Visita alla Reggia di Caserta: Come arrivare, prezzi e consigli

Cerchi consigli per visitare la Reggia di Caserta? Ecco info su come arrivare, prezzi, orari e una guida per un tour completo in poco tempo

esterni reggia casertaCaserta è una delle città campane più interessanti dal punto di vista storico-culturale, nota soprattutto per i suoi monumenti e i principali luoghi di interesse: tra i più famosi, sicuramente al primo posto si colloca la Reggia Borbonica (comunemente conosciuta come la Reggia di Caserta) che, insieme al Belvedere Reale di San Leucio e all'Acquedotto Carolino, fa oggi parte dei Patrimoni dell'Umanità dell'UNESCO.

Soprannominata la Versailles d'Italia, a causa della sua somiglianza per sfarzo e imponenza alla Reggia francese, la Reggia di Caserta è a tutti gli effetti un palazzo reale e fu fatta costruire verso la metà del 1700 dalla famiglia Borbone, ai tempi sovrani del Regno di Napoli. Considerata la residenza reale più grande al mondo per volume, il palazzo è inoltre circondato da un immenso parco con un bellissimo giardino all'italiana e uno all'inglese, in cui si trova persino una grande vasca (Peschiera grande) adibita alle simulazioni delle battaglie navali dell'allora bambino Ferdinando IV.
Ecco tutte le info su come arrivare alla Reggia, come muoversi al suo interno/esterno per non perdere le attrattive principali e informazioni utili riguardo a orari e costi.
VEDI ANCHE: I posti più belli da visitare in Campania

Dove si trova e come arrivare da Napoli

Mostra Mappa

  • A piedi: arrivare alla Reggia unicamente a piedi non è fattibile a meno di non prendere prima un treno con fermata nei pressi del palazzo. La Reggia infatti si trova qualche chilometro fuori dalla città e arrivarci con i mezzi è l'unica opzione possibile: dalla stazione ferroviaria, per esempio, vi separano solo 5 minuti a piedi dal complesso. I collegamenti ferroviari sono garantiti con le maggiori città del nord e del sud Italia, direttamente o attraverso Roma-Napoli con Eurostar, regionali o espressi - Ottieni indicazioni
  • In bus: i collegamenti sono regolari e puntuali con partenza da Napoli Porto, Napoli Aeroporto oppure Napoli Stazione. La reggia dista 34 km circa da Napoli (35/45 minuti con i mezzi)
  • In auto: potendo disporre di un proprio mezzo di trasporto, è piuttosto semplice arrivare alla Reggia: dista 248 km da Roma (2 ore), 64 km da Salerno (54 minuti) e, come già scritto, 34 km da Napoli (34 minuti) - Ottieni indicazioni

Orari e prezzi

  • Orari: gli appartamenti storici sono aperti dalle 8:30 alle 19:30, anche se le biglietterie chiudono verso le 18:45 e l'ultimo ingresso è permesso alle 19:00. Per quanto riguarda i giardini, invece, gli orari di ingresso/chiusura variano di mese in mese (consigliamo di consultare il sito ufficiale). Il martedì è il giorno di chiusura ordinaria.
  • Miglior orario per evitare code: è meglio presentarsi alla Reggia la mattina presto per fare la coda il più corta possibile, in particolar modo nei mesi di bel tempo e durante i weekend/festività. In qualsiasi altro momento della giornata, è probabile che dobbiate aspettare un po' prima di iniziare la visita: potreste acquistare i Biglietti prioritari (da €17,00) in modo da semplificare il tutto.
  • Costo biglietto: il biglietto intero costa €12,00 (comprensivo di palazzo e giardini), oppure €9,00 (solo palazzo).
  • Riduzioni: il biglietto ridotto per minori, studenti, anziani e disabili invece costa €6,00 (comprensivo di palazzo e giardini), oppure €4,50 (solo palazzo). Tenete in considerazione che nel periodo che va dal 7 dicembre al 6 gennaio, il biglietto costa per tutti €3,00; la prima domenica di ogni mese, il biglietto intero costa €5,00, il ridotto €2,50 e i minori sotto i 18 anni entrano gratis.

Tour, visite guidate e biglietti online

Cosa vedere e come visitare la Reggia di Caserta

giardini reggia casertaLa Reggia di Caserta è un complesso davvero monumentale, costituito dal palazzo vero e proprio e dal parco circostante, tutto basato sulla progettazione di Luigi Vanvitelli, il quale voleva realizzare una struttura che diventasse a tutti gli effetti il nucleo della nuova capitale del Regno.

La Reggia presenta una pianta rettangolare con quattro cortili interni, un lungo portico che funge da collegamento tra il parco e la cascata, lo Scalone d'Onore (capolavoro scenografico, a cui si sono ispirati nella costruzione di tutti gli scaloni delle dimore reali successivi) che unisce il piano inferiore con quello superiore e che conduce agli appartamenti reali.

