Olio D Oliva Pomodori BasilicoSalerno è una città campana che si trova a metà tra la Costiera Amalfitana e quella cilentana. È una città dalla lunga e ricca tradizione culinaria, il luogo perfetto da visitare anche a tavola. Dista circa 50 km da Napoli e, inevitabilmente, ne subisce le influenze anche se riesce a mantenere una propria identità enogastronomica. La città, inoltre, ha la fortuna di essere capoluogo di una provincia di 4.918 kmq di superficie che comprende ben 236 km di splendide coste, un territorio tanto vasto quanto eterogeneo.

In quest'ampia area madre natura è stata parecchio generosa, ecco perché i piatti tipici di Salerno rispecchiano l'abbondanza e la qualità della materia prima. Fai tappa in Campania e scopri 10 specialità da mangiare a Salerno e dove.

1 - Delizia al limone

delizia al limone 1Foto di dags 1974. Il limone e il colore giallo sono dominanti in tutta la Costiera amalfitana, l'agrume aspro ma delizioso è presente sull'intero territorio ed è senza dubbio uno dei prodotti più caratteristici della zona.

La delizia al limone è un dolce creato nel 1978 dal maestro pasticciere Carmine Marzuillo di Sorrento, e si presenta con la tipica forma di una cupola, realizzata con pan di Spagna e farcita con una crema al limone. Come decorazione, vengono aggiunti ciuffi di panna montata e scorzette di limone grattugiato.

  • Consigliato a: spuntino
  • Costo medio: €8,00
  • Ingredienti principali: pan di Spagna, panna, crema al limone, limone grattugiato

2 - "Zizzona" di Battipaglia

È uno dei prodotti caseari più famosi e apprezzati di Salerno e di tutta la provincia. La "Zizzona" di Battipaglia, diventata celebre anche grazie al film "Benvenuti al Sud", non è altro che una grande mozzarella di bufala con una caratteristica forma che ricorda un seno prosperoso.

Di solito più grande della classica mozzarella, si presenta con un colore bianchissimo e con un sapore succoso, accompagna numerosi piatti ma può essere gustata anche da sola.

  • Consigliato a: pranzo, cena, spuntino
  • Costo medio: €10,00
  • Ingredienti principali: mozzarella di bufala

3 - Pizza "Carmine"

La pizza a Salerno è un po' diversa da quella tipica napoletana, è infatti sottile e dal cornicione alto. La pizza chiamata "Carmine" è una delle più diffuse in città, insieme alla tipica Margherita.

Prende il nome da Carmine Donadio, proprietario della pizzeria "Carminuccio" situata nel popolare quartiere piuttosto periferico di Mariconda, per tanti la pizza migliore della città. La sua farcitura comprende pomodoro, formaggio, pancetta tagliata a cubetti e basilico.

  • Consigliato a: pranzo, cena, spuntino
  • Costo medio: €8,00
  • Ingredienti principali: acqua, farina, lievito, pomodoro, formaggio, pancetta, basilico

4 - Milza imbottita

È una specialità che si prepara soprattutto durante la festa di San Matteo, il patrono della città, che si svolge tutti gli anni il 21 settembre. Quello della "Meveza" è il profumo che invade tutte le strade di Salerno, una pietanza tipica che si prepara imbottendo la milza con aglio, prezzemolo tritato e peperoncino. La cottura avviene con olio e aceto, è proprio questo passaggio che rende questo cibo così succoso e invitante.

È un cibo di strada, poiché viene servita all'interno di semplici panini e, pur essendo un piatto tradizionalmente povero, è oggi molto apprezzato e immancabile durante le celebrazioni del Santo patrono della città.

  • Consigliato a: pranzo, cena, spuntino
  • Costo medio: €10,00
  • Ingredienti principali: milza, aglio, prezzemolo, peperoncino, sale e limone

5 - Scazzetta

I dolci in Campania sono una parte importantissima della tradizione culinaria, ecco infatti che compare un altro dessert nella lista dei piatti tipici salernitani. La famosa "scazzetta" è realizzata della pasticceria "Pantalone", nel cuore del centro storico cittadino, ed è una specialità tanto semplice quanto deliziosa.

