sestri levante

Sestri Levante: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

Cosa vedere a Sestri Levante e dintorni: itinerari di un week-end e di un giorno. Scopri 10 cose da visitare, i migliori ristoranti e cosa fare la sera. Info e consigli utili su Sestri Levante

baia sestriSestri Levante è una delle ultime località a Est sul Golfo del Tigullio in Liguria, facente parte dell'area metropolitana di Genova. Per la sua conformazione geografica viene definita la città dei due mari, ha infatti un affascinante promontorio, chiamato isola, che si estende sull'acqua tramite un istmo, in questo modo il centro storico si affaccia su due baie: la Baia del Silenzio e la Baia delle Favole. Passare una giornata oppure un weekend qui è davvero un bel dono da farsi. Ecco dunque Sestri Levante: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera.
VEDI ANCHE: 10 Posti da Visitare in Liguria Spiagge più belle della Liguria Borghi più belli della Liguria

10 cose da vedere a Sestri Levante in un Weekend

1 - Baia del Silenzio

sestri levanteQuesta suggestiva, piccola baia di pescatori si affaccia sulla parte a Est del promontorio regalando ai suoi numerosi visitatori uno spettacolo sorprendente a qualsiasi ora del giorno. Le imbarcazioni affollano il porticciolo e l'acqua è trasparente, inoltre il promontorio, che cinge la baia, dona l'idea di un angolo chiuso, intimo. Affacciate sulla baia ci sono le coloratissime costruzioni liguri e anche un edificio storico, l'ex Convento dell'Annunziata. Passeggiando lungo la spiaggia di scogli, a un certo punto noterete una statua a picco su una roccia, che vi ricorderà sicuramente la Sirenetta di Andersen, simbolo di Copenaghen. Si tratta della Statua del Pescatore di Leonardo Lustig, che conferisce alla baia ancor più fascino. Effettivamente molti artisti, pittori, poeti e compositori si sono lasciati ispirare da questo luogo magico: tra loro, lo stesso Andersen, a cui è dedicato in città anche un festival, e poi il compositore Richard Wagner.

  • Come arrivare:dalla stazione ferroviaria dista circa un chilometro a piedi, un quarto d'ora di cammino imboccando via Eraldo Fico Virgola e proseguendo su via XXV Aprile. Gli autobus 64 e 40 (direzione Sestri) e 50 (direzione Varese Ligure) che dalla stazione possono lasciarvi in piazza della Repubblica in un minuto di corsa, ma da lì è comunque necessario proseguire a piedi per 650 metri attraverso via Dante Alighieri e via XXV Aprile. Ottieni indicazioni
  • Orari:sempre accessibile
  • Costo biglietto:Gratis

2 - Ex Convento dell'Annunziata

L' ex Convento dell'Annunziata si trova in una posizione eccezionale, alla fine della Baia del Silenzio proprio sulla punta del promontorio, il quale gli regala ben tre lati sul mare: due sulla Baia del Silenzio e uno affacciato sul mare aperto. Il Convento, costruito nel 1496 dai Padri Domenicani, fu sconsacrato in epoca napoleonica e subì, nel corso del tempo, numerosi rimaneggiamenti. Tuttavia alcuni elementi sono mantenuti: la parte absidale, gli affreschi e la volta a crociera nella chiesa, il chiostro, oltre a numerosi stucchi. Nel 1867 il complesso fu acquistato da una società privata di beneffatori che lo adibì a colonia marina fino al 1982. La struttura appartiene ora al Comune di Sestri Levante e un'attenta ristrutturazione lo ha trasformato in un centro che ospita eventi, concerti, mostre, ma anche matrimoni; al suo interno c'è un auditorium, una biblioteca, degli uffici pubblici e tre splendide terrazze sul mare dov'è possibile sorseggiare un aperitivo.

