Norcia Castelluccio Lenticchia

Paesi e borghi più belli in Umbria

Aggiornato a Settembre 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 36 viaggiatori.

Norcia Castelluccio LenticchiaIn Umbria storia e natura si sposano alla perfezione. Caratterizzata da paesaggi collinari e folti boschi, la regione è ricca di castelli e boghi medievali tra i Borghi più belli d'Italia, testimonianze di uno storico passato. Scopriamo insieme quali sono i borghi più affascinanti...

NB: La seguente lista è frutto di un sondaggio che ha coinvolto attivamente i membri della Community. Oltre 10.000 utenti sono stati chiamati ad esprimere 20 preferenze, scegliendo fra le proposte della redazione.

1 - Spello, Perugia

spello porta di venere 1Foto di Attilios. Spello, tra i Borghi più belli d'Italia, fu definita dall'imperatore Augusto "Splendidissima Colonia Julia", ed è stata citata da D'Annunzio in una delle sue poesie.

Collocata ai piedi del monte Subasio, con un tour panoramico si può ammirare ciò che rimane della cinta muraria e i diversi resti archeologici trovati sono la testimonianza dell'importanza che la cittadina ebbe in passato. Devastata durante la discesa dei Barbari, fece parte, successivamente, del ducato di Spoleto, per poi passare nelle mani del Papato. Nel IV secolo Spello fu sede vescovile e nell'Alto Medioevo, fece parte per moltissimo tempo della vasta diocesi di Spoleto.

  • Periodo ideale per una visita: primavera e autunno sono i periodi migliori oltre alla manifestazione delle infiorate di Spello (nona domenica dopo pasqua).
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Porta dell'Arce o dei Cappuccini, Palazzo comunale, Palazzo Baglioni, Palazzo Urbani, Cappella Tega, Collegiata di Santa Maria Maggiore, Sant'Andrea. La città di Foligno dista 11 min
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €50,00 a camera - guarda le offerte

2 - Massa Martana, Perugia

massa martana stazione 1Foto di Daniele Bartolucci. Massa martana ha la particolarità di essere circondata da folti boschi, formati da macchia mediterranea. La presenza dei romani nella zona è testimoniata dal Ponte Fonnaia, che risale al III secolo a.C.

Nei pressi del paese è possibile visitare un sistema catacombale del III-V secolo d.C. Il borgo, a partire dal I al V secolo d.C., fu la casa di numersi santi, tra cui da S. Felice, a Fidenzio a Terenzio, a Faustino, santa Illuminata. Devastata durante le guerre gotico-bizantine, Massa Martana ritrovò nuova vita sotto il dominio di Spoleto.

  • Periodo ideale per una visita: sempre, clima piacevole e piogge scarse. Nel periodo natalizio si svolgono i caratteristici mercatini natalizi; la seconda domenica di dicembre si svolge la nociata, una manifestazione in onore del tipico torrone
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: porta medievale, centro storico, chiesa della Madonne della Pace, chiesa di San Felice, Chiesa di Santa Maria in Pantano, chiesa di Santa Maria della Concezione. Il borgo di Acquasparta è distante 14 min
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €55,00 a camera - guarda le offerte

3 - Acquasparta, Terni

acquasparta palazzo cesiFoto di LigaDue. Il nome Acquasparta deriva, probabilmente, dal latino Aquas Partas, vista la sua posizione tra le fonti dell'Amerino e di Furapane. Nel Medioevo il borgo fece parte delle Terre Arnolfe, e dopo essere passata tra le varia mani di signori ecclesiastici, fu ceduta alla famiglia Cesi che vi eresse l'omonimo palazzo. La cittadina fu anche sede della ricostituita Accademia dei Lincei.

Ad oggi è possibile ammirare la piazza restaurata e le famose terme amerino che, leggenda vuole, furono fatte sgorgare da san Francesco intorno al 1200. Oggi fa parte del club I Borghi più belli d'Italia.

