Tempio Ginkaku Ji Giardini Kyoto 2 Kyoto è l'emblema di ciò che il Giappone rappresenta nell'immaginario collettivo. Templi, santuari, giardini zen, ciliegi in fiore e geishe. Se anche voi immaginate così il Giappone, Kyoto è la città che fa per voi. Una città che riesce ad unire la spiritualità e l'antichità di una cultura millenaria ad una modernità estrema fatta di ferrovie ultra moderne e palazzi altissimi.
Siete pronti a scoprire questa destinazione? Vediamo insieme l'itinerario di Kyoto in 3 giorni!

Prima volta a Kyoto? Lasciati guidare: e scopri il quartiere delle Geishe di Kyoto con un tour guidato serale accompagnato da una guida locale.

Giorno 1

1 - Kinkaku-ji

padiglione d oro giappone kyoto Iniziate questo viaggio da una delle attrazioni più famose della città, ovvero il tempio Kinkaku-ji, il Padiglione d'Oro, che rappresenta una delle immagini simbolo di Kyoto (tutti i giorni 9:00-17:00; ingresso 400,00 Yen/€2,80)! Si trova nella parte settentrionale del centro e, prendendo come punto di riferimento la stazione centrale di Kyoto, dovrete prendere il bus diretto linea 205, scendendo alla fermata di riferimento del tempio, Kinkakujimich (40 min).

Il nome deriva dalla sua caratteristica principale: è completamente rivestito di fogli d'oro. A seconda dell'ora della giornata e di come i raggi del sole lo colpiscono, su tutta la superficie si creano spettacolari giochi di luce e colori, che regalano un effetto davvero scenografico! Il tempio si trova al centro di un laghetto, inserito in un ambiente naturale suggestivo, e si sviluppa su tre diversi piani. Si tratta di un luogo magico, da non perdere assolutamente!
VEDI ANCHE: Visita al Kinkaku-ji, Il Padiglione d'Oro: come arrivare, prezzi e consigli

Partecipa ad una cerimonia del tè: si tratta forse di una delle esperienze più belle da fare in Giappone. Qui al tempio potrai partecipare ad una cerimonia tradizionale del tè della durata di 45 min, inizio ore 11:45. Prenota quanto prima per assicurarti un posto!

2 - Nishiki Market

nishiki market kyoto Conclusa la visita al Kinkaku-ji raggiungere il Nishiki Market, il più grande e famoso mercato cittadino! Dal tempio, sempre dalla fermata Kinkakujimich, dovrete riprendere la linea del bus 205, che vi porterà direttamente alla fermata di Shijo Kawaramachi (40 min), ad appena 5 min dal mercato.

Questo mercato è il luogo giusto per scoprire la tradizione gastronomica di Kyoto! Vi ritroverete a passeggiare tra banchi che vendono qualsiasi tipo di prodotto, dal pesce fresco alle spezie, fino al tipico street food e cibi pronti per essere assaggiati! Caotico, colorato, dai mille profumi: qui vi troverete catapultati in un altro mondo!

Assaggia lo street food giapponese: gustoso ed economico, è la soluzione migliore per assaggiare più pietanze possibili spendendo poco.

3 - Santuario di Fushimi Inari-taisha

woman walking in torii gates 2 Dedicate poi la prima parte del pomeriggio a uno dei luoghi più famosi di tutto il Giappone: il Santuario di Fushimi Inari-taisha (sempre accessibile e ingresso gratuito). Dal mercato, raggiungete a piedi la fermata della metro Gion-Shijo Station e salire sulla linea rossa Keihan Main Line fino alla Fushimi-Inari Station, stazione di riferimento del Santuario (20 min compresi spostamenti a piedi).

Forse il nome non vi dirà niente, ma appena arriverete all'ingresso lo riconoscerete subito: il sentiero costeggiato da centinaia di torii rossi è una delle immagini da cartolina del Giappone. Questo luogo è inoltre comparso in numerosi film (ad esempio "Memorie di una geisha") e rappresenta uno dei luoghi sacri di Kyoto. Il complesso si compone di cinque santuari e non ha orari di chiusura o apertura, nemmeno un costo d'ingresso.
VEDI ANCHE: Visita al Santuario di Fushimi Inari-taisha: come arrivare, prezzi e consigli

Uno dei luoghi più instagrammabili di Kyoto: il meraviglioso sentiero con i torii rossi è uno dei luoghi più fotografati e instagrammabili di Kyoto. Si tratta anche di uno dei luoghi più sacri, infatti i torii rappresentano un portale che indica il passaggio ad una dimensione divina. E' quindi importante mantenere un comportamento rispettoso!

