Città d'arte, di cultura e di storia, antica capitale del regno sabaudo, angolo d'Italia romantico e allo stesso tempo dinamico. Torino si esprime nelle sue diverse e colorate sfumature tra pezzi preziosi di storia antica e affascinante ed esempi di un'architettura che rapisce gli occhi e l'anima.
Sì, perché Torino è fatta così, affascina e stupisce, ammalia e rapisce. Città dal respiro poliedrico e dall'animo eccentrico, ecco cosa vedere assolutamente a Torino.mappa principali attrazioni e monumenti di torino

Cerchi un hotel a Torino? Abbiamo selezionato per te le migliori offerte su Booking.com

1 - Mole Antonelliana e Museo del Cinema

torino mole antonelliana 2dreaming a bout theNon si può arrivare a Torino e non visitare il suo simbolo: la Mole Antonelliana. Costruita nel 1863 come tempio israelitico, fu ceduta al Comune nel 1878 che la dedicó al Re Vittorio Emanuele II. L'inaugurazione ufficiale, avvenuta con il posizionamento della statua del genio alato sulla guglia, risale al 1889. I suoi 167 metri di altezza le permettono di dominare la città di cui si può godere una vista senza paragoni dal Tempietto (a 85 metri). La Mole oggi ospita il Museo Nazionale del Cinema ed è stata anche il set cinematografico di un film molto particolare dedicato proprio all'amore per le pellicole.
E' possibile inoltre combinare ticket e visita con il giro in bus turistico hop-on hop-off. Info e prezzi qui.
La Mole e il Museo del Cinema sono inclusi nella Torino Piemonte Card.

Ascensore panoramico: non perdete l'opportunità di salire sull'ascensore panoramico della Mole, per poter godere di una sconfinata vista della città! Info e prezzi qui.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: via Montebello. Autobus n. 13, 15, 55, 56, 61 fermata Po. N. 68 fermata via Rossini. N. 16 fermata Corso San Maurizio - Ottieni indicazioni
  • Orari: per l'ascensore panoramico il martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, domenica dalle 10:00 alle 20:00. Sabato dalle 10:00 alle 23:00. Per il Museo dal martedì alla domenica dalle 9:00 alle 20:00 e il sabato dalle 9:00 alle 23:00
  • Costo biglietto: €8,00 ascensore, €11,00 museo, ridotto €6,00/€9,00; biglietto ascensore + museo €15,00, ridotto €12,00

2 - Musei reali

torino biblioteca reale 0596Foto di Phyrexian. Un vero e proprio percorso nella storia della vecchia Capitale d'Italia, attraverso un complesso di oltre 3.000 mq. Difatti, il polo dei Musei Reali, comprende l'Armeria Reale, la Biblioteca Reale, il Palazzo Reale, la Galleria Sabauda, il Museo Archeologico, i Giardini Reali e le Sale Chiablese, che sono visitabili con un unico biglietto e partenza da Piazza Castello.giardini reali torino esternoFoto di Alrige. Per la loro importanza, i Musei Reali entrano a pieno diritto tra le attrazioni più frequentate d'Italia e, negli ultimi anni, hanno raggiunto picchi di oltre 500.000 visitatori. Il tesoro presentato riguarda circa 2000 anni di storia della città, dai primi insediamenti romani, al periodo della dominazione sabauda, fino agli anni dell'Unità d'Italia, momenti in cui Torino visse un ruolo di assoluta protagonista.

Fai attenzione alle restrizioni: in tutti gli edifici dei Musei è possibile scattare fotografie a uso personale, ma ricordati di non posizionare cavalletti e di non utilizzare il flash!