4 - Bevagna, Perugia

bevagna basilica di san silvestro esternoFoto di Mongolo1984. Bevagna è inserita tra i Borghi più belli d'Italia, e tra le Bandiere Arancioni, due dei maggiori riconoscimenti in campo turistico. Famosa per le tele pregiate che vi si producevano, dette appunto "bevagne", all'interno del borgo sono state girati diversi film, tra cui Musica in piazza di Mario Mattoli, alcune scene del film Fratello sole, sorella luna diretto da Franco Zeffirelli, ed è stato il set della fiction tv Don Matteo 6.

Divenuta Municipio romano nel 90 a.C, divenne importante centro agricolo e strategico, grazie alla sua favorevole posizione. Tale floridezza durerà fino al III secolo d.C., in questo periodo ebbe un notevole sviluppo edilizio, e fu munita di una cinta muraria. Oggi è al centro di tour enologici che includono proprio Bevagna e Montefalco.

  • Periodo ideale per una visita: primavera ed estate per il clima; tra aprlie e maggio per la Primavera Medievale e Arte in Tavola; ultime due domenice di giugno per il Mercato delle Gaite
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Palazzo dei Consoli, Piazza Silvestri, Chiesa di San Michele, Chiesa di San Silvestro, Museo civico, Monastero di Santa Margherita. Il borgo di Montefalco dista 10 min
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €42,00 a camera - guarda le offerte

5 - Panicale, Perugia

panicale perugia borgo medioevo 1Panicale fa parte del circuito de I Borghi più belli d'Italia ed è stato insignito della bandiera arancione dal Touring Club Italiano. Si ipotizza che l'origine di Panicale sia antichissima, anche se non ci sono fonti certe che lo testimoniano.

Nel Medioevo la storia del castello è legata a quella di Perugia: infatti Panicale è sia un importante centro per il rifornimento di cibo, sia un avamposto verso ovest e la Val di Chiana. Durante l'epoca rinascimentale, Panicale vive un periodo di sviluppo economico, espansione territoriale e di generale benessere, che consente la realizzazione di diverse opere d'arte da parte di artisti celebri.

  • Periodo ideale per una visita: primavera ed estate per il clima; ultima domenica di ottobre per la Festa della Castagna, primi giorni di settembre per le Tavernelle e la Festa della Pannocchia. Da luglio a settembre per il Festival organistico Morettini. A settembre dal primo fine settimana al penultimo fine settimana per il Pan Opera Festival
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Fontana del XV secolo, Porta Perugina, Castello di Montalera, Chiesa di San Giovanni Battista, oratorio della Arciconfraternita della Morte, Chiesa della Madonna della Spera. Castiglione del lago dista 18 min
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €65,00 a camera - guarda le offerte

6 - Orvieto, Terni

orvieto cattedraleArroccata su una rupe, Orvieto è una delle città più antiche dell'Intera Italia e fa parte delle Cittàslow. La sua fondazione risale infatti agli etruschi, che si insediarono all'interno delle grotte tufacee ricavate nel massiccio su cui sorge attualmente la cittadina.

Sebbene la fama di Orvieto sia profondamente legata a quella del suo duomo, la città offre numerosi spunti e itinerari storico-artistici, dovuti proprio alle sue antiche origini.

Insieme ad Assisi è meta di tour organizzati di un giorno con partenze anche da Roma. Molto interessante è il tour dei sotterranei che include anche il presso delle note cantine del territorio.

  • Periodo ideale per una visita: primavera ed estate per il clima; giorno di Pentecoste per la Festa della Palombella; due domeniche dopo per la Festa del Corpus Domini con la processione del reliquiario del Miracolo di Bolsena; tra fine dicembre ed inizio gennaio per l'Umbria Jazz Winter.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Duomo, Musei dell'Opera del Duomo, Musei Archeologici, Sotterranei della chiesa di S. Andrea e Bartolomeo, Pozzo di San Patrizio, Pozzo della Cava, Grotte Il Labirinto di Adriano. Orvieto Underground, Le Necropoli del Crocifisso del Tufo e di Cannicella. Bolsena dista 30 min, Todi 45 min e Civita di Bagnoregio 30 min
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €48,00 a camera - guarda le offerte

7 - Montefalco, Perugia

montefalco pgFoto di Umbria ws. Montefalco è un borgo noto per la produzione vinicola, ed è infatti consigliato un tour enologico in queste zone. Fa parte del club dei Borghi più belli d'Italia. Il toponimo Montefalco si deve a Federico II di Svevia che, notando la grande presenza di falchi nella zona, cambio il nome da Coccorone a quello attuale.