Si prepara con pochi ingredienti, ovvero pan di Spagna, crema, fragoline di bosco e glassa rossa in superficie. Prende il nome dal termine dialettale che indica il copricapo che i cardinali ricevevano dal papa durante l'investitura.

  • Consigliato a: spuntino
  • Costo medio: €6,00
  • Ingredienti principali: pan di Spagna, crema, fragoline di bosco e glassa di zucchero

6 - Sfogliatella "Santarosa"

sfogliatella santarosaFoto di Mess. La sfogliatella non ha certo bisogno di presentazioni, essendo uno tra i prodotti campani più conosciuti e amati non solo in Italia, ma nel mondo.

Le origini di questo dolce risalgono al 1700: le suore del monastero di Santa Rosa a Conca dei Marini sulla Costiera amalfitana erano esperte cuoche, ma crearono la sfogliatella in modo del tutto casuale! Durante il giorno della preparazione del pane una delle monache aggiunse frutta secca, limoncello e zucchero alla farina di semola cotta nel latte. Una volta cotta, alla sfogliatella fu aggiunto il nome "Santarosa" proprio in onore del convento in cui fu creata per la prima volta. Nel 1818 un cuoco scoprì la ricetta, la riprodusse e finalmente il dolce ottenne il successo meritato. Nel tempo nuovi ingredienti hanno arricchito la sfogliatella, come la ricotta, le amarene sciroppate o la crema pasticciera.

  • Consigliato a: sempre
  • Costo medio: €6,00
  • Ingredienti principali: farina, strutto, acqua, miele, semolino, ricotta, uovo, canditi

7 - Ciambotta

caponataFoto di Luca Nebuloni. È un contorno di verdure estive diffuso in tutta l'Italia meridionale e per questo ne esistono molte versioni. Chiamata anche "cianfrotta" o "caponata", è generalmente costituita da patate, melanzane, pomodori, peperoni e peperoncino, cipolla ed erbe aromatiche a piacere.

Nella versione salernitana, però, si usano solo i peperoni, le patate e le melanzane. Durante la sua preparazione, bisogna avere cura di friggere gli ortaggi separatamente, per poi unirli in padella e saltarli per qualche minuto.

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €7,00
  • Ingredienti principali: ortaggi di stagione, di solito patate, melanzane e peperoni

8 - Scialatielli ai frutti di mare

scialatielli ai frutti di mare capri 1 1Foto di Coso. Sono un primo piatto di pasta fresca tipico della Costiera Amalfitana, a base di pesce. Si tratta di una ricetta simbolo dell'estate salernitana, facile e veloce, dove il sapore della pasta fatta in casa sposa perfettamente la freschezza e dolcezza dei frutti di mare, ovvero cozze, vongole, gamberi e calamari.

Il formato di pasta denominato "scialatielli" nasce dalla creatività dello chef Cosentino nel 1978, che gli valsero il premio di entremetier dell'anno.

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €15,00
  • Ingredienti principali: farina, acqua, uovo, pecorino, frutti di mare

9 - Limoncello

limoncello limocello liquore brandyIl limoncello è un tipico liquore a base di limone della Costiera Amalfitana. Dolce e profumato, è ottenuto dall'estratto delle bucce dei limoni appena colti, in una fase della loro maturazione che prevede che il colore sia ancora piuttosto verde.

La sua storia è legata a diverse leggende, sorrentini, amalfitani e capresi, ad esempio, si contendono la sua invenzione. A registrare per primo il marchio "Limoncello" fu l'imprenditore Massimo Canale nel 1988. A Salerno e in tutta la Campania viene spesso prodotto in casa artigianalmente e offerto come dono durante le festività.

