palestinaLa Palestina, sin dall'antichità, è considerata un luogo magico dove religione, culture e tradizioni antichissime si incontrano. Qui hanno avuto orgine il cristianesimo e l'ebraismo, ma è anche una terra amata dai baha'i e dai musulmani. Purtroppo è nota al mondo per essere spesso teatro di orrori, scontri e guerre, ma il territorio è in realtà caratterizzato da un mare stupendo e da alcune città ricche di storia.

NB: La Palestina è un territorio ad alto rischio terroristico nel quale si verificano spesso attacchi e scontri. La Striscia di Gaza è in assoluto l'area palestinese più pericolosa, pertanto si sconsiglia di recarsi in questi luoghi.

Dove si trova

Lo Stato della Palestina è uno stato del Medio Oriente confinante a ovest, a nord e a sud con l'Israele, a est con la Giordania e a sud-ovest con l'Egitto, composto dai territori della Cisgiordania e dalla Striscia di Gaza. Oltre alla capitale Ramallah le città principali sono Betlemme, Gaza, Gerico, Hebron, Genin e Nablus.

Come arrivare e come muoversi

La Palestina non dispone di un aeroporto, quindi l'unico modo per raggiungerla è quella di volare fino a Tel Aviv, spostarsi a Gerusalemme e da lì attraversare uno dei valichi controllati dalle autorità israeliane per entrare nei Territori Palestinesi. Questi valichi possono essere chiusi temporaneamente per motivi di sicurezza nel caso in cui le autorità lo ritengano necessario, quindi controllare sempre il valico che si intende passare.

Non è semplice muoversi all'interno dei Territori Palestinesi. Come detto la soluzione migliore è quella di raggiungere Gerusalemme e da lì si raccomanda di entrare in Palestina solo tramite tour organizzati con trasporto incluso. All'interno delle principali città come Ramallah ci si può muovere a piedi o tramite autobus, taxi e taxi collettivo.

Quando andare: periodo migliore

Quando si parla di Palestina ci si riferisce a tre territori differenti: la Striscia di Gaza, la Cisgiordania e parte della città di Gerusalemme. Dal punto di vista climatico la Striscia di Gaza gode di un clima mediterraneo, molto caldo tutto l'anno. Il resto del territorio presenta a nord un clima temperato e a sud, nei pressi del Mar Morto, un clima predesertico.

  • Periodo migliore: le stagioni sono uguali alle nostre e dal punto di vista climatico i periodi migliori sono la primavera e l'autunno.
  • Periodo da evitare: sconsigliato viaggiare in piena estate a causa del caldo afoso e delle temperature mai al di sotto dei 35 °C con picchi di 40/42 °C.

NB: La Palestina è un territorio ad alto rischio terroristico nel quale si verificano spesso attacchi e scontri. In generale è una località poco turistica che si sconsiglia di visitare in qualunque periodo dell'anno a prescindere dal clima.

Sicurezza, visto e documenti necessari

Requisiti d'ingresso

  • Passaporto con validità di almeno sei mesi dalla data d'ingresso;
  • Non è richiesto il visto per turismo fino a 90 giorni di permanenza;
  • All'ingresso in Israele non viene posto il timbro sul passaporto ma viene consegnato un tagliando con i dati del viaggiatore e i termini del visto da esibire quando si entra nei Territori Palestinesi e da conservare fino al rientro in Italia;
  • L'ingresso e l'uscita dai Territori Palestinesi avviene attraverso dei valichi, chiamati check-point, controllati dalle autorità militari israeliane, i quali richiedono documenti e motivazioni del proprio viaggio. Portate sempre tutta la documentazione con voi, compresi prenotazioni dei voli, degli hotel e di possibili escursioni;
  • E' assolutamente vietato oltrepassare uno dei check-point che collegano Israele allo Stato di Palestina con una macchina a noleggio, meglio superarli a piedi;
  • Non è richiesta nessuna vaccinazione.

