Safari in Nigeria: prezzi, quando andare e dove

Quali sono i migliori safari in Nigeria? Qual è il periodo migliore e come scegliere dove andare? Ecco tutte le info per un Safari in Nigeria, con prezzi e consigli utili sui migliori parchi

La Nigeria è un colosso sotto tutti gli aspetti. E' un paese impegnativo e tutto tondo: il solo fatto di essere la nazione più popolosa d'Africa è sufficiente per intuirne le articolate potenzialità. Il territorio ha regioni molto diverse tra loro: un nord agricolo ed arretrato, un sud avanzato ed industrializzato, sottosuolo ricco di petrolio e varie materie prime, popolazioni suddivise in tribù dal patrimonio antropologico e culturale ricchissimo. Per tutti questi motivi la Nigeria è un luogo affascinante e con una identità forte da vivere in profondità

Viaggiare informati: info utili

  • Abitanti: 170.000
  • Capitale: Abuja
  • Lingue: inglese (un tipo di inglese semplificato detto broken english) con l'aggiunta di hausa, yoruba e igbo
  • Moneta locale: Naira nigeriana (€1,00= 420,233 )
  • Clima: clima molto vario per via dell'estensione del territorio. Distanti dall'Equatore, troviamo la stagione delle piogge con conseguente stagione asciutta (primavera e autunno); clima equatoriale lungo la costa e lungo i fiumi, con estati piovose ed inverni asciutti. Nella zona nord, forti escursioni termiche.
  • Vaccinazioni: consigliata la profilassi antimalarica, vaccinazioni contro tifo, epatite A e B. In alcuni periodi dell'anno consigliate anche le vaccinazioni contro colera e meningite.
  • Requisiti d'ingresso: necessari il passaporto e la VISA, ottenibile all'ambasciata nigeriana di Roma, procurandosi i seguenti documenti: lettera d'invito, piano dei voli, attestazione del cambio di 1.000 USD, fotocopia del passaporto con 3 pagine libere, 2 moduli al costo di 62,00 dollari e 20,00 dollari quando si presenta al consolato la domanda, con un tempo medio di ottenimento della VISA di 10 giorni.
  • Distanza dall'Italia: 3.600 km (4,5 ore di volo)

Quando andare: clima e periodo migliore

La Nigeria ha varie situazioni climatiche durante l'arco dell'anno, con situazioni di soleggiamento e piovosità molto alternate; tuttavia, in linea di massima, il periodo migliore è quello tra novembre e febbraio, quando difficilmente ci si imbatte in piogge consistenti. Bisogna tenere conto delle alte temperature in questi mesi, certamente mai davvero torride, con il vento harmattan che arriva deciso con il suo carico di polvere, ma così si evitano appunto le temperature intollerabili della primavera e le piogge dei periodi estivi.

  • Clima: molto vario per via dell'estensione del territorio. La stagione delle piogge dura da 4 a 7 mesi nella regione compresa tra 8° ed 11° parallelo (maggio-giugno e settembre-ottobre), con subito dopo la stagione asciutta dovuta all'anticiclone sahariano, accompagnato dal vento secco harmattan. Avvicinandosi all'Equatore, rimanendo lungo la costa e nella zona del delta del Niger, le piogge sono invece costanti più o meno tutto l'anno, con 25/26°. La parte settentrionale presenta forti escursioni termiche, con la minima intorno a 13° ed una massima oltre i 40°, soprattutto all'arrivo della stagione delle piogge.
  • Periodo migliore: l'inverno è il periodo migliore per recarsi in Nigeria, da Novembre a Febbraio (meglio ancora gennaio e febbraio per via del maggiore soleggiamento).
  • Periodo da evitare: la stagione delle piogge e le temperature caldissime sono il momento peggiore, ossia maggio-giugno e settembre-ottobre.

1 - Okomu Forest Reserve

okomu forest reserve coccodrilloNella parte sud-ovest della Nigeria, nella zona del delta del Fiume Niger, sopravvive l'ultima foresta pluviale: una riserva creata nel 1999 per proteggere rari primati e mammiferi, tra cui il bufalo africano e l'elefante della foresta africana, centinaia di specie di uccelli, che si colloca tra le intensive coltivazioni di olio di palma e gomma a nord e le piantagioni del sud. In questo fazzoletto protetto di terra, è possibile anche fare sport acquatici, canoa e l'avvistamento di coccodrilli. Un'occasione unica per vivere la realtà di una foresta incontaminata, lungo i fiumi Okomu e Osse, circondata da una perfetta organizzazione in tutta sicurezza, con guide, ripari per osservare la vita selvatica ed eco-resort.

  • Periodo migliore: da novembre a febbraio
  • Durata consigliata: 1/3 giorni
  • Prezzo medio: a partire da €750,00 a persona

2 - Parco Nazionale Yankari

yankariIl parco Yankari si trova nello stato del Bauchi, nella parte nord-est della Nigeria, originariamente concepita come una riserva di caccia di 2.200 kmq nel lontano 1956, poi riconvertita in parco nazionale, in realtà il più esteso del paese, dal 1991. Più di 50 specie di mammiferi, 350 specie di uccelli, il più grande gruppo di elefanti (300 soggetti) e dal 2005 una specifica area di conservazione del leone, assieme a magnifiche acque sorgive termali.

E' una meta quindi molto conosciuta ed amata da turisti di ogni tipo: un luogo in cui l'eco-turismo la fa da padrone, concedendo il privilegio ai suoi visitatori di vivere a stretto contatto con una natura selvaggia, senza sacrificare eccessive risorse preziose. Solo nel 2000, il parco ha accolto più di 20.000 persone da 100 paesi diversi: l'importanza di un turismo sostenibile significa anche fornire mezzi adeguati per il proseguimento di un'adeguata conservazione di questa splendida terra.