4 - Kiyomizu-dera

kyoto tempio di kiyomizu dera 3 1 Infine, concludete il pomeriggio raggiungendo il tempio Kiyomizu-dera, uno dei più celebri e amati di Kyoto e di tutto il Giappone (tutti i giorni 6:00-18:00, agosto e settembre fino 18:30, primavera e autunno, in occasione della fioritura dei ciliegi e dei colori autunnali, apertura straordinaria fino 21:00; ingresso 300,00 yen/€2,10)! Rappresenta anche uno dei più antichi della città, in quanto fu costruito nel 780. Dal Santuario di Fushimi Inari-taisha dovrete riprendere la metro rossa Keihan Main Line (10 min), scendendo alla Stazione di Kiyomizu-Gojō e poi proseguire a piedi fino al tempio.

Il suo nome significa Tempio dell'Acqua Pura, che deriva dalle acque pure della cascata che si trova vicino. Ma ciò che ammalia principalmente i visitatori è la sua grande terrazza in legno con una meravigliosa vista sulla città, situata ad un'altezza di 13 m! Alla base del tempio scorre la cascata Otowa suddivisa in tre torrenti. Uno dei migliori momenti per visitarlo è al tramonto!
VEDI ANCHE: Visita a Kiyomizudera, il Tempio dell'Acqua Pura: come arrivare, prezzi e consigli

Bevi l'acqua della cascata: la cascata si divide in tre torrenti, ognuno dei quali con una particolare "proprietà", ovvero longevità, salute e saggezza. Ci sono a disposizione degli appositi recipienti per bere l'acqua,ma attenzione, si può bere al massimo da due canali. Scegli con cura!

5 - Quartiere di Gion

gion geisha kyoto 1 Infine, trascorrete la serata nel meraviglioso quartiere di Gion, il più famoso distretto delle geisha di Kyoto. Il quartiere è facilmente raggiungibile grazie ai bus 80 o 207, salendo alla fermata Kiyomizumichi e scendendo alla fermata Gion (15 min).

Kyoto sicuramente non è una destinazione conosciuta per la sua movida, anzi, è una città molto tranquilla. Per trascorrere la serata, Gion è proprio una delle soluzioni migliori, grazie alla presenza di numerosi locali tipici che si concentrano soprattutto nella zona di Hanami-Koji e in quella di Shirakawa, che si snoda lungo il canale Shirakawa, parallelo alla Shijo-doori.
VEDI ANCHE: Visita a Gion, il quartiere delle Geishe: come arrivare, prezzi e consigli

Trascorri qui la serata: fermati a cena in uno dei tanti locali tipici, mentre la sera potrai bere qualcosa in uno dei numerosi locali. In alternativa, se vuoi conoscere al meglio il quartiere, puoi partecipare ad un tour serale di Gion o a un tour gastronomico e culturale della zona.

Giorno 2

  • Distanza percorsa: 9,8 km
  • Luoghi visitati: Castello di Nijo (620,00 yen/€4,30), Palazzo Imperiale di Kyoto (gratis), Sentiero del Filosofo (gratis), Ginkaku-ji (500,00 yen/€3,50), Pontocho
  • Dove mangiare: Pranzo presso Kyoto curry Works "Karil" (Ottieni indicazioni), Cena presso Ushinohone (Ottieni indicazioni)

1 - Castello di Nijo

citta del giappone castello di nijo Iniziate questa seconda giornata dal Castello di Nijo, una delle bellezze di Kyoto dichiarata Patrimonio Mondiale dell'UNESCO nel 1994 (tutti i giorni 8:45-16:00, luglio e agosto 8:00-17:00, settembre 8:00-16:00; ingresso 620,00 yen/€4,30). Prendendo sempre come punto di riferimento iniziale la stazione centrale di Kyoto, potrete comodamente raggiungerlo con la metro linea Karasuma Line fino alla fermata di Marutamachi Station (10 min).

