fontana villa d este tivoli

Visita a Villa d'Este a Tivoli: Come arrivare, prezzi e consigli

Cerchi consigli per visitare Villa d’Este a Tivoli? Ecco info su come arrivare da Roma, prezzi, orari e una guida per un tour completo in poco tempo

fontana villa d este tivoliA pochi chilometri da Roma si trova un vero gioiello, talmente affascinante da essere inserito nella lista Unesco, come patrimonio dell'umanità: Villa d'Este. E' situata nella cittadina di Tivoli, in un contesto paesaggistico straordinario che vede altre importanti opere, come Villa Adriana.

Villa d'Este vi lascerà di stucco per la bellezza delle sue stanze e il suo magnifico giardino, che contempla un'impressionante concentrazione di fontane, grotte, giochi d'acqua, cascate e caverne immerse in una natura lussureggiante.
Vediamo, quindi, tutte le informazioni utili per una visita a Villa d'Este a Tivoli.
VEDI ANCHE: 10 posti da vedere assolutamente nel Lazio

Dove si trova e come arrivare

Villa d'Este si trova a a Tivoli, cittadina distante 30/40 Km da Roma. La villa è in una zona pedonale, quindi se arrivate in auto lasciatela nei parcheggi a pagamento. Conviene utilizzare il pullman rispetto al treno, dato che vi lascerà più vicini alla villa e, in genere, fa meno ritardo.

  • In autobus: linea Cotral Roma-Tivoli. Il bus parte da Roma, dalla stazione Ponte Mammolo (fermata metro B) e ferma a Tivoli, in Piazzale delle Nazioni Unite (distante 4 minuti a piedi dalla Villa)
  • In treno: linea Roma-Pescara, stazione Tivoli (distante 9 minuti a piedi dalla Villa)
  • In automobile: da Roma si raggiunge in 40 minuti tramite autostrada A24, uscita Tivoli - Ottieni indicazioni
  • A piedi: se soggiornate a Tivoli, potete tranquillamente fare una passeggiata nel suo centro storico e la troverete subito - Ottieni indicazioni

Orari e prezzi

  • Orari:da martedì a domenica dalle 8:30 alle 19:45 per il Chiostro, il Palazzo e il Vialone esterno. Il lunedì apre alle 14:00.Ultimo ingresso fino ad un'ora prima dell'orario di chiusura.
    L'orario di chiusura del giardino segue il tramonto del sole: gennaio 16:45, febbraio 17:15, marzo 18:00 (con ora legale 19:00), aprile 19:15, da maggio ad agosto 19:30, settembre 19:00, ottobre 18:15 (con ora solare 17:15), novembre e dicembre 16:45.
  • Giorni di chiusura: lunedì mattina, il primo maggio e Natale.
  • Miglior orario per evitare code: all'apertura e alla chiusura
  • Costo biglietto:€10,00 (Può subire aumenti in caso di mostre temporanee).
  • Riduzioni: €5,00 per giovani dai 18 ai 25 anni
  • Gratuità: under 18 e prima domenica di ogni mese

Tour, visite guidate e biglietti online

Come visitare Villa d'Este

fontana villa d este tivoli 1Villa d'Este è un grande complesso cinquecentesco composto dal palazzo, in cui sono visitabili l'appartamento nobile e il piano inferiore e dal giardino, che rappresenta il suo fiore all'occhiello.
Ideato da Pirro Ligorio con i suoi 250 zampilli, oltre 200 cascate e 100 vasche, 50 fontane, 150 piante secolari ad alto fusto, 9.000 mq di viali, vialetti e rampe. Qui potrete amirare il vialone, la Gran Loggia, la Grotta di Diana, la Rotonda dei Cipressi e ovviamente le Fontane.

Cosa vedere nel Palazzo:

Nell'appartamento nobile della villa si può vedere un bellissimo affresco di Federico Zuccari, mentre nel piano inferiore c'è il Salone della Fontanina (o del Concilio degli Dei), con un dipinto di Ercole Sassano sul soffitto, che raffigura il palazzo ancora in costruzione, in pratica il progetto della villa.