Intorno al 1280 la città viene conquistata da Todi e, durante il periodo dell'occupazione si inizia la coltivazione delle uve per il grechetto che si va ad accostare alla trazione del vino rosso, nello stesso periodo avviene anche la costruzione del palazzo pubblico e degli edifici religiosi.

  • Periodo ideale per una visita: il lunedì di Pasquetta per il Gioco de La Ciuccetta, nei giorni di Natale per la Fuga del Bove, la terza domenica di settembre per la festa dela vendemmia
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: La cinta muraria, Porta Sant'Agostino, Torre del Verziere, la chiesa di Sant'Agostino, il corpo mummificato del beato Pellegrino, la piazza del Comune. Foligno dista 13 min
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €26,00 a camera - guarda le offerte

8 - Castiglione del Lago, Perugia

castiglione del lago trasimenoFoto di Adbar. Il nome Castiglione deriva dal latino Castellum Leonis, castello del leone, volgarizzato poi in Castiglione. La cittadina si trovava su di una importante via di comunicazione, tra Orvieto, Chiusi ed Arezzo. Fu al centro di numerose contese, vista la sua particolare posizione che, portarono alla distruzione, più volte, della fortezza originale, puntualmente ricostruita.

Fondata dai romani, sorge su di un colle che in epoca antica costituiva la quarta isola del lago Trasimeno prima che la striscia d'acqua che la separava dalla terraferma fosse riempita.

  • Periodo ideale per una visita: prima domenica di marzo con la Strasimeno ai mesi di aprile e maggio, con il Meeting di primavera
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Palazzo della Corgna o ducale, Rocca del Leone, Chiesa di Santa Maria Maddalena, Chiesa di San Domenico, Chiesa di Santa Maria delle Grazie, Santuario della Madonna della Carraia. Borgo Panicale dista 18 min
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €38,00 a camera - guarda le offerte

9 - Montone, Perugia

montone pgFoto di trolvag. Di origine medievale, il borgo di Montone è circondato dal verde, ed appare improvvisamente a coloro che salgono per la strada.

Patria del famoso condottiero Braccio Fortebracci, Montone ha conservato intatto il suo fascino medievale, fatto di case storiche, chiese, strade strette e mura secolari. Passeggiate tra le sue vie per ritrovarvi catapultati indietro nel tempo!

  • Periodo ideale per una visita: penultima domenica di agosto ogni anno, per la festa della donazione della Santa Spina. Tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre, quando si tiene la festa del bosco
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Ruderi Rocca di Braccio, Rocca d'Aries, Pieve di San Gregorio Magno, chiesa di Santa Maria, Chiesa della Madonna delle Grazie. Città di Castello dista 20 min
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e B&b a partire da €50,00 a notte - guarda le offerte

10 - Assisi, Perugia

assisi san francesco 2Assisi è nota ai più per essere la patria che diede i natali a san Francesco e santa Chiara. I reperti storici indicano che le origini della città risalgono ad un piccolo villaggio, del periodo villanoviano.

I Romani poi nel 295 a.C., con la battaglia del Sentino, imposero il loro dominio anche nell'Italia Centrale, e alla città venne dato il nome di Asisium, divenne municipium, e fu un importante centro economico e sociale dell'Impero. Con la caduta dei romani anche Assisi conobbe un periodo difficile e, nel 545, fu saccheggiata dai Goti. Conquistata dai Bizantini, venne annessa poco tempo dopo al Ducato di Spoleto, del quale condivise le sorti fino all'inizio del XII secolo.