Il Castello di Nijo è una meraviglia architettonica realizzata nel 1603 come residenza a Kyoto dello shogun Tokugawa Ieyasu. Oggi è possibile visitare gli interni e fare un vero e proprio salto indietro nel tempo: potrete infatti ammirare le grandi sale e camminare sull'uguisubari, cioè il pavimento dell'usignolo, una sorta di sistema di allarme che permetteva di scovare eventuali intrusi all'interno della residenza. Non perdetevi nemmeno una passeggiata nei meravigliosi giardini che lo circondano.
VEDI ANCHE: Visita al Castello di Nijo: come arrivare, prezzi e consigli

Inizia la giornata assaggiando i dolci giapponesi: all'interno delle mura del castello, nei meravigliosi giardini, si trovano piccole caffetterie e pasticcerie come la Sabo Maeda. Fermati qui per fare colazione, magari con un te matcha e qualche dolcetto particolare.

2 - Palazzo Imperiale di Kyoto

kyoto palazzo imperiale porta gishumon 03 1 Foto di Sailko. In tarda mattina, raggiungete il Palazzo Imperiale di Kyoto, ovvero l'antica residenza degli imperatori giapponesi. Dal Castello di Nijo potrete raggiungerlo tranquillamente a piedi in meno di 15 min.

Il Palazzo Imperiale di Kyoto purtroppo non è visitabile all'interno, ma i suoi meravigliosi giardini sono aperti al pubblico tutto l'anno (mar-dom da aprile ad agosto 9:00-17:00, da ottobre a febbraio 9:00-16:00, settembre e marzo 9:00-16:30; ingresso gratuito). La famiglia imperiale visse qui fino al 1868, anno in cui si transferì al Palazzo Imperiale di Tokyo. Godetevi una passeggiata nei Kyoto Gyoen National Garden, i giardini che circondano il palazzo, sembrano quasi una piccola città nella città.
VEDI ANCHE: Visita al Palazzo Imperiale di Kyoto: come arrivare, prezzi e consigli

Da non perdere in autunno: sicuramente la stagione migliore per visitare i giardini del palazzo, tinti di rosso e giallo per via del fenomeno del foliage. Uno spettacolo unico, non dimenticare la macchina fotografica.

3 - Sentiero del Filosofo e Ginkaku-ji

Ntempio ginkaku ji giardini kyoto 2 el pomeriggio seguite una delle passeggiate più piacevoli da fare in città, che attraversa la parte nord del distretto di Higashiyama: stiamo parlando del Sentiero del Filosofo, o Tetsugaku No Michi. Dai giardini del Palazzo Imperiale lo si può comodamente raggiungere con il bus linea 203 fino alla fermata Kinrin Shako mae (15 min).

La passeggiata prende il suo nome da Nishida Kitaro, uno dei più importanti filosofi giapponesi, e conduce fino al Ginkaku-ji, prossima tappa. Da non perdere assolutamente in primavera, quando il sentiero è completamente immerso tra gli alberi di ciliegio in fiore.

Raggiungete quindi il tempio Ginkaku-ji, conosciuto come il Padiglione d'Argento, situato nel cuore della collina di Higashiyama (da marzo a novembre 8:30-17:30, da dicembre a febbraio 9:00-16:30; ingresso 500,00 yen/€3,50). Costruito nel 1842, è uno dei templi più suggestivi della città e per la sua costruzione si sono ispirati al celebre Kinkaku-ji, il Padiglione d'Oro, visitato nel primo giorno. Prendetevi il pomeriggio per esplorare questa meravigliosa zona e perdervi nei suoi giardini.

Trascorri la serata a Pontocho: situato vicino a Gion, questo quartiere si sviluppa lungo le sponde del fiume. Anche qui potrai trovare numerosi locali di cucina tipica giapponese e potrai goderti una passeggiata sul lungofiume ammirando la città illuminata.

