panorama frosinone

Frosinone: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

Cosa vedere a Frosinone e dintorni: itinerari di un weekend e di un giorno. Scopri 10 cose da visitare, i migliori ristoranti e cosa fare la sera. Info e consigli utili su Frosinone

panorama frosinoneFrosinone è il capoluogo dell'omonima provincia laziale, spesso identificata anche con il nome di Ciociaria. A causa della sua collocazione, durante i secoli è stata soggetta a numerose invasione e saccheggi, per non parlare dei danni causati dagli eventi sismici. Nonostante questo, la città ha mantenuto intatta la sua identità e importanti tracce del suo passato storico, che di certo vale la pena vedere.
VEDI ANCHE: i borghi più belli del Lazio

10 cose da vedere a Frosinone in un Weekend

1 - Santuario della Madonna della Neve

ll luogo in cui si erge il Santuario della Madonna della Neve fu scenario di un evento miracoloso, avvenuto il 10 maggio 1675. La famosa "Sudorazione della Madonna" si sarebbe però già verificata nella chiesetta preesistente, risalente al 1586 sostituita con quella in poco più di un anno, sagrestia, campanili e arredi sacri compresi.
L'8 maggio 1678, il Santuario fu consacrato, per ospitare in seguito una comunità di religiosi. All'interno della struttura è possibile ammirare un bellissimo affresco, datato XVI secolo, che raffigura la Madonna della Neve insieme ai santi Ormisda e Silverio e una pala, raffigurante la Madonna della Cintura.

  • Come arrivare: dalla stazione ferroviaria con le linee di bus 1/D, 1/E, 3/B e 5/C (prezzo del biglietto €1,00 acquistabile anche in tabaccheria) - Ottieni indicazioni
  • Orari: dal lunedi al venerdi dalle 16:00 alle 19:00
  • Costo biglietto: Gratis

2 - Cattedrale di Santa Maria Assunta

La Cattedrale di Santa Maria Assunta è la più importante di Frosinone. Di origini paleocristane, fu costruita sulla cima del colle dove era situata l'antica acropoli, sui resti del tempio dedicato a Marte. Durante il medioevo venne ricostruita in stile romanico, e subì numerosi rimaneggiamenti durante i secoli: della costruzione medievale sono rimasti il campanile romanico a tre ordini di finestre bifore, alto 68 metri e simbolo della città.
La facciata della cattedrale è in marmo bianco, e all'interno sono conservate diverse opere d'arte, tra cui una Madonna con Sant'Anna, San Giovannino e angeli del Sementi e altre opere pittoriche contemporanee.

  • Come arrivare: la Cattedrae è il cuore del centro storico della città, facilmente raggiungibile a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni dalle 8:30 alle 18:30
  • Costo biglietto: Gratis

3 - Palazzo della Provincia

Il palazzo è la sede dell'amministrazione provinciale di Frosinone, realizzato tra il 1930 e il 1933 in stile neoclassico.
Nell'atrio del palazzo è collocata la statua bronzea della Danzatrice, opera del primo Novecento di Amleto Cataldi, riportata in Italia dagli Stati Uniti nel 2010. Qui non si può non notare la monumentale scala, sovrastata dalla vetrata decorata con il leone rampante, simbolo della provincia, circondato da 20 dei 91 stemmi dei comuni del territorio.
La scala porta ai piani superiori, e al maestoso salone della rappresentanza, adornato dalle tele raffiguranti paesaggi e monumenti ciociari.
All'interno del palazzo è custodita una raccolta di 140 opere d'arte di autori tra cui Cavalier d'Arpino, Umberto Mastroianni, Renato Guttuso, Aldo Turchiaro e Giovanni Colacicchi, autori anche delle opere sopraelencate.