  • Come arrivare:dalla stazione ferroviaria è sufficiente seguire le indicazioni per la Baia del Silenzio, quindi a piedi oppure in autobus. Una volta arrivati nel porticciolo, l'ex Convento si trova in fondo, sulla punta del promontorio, alla fine di via Portobello. Ottieni indicazioni
  • Orari:gli orari variano in base agli eventi e alle sale o terrazze (queste sempre accessibili), meglio verificare sul sito del Comune oppure di Fondazione Mediterraneo che gestisce il complesso.
  • Costo biglietto:Gratis

3 - Palazzo Negrotto Cambiaso

Il Palazzo Negrotto Cambiaso fa parte del complesso in gestione alla Fondazione Mediterraneo, di cui è sede, ed è proprio alle spalle dell'ex Convento dell'Annunziata. L'edificio sorge sul lembo pianeggiante che separa la sabbia della Baia del Silenzio dalla collina del promontorio, e, con la sua sobrietà ed eleganza, s'inserisce molto bene nel paesaggio. L'edifico è molto antico, sebbene non sia possibile datarne l'origine nè la committenza, ma al suo interno è possibile visionare le delicate decorazioni e gli stucchi. Come per l'ex Convento, i suoi spazi sono adibiti agli eventi della città, in particolare, al suo interno è sorto un un Polo Tecnologico che vuole essere un laboratorio di innovazione per il territorio e ospitare diverse esperienze, iniziative imprenditoriali, start up, perciò nelle sue stanze si possono vedere avveniristiche scrivanie ricoperte di computer sullo sfondo di eleganti tele o affreschi che ricoprono le mura del palazzo.

  • Come arrivare:si trova alle spalle dell'ex Convento, si può arrivare dalla Baia del Silenzio, oppure, dalla stazione, si può proseguire a piedi su via XXV Aprile e arrivare al palazzo direttamente sull'altro lato, su via Portobello. Dista poco più di un chilometro, e con l'autobus (40, 64, 50) è sempre necessario scendere alla fermata di piazza della Repubblica e da lì proseguire a piedi per circa 800 metri. Ottieni indicazioni
  • Orari:gli orari variano in base agli eventi presenti nella struttura, meglio verificare sul sito del Comune oppure di Fondazione Mediterraneo che gestisce il complesso.
  • Costo biglietto:Gratis

4 - Palazzo Fascie e Museo Archeologico

Palazzo Fascie è il cuore pulsante della cultura della città, un luogo che raccoglie la storia, la memoria e la cultura di Sestri Levante. È stato realizzato all'inizio del Novecento (1903-1904), e progettato dall'ingegnere chiavarese Questa. Il palazzo è ispirato all'architettura del Coppedé e soprattutto al castello McKenzie di Genova. La torre, completamente estranea al contesto, è un elemento d'impatto, simbolo culturale cittadino, caratterizzante di tutto il centro storico. Lo sfarzo di quest'ultima si unisce alla ricchezza della facciata in contrasto con gli interni essenziali. Al suo interno è ospitata un Archivio Storico, la sede del sistema Bibliotecario, ma in particolare il Museo Archeologico (Musel) che propone vari reperti organizzati cronologicamente, dal Paleolitico e Mesolitico fino al Medioevo.

  • Come arrivare:Palazzo Fascie si trova in Corso Colombo 48 e dista 500 metri dalla stazione, si può raggiungere facilmente a piedi in pochi minuti procedendo su via Eraldo Fico Virgola e poi su via Nazionale. Ottieni indicazioni
  • Orari:il Museo Archeologico è aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:00.
  • Costo biglietto:€5,00 biglietto intero, €3,00 ridotto per bambini dai 5 ai 12 anni oppure over 65.

5 - Sentiero di Punta Manara

Questo bellissimo sentiero naturalistico, contrassegnato da due quadrati rossi della Federazione Italiana Escursionismo, non può mancare durante un fine settimana a Sestri Levante, in particolare per gli amanti del trekking! Per arrivare nel punto d'interesse, dove si può godere di un panorama mozzafiato, s'impiega circa un'ora e i tratti più impegnativi sono quello iniziale e quello finale, nel frattempo è possibile percorrere anche dei tratti pianeggianti e rilassarsi un po'. Tutt'intorno, un panorama verde: antichi ulivi, lecci, pini marittimi, querce, corbezzoli, e naturalmente il mare. Alcune panchine, poste in punti particolarmente panoramici, vi consentiranno di fare piacevoli soste e di farvi riposare.

