Santuario Di Fushimi Inari Taisha

Cosa vedere a Kyoto in 3 giorni

Aggiornato a Maggio 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 199 viaggiatori.

Santuario Di Fushimi Inari TaishaKyoto è l'emblema di ciò che il Giappone rappresenta nell'immaginario collettivo. Templi, santuari, giardini zen, ciliegi in fiore e geishe. Se anche voi, il Giappone ve lo immaginate così, Kyoto allora è la città che fa per voi. Una città che riesce ad unire la spiritualità e l'antichità di una cultura millenaria ad una modernità estrema fatta di ferrovie ultra moderne e palazzi altissimi.

Siete pronti a scoprire questa destinazione? Vediamo insieme cosa vedere a Kyoto in 3 giorni!

Giorno 1

Mostra Mappa

1 - Mattina: Santuario Fushimi Inari, Tempio Kiyomizudera

santuario di fushimi inari taisha 1Iniziate il tour di Kyoto da uno dei suoi simboli, uno dei gioiellini della città: il Fushimi Inari.
Sveglia all'alba e prendete il treno Nara Line in direzione Nara e, dopo 2 fermate scendete a Inari (20 min).
Giunti a destinazione vi consigliamo di fermarvi a colazione al Vermillion - espresso bar & info (594,00 JPY, circa €5,00) per quindi proseguire verso il santuario.
Fushimi, immortalato in moltissimi film come "Memorie di una Gheisa", è il santuario principale degli oltre 30.000 in tutto il Giappone. Il Fushimi inari si contraddistingue per il famoso tunnel di torii rossi, i portali d'accesso ai santuari shintoisti; se ne contano oltre 10.000. Il sito è aperto ed è ad accesso gratuito.

Ritornate in città col treno. Fuori dalla stazione prendete il bus 100 o 206 e scendete alla stazione Gojo-zaka o Kiyomizu-michi (15 min). Visitate il Tempio Kiyomizudera, patrimonio mondiale dell'UNESCO, si tratta di uno dei templi buddhisti più belli ed emozionanti di tutto il Giappone e sorge sulle acque della cascata Otowa. Il panorama lo si ammira da una terrazza di legno che dà sulla vallata. Aperto dalle 6:00 alle 18:00, il costo è di 416,00 JPY (circa €3,50).

2 - Pomeriggio: Collina di Higashiyama e cerimonia del tè

kyoto higashiyamaFoto di Sjaak KempeLa prossima tappa è la collina di Higashiyama. Prima però pranzate in zona al ristorante Shibosai Sumiyoshi (costo medio 2.300,00 JPY, circa €20,00).

La collina di Higashiyama comprende una serie di templi Patrimonio mondiale dell'UNESCO (alcuni gratuiti altri a pagamento) e i paesaggi urbani storici più autentici di Kyoto. Il più famoso qui presente è il Padiglione d'argento, il centro della cultura di Higashiyama. Ma lasciatevi anche ammaliare dal sentiero del filosofo passando per i numerosi templi tra cui Eikando. La zona è facilmente raggiungibile e visitabile a piedi. Minimo un paio d'ore per apprezzare la zona.

Concludete il pomeriggio assistendo alla tradizionale "cerimonia del tè" presso la tea ceremony camilla flower. Nella cultura giapponese, la cerimonia del tè rappresenta un rito importantissimo scandito da gestualità secolari. Qui potrai partecipare attivamente alla cerimonia concludendo con l'assaggio del tipico tè Matcha e dei biscotti locali e vestirti con il kimono giapponese. L'esperienza completa costa 2.970,00 JPY (€25,00 circa).

3 - Sera: Cena, Santuario di Yasaka

kyoto yasakaIn serata dirigetevi nel quartiere di Pontocho.
Fermatevi a cena al Yasakadori Enraku (costo medio 2.300,00 JPY, circa €20,00 circa).

Dopo cena, visitate il santuario di Yasaka, santuario che, al calar delle tenebre dà il meglio di sè. Difatti, qui, di notte, l'intero complesso viene illuminato da centinaia lanterne di carta. Yasaka, luogo di preghiera sempre molto affollato e risalente all'876, è circondato da alti alberi che avvolgono gli edifici dedicati alle diverse divinità continuamente risvegliate dal frequente suono delle campane di ottone.

In sintesi:

Giorno 2

Mostra Mappa

1 - Mattina: quartiere di Gion

gion kyoto giapponeMattina nella suggestiva Gion, il quartiere delle Geishe, delle maiko (le apprendiste geishe) e della sale da tè. Fate prima colazione nel tipico bar di Sizuya (950,00 JPY, circa €8,00).