Restrizioni

Non è possibile giungere nei Territori Palestinesi senza transitare per frontiere controllate da Israele, quindi bisogna conformarsi alle normative israeliane e ai controlli di sicurezza che possono risultare molto lunghi.
Anche se minima, c'è la possibilità di prolungato fermo amministrativo ed espulsione di viaggiatori che, all'arrivo all'aeroporto di Tel Aviv, non presentino sufficienti garanzie sulla natura turistica del proprio viaggio in Israele, quali prenotazioni di hotel, biglietto di ritorno e documentazione degli spostamenti.

Sicurezza

In questi territori bisogna prestare davvero molta attenzione e rimanere sempre vigili. Per quanto riguarda il rischio terrorismo, pellegrini e viaggiatori non sono mai i bersagli, ma possono rimanere coinvolti in attacchi. Prestate particolare attenzione quando ci si trova a Gerusalemme Est, nella Città Vecchia.

In Cisgiordania ci sono frequenti scontri tra esercito israeliano e popolazione palestinese, è bene evitare alcune luoghi: le zone di Jenin e Nablus a nord e di Hebron a sud; evitare assolutamente l'ingresso nella Striscia di Gaza.

Nelle moschee è obbligatorio per le donne coprirsi il capo (o l'intero viso in alcuni casi), in alcuni luoghi è vietato l'ingresso con i pantaloncini o se si ha le spalle nude. Evitare di parlare dell'occupazione israeliana con i residenti, evitare inoltre simboli a essi legati come la Stella di David, che può essere considerato un insulto, così come guidare con una targa israeliana

Per rimanere sempre aggiornati, vi consigliamo di consultare il sito ufficiale della Farnesina.

Altri consigli

  • Prima di partire, registrarsi su "dovesiamonelmondo" per informare del proprio viaggio nei Territori Palestinesi e segnalare la propria presenza anche al Consolato Generale d'Italia a Gerusalemme;
  • Adottare un atteggiamento sempre vigile e prudente;
  • Non avvicinarsi a manifestazioni e cortei, anche se pacifici;
  • Indossare un abbigliamento conforme agli usi e alle tradizioni nelle aree a prevalenza musulmana.

Luoghi di interesse in Israele e Palestina

Molti dei luoghi di interesse si trovano in realtà nel territorio Israeliano, pertanto si consiglia di visitarli tramite escursioni organizzate in partenza da Tel Aviv o dalla Giordania. Vi sono però alcune località e meraviglie storiche di indiscusso valore all'interno dei Territori Palestinesi che meritano comunque una menzione, nonostante la maggior parte di questi siano difficili da visitare in sicurezza.

1 - Mar Morto

mar morto 1Un paesaggio incredibile dalle acque blu contornate da depositi di sale, profonde gole e maestose cascate fino al Deserto di Giuda. A sud, vicino alla zona del Monte Sodoma, potrete invece compiere delle bellissime escursioni in bici nei letti dei fiumi prosciugati. Nello specifico, il Mar Morto è il punto più basso esistente al mondo, un grande lago salato che si trova al confine tra Israele e la Giordania, non ha emissari ed è alimentato dalle acque del Giordano.

Uno dei punti turistici più spettacolari: tutta la costa orientale è infatti un cuore di turismo religioso, di benessere e di salute con tantissimi hotel, centri termali e siti archeologici e spirituali. Grazie all'alta densità di sale contenuta nelle sue acque calde, rendono il soggiorno estremamente rilassante e salutare poiché ricche di minerali come sali di cloruro di magnesio, sodio, potassio e bromo. Da non perdere anche uno speciale massaggio ai famosi fanghi neri.
VEDI ANCHE: Mar Morto: dove si trova, come arrivare e cosa vedere

2 - Muro Occidentale o Muro del Pianto (Gerusalemme)

muro del piantoEretto due millenni fa con la funzione di luogo dove poter pregare e piangere la distruzione del Primo e del Secondo Tempio, il Muro è contornato da pietre gigantesche oramai praticamente levigate dai tocchi e dalle carezza delle milioni di mani che vi si sono avvicinate per poter avere una sorta di contatto con Dio. Fra gli interstizi di queste pietre si possono anche notare dei pezzi di carta contenenti le preghiere scritte dai fedeli in attesa di essere ascoltate.

