Caltanissetta: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

Cosa vedere a Caltanissetta e dintorni: itinerari di un week-end e di un giorno. Scopri 10 cose da visitare, i migliori ristoranti e cosa fare la sera. Info e consigli utili su Caltanissetta

Caltanissetta è una città dell'entroterra siciliano, una chicca poco valorizzata ma che in realtà custodisce una lunga storia. Potrete scoprirne il valore attraverso le sue Chiese, il suo castello e i suoi musei e siamo certi che ne rimarrete affascinati! Di seguito troverete tante informazioni utili e consigli per visitare Caltanissetta in una sola giornata o in un intero weekend per sapere cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera!
VEDI ANCHE: i borghi più belli della Sicilia i posti più belli da visitare in Sicilia

10 cose da vedere a Caltanissetta in un Weekend

1 - Chiesa di Santa Maria La Nova

cattedrale caltanissettaLa Chiesa di Santa Maria La Nova è la cattedrale di Caltanissetta, una struttura risalente alla metà del '500 che negli anni ha subito i bombardamenti della guerra e di conseguenza varie restaurazioni. Si trova in Piazza Garibaldi, la piazza principale della città, insieme ad altri siti di interesse, riconoscibile dalla sua semplice facciata esterna composta da tre portali d'accesso e dai campanili laterali. Il suo interno invece lascia affascinati grazie alle numerose opere d'arte e affreschi presenti tra i quali risalta principalmente quello sul soffitto. Opere di grande importanza sono senza dubbio il crocifisso seicentesco, il grande quadro della Madonna del Carmelo e la statua di San Michele.

  • Come arrivare: si trova in pieno centro storico e si può raggiungere tranquillamente a piedi in pochi minuti - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre aperta
  • Costo biglietto: gratis

2 - Chiesa di Sant'Agata al Collegio e Corso Umberto I

chiesa di sant agata al collegioAnche se non si tratta della Chiesa principale di Caltanissetta, la Chiesa di Sant'Agata al Collegio è considerata la più bella e artistica della città. Si trova nel centralissimo Corso Umberto e risale al '600, quando il Principe Francesco e sua madre Luisa Moncada invitarono a Caltanissetta l'ordine dei gesuiti per il quale fecero edificare questa bellissima struttura dalla facciata rossa e dagli interni sfarzosi e artistici, già al tempo dedicata a Sant'Agata ma adibita sin da subito a colleggio oltre che a Chiesa. L'ampio cortile che ospitava il colleggio è oggi invece la sede della biblioteca comunale e dell'istituto superiore di studi musicali.

  • Come arrivare: è situata nel centro storico, a pochi metri dalla precedente Chiesa dalla quale si raggiunge in appena 3 minuti a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre aperta
  • Costo biglietto: gratis

3 - Museo Tripisciano

Il Museo Tripisciano è una mostra permanente delle opere dello scultore siciliano Michele Tripisciano, nato e vissuto proprio a Caltanissetta. Il museo è stato allestito dalla Pro Loco nello storico Palazzo Moncada del XVII secolo. Al suo interno si trovano quattro sale, ognuna della quale ospita sculture e bozze. Nella Sala del Belli si trovano i bozzetti per la statua in marmo del Belli a Roma, nella Sala dell'Angelo è esposto un grande gesso dell'Angelo con la croce e altre opere religiose minori, nella Sala dell'Orfeo c'è il marmo dell'Orfeo innalzata su un piedistallo e infine nella Sala degli Oratori sono presenti imponenti gessi di Paolo e Ortensio le cui statue in marmo si trovano a Roma nel Palazzo della Giustizia.

  • Come arrivare: si trova nel cuore del centro storico, molto vicino alle altre attrattive e raggiungibile in pochi minuti a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: aperto da martedì a sabato dalle 9:30 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00
  • Costo biglietto: gratis

4 - Castello di Pietrarossa

castello pietrarossa caltanissettaIl Castello di Pietrarossa è considerato il simbolo di Caltanissetta, in quanto si tratta dell'edificio più antico della città, risalente infatti al lontano Medioevo. Il castello si trova nei pressi dell'antico quartiere arabo e la visuale che offre dall'alto è spettacolare in quanto include la città, l'intera vallata e il fiume Salso. Questa struttura subì nel corso degli anni vari avvenimenti, ma il suo ruolo più importante fu sicuramente quello di sede dei tre Parlamenti Generali di Sicilia. Infine il castello passò alla famiglia Moncada e da quel momento ebbe inizio il suo periodo di decadenza poiché adibito a sole funzioni militari, fino ad essere ritenuto inadatto come residenza nobiliare.

