10 Cose da vedere assolutamente a Milano

Cosa vedere a Milano? Quali sono i luoghi di interesse e i posti da visitare? Ecco cosa visitare: le 10 cose da vedere a Milano e dintorni, da non perdere assolutamente!

E' ritenuta simbolicamente la capitale dell'economia e della moda. E' la patria di due tra le principali società calcistiche del nostro massimo campionato. Milano non è solo Duomo e Navigli.
Il capoluogo lombardo, una tra le città italiane più note al mondo, ha molto da offrire al turista: svago, cultura, shopping sfrenato. Ecco dieci tra le principali attrattive della città della Madonnina.
VEDI ANCHE: cosa vedere a Milano in un giorno come muoversi a Milano cosa mangiare a Milano periodo migliore per visitare Milano

1 - Duomo

duomo di milanoE' il simbolo per eccellenza della città di Milano. I lavori di costruzione del celebre monumento in stile gotico, dedicato a Santa Maria Nascente, iniziarono nel 1386 per volere di Gian Galeazzo Visconti. Così etereo da sembrare quasi irreale il Duomo, perfetta sintesi tra architettura lombarda e nordica, ospita al suo interno ben 3.500 statue; la nota piuttosto curiosa è che fra le statue ci sono anche personaggi illustri ma laici, come Dante Alighieri e Primo Carnera.

Al suo interno, da segnalare la presenza della reliquia del Sacro Chiodo, posta nell'abside maggiore.
Le sue guglie sono 135: su quella maggiore, alta ben 108,5 metri, è posta la celeberrima Madonnina, una statua in rame dorato alta circa 4 metri.
Il Duomo di Milano conta circa 4 milioni di visitatori l'anno, attestandosi come uno dei monumenti più visti d'Italia. Le sue dimensioni sono seconde solo alla Basilica di San Pietro al Vaticano: 157 metri di lunghezza, 92 di larghezza e, come detto, 108,5 di altezza della guglia maggiore.
VEDI ANCHE: visita al Duomo di Milano - info utili, prezzi e visite guidate

  • Come arrivare: Piazza Duomo, centro storico. In metropolitana: linea M1 e M3, fermata Duomo - Ottieni indicazioni
  • Orari: per i fedeli: lun-dom 07:00 - 19:00; per i visitatori: lun-dom 08:00 - 21:00 (eccetto nel mese di ottobre, dove l'orario è 08:00 - 20:00)
  • Costo biglietto: ingresso libero per i fedeli; €2,00 per i visitatori. Salita in terrazza limitata ai disabili al sabato e alla domenica; le tariffe sono le seguenti: salita con ascensore €13,00; ridotto (bambini 6 - 12) €7,00. Salita a piedi €8,00; ridotto (bambini 6 - 12) €4,00. Gratis: bambini fino a 6 anni; portatori di handicap e relativo accompagnatore; militari in divisa.
  • Card, ticket e tour consigliati: Biglietto Duomo + Terrazze

2 - Quadrilatero della Moda

quadrilatero della moda milanoDal sacro al profano, è proprio il caso di dirlo. I "follower" delle ultime tendenze in fatto di stile non possono non fare un salto nel famoso Quadrilatero della Moda! Via Montenapoleone, via Manzoni, via della Spiga e Corso Venezia sono le quattro strade milanesi che formano un ideale "poligono" di buon gusto, purtroppo non sempre alla portata di tutte le tasche. Ma guardare (e sognare ad occhi aperti) come è noto, non costa nulla.

Molte persone, milanesi e non, anche se non intenzionati a fare shopping vengono qui infatti per due motivi: la alta possibilità di beccare qualche vip, personaggio famoso dello spettacolo e dello sport, e vedere in anticipo quali saranno le tendenze della moda. In queste strade, infatti, firme come Versace, Prada, Gucci, Valentino, Dolce & Gabbana, Cavalli e via discorrendo, non soltanto presentano le loro collezioni, ma in pratica è qui, nel quadrilatero milanese, che si anticipano quelle che saranno le mode e le tendenze!
VEDI ANCHE: Le vie dello shopping più famose al mondo

3 - Cenacolo Vinciano a Santa Maria delle Grazie

l'ultima cena di leonardo da vinciIl convento domenicano, costruito tra il 1466 e il 1490 da Giuniforte Solari (e sottoposta a modifiche successive da l Bramante), è ritenuto una tappa obbligata per tutti coloro che decidono di visitare la città. Il motivo? All'interno dell'ex refettorio posto al fianco del monumento è gelosamente conservato L'Ultima Cena, il capolavoro di Leonardo da Vinci noto anche come il "Cenacolo".

