Paesi e borghi più belli in Umbria

I Borghi più belli in Umbria. Elenco dei paesi e dei borghi più interessanti da visitare in Umbria. Scopri paesini bellissimi per un week-end in Estate, Autunno, Primavera e Inverno.

In Umbria storia e natura si sposano alla perfezione. Caratterizzata da paesaggi collinari e folti boschi, la regione è ricca di castelli e boghi medievali tra i Borghi più belli d'Italia, testimonianze di uno storico passato. Scopriamo insieme quali sono i borghi più affascinanti...

NB: La seguente lista è frutto di un sondaggio che ha coinvolto attivamente i membri della Community. Oltre 10.000 utenti sono stati chiamati ad esprimere le proprie preferenze, scegliende 10 borghi fra gli oltre 30 selezionati dalla nostra redazione.
VEDI ANCHE: 15 luoghi da visitare assolutamente in Umbria

1 - Spello, Perugia

spelloSpello, tra i Borghi più belli d'Italia, fu definita dall'imperatore Augusto "Splendidissima Colonia Julia", ed è stata citata da D'Annunzio in una delle sue poesie. Collocata ai piedi del monte Subasio, ciò che rimane della cinta muraria, e i diversi resti archeologici trovati, sono la testimonianza dell'importanza che la cittadina ebbe in passato. Devastata durante la discesa dei Barbari, fece parte, successivamente, del ducato di Spoleto, per poi passare nelle mani del Papato. Nel IV secolo Spello fu sede vescovile e nell'Alto Medioevo, fece parte per moltissimo tempo della vasta diocesi di Spoleto.

2 - Massa Martana, Perugia

massa martanaMassa martana ha la particolarità di essere circondata da folti boschi, formati da macchia mediterranea. La presenza dei romani nella zona è testimoniata dal Ponte Fonnaia, che risale al III secolo a.C. Nei pressi del paese è possibile visitare un sistema catacombale del III-V secolo d.C. Il borgo, a partire dal I al V secolo d.C., fu la casa di numersi santi, tra cui da S. Felice, a Fidenzio a Terenzio, a Faustino, santa Illuminata. Devastata durante le guerre gotico-bizantine, Massa Martana ritrovò nuova vita sotto il dominio di Spoleto.

  • Periodo ideale per una visita: è visitabile sempre, il clime è piacevole e le piogge scarse
  • Tempo di visita consigliato: 1-2 giorni
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: porta medievale, centro storico, chiesa della Madonne della Pace, chiesa di San Felice, Chiesa di Santa Maria in Pantano, chiesa di Santa Maria della Concezione. Il borgo di Acquasparta è distante 14 minuti
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €55,00 a camera - guarda le offerte

3 - Acquasparta, Terni

acquaspartaIl nome Acquasparta deriva, probabilmente, dal latno Aquas Partas, vista la sua posizione tra le fonti dell'Amerino e di Furapane. Nel Medioevo il borgo fece parte delle Terre Arnolfe, e dopo essere passata tra le varia mani di signori ecclesiastici, fu ceduta alla famiglia Cesi che vi eresse l'omonimo palazzo . La cittadina fu anche sede della ricostituita Accademia dei Lincei. Ad oggi è possibile ammirare la piazza restaurata e le famose "terme amerino" che, leggenda vuole, furono fatte sgorgare da san Francesco intorno al 1200. Oggi Fa parte del club I Borghi più belli d'Italia.

  • Periodo ideale per una visita: Ogni anno a giugno quando si svolge la "Festa del Rinascimento". Nel periodo natalizio nelle date del 26 dicembre e del 1º - 6 gennaio, quando viene rappresentato il presepe vivente. In occasione del carnevale dei bambini nel periodo di carnevale, infine a novembre quando si svolge la "Sagra del Vino Novello"
  • Tempo di visita consigliato: 1 giorno
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Palazzo Cesi, centro storico, Spoleto, che dista solo 18 minuti
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €52,00 a camera - guarda le offerte