  • Consigliato a: sempre
  • Costo medio: €10,00 a bottiglia
  • Ingredienti principali: estratto di buccia di limone, alcol

10 - Cuoppo fritto

Si tratta di un tipico cibo di strada campano, il re indiscusso dello street food salernitano. Il cuoppo fritto di mare fa parte delle antiche tradizioni culinarie locali: è un cono di frittura più o meno grande che trabocca di pietanze.

Passeggiando per le stradine del centro di Salerno è impossibile non imbattersi in un rivenditore di cuoppo fritto, che di solito è composto da alici, gamberi, calamari e paranza, il tutto impanato e fritto. Anche i più giovani amano questo cibo da strada, che di solito è venduto per pochi euro.

  • Consigliato a: pranzo, cena, spuntino
  • Costo medio: €5,00
  • Ingredienti principali: pesce misto fritto

Dove mangiare a Salerno: migliori ristoranti, locali tipici e street food

salerno lungomare 2Per decidere dove mangiare bene a Salerno c'è solo l'imbarazzo della scelta, la città è infatti ricca di ristoranti, trattorie, pizzerie e rivenditori di street food che popolano non solo il centro ma anche le zone più periferiche. Per mangiare bene, a Salerno, non serve un budget alto: le specialità locali solitamente sono piatti di origine povera che hanno conquistato, negli anni, una grande fama grazie al loro gusto eccellente.

I salernitani non disdegnano una "pizza a portafoglio" o altro cibo da strada da consumare mentre passeggiano sul Lungomare Trieste, magari qualcosa di economico ma di gustoso, come il diffusissimo cuoppo fritto di mare, amatissimo anche dai più giovani.

1 - Ristorante Cicirinella

  • Descrizione: situato dietro al Duomo, specializzato in piatti di pesce fresco e cucina salernitana
  • Specialità: cozze al vino bianco e limone
  • Prezzo medio: da €26,00 a persona
  • Indirizzo: Via Antonio Genovesi, 28 - Ottieni indicazioni / tel: (+39) 089226561

2 - L'Unico Drink & Food Salerno

  • Descrizione: cucina mediterranea e innovativa con prodotti campani certificati, pesce e frutti di mare freschi
  • Specialità: spaghettone con polpa di canocchia
  • Prezzo medio: da €30,00 a persona
  • Indirizzo: Vicolo S. Giorgio, 14 - Ottieni indicazioni / tel: (+39) 0892962671

3 - Il Gozzo

  • Descrizione: a pochi metri dal centro e dal lungomare di Salerno, cucina genuina e innovativa, frutto di ricerca e tradizione
  • Specialità: totano ripieno su vellutata di fave
  • Prezzo medio: da €40,00 a persona
  • Indirizzo: Largo Conservatorio Vecchio, 5 - Ottieni indicazioni / tel: (+39) 0899958208

4 - Osteria Angolo Masuccio

  • Descrizione: un'istituzione in fatto di cucina di pesce, si trova nel pieno del centro storico cittadino
  • Specialità: branzino al sale nero su spinaci all'insalata
  • Prezzo medio: da €30,00 a persona
  • Indirizzo: Via Masuccio Salernitano, 45 - Ottieni indicazioni / tel: (+39) 3336953085

5 - Pizzeria Aniello Mansi

  • Descrizione: pizza che unisce la tradizione partenopea con i prodotti tipici del Cilento e attenzione verso l'innovazione dei sapori
  • Specialità: pizza "L'ottava meraviglia" a base di Fior di latte Belfaito dei Monti Lattari, Mortadella IGP Bologna, burrata, pesto di pistacchio di Bronte, olio evo Frantoi Cilentani Serra Marina, granella di pistacchio di Bronte e basilico
  • Prezzo medio: da €15,00 a persona
  • Indirizzo: Via Gennaro Stanislao de Crescenzo, 2/4 - Ottieni indicazioni / tel: (+39) 089750802