Ma Assisi è anche terra di vini: particolarmente consigliato infatti un tour con picnic e degustazione enologica per scoprire il territorio tutto attorno il borgo. Per ammirare invece il centro e le sue viuzze in modo originale, si può organizzare un simpatico giro panoramico in Ape Calessino
VEDI ANCHE: Assisi: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

  • Periodo ideale per una visita: fine agosto per il Palio di San Rufino. Ogni due anni, nei mesi di settembre e ottore, per la Marcia per la pace Perugia-Assisi. 3-4 ottobreper la festa di San Francesco; la notte del 7 dicembre per la Venuta; nella giornata di Pentecoste, per il palio di Pasqua Rosata
  • Cosa vedere in città e nei dintorni:Rocca Maggiore, Piazza del Comune, Tempio di Minerva, Anfiteatro romano, Basilica di San Francesco d'Assisi. Foligno dista 23 min
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €40,00 a camera - guarda le offerte

11 - Gubbio, Perugia

umbria gubbio italy borgo 1 1Borgo medievale nel cuore dell'Umbria, Gubbio è chiamata anche La città grigia per la presenza dei blocchi di calcare con cui è costruito il centro.

Località piena di storia e nota già all'età del Bronzo ha un passato piuttosto impegnativo: da feudo di diverse signorie, passò poi alla Chiesa e prima di essere annessa al Regno d'Italia appartenne alla Repubblica Cisalpina. Molto comoda da visitare, ha un centro storico ricco di monumenti, palazzi, chiese e musei. Assolutamente da fare 3 giri di corsa intorno alla Fontana dei matti per potersi far assegnare la "Patente da Matto". Altra cosa da non perdere la risalita in funivia per raggiungere la Basilica di Sant'Ubaldo.

Ai visitatori si consiglia la tessera turistica con sconti sulla città e audioguida per poter girare e conoscere comodamente il borgo. Per un tuffo nella tradizione artigianale di Gubbio, consigliamo di provare il laboratorio di rilegatura in pelle o il laboratorio di calligrafia.
VEDI ANCHE: Gubbio, Umbria: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

  • Periodo ideale per una visita: da aprile a fine ottobre; imperdibili anche la festa del Patrono il 15 maggio quando si svolge la festa dei ceri, l'ultima domenica di maggio in occasione del Palio della Balestra e a dicembre per ammirare l'albero di Natale più grande del mondo
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Piazza 40 Martiri, Chiesa di San Francesco,Logge dei Tiratori, Palazzo dei Consoli, Museo Civico, Palazzo Pretorio, Palazzo Ducale, Duomo e Basilica di Sant'Ubaldo. Appena fuori dalla cittadina da non perdere il Teatro Romano. Dista 40 km da Perugia.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €65,00 a camera - guarda le offerte

12 - Todi, Perugia

todi perugiaFoto di trolvag. Piccolo comune lungo il corso del Tevere, ubicata su un colle di 400 m, Todi vanta antiche origini romane e durante il medioevo fu una nemica acerrima della vicina Orvieto. Famosa per essere una delle città più vivibili al mondo, ha un'eleganza unica e la maggior parte degli edifici che oggi si possono ammirare appartengono all'epoca tra il XIII e il XIV secolo.

Consigliamo un tour a piedi privato di 2 ore, partendo dal cuore pulsante che è Piazza del Popolo, da dove si ha una delle vedute più belle della città e dove si affacciano i principali edifici. Al di sotto di questa piazza si trovano due cisterne romane e diversi tunnel con pozzi sotterranei che risalgono al II secolo A.C. Ma Todi non è solo arte e storia, perché qui si può gustare un'ottima cucina a base di prodotti locali e ricette della tradizione.

  • Periodo ideale per una visita: da aprile a ottobre; da non perdere anche il Todi Arte Festival ad agosto, la Rassegna Antiquaria d'Italia che si svolge nella settimana pasquale, il Gran Premio italiano Mongofieristico a luglio e la manifestazione Tipico&DopArt a giugno
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Piazza del Popolo, Palazzo Comunale, Museo Lapidario, Pinacoteca Civica e Museo Etrusco Romano. Nelle vicinanze si trovano anche il Castello di Frontignano, il castello di Speltara e il Castello di Barattano. Todi dista 45 Km da Perugia.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €58,00 a camera - guarda le offerte

13 - Norcia, Perugia

norcia castelluccio lenticchiaPiccolo comune della provincia di Perugia, Norcia si trova nel cuore dell'appennino umbro marchigiano e nel comprensorio dei monti Sibillini. La cittadina e i suoi dintorni regalano paesaggi che paiono usciti da un quadro e, sebbene sia stata colpita dal terremoto del 2016, continua ad essere un luogo incantevole. E' infatti inclusa nei principali tour in Umbria insieme a Cascia e Cascata delle Marmore.