Il dipinto, lungo ben 9 metri e alto 4, si trova sulla parete nord della grande sala. Realizzato tra il 1494 e il 1498, è noto non solo per la tematica religiosa di forte impatto (l'ultima cena tenutasi tra Gesù e i suoi apostoli, prima del drammatico tradimento di Giuda) ma anche per l'innovativa tecnica "a secco" preferita dall'artista alla solita tecnica dell'affresco. Sia il convento che il quadro furono inseriti nella lista dei patrimoni dell'umanità UNESCO nel 1980.
Il suo forte deterioramento lo ha reso soggetto di una impressionante campagna di restauri, che gli hanno restituito colori e dettagli, seppur parzialmente. Proprio per questo, la visita è consentita ad un massimo di 25 persone alla volta ogni 15 minuti.

  • Come arrivare: Metro 1 Cadorna o Conciliazione oppure linea 2 Cadorna o Sant'Ambrogio - Ottieni indicazioni
  • Orari: mar-dom 8:15 - 19:15, previa prenotazione al numero 02 92 800 360. Ultimo ingresso alle 18:45. Massimo 25 persone ogni 15 minuti
  • Costo biglietto: intero €6,50 (+ €1,50 per il diritto di prenotazione); ridotto (cittadini UE e SEE tra i 18 e i 25 anni); €3,25 (+ €1,50 per il diritto di prenotazione); gratuito per visitatori di età inferiore a 18 anni (+ €1,50 per il diritto di prenotazione)
  • Card, ticket e tour consigliati: Ingresso prioritario senza fila con guida al Cenacolo

4 - Navigli

navigli MilanoOpera idraulica, alla quale lavorarono Bertola da Novate e Leonardo da Vinci. Pensati come sistema di collegamento ideale tra la città di Milano ed il nord Europa, tra il centro ed i grandi laghi lombardi nonché il mare, furono ritenuti mezzo di irrigazione, rifornimento idrico e trasporto sicuro di persone e merci (basti pensare che i blocchi di marmo usati per realizzare il Duomo furono trasportati proprio su questi canali).
Oggi i Navigli sono la parte "romantica" della città; il canale più conosciuto è il Naviglio Grande, meta ogni giorno di turisti pronti ad immortalarsi in foto in questo romantico scenario da cartolina.

Le vicende alterne di quest'area videro momenti poco felici, in cui l'abbandono segnò il decadimento dei navigli, fino al loro recupero che culminò con la realizzazione della nuova Darsena, nel naviglio grande, in occasione dell'Expo 2015.
Oggi i navigli sono la zona romantica ma anche della movida milanese, con osterie, cocktail bar ed aperitivi lungo le sponde, e un sistema di piste ciclabili, zone relax e battelli che rendono il quartiere una piccola "Amsterdam" italiana.
VEDI ANCHE: I migliori locali per aperitivo a Milano

5 - Castello Sforzesco

Castello sforzesco milano vista dall'altoAltro luogo simbolo della città di Milano ed emblema della trasformazione, da roccaforte militare a centro di cultura. Il Castello Sforzesco fu costruito tra il 1358 ed il 1368 e fu dimora prediletta, tra gli altri, anche di Ludovico il Moro e Beatrice d'Este. Ancora oggi è uno dei castelli più grandi d'Europa.
Oggi la ex cittadella militare ospita al suo interno numerosi musei; tra i più noti, la Pinacoteca, il Museo d'Arte Antica, il Museo Egizio e il Museo degli Strumenti Musicali.
All'interno del castello, inoltre, sono conservate alcune tra le più famose opere d'arte italiane, come la Pietà Rondanini di Michelangelo e opere e affreschi di Leonardo da Vinci, Bramante e Mantegna.
Inoltre, proprio alle spalle del Castello si trova il Parco Sempione, vero e proprio polmone verde della città con un'area di 386.000 mq.

6 - Teatro alla Scala

Teatro alla Scala MilanoUno dei templi della musica lirica italiana è senza dubbio il celeberrimo Teatro alla Scala, costruito da Giuseppe Piermarini per volere di Maria Teresa d'Austria. Il teatro, che diede il via alla sua ancora prolifica stagione musicale nel 1778 con le musiche di Antonio Salieri, fu distrutto nel corso della Seconda Guerra Mondiale e ricostruito in tempi record.
Sono stati numerosi i nomi noti della lirica italiana e non solo a calcare il palco della Scala, sede anche di una importantissima e quotata Accademia che mira a formare artisti completi negli ambiti della danza, della musica e del teatro.
VEDI ANCHE: I 15 teatri più importanti d'Italia visita al Teatro Alla Scala - info utili, prezzi e visite guidate

  • Come arrivare: metro M1 da Cadorna - Ottieni indicazioni
  • Orari: nel corso di visite giudate ed organizzate (durata 45 minuti), è possibile accedere alla Scala a partire dalle ore 09:00; vi sono, inoltre, gli orari degli spettacoli teatrali, di danza e musicali
  • Costo biglietto: intero €25,00; ridotto (per under 26 ed over 65) €15,00 per effettuare la visita guidata, con incluso ingresso al Museo della Scala
  • Card, ticket e tour consigliati: Ingresso con Guida al Teatro Alla Scala + Museo

7 - Cimitero Monumentale

cimitero monumentale di milanoUn luogo di raccoglimento, all'interno del quale riposano alcuni tra i nomi più importanti della storia milanese, personaggi noti dello spettacolo, dell'arte, della cultura, della politica e della vita civile che hanno reso grande il capoluogo: Alessandro Manzoni, Giuseppe Verdi, Salvatore Quasimodo, Giuseppe Meazza...

