Come Viaggiare in Treno con Cane al Seguito

Si possono portare cani, gatti o altri animali domestici di piccola taglia in treno? La risposta è si! Basta seguire il regolamento imposto dalle Ferrovie dello Stato. Scopri come viaggiare con cane al seguito su Frecciarossa, Trenitalia, e compagnie estere Pet-friendly.

I cani, e gli animali domestici in generale, sono i nostri migliori amici, è vero, ma non solo: per molti di noi sono parte stessa della famiglia, e quando la famiglia va in vacanza, non si vuole lasciare indietro nessuno dei suoi membri, tantomeno quelli "pelosi". Oltre alla difficoltà di trovare una persona fidata che si prenda cura di loro durante il viaggio, infatti, gli animali, e in particolare i cani, potrebbero soffrire molto la nostra assenza.
Ma per fortuna oggi viaggiare con fido è diventato più semplice che in passato, è ovviamente necessaria un po' di organizzazione, ma sempre più compagnie in Italia e in Europa sono in grado di accogliere i nostri amici a quattro zampe e a permetterci di viaggiare insieme a loro, l'importante è seguire alcuni accorgimenti che ora andremo a vedere.
VEDI ANCHE: Regole per il trasporto dei animali in aereo

Cani e gatti possono viaggiare in Treno?

Cane e gattoSì, l'accesso sui treni è consentito sia a cani che a gatti che ad altri animali domestici, ovviamente bisogna attenersi scrupolosamente alle regole imposte dalle compagnie ferroviarie (vi consiglio pertanto di consultare sempre il regolamento delle ferrovie prima di acquistare i biglietti), ma non ci sono grossi limiti.

Per il trasporto del cane, bisogna essere sempre muniti di certificato di iscrizione all'anagrafe canina e di libretto sanitario, oltre che di guinzaglio e museruola. In nessun caso gli animali possono occupare posti destinati ai viaggiatori, nel caso in cui arrechino disturbo, sarà necessario cambiare posto, secondo le indicazioni del personale del treno.
VEDI ANCHE: Le migliori spiagge pet-friendly in Italia

Regolamento per il trasporto di animali in Treno

Cane in trenoSu treni delle ferrovie dello Stato, e nella maggioranza delle compagnie ferroviarie europee, i cani di piccola taglia, i gatti ed altri piccoli animali domestici sono ammessi gratuitamente nella prima e nella seconda classe di tutte le categorie di treni, all'interno dell'apposito trasportino di dimensioni non superiori a 70x30x50. Inoltre, è consentito il trasporto di cani di taglie più grandi tenuti al guinzaglio e muniti di museruola:

  • sui treni Intercity;
  • sui treni Frecciabianca, Frecciarossa e Frecciargento;
  • sui treni Regionali, nel vestibolo o piattaforma dell'ultima carrozza (escluso l'orario 7-9 del mattino nei giorni da lunedì a venerdì);
  • nelle carrozze letto, nelle carrozze cuccette e nelle vetture Excelsior, per compartimenti acquistati per intero.

Ricordatevi che nelle carrozze ristorante/bar non è consentito l'accesso agli animali, e che per il trasporto dei cani è necessario avere il certificato di iscrizione all'anagrafe canina e il libretto sanitario (o, per i cani dei cittadini stranieri, il "passaporto del cane"), i quali vanno esibiti al momento dell'acquisto del biglietto per l'animale e in corso di viaggio. Se si viene trovati a bordo sprovvisti di tali documenti, si è infatti soggetti a penalità e si dovrà scendere dal treno alla prima fermata.
Tutti questi regolamenti non valgono per i cani guida per non vedenti, che possono viaggiare su tutti i treni gratuitamente e senza alcun obbligo.

Qual è il costo del biglietto per il trasporto del cane?

Gli animali di piccola taglia all'interno del trasportino viaggiano gratuitamente.
Negli altri casi, per il trasporto del cane è necessario acquistare, contestualmente al biglietto dell'accompagnatore, un biglietto di seconda classe o livello standard al prezzo previsto per il treno utilizzato ridotto del 50% presso qualsiasi biglietteria della stazione o agenzia di viaggio abilitata.

5 Consigli utili

  1. Se il treno effettua fermate intermedie, laddove è possibile il consiglio è di far scendere il vostro cane per sgranchire le gambe almeno ogni 2 ore;
  2. Ricordate di portare con voi deodoranti, paletta e spazzola per pulire i rimasugli di pelo che il vostro animale potrebbe lasciare in giro, e per sicurezza anche il sacchetto per la raccolta degli escrementi;
  3. Portate sempre con voi una bottiglia di acqua per abbeverare il vostro animale (l'acqua dei treni non è potabile), croccantini e il suo gioco preferito per aiutarlo a stare tranquillo, specie in caso di viaggi lunghi;
  4. Per il trasporto dei cani, non dimenticate il necessario: museruola e guinzaglio per cani di grossa taglia, trasportino per cani di piccola taglia, iscrizione all'anagrafe canina e libretto sanitario;
  5. In caso di viaggi lunghi e faticosi è sempre buona norma prima di partire portare il vostro animale dal veterinario per una visita preventiva e per eventuali consigli sugli accorgimenti necessari per il viaggio.