Famoso soprattutto per l'esplosione della natura durante il periodo della Fioritura, Norcia possiede anche numerose chiese ed edifici storici, ma è anche la base di partenza per escursioni a piedi o in bicicletta per scoprire i dintorni. Da non tralasciare la sua tradizione enogastronomica a base di tartufo nero, lenticchie, funghi, formaggi di pecora salumi.

  • Periodo ideale per una visita: da maggio a ottobre quando le temperature sono miti e la natura regala spettacolari fioriture. Da non perdere i colori della fioritura delle lenticchie tra giugno e luglio, la mostra mercato del Tartufo nero di Norcia che si svolge solitamente tra febbraio e marzo, la festa di S.Antonio Abate il 17 gennaio, la Fiera de Sienti 'n Può a metà agosto e la processione del Cristo morto a Norcia nel periodo pasquale
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Chiesa di San Benedetto, Palazzo Comunale con Torre Campanaria, Scalinata e loggia, la Castellina, Duomo di Santa Maria Argentea, Chiesa di Sant'Agostino, complesso monumentale di San Francesco, mura di cinta, piana di Castelluccio di Norcia, prati conosciuti con il nome di Marcite. Dista da Perugia 99 Km
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €58,00 a camera - guarda le offerte

14 - Ferentillo, Terni

ferentillo terniFoto di trolvag. Piccolissimo comune della provincia di Terni, Ferentillo è diviso in due borghi dal fiume Nera: Matterella e Precetto.

La cittadina fu fondata nel 740 dal re dei Longobardi Liutprando che giunse nella Valle Nera e colonizzò queste terre disabitate. Subì poi nel tempo alcune modifiche strutturali. L'abitato di Matterella è quello più antico, ai piedi del vecchio castello e adagiato sulla zona rocciosa del Monte Gabbio; la rocca di Precetto, invece, di epoca un po' più recente, ha forma triangolare ed è arroccata sul Monte Sant'Angelo circondata da mura difensive e da un fitto bosco.

  • Periodo ideale per una visita: in estate si può vivere appieno la sua natura e godere di alcuni eventi. Tra questi i più importanti sono "Le Rocche Raccontano", rievocazione storica organizzata da oltre un ventennio in prossimità della festa del patrono San Sebastiano il 20 agosto. La Sfida de Lu Ciuccittu, una singolare tradizione popolare a colpi di uova con origini antichissime che si svolge nel periodo pasquale. Castellonando e la Sagra del Cinghiale sono sagre gastronomiche che si svolgono a luglio
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Chiesa di San Giovanni Battista, Palazzo Silvani-Loreni, Piazza Garibaldi, complesso Cybo, Collegiata di Santa Maria, Chiesa della Madonna del Gonfalone, Chiesa di Santo Stefano, Museo delle Mummie, Palazzo del Principe di Montholon. Nelle vicinanze l'Abbazia di San Pietro in Valle e la veduta dell'Abazia di San Piero in Valle. Ferentillo dista 19 Km da Terni
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €55,00 a camera - guarda le offerte

15 - Spoleto, Perugia

umbria spoleto panorama umbria 1Città umbra circondata da colline, ulivi e vigneti, Spoleto si trova all'interno di una grande pianura dove un tempo si trovava un lago. Risale al XII secolo ed è famosissima per il suo Duomo che ospita diversi dipinti dell'artista medievale Filippo Lippi, ma anche per le diverse costruzioni e musei.

