Visita al Palazzo Reale di Madrid: Come arrivare, prezzi e consigli

Cerchi consigli per visitare il Palazzo Reale di Madrid? Ecco info su come arrivare, prezzi, orari e una guida per un tour completo in poco tempo

Sorge sulle ceneri dell'Antiguo Alcázar il Palazzo Reale di Madrid, attrazione costruita interamente in pietra nel XVIII secolo seguendo il modello proposto dagli schizzi del Bernini per costruire il Louvre parigino.
Una struttura compatta caratterizza l'esterno dell'edificio, mentre gli interni sono una vera e propria miniera di meraviglie, dall'armeria alle splendide sale affrescate con opere del Tiepolo. Il Palazzo Reale è residenza ufficiale dei sovrani spagnoli i quali, tuttavia, la utilizzano solo nelle occasioni particolari (come cerimonie e ricevimenti formali), preferendo soggiornare nel Palazzo della Zarzuela.
VEDI ANCHE: 10 cose da vedere a Madrid

Come arrivare

Occorrono dai 5 ai 15 minuti circa per raggiungere il Palazzo Reale dal centro madrileno: l'edificio, infatti, dista dal nucleo urbano poco più di un chilometro.

  • A piedi: procedendo in direzione est su Calle de San Millán verso Plaza de Cascorro, si raggiunge il Palazzo in 13 minuti circa.
  • In bus: con i mezzi numero 3, 25, 39, 46, 75, 138, 148, C1 è possibile raggiungere l'edificio in circa 8 - 15 minuti in base alle condizioni del traffico.
  • In metro: la Linea 5 da La Latina permette di raggiungere in 14 minuti l'attrazione (ultima fermata: Opera). Altre linee della metro dirette a Palacio Real sono la Linea 5 e la Linea R (con ultima fermata ad Opera) e le Linee 2, 3 e 10 con ultima fermata a Plaza de España.
  • Indicazioni stradali: https://goo.gl/maps/zw9Qg5jzxXH2

Costi e orari

Il Palazzo Reale di Madrid è aperto quasi tutto l'anno, eccezion fatta per le giornate di Natale, Capodanno, Epifania e per la Giornata dei Lavoratori (1 maggio). Vi sono, inoltre, alcune giornate la cui apertura ad alcune aree del palazzo è posticipata, mentre il 24 dicembre e il 31 dicembre l'orario di chiusura è anticipato alle ore 15:00.

  • Orari: da ottobre a marzo ore 10:00 - 18:00; da aprile a settembre ore 10:00 - 20:00. La biglietteria chiude sempre un'ora prima dell'orario di chiusura.
  • Biglietto intero: la tariffa base d'ingresso è di € 10,00 (che diventano € 14,00 se si aggiunge la visita alle Cucine Reali).
  • Riduzioni: i ragazzi da 5 a 16 anni, gli over 65 e gli studenti sino a 25 anni pagano € 5,00 ( € 9,00 con la visita alle Cucine Reali).
  • Varie ed eventuali: i bambini al di sotto dei 5 anni entrano gratuitamente (e pagano € 4,00 in caso di visita alle Cucine Reali).

Tour, visite guidate e biglietti online

  • Salta la fila: tour guidato di 90 minuti del Palazzo Reale: da € 29,00 - Scopri l'offerta
  • Tour della città in autobus con ingresso al Palazzo Reale: da € 45,00 - Scopri l'offerta
  • Tour del Palazzo Reale e Parco del Retiro: da € 39,00 - Scopri l'offerta

Visitare il Palazzo Reale: Consigli utili

non e possibile scattare foto all interno del palacio realBisogna ricordare alcune piccole, ma importanti regole, per accedere senza problemi all'interno dello splendido Palazzo Reale.

  1. Alzati presto: è consigliabile giocare d'anticipo e raggiungere l'edificio almeno mezzora prima della sua apertura, per evitare noiose code all'ingresso.
  2. Acquista la city card: la iVenture Card permette di accedere all'attrazione saltando la fila, oltre a comprendere l'accesso a decine di musei e attrazioni, noleggio bici, scooter e altri servizi per il turista.
  3. Biglietto prioritario: è possibile acquistare anticipatamente il biglietto, sia per quanto riguarda ticket singoli che per le visite organizzate, scolastiche e non.
  4. Occhio alle restrizioni: non è possibile fotografare gli interni del Palazzo Reale. I controlli all'ingresso, inoltre, sono serratissimi.
  5. Tempo minimo: servono almeno 3 ore per visitare in maniera esaustiva il Palazzo Reale e le sue sontuose stanze.
  6. E' consigliabile acquistare un'audioguida in italiano (costo € 4,00).

Cenni storici, curiosità e info pratiche: cosa sapere sul Palazzo Reale in breve

i sontuosi interni del palacio realInterni sontuosi, esterno asciutto ma che manifesta ugualmente l'imponenza di un edificio degno di essere definito residenza monarchica. Il Palacio Real nasce dalle ceneri dell'Antiguo Alcazar, distrutto da un incendio nel giorno di Natale del 1734. I lavori per realizzarlo iniziarono 4 anni dopo e terminarono ufficialmente nel 1751. Trascorsero, tuttavia, altri 8 anni prima di ultimare decorazioni scultoree nei dintorni e all'esterno dell'edificio. I lavori del Palazzo, affidati al famoso architetto Filippo Juvarra, furono ultimati dal suo discepolo Giambattista Sacchetti alla morte di Juvarra, avvenuta nel 1736.
VEDI ANCHE: COSA VEDERE A MADRID IN UN GIORNO
La struttura fu realizzata unicamente in pietra, per evitare che un altro incendio potesse distruggerla. Il primo reale che abitò il fiabesco palazzo fu Carlo III, ricordato dagli Spagnoli come il "re sindaco", grazie alle numerose iniziative attuate per lo sviluppo di Madrid.
Il Palacio Real è oggi residenza "ufficiale e cerimoniale" dei Reali spagnoli e le sue stanze sono accessibili ai visitatori, che possono rimanere estasiati dall'arredamento, dagli arazzi e dagli affreschi che adornano ogni angolo dell'attrazione.
Tra le aree degne di nota all'interno del Palazzo Reale possiamo annoverare:

  • Plaza de l'Armeria e la Real Armeria, location consigliate agli amanti delle armi e delle armature. Degna di nota è anche la cerimonia del Cambio della Guardia, che si svolge ogni primo mercoledì del mese, a mezzogiorno;
  • Salon de Alabarderos, Salon de Columnas e Salón del Trono: ricche di affreschi, di mobili dorati (di derivazione partenopea) e di splendenti specchi. Degni di nota sono anche i Leoni dorati che difendono il trono reale nella omonima sala;
  • gli Appartamenti di re Carlo III, decorati dall'artista napoletano Mattia Gasparini. Un'anticamera con 4 opere di Goya ci condurranno in sale finemente decorate con maioliche, orologi preziosi e argenteria. Non mancano raffinati strumenti musicali, tra cui dei favolosi e quasi unici Stradivari e una chitarra con decorazioni in madreperla;
  • il Campo del Moro, enorme giardino al termine del quale si può visitare il Museo delle Carrozze;
  • la Cucina Reale, dalle dimensioni enormi e ricca di accessori, occupante un'intera ala del piano interrato.

Non hai ancora prenotato volo e hotel? Consulta le nostre offerte!


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su