  • Come arrivare:Il punto di partenza del sentiero di Punta Manara si trova in Vico del Bottone, a metà di via 25 Aprile, nel centro storico di Sestri Levante. Dalla stazione è facilmente raggiungibile a piedi, l'imbocco del sentiero dista circa 800 metri, si prende via Eraldo Fico Virgola, si volta per Corso Colombo e infine si prende via 25 Aprile, il tutto in dieci minuti. Non conviene prendere l'autobus, perché vi lascerebbe in piazza della Repubblica e da lì è necessario camminare per altri 600 metri per imboccare il sentiero. Ottieni indicazioni
  • Orari:sempre accessibile
  • Costo biglietto:Gratis

6 - Chiesa Medievale di San Nicolò dell'isola

La Chiesa di San Nicolò è l'edificio più antico di Sestri, costruito sul promontorio chiamato Isola, nel 1151, probabilmente nell'area su cui esisteva già un luogo di culto. Edificata in stile romanico, la pianta è di tipo basilicale, con una suddivisione in tre navate scandita da colonne di pietra con capitelli su cui poggiano archi a sesto acuto. La facciata, realizzata nel XV secolo, è caratterizzata da un portale a pseudo-protiro sormontato da una trifora. Ora è possibile vedere l'aspetto della Chiesa così com'era in origine, grazie ad alcuni grandi restauri volti ad eliminare le caratteristiche barocche e a riempire le parti mancanti. La Chiesa è tornata oggi alla sua antica suddivisione in tre navate con colonnati e archi a sesto acuto. Il campanile, innestato sulla sinistra dell'abside, è munito di una cella campanaria a bifore. Si trova in mezzo al verde, è molto suggestiva da visitare

  • Come arrivare:la Chiesa di San Nicolò dista circa 1,3 chilometri dalla stazione di Sestri, a piedi sono circa 20 minuti, è sempre necessario imboccare via Eraldo Fico Virgola, proseguire su via XXV Aprile, infine imboccare via Penisola Levante, troverete la Chiesa sulla vostra sinistra, sul promontorio. Con i mezzi, è sempre necessario scendere a piazza della Repubblica con gli autobus 40, 50 o 64, che impiegano un paio di minuti, e poi procedere a piedi per circa un quarto d'ora. Ottieni indicazioni
  • Orari:sempre accessibile (alcune domeniche il FAI organizza visite guidate dalle 10:00 alle 18:00).
  • Costo biglietto:Gratis

7 - Resti dell'Oratorio di Santa Caterina

Sulla via lastricata che porta alla chiesa di San Nicolò e alla sommita dell'Isola, si trovano i suggestivi resti murari dell'Oratorio di Santa Caterina, risalente al XVI secolo. L'edificio religioso è stato distrutto dai bombardamenti nel 1944. Sono stati salvati alcuni dipinti, il Martirio di Santa Caterina, scultura lignea attribuita ad Anton Maria Maragliano, mazze processionali e ricchi tabarrini settecenteschi conservati oggi nella Chiesa di San Pietro in Vincoli. È molto caratteristico notare, lungo il cammino, le statue religiose e le iscrizioni ancora in piedi e sotto il cielo aperto, merita dunque una sosta e una visita.

  • Come arrivare:i resti si trovano sul cammino che porta alla Chiesa di San Nicolò, un centinaio di metri prima sulla sinistra, dunque dalla stazione a piedi sono circa venti minuti, imboccando via XXV Aprile, e con i mezzi è necessario scendere in piazza della Repubblica. Ottieni indicazioni
  • Orari:sempre accessibile.
  • Costo biglietto:Gratis

8 - Galleria Rizzi

galleria rizzi Fonte: wikipedia - Autore: Davide Papalini - Licenza: CC BY-SA 3.0 Si tratta del Museo più importante nella zona tra Genova e La Spezia, voluto dall'avvocato Rizzi, il quale morendo lasciò erede del suo ingente patrimonio artistico e immobiliare lo Stato Italiano, a patto che la collezione di opere d'arte e di mobili restasse all'interno del suo palazzo di via Cappuccini a Sestri Levante. L'enorme collezione vanta pezzi dal Quattrocento fino al Settecento, tra cui una Madonna col Bambino attribuita al Pastura, la Cuciniera di Vincenzo Campi, le opere genovesi del Seicento, la Crocifissione di Domenico Parodi e, tra gli oggetti, un cassettone lombardo del Settecento e alcuni stipi di legno intarsiato del Seicento.

