conchiglie museo ittico

San Benedetto del Tronto: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

Cosa vedere a San Benedetto del Tronto e dintorni: itinerari di un week-end e di un giorno. Scopri 10 cose da visitare, i migliori ristoranti e cosa fare la sera. Info e consigli utili su San Benedetto del Tronto

tramonto sul mare marcheLungo la costa adriatica delle Marche, nella parte più meridionale, si trova il comune di San Benedetto del Tronto, importante porto peschereccio ma anche centro turistico parecchio frequentato della Riviera delle Palme. Nonostante si sappia poco riguardo alle origini della città, San Benedetto del Tronto è ricchissima di resti archeologici appartenenti a diverse epoche, oltre che di chiese, musei e architetture militari. Adatta sia a chi desidera immergersi nella storia del centro Italia, sia a chi sogna un weekend al mare fuori-porta, San Benedetto del Tronto ha molto da offrire: in questo articolo, vi spieghiamo cosa fare, dove mangiare e cosa fare la sera a San Benedetto del Tronto.
VEDI ANCHE: 10 Cose da Vedere nelle Marche Paesi e borghi più belli nelle Marche

10 + 1 cose da vedere a San Benedetto del Tronto in un Weekend

1 - Cattedrale di Santa Maria della Marina

san benedetto t madonna della marina 01 Fonte: wikimedia - Autore: Ermanon - Licenza: CC BY-SA 3.0 Eretta in onore della Madonna della Spiaggia, la Cattedrale di Santa Maria della Marina è il principale edificio religioso della città oltre ad essere stato il primo edificio costruito al di fuori del borgo antico. La chiesa fu benedetta e aperta al pubblico nel 1908, sebbene gli ultimi lavori terminarono solo negli anni '70 del '900, a causa dell'interruzione obbligatoria durante gli anni delle guerre mondiali. All'interno, la chiesa è suddivisa in tre navate (una centrale e due laterali) ed è dotata di un bell'organo a canne, situato nella navata di destra. Molto bella anche l'abside, affrascata da un frate francescano, un certo Ugolino da Belluno, nella quale vengono unite rappresentazioni della vita dei santi a quelle delle tradizioni marinare locali.

  • Come arrivare: dal comune cittadino ci si mettono all'incirca 16 minuti a piedi percorrendo la via Alcide de Gasperi. Dalla stazione dei treni invece ci si impiegano meno di 10 minuti, seguendo prima per via Gramsci e poi per via Pizzi - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni, dalle 6:30 alle 20:00
  • Costo biglietto: Gratis

2 - Chiesa di San Giuseppe & Mandracchio

Costruita a partire dal 1870, la Chiesa di San Giuseppe è l'altro edificio religioso che costituisce da sempre un importante punto di riferimento per la cittadina. La chiesa è ben riconoscibile per lo stile neoclassico che la contraddistingue, ma anche per l'imponente portale (con timpani e fregi in pietra) che si affaccia su piazza Matteotti, l'antica piazza d'Armi. L'edificio si trova a breve distanza dal Mandracchio, ovvero dalla piccola insenatura adibita all'ormeggio delle imbarcazioni degli abitanti della città: si tratta di un luogo molto pittoresco, in cui siamo certi riuscirete a realizzare qualche scatto interessante.

  • Come arrivare: si trova a pochi passi dalla Cattedrale e dal Mandracchio cittadino, in via Francesco Crispi. Dalla stazione ci si mettono circa 8 minuti, dal Comune invece circa 11 minuti proseguendo diritto per via de Gasperi - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni, dalle 8:00 alle 20:00
  • Costo biglietto: Gratis

3 - Lungomare e spiaggia

spiaggia di san benedetto del tronto Fonte: wikipedia - Autore: Luigi936 - Licenza: CC BY-SA 4.0 Non si può parlare di San Benedetto del Tronto senza citare anche il suo famosissimo Lungomare, simbolo indiscusso della città, oltre che cuore pulsante della San Benedetto turistica. Progettato e realizzato negli anni '30 sulla base del progetto dell'ingegnere Onorati, il Lungomare di San Benedetto del Tronto è considerato uno dei più belli di tutta Italia, con i suoi 6 km di lunghezza e la presenza di giardini lussureggianti, campi da tennis, panchine e zone relax lungo il suo corso. Sempre nei dintorni del Lungomare, inoltre, si possono ritrovare alcuni dei monumenti più famosi della città, tra cui la scultura di Ugo Nespolo: "Lavorare, lavorare, lavorare, preferisco il rumore del mare" (collocata all'inizio del Lungomare) oppure la Palazzina Azzurra, uno tra gli edifici storici più conosciuti e identificabili del tessuto urbano.

