emilia foto copertina

Paesi e borghi più belli in Emilia-Romagna

I Borghi più belli in Emilia romagna. Elenco dei paesi e dei borghi più interessanti da visitare in Emilia romagna. Scopri paesini bellissimi per un week-end in Estate, Autunno, Primavera e Inverno.

emilia foto copertinaL'Emilia-Romagna è in assoluto una delle regioni italiane più stupefacenti sia dal punto di vista paesaggistico che da quello storico-culturale. Si tratta infatti di una terra ricca di bellezza, impregnata di storia e fascino, dalla tradizione culinaria e popolare ancora molto forte, sopravvissute allo scorrere del tempo. Di cose da fare/vedere in questa regione d'Italia non ne mancano di certo, anzi: tra tour culturali, gastronomici e naturalistici si ha solo l'imbarazzo della scelta! Tra le tante attività da fare assolutamente in Emilia-Romagna, sicuramente un giro per i borghi e i paesini medievali si colloca al primo posto, dal momento che stiamo parlando di una delle regioni con più borghi di tutta l'Italia.
Scopriamo insieme i paesi e i borghi più belli da non perdere assolutamente.

NB: La seguente lista è frutto di un sondaggio che ha coinvolto attivamente i membri della Community. Oltre 10.000 utenti sono stati chiamati ad esprimere le proprie preferenze, scegliende 10 borghi fra gli oltre 30 selezionati dalla nostra redazione.
VEDI ANCHE: 10 Posti da Visitare in Emilia Romagna

1 - Gualtieri

Addossato all'argine maestro del fiume Po, Gualtieri è un piccolo borgo di pianura, un tempo appartenuto ai domini della famiglia degli Sforza (fino agli inizi del 1500, quando il borgo passerà nelle mani della famiglia d'Este). Il cuore pulsante del borgo è sicuramente la sua piazza principale, Piazza Bentivoglio, sulla quale si affacciano i monumenti più significativi della città: la Torre Civica, la Collegiata di Santa Maria della Neve, ma soprattutto il complesso del Palazzo Bentivoglio, eretto agli inizi del periodo seicentesco e costituito da più ambienti, tra i quali la Cappella Gentilizia, ma anche la Sala dei Falegnami e il Salone dei Giganti, all'interno dei quali sono custoditi alcuni affreschi e alcune opere di estremo valore. Di grande bellezza, vi segnaliamo anche Villa Torello con i giardini romantici e l'architettura neo-classica.

  • Periodo ideale per una visita: il borgo è perfetto da visitare in qualsiasi stagione, sebbene durante i mesi primaverili/estivi sia preferito da molti perché possibile percorrere in bici o a piedi alcuni sentieri lungo il Po. In Ottobre, tuttavia, la tradizionale sagra del paese attira molti visitatori, soprattutto amanti della cucina tradizionale e del Parmigiano Reggiano.
  • Tempo di visita consigliato: almeno una giornata intera.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Piazza Bentivoglio, Palazzo Bentivoglio, Villa Torello, Torre Civica, Collegiata di Santa Maria della Neve, Casa della Comunità.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €55,00 a camera - guarda le offerte.

2 - Dozza

dozza centro storico dipintiDozza è conosciuta da molti anche come la rocca del vino, grazie ai numerosi vigneti che la circondano. La cittadina altro non è che uno dei borghi medievali meglio conservati dell'Appennino tosco-romagnolo, caratterizzato da dolci pendii e dalla rocca che sovrasta maestosa l'intero tessuto cittadino. Proprio la Rocca Sforzesca infatti costituisce l'attrazione principale del borgo, ancora perfettamente conservata: gli esterni come gli interni del borgo presentano la struttura medievale originaria, con i mobili di ottima fattura, i dipinti e gli arazzi appesi alle pareti, gli ambienti signorili... Molto interessanti sempre all'interno della Rocca la pinacoteca, la sala delle armi e le prigioni. Tra le architetture religiose, invece, vi consigliamo di visitare la Chiesa parrocchiale intitolata all'Assunzione della Vergine, la Chiesa di Santa Maria del Carmine (a Toscanella) e il Santuario della Madonna del Calanco (quest'ultimo situato nel forese).

