Alhambra Granada Andalusia Spagna Dici Granada e la prima cosa che viene in mente è l'Alhambra. Giusto, ma Granada è tanto altro. Anzitutto la sua atmosfera magica! Per secoli, qui si sono incontrati diversi popoli e le loro storia, culture e tradizioni, fondendosi armoniosamente, hanno dato origine a ispirazioni e tendenze differenti tutt'oggi ancora palpabili. Passeggiando per Granada, il confine tra il sentirsi in Spagna o in Maghreb è continuo e davvero labile. Qui hanno vissuto, e vivono tuttora, i gitani. Il quartiere gitano del Sacromonte, caratterizzato dalle tradizionali cuevas bianche, è una tappa imperdibile per scoprire i luoghi tradizionali del flamenco.

In una settimana riuscirete a vedere davvero tanto e a scoprire le zone limitrofe. Ecco l'itinerario di Granada e dintorni in 7 giorni!
VEDI ANCHE: Cosa vedere a Granada

Giorno 1: Alhambra e Mirador San Nicolàs

spagna granada alhambra fortezza Visitate subito l'Alhambra, bellissimo palazzo/fortezza Patrimonio UNESCO, che richiederà quasi tutto il giorno per la visita. Il sito è visitabile dalle 8:30 alle 20:00, ma l'ingresso è scaglionato per giorni e fasce orarie: prenotare con largo anticipo i biglietti online ed attenersi all'orario d'ingresso indicato. Sono molto ligi, guai a sgarrare!

Il sito è immenso e si divide, principalmente, in 3 zone: Palacios Nazaries, il Generalife e l'Alcazaba. Il Palacio Nazaries strabilia per i meravigliosi palazzi come il Mexuar, il Palacio de Comares, il Patio de los Arrayanes e il Patio dei Leoni (attenzione: la visita ai Palacios Nazaríes è limitata all'intervallo di 30 minuti indicato sul ticket). Si prosegue con l'Alcazaba, con la Torre de la Vela e il Palacio de Carlos V. Infine, il Generalife offre enormi e splendidi giardini con mirabolanti giochi d'acqua.
All'interno del sito non ci sono ristoranti, se non un paio di chioschi che vendono bibite e gelati, munitevi quindi di pranzo al sacco.

Raggiungete poi il Mirador San Nicolàs (bus C32 da Puerta de la Justicia, 20 min). L'Alhambra vista da qui è spettacolare. Godetevi tramonto e cena da El Trillo (€35,00).

In sintesi:

Giorno 2: Parco delle Scienze, Bañuelo e Sacromonte

alba panorama cave house guadix Dedicate buona parte della mattina al Parque de las Ciencias, un museo interattivo adatto a tutti. Sviluppato su un'area di 70.000 mq, comprende: planetario digitale, percorsi botanici, giardino dell'astronomia e tanto altro (mar-sab 10:00-19:00, dom 10:00-15:00).
Prendete poi il bus 21 fino a Gran Vía 14 - Catedral e visitate il Bañuelo, uno dei bagni arabi (hammam) meglio conservati dell'Andalusia (9:30-14:30 e 17:00-20:30).

Pranzate alla La Tabernilla del Darro (€12,00) e incamminatevi per raggiungere Dar-al-Horra, uno dei più begli esempi di arte moresca (tutti i giorni 10:00-17:00).
Dirigetevi verso il quartiere Sacromonte (una bella passeggiata di 1 km tramite Calle Aljibe de la Gitana), il quartiere gitano che si trova sulle colline che dominano Granada. Interessante il Museo Cuevas che conserva una serie di case costruite nella roccia (dalle 10:00 alle 20:00, biglietto €5,00).

Trascorrete qui la serata, nella zona che la comunità gipsy ha reso l'area più vivace dell'Andalusia.
All'interno delle grotte ci sono molti locali che propongono emozionanti spettacoli di flamenco nelle grotte. Cenate al Jardines de Zoraya, Tablao Flamenco (€30,00).

In sintesi:

Giorno 3: Albayzín, Monastero San Geronimo, Carmen de los Mártires

granada albaicin albayzin Passeggiata lungo Paseo de los Tristes, la strada più romantica e bohémienne di Granada che offre stupende viste sull'Alhambra e che segue il corso del fiume Darro serpeggiando tra i ponti arabi delle Chirimías e dell'Aljibillo. Il nome ufficiale è Paseo del Padre Manjón. Sulla via ammirate la Casa de las Chirimías, la statua del ballerino e coreografo gitano Mario Maya, e l'Hotel Reuma, l'ex Hotel Bosquesun, oggi abbandonato e attorno al quale aleggia una leggenda stregata.
Continuate a passeggiare fino all'Albaicin, il quartiere arabo, Patrimonio Unesco dal 1984, da cui si è sviluppata la città stessa.