  • Come arrivare: si trova al di fuori del centro storico, ma comunque molto vicino, raggiungibile infatti in soli 10 minuti di cammino - Ottieni indicazioni
  • Orari: aperto dal martedì al venerdì dalle 13:00 alle 15:00
  • Costo biglietto: gratis

5 - Museo Mineralogico

Il Museo Mineralogico di Caltanissetta espone un'ampia collezione di minerali e fossili dalle forme e dai colori straordinari e stravaganti. Questo è sicuramente il motivo principale per cui tale sito merita una visita nonostante la sua posizione al di fuori del cuore di Caltanissetta. Il museo infatti si trova nei pressi della scuola mineraria fondata dall'ingegnere Sebastiano Mottura, alla quale apparteneva nei suoi primi anni di vita, mentre attualmente è gestito dalla Regione Sicilia.

  • Come arrivare: non fa parte della zona centrale di Caltanissetta bensì della periferia, ma si può raggiungere in 25 minuti a piedi oppure 10 minuti in auto - Ottieni indicazioni
  • Orari: dal lunedì al sabato dalle 09.00 alle 13.00
  • Costo biglietto: gratis

6 - Monumento al Redentore

monumento al redentore caltanissettaIl Monumento al Redentore è una grossa statua di bronzo sorretta da un bassamento di pietra interamente costruito con pietre calcaree grigie provenienti da una cava nelle vicinanze. Si trova sulla vetta del Monte San Giuliano, a 727 metri d'altezza, e da quì si estende la visuale su tutta la città. La statua venne costruita nel 1900 per rappresentare il Cristo Redentore ispirato al gruppo marmoreo presente sulla facciata della Basilica di San Giovanni in Laterano, a Roma, ma il monumento rivolge le spalle a Caltanissetta, un particolare che negli anni ha dato vita a leggende e credenze popolari. Tutto intorno c'è il belvedere su tutta la città.

  • Come arrivare: si trova a 10 minuti d'auto dalla zona centrale di Caltanissetta - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre aperto
  • Costo biglietto: gratis

7 - Badia di Santo Spirito

L'Abbazia di Santo Spirito è stata la prima Chiesa costruita a Caltanissetta. Le sue origini sono normanne anche se la data esatta della sua edificazione è ancora sconosciuta. Tuttavia si è riusciti a risalire alla data di consacrazione grazie ad una lapide commemorativa trovata al sul pilastro sinistro, che riporta la data 1153. La Chiesa nel suo complesso ha una architettura molto semplice, costituita per la maggiorparte da pietre con al suo interno un'unica navata che termina con un'imponente croce. Un'opera molto interessante è l'affresco che raffigura Sant'Agostino.

  • Come arrivare: nella zona periferica di Caltanissetta ma raggiungibile in soli 5 minuti d'auto da qualsisi altro punto della città - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre aperta
  • Costo biglietto: gratis

8 - Cimitero dei Carusi

Il Cimitero dei Carusi è una sorta di monumento commemorativo per la morte di 19 ragazzi, carusi in siciliano, vittime di un incidente sul lavoro nella solfara Gessolungo. Questa miniera di zolfo è stata una delle maggiori solfare della zona, apparteneva al barone Calafato e venne chiusa dopo questo tragico incidente del 1881. Essa si trovava propriò lì dove oggi è stato edificato il cimitero, luogo visitabile da gruppi di scolaresche o semplici famiglie, per ricordare una delle tragedie più grandi nell'ambiente minerario.