Non mi rimane che augurare a tutti voi buon viaggio con fido!


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Commenti sull'articolo
  • Marco Lo Sicco
    Marco Lo Sicco 09 Maggio 2016 15:03

    Peccato che nel nostro paese se i treni non ci sono (come accade spesso) e vengono sostituiti con autobus chi ha un cane a seguito rimane a terra! successo a me!

    Rispondi
  • Annamaria Gigante
    Annamaria Gigante 26 Luglio 2018 18:35

    Il mio non è un commento ma una protesta. Perchè il cane può viaggiare con museruola e guinzaglio e invece il gatto deve restare nel trasportino? Come può affrontare un viaggio lungo segregato? Se il mio gatto è abituato al guinzaglio lo posso tenere in braccio o sotto i piedi. Vorrei una risposta

    Rispondi
    Travel365
    Travel365 02 Agosto 2018 09:56

    Buongiorno Annamaria, la tua è una protesta legittima, ma in realtà ci sono diverse ragioni, condivisibili o meno, discutibili o meno, per cui le regole sono queste.
    Il guinzaglio, così come la pettorina, sono elementi di costrizione di un animale, ed i gatti li "digeriscono" meno volentieri dei cani, che invece sono più abituati e predisposti.
    Allo stesso modo, il cane è un animale più predisposto a "farsi guidare", a seguire la strada indicata dal padrone, mentre i gatti sono tendenzialmente più liberi, meno collaborativi in questo senso, più predisposti a decidere loro stessi dove andare.
    Infine, non dimentichiamo che il gatto ha un'agilità diversa da quella di un cane, ed un guinzaglio non gli impedirebbe di certo di fare un balzo improvviso, cosa che un cane invece non fa.

  • Annamaria Gigante
    Annamaria Gigante 07 Agosto 2018 07:45

    Naturalmente ogni animale ha le sue reazioni, ma ritengo che il proprietario conosca i suoi comportamenti e sappia come regolarsi. Forse se le ferrovie fossero piu comprensive e capissero che un gatto non può stare segregato per ore, considerando che ha anche delle necessità fisiologiche, molte persone usuifrebbero del treno per i propri viaggi.

    Rispondi
  • Paola
    Paola 15 Novembre 2018 09:41

    Buongiorno, io ho 2 cani mezza taglia, e avrò necessita di fare in treno Milano/Lecce, oltre al guinzaglio e museruola, per far viaggiare bene tutti, e disturbare il meno possibile, sui treni freccia, qual è il consiglio giusto? Ci sono posti un po' appartati, dove possiamo io e mio marito stare soli con i cani? Che cos'e l'iscrizione Canina? Io ho passaporto e libretto sanitario, serve altro? grazie

    Rispondi
    Travel365
    Travel365 16 Novembre 2018 12:28

    Salve Paola, dunque per quanto riguarda i consigli, come già indicato nell'articolo, ecco cosa ci sentiamo di suggerire:
    - Porta con te dei giochi che possano tenere buono il tuo cane, ma non che lo sovraeccitino. Quindi ad esempio, sono ideali gli ossi finti, quelli di plastica per intenderci, ma eviterei palline che magari potrebbero scivolare via e indurlo a rincorrerle o animaletti di pezza che potrebbero sfaldarsi e andare in mille pezzi;
    - sembra scontato, ma può capitare di dimenticarlo, quindi ribadiamo il consiglio di portare acqua e croccantini, così come gli oggetti per l'igiene e la pulizia, come spazzola, paletta e occorrente per raccogliere eventualmente i suoi bisogni;
    - per quanto concerne i posti a sedere, in realtà non ci sono posti migliori o peggiori, ma personalmente preferiamo sempre quelli immediatamente all'inizio o alla fine della carrozza, che quindi non hanno alle spalle altri posti ma la parete di metallo della carozza.

    Riguardo alla domanda su cos'è l'anagrafe canina, se hai il passaporto del tuo cane questo dovrebbe già essere iscritto. Trovi comunque l'elenco delle anagrafi canine per regione qui: Anagrafe canina nazionale

    Spero di essere stato utile, facci sapere come è andato il tuo viaggio!

  • Paola
    Paola 15 Novembre 2018 09:44

    Interessante e utile

    Rispondi
    Paola
    Paola 18 Novembre 2018 20:19

    Grazie molto gentile. Ho trovato il certificato anagrafe canina, ce l'ho. Speravo ci fossero posti per loro un po' appartati, la vedo dura x tante ore stare fermi lì, ma ci proverò.

  • Niko
    Niko 16 Febbraio 2019 21:31

    Salve se il mio cane dovesse fare il bisognino, non trovo giusto che lo faccia in mezzo ai passeggeri. Cosa si può fare in quei casi ?

    Rispondi
    Travel365
    Travel365 18 Febbraio 2019 12:19

    Salve Niko,
    chiaramente se il cane facesse i propri bisogni sul mezzo, rischieresti di prendere una multa. Purtroppo l'unico modo è cercare di far scendere l'animale fra una fermata e l'altra, e una volta espletati i bisogni, raccogliere tutto con l'apposito kit.

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su