  • Come arrivare: dal centro muovendosi per corso della Repubblica si può raggiungere il palazzo in circa 17 minuti, per un totale di 850 metri - Ottieni indicazioni
  • Orari: da lunedi al venerdi dalle 9:00 alle 13:00, il martedi e il giovedi anche di pomeriggio dalle 15:00 alle 17:00
  • Costo biglietto: Gratis

4 - Palazzo Pietro Tiravanti e Museo di Arte Contemporanea

Palazzo Tiravanti è stato il primo in Italia ad essere costruito in materiale completamente antisismico, nonostane le sue mastodontiche dimensioni. Iniziato nel 1925 fu ultimato nel 1929, al fine di ospitare scuole di ogni ordine e grado: funzione che perse con lo scoppio del secondo conflitto mondiale, che lo trasformò in una base militare tedesca.
Al termine della guerra ricominciò ad ospitare solo le classi primarie, mentre quelle di grado superiore vennero spostate in altre strutture. Persa definitivamente la sua funzione fu oggetto di degrado fino al 2014 quando, dopo un progetto di recupero finanziato dal Monte dei Paschi di Siena e dalla Banca Popolare Del Cassinate, è diventato la sede dell'Accademia di belle arti e, nel 2015, del MACA, il Museo di Arte Contemporanea dell'Accademia di Belle Arti.

  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Orari: sia il palazzo che il Museo sono aperti dal lunedi a sabato dalle 9:00 alle 18:00
  • Costo biglietto: Gratis

5 - Palazzo del Governo e il Monumento agli Eroi del Risorgimento

Collocato dove sorgeva la rocca cinquecentesca di Frosinone, il Palazzo del Governo venne edificato a partire dal 1825, come sede della Delegazione apostolica di Frosinone. I lavori terminarono nel 1840 e, della rocca, venne mantenuto il portale attribuito a Michelangelo. L'edificio ha subito numerosi danni durante il terremoto delle Marsica del 1915, da un incendio e dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, che gli hanno conferito l'aspetto attuale.
La sua struttura è caratterizzata da quattro piani e una loggia centrale all'altezza del piano nobile, il tutto sostenuto da sei colonne doriche, ma senza la torretta dell'orologio che lo coronava. Al suo interno sono presenti arredi provenienti dalla reggia di Caserta, mentre all'esterno è situato un monumento dedicato a Nicola Ricciotti, patriota frusinate, Pietro Sterbini, Luigi Angeloni, Francesco Arquati, Sisto Vinciguerra e Aonio Paleario.

  • Come arrivare: dal centro storico in circa 6-7 minuti a piedi (350 metri) - Ottieni indicazioni
  • Orari: lunedi, mercoledi e venerdi dalle 9:00 alle 12:00; martedi e giovedi l'apertura si estende anche al pomeriggio, dalle 14:30 alle 15:30. Sabato e domenica chiuso
  • Costo biglietto: Gratis

6 - Fontana Bussi e Ponte della Fontana

Il ritrovamento di un cippo lapideo con una iscrizione parziale di tre righe, ha fornito la testimonianza della presenza di una fontana risalente ad un periodo compreso tra il 104 e 101 a.C. Della costruzione originaria (la più antica della città) non è rimasto più nulla: al suo posto, una costruzione del 1774 che deve il suo nome all'allora Governatore Giovanni Battista Bussi de Pretis.
Il vicino "Ponte della Fontana" invece, venne costruto nel 1665 sulla struttura di un ponte romano, che forniva l'attraversamento del fiume Cosa. Ponte e fontana furono distrutti da una piena nel 1774, e vennero ricostruiti l'anno seguente, come testimonia l'epigrafe commemorativa sul fronte dello stesso fontanile.

  • Come arrivare: dal centro storico ponte e fontana si raggiungono il circa 16/20 minuti a piedi (1 km circa). Volendo, si può usufruire dell'autobus cittadino linea D, fermata viale Roma (costo del biglietto €1,00) - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

7 - Museo Archeologico

Il museo sorge nella parte più antica della città, dove anticamente c'era un insediamento pre cristiano. Nonostante il progetto fosse stato già ideato nel 1972 la struttura ha visto la luce solo nel 1994.
Le raccolte dei reperti collezionate nel tempo vanno dal periodo preistorico fino all'età imperiale, e sono stati rinvenuti in varie zone della città di Frosinone e provincia. Di particolare importanza è l'opera di recupero e rivalutazione, attualmente ancora in corso, di resti storico artistico del calibro dell'anfiteatro romano, riprodotto in scala nel museo, su Tomba S.Angelo e sul Campanile del Duomo.

