Civita Bagnoregio Italia Lazio

Civita di Bagnoregio: come arrivare, cosa vedere e dove mangiare

Aggiornato a Giugno 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 28 viaggiatori.

Civita Bagnoregio Italia LazioCivita di Bagnoregio è la frazione che conta solo una decina di abitanti del comune di Bagnoregio, in provincia di Viterbo. Grazie alla sua unicità fa parte del club dei Borghi più belli d'Italia, che mira a valorizzare il fascino dell'Italia nascosta. Difatti questo piccolo borgo è in una posizione isolata raggiungibile solo attraverso un ponte pedonale fatto di cemento armato e lungo circa 300 metri.

Il paese di Civita è anche conosciuto con la denominazione de "la città che muore", questo perché il continuo sgretolarsi della rupe su cui sorge e la progressiva erosione della vallata che lo circonda, causati dagli agenti atmosferici e dai terremoti, mettono purtroppo in pericolo l'esistenza della frazione. Dal 2013 l'accesso al borgo è diventato a pagamento, proprio per cercare di conservarlo il più possibile utilizzando il ricavato per i lavori di restauro e di manutenzione (€3,00 in settimana, €5,00 nel fine settimana).
Ecco come arrivare, cosa vedere e dove mangiare a Civita di Bagnoregio.

10 cose da vedere a Civita di Bagnoregio

1 - Porta Santa Maria

porta di ingresso a civita di bagnoregioFoto di Davide Papalini. Addentrandosi nel centro cittadino di Civita di Bagnoregio è il primo importante monumento in cui vi imbatterete. La porta è sormontata da una coppia di leoni in pietra che tengono tra gli artigli due teste umane, posti come simbolo della vittoriosa rivolta popolare che gli abitanti bagnoresi ebbero contro la famiglia dei Monaldeschi, signori di Orvieto. Nel XV secolo infatti i Monaldeschi di Orvieto tentavano di stabilire il loro controllo sulla città, con l'intento di mantenerla come presidio guelfo negli scontri con i ghibellini di Viterbo.

  • Come arrivare: è l'unico accesso alla frazione, attraversando il ponte pedonale da Bagnoregio - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

2 - Chiesa di San Donato

civita di bagnoregio chiesa san donatoFoto di Maurizio Zanetti. Procedendo più avanti dall'ingresso del paese, si apre la piazza principale dove l'assenza della pavimentazione le dà un vero e proprio aspetto medievale con un misto di terra rossa e brecciolino.
Qui si trova la romanica chiesa di San Donato, rimaneggiata nel XVI secolo. Al suo interno sono custoditi un affresco della scuola del Perugino e uno stupendo crocefisso ligneo quattrocentesco ritenuto miracoloso, si racconta infatti che durante la peste del 1499, il crocefisso parlò ad una donna rassicurandola sull'imminente fine della pestilenza.

  • Come arrivare: da Porta Santa Maria in 1 minuto a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 10:00-18:00
  • Costo biglietto: gratis

3 - Museo Geologico e delle Frane

itinerario civitaE' un piccolo ma interessante museo che vi permetterà di capire cosa sta accadendo alla rupe su cui sorge il borgo, e quindi il perché della nomea di "paese che muore".
Inoltre racconta la storia del paese, le sue caratteristiche e la sua evoluzione nel tempo, ma più di tutto la lotta per la sua sopravvivenza minacciata da frane e terremoti. Il museo organizza visite guidate, escursioni, attività didattiche ed anche degustazioni dei buonissimi vini locali.

  • Come arrivare: a piedi da Porta Santa Maria in 1 minuto - Ottieni indicazioni
  • Orari: da giugno ad agosto dal martedì alla domenica 9:30-13:30/14:00-18:30. Da settembre a maggio dal venerdì alla domenica 10:00-13:30/14:00-17:30
  • Costo biglietto: gratis

4 - Grotta di San Bonaventura

La Grotta di San Bonaventura è un'antica tomba etrusca scavata nel tufo, che potrete visitare prendendo le scale a fianco del Belvedere. Prende il nome da San Bonaventura di Bagnoregio, considerato uno dei più importanti biografi di San Francesco d'Assisi. Secondo la tradizione, in questa grotta, il filosofo adolescente, al secolo Giovanni Fidanza, sarebbe guarito miracolosamente da una malattia grave dopo che la madre ebbe invocato Francesco d'Assisi. Fu proprio per questo evento che scelse di entrare nell'Ordine dei Francescani assumendo il nome di Bonaventura, in ricordo delle parole in latino che gli disse San Francesco dopo la guarigione, ovvero "bona ventura".

