Cimitero Tombe Pere Lachaise Parigi

Cimitero Père Lachaise, Parigi: come arrivare, prezzi e consigli

Cimitero Tombe Pere Lachaise ParigiDi solito non si associa un cimitero ad una romantica passeggiata, eppure è proprio ciò che accade visitando il Père-Lachaise di Parigi. Confinato in un angolo della Parigi nord-orientale, il cimitero è affettuosamente chiamato dai parigini "La Città dei Morti": tra le sue pittoresche colline, migliaia di alberi, percorsi suggestivi ed elaboratissimi sepolcri e tombe, non è difficile comprendere perché il cimitero del Père-Lachaise sia considerato il più bello e ricercato luogo di riposo di Parigi e del mondo. Innumerevoli personaggi illustri hanno trovato qui il loro riposto eterno, la loro lapide di immortalità, assicurando centinaia di migliaia di visitatori ogni anno e rendendo il Père-Lachaise un assoluto "must" di Parigi.

Ecco tutto quello che dovete sapere per organizzare la vostra visita al Cimitero Père Lachaise: come arrivare, prezzi e consigli!

Dove si trova e come arrivare

Entrata principale

  • A piedi: in 8 Boulevard de Menilmontant - Ottieni indicazioni
  • In bus: fermata di riferimento Roquette-Père Lachaise, transitano le linee 61, 69, 71, N16 e N34
  • In metro: fermata di riferimento Philippe Auguste, transita la lina 2

Entrata "Porte du Repos"

  • A piedi: in16 rue du repos - Ottieni indicazioni
  • In bus: fermata di riferimento Roquette-Père Lachaise, transitano le linee 61, 69, 71, N16 e N34
  • In metro: fermata di riferimento Philippe Auguste, transita la linea 2

Entrata "Porte des Amandiers"

  • A piedi: Boulevard de Menilmontant - Ottieni indicazioni
  • In bus: fermata di riferimento Père Lachaise, transitano le linee 61, 69, 71, N16 e N34
  • In metro: fermata di riferimento Père-Lachaise, transitano le linee 2 e 3

NB: questo ingresso non è accessibile ai disabili perché prevede 30 scalini

Entrata "Porte Gambetta"

  • A piedi: in 71 rue des Rondeaux - Ottieni indicazioni
  • In bus: fermata di riferimento Martin Nadaud, transitano le linee 26, 60, 61, 69, 102, N16 e N34
  • In metro: fermata di riferimento Gambetta, transitano le linee 3 e 3b

Entrata "Porte de la Réunion"

  • A piedi: in 218 Rue de la Réunion - Ottieni indicazioni
  • In bus: fermata di riferimento La Réunion, transita la linea 76
  • In metro: fermata di riferimento Alexandre Dumas, transita la linea 2

Orari e prezzi

  • Orari: da novembre a metà marzo lun-ven 8:00-17:30, sab 8:30-17:30, dom e festivi 9:00-17:30. Da metà marzo a ottobre, lun-ven 8:00-18:00, sab 8:30-18:00, dom e festivi 9:00-18:00
  • Miglior orario per evitare code: la mattina verso l'orario di apertura, ma il luogo non è mai realmente affollato
  • Costo biglietto: gratuito

Tour, visite guidate e biglietti online

Cosa vedere e come visitare il Cimitero Père Lachaise

cimitero tombe pere lachaise parigiIl Cimitero Père Lachaise, conosciuto anche come il "Cimitero degli artisti" accoglie personaggi dell'arte, della letteratura, della musica e della pittura, del teatro, con nomi del calibro di Chopin, Edith Piaf, Marcel Proust, Oscar Wilde, Jim Morrison.

Sarebbe necessaria un'intera settimana per visitare tutto quanto il cimitero e per rendere omaggio a tutti i personaggi lì sepolti ma, per quanto affascinante, commovente e suggestivo possa essere il luogo, diciamoci la verità: una settimana al cimitero, sia pur esso il Pere-Lachaise, non la si augura a nessuno! Per sfruttare al meglio il tempo a disposizione per la visita, vi consigliamo quindi di prendere parte ad un tour guidato del Cimitero Père-Lachaise, in cui sarete accompagnati da una guida che vi porterà alla scoperta dei must see in circa 2 ore.

Intanto, noi vi anticipiamo quali sono le 5 tombe da non perdere assolutamente al Pere-Lachaise:

Abelardo (1079 - 1142) ed Eloisa (1101 - 1164)

pere lachaise abelard et heloiseFoto di Alexandre Lenoir. Nati praticamente un millennio fa, sono protagonisti di una storia assolutamente rimarchevole e senza tempo, e sono tra l'altro i più antichi residenti del cimitero.