  • Come arrivare: si trova a circa 20 minuti di distanza sia dal comune che dalla stazione. Il Lungomare è perfettamente segnalato in ogni angolo della città - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

4 - Torrione dei Gualtieri

Denominato Mastio della Rocca, il Torrione dei Gualtieri è una torre di vedetta collocata nella parte alta del paese, dalla quale domina l'intero abitato. Realizzata nel XV secolo, probabilmente per volere della famiglia Gualtieri, allo scopo di tenere sotto controllo i continui conflitti tra Ascoli e Fermo, la torre è alta circa 20 metri e presenta una pianta esagonale leggermente schiacciata, composta interamente di laterizio. Inoltre, nella facciata rivolta verso il mare è stato collocato un grande orologio (forse più a scopo decorativo che altro), oltre a una bella merlatura che contraddistingue la parte superiore.

  • Come arrivare: dista circa 20 minuti dal comune cittadino, lungo via Alcide de Gasperi, oppure 10 minuti dalla stazione, lungo via Pizzi - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni, dalle 10:00 alle 12:30 (in orario estivo anche dalle 21:30 alle 24:00)
  • Costo biglietto: Gratis

5 - Monumento al Pescatore

monumento al pescatore sbt Fonte: wikimedia - Autore: Luigi936 - Licenza: CC BY-SA 4.0 Forse la scultura più nota e rappresentativa di tutta la città, il Monumento al Pescatore accoglie i turisti in visita a San Benedetto, ma anche gli abitanti del posto, da sempre dediti alla vita di mare. Realizzato dall'artista Cleto Capponi, questo monumento rappresenta un pescatore, per l'appunto, in una posa molto particolare: l'uomo infatti non sta ritirando le reti o guidando un'imbarcazione come ci si potrebbe aspettare; sta invece soffiando dentro a una tromba: questa pratica veniva utilizzata spesso in caso di nebbia imminente, per attirare l'attenzione dei marinai/pescatori del posto per avvisarli riguardo al pericolo.

  • Come arrivare: si trova nei pressi del Lungomare, in via delle Tamerici. Dal comune cittadino dista circa 15 minuti lungo via Trento, dalla stazione invece 10 minuti percorrendo viale dei Tigli - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

6 - Faro

sanbenedettodeltronto faro 2 Fonte: wikimedia - Autore: Peter Forster - Licenza: CC BY-SA 2.0 Tra la Rotonda Giorgini e la zona portuale, si trova un altro importantissimo monumento di San Benedetto del Tronto: il faro cittadino. Entrato in funzione ufficialmente nel 1957, questo faro di forma cilindrica è alto circa 31 metri e, grazie a una scala a chiocciola di 150 scalini, è possibile arrivare alla sua sommità, dalla quale ammirare uno splendido panorama sul mare e il tessuto urbano alle spalle. Nonostante oggi funzioni in modo automatico, in passato il faro era basato su un meccanismo di funzionamento di tipo manuale, in cui il movimento degli ingranaggi era reso possibile grazie a un peso motore quotidianamente ricaricato dal farista di turno.

  • Come arrivare: si trova in viale Marinai d'Italia, a pochissimi metri dal Monumento al Pescatore, a circa 17 minuti dal comune e una decina di minuti dalla stazione - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile, ma è necessaria la prenotazione in anticipo
  • Costo biglietto: Gratis

7 - Monumento al Gabbiano Jonathan

Oltre al Monumento al Pescatore, anche il Monumento al Gabbiano Jonathan è piuttosto conosciuto e amato dai turisti in visita alla città, oltre che rappresentare al meglio l'amore degli abitanti del posto per il mare: dedicata al celebre romanzo dello statunitense Richard Bach, Il gabbiano Jonathan Livingston, questa scultura di 10 metri racchiude in un cerchio azzurro la vita dei gabbiani e delle acque. Tuttavia, in molti ci vedono il sacrificio e la tenacia che caratterizzano la gente di mare, sempre pronta a combattere contro le difficoltà e i limiti della vita. (Piccola curiosità: la passeggiata del molo sud è stata rinominata The Jonathan's Way, in onore della scultura.)

