10 Cose da mangiare a Viterbo e dove

Acquacotta Soup CroppedFoto di Giorgio Minguzzi. Ci troviamo nel nord del Lazio, ad appena 50 chilometri dal confine con la Toscana. Viterbo, chiamata anche la Città dei Papi, è pronta ad incantarvi con la sua storia e la sua cultura: prima capoluogo di origine etrusca, poi sede papale. Tra le sue mura medievali racchiude monumenti dall'alto valore artistico e storico, collocandosi tra i più importanti centri della regione.

E non solo, la tradizione enogastronomica di questa zona, chiamata Tuscia, unisce i sapori della cucina romana e di quella toscana, dando vita a delle ricette autentiche e genuine. Da non perdere le buonissime zuppe e la pasta fresca, rigorosamente fatta a mano. Per non parlare delle famose frittelle, che in base al paese vengono chiamate in modo diverso, a Viterbo sono le fregnacce.

Siete pronti a partire per questo viaggio alla scoperta dei sapori della Tuscia? Ecco alle le 10 cose da mangiare a Viterbo e dove!

1 - Acquacotta

acquacotta zuppaFoto di Giorgio MinguzziE' il piatto più tradizionale della gastronomia della Tuscia, quindi assaggiarlo è d'obbligo! Si tratta di una zuppa, la quale è composta da quattro ingredienti fondamentali e che non devono mancare: pane raffermo, cicoria di campo, mentuccia e olio extra vergine d'oliva aggiunto a crudo, uovo o baccalà.

Si tratta di una ricetta antichissima, che a Viterbo e in tutta la Tuscia viene ancora preparata secondo la tradizione. L'acquacotta è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità UNESCO!

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €7,00
  • Ingredienti principali: pane raffermo, cicoria di campo, mentuccia, olio extra vergine d'oliva, uovo o baccalà

2 - Zuppa di castagne e ceci

castagneUna zuppa fatta con ceci e castagne, perfetta nelle giornate più fresche e durante il periodo autunnale. Questo è infatti il piatto tipico che viene servito durante tutte le sagre, ad esempio a quella della castagna. Una volta, inoltre, era il primo piatto tradizionale del pranzo della Vigilia di Natale. Molto spesso, la zuppa viene accompagnata con degli gnocchetti.

Le castagne utilizzate sono le famose castagne dei Monti Cimini, dove la sua coltivazione ha origini davvero molto antiche. Da sempre sono state un ingrediente fondamentale per i popoli che abitavano in questa zona, in quanto hanno un alto valore proteico. Al giorno d'oggi, la loro coltivazione è controllata e seguita da regole molto rigide.

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €7,00
  • Ingredienti principali: castagne dei Monti Cimini, ceci, rosmarino, olio extravergine d'oliva

3 - Lombrichelli alla vitorchianese

pasta spaghetti con sugo viterbeseNei primi, la pasta è rigorosamente fatta a mano. Gli ombrichielli sono una pasta fresca fatta con farina, un pizzico di sale e acqua, non ci sono le uova. Hanno la forma degli spaghetti, ma sono più grossolani. Questa è una tradizione antica, che veniva tramandata da madre in figlia. La pasta veniva, e viene tutt'ora, condita o con semplice sugo di pomodoro o con sughi carichi e gustosi, come il sugo al ragù o il sugo alla viterbese, con salsiccia e vino rosso.

  • Consigliato a: pranzo, cena, colazione, spuntino, sempre
  • Costo medio: €9,00
  • Ingredienti principali: acqua, farina, un pizzico di sale

4 - Fieno di Canepina

E' un tipo di pasta fatta a mano simile delle tagliatelle, ma tagliata molto più sottile. Per prepararla vengono utilizzati acqua, farina e uova e una volta scolata, viene fatta asciugare su dei canovacci di canapa. Viene generalmente condita con sughi come ragù di carne o di cinghiale, con sopra una generosa spolverata di pecorino.