Le due aree più affascinanti di Gion sono la strada Hanami-koji e la zona di Shirakawa che, parallelamente alla Shijo Avenue, costeggia il canale Shirakawa. Con un po' di fortuna è possibile scorgere le Geishe che si muovono nel quartiere, ma fate bene attenzione al fatto che è vietato fotografarle e infastidirle!

Dedicate la mattinata all'esplorazione di questo quartiere centrale e approfittate per fare tappa nei vari piccoli negozietti locali per comprare qualche prodotto tipico e qualche souvenir.

2 - Pomeriggio: Mercato Nishiki, Parco Imperiale e Santuario Heian

santuario heian jingu kyotoFoto di Jean-Pierre DalbéraApprofittate dell'ora di pranzo per fermarvi al Nishiki Market. Famoso sia per i turisti che per i locali, è soprannominato la cucina di Kyoto in quanto qui si possono trovare enormi quantità di prodotti freschi e tradizionali della cucina locale. Mentre passeggiate tra i banchi curiosando tra i prodotti tipici, assaggiate quelli che vi ispirano di più e fotografate i più curiosi.

Spostatevi quindi verso il Parco Imperiale, un enorme parco pubblico al cui interno sorgono varie strutture: il Palazzo imperiale di Sento ed il Palazzo imperiale di Kyoto, il più grande della città e residenza "secondaria" della famiglia imperiale. L'area è accessibile dalle 9:00 alle 17:00.

Continuate il pomeriggio alla volta del Santuario Heian, che fu costruito nel 1895 per commemorare il 1100° anniversario della creazione di Heian-kyo (antico nome di Kyoto) e conta ben 300 alberi di ciliegio. E' aperto dalle 8:30 fino alle 16:30 e 17:30 in base ai mesi. Il biglietto d'ingresso costa 594,00 JPY, circa €5,00, ed è gratuito durante la sakura, il periodo di fioritura dei ciliegi

3 - Sera: cena, Sentiero del Filosofo

In zona, potete cenare al ristorante Ginpuku (costo medio JPY3.000,00 JPY, circa €25,00) a pochi passi dall'inizio del sentiero del filosofo: un percorso di circa 2 km immerso tra i ciliegi.
Durante l'era Meiji la strada era chiamata Passeggiata degli scrittori. In seguito, a causa dei professori dell'Università di Kyoto che passeggiavano spesso lungo il canale in stato di meditazione, divenne nota come Tetsugaku-no-Michi (Via della Filosofia).

In sintesi:

Giorno 3

Mostra Mappa

1 - Mattina: Arashiyama Bamboo Forest

sagano bamboo forest arashiyama kyoto 1Foto di Casey YeePrendete il Treno San-in Line direzione Kyoto, dopo 3 fermate (15 min) scendete alla stazione Emmachi. Usciti dalla stazione seguite le indiazioni per la Arashiyama Bamboo Forest e fate colazione lì vicino all'O tea (costo medio 713,00 JPY, circa €6,00).

L'Arashiyama Bamboo Forest, la foresta di bambù, è uno dei luoghi più magici e fotografati del Giappone dove è stato girato il film "La foresta dei pugnali volanti". Le alte canne di bambù alte fino a 10 metri, la luce soffusa che filtra tra le piccole fessure della foresta ed il fruscio del vento, sono una delle esperienze più suggestive da fare. Anche questo luogo è perfetto da visitare la mattina abbastanza presto. Non avrete problemi in tal senso in quanto l'area è sempre aperta ed accessibile gratuitamente.

2 - Pomeriggio: Tempio Tenryuji

tenryuji kyotoPer pranzo fermatevi al Tenryuji Temple Shigetsu, a metà strada tra la tappa precedente e la successiva, (costo medio 4.500,00 JPY, circa €38,00).

Raggiungete quindi il Tenryuji, uno dei templi zen più famosi del Giappone nonché il tempio principale della scuola Zen Rinzai del buddhismo giapponese. Il complesso fu fondato nel 1339 sui resti del tempio Danrin-ji ed è formato, oltre che dalla sala principale, dalle cucine, dalla sala meditazioni e dalla sala da disegno, anche da uno dei giardini zen più affascinanti e rilassanti di tutto il Giappone.
Il tempio apre alle 8:30 e chiude alle 17:30. Biglietti d'ingresso: per il giardino 475,00 JPY (circa €4,00) e per la visita alla sala principale 475,00 JPY (circa €4,00).

