Grottammare: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

Aggiornato a Giugno 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 108 viaggiatori.

Grottammare Piazza PerettiFoto di Peter Forster. Grottammare è un comune della provincia di Ascoli Piceno nelle Marche. Il centro abitato è situato lungo la costa alle pendici delle vicine colline dove troviamo l'antico borgo medievale, che fa parte dei Borghi più belli d'Italia, e per non farci mancare nulla la sua spiaggia è classificata Bandiera Blu. Grottammare ha origini molto antiche, nel suo territorio sono state rinvenute addirittura tracce di una necropoli Picena. Tra le sue viuzze ci si perde piacevolmente, sono costeggiate e caratterizzate da strutture sottoposte ad un attento restauro e un'attenta riqualificazione.
Ecco cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera a Grottammare!

10 cose da vedere a Grottammare in un weekend

1 - Chiesa di Santa Lucia

grottammare chiesaFoto di Ra Boe / WikipediaE' stata costruita per volontà del pontefice Sisto V, Felice Peretti, che nacque il 13 dicembre, giorno in cui si celebra Santa Lucia. E' situata proprio accanto alla sua casa natale e al Teatro dell'Arancio. La chiesa presenta una struttura architettonica imponente, con la sua facciata caratterizza lo scorcio del vecchio incasato. Il suo stile si può definire sobrio ed essenziale, ispirato ai principi dell'architettura tridentina. Sopra il portale è possibile vedere lo stemma papale di Sisto V, ovvero il leone rampante che stringe un ramo di pero, sormontato dai simboli papali delle chiavi decussate e della tiara.

  • Come arrivare: a piedi da Piazza Peretti in 2 minuti - Ottieni indicazioni
  • Orari: domenica e nei giorni festivi 8:30-12:00 in occasione delle messe
  • Costo biglietto: gratis

2 - Chiesa San Giovanni Battista

Addentrandosi per le viuzze del borgo ci si imbatte in questa chiesa, che ospita il Museo Sistino con gli oggetti lasciati in eredità dal Pontefice al suo paese d'origine. Uno tra questi è il calice per le celebrazioni liturgiche, si tratta dell'opera più importante ed è custodita in una teca collocata nel fondo della navata. Sull'opera si può leggere "F.FELIX PERETTVS DE M.A.EP.S.AGAT.", da cui si capisce che si tratta di un oggetto risalente agli anni in cui il prelato copriva la carica episcopale a Sant'Agata dei Goti.

  • Come arrivare: è situata in Piazza Peretti - Ottieni indicazioni
  • Orari: 21:30-23:30 nel periodo estivo
  • Costo biglietto: gratis

3 - Teatro dell'Arancio

grottammare piazza perettiFoto di Peter ForsterQuesto teatro risale al Settecento, ed esattamente in una nicchia della facciata è possibile vedere una statua del Papa Sisto V realizzata nel 1794 da uno scultore svizzero, al di sotto della statua si legge "SISTO V P.O.M. CIVI MUNIFCENTISSIMO", scritta che sottolinea il legame tra il papa e la sua terra natale. Il teatro deve il suo nome alla rigogliosa pianta che si trovava al centro della piazza antistante, Piazza Peretti, custodita da un incaricato del comune scelto ogni anno tra le famiglie del paese, che riceveva come compenso l'esenzione dalla tassa comunale sui fuochi domestici. Da questa zona di Grottammare è possibile ammirare il panorama mozzafiato sul mare.

  • Come arrivare: è situato in Piazza Peretti - Ottieni indicazioni
  • Orari: il teatro è accessibile solo in occasione di spettacoli

4 - Ragazzo coi gabbiani

Questa esposizione in bronzo segna l'inizio dell'itinerario Fazziniano, che porta a conoscere lo scultore Pericle Fazzini, nato il 4 maggio 1913 proprio a Grottammare, attraverso diverse tappe. Il "Ragazzo coi gabbiani" si trova lungo la pista ciclo-pedonale che collega Cupra Marittima a Grottammare. Ma quello che colpisce più di tutto di questo punto esatto è il panorama che si può ammirare, in particolar modo durante il tramonto è davvero suggestivo.

  • Come arrivare: da Piazza Peretti è raggiungibile a piedi in 20 minuti circa - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

5 - La Metamorfosi

Questa è un'altra esposizione dell'itinerario alla scoperta di Fazzini, la scultura si trova in pieno centro ed è dedicata a John Fitzgerald Kennedy. E' stata personalmente voluta dalla moglie che, appassionata di arte e di libri, fu allieva e grande estimatrice del celebre scultore al quale commissionò nel 1964 il progetto di un scultura che celebrasse la figura del marito assassinato l'anno prima. La first lady fece visita di persona allo studio il 2 febbraio del 1966. Purtroppo l'opera non fu mai completata e Fazzini decise di donarla alla città di Grottammare, che dal 1984 la ospita al centro della piazza a lui dedicata. In questo blocco di bronzo, ormai restaurato di recente, è possibile vedere il profilo del presidente americano ponendosi di fronte alla scultura rivolti verso Corso Mazzini.