  • Come arrivare: prendendo le scalette a fianco del Belvedere - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

5 - Il Belvedere

belvedere panoramicaQuesto punto panoramico segna la conclusione del centro storico di Bagnoregio e l'inizio della frazione di Civita, da cui parte poi lo stretto ponte pedonale. E' il giusto posto dove fermarsi per ammirare il borgo da lontano, con la sua posizione demografica così unica e bella, e le case medievali che spiccano e sembrano nascere direttamente dalla terra. Si riescono a vedere anche le fenditure nei fianchi dei calanchi, la cui base è formata da argilla di origine marina che continua a danneggiarsi lentamente dalla continua azione di piogge e venti.

  • Come arrivare: da Porta Santa Maria percorrendo per 1 km Via Bonaventura Tecchi - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

6 - Porta Albana

Prende il nome dal Cardinale Giovanni Girolamo Albani Governatore perpetuo di Bagnoregio, che la fece realizzare e poi inaugurata nel 1589. E' l'unica porta d'accesso alla città, originariamente si trovava una decina di metri più ad est, nel 1906 l'ingegnere Torquato Cristofori suggerì di spostarla di 10 metri circa verso occidente per dare più ampiezza al retrostante Largo di Porta Albana, e allo stesso tempo un più comodo accesso. Di questo progetto venne lasciata memoria in una epigrafe marmorea situata nella parte posteriore della porta.

  • Come arrivare: a 3 km da porta Santa Maria, 25 min a piedi, è situata alla fine di Via Roma - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

7 - Cattedrale dei Santi Nicola, Donato e Bonaventura

La cattedrale è stata edificata su un'area in cui sorgeva una chiesa antichissima risalente forse al 440. I lavori di ammodernamento terminarono nel 1606, il 4 agosto di quell'anno fu aperta ufficialmente al culto e dedicata a San Nicola di Bari. A seguito del violento terremoto del giugno 1695, la cattedrale di San Donato fu duramente colpita e allora la Santa Sede decise di trasferirla nella collegiata di San Nicola. Nel 1700, dopo i lavori di abbellimento, venne nuovamente consacrata e dedicandola ai due Santi Nicola e Donato. Da allora sono stati eseguiti altri numerosi lavori di restauro, l'ultimo dei quali nel 1779, a seguito del quale fu consacrata anche a San Bonaventura.
Di tutto il lavoro eseguito fu lasciata memoria nella grossa epigrafe marmorea murata visibile a destra di chi entra, sotto la cantoria. Al suo interno sono custoditi oggetti di grande valore come una bibbia in pergamena probabilmente appartenuta a San Bonaventura, e una teca realizzata in oro e argento contenente le ossa del braccio di San Bonaventura.

  • Come arrivare: lungo via Roma, a 800 metri prima di Porta Albana - Ottieni indicazioni
  • Orari: 10:00-18:00
  • Costo biglietto: gratis

8 - Chiesa dell'Annunziata

bagnoregio chiesa annunziataFoto di Gabriele Delhey. La chiesa romanico-gotica è affiancata da uno slanciato campanile del 1735 e al suo interno è ricca di opere pittoriche attribuite a Taddeo di Bartolo e Giovanni di Paolo. Vicino all'edificio c'è un chiostro realizzato nel 1524 interamente in cotto su progetto dell'architetto Michele Sanmicheli.
La chiesa è dedicata a Maria Santissima Annunziata, nonostante sia comunemente chiamata di Sant'Agostino ma solo per la presenza, nelle vicinanze, dell'antico convento degli agostiniani.

  • Come arrivare: da Porta Albana in 9 minuti a piedi prendendo Corso Mazzini - Ottieni indicazioni
  • Orari: 10:00-18:00
  • Costo biglietto: gratis

9 - I palazzi nobiliari

Le case basse con i loro i balconi fioriti e le scalette che salgono verso i portoncini rendono il borgo di Civita di Bagnoregio una vera e propria attrazione. Ma ci sono alcuni edifici che emergono e si distinguono, e questi sono i palazzi rinascimentali dei Colesanti e il palazzo Alemanni, li potrete vedere visitando la piazza principale del paese, Piazza San Donato.
La seconda struttura inoltre, il palazzo Alemanni, è quella che oggi custodisce il Museo Geologico e delle Frane.