  • Come arrivare:la Galleria Rizzi dista circa un chilometro dalla stazione, perciò è possibile percorrerlo a piedi in circa 12 minuti. Si imbocca via Eraldo Fico Virgola, Corso Colombo, e infine, su via XXV Aprile, si gira a sinistra per via Cappuccini. Con i mezzi, è necessario prendere gli autobus 40, 64, 50 e scendere in piazza della Repubblica, da dove poi proseguire a piedi per circa 600 metri. Ottieni indicazioni
  • Orari:aperto da Maggio a Ottobre la domenica dalle 10:00 alle 13:00; da Maggio a Settembre il mercoledì dalle 16:00 alle 19:00, e dal 20 Giugno al 10 Settembre anche nelle serate di venerdì e sabato, dalle 21:30 alle 23:30.
  • Costo biglietto:€5,00

9 - Baia delle Favole

baia delle favole Fonte: wikipedia - Autore: Fiore dod - Fiorenzo - Licenza: CC BY-SA 3.0 La Baia delle Favole si trova sul lato opposto del promontorio rispetto alla Baia del Silenzio, aperta verso Occidente e verso Chiavari. A differenza della più famosa e caratteristica Baia del Silenzio, la Baia delle Favole è meno raccolta, meno pittoresca e intima, ma offre molto più spazio, una bellissima passeggiata ristrutturata di recente, che rende facilmente accessibile il porticciolo di Sestri Levante, e, infine, spiagge attrezzate di sabbia e sassolini neri. Ci sono numerosi lidi e localini dove è possibile fermarsi e godere del panorama sul mare aperto.

  • Come arrivare:dalla stazione, il punto estremo della Baia delle Favole dista circa 1,6 chilometri, 20 minuti di camminata. S'imbocca via Olive di Stanghe, via Milano per un breve tratto e poi si gira a sinistra su via Vittorio Veneto, c'è anche una pista ciclabile, e si attraversa il ponte sul canale. Da viale Rimembranze inizia la passeggiata che prosegue fino in fondo alla Baia. Sconsigliati i mezzi, che fermerebbero sempre a piazza della Repubblica e, da lì, ci sono comunque circa 15 minuti di cammino. Ottieni indicazioni
  • Orari:sempre accessibile.
  • Costo biglietto:Gratis

10 - Chiesa di Santa Maria Immacolata

La bellissima Chiesa di Santa Maria Immacolata affaccia dall'alto sulla Baia del Silenzio con la sua facciata riconoscibile a righe bianche e nere. La Chiesa è stata costruita a partire dal 1683 in stile medievale, a unica navata. Nel 1688, una volta terminati i lavori, i frati cappuccini si trasferirono qui. Infatti, i frati erano già arrivati a Sestri nel 1609 trasferendosi nell'attuale complesso della Chiesa di San Pietro in Vincoli, ma furono poi costretti a spostarsi più a Est perché la nuova urbanizzazione non consentiva loro l'isolamento desiderato. Molto interessanti, al suo interno, alcune opere tra cui un dipinto di Domenico Fiasella e una statua in legno, dell'Immacolata, del XVIII secolo. Questo luogo merita una visita e una sosta sulla terrazza panoramica.