Pranzo da El Huerto de Juan Ranas (€50,00).
Da Ctra. De Murcia 4 prendete il bus N9 (10 min, 9 fermate) e scendete a Constitución 4 V.
Visitate (solo tour guidato) il Monastero di San Girolamo, gioiello rinascimentale di Granada con una chiesa e due chiostri (10:00-13:30 e 16:00-19:30). Proseguite al Carmen de los Mártires, il giardino più grande della città (lun-ven 10:0014:00 e 18:00-20:00, sab, dom e festivi 10:00-20:00).

Cenate al Restaurante Jardines Alberto (€20,00).

In sintesi:

  • Distanza percorsa: 6,4 km
  • Luoghi visitati: Paseo de los Tristes (gratis), Casa de las Chirimías (gratis), Albaicin (gratis), Monastero San Girolamo (€7,00), Carmen de los Mártires (gratis)
  • Spesa giornaliera: €75,00
  • Card, ticket e tour consigliati: tour prioritario dei monumenti dell'Albayzín
  • Dove mangiare: Pranzo presso El Huerto de Juan Ranas (Ottieni indicazioni), Cena presso Restaurante Jardines Alberto (Ottieni indicazioni)

Giorno 4: Escursione a Ronda

ronda spagna andalusia ponte ronda 1 Giornata a Ronda, a 170 km da Granada. Raggiungibile in 2 ore e 20 min di auto tramite A-92, con un tour organizzato (da €90,00) oppure in treno (AVE2167 - 13951 - ALT9366), quasi 3 ore di viaggio e €20,00.

Ronda è uno dei villaggi più visitati dell'Andalusia. La sua particolarità sta nel fatto che sorge su una profonda gola, El Tajo, che divide la città vecchia, in stile moresco, da quella nuova. Le 2 parti sono collegate dal Puente Nuevo, spettacolare ponte in pietra sotto il quale si apre un canyon profondissimo ad un'altezza vertiginosa.
La mattina passeggiate per Ronda ammirando La Ciudad. Partite da Puerta de Almocabar (porta araba risalente al XIII) e visitare il Palacio de Mondragon col sontuoso giardino.

Pranzate da Pedro Romero Ronda (€50,00).
Visitate poi Plaza de Toros, una delle più importanti arene spagnole (10:00-19:00, lunedì gratis dalle 8:00 alle 10:00; martedì e mercoledì gratis dalle 9:00 alle 10:00). Ammirate poi la città in tutta la sua bellezza dal Ronda Bridge View Point.
Nei dintorni, anche solo durante il tragitto, ammirate i Pueblos Blancos arroccati sulle rocce.

In serata, rientrati a Granada, cenate al Restaurante "El Deseo" (€20,00).

In sintesi:

Giorno 5: Escursione in Sierra Nevada

spagna andalusia sierra nevada 1 Escursione nella Sierra Nevada, a 35 km da Granada. Il miglior modo per esplorare questa zona è noleggiando un'auto (da €30,00) oppure con un'escursione giornaliera della durata di 9 ore (€38,00 a persona).

Godetevi un'intera giornata nella natura, in una delle zone paesaggistiche più belle. Partite la mattina e dopo mezzora arrivate alla prima tappa, nel paesino di Sierra Nevada, dove potete lasciare l'auto e immergervi nei suoi numerosi sentieri di trekking, di diverse difficoltà. Se visitate la zona in inverno, dovete sapere che questa è una famosa località sciistica e potrete passare tutto il giorno a sciare.

Per pranzo, dopo la camminata della mattina, fermatevi nel paese da La Visera (€15,00).
Riprendete la macchina e raggiungete Guadix, chiamata anche città delle cuevas e delle case-grotte, per via della sua particolare architettura. Qui passeggiate nel quartiere del Barrio de las Cuevas e visitate l'Alcazaba, la fortezza di origine araba dalla quale ammirare una bellissima vista su tutta la città.
Dopo la visita rientrate a Granada per la sera.

Concludete la giornata con una cena in un locale in centro, vi consigliamo Viacolon (€16,00).

In sintesi:

Giorno 6: Escursione a Frigiliana e Nerja

balcon de europa in nerja Foto di Tuxyso. Escursione a Frigiliana e Nerja, due villaggi che si trovano nella parte più orientale della provincia di Málaga. Raggiungibili in auto (100 km, 1 ora tramite A-44 e A-7) oppure con escursione organizzata (da €99,00). Bus solo fino a Nerya (2 ore e 15 min, €15,00).