3 - Sera: cena, Padiglione d'oro Kinkaku-ji

kinkaku ji kyotoFoto di Ilya GrigorikEntro le ore 17:00 accedete al Kinkaku-ji, il Padiglione d'oro, dichiarato anch'esso Patrimonio Unesco.
Per raggiungere il Kinkaku-ji occorre scendere alla stazione metropolitana di Kitaoji; e da qui prendere il bus 101, 102, 204 o 205 che in 10 minuti vi porta esattamente davanti al tempio.
Questo splendido tempio zen situato a nord di Kyoto, molto famoso, è facilmente riconoscibile perché interamente ricoperto da vere foglie d'oro. In origine, il tempio era la villa dello shogun Ashikaga Yoshimitsu e fu trasformato in un tempio dopo la sua morte nel 1408. Nel mezzo di un laghetto, il tempio non è visitabile all'interno ma lo si può solo ammirare esternamente. Il giardino che custodisce il tempio dorato apre alle 9:00 e chiude alle 17:00, l'ingresso costa 594,00 JPY (circa €5,00).

Cenate all'Omurahouse Kinkakuji (costo medio 1.300,00 JPY, circa €11,00) a qualche minuto a piedi dall'uscita del tempio.

In sintesi:

Quanto costa un weekend a Kyoto

Kyoto, e il Giappone in generale, non rientra tra le mete più economiche. Volo a parte, che in alta stagione raggiunge tranquillamente i €1.000,00, gli alloggi sono molto costosi. O ci si accontenta di un ostello o dei claustrofobici capsule hotel, oppure una camera di livello medio-buono non scende sotto i €100,00 (solo pernottamento).

I trasporti, efficientissimi, si fanno pagare. I biglietti per metro e bus variano in base al chilometraggio, ma siamo su una media di €2,50 a corsa. Vantaggiosissimo il Japan Rail Pass, ma ha senso farlo solo se si prevede un soggiorno di almeno una settimana nel Paese. Si riesce a risparmiare sulle attrazioni: i templi sono quasi sempre gratuiti; palazzi e giardini si aggirano sui €4,00/5,00.

Discorso a parte merita la questione cibo. Sushi e carne (kobe) sono intoccabili, costano come oro (es. la carne viene venduta a peso e 1 ettogrammo costa circa €40,00!). Per risparmiare si deve optare per il ramen (media €13,00), noodles, riso, frittate (€6,00) oppure comprare qualcosa (tramezzini, onigiri, patatine, frutta etc...) negli onnipresenti conbini (supermercati aperti h24).

  • Costi per mangiare: circa €60,00 al giorno a persona (compresi colazione, pranzo, cena)
  • Costi per musei e attrazioni: circa €50,00 a persona seguendo l'itinerario da noi suggerito
  • Trasporti: circa €65,00 a persona (bus e metro €2,50 di media a corsa, transfer da e per aeroporto €35,00/40,00)
  • Hotel, alloggi e b&b: Hotel e b&b a partire da €40,00 a camera - guarda le offerte
  • Svago: da €35,00 a persona
  • Costo complessivo di un weekend a Kyoto: da €450,00 a persona, volo escluso

Prima di partire: consigli utili

  • Quando visitare Kyoto: fine marzo per la fioritura dei ciliegi. I mesi migliori come clima sono aprile, maggio, agosto, settembre e ottobre. Evitate assolutamente gennaio in quanto è il mese più freddo e luglio che è il più piovoso
  • Come arrivare: Kyoto è servita dall'Aeroporto Internazionale del Kansai, collegato tramite treno JR Haruka Limited Express (biglietto €25,00, 85 min), treno JR Kansai Airport Rapid (biglietto €16,00, 15 min), Limousine Bus (biglietto €22,00). E' raggiungibile da Tokyo tramite treni superveloci Shinkansen Hikari in 2 ore e 40 minuti circa.
  • Dove dormire: fondamentale alloggiare vicino a una fermata della metro. La zona della stazione centrale è perfetta. Altrimenti per qualcosa di più tranquillo e raffinato soggiornate nei pressi delle stazioni di Sanjo e Gion
  • Come muoversi: il modo migliore per muoversi è la metropolitana che unisce gran parte della città ad un costo che varia in base al chilometraggio (da €1,20 a €3,00) oppure l'autobus dove il biglietto costa circa €1,90
  • Moneta: Yen giapponese (JPY) / €1,00 = 119,65 JPY
  • Documenti: per soggiorni non superiori a 90 giorni non serve il visto. E' sufficiente il passaporto in corso di validità e dimostrare di essere in possesso del biglietto ritorno per l'Italia

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Kyoto

Inserisci una domanda
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su