  • Come arrivare: a piedi da Piazza Peretti in 10 minuti - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

6 - Chiesa di Sant'Agostino

La chiesa si trova sulla ripida strada che dalla marina porta al borgo antico. La struttura della chiesa ha origine cinquecentesca e conserva l'affresco della Madonna della Misericordia del pittore Vincenzo Pagani. Presenta inoltre un campanile mozzato che, secondo la tradizione locale, venne ridotto così perché nel convento annesso alla chiesa fu ospitato il monaco agostiniano Martin Lutero durante il suo viaggio verso Roma, prima del grande scisma.

  • Come arrivare: a piedi da Piazza Peretti in 5 minuti - Ottieni indicazioni
  • Orari: nei giorni festivi 8:30-10:30 e nei giorni feriali 18:00-20:00 in occasione delle messe
  • Costo biglietto: gratis

7 - Via Cristoforo Colombo

grottammare lungomare nordFoto di Luigi936E' il lungomare. Per gli amanti dello stile Liberty, è il luogo ideale per ammirare gli edifici costruiti tra l'Ottocento e il Novecento. Oggi il viale è caratterizzato da una pavimentazione in porfido e marmo di Carrara, i disegni pavimentali riprendono la tradizione decorativa degli anni Venti e una serie di palme rendono il viale fresco e ombroso durante le calde estati, pensate che le palme sono state importate dalle Canarie nei primi decenni del Novecento. I tipici villini che meritano una sosta sono il Matricardi-Cola, risalente al 1913, e il Kursaal, famoso per essere stato uno dei locali notturni più prestigiosi di tutta la costa adriatica, oggi ospita il Museo dell'Illustrazione Comica.
Ma ricordate che Grottammare è riconosciuta con la Bandiera Blu e quindi come si fa a non soffermarsi anche sulla bellissima spiaggia, ricca di stabilimenti e ristoranti vista mare.

  • Come arrivare: a piedi da Piazza Peretti in 20 minuti - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

8 - Parrocchia San Pio V

La parrocchia è situata nel centro, qui si recava a messa il compositore, pianista e organista ungherese Franz Liszt e suonava l'organo Callido sbalordendo tutti i presenti, soggiornò a Grottammare nel lontano 1868. La tipologia della facciata è ispirata alle chiese romane, in particolar modo a quelle di Jacopo Barozzi, mentre la piazza antistante è ornata da una fontana realizzata dall'architetto Murri nel 1875 e da una statua bronzea raffigurante Papa Sisto V dello scultore Aldo Sergiacomi.

  • Come arrivare: a piedi in 10 minuti da Piazza Peretti - Ottieni indicazioni
  • Orari: 7:00-20:00
  • Costo biglietto: gratis

9 - Museo dell'Illustrazione Comica

Il museo ospita un'esposizione permanente di disegni e fumetti comico-satirici con opere originali di alcuni tra i fumettisti e illustratori italiani più conosciuti. L'edificio dove oggi sorge il museo in passato era una famosissima discoteca, possiede circa trecento opere e la sezione "humour art" è una delle più importanti e meglio conosciute, è realizzata con la collaborazione e la direzione artistica del giornalista televisivo Vincenzo Mollica. In essa illustratori grafici come Manara, Liberatore, Echaurren, Matticchio, Ro Mercenaro, Sergio Staino, Cicar sono stati invitati a presentare disegni dedicati ad artisti di prestigio del mondo dello spettacolo e della cultura. Negli anni la rassegna è stata dedicata a Totò, a Massimo Troisi, nel 1997 a Roberto Benigni, mentre nel 1999 l'omaggio è stato fatto al cantautore Fabrizio De Andrè.

  • Come arrivare: a piedi da Piazza Peretti in 15 minuti - Ottieni indicazioni
  • Orari: gli orari possono variare da stagione a stagione ogni anno
  • Costo biglietto: gratis

10 - Museo Il Tarpato

Il museo è dedicato alle opere del pittore naif Giacomo Pomili detto proprio "Il Tarpato". La sua creazione rappresenta il coronamento di un complesso e faticoso percorso di recupero del vecchio incasato, il museo infatti completa la riqualificazione e valorizzazione del complesso monumentale di Piazza Peretti. Dopo l'abbandono è tornato allo splendore, rinnovato attraverso la cultura. All'interno del museo si entra a conoscenza dell'ispirazione di Giacomo Pomili, attraverso cinque stanze tematiche dedicate alle opere d'esordio, alle leggende dipinte, alle tele religiose, ai quadri dominati dalle figure femminili e dal paesaggio.

  • Come arrivare: in Piazza Peretti - Ottieni indicazioni
  • Orari: gli orari possono variare da stagione a stagione ogni anno
  • Costo biglietto: gratis

Cosa vedere a Grottammare in un giorno: itinerario consigliato

grottamare panoramicaFoto di JacopoPartendo dall'antico borgo del paese, la mattina potete fare colazione da La Cave Fleurie per poi fare tappa nelle due chiese principali della cittadina marchigiana, ovvero la Chiesa di Sant'Agostino e la Chiesa di Santa Lucia. L'unica cosa a cui bisogna fare attenzione sono gli orari, non sono sempre aperte, potete approfittare per visitarle all'interno in occasione delle messe. Un'altra tappa da fare è il museo Il Tarpato, dedicato alle opere del pittore Giacomo Pomili.