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: piazza Castello. Tram 4, 13, 15, 18. Autobus n. 11, 12, 51, 55, 56, 61, 68 - Ottieni indicazioni
  • Orari: dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 19:00
  • Costo biglietto: €15,00, ridotto €2,00

3 - Duomo di San Giovanni Battista e Sacra Sindone

torino sacra sindone ostensione 2010 panoramioFoto di Fabio Poggi. Costruito in stile rinascimentale tra il 1491 e il 1498, il Duomo è dedicato al patrono della città, San Giovanni Battista, appunto. Nel XVII secolo fu ristrutturato per aggiungere la Cappella della Sacra Sindone dell'architetto Guarino Guarini. La Sindone è un lenzuolo di lino che, secondo i racconti del vangelo, fu utilizzato per avvolgere il corpo di Cristo; e, proprio forse per miracolo, la Sacra Sindone scampò all'incendio del 1997 che divampò dai uno dei ponteggi, in occasione di un restauro. Nel 2015, fu concessa la visione della Sindone grazie alla sua Ostensione.

Visite limitate: il Telo è custodito all'interno di una teca di conservazione, situata nella Cattedrale di Torino, ed è visibile soltanto durante le ostensioni pubbliche.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: via XX settembre. Autobus n. 18, 55, 57. Tram n. 15 - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni dalle 7:30 alle 19:30
  • Costo biglietto: gratuito. L'accesso alla Cappella è inserito nel biglietto dei Musei Reali.

4 - Mercato di Porta Palazzo

vue du marche de porta palazzo a turinIl Mercato di Porta Palazzo rappresenta il mercato all'aperto più grande di tutta l'Europa. Per questo motivo, oltre a essere il fulcro dello shopping quotidiano per gli abitanti di Torino, si annovera tra le attrazioni più visitate della città da parte dei turisti. È ospitato al centro di Piazza della Repubblica, nello storico quartiere di Borgo Dora, a pochi passi dal centro e dalle attrazioni più importanti. È suddiviso in un'area coperta e una scoperta, all'interno delle quali trovano spazio numerosissime categorie merceologiche, dagli alimentari, all'abbigliamento, dai casalinghi alle calzature, contando anche piante e ortofrutta. Inizialmente, questo mercato si teneva fuori le mura della città ma, grazie agli interventi di riqualificazione dei vari quartieri interni, questo appuntamento quotidiano è stato reso alla portata di tutti.

Il Mercato si raggiunge con il tram 4 dalla stazione di Torino Porta Nuova in soli 16 minuti ed è accessibile gratuitamente dal lunedì al venerdì, dalle ore 07:00 alle 14:00; il sabato fino alle ore 19:00 - Ottieni indicazioni

Ogni seconda domenica del mese si tiene il Gran Balon, il mercato dell'antiquariato, del vintage e del collezionismo. Una tradizione lunga ben 27 anni!

5 - Venaria Reale

venaria reale torino 2Costruita tra il 1659 e il 1679 per volere di Carlo Emanuele II, questa reggia è una delle più belle residenze ducali del Piemonte e anche una delle più visitate d'Italia. Sviluppata lungo 2 chilometri che collegavano il borgo, tutt'oggi visitabile, la Reggia è stata dichiarata dall'Unesco Patrimonio dell'umanità nel 2007. Di impressionante bellezza, gli immensi giardini, visitabili anche separatamente, proprio per godere senza fretta dell'arte floreale e delle tantissime varietà di fiori che lo popolano. La Reggia, con le sue Scuderie Juvarriane, è anche sede di mostre ed eventi.
VEDI ANCHE: Visita alla Reggia di Venaria Reale: come arrivare, prezzi e consigli

Occhio alle code: la coda per acquistare il biglietto può attraversare anche tutta la piazza antistante, per cui ti consigliamo di acquistare i ticket online. L'opzione che suggeriamo è un ticket combinato con ingresso e tour in autobus hop-on hop-off.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: piazza della Repubblica 4, Venaria Reale. Treno linea Torino Dora-Ceres fermata Venaria. Autobus GTT n. 11, 72 - Ottieni indicazioni
  • Orari: martedì-venerdì dalle 9:00 alle 17:00. Sabato e domenica dalle 9:00 alle 20:00
  • Costo biglietto: €20,00 completo, €5,00 solo Giardini