Giorno 3

  • Distanza percorsa: 12,9 km
  • Luoghi visitati: Bosco di bambù di Arashiyama (gratis / tour in risciò €47,08), Tenryū-ji (500,00 yen/€3,50), Kyoto National Museum (1.800,00 yen/€12,50), Kyoto Tower (800,00 yen/€5,60)
  • Dove mangiare: Pranzo presso Arashiyama Yoshimura (Ottieni indicazioni), Cena presso Tsuke-yasai Isoism (Ottieni indicazioni)

1 - Bosco di bambù di Arashiyama e tempio Tenryū-ji

kyoto giappone bamba bokeh Ultima giornata a Kyoto, dedicate la mattina a uno dei luoghi più belli della città, ovvero il bosco di bambù di Arashiyama. Prendendo sempre come punto di partenza la stazione di Kyoto, potrete raggiungere l'attrazione con il treno diretto linea San-In Line, scendendo alla fermata Saga-Arashiyama Station (15 min).

Questa foresta di bambù è uno dei luoghi più magici e fotografati del Giappone, luogo in cui è stato anche girato il film "La foresta dei pugnali volanti". Le canne di bambù raggiungono i 10 m d'altezza, facendo filtrare una luce soffusa che crea un'atmosfera unica. Vi consigliamo comunque di arrivare presto per non trovare troppe persone.

Proprio vicino all'ingresso della foresta, inoltre, potrete visitare il Tenryū-ji, uno dei templi zen più famosi del Giappone e tempio principale della scuola Zen Rinzai del buddhismo giapponese. Fondato nel 1339, ospita uno dei giardini zen più affascinanti e rilassanti di tutto il Paese (tutti i giorni 8:30-17:30; ingresso 500,00 yen/€3,50)
VEDI ANCHE: Visita alla Foresta di Bambù di Arashiyama: come arrivare, prezzi e consigli

Scopri il quartiere e la foresta in risciò: goditi il giro della foresta con un tour in risciò mentre la tua guida ti racconterà tutte le curiosità e la storia di questo luogo.

2 - Kyoto National Museum

kyoto national museum 1 Foto di Yoshio Kohara. Dopo pranzo raggiungete il Kyoto National Museum, che per la sua importanza è stato dichiarato Patrimonio Culturale Nazionale (tutti i giorni 9:30-18:00; ingresso 1.800,00 yen/€12,50). Dalla foresta di bambù potete raggiungerlo riprendendo il treno diretto linea San-In Line fino alla stazione centrale di Kyoto (15 min), poi proseguendo a piedi per 15 min o con il bus linea 206 fino alla fermata Hakubutsukan Sanjusangendo mae (5 min).

Questo museo raccoglie il patrimonio culturale di Kyoto, con opere datate specialmente tra il periodo dall'era Heian (794-1185) all'era Edo (1603-1868). Con oltre 12.000 opere tra documenti, tessuti, pergamene, ceramiche, illustrazioni, incisioni e tanto altro, potrete scoprire la storia di questa incredibile città.

Se viaggi con i bambini: in alternativa al Kyoto National Museum potete raggiungere il grande Kyoto Aquarium, situato nella cornice dell'Umekoji Park, poco distante dalla Kyoto Tower, ultima tappa della giornata.

3 - Kyoto Tower

juni kyoto tower Foto di Juni. Infine, concludete questa ultima giornata e questo soggiorno a Kyoto ammirando la città dall'alto. Tornate infatti alla stazione centrale, a piedi o con il bus linea 206 (5 min), per salire sulla Kyoto Tower, la torre panoramica di Kyoto (tutti i giorni 11:00-19:00; ingresso 800,00 yen/€5,60).

Costruita nel 1964, con i suoi 131 m d'altezza è l'edificio più alto della città, oltre ad essere una delle strutture più moderne e discusse della città giapponese. Dal suo osservatorio la vista è davvero spettacolare e avrete Kyoto ai vostri piedi. Vi consigliamo di programmare la visita verso il tramonto, per ammirare anche la città che si illumina con il calare della notte.

Trascorri la serata nei pressi della stazione centrale: questa zona è uno degli snodi della città, ricco di vita a qualsiasi ora della giornata. Trascorri qui l'ultima sera, troverai tantissimi locali, aperti anche 24h,in cui bere e mangiare qualcosa di tipico prima di lasciare Kyoto.