4 - Bevagna, Perugia

bevagna perugiaBevagna è inserita tra i Borghi più belli d'Italia, e tra le Bandiere Arancioni, due dei maggiori riconoscimenti in campo turistico. Famosa per le tele pregiate che vi si producevano, dette appunto "bevagne", all'interno del borgo sono state girati diversi film, tra cui Musica in piazza di Mario Mattoli, alcune scene del film Fratello sole, sorella luna diretto da Franco Zeffirelli, ed è stato il set della fiction tv Don Matteo 6. Divenuta Municipio romano nel 90 a.C, divenne importante centro agricolo e strategico, grazie alla sua favorevole posizione. Tale floridezza durerà fino al III secolo d.C., in questo periodo ebbe un notevole sviluppo edilizio, e fu munita di una cinta muraria.

5 - Panicale, Perugia

panicalePanicale fa parte del circuito de I Borghi più belli d'Italia ed è stato insignito della bandiera arancione dal Touring Club Italiano. Si ipotizza che l'origine di Panicale sia antichissima, anche se non ci sono fonti certe che lo testimoniano. Nel Medioevo la storia del castello è legata a quella di Perugia: infatti Panicale è sia un importante centro per il rifornimento di cibo, sia un avamposto verso ovest e la Val di Chiana. Durante l'epoca rinascimentale, Panicale vive un periodo di sviluppo economico, espansione territoriale e di generale benessere, che consente la realizzazione di diverse opere d'arte da parte di artisti celebri

  • Periodo ideale per una visita: L'ultima domenica di ottobre, quando si svolge la Festa della Castagna, o nei primi giorni di settembre per le Tavernelle e la Festa della Pannocchia. Venerdì santo per la processione del Cristo Morto, da luglio a settembre per il Festival organistico Morettini. A settembre dal primo fine settimana al penultimo fine settimana, per il PAN OPERA FESTIVAL. Il Lunedì di Pasqua per il Gioco del Formaggio. Il secondo venerdì di settembre fino alla domenica si svolge la Festa dell'Uva.
  • Tempo di visita consigliato: 1-2 giorni
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Fontana del XV secolo, Porta Perugina, Castello di Montalera, Chiesa di San Giovanni Battista , oratorio della Arciconfraternita della Morte, Chiesa della Madonna della Spera o del Rosario. Castiglione del lago dista 18 minuti
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €65,00 a camera - guarda le offerte

6 - Orvieto,Terni

orvietoArroccata su una rupe, Orvieto è una delle città più antiche dell'Intera Italia e fa parte delle Cittàslow. La sua fondazione risale infatti agli etruschi, che si insediarono all'interno delle grotte tufacee ricavate nel massiccio su cui sorge attualmente la cittadina.
Sebbene la fama di Orvieto sia profondamente legata a quella del suo duomo, la città offre numerosi spunti e itinerari storico-artistici, dovuti proprio alle sue antiche origini.

  • Periodo ideale per una visita: in occasione della Pentecoste, per la Festa della Palombella e due domeniche dopo, Festa del Corpus Domini, per la processione religiosa che accompagna il reliquiario del Miracolo di Bolsena , preceduta dal Corteo Storico della Città; tra fine dicembre ed inizio gennaio in occasione dell'Umbria Jazz winter. Ad Agosto, per la Festa della Madonna Assunta, con eventi musicali collaterali.
  • Tempo di visita consigliato: 1-2 giorni
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Duomo, Musei dell'Opera del Duomo, Musei Archeologici, Sotterranei della chiesa di S. Andrea e Bartolomeo, Pozzo di San Patrizio, Pozzo della Cava, Grotte Il Labirinto di Adriano. Orvieto Underground, Le Necropoli del Crocifisso del Tufo e di Cannicella. Bolsena dista 30 minuti, Todi 45 minuti e Civita di Bagnoregio 30 minuti. Si consiglia l'acquisto della Carta Orvieto Unica che con €20,00 consente l'ingresso a tutti i Monumenti.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €48,00 a camera - guarda le offerte
  • Card, ticket e tour consigliati: Assisi e Orvieto: tour di 1 giorno da Roma Orvieto: Tour Underground e pranzo leggero a Cantine Foresi Umbria Full-Day Tour di Orvieto e Todi