  • Come arrivare: un passeggiata di 10 minuti (500 metri) su via Plebiscito passando per la Prefettura, il Campanile e Santa Maria Assunta - Ottieni indicazioni
  • Orari: martedi, mercoledi e giovedi dalle 9:00 alle 13:00 - venerdi, sabato e domenica dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 19:00. Giorno di chiusura lunedi
  • Costo biglietto: intero €1,55; Gratis: anziani oltre i 60 anni, bambini da 0-15 anni, scolaresche e disabili

8 - Tomba di Sant'Angelo

Monumento funerario datato II secolo, la Tomba di Sant'Angelo rientra tra quella serie di sepolcri detti "a camera" o "a cella", vista la sua pianta quasi quadrata e la volta a crociera.
La Tomba, che deve il nome alla zona in cui è sita, ha l'accesso situato sul suo lato sud, e conserva ancora la soglia e l'architrave in blocchi di calcare. Al di sopra dell'ingresso di aprono due finestre, tra le quali doveva essere situata l'iscrizione con il nome dei defunti o del defunto. Le pitture presenti al suo interno, in parte ancora visibili, risalgono ad epoca medievale.

  • Come arrivare: in auto, per un totale di 3 km percorribili in 7 minuti, o in autobus dalla stazione ferroviaria, linea cotral, per scendere a V Maria, Inc V Ponte la Fontana. Da lì bisognerà camminare ancora per 26 minuti (2 km) - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

9 - Parco delle Colline

Il Parco è stato inaugurato nel 2007, e dal 2010 è la sede del festival musicale delle Colline, al quale partecipano artisti internazionali. In passato, in quella stessa zona, gli artigiani del luogo si dedicavano alla produzione delle funi. Pertanto, all'interno del Parco è stato riprodotto un camminamento, chiamato "Sentiero dei Funari", che riproduce lo stesso sentiero percorso per dagli antichi artigiani per recarsi sul luogo di lavoro.
Inoltre, all'interno del Parco vi sono un'area archeologica, uno spazio per i bambini, la statua della Madonna del Rosario realizzata dallo scultore ciociaro Tommaso Gismondi, e più 1.500 esemplari fra piante annuali, perenni, arbusti e alberi.

  • Come arrivare: in auto o con la linea D del trasporto urbano - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

10 - Monumento al Tenente Simm

Il monumento fu inaugurato nel 2009, in occasione del 65º anniversario della Liberazione, e si tratta di un cippo commemorativo a ricordo del tenente Everett M. Simm, del Royal Edmonton Regiment: il primo militare delle forze alleate, morto durante la liberazione di Frosinone dall'occupazione Nazista. Il cippo si trova all'angolo della curva dello Zoccolo, in Corso della Repubblica, proprio dove Simm fu ucciso, per essere poi seppellito nel giardino antistante al cinema Excelsior. Alla cerimonia di inaugurazione presero parte anche alcuni reduci canadesi, arrivati a bordo di due jeep, che hanno ripercorso lo stesso tragitto compiuto dal loro connazionale 65 anni prima.

  • Come arrivare: a piedi dal centro su Corso della Repubblica per 110 metri - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: Gratis

Cosa vedere a Frosinone in un giorno: itinerario consigliato

Visitare una città in un solo giorno vuol dire scegliere cosa vedere e, nel caso di Frosinone è bene partire del centro città, visto che i monumenti e i luoghi d'interesse sono sparpagliati un po' qui e un po' la.

Mattina: Dopo aver fatto colazione al Bar Tucci, a solo un minuto di cammino potrete godere dello splendido panorama di Piazzale Vittorio Veneto, che vi permetterà di portarvi a casa qualche fotografia d'autore.
A tre minuti di distanza troviamo la prima tappa dell'itinerario: il Palazzo del Governo, costruito in loco della rocca cinquecentesca di cui conserva l'ingresso, mentre al suo esterno di erge il monumento ai caduti durante il Risorgimento.
A circa 100 metri distanza dal Palazzo è situata la Chiesa abbaziale di San Benedetto in stile tardo barocco, e il suo quadro raffigurante la Madonna del Buon Consiglio che, nel 1796, si dice fosse stata al centro di un miracolo.