  • Come arrivare: partendo dal comune è necessario seguire via Trento fino al Molo Sud per circa 25 minuti. Dalla stazione invece si arriva in 16 minuti camminando per via Fiscaletti - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

8 - Mercatino delle Palme

Non si tratta di un monumento vero e proprio, ma di un evento che richiama ogni anno (per circa 3-4 volte) turisti da ogni parte d'Italia: il Mercatino delle Palme è un mercatino dell'antiquariato piuttosto grazioso, amato sia dai collezionisti ma anche dai visitatori più curiosi. Vi si possono trovare i tesori più diversi: dal mobilio ai servizi da the, dai quadri alle lampade vintage, ecc. Se vi trovate a San Benedetto del Tronto sotto la Befana, ma anche a Pasqua e a Ferragosto, non potete assolutamente perdervi questo evento che solitamente si tiene nell'isola pedonale.

  • Come arrivare: si organizza nell'isola pedonale, a pochi passi dal Faro cittadino. Dal comune si arriva in 16 minuti lungo via de Gasperi, dalla stazione invece si arriva in 7 minuti lungo via Gramsci e via Fiscaletti - Ottieni indicazioni
  • Orari: le date cambiano di anno in anno (l'evento è ormai arrivato alla 26esima edizione): nel 2019 i giorni del Mercatino delle Palme sono 5-6 gennaio, 27-28 aprile, 28-1 luglio, 23-26 agosto.
  • Costo biglietto: Gratis

9 - Museo Ittico

Tra i musei di San Benedetto del Tronto, il Museo Ittico è forse il più interessante da visitare: al suo interno vi sono raccolti circa 6.000 pezzi tra fossili, subfossili e un ricchissimo erbario marino. Inoltre, il museo si avvale anche di svariati modellini e riproduzioni dei fondali per aiutare al meglio la comprensione del visitatore che si trova avvolto in un mondo affascinante e non del tutto conosciuto, alla scoperta della fauna ittica dei mari del nostro pianeta.

  • Come arrivare: si trova a pochi passi dal porto della città. Dal comune ci si arriva in 23 minuti seguendo prima via de Gasperi e poi via Colombo, dalla stazione invece ci si mettono 10 minuti - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i weekend (venerdì compreso), dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 18:30
  • Costo biglietto: intero €7,00 ridotto €5,00 (il biglietto è comprensivo di ingresso a tutto il Polo museale del mare: Museo Ittico - Museo delle Anfore - Pinacoteca del Mare)

10 - Spiagge

Il litorale costiero di San Benedetto del Tronto è caratterizzato da spiagge di sabbia bianca abbastanza fine e da un mare cristallino con fondali bassi, perfetti per la balneazione. Se visitate San Benedetto durante una bella giornata di sole, sarebbe un vero peccato non dedicare un po' di tempo anche al relax in una delle spiagge vicine: tra quelle che vi consigliamo, ci sono sicuramente la Spiaggia libera cittadina, a pochi chilometri dal centro, oppure anche le vicine Spiaggia di Martinsicuro, la Spiaggia Il Gabbiano, ecc. Avrete solo l'imbarazzo della scelta!

  • Come arrivare: prendere la macchina e dirigetevi verso il mare, lungo il litorale si trovano numerosissime spiagge libere e non, adatte un po' a tutti i gusti... fermatevi a quella che vi ispira di più e godetevi il vostro meritato riposo. Qui di seguito, vi inseriamo le indicazioni per la bellissima Spiaggia di Martinsicuro - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

11 - Riserva della Sentina

sentina in bici Fonte: wikipedia - Autore: Lucio De Marcellis - Licenza: CC BY-SA 3.0 A nord della foce del fiume Tronto, si trova un'area naturale di circa 200 ettari caratterizzata da grande bellezza: stiamo parlando della Riserva della Sentina che, con pochissimi edifici rurali, la vicinanza alla spiaggia e la presenza di una zona paludosa, è l'habitat perfetto per diverse specie di uccelli acquatici, alcune delle quali a rischio di estinzione. Se avete voglia di staccare un po' dalla vita da spiaggia o se semplicemente amate perdervi nel verde, la Riserva della Sentina è il luogo che fa per voi, popolarissima anche tra gli appassionati di bird watching.

  • Come arrivare: è necessario prendere la macchina e seguire la SS16 e la Strada Statale 16var in direzione di via del Cacciatore. Si arriva a destinazione in un quarto d'ora - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

Cosa vedere a San Benedetto del Tronto in un giorno: itinerario consigliato

gabbiano jonathan livingstoneSan Benedetto del Tronto è una cittadina piacevole da visitare a piedi, esplorando i labirintici vicoletti del centro storico, ma anche passeggiando per il famosissimo Lungomare oppure dedicando qualche oretta a un po' di relax al mare... Insomma, a San Benedetto le attività da fare non mancano di certo: ecco perché vi abbiamo preparato un itinerario da realizzare in un solo giorno, alla scoperta dei principali punti di interesse cittadini.

Mattina: Il nostro itinerario per San Benedetto del Tronto parte dalla zona della città alta e, in particolare, dal Torrione dei Gualtieri che domina incontrastata il panorama. Prima di iniziare il nostro percorso, tuttavia, ci fermiamo a fare colazione presso il buonissimo Caffè dei Poeti, una vera e propria istituzione della cittadina. Dopo una veloce visita alla torre, iniziamo a scendere verso la parte bassa della città, facendo prima una sosta presso la Cattedrale cittadina e poi verso il Faro, un tempo punto di riferimento importantissimo per i marinai di tutta la costa. Da qui, vi consigliamo di puntare verso il porto dove potrete imbattervi in diverse installazioni interessanti, tra cui il Monumento al Gabbiano Jonathan, il Monumento al Pescatore e la scultura intitolata Lavorare, lavorare, lavorare preferisco il rumore del mare di Ugo Nespolo. Se vi avanza del tempo prima di pranzo, non dimenticatevi di visitare il Museo Ittico locale, ricco di pezzi interessanti.

Pomeriggio: Poco distante dal Museo, si trova uno dei migliori ristoranti di pesce della città: stiamo parlando del ristorante La Stiva, specializzato in cucina mediterranea. Dopo pranzo, potreste pensare di fare una bella (sebbene impegnativa) passeggiata sul Lungomare cittadino oppure prendere la macchina e dirigervi alla Spiaggia di Martinsicuro per trascorrere un pomeriggio di dolce far niente. In alternativa, se siete tipi più avventurosi, dirigetevi alla Riserva della Sentina per circondarvi di verde e animali in libertà.

Sera: al vostro rientro, tornate nei pressi della bella Cattedrale e fermatevi a mangiare qualcosa di genuino presso l'Osteria Dadomé, accogliente e ispirata alla tradizione.

Itinerario di un giorno in sintesi

Mostra Mappa

  • Colazione presso Caffè dei Poeti - Ottieni indicazioni
  • Torrione dei Gualtieri - orari: tutti i giorni, dalle 10.00 alle 12.30 (in orario estivo anche dalle 21.30 alle 24) - costo biglietto: gratis
  • Cattedrale cittadina - orari: tutti i giorni, dalle 6.30 alle 20.00 - costo biglietto: gratis
  • Faro - orari: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  • Monumento al Gabbiano Jonathan, Monumento al Pescatore, Scultura Lavorare, lavorare, lavorare preferisco il rumore del mare - orari: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  • Museo Ittico - orari: tutti i weekend (venerdì compreso), dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.30 - costo biglietto: intero €7,00 ridotto €5,00
  • Pranzo presso La Stiva - Ottieni indicazioni
  • Lungomare - orari: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  • Pomeriggio in spiaggia (ad esempio, Spiaggia di Martinsicuro) - orari: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  • oppure Riserva della Sentina - orari: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  • Cena presso Osteria Dadomé - Ottieni indicazioni

Dove mangiare a San Benedetto del Tronto: i migliori ristoranti

  • Degusteria del Gigante: elegante ristorante del centro storico con menù tipicamente mediterraneo
    Prezzo medio a persona: €40,00/50,00
    Indirizzo e contatti: via degli Anelli, 19 (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 0735588644
  • Osteria Dadomé: osteria tradizionale con personale accogliente e piatti tipici della regione
    Prezzo medio a persona: €25,00
    Indirizzo e contatti: piazza Nardone, 9 (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 0735 588383
  • La vecchia campana: ristorante specializzato in piatti a base di pesce freschissimo con ottimo rapporto qualità-prezzo
    Prezzo medio a persona: €30,00
    Indirizzo e contatti: via dei Neroni, 26 (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 0735480640
  • La Stiva: ristorante specializzato in piatti di pesce situato nelle vicinanze del porto cittadino
    Prezzo medio a persona: €30,00
    Indirizzo e contatti: via Dandolo, 15 (Ottieni indicazioni) / tel: (+39) 3288606491

Cosa fare la sera: le zone della movida e i migliori locali di San Benedetto del Tronto

San Benedetto del Tronto è una cittadina piuttosto attiva e vivace, sia di giorno che dopo il tramonto del sole, quando la vita dalla spiaggia si sposta verso i vari pub e locali cittadini. La proposta serale qui è molto varia, tanto che la cittadina è adatta sia a un weekend in famiglia che a uno tra amici: si spazia dalle enoteche più chic, ai pub tradizionali fino alle discoteche (molte delle quali nei pressi del lungomare) in cui potersi scatenare per tutta la notte. Le principali zone della movida notturna di San Benedetto del Tronto si concentrano nell'area circostante il centro storico (ad esempio, il viale Secondo Moretti è uno dei viali storici della città in cui si susseguono molteplici locali) oppure vicino al Lungomare cittadino.

I migliori pub, locali e discoteche

  • Bollicina Enoteca: wine bar elegante e al tempo stesso informale, adatta sia a un aperitivo veloce che a una cena vera e propria
    Indirizzo: via Monfalcone, 13 (Ottieni indicazioni) / Pagina facebook
  • Old Spirit Authentic Football Pub: pub con vasta scelta di birre artigianali e piatti semplici ma gustosi
    Indirizzo: via San Martino, 48 (Ottieni indicazioni) / Pagina facebook
  • Florentia World: discopub cult del luogo, adatto a chi vuole sperimentare cocktail particolari e per chi ama ballare fino a notte fonda
    Indirizzo: via Giuseppe Fioravanti, 3 (Ottieni indicazioni) / Pagina facebook

Organizza il tuo soggiorno a San Benedetto del Tronto: info e consigli utili

conchiglie museo ittico

  • Come arrivare: in auto è facilmente raggiungibile da tutte le principali città italiane, Pescara (80 km), Ascoli Piceno (39 km), L'Aquila (115 km), Ancona (86 km), Perugia (177 km), Assisi (160 km), Roma (224 km), Viterbo (250 km), Firenze (325 km), Arezzo (268 km), Grosseto (347 km), San Marino (195 km). Anche in treno, raggiungrlo è semplice dato che è dotata di una propria stazione che permette collegamenti da alcune delle principali città italiane (in alternativa, un'altra stazione vicina è quella di Porto d'Ascoli, distante soli 4 km). Gli aeroporti più vicini a San Benedetto del Tronto sono quelli di Pescara (76 km) e di Ancona (90 km), da cui poi è possibile raggiungere la città attraverso un treno.
  • Come muoversi: la città è perfettamente a misura di pedone e quindi visitabile a piedi con facilità.
  • Dove parcheggiare: se avete la possibilità di lasciare l'auto al parcheggio dell'hotel presso il quale soggiornate, fatelo in modo da poter essere più liberi durante i vostri spostamenti per la città. Se invece questo non vi è possibile, vi consigliamo di lasciare l'auto nel Parcheggio della Stazione in via Antonio Gramsci (Ottieni indicazioni), oppure al Parcheggio San Benedetto di via Silvio Pellico (Ottieni indicazioni), in entrambi i casi, la tariffa oraria è di €1,00 all'ora. I parcheggi sul Lungomare, invece, sono molto più salati, per cui vi consigliamo di evitarli.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €30,00 a camera - guarda le offerte
  • Cosa vedere nei dintorni: Pescara (80 km), Ascoli Piceno (39 km), L'Aquila (115 km), Chieti (90 km), Vasto (150 km), Teramo (57 km), Macerata (69 km), Ancona (86 km), Perugia (177 km), Gubbio (200 km), Assisi (160 km), Spoleto (166 km), San Marino (195 km), Parco Nazionale dei Monti Sibillini (127 km), Parco Nazionale del Gran Sasso (52 km)

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo Ŕ benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo
Forse ti pu˛ interessare anche...

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Torna su