  • Periodo migliore: dalla fine di dicembre alla fine di aprile, prima della stagione delle piogge
  • Durata consigliata: 1/3 giorni
  • Prezzo medio: a partire da €450,00 a persona

3 - Jos Wildlife Park

jos wildlife parkIl Jos Wildlife Park è stato istituito nel 1972, nella zona della capitale del Plateau (Jos), a 4 km dal centro cittadino e ad un'altitudine di 1.200 metri, con una vista mozzafiato sulla popolosa città. Da quel momento in poi è entrato di diritto tra i luoghi iconici della Nigeria, in cui vige la protezione totale del suo territorio: qui l'uomo e il suo ambiente vivono in perfetto equilibrio.
Elefanti, leoni e scimmie la fanno da padroni, in questa riserva di appena 8 kmq, assieme a pitoni, marabù, coccodrilli, ippopotami e cammelli. Il parco è veramente ben tenuto, con aree gioco per bambini, zone picnic, un piccolo museo ed un ristorante, accessibili dalla mattina fino al tardo pomeriggio, con la possibilità di escursioni a cavallo, anche per i più piccoli.

  • Periodo migliore: trovandosi su di un altipiano, il clima è temperato, quindi basta evitare i mesi piovosi, ossia quelli estivi: meglio scegliere i mesi invernali da Ottobre a Marzo
  • Durata consigliata: 1 giorno
  • Prezzo medio: a partire da €20,00 a persona

4 - Kamuku National Park

kamuku national parkFondato nel 1936 come riserva, è poi stato elevato a rango di parco nazionale nel 1999, grazie all'impegno della comunità Savannah Conservation Nigeria, che ha da sempre promosso progetti di utilizzo sostenibile delle risorse. Situato a nord-ovest del paese, l'intero territorio è generalmente piatto, con notevoli punti di interesse: le cascate di Dogon Ruwa, il Goron Dutse (un'isolata collina rocciosa in mezzo alla pianura), lo Tsaunin Rema (una collina costituita da strati rocciosi) con la sua popolazione dei conigli delle rocce.

Il Kamuku National Park può vantare un ecosistema che è tra i meglio conservati, con una ricchissima varietà di alberi, una fauna che spazia dagli elefanti alle scimmie, tra cui molte rarità che sono presenti solo ed esclusivamente in questo territorio, incluse ben 177 specie di uccelli. La zona è la casa di due principali popoli: i Gwari e i Kamuku, con forti tradizioni agricole, di caccia e pastorizia, unite alla grande abilità di creare terrecotte e ceramiche.

  • Periodo migliore: da aprile ad ottobre si eviteranno temperature torride e piogge consistenti
  • Durata consigliata: 3 giorni
  • Prezzo medio: a partire da €350,00 a persona

5 - Old Oyo National Park

oyoCollocato nella zona sud-ovest del paese, con ben 2.500 kmq di terra tra i 300 e i 500 metri di altitudine, ed una ricchissima vegetazione e fauna. Nella parte nord sono presenti diversi rocce granitiche, concaverne e rifugi, ben 4 fiumi scorrono lungo il territorio (Ogun, Owe, Owu and Tessi), percorsi escursionistici nella zona centrale in cui si avvicendano collinette sparse e rocce sporgenti, mentre la diga di Ikere Gorge permette numerosi giochi d'acqua ai visitatori.

  • Periodo migliore: da novembre a febbraio, mesi secchi e soleggiati anche se con temperature calde, ma mai eccessivamente fastidiose
  • Durata consigliata: 5 giorni
  • Prezzo medio: a partire da €650,00 a persona

Cosa indossare e cosa mettere in valigia

la Nigeria, essendo vasta, ha diversi microclimi a cui doversi adattare; tuttavia ci sono dei capi di vestiario che non dovranno mancare nel vostro bagaglio, così da potersi "difendere" da qualsiasi situazione climatica. Distinguiamo in due diversi periodi, tanto per essere maggiormente dettagliati: inverno ed estate.

In inverno, tessuti leggeri e chiari durante il giorno, preferibilmente in lino e cotone e maglioncino leggero o felpa per la sera con una decisa escursione termica, nei territori del nord e nella capitale Abuja al centro del paese. Per la zona sud e la città di Lagos, stesso abbigliameno magari aggiungendo un foulard o sciarpina leggera contro il vento che è sempre carico di polvere.
In estate, in generale sia per il sud, sia per il nord, vestiti freschi e leggeri con la provvidenziale felpa per le sere fresche, o anche una giacca leggera.
Considerata la situazione più arretrata e meno sviluppata del nord, con un clima religioso molto più estremista, per le donne è più prudente un abbigliamento sobrio che non mostri molto le gambe.

  • Abbigliamento consigliato: tessuti leggeri e chiari durante il giorno, preferibilmente in lino e cotone, e maglioncino leggero o felpa per la sera.
  • Accessori utili: creme ad alta protezione solare e doposole, scarpe comode che spaziano dalle infradito agli scarponcini leggeri, uno zaino multifunzione leggero ed impermeabile per tenere a portata di mano acqua e porzioni di cibo.

Organizza il tuo Safari in Nigeria

Per un preventivo personalizzato, potete chiamare i nostri agenti di viaggio e concordare insieme a loro il safari più adatto alle vostre esigenze. Di seguito i recapiti:


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su