  • Come arrivare: è dislocato da Caltanissetta ma è comodamente raggiungibile in 10 minuti di macchina da qualsiasi punto della città - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre aperto
  • Costo biglietto: gratis

9 - Museo Archeologico Regionale

Il Museo Archeologico Regionale espone una collezione di 5000 reperti archeologici, soprattutto in bronzo e ceramica, tutti provenienti da insediamenti e siti archeologici della zona. Alcuni pezzi della collezione risalgono addirittura alla preistoria fino ad arrivare ai giorni dell'età antica. La maggiorparte dei ritrovamenti provengono dal Castello di Pietrarossa e furono portati alla luce solamente negli anni '50. Il museo è ricco di statuette di divinità maschili e femminili, vasi, anfore, gioielli e utensili di vario genere.

  • Come arrivare: si trova al di fuori del centro storico dal quale dista 30 minuti a piedi e 10 in auto - Ottieni indicazioni
  • Orari: aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 19:00
  • Costo biglietto: intero €4,00 - ridotto €2,00

10 - Riserva Naturale Orientata Monte Capodarso e Valle dell'Imera Meridionale

riserva naturale orientata monte capodarsoLa Riserva Naturale Orientale Monte Capodarso e Valle dell'Imera Meridionale è una delle maggiori aree protette dell'intera Sicilia, istituita nel 1999 ed inserita nell'elenco dei siti di importanza comunitaria. Il suo territorio include un ambiente fluviale, le gole di Capodarso, la Grotta delle Meraviglie, un'antica scala scavata nella roccia e i resti di un centro indigeno. Al suo interno non esiste copertura boschiva ma aree a vegetazione steppiche, luogo di migrazione primaverile di alcuni uccelli come l'airone cinerino, il codone, la garzetta, il falco di palude e la gallinella d'acqua. Nella riserva si trovano anche diversi mammiferi tra cui gatti selvatici, istrici, ricci, donnole, volpi e conigli.

  • Come arrivare: si trova al di fuori della città e si raggiunge in 15 minuti d'auto - Ottieni indicazioni
  • Orari: aperta dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 19:00
  • Costo biglietto: €5,00

Cosa vedere a Caltanissetta in un giorno: itinerario consigliato

Se la vostra visita a Caltanissetta si riduce ad una sola giornata, allora vogliamo proporvi un itinerario formulato tenendo in considerazione orari e posizione delle varie attrattive anche se il vostro giro potrà risultare un po' "movimentato" in quanto dovrete spesso spostarvi in macchina. Purtroppo a causa del breve tempo a disposizione, degli orari di apertura ridotti di alcuni siti e della distanza dal centro storico e fra di loro, bisognerà rinunciare ad alcune cose tra quelle sopra elencate, ad esempio noi abbiamo escluso il Cimitero dei Carusi, la Riserva Naturale Orientata Monte Capodarso e Valle dell'Imera Meridionale e il Museo Archeologico Regionale.

  • Mattina: iniziate il vostro giro turistico dal Museo Mineralogico, fuori dal centro storico ma aperto solo la mattina, prima però concedetevi una colazione da Vancheri Store 93100 nelle immediate vicinanze. Terminata la visita del museo spostatevi in auto nei dintorni del centro storico e visitate velocemente la Chiesa di Sant'Agata al Colleggio e la Cattedrale Santa Maria La Nova per poi concentrarvi sul Museo Tripisciano. Usciti dal museo sarà già ora di pranzo e da lì a pochi passi trovate il Ristorante 900.
  • Pomeriggio: dopo pranzo raggiungete in 5 minuti a piedi il Castello di Pietrarossa facendo attenzione a non arrivare troppo tardi in quanto rimane aperto soltanto due ore, poi terminata la visita del castello spostatevi in macchina verso l'Abbazia Santo Spirito e subito dopo montate dinuovo sull'auto e dirigetevi al Monumento del Redentore. Finito tutto il giro rilassatevi con una buona cena nel vicino ristorante La Luna Nel Pozzo.