6 - Santuario della Consolata

santuario della consolata torinoFoto di Franco56. Ufficialmente denominata Chiesa di Santa Maria della Consolazione, il Santuario della Consolata è un capolavoro barocco, nonché il luogo di culto più importante della città di Torino. Diverse sono le curiosità legate a questo edificio: innanzitutto, bisogna ricordare che prima di diventare un simbolo dello stile barocco grazie all'intervento di Filippo Juvarra, la chiesa era originariamente una struttura romanica. Solo a partire dal 1700, cambiò la sua architettura, fino a raggiungere l'aspetto che conosciamo. Inoltre, ad essa è anche legata la storia dell'icona della Vergine, che più volte duranti gli anni, è scomparsa e riapparsa. Oggi, l'icona è presente all'interno della cripta, ma si tratta di una copia.

Il santuario è situato in piazza della Consolata e lo si può raggiungere con l'autobus 19 o il tram 13 - Ottieni indicazioni. L'ingresso è gratuito.

7 - Gallerie coperte

galleria subalpina torinoFoto di Alrige. Una particolarità della città di Torino, che la accomuna alla romantica Parigi, sono le famose gallerie coperte, conosciute anche come "passages": si tratta, infatti, di passaggi coperti all'interno di palazzi, che consentivano, soprattutto ai nobili di un tempo, di poter passeggiare anche nelle giornate di pioggia. Anche oggi ospitano bar, locali e negozi e continuano a rappresentare un vanto della città. Le più famose sono tre e, nello specifico, sono: la Galleria dell'Industria Subalpina, all'interno di un palazzo dell'Ottocento; la Galleria Umberto I, che fu sede dell'Ospedale Mauriziano; la Galleria San Federico, prima sede storica del quotidiano La Stampa. Le Gallerie sono situate nel centro storico. Sono gratuite e accessibili sempre.

Per sentirti un nobile di altri tempi, concediti una passeggiata in una giornata di pioggia, potendo godere della luce che attraversa i vetri dei palazzi.

8 - Villaggio Leumann

villaggio leumann collegno to 12154679966Foto di Luca Galli. Un'insolita attrazione di Torino, e per questo da inserire indubbiamente in itinerario, il villaggio Leumann fu costruito alla fine dell'800 su richiesta dell'imprenditore svizzero Napoleone Leumann, come alloggio per i suoi dipendenti e ancora oggi abitato da alcuni di essi. Il villaggio si rende interessante poiché al suo interno sono custoditi, perfettamente conservati dopo un lavoro di restauro, gli edifici in stile liberty, nonché la stazione d'epoca Torino Rivoli, la Chiesa di Santa Elisabetta, e la vecchia scuola elementare. Oggi, il villaggio viene anche sostenuto da un'Associazione che promuove non solo eventi culturali ad esso legati, ma anche visite guidate per scoprirne tutta la storia.

Il Villaggio Leumann si trova a Collegno. Metro fermata Paradiso. Autobus n. 36 da Corso Francia in direzione Rivoli fermata Novalesa - Ottieni indicazioni. E' gratuito e sempre accessibile.

E' un quartiere della città, che consente una visita libera. Ma, per comprendere l'importanza storica di questo luogo, affidati alle associazioni che lo valorizzano.

9 - Piazza Castello e Palazzo Reale

piazza castello torino piazza italiaIl cuore pulsante di Torino, l'arteria principale dove si uniscono le quattro vie più importanti: via Roma, via Pietro Micca, via Po e via Garibaldi. È in questa piazza che si trovano molti degli edifici più belli della città come il Palazzo Reale, il Palazzo del Governo e della Giunta Regionale, Palazzo Madama. Piazza Castello rappresenta la storia di Torino da sempre, precisamente da quando nel 1584 fu progettata dall'architetto Ascanio Vitozzi su richiesta del Duca Carlo Emanuele I. Suggestivi i portici che le fanno da cornice. Si racconta che sia il punto più positivo di Torino e che sia buon auspicio scambiarsi un bacio prima di entrare nella piazza.