  • Periodo ideale per una visita: sempre, anche se a fine luglio vi segnaliamo il Festival del Folklore con balli e musiche popolari tipiche della Romagna e non solo.
  • Tempo di visita consigliato: almeno una giornata.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Rocca Sforzesca, Chiesa parrocchiale della Vergine Assunta, Chiesa di Santa Maria del Carmine, Santuario della Madonna del Calanco.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €65,00 a camera - guarda le offerte.

3 - Brisighella

torre orologio brisighellaIl borgo di Brisighella è addossato a una rupe e sovrastato da tre scogli sui quali svettano la Torre dell'orologio, la Rocca e il Santuario del Monticino. Sul lato opposto, invece, le vecchie mura cittadine ancora si notano, seppur inglobate in parte nelle abitazioni costruite più recentemente. L'atmosfera tipica medievale, tuttavia, la si può ritrovare principalmente nella parte storica del borgo, con le viuzze, i saliscendi, le case basse e arroccate e i cortili nascosti.
Se vi trovate a Brisighella, il punto da dove partire per la vostra visita è sicuramente la piazza Marconi su cui si affaccia il municipio e dalla quale parte la via del Borgo, anche chiamata via degli Asini: si tratta di una vietta sopraelevata, coperta e illuminata ad archi, unica nel suo genere lungo la quale un tempo veniva trasportato il gesso ricavato dalle vicine cave, sul dorso degli asini.

  • Periodo ideale per una visita: qualsiasi stagione è ottimale per visitare il borgo.
  • Tempo di visita consigliato: un giorno.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: piazza Marconi, via degli Asini, Torre dell'orologio, Rocca, Santuario del Monticino.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €50,00 a camera - guarda le offerte.

4 - Bobbio

borgo di bobbioPiccola città di origine romana, Bobbio è situata nella Val Trebbia. Ancora oggi è una meta storica che attira turisti italiani e non solo, interessati al passato e alla cultura del borgo: il centro storico è tutt'oggi perfettamente conservato, pur mantenendo le caratteristiche tipiche di un borgo medievale; non appena giunti in prossimità della cittadina, ciò che salta subito all'occhio, tuttavia, è il ponte a 11 arcate che bisogna percorrere per accedervi, anche chiamato Ponte del Diavolo. (Nel Medioevo, la costruzione di un ponte era vista solitamente come un'opera innaturale perché non voluta da Dio, spesso diabolica perché frutto di ingegno. Da qui il soprannome così particolare.) Oltre al ponte, un altro monumentoSafari in Senegal: prezzi, quando andare e dove attira l'attenzione dei visitatori con gran facilità: si tratta del Santuario di Santa Maria in Monte Pelice, sulla cima del monte omonimo dal quale domina incontrastata il panorama dal di sopra del borgo.

  • Periodo ideale per una visita: qualsiasi stagione va bene per visitare il borgo. Tenete in considerazione però che la seconda domenica di agosto si tiene il Palio delle Contrade, in ricordo della manifestazione di origine medievale, nel primo pomeriggio, lo storico corteo parte dal Castello per poi dirigersi verso piazza S. Fara, dove si terrà la gara con i cavalli.
  • Tempo di visita consigliato: un giorno.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Ponte del Diavolo (o Ponte Gobbo), Santuario di Santa Maria in Monte Pelice, centro storico, Duomo di Bobbio, Convento e Chiesa di San Nicola, Castello Malaspina.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €65,00 a camera - guarda le offerte.

5 - Montegridolfo

Situato in provincia di Rimini, Montegridolfo è un piccolissimo comune di poco più di 1.000 abitanti. Ubicato fra due valli, a metà strada tra l'Emilia-Romagna e le Marche, il borgo fu da sempre oggetto di scontri e ambizioni politiche di famiglie rivali, interessate ad espandersi in questa terra di confine. Grazie ai recenti interventi di restauro, tuttavia, il borgo oggi ha mantenuto l'architettura tipica delle origini, con qualche abbellimento più moderno: tra i principali luoghi d'interesse comunque troviamo la Chiesa di San Rocco (appena fuori dalle mura, poiché un tempo fungeva da ex lazzaretto), l'interessantissimo Museo della Linea Goti e il Santuario della Beata Vergine delle Grazie, in passato luogo di pellegrinaggio. Ciò che affascina maggiormente di questa piccola cittadina, tuttavia, è la vista panoramica di cui si può godere da ogni suo angolo, con affaccio sui pendii riminesi.