Infine, di fronte allo Scalone è collocata la Cappella Palatina, mentre sul lato occidentale del palazzo si trova il Teatro di Corte. All'interno della Reggia, la Quadreria possiede dipinti che spaziano dal XVI al XIX secolo, commissionati nel corso degli anni dai sovrani locali oppure pervenuti dal territorio e divisi per tematiche (soggetti orientali, episodi storici, allegorie, nature morte, ritratti, ecc.). Oltre a questi, dal terremoto dell'Irpinia, avvenuto negli anni '80, in alcune sale del palazzo si tiene una mostra contemporanea che raccoglie opere di tutti i più grandi artisti di quegli anni e che prende il nome di Terrae motus.

Se la Reggia costituisce un esempio di sfarzo e bellezza già all'interno, è però all'esterno che si percepisce ancora di più il senso di potenza e di grandezza che i Borbone hanno cercato di trasmettere, con i magnifici giardini (all'italiana e all'inglese) che si estendono a perdita d'occhio, il vialone a "effetto canocchiale" e le varie fontane e piscine che abbelliscono l'intero parco. Durante le giornate di bel tempo è piuttosto piacevole trascorrervi qualche ora, esplorando i giardini in lungo e in largo, alla ricerca di tutti i tesori che vi sono nascosti: non dimenticatevi quindi di indossare delle scarpe comode e di portare qualcosa che vi possa riparare dal sole.

Consigli utili per visitare l'attrazione

  1. Alzati presto: l'ideale sarebbe raggiungere l'ingresso entro le ore 9:00, soprattutto nei periodi festivi o nei weekend;
  2. Acquista il biglietto prioritario: se non vuoi rischiare di fare coda e preferisci essere sicuro di avere già in mano il biglietto al tuo arrivo alla Reggia, puoi prenotare online un biglietto prioritario in modo da non avere problemi di alcun genere e goderti la visita in totale tranquillità. Acquista online: Biglietto prioritario per la Reggia di Caserta
  3. Scegli la visita guidata: se sei interessato a scoprire tutti i segreti della Reggia e gli avvenimenti storici a cui vi ha preso parte, puoi sempre decidere di partecipare a un tour guidato (da €35,00). In alternativa, la Reggia dispone di comodissime audioguide in italiano, francese, inglese e tedesco, utilizzabili con una spesa di €5,00 circa.
  4. Tempo minimo: ti consigliamo di considerare un minimo di 3-4 ore per la visita. Potranno sembrarti tante inizialmente ma il complesso è davvero molto esteso e se consideri anche la vastità del parco le ore a tua disposizione non saranno quasi abbastanza.
  5. Occhio alla restrizioni: chi visita gli appartamenti storici non può portare con sé passeggini, ombrelli, zaini, borse e altri oggetti di grandi dimensioni. All'ingresso, puoi trovare un guardaroba custodito dove lasciare tutti i tuoi oggetti personali.

Cenni storici, curiosità e info pratiche: cosa sapere in breve

fontana reggia casertaSi dice che la Reggia di Caserta abbia anticipato non solo lo stile architettonico neoclassico, ma anche l'architettura contemporanea, soprattutto nel concetto di forma e funzione. E pensare che per la realizzazione del progetto il Re di Napoli Carlo di Borbone, entrato in competizione con i sovrani francesi e deciso a costruire una reggia in grado di rivaleggiare con quella di Versailles, si rivolse inizialmente a Nicola Salvi (autore della Fontana di Trevi) e solo in un secondo momento a Luigi Vanvitelli, a causa di un rifiuto di Salvi per motivi di salute.

A quel tempo, però, Vanvitelli era già impegnato nei lavori di restauro della Basilica di Loreto per conto dello Stato Pontificio, tanto che Carlo di Borbone fu obbligato a contrattare direttamente con il Papa. I lavori per la costruzione della Reggia comunque iniziarono nel 1752, proprio il giorno del compleanno del re, con una cerimonia solenne durante la quale venne posta la prima pietra.

Oggi del complesso della Reggia di Caserta fanno parte anche l'industria serica e il Belvedere di San Leucio, dove nacque la prima forma di socialismo italiano, e l'Oasi WWF di San Silvestro, un tempo bosco di caccia del sovrano. Grazie alla sua bellezza e agli ambienti piuttosto scenografici, la Reggia è stata spesso utilizzata come set cinematografico per molti film italiani e stranieri, tra i quali Angeli e Demoni, Star Wars (L'attacco dei cloni e La minaccia fantasma), Mission Impossible III, ecc.

Non hai ancora prenotato volo e hotel? Consulta le nostre offerte!


Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su