Quanto costa un weekend a Kyoto

giappone kyoto parco autunno 2 1 Kyoto, e il Giappone in generale, non rientra tra le mete più economiche. L'aeroporto di riferimento è quello di Osaka e il volo in alta stagione raggiunge tranquillamente i €1.000,00 (confronta i voli). Anche gli alloggi possono essere molto costosi e, a meno che non ci si accontenti di un ostello o dei claustrofobici capsule hotel, una camera di livello medio-buono si aggira intorno ai €80,00 a notte.

Per muoversi bisogna utilizzare i mezzi pubblici, efficientissimi. I biglietti per metro e bus variano in base al chilometraggio, ma siamo su una media di €2,50 a corsa. Vantaggiosissimo il Japan Rail Pass, ma ha senso farlo solo se si prevede un soggiorno di almeno una settimana nel Paese. Si riesce però a risparmiare sulle attrazioni: templi, palazzi e giardini hanno costi d'ingresso che si aggirano sui €4,00/5,00, in alcuni casi anche meno.

Discorso a parte merita la questione cibo. Sushi e carne (kobe) sono intoccabili, costano come oro (es. la carne viene venduta a peso e 1 ettogrammo costa circa €40,00!). Per risparmiare si deve optare per il ramen (media €13,00), noodles, riso, frittate (€6,00) oppure comprare qualcosa (tramezzini, onigiri, patatine, frutta) negli onnipresenti conbini (supermercati aperti h24).

Vediamo nel dettaglio i costi di un weekend a Kyoto:

  • Costi per mangiare: circa €50,00 al giorno a persona se si pranza con street food e piatti come ramen, noodles o riso
  • Costi per musei e attrazioni: prezzo medio €15,00 al giorno a persona seguendo l'itinerario da noi suggerito
  • Trasporti: prezzo medio €20,00 al giorno a persona
  • Hotel, alloggi e b&b: da €40,00 a camera per ostelli e capsule hotel, da €80,00 per hotel di fascia media - guarda le offerte
  • Svago: da €15,00 al giorno a persona
  • Costo complessivo di un weekend a Kyoto: da €380,00 a persona (voli e/o trasferimenti esclusi)

Prima di partire: consigli utili

  • Scegli il periodo giusto: i mesi migliori come clima sono aprile, maggio, agosto, settembre e ottobre. Evita gennaio, molto freddo, e luglio a causa delle forti precipitazioni. Sicuramente da valutare fine marzo, momento della fioritura dei ciliegi - scopri di più qui;
  • Atterra ad Osaka: l'aeroporto di riferimento per Kyoto, a circa 50 km. Collegati dal treno linea Haruka Express (costo ticket 3.300,00 yen/€22,90). Consigliato il transfer privato da prenotare in anticipo;
  • Dove dormire: qualsiasi quartiere scegli, assicurati di soggiornare vicino alle fermate del trasporto pubblico. Per un soggiorno di 3 giorni la soluzione migliore è soggiornare vicino alla stazione centrale di Kyoto. Per un'esperienza più caratteristica scegli Gion;
  • Muoviti con i mezzi: muoversi solo a piedi è impensabile, ma è un'ottima soluzione per visitare i singoli quartieri. Troverai metro e bus, soprattutto i Raku Bus, 3 linee che partono dalla stazione di Kyoto e che raggiungono le attrazioni più importanti senza fare fermate intermedie. Consigliato l'acquisto del One-Day Pass (da 900,00 YEN/€7,30 - scopri di più qui;
  • Scegli i taxi turistici: se non vuoi utilizzare i mezzi pubblici, la soluzione migliore allora è il taxi, molto convenienti! Scegli quelli con la scritta "foreign friendly", usati dai turisti, per poter comunicare in inglese con l'autista;
  • Moneta e documenti: per soggiorni non superiori a 90 giorni non serve il visto, bastano passaporto e biglietto aereo di ritorno. La moneta ufficiale è lo yen giapponese (€1,00 = 143,83 yen);
  • Tieni sempre un po' di contante: in molti piccoli locali, così come sui bus (nel caso in cui non acquisti il biglietto giornaliero) potrai pagare solo in contanti, sui bus con le monetine. Assicurati di averne sempre con te;
  • .Pranza con lo street food tipico: la soluzione migliore per pranzo è quella di fermarsi a mangiare in qualche mercato, come il Nashiki Market, o in una delle tante bancarelle di street food, per risparmiare tempo e denaro.