Oggi il Muro del Pianto è sicuramente il luogo più sacro dedicato all'Ebraismo: si trova nella Città Vecchia, ai piedi della Spianata delle Moschee, vicino a una grande piazza che somiglia più a una grande sinagoga. La zona sud è riservata alla preghiera delle donne, più piccola e riservata, quella nord agli uomini. La visita è consentita ai fedeli appartenenti a tutte le religioni, gratuitamente.
VEDI ANCHE: Visita al Muro del Pianto di Gerusalemme: Come arrivare, prezzi e consigli

3 - Basilica del Santo Sepolcro (Gerusalemme)

basilica del santo sepolcro 1Il luogo più sacro per i cristiani di tutto il mondo, costruita proprio dove Sant'Elena (madre di Costantino il Grande) credeva che Gesù fosse stato crocifisso e sepolto. Ogni anno è meta di milioni di pellegrinaggi da parte di fedeli provenienti da tutto il mondo.

Sorge sul sito del Golgota, detta anche la Collina del Calvario, e fu costruita nel IV secolo per volere dell'imperatore Costantino: nel lato sud dell'altare principale vi è proprio la scala che porta al Calvario, la sala più decorata del complesso sacro, mentre all'ingresso della chiesa vi è la Pietra dell'Unzione dove, secondo la tradizione, fu adagiato il corpo di Cristo una volta portato giù dalla croce per prepararlo appunto alla sepoltura. La tradizione vuole che i pellegrini la bacino o la cospargano di olio.

Vi sono poi altre due stanze, una dove si trova la tomba reale all'interno dell'Edicola del Santo Sepolcro, l'altra che contiene la Pietra dell'Angelo che, sempre secondo la tradizione, è stata utilizzata per sigillare la tomba.
L'ingresso alla Basilica è gratuito.
VEDI ANCHE: Visita al Santo Sepolcro, Gerusalemme: Come arrivare, prezzi e consigli

4 - Giardini e Terrazze Baha'i, Haifa

terrazze baha iBaha'i è stato il luogo dove visse Bahá'u'lláh, il profeta che negli ultimi 12 anni della sua vita, fondò la religione Bahai, luogo anche della sua sepoltura. Per questo motivo è considerato un luogo di culto per i Bahai provenienti da tutto il mondo.

Il complesso è formato dal maniero e dal santuario di Bahá'u'lláh, il luogo più sacro e centro del pellegrinaggio dove i fedeli rivolgono il cuore proprio in questa direzione mentre recitano le loro preghiere. I giardini hanno invece la funzione di creare un accesso di livello al santuario, sono costituti da diversi sentieri che portano tutti al centro del complesso e ogni visitatore è libero di scegliere il suo preferito. Si tratta in tutto di 19 splendide terrazze con aiuole geometriche, sculture, fontane, e prati verdi perfetti. Da non perdere il magnifico panorama su Haifa.
L'ingresso è gratuito, aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:00.

5 - Masada

masadaMasada era un'antica fortezza situata su una rocca a 400 metri di altitudine. Le mura erano alte 5 metri su un perimetro di 1 chilometro e mezzo con 40 torri altre 20 metri. Una fortezza resa davvero inespugnabile dai nemici anche per la sua conformazione a forma di serpente.

Masada divenne famosa per essersi trovata sotto l'assedio dell'esercito romano nella prima guerra giudaica e per il suo tragico epilogo: dopo aver distrutto Gerusalemme, infatti, si recarono alla fortezza e con una rampa riuscirono a entrare nelle mura trovandosi però di fronte a pochi sopravvissuti; gli altri preferirono il suicidio alla vita da schiavi.