Pomeriggio: è giunta l'ora di fermarsi per il pranzo, e il ristorante Ratafià è la scelta migliore per gustare un buon piatto di cucina mediterranea. La Cattedrale di Santa Maria Assunta e il suo campanile medievale distano solo 3 minuti dal ristorante, non più di ducento metri. Al vicino Museo Archeologico (circa 100 metri) prossima tappa del tour e culla dei numerosi reperti raccolti in città e nei dintorni, potranno fornivi informazioni su eventuali visiti guidate in atto al campanile, purtroppo non soggette a programmi fissi.
Finita la visita un salto alla decoratissima scalinata di vicolo Pagliare Bruciate è quasi un'obbligo. L'allestimento è stato pensato dal Comune nell'ottica di rilancio delle zone più caratteristiche della città, e comprende una serie di fiori di vario genere, che regalano una vista a dir poco fuori dal comune.

Sera: a tre minuti di distanza c'è il ristorante Peperosa, che con la sua classica cucina italiana vi farà chiudere al meglio la giornata.

Itinerario di un giorno in sintesi

Mostra Mappa

  1. Colazione presso Bar Tucci, via Marco Minghetti, 4 - Ottieni indicazioni
  2. Panorama di Piazzale Vittorio Veneto: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  3. Palazzo del Governo e monumento: lunedi, mercoledi e venerdi dalle 9:00 alle 12:00; martedi e giovedi l'apertura si estende anche al pomeriggio, dalle 14:30 alle 15:30. Sabato e domenica chiuso - costo biglietto: gratis
  4. Chiesa di San Benedetto: tutti i giorni dalle 8:30 alle 18:30 - costo biglietto: gratis
  5. Pranzo presso Ristorante Ratafia, via del Plebiscito, 49 - Ottieni indicazioni
  6. Cattedrale di Santa Maria Assunta: tutti i giorni dalle 8:30 alle 18:30 - costo biglietto: gratis
  7. Museo Archeologico: martedi, mercoledi e giovedi dalle 9:00 alle 13:00 - venerdi, sabato e domenica dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 19:00. Giorno di chiusura lunedi - costo biglietto: intero €1,55 Gratis: anziani oltre i 60 anni, bambini da 0-15 anni, scolaresche e disabili
  8. Vicolo pagliare bruciate: sempre raggiungibile - costo biglietto: gratis
  9. Cena presso il ristorante Al Peperosa, via Fratelli Maccari, 33 - Ottieni indicazioni

Dove mangiare a Frosinone: i migliori ristoranti

  1. Ristorante Al Peperosa: cucina classica italiana
    Prezzo medio a persona: €18,00 - €35,00
    Indirizzo e contatti: via Fratelli Maccari,33 (Ottieni indicazioni) / tel: 0775961342
  2. Ristorante La Trattoria: cucina italiana, di pesce, carne al barbecue e menu per vegetariani
    Prezzo medio a persona: €15,00 - €40,00
    Indirizzo e contatti: via Tomaso Albinoni, 253 (Ottieni indicazioni) / tel: 0775292216
  3. Ristorante Ratafià : cucina italiana e mediterranea, anche a base di pesce
    Prezzo medio a persona: €30,00 - €54,00
    Indirizzo e contatti: via del Plebiscito,49 (Ottieni indicazioni) / tel: 0775852071

Cosa fare la sera: le zone della movida e i migliori locali di Frosinone

Frosinone non è certo il luogo adatto agli amanti della vita notturna. I locali sono tutti distanti dal centro, e concentrati per la maggior parte nella zona della Stazione Ferroviaria. Di certo non sono molti, ma la scelta non manca.

I migliori pub, locali e discoteche

  • Off Side Seventeen: scottish pub con buon assortimento di birre, serate a tema e musica dal vivo
    Indirizzo: Strada Statale per Gaeta (Ottieni indicazioni) / Pagina facebook
  • Taboo Soundbox: locale notturno adatto a chi ama ballare fino a notte fonda
    Indirizzo: via Pergolesi, 75 (Ottieni indicazioni) / Pagina facebook
  • Coma White: locale specializzato in birra e drink, con musica dal vivo, serate a tema e possibilità di guardare le partite
    Indirizzo: viale Giuseppe Verdi, 235 (Ottieni indicazioni) / Pagina facebook

Organizza il tuo soggiorno a Frosinone: info e consigli utili

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo Ŕ benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo
Forse ti pu˛ interessare anche...

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Torna su