  • Periodo ideale per una visita: sempre. Considerate però che, a causa delle sue dimensioni piuttosto ridotte, durante i weekend e il periodo estivo, il borgo potrebbe essere maggiormente soggetto al turismo.
  • Tempo di visita consigliato: mezza giornata/un giorno.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Chiesa di San Rocco, Santuario della Vergine delle Grazie, Museo della Linea Goti, Rimini.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €80,00 a camera - guarda le offerte.

6 - San Leo

piazza di san leoAnche questo in provincia di Rimini, San Leo è un comune collocato su uno sperone di roccia di Valmalecchia, dal quale si può osservare un incredibile panorama, oltre a scorgersi San Marino in lontananza. Piccola curiosità: il nome del borgo sembrerebbe proprio derivare da un eremita (poi proclamato santo) che qui vi si era stabilito, tra l'altro compagno di san Marino, entrambi vissuti nel IX-X secolo. Nonostante le sue dimensioni piuttosto piccole, San Leo racchiude un condensato di monumenti e/o edifici storici che vale la pena visitare: primo fra tutti, il Duomo in stile romanico (successivamente riedificato da maestri lombardi). Oltre a questo, vi segnaliamo anche la pieve di Santa Maria Assunta (ovvero il più antico edificio di culto di San Leo e del Montefeltro), il Forte, la Torre campanaria e il Palazzo Mediceo con il giglio, lo stemma fiorentino, sulla facciata in onore del governatore della repubblica fiorentina.
VEDI ANCHE: San Leo, Rimini - cosa vedere nel Borgo di Cagliostro

  • Periodo ideale per una visita: sempre. Considerate però che, a causa delle sue dimensioni piuttosto ridotte e data la sua vicinanza a San Marino, durante i weekend e il periodo estivo, il borgo potrebbe essere maggiormente soggetto al turismo.
  • Tempo di visita consigliato: un giorno, anche due se si vuole visitare anche il vicino San Marino.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Duomo, Forte, Palazzo mediceo, Torre campanaria, pieve di Santa Maria Assunta, San Marino.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €50,00 a camera - guarda le offerte.

7 - Fontanellato

borgo di fontanellatoIdentificato dal Touring Club Italiano come uno dei borghi più belli d'Italia, tanto da aver ricevuto il riconoscimento della bandiera arancione, Fontanellato è un comune a 25 km di distanza dalla città di Parma, vicino alla via Emilia. Il nome sembrerebbe riferirsi alla presenza dei fontanili, sorgive naturali tipiche della Bassa permanense e molto diffuse nei dintorni del borgo. Se vi trovate in queste zone, non dimenticate di farci un salto, soprattutto per visitare la Rocca Sanvitale, bellissimo maniero d'epoca circondato da un fossato pieno d'acqua, oppure il Santuario della Beata Vergine del Santo Rosario, che ancora oggi è fonte di richiamo per pellegrini provenienti da paesi vicini e non solo. Oltre a questi, vale la pena visitare anche la Chiesa di Santa Croce, risalente al periodo quattrocentesco; il Castello di Parola e il Labirinto della Masone, realizzato nella campagna circostante.

  • Periodo ideale per una visita: sempre. Se siete amanti dei mercatini d'antiquariato, la terza domenica di ogni mese intorno al fossato della Rocca si tiene un popolarissimo mercatino d'antiquariato in cui potreste trovare dei pezzi davvero unici.
  • Tempo di visita consigliato: un giorno.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Rocca Sanvitale, Santuario della Beata Vergine del Santo Rosario, Chiesa di Santa Croce, Castello di Parola, Labirinto della Masone.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €57,00 a camera - guarda le offerte.