Il paesaggio nel quale si erge il complesso si trova immerso nella depressione del Mar Morto, uno scenario davvero spettacolare specialmente alle prime luci dell'alba dove il sole sembra sorgere da una parete rocciosa. Nel 1998 è stata realizzata una funivia che collega la fortezza con una stazione a valle. Il sito è aperto tutti i giorni dalle 8:00 alle 17:00, il venerdì chiude alle 16:00. Il costo del biglietto è di 76,00 NIS (circa €19,40) - prenota il tour online

6 - Ramallah

ramallah 1Foto di Anthony Baratier. Gli arabi palestinesi considerano Ramallah come loro capitale al-Quds ("la Santa", cioè Gerusalemme). La capitale palestinese è anche sede del Parlamento Palestinese, dei Ministeri, delle rappresentanze diplomatiche straniere e della Muqāṭaʿa (la Separata), del complesso con la sede dell'Autorità Nazionale Palestinese, dell'ufficio del presidente Abū Māzen e il mausoleo che conserva la salma dell'ex leader palestinese Yāsser ʿArafāt.

Oltre a questo, Ramallah è una città vivace e densa di divertimento e intrattenimento notturno. Per quanto riguarda la cultura, sono sicuramente da non perdere il museo dedicato al poeta Mahmoud Darwish e il museo di Yasser Arafat.

Prima delle scoppio della Prima Intifada, la città era considerata addirittura "la Parigi della Cisgiordania" perché appunto ricca di vita, ristoranti e locali. Si tratta di una capitale aperta a differenti culture e religioni, basti pensare al fatto che in molti ristoranti si può ordinare il vino (impossibile in altri territori della Cisgiordania), e che nei cinema vengono proiettati anche pellicole diverse oltre a quelle del circuito arabo.

7 - Antica Gerico

gerico 1Un viaggio nella Cisgiordania non sarebbe lo stesso senza che si trascorra del tempo tra le rovine di Antica Gerico, considerata da molti studiosi la città più antica del mondo, risalente a circa 10 mila anni fa. Il nome Gerico significa per alcuni "profumato", altre teorie affermano che significhi "Luna" poiché nell'area veniva celebrato un culto dedicato proprio alla luna.

Situata in prossimità del fiume Giordano e circondata dal deserto di Giuda, Antica Gerico fu conquistata dallo Stato di Israele nella Guerra dei Sei giorni nel 1967, dal 2005 è tornata sotto il controllo palestinese.

Tra le attrazioni da non perdere i numerosi siti archeologici che hanno portato alla luce le parti più antiche della città come a Tell Es-sultan, con l'antica sorgente di Eliseo e l'antica città conquistata da Giosuè. Poco lontano si trovano anche le rovine di una sinagoga risalente al V-VII secolo con dei bellissimi mosaici. Il tour continua con il Palazzo di Hisham, a Tutul Abu Al-Alayiq, la parte della città che Erode decise di trasformare costruendo edifici ellenistici imponenti; il palazzo era la residenza degli Omayyadi, i successori di Maometto.

8 - La cupola della Roccia (Gerusalemme)

cupola della rocciaUno dei luoghi più sacri al mondo, oggetto di culto da tutte le religioni monoteiste. Una roccia che si innalza per circa 2 metri considerata sacra poiché secondo la leggenda giudaica costituisce la pietra di fondazione e l'asse del mondo, luogo in cui Abramo avrebbe decido di sacrificare suo figlio Isacco a Dio; secondo la leggenda islamica, invece, si tratta del luogo in cui Maometto fece la sua ascensione al cielo.