7 - Montefalco, Perugia

montefalcoMontefalco è un borgo noto per la produzione vinicola, e fa parte del club dei Borghi più belli d'Italia.Il toponimo Montefalco si deve a Federico II di Svevia che, notando la grande presenza di falchi nella zona, cambio il nome da Coccorone a quello attuale. Intorno al 1280 la città viene conquistata da Todi e, durante il periodo dell'occupazione si inizia la coltivazione delle uve per il grechetto che si va ad accostare alla trazione del vino rosso, nello stesso periodo avviene anche la costruzione del palazzo pubblico e degli edifici religiosi.

  • Periodo ideale per una visita: il lunedì di Pasquetta per il Gioco de La Ciuccetta, nei giorni di Natale per la Fuga del Bove, la terza domenica di settembre per la festa dela vendemmia
  • Tempo di visita consigliato: 1 giorno
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: La cinta muraria, Porta Sant'Agostino, Torre del Verziere, la chiesa di Sant'Agostino, il corpo mummificato del beato Pellegrino, la piazza del Comune. Foligno dista 13 minuti
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €26,00 a camera - guarda le offerte

8 - Castiglione del lago, Perugia

castiglione del lagoIl nome Castiglione deriva dal latino Castellum Leonis, castello del leone, volgarizzato poi in Castiglione. La cittadine si travava su di un importante via di comunicazione, tra Orvieto, Chiusi ed Arezzo . Fu al centro di numerose contese, vista la sua particolare posizione che, portarono alla distruzione, più volte, della fortezza originale, puntualmente ricostruita. Fondata dai romani, sorge su di un colle che in epoca antica costituiva la quarta isola del lago Trasimeno prima che la striscia d'acqua che la separava dalla terraferma fosse riempita.

  • Periodo ideale per una visita: prima domenica di marzo con la Strasimeno ai mesi di aprile e maggio, con il Meeting di primavera
  • Tempo di visita consigliato: 1 giorno
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Palazzo della Corgna o ducale, Rocca del Leone, Chiesa di Santa Maria Maddalena, Chiesa di San Domenico, Chiesa di Santa Maria delle Grazie, Santuario della Madonna della Carraia. Borgo Panicale dista 18 minuti
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Appartamento a partire da €38,00 a camera - guarda le offerte

9 - Montone, Perugia

montone perugiaDi origine medievale, il borgo di Montone è circondato dal verde, ed appare improvvisamente a coloro che salgono per la strada.Patria del famoso condottiero Braccio Fortebracci, Montone ha conservato intatto il suo fascino medievale, fatto di case storiche, chiese, strade strette e mura secolari.

  • Periodo ideale per una visita: penultima domenica di agosto ogni anno, per la festa della donazione della Santa Spina. Tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre, quando si tiene la festa del bosco
  • Tempo di visita consigliato: 1 giorno
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Ruderi Rocca di Braccio, Rocca d'Aries, Pieve di San Gregorio Magno, chiesa di Santa Maria, Chiesa della Madonna delle Grazie. Città di Castello dista 20 minuti
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e B&b a partire da €50,00 a notte - guarda le offerte

10 - Assisi, Perugia

assisi 1Assisi è nota ai più per essere la patria che diede i natali a san Francesco e santa Chiara. I reperti storici indicano che le origini della città risalgono ad un piccolo villaggio, del periodo villanoviano. I Romani nel 295 a.C., con la battaglia del Sentino, imposero il loro dominio anche nell'Italia Centrale, e alla città venne dato il nome di Asisium, divenne municipium, e fu un importante centro economico e sociale dell'Impero. Con la caduta dei romani anche Assisi conobbe un periodo difficile e, nel 545, fu saccheggiata dai Goti. Conquistata dai Bizantini, venne annessa poco tempo dopo al Ducato di Spoleto, del quale condivise le sorti fino all'inizio del XII secolo.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su