Per pranzo fermatevi al Ristorante Borgo Antico, per poi scendere nel centro cittadino, in particolare nella piazza dedicata a Fazzini in cui potrete vedere la sua opera La Metamorfosi. A pochi passi potrete visitare la parrocchia San Pio V e poi continuare verso il lungomare, in Via Cristoforo Colombo con la sua spiaggia libera, per poi dedicare una visita anche al bellissimo e rinomato Museo dell'Illustrazione Comica.

Per cena vi consigliamo il Ristorante Ciaschì, situato sul lungomare.

Itinerario di un giorno in sintesi

Mostra Mappa

  1. Colazione presso La Cave Fleurie
  2. Chiesa di Sant'Agostino (8:30-10:30; giorni feriali 18:00-20:00 durante le messe, gratis)
  3. Chiesa di Santa Lucia (8:30-12:00, gratis)
  4. Museo Il Tarpato (orari variabili a stagione, gratis)
  5. Pranzo presso Ristorante Borgo Antico
  6. La Metamorfosi
  7. Parrocchia San Pio V (7:00-20:00, gratis)
  8. Lungomare Via Cristoforo Colombo e spiaggia (sempre accessibile, gratis)
  9. Museo dell'Illustrazione Comica (orari variabili a stagione, gratis)
  10. Cena presso Ristorante Ciaschì

Dove mangiare a Grottammare: i migliori ristoranti

  1. Ristorante Borgo Antico: pietanze creative servite in un romantico locale con terrazza vista mare tra lumi di candele e sedie rivestite. Prezzo medio a persona: €30,00 Indirizzo e contatti: Via Santa Lucia, 2 (Ottieni indicazioni) / tel: 0735 634357
  2. Ristorante Ciaschì: tipico ristorante di pesce situato sul lungomare, offre menu di pesce sempre vari e diversi a seconda delle stagioni e del pescato. Prezzo medio a persona: €35,00 Indirizzo e contatti: Via Cristoforo Colombo, 18 (Ottieni indicazioni) / tel: 0735 735570
  3. Osteria dell'Arancio: menu marchigiano in un locale romantico con tavoli e arredi retro che ricordano un emporio alimentare. Prezzo medio a persona: €30,00 Indirizzo e contatti: Piazza Peretti, 1 (Ottieni indicazioni) / tel: 0735 632214
  4. Attico sul Mare: sushi e piatti mediterranei a base di pesce in uno spazio elegante con terrazza vista mare. Prezzo medio a persona: €40,00 Indirizzo e contatti: Piazza Kursaal, 6 (Ottieni indicazioni) / tel: 0735 736394

Cosa fare la sera: le zone della movida e i migliori locali di Grottammare

Grottammare è un'importante località marittima delle Marche, e in passato si trovava proprio in questa cittadina una delle più importanti discoteche del litorale adriatico. Oggi la movida notturna è molto tranquilla ma allo stesso tempo riesce a fare divertire e a far passare delle belle serate in compagnia. Dopo aver passato la giornata a visitare il paese, vi consigliamo qualche pub aperto fino a tardi in cui poter sorseggiare dell'ottima birra artigianale o del buon vino.

I migliori pub, locali e discoteche

  • Osterix Pub: pub modesto ma accogliente sul lungomare di Grottammare, offre ottime birre e anche ottimi panini / Indirizzo: Corso Giuseppe Mazzini, 70 (Ottieni indicazioni)
  • Pub Dillà: il posto ideale per gli amanti delle birre artigianali / Indirizzo: Via Giacomo Leopardi, 10 (Ottieni indicazioni)
  • Bar Osteria Infinito: locale per degustare del buon vino, del cibo locale o per un aperitivo / Indirizzo: Piazza Dante Alighieri, 3 (Ottieni indicazioni)

Organizza il tuo soggiorno a Grottammare: info e consigli utili

  • Come arrivare: raggiungibile da Ascoli Piceno in 30 minuti circa tramite la RA11 in direzione San Benedetto del Tronto - Ancona. In alternativa il paese è fornito di una stazione ferroviaria situata vicino al centro cittadino
  • Come muoversi: potete spostarvi comodamente a piedi all'interno del paese, nel borgo antico e nella marina
  • Dove parcheggiare: il parcheggio più comodo è vicino alla stazione ferroviaria, nella parte bassa del paese è l'ideale lasciare l'auto per chi raggiunge il paese con questo mezzo per evitare di imbattersi in stradine ripide e strette
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €30,00 a camera - guarda le offerte
  • Cosa vedere nei dintorni: Acquaviva Picena (10 km), Cupra Marittima (4 km), Ripatransone (12 km), San Benedetto del Tronto (2 km)

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su