Abelardo fondò una scuola che poi diventerà l'Università di Parigi e che accoglierà brillanti menti da tutta Europa, inclusa Eloisa, la nipote del Canone di Notre Dame. Abelardo fu incaricato di dare lezioni private alla fanciulla, e l'intesa intellettuale scatenò un amore profondo ed indissolubile. Lasciarono Parigi per sposarsi in segreto, e un anno dopo Eloisa diede alla luce Astrolabio. Le notizie correvano in fretta, raggiungendo il potente zio della donna che, in preda alla collera, inviò un gruppo di teppisti che punirono Abelardo con la castrazione. Da quel momento furono separati e costretti a scambiarsi lettere d'amore per decenni.

Alla loro morte, furono sepolti insieme. L'attuale sepolcro del Père Lachaise è realizzato con pietre provenienti dal monastero e dal convento in cui vissero i due innamorati fino alla loro morte. La figura del cane ai piedi di Abelardo rappresenta la loro reciproca assoluta fedeltà.

Edith Piaf (1915-1963)

pere lachaise piafFoto di Pierre-Yves Beaudouin. La storia di Edith Piaf è la storia di una bambina cresciuta tra le strade di Parigi, il bordello della nonna e il circo itinerante del padre.

La bimba cantava per le strade per qualche spicciolo con lo pseudonimo di "La Môme Piaf" (il piccolo passerotto), quando il proprietario di un night club, sentendola, rimase estasiato dalla sua voce e dalla carica emotiva che trasmetteva. La sua vita fu parecchio travagliata e dovette fronteggiare anche una gravidanza giovanissima, un marito assassinato e una relazione complicata con Yves Montand.

La sua voce tenne compagnia e risollevò i morali di una Francia occupata dai nazisti e, a distanza di decenni, la sua canzona La Vie en Rose è ancora fra i temi più conosciuti e riprodotti della musica internazionale. La figlia Marcelle Dupont è sepolta insieme a lei.

Marcel Proust (1871-1922)

proust pere lachaiseFoto di Paul Louis. Marcel Proust ha regalato all'umanità intera il suo capolavoro autobiografico "Alla ricerca del tempo perduto": 7 volumi e oltre 3.000 pagine in cui perdersi, confondersi, innamorarsi e migliorarsi.

Flussi di coscienza e ricordi che in maniera stupefacente prendono il via dall'assaggio di un biscotto: dalle madeleine parte il ricordo dell'infanzia di Proust e partono le pagine di un capolavoro che ha segnato la letteratura di ieri, di oggi e di sempre.

Oscar Wilde (1854-1900)

oscar wilde pere lachaise cemeteryScrittore, artista e martire omosessuale, Oscar Wilde ha saputo scandalizzare l'Inghilterra della sua epoca. Le opere del drammaturgo sono tutt'ora considerate dei veri capolavori ironici, capaci di stupire ma soprattutto far riflettere tutta la società ben pensante di ogni epoca.

La scelta di questo monumento funebre sulla tomba di Oscar Wilde suscitò diverse polemiche, in quanto i suoi sostenitori volevano rappresentasse le sue tanto amate opere. A quanto pare, lo scultore Jacob Epstein si ispirò all'opera "La sfinge" di Wilde.

Jim Morrison (1943-1971)

jim morrison div 6 pere lachaiseFoto di Steve Soper. Mito, fenomeno commerciale, icona delle folle, rockstar americana ma soprattutto poeta, la sua è la tomba più visitata del cimitero. Il busto che lo rappresenta, posto ai piedi della lapide, viene costantemente rubato dai fans in adorazione, che vanno a trovarlo in qualunque ora del giorno e della notte. La tomba di Jim Douglas Morrison è decorata con le iscrizioni e le preghiere dei fan, da chi ritiene che sia ancora vivo a chi ne esalta l'immortalità con lettere, fiori e omaggi di ogni genere.

A Parigi trascorse l'ultimo anno della sua vita scrivendo appunti e poesia tra il Café de Flore e Led Deux Magots. Morì a Parigi il 3 Luglio del 1971, all'età di 27 anni, probabilmente strappatosi da solo ad una vita non più controllabile e condotto dai propri eccessi alla risoluzione inevitabile della sua esistenza. Il direttore del Père Lachaise rifiutò inizialmente la sua ammissione al cimitero: quando gli fu detto che era uno scrittore, chiese di leggere le sue composizioni.

Consigli utili per visitare l'attrazione

  1. Alzati presto: l'ideale sarebbe raggiungere l'ingresso verso l'orario di apertura, soprattutto per visitare con calma e silenzio le tombe più famose
  2. Prenotate una visita guidata: vi consigliamo di visitare il cimitero con una visita guidata. Vi permetterà di conoscere (senza perdervi) le storie e le sepolture dei personaggi più illustri, con vere chicche che altrimenti vi perdereste
  3. Tempo minimo: ti consigliamo di considerare un minimo di 2 ore per la visita
  4. Munitevi di mappa: il cimitero è enorme e dispersivo, alcune tombe non sono neppure ben segnalate o facili da individuare. Potete scaricare la mappa qui
  5. Comportamento: si tratta di un cimitero dove sono sepolte molte persone, quindi è richiesto un comportamento consono e rispettoso del luogo in cui ci si trova, evitando urla o comportamenti irrispettosi

Cenni storici, curiosità e info pratiche: cosa sapere in breve

chopin tomba pere lachaise cimiteroIl famoso cimitero francese che ogni anno accoglie persone comuni e personaggi famosi per l'eterno riposo prende il proprio nome dal confessore di Luigi XIV: padre François d'Aix de La Chaise.