Questa pasta è tipica della città di Canepina, da cui prende il nome, la quale si trova a soli 13 chilometri da Viterbo. La si trova facilmente in molti ristoranti e locali ed, insieme alla zuppa di castagne e ceci sopracitata, è uno dei piatti più amati e consumati durante le sagre locali.

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €9,00
  • Ingredienti principali: acqua, farina, uova

5 - Gnocchi col ferro

Sono un piatto tipico di Soriano nel Cimino, paese a 20 chilometri da Viterbo. Anche questa pietanza lo troverete servito in tutti i ristoranti e locali della zona, in quanto è una vera e proprio ricetta tradizionale della Tuscia. Ovviamente sempre rigorosamente fatti a mano, si utilizza solo acqua, farina e un pizzico di sale.

C'è una storia interessante dietro al loro nome: si chiamano gnocchi col ferro, in dialetto gnocchi fatti ch'i ferro, in quanto, per dargli la loro forma, durante la preparazione viene utilizzato un ferro da maglia. Una volta fatto l'impasto, si tagliano dei piccoli pezzetti di pasta e li si rigira sul ferro. Vengono accompagnati soprattutto con sugo di carne e funghi porcini.

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €9,00
  • Ingredienti principali: acqua, farina, un pizzico di sale

6 - Frittelle

Le frittelle sono tra i piatti tipici e più amati della Tuscia! In base al paese o alla zona cambiano nome e ingredienti, ma sono sempre e comunque squisite.

Se vi trovate a Viterbo in inverno e sotto Natale magari, vi consigliamo assolutamente di assaggiare le frittelle di broccoli e borragine, una ricetta tradizionale delle feste natalizie. La borraggine è una pianta spontanea tipica del periodo invernale e che cresce nei campi.

  • Consigliato a: sempre
  • Costo medio: €5,00
  • Ingredienti principali: farina, olio extravergine d'oliva, sale, borraggine, broccoli

7 - Pignattaccia

pignattaccia stufato di carneE' un piatto tradizionale proprio della città. Per preparare questo stufato si devono utilizzare dei tagli meno pregiati, e quindi anche meno costosi, del bovino e di diverse verdure.

Il nome deriva dalla tecnica di cottura: tutte le carni venivano infatti buttate dentro una pignatta, alternandoli a stradi di verdura, e la pentola veniva poi coperta con carta paglia e chiusa con un coperchio.
Si tratta di un piatto sostanzioso, della tradizione contadina, in quanto si poteva preparare a basso costo.

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €15,00
  • Ingredienti principali: tagli di seconda scelta di carne bovina, coda, trippa, verdure, pomodori rossi da sugo, vino bianco e vino rosso, olio extravergine d'oliva

8 - Luccio alla bolsenese

Per tutti i secondi di pesce della zona vengono utilizzati i pesci del lago di Vico e del lago di Bolsena e i più diffusi sono il luccio, il persico e il coregone.
Come si può capire già dal nome, questo piatto è tipico della zona del lago di Bolsena, ma diffuso in tutta la Tuscia e non farete difficoltà a trovarlo nei ristoranti di Viterbo.

Questo piatto non è difficile da preparare, potrete provare a farlo anche a casa, ma nonostante la sua semplicità e un tripudio di sapori. Il grande protagonista del piatto è il luccio. Per prepararlo, bisogna far rosolare i filetti in un tegame con olio, aglio e un po' di peperoncino, sfumare con vino bianco e infine aggiungere la passata di pomodoro e i capperi.

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €16,00
  • Ingredienti principali: luccio, passata di pomodoro, capperi, vino bianco, peperoncino, olio

9 - Fregnacce

frittelle simili alle crepesE ora è tempo di passare ai dolci tipici della Tuscia. Ce ne sono davvero tanti e tutti buonissimi, noi ci limiteremo a presentarvi i più famosi, a partire dalle fregnacce, le frittelle dolci tipiche di Viterbo! Preparate durante il carnevale e amate proprio da tutti, su di loro c'è anche un detto popolare: "Le fregnaccie so' bone calle o chiacce", ovvero che le fregnacce sono buone sia calde che fredde.