Il Cimitero Monumentale, esteso su circa 250mila metri quadrati, è stato costruito da Carlo Maciachini e costruito seguendo i canoni dello stile Neoclassico, strizzando l'occhio agli stili bizantino, lombardo e gotico.

  • Come arrivare: metro M2 da Cadorna FN o linea M5 da Garibaldi FS - Ottieni indicazioni
  • Orari: lun-dom ore 08:00 - 18:00 (telefonare allo 02 88441274 nei festivi, l'orario potrebbe subire variazioni)
  • Costo biglietto: gratis, visita libera

8 - Pinacoteca di Brera

il Bacio di Hayez, Pinacoteca di BreraNata nel 1776, la Pinacoteca di Brera è un vero e proprio museo nato dal collezionismo di opere da parte di Stato e politici. Fu Napoleone che, quando proclamo Milano capitale del Regno Italico, uso questo ex collegio dei gesuiti come deposito dei quadri espropriati alle chiese ed agli aristocratici.
All'interno della pinacoteca sono ospitate alcune tra le opere più importanti italiane ed internazionali, come Lo Sposalizio della Vergine di Raffaello, la Cena di Emmaus di Caravaggio, il Cristo Morto di Mantegna. Ma il dipinto simbolo dell'intera struttura è Il Bacio di Hayez.

La Pinacoteca, inoltre, vanta una vastissima collezione di opere d'arte, che si estende sino al Novecento, con Picasso, Modigliani, Braque, De Chirico, Morandi e molti altri.

9 - Stadio Giuseppe Meazza / San Siro

stadio giuseppe meazza milanoConosciuto anche come San Siro (come non ricordare la sempreverde "Luci a San Siro" di Roberto Vecchioni?) lo stadio è ritenuto un vero e proprio "monumento" nella città di Milano. Denominato dai milanesi "la Scala del calcio", San Siro è la casa di Milan ed Inter e può ospitare oltre 80 mila persone.
All'interno del "tempio" del calcio milanese è presente anche un museo, meta prediletta di tifosi o semplici appassionati dello sport più bello del mondo.
VEDI ANCHE: I 10 stadi di calcio più grandi del mondo

  • Come arrivare: metro M5, fermata San Siro Stadio - Ottieni indicazioni
  • Orari: il museo all'interno dello stadio è aperto lun-dom dalle 09:30 - 18:00 (orario continuato)
  • Costo biglietto: oltre all'entrata nello stadio per le consuete partite, il prezzo del Tour dello Stadio costa €15,00 (adulti); €11,00 per persone fino 14 anni e sopra i 65, titolari della tessera "Cuore Rossonero", "Siamo Noi" e accompagnatori di disabili; bambini al di sotto dei 6 anni e disabili entrano gratuitamente
  • Card, ticket e tour consigliati: biglietto per il Museo e lo Stadio di San Siro

10 - Galleria Vittorio Emanuele

galleria vittorio emanueleIl cuore pulsante della città, dove è possibile incontrare studenti, uomini d'affari, turisti, semplici passanti. Colori, suoni, sapori, tutto riecheggia all'interno della suggestiva galleria, all'interno della quale è possibile "sottoporsi" al rituale classico della città milanese, ovvero ruotare per tre volte su se stessi con il tallone destro puntato sulle parti intime del toro che è ritratto sul pavimento dell'Ottagono nel mosaico dello stemma della città di Torino come segnale di buona sorte!

Caffè storici, boutique di alta moda, catene di fast food, tutto qui si incrocia grazie al progetto di Giuseppe Mengoni, che si aggiudico l'appalto nel 1859 ma che morì a lavori ultimati.

  • Come arrivare: Piazza Duomo, metro M1 Cadorna per 3 fermate - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis, visita libera

Organizza il tuo soggiorno a Milano: Mappa interattiva + info voli, hotel e tour

Mostra Mappa


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Commenti sull'articolo
  • Emilio Pucci Pucci
    Emilio Pucci Pucci 20 Dicembre 2017 19:54

    Dovresti aggiungerci la pasticceria di Ernst Knam, in via Anfossi 10, dove se si è fortunati si può incontrarlo in persona!

    Rispondi
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su