Formata dalla Cupola della Roccia e dalla Moschea Al-Aqsa, è stata fondata nel 961 dal califfo Abd al-Malik, ed è senza dubbio uno dei simboli della civiltà islamica. L'interno della cupola è ricoperto da un mosaico in tessere d'oro e pasta di vetro con quattro portali che segnano i punti cardinali. Le pareti interne sono invece completamente rivestite di lastre di marmo, le colonne possiedono capitelli di differenti ordini architettonici tra i quali composito e corinzio. Aperto dalle 7:30 alle 10:30 e dalle 12:30 alle 13:30, ingresso gratuito.

9 - Tzfat (Safed)

tzfatLa città che si trova nella posizione più elevata della Galilea, tra le località più fredde in Israele, la capitale della Kabbalah, disciplina mistica esoterica appartenente all'ebraismo; questa atmosfera si percepisce in tutti gli angoli della città, soprattutto nel Quartiere delle Sinagoghe, nel Quartiere degli Artisti e nei numerosi edifici sacri presenti.

Tzfat nel 1948 divenne a tutti gli effetti città israeliana con una popolazione molto religiosa e un centro storico molto vivo e caratterizzato da numerose botteghe artigianali; Tzfat deriva dalla parola ebraica Tazpit (vista panoramica) poiché la città si innalza tra le montagne della Galilea, riuscendo a d offrire panorami spettacolari, specialmente dall'ex fortezza crociata.

10 - Betlemme

betlemmeUna delle mete turistiche più gettonate, specialmente per i cristiani che vogliono ripercorrere la vita di Gesù. La città fu menzionata per la prima volta nelle Sacre Scritture Ebraiche, ed è nota per essere stato il luogo di sepoltura della matriarca Rachele e il luogo d'origine di Re Davide, poi dopo la nascita del cristianesimo, come luogo di nascita di Cristo.

Betlemme è una città molto aperta e con persone ospitali, non ancora sviluppata secondo i canoni architettonici moderni ma che racchiude in sè la vera storia e tradizione della cristianità. Nel suo centro storico potrete trovare numerosi ristorantini e negozi di souvenir nonché, ovviamente, tantissimi luoghi di culto cristiani. Tra le attrazioni principali troviamo la Basilica della Natività, luogo dove sarebbe nato Gesù, che sorge nel centro della città e che si affaccia sulla Piazza della Mangiatoia. Qua si trovano anche la Grotta del Latte e il Campo dei Pastori: la prima è il luogo dove Maria allattò Gesù quando la famiglia era in fuga, il secondo, un edificio coperto da una cupola costruito in onore dei pastori che abbandonarono il proprio gregge per seguire Gesù. Prima di entrare in città potrete visitare anche la Tomba di Rachele.

Tour ed escursioni in Palestina

Itinerari consigliati

La maggior parte degli itinerari che riguardano la Palestina in realtà si svolgono quasi totalmente nello stato di Israele e comprendono la visita di Tel Aviv, Gerusalemme, alcune località del Mar Morto. Talvolta è possibile includere fra le varie tappe alcune città palestinesi come Ramallah, Betlemme e Gerico, ma solo quando le condizioni di sicurezza lo consentono.

8 giorni fra Israele e Mar Morto

Il sewguente itinerario ha un costo di circa €2.200,00 a persona, comprensivi di voli da/per Roma, transfer da/per aeroporto di Tel Aviv, pernottamento con mezza pensione, trasferimenti durante l'itinerario, guida per tutto il viaggio. Di seguito le tappe:

  1. Primo giorno: partenza dall'Italia; arrivo in aeroporto a Tel Aviv; trasferimento a Betlemme e sistemazione in hotel; passeggiata esplorativa della città; cena e pernottamento
  2. Secondo giorno: colazione in hotel; nella mattina visita di Betlemme; nel pomeriggio visita del sito archeologico Herodion; rientro a Betlemme, cena e pernottamento
  3. Terzo giorno: colazione in hotel; visita del sito archeologico di Masada, sul Mar Morto; trasferimento e visita di Gerico; rientro a Betlemme, cena e pernottamento
  4. Quarto giorno: colazione in hotel; trasferimento a Gerusalemme e visita della città; sistemazione in hotel, cena e pernottamento
  5. Quinto giorno: colazione in hotel; visita a Gerusalemme e alla Spianata delle Moschee; rientro in hotel, cena e pernottamento
  6. Sesto giorno: colazione in hotel e partenza da Gerusalemme; visita a Cesarea Marittima e Acco; trasferimento a Tel Aviv, sistemazione in hotel, cena e pernottamento
  7. Settimo giorno: colazione in hotel; visita di Tel Aviv e dei luoghi più importanti, come Jaffa; rientro in hotel, cena e pernottamento
  8. Ottavo giorno: colazione in hotel; trasferimento all'aeroporto di Tel Aviv e rientro in Italia

8 giorni fra Gerusalemme e Palestina

Il seguente itinerario ha un costo di circa €1.700,00 a persona comprensivi di voli da/per Roma e Milano, transfer da/per aeroporto di Tel Aviv, pernottamento e pasti indicati, trasferimenti durante l'itinerario. Ecco le varie tappe:

  1. Primo giorno: partenza dall'Italia; arrivo in aeroporto a Tel Aviv; trasferimento a Gerusalemme, sistemazione in hotel, cena e pernottamento
  2. Secondo giorno: colazione in hotel; visita alla Spianata delle Moschee e alla Città Vecchia di Gerusalemme; rientro in hotel, cena e pernottamento
  3. Terzo giorno: colazione in hotel; visita al Monte degli Ulivi; trasferimento a Ramallah e visita della città; nel tardo pomeriggio rientro a Gerusalemme, cena e pernottamento
  4. Quarto giorno: colazione in hotel; trasferimento a Gerico e visita della città e di Qasr Hisham; rientro a Gerusalemme e trasferimento a Betlemme; sistemazione in hotel, cena e pernottamento
  5. Quinto giorno: colazione in hotel; visita di Betlemme di tutta la giornata; cena e pernottamento
  6. Sesto giorno: colazione in hotel; visita al villaggio rurale di Battir, patrimonio Unesco; rientro a Betlemme, cena e pernottamento
  7. Settimo giorno: colazione in hotel; visita di Hebron e della Città Vecchia; rientro a Betlemme, cena e pernottamento
  8. Ottavo giorno: colazione in hotel; trasferimento all'aeroporto di Tel Aviv e rientro in Italia

Viaggiare informati: info utili

  • Abitanti: 4.148.000
  • Capitale: Ramallah
  • Lingue: arabo, dialetto palestinese, ebraico
  • Moneta locale: shekel israeliano (NIS) / €1,00 = 3,92 NIS
  • Clima: steppico e mediterraneo; temperatura media 25.4 °C; precipitazioni medie di 1.154 mm l'anno
  • Fuso Orario: +1h rispetto all'Italia
  • Distanza dall'Italia: 4.048,72 km (3-4 ore di volo) da Roma a Tel Aviv
  • Assicurazione di viaggio/sanitaria: consigliata. Con noi ottieni uno sconto del 10% e hai copertura completa, assicurazione medica h24 e consulenza telefonica illimitata – fai un preventivo gratis

Assicurazione di viaggio: il nostro consiglio

Noi ci affidiamo sempre alla compagnia Compagnia di assicurazioni, che fornisce una copertura completa a dei prezzi assolutamente competitivi.
Inoltre mettono a disposizione un'assistenza clienti, un call center sempre attivo e l'assicurazione medica h24 con consulenza medica telefonica Illimitata: sappiamo bene che quando ci si trova all'estero in situazioni di emergenza, trovare un consulente sempre pronto a rispondere è la cosa più importante.
Visita il loro sito e ricevi uno sconto del 10% sulla tua polizza riservato agli utenti di Travel365.