Nerja riserva più che altro bellezze naturalistiche: le grotte di Nerja (9:30-18:00) e il Balcón d'Europa, uno dei luoghi più emblematici da dove ammirare il Mar Mediterraneo e le spettacolari spiagge e scogliere.

Per pranzo fermatevi alla Posada de Iberica (€18,00). Dirigetevi poi verso Frigiliana. Come già detto non ci sono trasporti pubblici; l'unica soluzione è utilizzare un taxi (6 km, 5 min, €7,00).
Frigiliana offre invece uno spaccato più culturale della regione.E' uno dei borghi più belli della Spagna. Le sue case bianche e la sua cultura del vino e del miele vi trasporteranno indietro nel tempo. Attraversate il quartiere vecchio e il quartiere mudéjar, da cui godere di impressionanti viste panoramiche sulla regione dell'assarquía.

Al rientro in serata a Granada, cenate alla Bodegas Castañeda (€17,00).

In sintesi:

Giorno 7: Escursione al Cahorros del Monachil + Cattedrale

cahorros de monachil granada Foto di Por los caminos de Málaga. A circa 10 km da Granada, c'è un posto davvero spettacolare, il Cahorros del Monachil (in auto tramite A-44 20 min oppure con bus 0183, 30 min, 19 fermate, €2,00). Consigliamo di raggiungerlo con un'escursione guidata.
Il percorso escursionistico a Los Cahorros è uno degli itinerari più popolari e affascinanti di tutta la zona. Un percorso che si snoda tra gole, paesaggi mozzafiato, cascate e ponti sospesi. Attrezzatevi di scarpe da trekking ed acqua.

Pranzo al Restaurante El Molino (€20,00).
Di ritorno a Granada, visitate la Catedral de la Encarnación, l'edificio che più rappresenta la riconquista cattolica di Granada, e la Capilla Real dove riposano i Re Cattolici (10:00-18:00, domenica e festivi 15:00-18:00).
Passeggiate infine in Piazza di Bib-Rambla, un tempo piazza dell'antica Medina e oggi piazza principale di Granada. Elementi distintivi la Fontana dei Gigantones e il mercatino di fiori.

Concludete la giornata e il viaggio con una cena alla Bodega Legado Andalusi (€25,00).

In sintesi:

Quanto costa una settimana a Granada

Tipologia viaggio Dormire Mangiare Trasporti Attrazioni Costo totale settimana Costo medio al giorno
Low cost €240,00 €210,00 €70,00 €75,00 €595,00 €85,00
Medio €420,00 €350,00 €100,00 €75,00 €945,00 €135,00
Lusso €900,00 €700,00 €150,00 €75,00 €1.825,00 €541,50

NB: I prezzi espressi nella tabella soprastante sono da intendersi "a persona".

Il sud della Spagna non è una regione particolarmente costosa. I voli per Granada non sono propriamente quelli che si definiscono low-cost, ma le spese si riequilibrano in quanto si trovano camere, molto semplici, già a partire da €30,00. Per chi non ha problemi a spendere qualcosa in più, la scelta non manca di certo.

L'Alhambra, attrazione principe di Granada, nonostante l'importanza, la fama e la bellezza, non costa molto, anzi (€14,00), e considerate che ci trascorrete più di mezza giornata! L'importante è prenotare giorno e orario di ingresso online con almeno un mese di anticipo (anche più se si tratta di alta stagione).
Molto conveniente la Granada card: €10,50 e permette un'unica entrata ai principali monumenti della città e l'uso dei bus urbani.

Per i pasti la soluzione più conveniente sono i menù del dià (€10,00/15,00 proposti solo a pranzo). Per la cena non mancano locali tipici, sui €20,00/25,00 e ristoranti di lusso (da €50,00). Come sempre, in Spagna, vale il discorso di ir a tapear (andare a tapas).

Prima di partire: consigli utili

  • Quando visitare Granada: clima mediterraneo con estati molto calde. Per visitare con agio la città sono perfette le mezze stagioni e anche l'inverno, più mite del nostro. Sconsigliati i mesi prettamente estivi davvero torridi - scopri di più
  • Come arrivare: L'aeroporto Federico García Lorca dista solo 15 km da Granada che è raggiungibile con il bus della società Autocares José González (€3,00, 45 min) oppure in taxi (€25,00/30,00)
  • Dove dormire: il centro storico è la scelta migliore per comodità, servizi e atmosfere; ad Albaicín molto autentico, ci sono meno offerte rispetto al centro ma con ottimi prezzi; Beiro è il quartiere universitario, economico ma occorre usare i mezzi
  • Come muoversi: muoversi a piedi è il modo migliore; molto efficienti i bus in servizio dalle 6:30 alle 23:00 (24:00 nel fine settimana), ticket singolo €1,10 - scopri di più