Il cimitero è un'opera architettonica unica nel proprio genere, un vero e proprio museo di arte funeraria a cielo aperto in cui volte haussmanniane, tombe gotiche, mausolei antichi, opere del Secondo Impero, edifici neoclassici, sculture di tutti gli stili si alternano tra di loro in modo armonioso. La necropoli più famosa del mondo si estende su un totale di 48ettari e totalizza non meno di settantamila concessioni.

Nonostante la propria bellezza e la propria fama, il cimitero Pére Lachaise non ha quasi mai file all'ingresso, quindi potrete visitarlo in qualsiasi momento della giornata. Inoltre, le diverse entrate permettono di far fluire più velocemente le persone. Scegliete da quale entrare in base al punto in cui arrivate o dall'attrazione che avete visitato in precedenza.

Non hai ancora prenotato volo e hotel? Consulta le nostre offerte!

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)

Aggiornato a Novembre 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 168 viaggiatori.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Parigi

Inserisci una domanda
Commenti sull'articolo
  • Davide
    Davide 09 Gennaio 2013 14:35

    "Le poesie hanno i lupi dentro..."!

    Rispondi
  • Vito Mandina
    Vito Mandina 09 Gennaio 2013 14:47

    ...salvo una, la più meravigliosa di tutte...
    Voglio che tu vada sorridente come un bambino nei freschi frammenti di un sogno...
    L'Uomo Angelo ha finalmente preteso quest'anima benevola...
    Ofelia, foglia inzuppata di seta, sogno al cloro... pazzo, imbavagliato testimone..."

    Rispondi
  • Francesca Sorrisi
    Francesca Sorrisi 11 Maggio 2016 11:44

    Sicuramente la visita del cimitero è un'esperienza da provare, soprattutto se si è fan di qualche personaggio sepolto. Ha un'aria molto suggestiva e tranquilla, anche se purtroppo ci sono alcune zone davvero poco curate.
    In ogni caso è pieno di tombe belle ed angoli affascinanti da scoprire.

    Rispondi
  • Sandro Sotgiu
    Sandro Sotgiu 04 Giugno 2016 11:47

    Secondo me non è propriamente un luogo turistico. Credo anche che se non si amano particolarmente i personaggi si può certamente evitare la visita... Ci sono stato è ad essere sincero non mi ha colpito molto. Poche le tombe belle, ed ancor meno le aree curate. Molte zone mi sono sembrate trasandate, quasi in stato di abbandono.

    Rispondi
  • Romina Torricelli
    Romina Torricelli 21 Agosto 2016 11:16

    Per chi vuole raggiungere il Cimitero in Metro ci sono due possibilità: le linee che si possono prendere sono metro2 uscita Pere Lachaise e metro3 uscita Gambetta.

    Rispondi
  • Marco Fisico
    Marco Fisico 24 Agosto 2016 10:19

    Bello ci sono stato a maggio per vedere il mio mito Jim Morrison. Per chi vuole andare consiglio di procurarsi una mappa perche dentro ci si puù perdere. La mappa si può trovare ai bar o nei punti d'informazione.

    Rispondi
  • Giovanna Scivoletto
    Giovanna Scivoletto 30 Agosto 2016 14:53

    Confermo quanto scritto dagli altri, il cimitero è grandissimo e senza una mappa è facile perdersi, anzi direi che se volete visitare le tombe più importanti dovete per forza avere la mappa altrimenti rischiate di girovagare per ore tra tombe anonime, desolate e malcurate. Da vedere la tomba di Wilde, alla quale hanno applicato un vetro protettivo per impedire alle fan di lasciare baci e stampe di rossetto.

    Rispondi
  • Sandra Abitabile
    Sandra Abitabile 01 Settembre 2016 15:00

    Io ho acquistato la mappa delle tombe famose per pochi euro all'uscita della metro Père-Lachaise. Cmq Non concordo con chi sminuisce il valore di Pere Lachaise. Per me è molto più di un cimitero. Perdersi in questo labirinto etereo è un'esperienza magnifica e carica di sentimento. Da provare.

    Rispondi
  • Michele Dinero
    Michele Dinero 03 Ottobre 2016 15:22

    Al di là della mappa, che come hanno detto altri è veramente indispensabile; trovo che alcune tombe siano segnalate in modo pessimo. Ad esempio quella di Morrison è nascosta dalle altre. Io, personalmente, ho avuto difficoltà a trovarla.

    Rispondi
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su