Negli ultimi anni ha goduto di una fama notevole grazie alla serie Tv Don Matteo, in quanto è stata il set della nona stagione. Ma Spoleto è famosa da tempo anche per il suo Festival dei due mondi che richiama ogni anni turisti da tutto il mondo che vengono ad assistere a balletti, opere liriche, concerti, e conferenze.
VEDI ANCHE: Spoleto: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

  • Periodo ideale per una visita: da maggio a ottobre, quando la temperatura è ideale per visitare la città e godere delle bellezze. Tra fine maggio e inizio giugno si svolge la manifestazioni "Vini nel Mondo", e le settimane a cavallo tra giugno e luglio quando c'è il festival del due mondi.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Piazza Garibaldi, Basilica di San Gregorio Maggiore, Palazzo Virgili e Torre dell'Olio, Palazzo Collicola che ospita il museo di Arti Visive, Piazza Duomo, Cattedrale di Santa Maria Assunta, Teatro Romano, Museo Archeologico, Casa Romana, Pontedelle Torri, Rocca Albornoziana, Fontana del Mascherone, Arco di Druso. Dista 63 Km da Perugia
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €75,00 a camera - guarda le offerte

16 - Lugnano in Teverina, Terni

lugnano umbriaFoto di trolvag. Piccolo comune in provincia di Terni, Lugnano in Teverina è considerato uno dei borghi più belli d'Italia e fa parte anche dell'Associazione Nazionale città dell'olio. Situato su una collina a forma di luna in posizione dominante, si affaccia sul Tevere e regala panorami mozzafiato.

Le vie del centro storico, i palazzi e le chiese fanno fare un tuffo nel passato e chiunque arriva qui viene conquistato dall'atmosfera magica e dai sapori autentici che anche la tradizione gastronomica regala.

  • Periodo ideale per una visita: da maggio a ottobre grazie al clima adatto per scoprire la cittadina e i dintorni; da segare anche la "Maratona dell'Olio" che si svolge a fine novembre, l'estate lugagnese, una fiera gastronomica nella prima settimana di agosto, e la rievocazione storica della Passione di Cristo nel periodo pasquale
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Collegiata di S.Maria, Convento di San Francesco, Palazzo Pennone, Palazzo dei conti Bufalari, Chiesa di Sant'Antonio Abate, Chiesa della Maestà, Ex Fabbrica di lampadine, antiche rovine della villa romana di Poggio Gramignano. Dista da Terni 35 Km
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €65,00 a camera - guarda le offerte

17 - Cascia, Perugia

cascia umbria italiaNota per aver dato i natali a Santa Rita, Cascia si trova sul colle di sant'Agostino, un antico castello vicino al fiume Corno e ogni anno è meta di pellegrinaggio di molti fedeli. I primi insediamenti risalgono al periodo romano, ma la cittadina conobbe il suo massimo splendore durante il Medioevo.

Oltre allo splendido santuario dedicato a Santa Rita, il borgo ha altro da offrire grazie ai suoi dintorni immersi totalmente nella natura della Val Nerina. Oltre al lato spirituale e paesaggistico, i visitatori possono anche apprezzare l'arte culinaria e i prodotti del luogo come zafferano, farro, tartufo e legumi.

  • Periodo ideale per una visita: tutto l'anno in particolare in occasione di eventi e manifestazioni come la Festa di Sant'Antonio a gennaio, le "Pasquarelle" durante il periodo pasquale, il "Focone della Venuta" la notte tra il 9 e il 10 dicembre e "Aestivum", la mostra mercato del tartufo estivo ad agosto
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Santuario di Santa Rita da Cascia, Chiesa di San Francesco, ex chiesa di Sant'Antonio Abate, Chiesa di Santa Maria della Visitazione, Palazzo Carli, Palazzo Frenfanelli, Museo Civico, Tempio Romano di Villa San Silvestro, frazione di Roccaporena. Dista da Norcia 19 Km
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €55,00 a camera - guarda le offerte

18 - Corciano, Perugia

corciano umbriaFoto di trolvag. Posto su un colle a pochi km da Perugia, Corciano è stato eletto uno dei borghi più belli d'Italia e secondo la leggenda è nato per opera di Coragino, il fedele amico di Ulisse.