Itinerario di un giorno in sintesi

Mostra Mappa

  1. Colazione presso Vancheri Store 93100 - Ottieni indicazioni
  2. Museo Mineralogico - orari: dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 13:00 - costo biglietto: gratis
  3. Chiesa di Sant'Agata al Collegio - orari: sempre aperta - costo biglietto: gratis
  4. Cattedrale Santa Maria La Nova - orari: sempre aperta - costo biglietto: gratis
  5. Museo Tripisciano - orari: da martedì a sabato dalle 9:30 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00 - costo biglietto: gratis
  6. Pranzo presso Ristorante 900 - Ottieni indicazioni
  7. Castello di Pietrarossa - orari: dal martedì al venerdì dalle 13:00 alle 15:00 - costo biglietto: gratis
  8. Abbazia Santo Spirito - orari: sempre aperta - costo biglietto:gratis
  9. Monumento al Redentore - orari: sempre aperto - costo biglietto: gratis
  10. Cena presso La Luna Nel Pozzo - Ottieni indicazioni

Dove mangiare a Caltanissetta: i migliori ristoranti

  1. Ristorante 900 cucina a base di carne e pesce fresco con ricette tipiche della tradizione siciliana, propone anche pizza e una notevole scelta di vini locali
    Prezzo medio a persona: €30,00
    Indirizzo e contatti: via Medaglie D'Oro, 1 Ottieni indicazioni / tel: 093422734
  2. Aroma di Sicilia pizza e cucina siciliana a base di carne con piatti di pasta fatta in casa ed ingredienti di qualità
    Prezzo medio a persona: €18,00
    Indirizzo e contatti: via John F. Kennedy, 21 Ottieni indicazioni / tel: 09341901699
  3. La Luna Nel Pozzo pizzeria con cottura in forno a legna che propone le caratteristiche pizze ovali e le lunette, tutto condito con ingredienti a km 0
    Prezzo medio a persona: €15,00
    Indirizzo e contatti: via Monte San Giuliano Ottieni indicazioni / tel: 0934 565710

Cosa fare la sera: le zone della movida e i migliori locali di Caltanissetta

Per gli amanti del movida, Caltanissetta non offre molte alternative. I locali serali/notturni presenti in città sono per lo più lounge bar e pub nei quali poter mangiare e sorseggiare un ottimo cocktail o una birra diversa dal solito in compagnia di musica live o dj set. Ma non scoraggiatevi, perché una discoteca è comunque presente! Si trova fuori città, a soli 10 minuti d'auto, ed è un grande spazio del divertimento notturno per ballare e scatenarsi fino all'alba.

I migliori pub, locali e discoteche

Organizza il tuo soggiorno a Caltanissetta: info e consigli utili

  • Come arrivare: si può raggiungere Caltanissetta in diversi modi. In auto tramite l'autostrada A19 e le Statali 114 e 115 che la collegano a Catania, Palermo, Siracusa e Agrigento. In treno con diverse partenze da Palermo, Gela, Agrigento ed Enna con un tempo di percorrenza tra i 55 minuti e le 2 ore e mezza, in base alla stazione di partenza. In autobus dalle principali città, quindi Palermo e Catania, impiegando un paio d'ore e infine con l'aereo arrivando negli aeroporti di Catania, Palermo e Trapani dai quali poi bisogna spostarsi con un transfer essendo distanti rispettivamente 110, 131 e 230 chilometri.
  • Come muoversi: il centro storico di Caltanissetta può essere visitato spostandosi a piedi ma, come abbiamo visto, alcune attrazioni si trovano al di fuori e abbastanza distanti, per cui sarebbe preferibile spostarsi con l'auto per velocizzare i tempi.
  • Dove parcheggiare: molto vicino al centro storico si trova il Parcheggio H24 (Ottieni indicazioni), a pagamento ma con prezzi economici, altrimenti in Viale Regina Margherita si trovano diversi posti auto gratuiti distanti 10 minuti a piedi dal centro (Ottieni indicazioni), infine c'è il Parcheggio Libero di Via Marchese Concetto, gratuito e nei pressi del Museo Mineralogico (Ottieni indicazioni).
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €35,00 a camera - guarda le offerte
  • Cosa vedere nei dintorni: anche i dintorini di Caltanissetta sono molto interessanti da visitare, ad esempio segnaliamo Enna a 40 minuti d'auto, il piccolo e caratteristico borgo Mazzarino a 45 minuti di macchina, e infine Riesi con le sue miniere di zolfo sempre a 45 minuti di distanza. Per i più piccoli, è disponibili l'Euro Park Roccela nei pressi di San Cataldo a 26 minuti in auto.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su