Davvero interessante anche il Palazzo Reale: all'interno, oltre allo splendido giardino, potrai scoprire i sontuosi Appartamenti Reali, l'enorme Armeria Reale nella Galleria Beaumont, la Cappella della Sindone e la Biblioteca Reale, che ospita il ritratto di Leonardo. Per visitarlo al meglio, consigliamo un tour guidato del Palazzo Reale.

Fai una sosta e partecipa ai tour guidati: ammira il vivace passeggio della piazza gustando le specialità tipiche piemontesi in uno dei locali sotto i portici. Da qui partono inoltre la maggior parte dei tour guidati della città, che consigliamo caldamente per un primo approccio e per individuare insieme a una guida i principali punti di riferimento.

10 - Palazzo Madama

torino palazzo madama piemonteEdificato sulle rovine della Porta Romana, Palazzo Madama è stato fortezza e Castello di Maria Cristina di Francia prima e di Giovanna di Savoia Nemours poi. Oggi ospita la sede del Museo Civico di Arte Antica dove si possono ammirare dieci secoli di storia dell'arte italiana ed europea. Articolato su quattro piani, al piano interrato c'è il Lapidario Medievale, al terreno si trovano sculture gotiche e oggetti preziosi del XIII e del XVI secolo, al primo piano sono ospitate le arti del 600 e del 700, il secondo piano custodisce le Arti Decorative

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: piazza Castello. Tram 4, 13, 15, 18. Autobus n. 11, 12, 51, 55, 56, 61, 68 - Ottieni indicazioni
  • Orari: da martedì a sabato dalle 10:00 alle 18:00. Domenica dalle 10:00 alle 19:00
  • Costo biglietto: €10,00, ridotto €8,00

11 - Museo delle Antichità Egizie

torino museo egizio 1Luogo imperdibile e tappa obbligata per chi è appassionato di arte ma non solo, il Museo dedicato all'arte e alla cultura dell'antico Egitto di Torino, merita una visita anche per chi di arte non s'intende troppo. Difatti, tale Museo è secondo soltanto a quello de Il Cairo, per antichità e importanza delle sue collezioni. Realizzato nel 1826 quando il re di Sardegna Carlo Felice acquistò una grande collezione di opere egiziane, oggi la collezione conta ben 30 mila pezzi, il che porta il Museo ad essere uno dei più celebri al mondo.
Per la sua importanza, è fortemente consigliato un tour guidato prioritario: in questo modo, non soltanto salterete la fila all'ingresso, ma scoprirete tutti i misteri, gli aneddoti e le storie del patrimonio egizio più ricco d'Europa.
VEDI ANCHE: Cosa vedere al Museo Egizio: orari, prezzi e consigli

Area per famiglie: se sei in visita con la tua famiglia, approfitta dello SpazioZeroSei, un'area dedicata ai bambini fino ai 6 anni, con servizi, giochi e racconti. Il Museo Egizio è incluso nella Torino Piemonte Card.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: via Accademia delle scienze. Autobus n. 13, 55, 56, 72. Metro fermata Portanuova - Ottieni indicazioni
  • Orari: martedì-domenica dalle 8:30 alle 19:30
  • Costo biglietto: €9,00 in promozione, ridotto €2,00

12 - Piazza San Carlo

turin piazza san carlo 2009Foto di chensiyuan. Conosciuta come il "Salotto della città", piazza San Carlo deve il suo appellativo all'eleganza e all'architettura dei palazzi e dei monumenti che la circondano. Tra gli edifici storici, risaltano maggiormente il Palazzo Solaro del Borgo, il palazzo Guido Villa e il Monumento a Emanuele Filiberto di Savoia che, pur raffigurando un guerriero a cavallo, in realtà è simbolo di pace. Inoltre, tra le opere più importanti, menzioniamo anche le due "chiese gemelle", quella di Santa Cristina e quella di San Carlo.