Sono simili alle crepes, sia per quanto riguarda la preparazione, sia per il loro aspetto finale. Una volta pronte, vengono farcite con diversi ripieni, i più comuni sono quello di ricotta mista, cannella in polvere e zucchero o con la marmellata di frutta. Vengono poi arrotolate, tagliate a metà e ricoperte di zucchero, pronte per essere mangiate!

  • Consigliato a: sempre
  • Costo medio: €3,00
  • Ingredienti principali: farina, latte, uova, zucchero a velo,

10 - Tozzetti

tozzetti dolciQuesti sono probabilmente il dolce più tradizionale di tutto il viterbese e della Tuscia. Originari di Soriano nel Cimino, gli ingredienti e la preparazione variano di poco in base al paese in cui vengono preparati.

Si tratta di dolci rustici e croccanti, dall'aspetto simile ai cantucci toscani, ma al posto delle mandorle vengono utilizzate le nocciole, esclusivamente dei Monti Cimini. Ricetta molto antica, sono tradizionali del Natale e vengono gustati con il vin santo. Ma li potrete trovare in ogni periodo dell'anno e sono perfetti a colazione per iniziare la giornata con il piede giusto.

  • Consigliato a: sempre
  • Costo medio: €5,00
  • Ingredienti principali: farina, nocciole dei Monti Cimini, zucchero, latte, uova

Dove mangiare a Viterbo: migliori ristoranti, locali tipici e street food

A Viterbo, il centro storico è ricco di locali di ogni genere e fascia di prezzo, da osterie che propongono piatti della tradizione a locali più internazionali, con anche hamburger e tagliate di carne alla brace, da locali in cui consumare un pranzo veloce a ristoranti dove gustarsi una cena a più portate. Ecco dove mangiare a Viterbo:

1 - L'Osteria del Vicolo

  • Descrizione: situato nel centro storico; locale rustico e accogliente con un camino dove viene preparata la carne a vista, propone piatti della tradizione viterbese
  • Specialità: lombrichelli alla romana e trippa alla viterbese
  • Prezzo medio: da €15,00 a persona
  • Indirizzo: via S. Vito, 10 - Ottieni indicazioni / tel: 0761 226893

2 - Antica Taverna

  • Descrizione: situato nel centro storico; locale con pietra a vista e un bellissimo camino; propone taglieri di salumi e formaggi locali e primi e secondi piatti della tradizione; tagli di carne stagionati e alla brace
  • Specialità: secondi di carne alla brace
  • Prezzo medio: da €20,00 a persona
  • Indirizzo: via Sant'Agostino, 12 - Ottieni indicazioni / tel: 0761 305502

3 - Hostaria Lo Spito

  • Descrizione: situato nel centro storico; locale accogliente, adatto sia a cene romantiche, in famiglia o a gruppi; propone piatti della tradizione e buonissime tagliate di carne
  • Specialità: tagliata di carne
  • Prezzo medio: da €20,00 a persona
  • Indirizzo: via S. Leonardo, 63 - Ottieni indicazioni / tel: 0761 227257

4 - Monastero BiPizza

  • Descrizione: situato nel centro storico; ideale se avete voglia di pizza, propone pizze XL e calzoni in un locale rustico e accogliente
  • Specialità: pizza doppia con doppio gusto
  • Prezzo medio: da €10,00 a persona
  • Indirizzo: via Fattungheri, 8 - Ottieni indicazioni / tel: 0761 324346

5 - Street food da Tony Crock

  • Descrizione: situato nel centro storico; definito come il mago dello street food, propone deliziosi panini farciti con ingredienti diversi dal solito e sempre di ottima qualità
  • Specialità: hamburger
  • Prezzo medio: da €10,00 a persona
  • Indirizzo: via Cardinal Pietro la Fontaine, 7 - Ottieni indicazioni / tel: 347 5007366

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)

Aggiornato a Settembre 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 191 viaggiatori.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Viterbo

Inserisci una domanda
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su