Cosa vedere nel Giardino:

  • il Vialone: è il primo e più grande viale che si estende per circa duecento metri parallelamente alla facciata del palazzo. Da qui si può godere della fantastica vista del giardino;
  • la Gran Loggia: realizzata fra il 1568 e il 1569, ha alle spalle un paesaggio meraviglioso con affaccio sulle campagne tiburtine;
  • la Grotta di Diana: è decorata con mosaici di pietre, stucchi a rilievo e bassorilievi, decorazioni a smalto e coloratissime maioliche sul pavimento. In passato c'erano delle eleganti statue all'interno della grotta, oggi ospitate nel Museo Capitolino;
  • la Rotonda dei Cipressi: è un incantevole piazzale a forma di esedra circolare costellato da enormi alberi di cipresso secolari;
  • le fontane: sono le protagoniste assolute della villa. Quelle da vedere assolutamente, tra le altre, sono la Fontana del Bicchierone, opera di Gian Lorenzo Bernini e composta da due calici dentellati sovrapposti sorretti da una conchiglia, la cascata della Fontana dell'Organo che presenta un poderoso meccanismo ad acqua in grado di far udire il suono di un organo. La Fontana dell'Ovato, una fra le più scenografiche con una forma ad esedra ovale e al centro una grande vasca, nella quale confluiscono le acque zampillanti della fontana. La Fontana dei Draghi o Girandola che secondo la leggenda è stata costruita in una sola notte da Pirro Ligorio e, in passato, aveva un particolare congegno che consentiva di riprodurre con l'acqua una serie di velocissimi scoppi. Lo spettacolare viale delle Cento Fontane, affiancato da cento zampilli che, di sera, rendono tutto più suggestivo. Infine, la Fontana di Nettuno, la più imponente e sfarzosa con i suoi getti che si proiettano alti. In basso, è contornata dalle Peschiere, tre bacini in cui finiscono le acque e perfettamente inseriti in questo panorama mozzafiato.

Consigli utili per visitare l'attrazione

  1. Alzatevi presto: l'ideale sarebbe raggiungere l'ingresso all'orario di apertura, alle 8:30.
  2. Prenotate un'escursione: prenotare un'escursione o un tour organizzato è il modo più comodo per visitare Villa d'Este, dato che di solito include un servizio navetta da/per l'hotel, una guida e il biglietto d'ingresso.
  3. Tempo minimo: considerate un minimo di 2 ore per la visita. L'ideale sarebbe poter dedicare almeno mezza giornata.
  4. Ultimo ingresso: l'accesso è consentito fino a un'ora prima dell'apertura.
  5. Acquistate l'audioguida: è possibile noleggiare un'audioguida in 5 lingue diverse ad un costo di €4,00.
  6. Per gli amici a 4 zampe: è consentito l'accesso ai cani solo muniti di guinzaglio. Se sono di taglia grande, devono avere la museruola.

Cenni storici, curiosità e info pratiche: cosa sapere in breve

particolare fontana villa esteVilla d'Este fu commissionata dal cardinale Ippolito d'Este nel Cinquecento. Egli ricevette in regalo i territori di Tivoli da papa Giulio III e, quando vi arrivò, scoprì che avrebbe dovuto abitare in un convento. Abituato al lusso, decise di trasformare lo scomodo convento in una sfarzosa villa, affidando il progetto nelle sapienti mani di Pirro Ligorio. La sua costruzione si potrasse per molti anni e la struttura venne inaugurata nel settembre del 1572, ma Ippolito d'Este ne potè godere solo per pochi mesi poiché morì nel dicembre dello stesso anno.

La visita a Villa d'Este di Tivoli è un'esperienza splendida, che consiglio di cominciare dagli appartamenti del palazzo. Una volta usciti, prendetevi del tempo per esplorare il gigantesco giardino, partendo dal viale principale. Percorretelo tutto e ammirate lo spettacolo davanti a voi: le cascate, le tantissime fontane, le grotte e tutta la rigogliosa natura che lo circonda e integra armoniosamente.

Ricordo che per poter assistere al suono della Fontana dell'Organo, questo viene attivato a partire delle ore 10:30 ogni due ore, invece il venerdì ed il sabato, durante le aperture serali, alle 21:00 e alle 22:00. Sono previste, infatti, aperture serali che vengono comunicate sul sito ufficiale di Villa d'Este.
Se volete godere della tranquillità e scattare foto senza "fare la fila", cercate di arrivare il prima possibile all'apertura, oppure almeno due ore prima della chiusura.
Se soggiornate a Roma, Villa d'Este può essere considerata un'ottima escursione o magari una piacevole gita fuori porta.

Non hai ancora prenotato volo e hotel? Consulta le nostre offerte!


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su