  • Come arrivare:la Chiesa di Santa Maria Immacolata dista circa un chilometro dalla stazione, perciò è possibile percorrerlo a piedi in circa 12 minuti, l'ultimo tratto si trova in salita. S'imbocca via Eraldo Fico Virgola, Corso Colombo, e infine, su via XXV Aprile, si gira a sinistra per via Cappuccini (è poco più avanti della Galleria Rizzi). Con i mezzi, è sempre necessario prendere gli autobus 40, 64, 50 e scendere in piazza della Repubblica, da dove poi proseguire a piedi per circa 600 metri. Ottieni indicazioni
  • Orari:sempre accessibile tranne negli orari della messa, nei feriali alle 08:30 e nei festivi alle 08:30 e alle 10:30.
  • Costo biglietto:Gratis

Cosa vedere a Sestri Levante in un giorno: itinerario consigliato

rocce sul mare sestriMATTINA - Una volta giunti in stazione per il nostro itinerario di un giorno a Sestri Levante, proseguiamo su via Eraldo Fico Virgola per addentrarci nel centro storico, cioè sul promontorio. Prima però ci concediamo una bella colazione alla pasticceria Dolcemente, che troveremo percorrendo tutta la via e poi imboccando via Dante Alighieri sulla sinistra, per iniziare bene la mattina. Approfittiamo dell'apertura alle 10:00 della Galleria Rizzi (attenzione, aperta solo la domenica da Maggio a Ottobre) e la visitiamo per circa un'ora, un tempo sufficiente per vedere la numerosa collezione. Dopodiché possiamo proseguire il cammino in salita e fermarci sulla terrazza panoramica della Chiesa dell'Immacolata, e, dato che ormai l'orario delle messe si sarà concluso, possiamo visitarla anche al suo interno. Poi riprendiamo il cammino in direzione Baia del Silenzio, dove possiamo rilassarci un po' in spiaggia, godere della poesia del luogo e passeggiare fino in fondo, verso l'Ex Convento dell'Annunziata, dove potremo visitare il palazzo, le terrazze, e pranzare. Possiamo pranzare infatti al ristorante interno all'Ex Convento, il Tapullo Shop&Taste, dove si possono gustare piatti tipici liguri o anche taglieri più semplici, direttamente in terrazza (da provare lo spritz al basilico!)

POMERIGGIO - Nel pomeriggio, dopo il pranzo panoramico possiamo proseguire visitando il Palazzo Negrotto Cambiaso, che si trova proprio dietro l'Ex Convento, e poi addentrarci tra le vie interne del promontorio in direzione di via Penisola Levante. Su questa via pittoresca possiamo visitare i resti dell'Oratorio di Santa Caterina e, poco più avanti, la Chiesa di San Nicolò. Concluse queste visite, possiamo tornare indietro in direzione della via XXV aprile, cuore di Sestri, dove ci sono molti locali e negozi; questo è infatti il cosiddetto carruggio ligure, dove si fa lo "struscio" cittadino, in pieno centro storico. Poi, prima che chiuda, visitiamo il Musel Museo Archeologico, nonchè palazzo Fascie che lo ospita, perché il suo percorso cronologico merita davvero un po' del nostro tempo. Infine possiamo terminare il pomeriggio procedendo in direzione della Baia delle Favole, sul lato occidentale del promontorio, e passare del tempo sulla nuovissima passeggiata.

SERA - Possiamo attardarci sul molo e goderci il tramonto, iniziando la nostra serata con un aperitivo in uno dei lidi oppure al Caffè del Porto, in fondo alla baia, proprio davanti alla Capitaneria di Porto e poi fare a ritroso tutta la passeggiata per raggiungere il ristorante per la cena: Pelagica a ridosso, all'inizio della Baia, dove gustare dell'ottimo pesce con la vista del mare a pochi metri.

Itinerario di un giorno in sintesi

Mostra Mappa

  1. Colazione presso Dolcemente
  2. Galleria Rizzi - orari: domenica da Maggio a Ottobre dalle 10:00 alle 13:00 - costo biglietto: intero €5,00
  3. Chiesa dell'Immacolata e terrazza panoramica - orari: sempre accessibile tranne orari di messa, tutti i giorni alle 08:30 e la domenica anche alle 10:30 - costo biglietto: gratis
  4. Baia del Silenzio ed Ex Convento dell'Annunziata - orari: sempre accessibile (verificare eventi dell'ex Convento sul sito) - costo biglietto: gratis
  5. Pranzo presso Tapullo Shop&Taste
  6. Palazzo Negrotto Cambiaso - orari: sempre accessibile (verificare eventi dell'ex Convento sul sito) - costo biglietto: gratis
  7. Resti dell'Oratorio di Santa Caterina e Chiesa di San Nicolò - orari: sempre accessibili - costo biglietto: gratis
  8. Palazzo Fascie e Musel Museo Archeologico - orari: aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:00 - costo biglietto: intero €5,00 ridotto €3,00
  9. Baia delle Favole - orari: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  10. Cena presso Pelagica a ridosso

