta soddisfatto il nostro stomaco, possiamo dirigerci verso uno dei monumenti cardine di Berlino: la Porta di Branderburgo. Con appena 5 minuti di metro (dalla stazione S+U Potsdamer Platz Bhf), raggiungiamo il leggendario simbolo della Germania unificata; a pochi passi dalla Porta di Branderburgo, troviamo il palazzo del Reichstag, visitabile gratuitamente sin dalle 08:00 del mattino. Prendendo l'ascensore all'interno del palazzo, possiamo raggiungere e visitare la sede del Parlamento Federale - la Bundestag - e, soprattutto, la cupola di vetro, raggiungibile tramite una scala a chiocciola, dalla quale possiamo godere di una vista sensazionale su Berlino.

2 - Memoriale dell'Olocausto

Dopo aver inebriato i nostri occhi con tale bellezza, è giunta l'ora, purtroppo, di conoscere l'altro volto di Berlino. Vuole essere un monito per le generazioni future il Memoriale dell'Olocausto, sito ad appena 12 minuti a piedi dal Parlamento (tramite Ebertstraße; il monumento è raggiungibile anche in bus, partendo dalla stazione di Reichstag/Bundestag). Il Memoriale, di recente costruzione (fu ultimato nel 2004 da Peter Eisenman e Buro Happold), si propone come efficace testimonianza tangibile delle orribili torture ed esecuzioni operate dal regime nazista ai danni di ebrei e di persone ritenute erroneamente delle "minoranze" dai seguaci di Hitler, come gli omosessuali. Il complesso merita di essere visitato approfonditamente: l'esperienza potrebbe risultare emotivamente scioccante, ma è una parte della storia tedesca che non può e non deve essere dimenticata, per quanto rappresenti forse il momento più buio della Nazione.

In sintesi:

Itinerario di un giorno a Berlino: Sera

1 - East Side Gallery

arte e storia mixati nell east side galleryChiudiamo questo intenso tour berlinese con una visita alla suggestiva East Side Gallery, raggiungibile dal Memoriale dell'Olocausto con la metropolitana S da Friedrichstraße in circa mezzora. Questa straordinaria galleria d'arte a cielo aperto mixa un'altra drammatica pagina della città - la costruzione del tristemente noto muro che divise Berlino in parte Est ed Ovest - con la voglia di rinascita della popolazione, rappresentata dalla "sfilata" di ben 106 murales dipiniti sui resti del muro. Numerosi writers hanno prestato le proprie capacità creative alla causa della Galleria Est, testimonianza tangibile della forza di un popolo, quello tedesco, capace di rialzarsi con grinta ed anche con una buona dose di autoironia.

2 - Checkpoint Charlie e cena

Dopo aver fatto visita a questo insolito museo a cielo aperto, raggiungiamo in bus l'ultima tappa del nostro viaggio, Checkpoint Charlie (30 minuti in bus partendo dalla fermata East Side Gallery). L'area rappresentava il punto di frontiera tra le due aree di Berlino, mentre oggi ospita la riproduzione di una guardiola americana e una copia della segnaletica di confine; a pochi passi da questa insolita attrazione possiamo, inoltre, osservare alcuni frammenti dell'odiato muro di Berlino.
Per concludere in bellezza il nostro tour, non c'è niente di meglio che assaggiare una squisitezza tipica come il currywurst a soli € 3,00 presso il Checkpoint Curry 207, a pochi secondi di cammino da Checkpoint Charlie!

In sintesi:

Cosa non vedere: le attrazioni a cui è meglio rinunciare

La scelta di intraprendere un tour composto da attrazioni il cui accesso è quasi sempre gratuito implica la presenza delle indesiderate code all'ingresso e, di conseguenza, priva il turista dell'opportunità di visitare altre location che meriterebbero la medesima, totale attenzione. L'esclusione delle attrazioni sotto riportate, dunque, è motivabile esclusivamente alla carenza di tempo a disposizione e alle lungaggini riscontrate nella visita di complessi monumentali come East Side Gallery, il Memoriale dell'Olocausto o l'Isola dei Musei (anche con il biglietto salta la fila) . Niente paura, perché tali lacune possono essere recuperate sostando a Berlino qualche giornata in più.

  1. Quartiere ebraico
  2. Vecchio zoo
  3. Tacheles (ammirabile solo dall'esterno; l'interno della struttura è stato chiuso nel 2013)
  4. Tergarten (area verde ideale per pic-nic da favola)
  5. Unter den linden (suggestivo viale alberato di tigli)
  6. Chiese gemelle (site presso Gendarmenmarkt)
  7. Bernauer Strasse (memoriale del muro a nord di Alexanderplatz)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti