Basilica Di Loreto Ancona

Paesi e borghi più belli nelle Marche

Aggiornato a Luglio 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 150 viaggiatori.

Basilica Di Loreto AnconaLa regione Marche è spesso sottovalutata ma il suo territorio, caratterizzato dalla presenza dei monti e del mare, offre delle bellezze indescrivibili tra cui alcuni tra i premiati borghi più belli d'Italia.

NB: La seguente lista è frutto di un sondaggio che ha coinvolto attivamente i membri della Community. Oltre 10.000 utenti sono stati chiamati ad esprimere 20 preferenze, scegliendo fra le proposte della redazione.

1- Gradara, Pesaro e Urbino

castello di gradara province of pesaro and urbino marche italyFoto di gianni del bufalo. Situato nell'entroterra della riviera marchigiano-romagnola, a poca distanza dal mare ma con vista sulle colline, il borgo di Gradara è conosciuto per la rocca Malatestiana: dove si dice trovarono la morte i famosi Paolo e Francesca, gli amanti citati all'interno della Divina Commedia di Dante. Questa, insieme al borgo fortificato e alle cinta murarie, sono state restaurate all'inzio del XX secolo, e rappresentano, uno degli esempi di architettura medievale più caratteristici.

  • Periodo ideale per una visita: da maggio a settembre per il clima; in inverno la neve dona un fascino particolare alla sua rocca; a maggio il borgo si riempie di fiori; a San Valentino è meta ideale
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Rocca Malatestiana; i camminamenti di Ronda; museo storico di Gradare; la passeggiata degli innamorati; il Giardino degli Ulivi. La città di Pesaro dista 18 minuti
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €60,00 a camera - guarda le offerte

2 - Monteccassiano, Macerata

montecassiano palazzo del podestaFoto di Francesco Annibali. Di derivazione romana, il borgo di Monteccassiano, durante il Medioevo, prese parte allo scontro tra recanatesi e ghibellini, parteggiando per questi ultimi: scelta alla base di molti conflitti con i comuni circostanti. Racchiuso ancora tra alte mura medievali, e adagiato tra le colline del maceratese, Montecassiano rientra non solo tra i Borghi più belli d'Italia, ma vanta anche la Bandiera Arancione: marchio di qualità turistico-ambientale conferito dal Touring Club Italiano.

  • Periodo ideale per una visita: da maggio a settembre per il clima; primo weekend di giugno per lo Svincolando festival, a luglio durante il palio dei terzieri, famosa rivisitazione storica
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: cinta murarie e porte storiche; piazza Unità d'Italia; Palazzo dei Priori; centro storico; altare di Della Robbia nella Collegiata di S.Maria Assunta. La città di Macerata dista 17 minuti
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €60,00 a camera - guarda le offerte

3 - Offagna, Ancona

offagna roccaFoto di Alessandro Vecchi. Nel borgo di Offagna il tempo sembra essersi fermato al Medioevo. Nato come luogo di protezione e difesa, il borgo è sovrastato dalla Rocca, costruita dagli stessi anconetani al fine di difendere il loro dominio sui diversi territori circostanti. Oggi la Rocca ospita la mostra d'armi permanente "Cacciatori e Guerrieri dalla pietra all'acciaio". Nonostante i pochi rilievi storici, la perfetta conservazione e l'architettura dei palazzi nobiliari ne attestano una rilevante importanza che, ha fatto si che Offagna entrasse tra i borghi più belli d'Italia, e fosse insignita da maggio 2013 della bandiera arancione.

  • Periodo ideale per una visita: primavera ed estate per il clima; luglio per le feste Medievali
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Rocca di Offagna; Castello; museo della liberazione; villa Montegallo; il museo di scienze naturali. La città di Ancona dista solo 15 km
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €54,00 a camera - guarda le offerte

4 - Offida, Ascoli Piceno

offida12Foto di iessi. Racchiuso tra le mura del castello, posto su una roccia tra le valli del Tesino e Tronto, Offida fa parte della lista dei borghi più belli d'Italia. Noto per l'arte del merletto al tombolo, all'interno del piazzale panoramico, porta d'ingresso della parte antica, sono visibili i resti della Rocca quattrocentesca, e il Monumento alle Merlettaie. La lavorazione del merletto è stata ed è ancora un'attività così diffusa ed importante, da dedicarvi un museo. Inoltre, non è raro, passeggiando per il centro poter ammirare le signore al lavoro, munite di piccoli fuselli di legno.

  • Periodo ideale per una visita: primavera ed estate per il clima; dal 17 gennaio al giorno delle Ceneri, in occasione del Carnevale; a settembre per l'Offida Opera Festival e Di Vino in Vino
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: chiesa di Santa maria della Rocca; Santuario di Sant'Agostino; Chiesa della Madonna del Suffragio; monastero di San Marco; Palazzo Comunale; Teatro Serpente Aureo. In sette minuti d'auto è possibile raggiungere il vicino Borgo Miriam
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €40,00 a camera - guarda le offerte

5 - Treia, Macerata

piazza del comune di treia con busto di pio viIl borgo di Treia, deve il suo nome a quello della dea Trea-Jana, divinità di origine greco-sicula che qui era venerata. Situato sulla cima di un colle, cinto da imponenti mura medievali, e immerso in un paesaggio naturale veramente suggestivo. Fondata dai Picenei, l'antica Treia sorgeva nella zona del Santuario del Santissimo Crocifisso, dove, è oggi visibile all'interno di un campo la forma di un anfiteatro mentre, passeggiando per il paese, è possibile trovare frammenti di epoca romana, oltre a quelli inseriti all'interno dei muri del convento.

  • Periodo ideale per una visita: primavera ed estate per il clima; dal 30 agosto al 2 settembre per la festa in onore di Sant Antonio da Padova; dal 15 al 24 settembre per la Sagra della Polenta; 31 ottobre per la festa di tutti i Santi
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Accademia Georgica; Pinacoteca Comunale; Museo archeologico; Teatro Comunale; Concattedrale della Santissima Annunziata; Villa Spada o Villa La Quiete. La città di Macerata dista 22 minuti
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €21,00 a camera - guarda le offerte

6 - Corinaldo, Ancona

porta nuova laterale corinaldoFoto di Claudio.stanco. Corinaldo è situato nell'entroterra di Senigallia, sulla sommità di un colle che affaccia sul fiume Nevola. Il toponimo è probabilmente il risultato della trasformazione dell'antico "Curia di Rinaldo", il nome dato all'insediamento in epoca longobarda. Terra vinicola famosa per il suo Verdicchio, diede i natali a Santa Maria Goretti, e presenta, ad oggi, una cinta muraria risalente al XIV secolo, tra le meglio conservate. Da tempo inserito all'interno del club "borghi d'Italia", ha ufficialmente guadagnato il titolo di borgo più bello nel 2007.

  • Periodo ideale per una visita: primavera ed estate per il clima; il terzo fine settimana di luglio per la "Contesa del pozzo della polenta"
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Mura di Corinaldo; Palazzo Comunale; Santuario di Santa Maria Goretti; Teatro Comunale "Carlo Goldoni"; Palazzo Cesarini-Romualdi; Campanile della demolita chiesa di San Pietro. A 25 minuti di distanza c'è la città di Senigallia
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €30,00 a camera - guarda le offerte

7 - Montefiore dell'Aso, Ascoli Piceno

montefioredellaso flickr02Foto di pizzodisevo. Il toponimo Montefiore ha origine dal culto della Dea Flora: una divinità campestre venerata dalle antiche popolazioni italiche. Grazie ad alcuni reperti storici è stato possibile far risalire la nascita di Montegiore all'età preistorica, per poi crescere sotto la dominazione romana, come dimostrano la presenza di centuriazioni dei terreni e le necropoli. Poi, durante il Medioevo, le popolazioni delle campagne sentirono il bisogno di sposarsi verso il crinale per fuggire dai Goti e qui, fondarono fortificazioni e castelli. Nella zona nacquero così i castelli di Montefiore e Aspramonte, che nel 1178 si fusero in un unico nucleo che divenne libero comune.

  • Periodo ideale per una visita: primavera ed estate per il clima; il 6 gennaio per il valeggio sul mincio e in occasione degli eventi natalizi del mese di dicembre
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: chiesa di San Francesco; Collegiata di Santa Lucia; Chiesa di san Filippo Neri; Chiesa e convento del Corpus Domini; Casa natia del pittore Adolfo De Carolis; l'Alessandra; statua dello scultore Pugliese Riccardo Tidei. In 23 minuti è possibile raggiungere Grottammare
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €30,00 a camera - guarda le offerte

8 - Mondolfo, Pesaro e Urbino

palazzo comunale mondolfo puFoto di Morarosa. Lo storico borgo collinare di Mondolfo è costituito da due città in una, vista la sua prosecuzione della località costiera di Marotta. La fusione di due culture, quella marinara e quella campestre, si riflette nei prodotti culinari tipici, a base di farina di fave, pesce e garagoj. L'antico borgo, immerso nel verde, presenta delle doppie cinta murarie, che custodiscono una serie di edifici risalenti a diversi periodi. La particolare attenzione dimostrata verso l'ambiente, e la particolare sensibilità dimostrata dagli abitanti, ha valso a Mondolfo il premio Spiga Verde.

  • Periodo ideale per una visita: primavera ed estate per il clima; in occasione dei diversi eventi natalizi che si tengono nel mese di dicembre
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Mura Castellane; Comune di Mondolfo; Bastione di Sant'Anna; Palazzo Giraldi Della Rovere; Palazzo Peruzz; Parco della Rimembranza e Monumento ai Caduti. In otto minuti si raggiunge la città costiera di Torrette
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €35,00 a camera - guarda le offerte

9 - Grottammare, Ascoli Piceno

grottammare view 2012Foto di pizzodisevo 1937,. Le origini di Grottammare sono antichissime. Sul suo territorio sono stati scoperti resti risalenti al neolitico, e una necropoli di epoca picena. Dal XVII secolo Grottammare iniziò la sua espansione verso il mare, e le sue mura fortificate hanno resistito agli attacchi delle comunità vicine e dei pirati. Ancora evidenti sono le derivazioni romane del borgo, suddiviso da due assi principali, al cui incrocio si trovava il foro: tali direttrici possono essere individuate dalle attuali vie Marconi e Cairoli e in quello di corso Mazzini aventi come intersezione la piazza Pericle Fazzini.

  • Periodo ideale per una visita: primavera ed estate per il clima; 1º luglio in occasione della Sacra Giubilare; l'11 novembre per la Fiera di San Martino; la prima domenica dopo Pasqua per la festa di Sant'Aureliano martire
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: chiesa di Santa Maria ai Monti; Chiesa di Santa Lucia; chiesa di San Martino; chiesa di Sant'Agostino; le mura. In 23 minuti si raggiunge il vicino borgo di Montefiore dell'Aso
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €35,00 a camera - guarda le offerte

10 - San Ginesio, Macerata

sanginesio vedutaFoto di Alessandro Vecchi. Abitato già in epoca romana, con pianta urbanistica a croce, il borgo di San Ginesio, tra i borghi più belli d'Italia, deve il suo nome al santo patrono: un martire cristiano i cui resti sono conservati all'interno della Collegiata, il monumento più importante. Situato a ridosso dei monti Sibillini, ed è insignito della Bandiera Arancione, San Ginesio presenta un impianto urbano medievale, racchiuso tra mura che conservano ancora intatti camminamenti, mura e torrioni, e rientra all'interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

  • Periodo ideale per una visita: primavera ed estate per il clima; il "Ritorno degli Esuli", rivisitazione storica che si svolge a San Ginesio con cadenza triennale, ogni anno, nel mese di agosto si celebra invece la rievocazione storica della battaglia della Fornarina
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: muraglia; chiesa di San Francesco; chiesa di San Gregorio Ospedale dei Pellegrini di San Paolo; Collegiata di San Ginesio. In 21 minuti si raggiunge la Riserva Naturale Abbadia di Fiastra
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €29,00 a camera - guarda le offerte

11 - Genga, Ancona

genga marcheFoto di Edo de Roo. Piccolo borgo delle Marche in provincia di Ancona immerso nel verde e nella natura delle Grotte di Frasassi e cinto da solide mura, è al centro di leggende e storie. Si narra che una fanciulla di nome Genga si innamorò di un alemanno che si chiamava Gallo ed insieme crearono la dinastia dei Genga.
Al di là di questo, la piccola cittadina, è noto per l'Abbazia di San Vittore alle Chiuse, per le grotte carsiche e per il Tempio del Valadier e l'Eremo di Santa Maria Infra Saxa, due strutture all'interno di una grotta.

  • Periodo ideale per una visita: i mesi migliori sono quelli compresi tra maggio e settembre, quando le temperature sono piacevoli e le precipitazioni scarse
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: castello medievale di Genga con vicoli e e strade caratteristiche, Museo di Arte Sacra, Grotte di Frasassi, Tempio del Valadier, Santuario della Madonna di Frasassi, Abbazia di San Vittore. Dista 68 km da Ancona
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €65,00 a camera - guarda le offerte

12 - Cupra Marittima, Ascoli Piceno

cupra marittima 2Foto di Peter Forster. Chiamata un tempo Marano, Cupra Marittima è un piccolo comune della Riviera Adriatica delle Palme ed è caratterizzato da un bel lido sabbioso di 2 km bagnato da un mare pulito e tiepido.
Se a prima vista può sembrare il tipico luogo di villeggiatura estiva, in realtà nasconde una storia e ha molto da offrire. Da non perdere il Borgo Medievale di Marano che si raggiunge a piedi dal centro del paese costituito da antiche mura, case antiche, musei, luoghi di interesse storico e da dove si possono scorgere diversi punti panoramici.

  • Periodo ideale per una visita: da maggio a ottobre per vivere anche il mare; il periodo di dicembre poi è perfetto per sentirsi immersi nell'atmosfera del presepe vivente
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Borgo antico di Marano, Museo Archeologico del territorio, Presepio poliscenico di arte spagnola nella chiesa della S.S. Annunziata, Villa Romana "Ninfeo", Museo Malacologico. Dista 46 Km da Ascoli Piceno
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €70,00 a camera - guarda le offerte

13 - Osimo, Ancona

osimo municipio 01Foto di Sailko. Comune medio-grande della provincia di Ancona, a pochi chilometri dalla Riviera del Conero, Osimo ha un centro storico che si estende su due colline affiancate.
Con una storia millenaria la cittadina, un tempo considerata il centro più importante del Piceno, è circondata da mura romane del 174 A.C. Visitando il centro potrete scoprire diversi tesori artistici e storici che vi riporteranno indietro nel tempo.

  • Periodo ideale per una visita: tutto l'anno, anche se primavera, estate ed autunno sono i periodi migliori; la prima settimana di agosto poi si svolge la Festa del Covo nella frazione di Campocavallo di Osimo, un evento religioso da non perdere
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Centro storico, Fonte Magna, Lapidarium, città sotterranea, Cattedrale di San Leopardo e Santa Tecla, Giardino di Piazza Nuova, Museo Diocesano, Teatro "La nuova Fenice". Dista 20 Km da Ancona
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €60,00 a camera - guarda le offerte

14 - Urbania, Pesaro-Urbino

barco ducale urbaniaFoto di Nalcos980. Nell'entroterra Marchigiano, il borgo di Urbania, ricco di storia, tradizioni e arte, è nato nel medioevo con il nome di Castel delle Ripe e venne prima distrutta da Galasso da Montefeltro e poi ricostruita durante il papato di Guglielmo Durante.
Questo borgo offre ai suoi visitatori la possibilità di vivere la natura, la storia, e conoscere la gastronomia del luogo tra palazzi, chiese e botteghe. Da non perdere anche i dintorni dove si trova il Barco Ducale circondato da un'ampia zona verde.

  • Periodo ideale per una visita: Durante tutto l'anno, ma ogni 6 gennaio si svolge la Festa della Befana che qui è caratterizzata da manifestazioni, eventi e spettacoli.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Palazzo ducale con il Museo Civico e Museo di storia dell'Agricoltura dell'Artigianato, Museo Leonardi, Barco Ducale, Chiesa dei Morti, Centro Storico con Ponte dei coppi, Cattedrale. Dista 53 km da Pesaro-Urbino
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €63,00 a camera - guarda le offerte

15 - Loreto, Ancona

basilica di loreto ancona 1Comune della provincia di Ancona, Loreto è famoso per la sua Basilica della Santa Casa che ospita la celebre reliquia di Nazareth dove, secondo la storia, nacque e visse la Vergine Maria ed è una delle località di pellegrinaggio mariano del mondo cattolico.
La cittadina è arroccato sulla cima del Monte Prodo e circondata da oliveti; dal borgo si ammira uno splendido panorama che spazia dal mare Adriatico al Monte Conero fino all'Appenino Umbro-Marchigiano.

  • Periodo ideale per una visita: da maggio a ottobre quando le temperature consentono di godersi la cittadina mentre gli inverni sono particolarmente freddi. A giugno si svolge la sagra del pesce fritto, una sagra con spettacoli ed eventi culinari. Nella notte tra il 9 e il 10 dicembre invece vengono accesi "i fuochi della Venuta"
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: la scala Santa, Basilica della Santa Casa, camminamenti di ronda, Museo Antico Tesoro della Santa Casa, Piazza della Madonna, Chiesa della Banderuola. Dista 31 km da Ancona
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €45,00 a camera - guarda le offerte

16 - San Benedetto del Tronto, Ascoli Piceno

san benedetto del tronto lungomareSituato lungo la costa adriatica meridionale, appartenente alla Riviera delle Palme, San Benedetto del Tronto è un famoso centro turistico nonché un porto peschereccio. Sebbene si conosca poco delle sue origini, a San Benedetto del Tronto sono stati ritrovati diversi reperti archeologici e il suo passato è visibile all'interno di chiese, musei e palazzi.
Ideale per chi cerca una meta marittima in estate, è il luogo adatto anche per passare un breve fine settimana, immergendosi tra mare e cultura.
VEDI ANCHE: San Benedetto del Tronto: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

  • Periodo ideale per una visita:da maggio a fine settembre il periodo è ideale per vivere il mare; il 13 ottobre si festeggia il Santo Patrono San Benedetto Martire, con processioni e bancarelle. Le tre domeniche che precedono la quaresima, poi si svolge il carnevale sambenedettese e l'ultimo domenica di luglio invece si festeggia la Madonna della Marina con cortei di imbarcazioni, benedizioni e processioni
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Cattedrale di Santa Maria della Marina, Chiesa di San giuseppe & Mandracchio, Torrione dei Gualtieri, Monumento al Pescatore, Monumento al Gabbiano Jonathan Livingston, Faro. Dista 43 Km da Ascoli Piceno
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €70,00 a camera - guarda le offerte

17 - Senigallia, Ancona

senigallia la spiaggia e la rotonda sul mareFoto di Garassino. Grande centro delle Marche e vivace località turistica affacciata sul Mar Mediterraneo, Senigallia è famosa soprattutto per la sua spiaggia di velluto, per la Rotonda sul Mare e la Rocca Roveresca.
Il centro storico ha un'impostazione urbanistica tipica delle città romane e fu fondata su una collina a sud del fiume Misa. Qui inoltre vengono organizzati numerosi eventi che attirano ogni anno visitatori da tutto il mondo incuriositi dalle manifestazioni e dall'architettura.

  • Periodo ideale per una visita: da maggio a ottobre è il momento migliore perché le temperature sono ottimali anche per vivere il mare. L'ultima settimana di luglio si svolge il Summer Jamboree, un festival di musica che coinvolge l'intera città. A fine agosto la Fiera di S.Agostino con oltre 500 espositori, mentre l'ultima settimana di settembre c'è la manifestazione internazionale "Pane Nostrum"
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Duomo, Convento e il Museo di Storia della Mezzadria "Sergio Anselmi", Pinacoteca Diocesana, Rocca Roveresca, Rotonda a Mare, Foro Annonario di Senigallia, spiaggia di velluto e lungomare. Dista 29 km da Ancona
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €80,00 a camera - guarda le offerte

18 - Frontino, Pesaro-Urbino

frontinoComune di soli 280 abitanti nel cuore delle Marche, Frontino è stato inserito tra i borghi più belli d'Italia nel 2014 e nel 2016 ha ottenuto la Bandiera Arancione del TCI.
Località romantica ai confini del Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello, oltre ad avere un fascino indiscusso è un borgo ricco di storia con scorci mozzafiato e una vista che spazia nelle valli circostanti.
Ideale per un weekend all'insegna della cultura e della gastronomia.

  • Periodo ideale per una visita: da maggio a ottobre, quando il clima e le giornate soleggiate invogliano a scoprire le bellezze del luogo. Il primo week end di agosto poi si svolge la fiera del Tartufo nero, sempre ad agosto c'è il Festival Internazionale degli Spaventapasseri e la prima domenica di settembre la sagra del fagiolo
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Torre civica, Teatro Titano, museo Franco Assetto, Rocca Malatesta, Chiesa cittadina dei Santi Pietro e Paolo, complesso monumentale di Montefiorentino, Monastero di San Girolamo. Dista 62 km da Pesaro Urbino
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €55,00 a camera - guarda le offerte

19 - Moresco, Fermo

moresco fermo marche italia italyInserito tra i borghi più belli d'Italia, Moresco è una piccola località marchigiana in provincia di Fermo inserita in un territorio coltivato a viti e girasoli. Costruito sulla cima di un colle alto circa 400 metri, si suddivide in una zona all'interno delle mura e una al di fuori.
Dal suo centro si può ammirare un bel panorama che comprende l'Adriatico (nelle giornate limpide si arriva a vedere anche l'Albania), il Monte Conero, la Maiella e il Gran Sasso.
Da non perdere la zona medievale ricca di storia e arte!

  • Periodo ideale per una visita: da maggio a ottobre, quando le temperature e le poche precipitazioni consentono di girare per il borgo. Da ricordare anche che a fine luglio, negli anni dispari, viene allestita la "cena medievale"; il 10 agosto si svolge la festa del patrono San Lorenzo Martire, ad agosto si organizza la sagra della polenta con le vongole e a fine ottobre la festa del braciere.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Santuario della Madonna della Salute, Torre eptagonale e Sala TO.M.A.V, Pinacoteca della Sala Consiliare del Palazzo Comunale, Torre dell'orologio, Teatro di Santa Sofia. Dista 11 km da Fermo
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €68,00 a camera - guarda le offerte

20 - Caldarola, Macerata

caldarola marcheFoto di Loredana Camacci Menichelli. Borgo dal fascino misterioso, Caldarola, nell'entroterra Marchigiano, affonda le sue origini nel medioevo, anche se la sua architettura è stata modificata con l'arrivo di papa Sisto V che ha donato al paese un aspetto più rinascimentale. Il suo castello fu abitato, seppur per brevi periodi, da numerosi personaggi famosi, come Papa Clemente VIII e la Regina Cristina di Svezia.
Purtroppo molte attrazioni storico-artistiche di Caldarola sono state distrutte o hanno subito danni durante il sisma del 2016 e oggi, alcune, come il Castello sono chiuse al pubblico perché in via di rifacimento.

  • Periodo ideale per una visita: marzo, aprile, maggio e l'autunno, oltre ai periodi degli eventi come la Giostra de la Castela ( prima settimana di agosto), la via Crucis che si svolge la notte del Venerdì Santo, la festa del patrono, l'11 novembre
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Collegiata di San Martino, Santuario di Santa Maria del Monte, Monastero delle Canoichesse Regolari Lateranensi, Santuario della Madonna del Sasso, Palazzo dei cardinali Pallotta, Castello dei Conti Pallotta a Caldarola, Castello di Vestignano, Castello di Croce, Palazzo Sparapani, Antiquarium e museo archeologico di Pievefavera. Dista 33 km da Macerata
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €63,00 a camera - guarda le offerte

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Marche

Inserisci una domanda
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su