8 - Castell'Arquato

borgo di castell arquatoCastell'Arquato è un borgo immerso nei Colli piacentini, su una collina dalla quale domina il paesaggio. Anch'esso insignito della bandiera arancione da parte del Touring Club Italiano, è una città d'arte caratterizzata da un castello o Rocca Viscontea, dotata di quattro torri angolari e un cortile interno, in cui oggi viene ospitato il Museo di Vita Medievale. Tra i borghi dell'Emilia-Romagna è sicuramente quello più conosciuto e con la quantità maggiore di edifici di rilievo: oltre al castello, vi consigliamo di vedere il Palazzo del Potestà, costruito verso la fine del 1200; il Palazzo Ducale (per breve tempo residenza dei duchi Sforza); il Torrione Farnese, ma anche la Porta di Sasso, una delle quattro porte cittadine meglio conservate, costruita in mattoni e pietra, e situata in direzione Lugagnano-Vernasca. Poco distante dal borgo, il Bosco di Santa Franca è l'ideale per fare una piacevole passeggiata immersi nella natura.

  • Periodo ideale per una visita: sempre. Essendo uno dei borghi più noti della regione, però, evitate se potete il weekend e i festivi se volete godervi una giornata rilassante.
  • Tempo di visita consigliato: una giornata intera.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Rocca Viscontea, Palazzo Potestà, Palazzo Ducale, Torrione Farnese, Porta Sasso.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €60,00 a camera - guarda le offerte.

9 - Fiumalbo

A sud di Modena, si trova il borgo di Fiumalbo, conosciuto oltre che per la sua bellezza (che lo annovera non a caso tra i borghi più belli del nostro paese) anche per la particolarità della lingua che vi viene parlata: un mix molto originale di dialetto tipico emiliano e dialetto toscano, fusi tra loro. Il comune infatti si trova nell'Appennino modenese, al confine con la Toscana, e proprio a causa della sua posizione "di mezzo" ha subito nel corso della sua storia influssi provenienti dall'una come dall'altra parte. Il centro storico conserva ancora intatta l'architettura medievale, di cui il nucleo urbanistico (oltre che l'anima vera e propria della cittadina) sembra essere la Chiesa di San Bartolomeo, dotata di un bell'organo antico. Gli altri edifici di rilievo del borgo sono l'Oratorio rinascimentale di San Rocco, l'Oratorio di Santa Caterina (dove vi è recentemente stato inaugurato il Museo di Arte Sacra) e quello dell'Immacolata.

  • Periodo ideale per una visita: qualsiasi stagione. Tra gli eventi più significativi che hanno luogo nel borgo, oltre all'attesissimo Presepe vivente che precede il giorno di Natale, vi segnaliamo la Festa del patrono San Bartolomeo, il 23 agosto: durante questa occasione, tutto Fiumalbo viene illuminato da lumini e per le sue strade acciottolate viene eseguita la processione cittadina.
  • Tempo di visita consigliato: mezza giornata/un giorno
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Chiesa di San Bartolomeo, Oratorio di Santa Caterina, Oratorio di San Rocco e Oratorio dell'Immacolata.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €90,00 a camera - guarda le offerte.

10 - Compiano

compiano panoramaInfine, nella provincia di Parma, circondato da una cinta muraria che lo custodisce interamente, sorge Compiano. Si tratta di un borgo di origine medievale collocato in una posizione strategica a un'altezza di circa 500 metri, un tempo baluardo di difesa dall'accesso alla valle. Oggi, inserito tra i borghi più belli d'Italia, è una meta turistica molto amata: tra le sue principali attrazioni, la Chiesa di San Giovanni Battista e quella di San Bartolomeo Apostolo, oltre al suo famoso Castello che, ubicato su uno sperone di roccia, passò di mano in mano nel corso dei secoli (prima fu proprietà della famiglia Malaspina, poi dei Landi, poi dei Visconti, per poi entrare a far parte dei possedimenti del comune di Compiano verso la fine del XIX secolo).

  • Periodo ideale per una visita: qualsiasi stagione dell'anno.
  • Tempo di visita consigliato: il borgo si presta a una visita di mezza giornata, a causa delle dimensioni molto ridotte.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Chiesa di San Giovanni Battista, Chiesa di San Bartolomeo Apostolo, Castello di Compiano.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €68,00 a camera - guarda le offerte.

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo è benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo
Forse ti può interessare anche...

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Torna su