Ma piazza San Carlo non è soltanto storia e architettura, ma anche ritrovo per i suoi Caffè. Diversi, infatti, sono i locali storici che affollano questa piazza e che, anche nel tempo passato, furono frequenati da nobili e personaggi intellettuali famosi. Tra i Caffè più illustri, il Caffè San Carlo, frequentato da Cavour e Giolitti, e il Caffè Torino che, invece, sembrava essere il luogo prediletto di Cesare Pavese.

Dalla stazione ferroviaria di Porta Susa, si raggiunge piazza San Carlo con la linea 1 della metropolitana, oppure con gli autobus 56 e 57 - Ottieni indicazioni. La piazza è gratuita e sempre accessibile.

13 - Museo Gam

paolo monti servizio fotografico torino 1959 beic 6342777Foto di Paolo Monti. Se è vero che Torino è considerata uno dei centri principali dell'arte internazionale, è anche vero che non si può lasciare in disparte la Galleria Civica di Arte Moderna e Contemporanea che oggi custodisce 45 mila opere tra dipinti, sculture, installazioni e disegni. Una raccolta che racconta secoli di storia dell'arte, precisamente dal 700 ai giorni nostri. Costruito tra il 1891 e il 1895, il Museo Gam è una delle attrazioni più interessanti in un viaggio nel capoluogo piemontese. Il Museo si pone anche come punto di riferimento per le famiglie e per i progetti didattici e di inclusione, con la realizzazione di numerose attività e laboratori speciali.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: via Magenta. Autobus n. 5, 14, 33, 52, 64, 68. Tram n. 9, 15. Metro 1 fermate Vinanzio e Re Umberto - Ottieni indicazioni
  • Orari: martedì-domenica dalle 10:00 alle 18:00
  • Costo biglietto: €10,00, ridotto €8,00

14 - Museo dell'Automobile

fiat turbina museo nazionale dell automobile di torinoFoto di BestJack. Il Museo dell'automobile di Torino, conosciuto anche come MAUTO, è uno dei più importanti musei dedicati alle auto ed è attualmente intitolato a Giovanni Agnelli. Naturalmente, una città come Torino, che è stata grande protagonista nella storia di questo settore, non poteva non fregiarsi di una presenza simile. Il Museo nasce nel 1932 grazie all'intuizione di alcuni appassionati di auto e, nel corso degli anni, ha raggiunto un'importanza sempre maggiore, che si è trasformata anche in uno spazio immenso da occupare. Il percorso espositivo si articola su tre piani ed è concepito come un viaggio attraverso la storia delle auto, dalle vetture d'epoca a quelle futuristiche, osservando così più di 200 modelli. Dal 2016, il MAUTO si è poi arricchito del Centro di Restauro, volto alla valorizzazione dei vecchi modelli, che vengono poi custoditi all'interno dell'Open Garage.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: situato fuori dal centro storico, si raggiunge con il tram 18 dai pressi di Piazza Castello in 36 minuti e con la metro 1 dalla stazione di Torino Porta Nuova in 16 minuti - Ottieni indicazioni
  • Orari: dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 19:00; lunedì dalle 10:00 alle 14:00
  • Costo biglietto: €12,00, ridotto €10,00

15 - Parco del Valentino

torino parco del valentino 01Foto di Gianni Careddu. Come non passeggiare nel Parco del Valentino, uno dei parchi più famosi del Belpaese. Poco distante dal cuore della città, ridisegnato nell'800 da Barrilett-Dechamps, è per i torinesi luogo di passeggiate, jogging e percorsi in bicicletta; per i turisti, invece, rappresenta un momento di relax dagli intensi itinerari della città. Sede dell'affascinante Castello, patrimonio dell'Umanità Unesco, che a sua volta ospita la facoltà di architettura del Politecnico. Da non perdere la visita al borgo medievale, una riproduzione di un villaggio del 400 costruito in occasione dell'Esposizione Internazionale del 1884. Rappresenta una cornice perfetta per il già ben suggestivo parco cittadino ed è un'attrazione gratuita.