  • Come arrivare: da Porta Santa Maria a piedi in 1 minuto - Ottieni indicazioni
  • Orari: il palazzo dei Colesanti non è accessibile, il palazzo Alemanni rispetta gli orari del museo
  • Costo biglietto: gratis

10 - Giardino del Poeta

Vi troverete proprio sulla punta in fondo al paesino a strapiombo sulla valle dei calanchi, è un luogo incantato in cui si gode di un bellissimo panorama su tutta la valle.
Questo posto è privato ma aperto al pubblico, e anche l'ingresso è libero ma è gradita un'offerta come contributo per la sua manutenzione, altrimenti potete anche effettuare un acquisto nel piccolo negozio che si trova al suo interno e che vende prodotti biologici tipici della Tuscia.

  • Come arrivare: da Porta Santa Maria a piedi in 5 minuti - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

Cosa vedere a Civita di Bagnoregio in un giorno: itinerario consigliato

civita di bagnoregio panoramaUna volta giunti a Bagnoregio, potete lasciare la macchina nell'area di parcheggio messa a disposizione alle porte di Civita, fate colazione da Caffè Belvedere. Da qui sarà comodo visitare il Belvedere e la Grotta di San Bonaventura per poi incamminarvi verso Civita di Bagnoregio attraversando il famoso ponte pedonale, unico modo di accesso al borgo, vi ricordiamo che l'entrata è a pagamento.
Appena entrati nel paese attraverserete Porta Santa Maria e proseguendo arriverete in Piazza San Donato, la piazza principale in cui si trovano i palazzi rinascimentali e la Chiesa di San Donato. Se continuate a camminare lungo le caratteristiche vie, raggiungerete il Giardino del Poeta, il punto più estremo di Civita da cui potrete vedere un panorama mozzafiato sulla valle dei calanchi e magari comprare dei prodotti tipici.

Per pranzo, tornando verso il centro del paese, fermatevi da Alma Civita (costo medio €35,00 a persona). Nel pomeriggio fate tappa al Museo Geologico e delle Frane, situato all'interno del palazzo Alemanni, vale davvero la visita per capire cosa sta accadendo al borgo. Dopo esservi goduti ancora un po' le stradine del borgo, potete raggiungere il comune di Bagnoregio e visitare l'importante Cattedrale dei Santi Nicola, Donato e Bonaventura.

Qui, nel centro del paese a due passi da Porta Albana, fermatevi a cena da Il Bocconcino (costo medio a persona €30,00 a persona).

Itinerario di un giorno in sintesi

Mostra Mappa

  1. Colazione presso Caffè Belvedere (Ottieni indicazioni)
  2. Il Belvedere e Grotta di San Bonaventura
  3. Chiesa di San Donato (10:00-18:00)
  4. Giardino del Poeta
  5. Pranzo presso Alma Civita (Ottieni indicazioni)
  6. Museo Geologico e delle Frane (in estate mar-dom 9:30-13:30/14:00-18:30; inverno ven-dom 10:00-13:30/14:00-17:30
  7. Cattedrale dei Santi Nicola, Donato e Bonaventura (10:00-18:00)
  8. Cena presso Il Bocconcino (Ottieni indicazioni)

Dove mangiare a Civita di Bagnoregio: i migliori ristoranti

  1. Alma Civita: pietanze e vini del territorio della Tuscia serviti in un locale rustico-moderno con sala in una grotta di tufo
    Prezzo medio a persona: €35,00
    Indirizzo e contatti: Via della Provvidenza, Via Madonna della Maestà / tel: 0761 792415
  2. Osteria al Forno di Agnese: cucina tipica a base di zuppe, primi casarecci e piatti di carne in un ristorante del 1968 con pareti di tufo e soffitto di legno
    Prezzo medio a persona: €25,00
    Indirizzo e contatti: Via Santa Maria del Cassero / tel: 0761 792571
  3. La Cantina di Arianna: ristorante in cui poter assaggiare i tipici piatti del territorio, dai vini locali alla carne squisita
    Prezzo medio a persona: €30,00
    Indirizzo e contatti: Via Madonna della Maestà, 121 / tel: 0761 793270

Organizza il tuo soggiorno a Civita di Bagnoregio: info e consigli utili

  • Come arrivare: a piedi dal comune di Bagnoregio, che potete raggiungere in auto da Roma in un'ora e mezza percorrendo l'A1, uscendo al casello di Orvieto e proseguendo per Castiglione Teverina seguendo le indicazioni per Bagnoregio
  • Come muoversi: l'unico modo è a piedi
  • Dove parcheggiare: l'area di parcheggio alle porte di Civita costa €2,00/h e poi €1,00 per ogni ora successiva, la tariffa giornaliera è di €6,00
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €40,00 a camera - guarda le offerte
  • Cosa vedere nei dintorni: Bolsena (14 km), Montefiascone (14 km), Orvieto (20 km), Viterbo (28 km)

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su