Il centro storico, circondato dalle mura, è un alternarsi di vicoli che salgono e scendono, di scalinate e case costruite in pietra calcarea. E' possibile accedervi tramite due porte: Santa Maria a sud e San Francesco a nord e, sebbene siano stati ritrovati alcuni reperti di epoca romana, il borgo ha un'impronta medievale.

  • Periodo ideale per una visita: tutto l'anno sebbene alcuni periodi, grazie a manifestazioni ed eventi, sono particolarmente indicati. Da segnare i mercatini e i presepi del periodo di Natale, la sagra dei fiori di zucca a luglio, e la primavera per godersi il sentiero dei Mandorli
  • Cosa vedere in città e nei dintorni:Palazzo Municipale, Palazzo del Capitano del Popolo, Palazzo dei Priori e della Mercanzia, pozzo di piazza Coragino, Chiesa di Santa Maria Assunta, Chiesa di San Cristoforo, ex convento di San Francesco, Chiesa di Sant'Agostino, Museo Paleontologico, Museo della Casa contadina, Museo della Pievania. Dista 12 Km da Perugia
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €68,00 a camera - guarda le offerte

19 - Amelia, Terni

amelia provinciaFoto di trolvag. Piccolo comune della provincia di Terni, nella zona sud-ovest dell'Umbria, al confine con il Lazio, il borgo di Amelia è caratterizzato da un territorio collinare e insieme ad altre 8 località dà il nome al comprensorio dell'Amerino.

Di origini antichissime, la cittadina vanta diverse testimonianze del passato; oltra alle mura che la circondano, numerosi palazzi, chiese, resti di mosaici e terme. Nei dintorni poi ci sono diverse aziende agricole e cantine che vi faranno assaggiare i prodotti del territorio

  • Periodo ideale per una visita: da maggio a ottobre e in occasione della Ameria Festival da settembre a ottobre, della Festa del Maialino a metà agosto, e della sagra della fava e del cinghiale nella seconda metà luglio
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Duomo, Chiesa di San Francesco, Monastero e chiesa di San Magno, Chiesa di San Clemente Teatro, necropoli nell'area dell'ex consorzio agrario, Palazzo Frattini, Palazzo Petrignani, Chiesa di Sant'Agostino, Loggia del Banditore, Cattedrale dedicata a santa Femmina, Convento della SS.Annunziata, Museo Civico Archeologico, Pinacoteca "Edilberto Rosa"
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €60,00 a camera - guarda le offerte

20 - San Gemini, Terni

casa antica medioevo san gemini 1Comune della provincia di Terni, famoso per le sue acque minerali e termali, San Gemini è costruito sui resti di un insediamento romano lungo l'antica Via Flaminia.

Oltre al bel centro storico caratterizzato da una struttura tipicamente medievale con chiese, palazzi e torri, a soli 4 km conserva i resti di un centro abitato romano "Carsulae" che oggi è un museo all'aria aperta. Per chi intende rilassarsi e dedicarsi al benessere, poi, la località è sede di un famoso Parco Termale che occupa una superficie di 6 ettari dove da giugno a settembre è possibile fare trattamenti idropinici. Infine le famiglie con bambini non possono perdersi una visita a GeoLab, lo spazio espositivo dedicato alle Scienze della Terra.

  • Periodo ideale per una visita: tutto l'anno, sebbene primavera, estate ed autunno siano le stagioni più adatte. Inoltre dall'ultimo sabato di settembre alla seconda domenica di ottobre, si svolge "La Giostra dell'Arme", una manifestazione dall'atmosfera medievale. Dicembre, invece, è il mese in cui si allestiscono i "Presepi di San Gemini" e a luglio e agosto solitamente la cittadina è teatro di eventi musicali e concerti
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Porta Romana, Piazza San Francesco con l'omonima Chiesa, Chiesa di San Giovanni, Chiesa di Santo Stefano, Palazzo Pretorio, Torre Esperia, Porta Burgi, Palazzo Canova, Convento di Santa Maria Maddalena, Chiesa di San Nicolò, museo archeologico Carsulae, Grotta degli Zingari, le Cisterne, Parco Termale, Geolab. San Gemini dista da Terni 15 Km
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €65,00 a camera - guarda le offerte

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Umbria

Inserisci una domanda
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su