Concediti almeno un paio d'ore: non è un semplice parco dove i torinesi vanno a fare jogging, ma un luogo dove respirare la vera aria di Torino. Concediti almeno un paio d'ore da trascorrere al suo interno, per visitare anche il borgo. E soprattutto se siete con i bambini, portatevi dietro qualche arachide da dare ai tantissimi scoiattoli del parco, si avvicineranno a prenderli volentieri!

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: Corso Massimo D'Azeglio. Autobus n. 9, 16, 42, 45 - Ottieni indicazioni
  • Orari: Castello il sabato dalle 9:30 alle 12:00. Borgo (lunedì-domenica) da novembre a marzo dalle 9:00 alle 19:00, da aprile a ottobre dalle 9:00 alle 20:00
  • Costo biglietto: ingresso gratuito; necessaria la prenotazione per accedere al Castello

16 - Monte dei Cappuccini

torino chiesa di santa maria del monte dei cappucciniFoto di Gianni Careddu. Il Monte dei Cappuccini a Torino è una tappa imperdibile per due motivi: innanzitutto, si può godere di una vista mozzafiato su tutta la città, nonché sulle Alpi; inoltre, è un luogo avvolto da mistero e da un fascino suggestivo. Diverse, infatti, sono le leggende che lo vedono protagonista, come ad esempio, quella che riguarda le lingue di fuoco che protessero le ostie consacrate dai saccheggi. Sul monte, infatti, sorge anche la Chiesa di Santa Maria al Monte, le cui origini sono dovute ad alcune gesta dei Savoia, che donarono il terreno del monte ai frati Cappuccini.

Il Monte dei Cappuccini si trova in piazzale Monte dei Cappuccini. Si arriva a piedi lasciando l'auto in uno dei parcheggi ai piedi della collina. Autobus n. 33, 52. Tram n. 4, 16 CS - Ottieni indicazioni. E' gratuito e sempre accessibile.

Vieni al tramonto: è conosciuto come la Collina di Torino, grazie alla vista che regala sulla città. Ti consigliamo una passeggiata al tramonto, per godere della suggestività dei boschi che la circondano.

17 - Villa della Regina

villa della regina torino panoramioFoto di Uccio “Uccio2” D'Ago…. La Villa della Regina è una splendida residenza sabauda situata sopra la collina di Torino dalla quale, tra l'altro, si gode di una magnifica visuale. Venne realizzato con lo scopo di ospitare le sovrane sabaude, prima fra tutte la moglie di Maurizio di Savoia, Ludovica, alla quale la villa venne intestata. Solo successivamente, da Villa Ludovica, la residenza venne denominata Villa della Regina, grazie alle sue successive ospiti illustri. Dopo secoli di splendore, il Palazzo cadde in abbandono in seguito ai numerosi bombardamenti avvenuti durante la Seconda Guerra Mondiale. Fortunatamente, nel 1994, la residenza fu considerata un bene artistico delle Stato, il quale si preoccupò del suo recupero. Oggi, è accessibile ai visitatori e imperdibili sono i suoi pregiati gabinetti cinesi.

In autunno, questo luogo sarà circondato dai colori del foliage, in tutte le sfumature del rosso e dell'arancione. Se puoi, programma una visita in questo periodo.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: dalla stazione di Torino Porta Susa, tram 56 in circa mezz'ora - Ottieni indicazioni
  • Orari: dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 18:00
  • Costo biglietto: €7,00, ridotto €2,00

Altre attrattive da visitare

palazzina di caccia residenzaTra le altre attrazioni che meritano una visita, citiamo la Porta Palatina, antica porta di passaggio che un tempo consentiva l'ingresso alla città.