Dove mangiare a Sestri Levante: i migliori ristoranti

  1. Ristorante Tapullo Shop&Taste : aperitivi, taglieri, piatti liguri
    Prezzo medio a persona: €25,00
    Indirizzo e contatti: via Portobello, 1 (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 3299551556
  2. Ristorante Pelagica a ridosso : piatti di pesce
    Prezzo medio a persona: €40,00
    Indirizzo e contatti: via Pilade Queirolo, 7 (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 3333642938
  3. Ristorante Polpo Mario: locale storico, piatti di pesce
    Prezzo medio a persona: €40,00
    Indirizzo e contatti: via XXV Aprile, 163 (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 0185480203

Cosa fare la sera: le zone della movida e i migliori locali di Sestri Levante

Sestri Levante è una località molto animata specialmente durante la stagione estiva, tuttavia anche in primavera e in autunno potrete vedere come le due baie e la zona del carruggio di via XXV Aprile offrano sempre una certa movida durante il weekend. In particolare durante il Festival dedicato ad Hans Christian Andersen la città è ricca di attività per tutta la notte, ma sono comunque moltissimi i pub, i discopub e i locali dove trascorrere qualche ora in buona compagnia anche negli altri periodi dell'anno.

I migliori pub, locali e discoteche

Organizza il tuo soggiorno a Sestri Levante: info e consigli utili

  • Come arrivare:Sestri Levante dista circa 190 chilometri da Milano e 460 da Roma. Da Milano si può raggiungere in auto tramite la A21, in circa due ore e mezza di auto; da Roma, tramite la A1 fino a Firenze e poi la A12, ci si impiega quasi cinque ore. In treno, per certi versi più comodo, da Milano ci sono degli Intercity diretti a €26,00 a tratta (da controllare gli orari, impiegano 2 ore e mezza), oppure con un cambio a Genova, Frecciabianca e poi un Regionale a circa €30,00 a tratta, in 3 ore di viaggio. Da Roma, si può scegliere una soluzione con un solo cambio a La Spezia, dunque Frecciabianca e poi Regionale, impiega 4 ore e mezza per circa €60,00 a tratta.
  • Come muoversi: per la sua conformazione geografica, Sestri si gira molto bene a piedi, è piccolina e caratteristica, oppure con l'autobus se si deve uscire dal centro storico. Il biglietto degli autobus ATP costa €1,80 ed è valido per 75 minuti all'interno di 4 differenti zone.
  • Dove parcheggiare: è difficile trovare parcheggio soprattutto nei periodi estivi, ma se si arriva presto al mattino si può tentare di parcheggiare in Largo Rosa Oberti (Ottieni indicazioni) o, proseguendo, in Largo Giovanni Masi (Ottieni indicazioni), qui non si paga perché le strisce sono bianche e non c'è nemmeno disco orario. Altrimenti c'è il parcheggio della stazione (Ottieni indicazioni), molto comodo per il centro storico: nel periodo invernale è gratis, nei festivi e in estate si paga €1,00 all'ora.
  • Dove dormire:Hotel e b&b a partire da €70,00 a camera - guarda le offerte
  • Cosa vedere nei dintorni: Rapallo (distante circa 25 km, 26 minuti in auto), Camogli (distante 33 km, 30 minuti in auto), Portofino (distante 33 km, 40 minuti in auto), Portovenere (distante circa 70 km, 1 ora e 20 minuti in auto) e il comprensorio delle Cinque Terre (distante circa 50 km, 1 ora in auto).

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su