superga torinoFra i palazzi, Palazzo Carignano è esempio pregevole di architettura barocca piemontese (€5,00). La sera, un must è Piazza Carlo Felice, poco distante dalla via dello shopping e ritrovo per gli amanti della movida, grazie ai numerosi locali e ristoranti; mentre, se amate un'aria più intellettuale per i vostri attimi di relax, potreste visitare uno dei caffè storici e apprezzare le antiche prelibatezze della città.

sacra di san michele07Foto di Elio Pallard. Infine, un altro punto di ritrovo molto movimentato della città, è Piazza Vittorio Veneto (conosciuta semplicemente come Piazza Vittorio), anch'essa ricca di locali e situata lungo la riva sinistra del fiume Po. Poco distanti dal centro meritano una visita la Basilica di Superga, tristemente nota per la tragedia della squadra di calcio del Torino e per le tombe reali sabaude (€5,00), e la Palazzina di Caccia di Stupinigi (€12,00).

Infine, a circa un'ora da Torino, si trova la Sacra di San Michele abbazia simbolo della Regione Piemonte che merita un'escursione di mezza giornata.

5 cose da fare a Torino

Torino Sotterranea
Portone del Diavolo - Luoghi della Magia Nera di Torino
Serralunga D'Alba - Tour Langhe-Roero e Monferrato
Tour Langhe-Roero e Monferrato
Vignale - Tour Langhe-Roero e Monferrato
Grinzane Cavour - Tour Langhe-Roero e Monferrato
Bacio in Piazza Castello
Tramonto dl Monte dei Cappuccini
1/8

  1. Tour sotterraneo di Torino: non solo le bellezze architettoniche in superficie, ma anche i sotterranei di questa città affascinano e sono assolutamente imperdibili. Info e prezzi qui
  2. Torino Occulta: si è capito che, per la sua storia, Torino è una città ricca di segreti e leggende, per cui non potrai perdere un tour della Torino Occulta! Info e prezzi qui
  3. Andare alla scoperta delle Langhe: è poco distante dalla capitale sabauda, ma questa regione, famosa per i suoi vigneti, merita un'intera giornata di visita e di degustazioni. Info, escursioni e prezzi qui
  4. Baciarsi in Piazza Castello: prima di visitare i palazzi che circondano la piazza, fermati nel punto più positivo di Torino per scambiare un bacio con una persona cara e raccogliere tanta fortuna
  5. Ammirare il panorama al tramonto: per una foto indimenticabile di Torino, sali in cima al Monte dei Cappuccini, preferibilmente al tramonto di una giornata tersa, e affacciati sull'intera città

Organizza il tuo soggiorno a Torino: voli, hotel e consigli

palazzo della regione a torinoTorino è collegata con 2 importanti stazioni (Porta Nuova e Porta Susa) alle altre città italiane e di un aeroporto internazional (confronta i voli). Una volta arrivati, il suggerimento è di pernottare in pieno centro storico (confronta gli alloggi su Booking - da €51,00), per potersi spostare a piedi verso le attrazioni. I costi medi degli alloggi non sono bassi, ma la città è grande e si trovano anche soluzioni low cost.

Proprio perché così grande e ricca di cose da vedere, se è la vostra prima volta a Torino consigliamo un tour guidato della città, per un primo approccio e per individuare i punti di riferimento. In alternativa, c'è il sempreverde autobus turistico.
Se vuoi godere di una luce particolare, visita la città in autunno, quando i suoi viali e i suoi parchi si tingono delle sfumature dell'arancio.

Se siete in famiglia, adorerete Torino! E' piena di parchi, aree pedonali. Non solo il lungofiume e il Parco del Valentino, ma anche il Parco Doria, Borgo Rossini, e i giardini del Palazzo Reale e della Venaria. Potete visitare il Planetario, la piccola città ciclabile, e salire fino a Superga con la "Dentiera", un piccolo treno a cremagliera. E in generale, i musei sono super attrezzati per le famiglie.

Per i giovani, la movida si concentra nel Quadrilatero Romano, la zona ovest del quartiere Centro, o nel quartiere di San Salvario. Quello di Cenisia è pieno di studenti.